Lascia un messaggio

 
 
 
 
 
 
 
I campi con * sono obbligatori.
Il tuo messaggio sarà online dopo l'approvazione della Redazione di Camminando.
Ci riserviamo il diritto di cancellare o non pubblicare il tuo messaggio.
RUGGERO BARBETTI RUGGERO BARBETTI pubblicato il 16 Settembre 2020 alle 11:51:
LETTERA APERTA AI CAPOLIVERESI

Appena finito questo tour de force elettorale presenterò denuncia contro il Sig. Luciano Geri

Chissà come mai il Sig. Geri Luciano si preoccupi così della mia persona, oltretutto in un periodo delicato come quello pre elettorale.
Neanche nella campagna delle elezioni di Capoliveri del 2019 ho ricevuto attacchi così forti e allora Luciano Geri era anche candidato nella Lista Montagna ma raccogliendo poche preferenze e quindi non riuscendo ad entrare in consiglio.
Mi sembra però che siamo già ritornati ai tempi delle purghe del 2004/2009 dove non si aveva e non si ha il minimo rispetto per l'avversario che invece diventa un nemico. Allora il loro motto era: colpiscine uno per educarne cento. Spero di sbagliarmi, perchè i capoliveresi non hanno bisogno di ulteriori faide come quelle messe in atto in quella stagione, ma ho l'impressione che l'amministrazione e i suoi ascari siano sulla cattiva strada anche questa volta. E in quel periodo ci fu un attacco alla mia persona così virulento che cercarono di distruggermi in tutte le maniere, anche per via giudiziaria e se avessero potuto non solo psicologicamente ma anche fisicamente. Ma non ci sono riusciti perchè sono un capoliverese duro e tenace. Vi posso solo dire che è stato un periodo difficile della mia vita che mi ha segnato dentro ma contemporaneamente mi ha reso più forte e oggi gli attacchi "pazzeschi" di Luciano Geri non mi scalfiscono.
Vi rivelerò una cosa che non ho mai detto perchè mi era stato vietato per motivi di riservatezza e di sicurezza personale. In un altro periodo ho dovuto installare un sistema di telecamere intorno a casa mia e dietro ordine del Prefetto, su richiesta del Questore di Livorno, sono stato soggetto, per divrsi mesi, ad un servizio di scorta/vigilanza leggera (non evidente ai più), da parte delle Forze dell'Ordine, che riguardava la mia persona, le mie proprietà e i luoghi dove lavoravo, compreso il Comune di Capoliveri. Tanto per chiarire il clima ostile che alcuni soggetti avevano dimostrato nei miei confronti.
Ora chiaramente dovrò difendermi nella sede opportuna e cioè in tribunale di una serie di accuse nei miei confronti la più infamante delle quali è che avrei "una pendenza penale in corso per associazione a delinquere". Niente di più falso, come le false ricostruzioni e la disinformazione sul Progetto del dissalatore dove, tengo di nuovo ad evidenziare, il Comune ha dovuto subire una decisione presa unilateralmente dalla Regione Toscana.
Resto allibito e incredulo per tutta questa cattiveria che Geri dimostra nei miei confronti e che ha comunque già dimostrato nei confronti di diversi capoliveresi.
Evidentemente se, ogni tanto, non ha un nemico da attaccare non si sente realizzato.
Ricordo che quando era maestro se la prendeva anche con i miei figli facendo loro della sfuriate pazzesche e qualche volta anche buttando dalla finestra il loro materiale didattico personale..... E non ho mai detto nulla nè mi sono mai lamentato nè come sindaco nè come padre. Ma, per inquadrare il personaggio, basta ricordare le continue lamentele che arrivavano a me e ai dirigenti scolastici da parte dei suoi colleghi sul suo comportamento prevaricatore a scuola nei confronti di tutto e tutti.
I capoliveresi sanno bene di cosa sto parlando....
Questo odio verso la società nasce forse dagli anni trascorsi in seminario da adolescente dove si legge sulle cronache che siano avvenuti orrendi soprusi nei confronti di tanti ragazzi? Fosse così ne sarei veramente dispiaciuto ma contemporaneamente potrei capire tutto questo odio da dove nasce.
E' altresì chiaro che la mia candidatura ha dato, dà fastidio e ha tolto il sonno a diverse persone, sia di destra che di sinistra. E' evidente che sono temuto e questi comportamenti mi rendono ancora più determinato.
Dopo lo spoglio tireremo le somme di chi avrà vinto e di chi avrà perso valutando i risultati elettorali.
Intanto colgo l'occasione di salutare e ringraziare sia tutti coloro che abitano a Livorno e nella Costa Etrusca, sia naturalmente anche tutti gli elbani che mi dimostrano amicizia e stima per quello che sono stato, per quello che sono e per quello che ho fatto, con tanta passione, sia tutti coloro che ho avuto l'onore di rappresentare nei tanti ruoli istituzionali che ho ricoperto nei miei 30 anni di attività politica e che apprezzano il lavoro da me svolto nei confronti delle nostre comunità.
Grazie a tutti (Geri escluso)
Ruggero Barbetti
... Toggle this metabox.

Camminando.org Camminando Camminando online il Blog dell'Isola d'Elba a cura di Fabrizio Prianti - Realizzato da StudioCAD