Lascia un messaggio

 
 
 
 
 
 
 
I campi con * sono obbligatori.
Il tuo messaggio sarà online dopo l'approvazione della Redazione di Camminando.
Ci riserviamo il diritto di cancellare o non pubblicare il tuo messaggio.
Elba Salute da Portoferraio pubblicato il 23 Novembre 2023 alle 14:15:
CONVEGNO SERVIZIO SOCIALE.

GLI ELBANI MERITANO DÌ PIÙ

È stato interessante l’incontro organizzato dal Lions Elba sul Servizio Sociale, aperto dal Presidente Dr. Fabio Chetoni che ha illustrato i punti cardini e determinanti per un buon servizio sociale sull’Isola in base alle esigenze della Comunità. Questo perché su un’Isola il Servizio Sociale deve essere il più possibile partecipativo e deve coinvolgere attivamente la politica, l’ASL, Regione e membri della Comunità nella progettazione e nella implementazione dei servizi e deve poter contare su una maggiore attenzione per gli anziani, per i non autosufficienti, per i minori, per la salute mentale, l’emarginazione e il disagio, che sono i più comuni, l’assistenza sanitaria mirata poiché siamo su un’Isola. A questi si devono aggiungere il supporto psicologico; i servizi di trasporto al bisogno accertato e non ultimo il servizio per la cura personale e una attenzione particolare alle situazioni di povertà.

Temi sottolineati anche dal Sindaco Zini nel suo intervento dove si è soffermato sul problema della “casa” che a Portoferraio è preoccupante. Molte altre persone del mondo del Sociale si sono succedute al microfono con argomenti interessanti sul servizio a cui si dedicano.

L’intervento che ha espresso più interesse per l’attenta platea è stato quello della Dr.ssa Anna Garfagnini responsabile del Servizio Sociale Elba ed è anche l’unica vera Assistente Sociale che da continuità, da sola, a questo importante servizio su un’Isola con persone sempre più anziane e bisognose di assistenza e vicinanza sociale.

Si spera che da questo convegno si prenda spunto per far nascere una maggiore sensibilità da parte di chi è preposto a rendere questo servizio sempre più funzionale ed efficace ai bisogni di chi non può fare a meno di un supporto sociale e anche sanitario.

Una delle iniziative di grande utilità e umanità sarebbe quella di garantire agli anziani ultra settantacinquenni, malati cronici, a persone con problemi motorie, non autosufficienti, e disabili, la garanzia viste le problematiche del mare, della distanza e del disagio di vivere su una piccola isola, di poter fare entro 40 gg dalla richiesta del medico di base la visita prescritta o l’esame diagnostico indicato per la patologia o per il controllo di un evento sanitario essenziale, senza dover attendere lunghi mesi che possono essere dannosi per la persona e per il sistema sanitario Regionale in quanto le lunghe liste di attesa possono essere motivo di accessi e ricoveri impropri.

Nei servizi sociali Elbani dovrebbero trovare spazio anche:

Riabilitazione e fisioterapia, oggi un miraggio per molti e beneficio concesso a pochi.
La riapertura nella sua sede originale dell’Ospedale di Comunità, con Hospice che stanno vergognosamente cancellando.
Aprire la “Casa della Salute” dove l’Elbano può trovare le prime risposte cliniche senza dover andare ad intasare il Pronto Soccorso
Destinare più posti alla RSA trasferendo nella loro struttura la rianimazione e fisioterapia.
Programmare residenze agevolate fuori Elba per il famigliare che deve assistere il congiunto ricoverato in una struttura ospedaliera al di la del mare.


Comitato Elba Salute.

(Francesco Semeraro)
... Toggle this metabox.

Camminando.org Camminando Camminando online il Blog dell'Isola d'Elba a cura di Fabrizio Prianti - Realizzato da StudioCAD