Lascia un messaggio

 
 
 
 
 
 
 
I campi con * sono obbligatori.
Il tuo messaggio sarà online dopo l'approvazione della Redazione di Camminando.
Ci riserviamo il diritto di cancellare o non pubblicare il tuo messaggio.
"Zio Mauro" "Zio Mauro" da Piombino pubblicato il 31 Luglio 2020 alle 17:33:
LA STORIA SI RIPETE COSTANTEMENTE:.......QUANDO UN PENSIERO, QUALUNQUE ESSO SIA NON E' CONDIVISO..........SI E' LIBERI DI OFFENDERE ED ATTACCARE LA PERSONA CHE ESPONE TALE PENSIERO.

Mi ricordo i tempi passati quando chi tentava di parlare in assemblee studentesche, presentando idee e pensieri avversi al "rivoluzionario" del momento, veniva tacitato, se non addirittura "appiccicato" al muro, intimandogli di tutto e di più.
Analogamente in fabbrica, alle assemblee, persone della "stessa specie umana", quando non avevano più argomenti, ovvero li avevano esauriti.........attaccavano la persona.
Preciso che personalmente mi sono trovato spesso a tali episodi.
Ora, la situazione si è ribaltata, perchè, non è più "il rivoluzionario" ad usare questi metodi, ma l'intellettuale, l'uomo colto, che si è tolto un tipo di indumento che andava di moda in quegli anni, e si è rivestito in maniera "scicchettosa" o "infrusinata", e dall'alto della sua saccenza indifettibile, attacca personalmente chi non la pensa come "i politicamente corretti", e mette all'indice, non eventuali a suo dire errori, ma la persona stessa.
Sono di questi giorni, su testate giornalistiche importanti, articoli di attacco a filosofi e a personaggi conosciuti che si stanno muovendo su linee di pensiero che possono disturbare i manovratori.
Un consiglio a chi è abituato in certo modo: .....un bel bagno di umiltà.......precisare i propri dati ....e fermarsi li.!!
... Toggle this metabox.

Camminando.org Camminando Camminando online il Blog dell'Isola d'Elba a cura di Fabrizio Prianti - Realizzato da StudioCAD