Lascia un messaggio

 
 
 
 
 
 
 
I campi con * sono obbligatori.
Il tuo messaggio sarà online dopo l'approvazione della Redazione di Camminando.
Ci riserviamo il diritto di cancellare o non pubblicare il tuo messaggio.
Per Roberta Madioni Per Roberta Madioni da Piombino pubblicato il 14 Gennaio 2020 alle 10:33:
Sig.ra Roberta Madioni,
ieri sera ho letto il suo articolo ‘Realtà e Prospettiva’ apparso su Tirreno Elba News che mi lascia particolarmente basito.
Come si fa a dire che ‘La realtà è sempre questione di prospettiva, dipende dal punto di osservazione’ ?
Da quel poco che mi ricordo della geometria, mi pare che sia vero l’esatto contrario e cioè che è la Prospettiva (immagine piatta) ad essere il risultato della proiezione da un certo punto di vista della realtà (oggetto tridimensionale).
Purtroppo partendo da un presupposto non corretto è molto improbabile che si possa arrivare ad una conclusione corretta come mi sembra sia successo.
In ogni caso quando si parla di trasporti, marittimi compresi, come pure di sanità, di scuola, d’energia, d’informazione etc, si parla di servizi strategici per il paese, la cui gestione sia politica che in parte anche economica non può e non deve essere lasciata esclusivamente in mano al privato.
Non può essere accettabile che un privato o per incompetenza o per negligenza od altro, metta in braghe di tela un servizio primario del paese. Lo so che in Italia comincia ad essere permesso anche questo e di piu, che si inizia a mettere sullo stesso piano la gestione di una bancarella di lupini e cocco con la gestione dei trasporti o della sanità.
Il privato col proprio Know-how ed il proprio personale è certo che deve poter operare in questi settori e giustamente fare business, ma per favore, sempre e solo sotto lo stretto controllo degli organi di controllo dello stato che ha definito gli obiettivi ed i limiti dell’intervento. Così avviene in tutti i paesi civilizzati!
Questa storia poi che dobbiamo dare, eufemisticamente, il massimo e non creare problemi all’imprenditore che ci mette del suo così questo farà star bene anche tutti gli altri, è un po stantia e piu la si rimescola e peggio diventa.
Non è in discussione nè l’iniziativa privata nè l’imprenditoria, quella sana, ma la constatazione che chi si imbarca a fare impresa, di rado possiede l’adeguata competenza, cultura ed onestà intelletuale, requisiti questi, purtroppo molto scarsi a vantaggio invece della scaltrezza, del nero e della velocità di fuga.
Se non si elimina questa piaga , non si va da nessuna parte anzi si affonda e gli esempi non mancano davvero, altro che pensare di foraggiare il privato pubblicamente per farlo star tranquillo.
Se mi sono scaldato un po non è perchè ce l’ho con qualcuno, ma la passione sull’argomento lavoro ed il sociale è dovuto agli anni passati in ambienti di lavoro molto duri che mi hanno sensibilizzato, magari anche un po troppo, sugli aspetti del sociale, del diritto e del rispetto del lavoratore che non è uno strumento di lavoro da usare secondo necessità, ma una persona con la propria dignità.
Sandro S.
... Toggle this metabox.

Camminando.org Camminando Camminando online il Blog dell'Isola d'Elba Isola d'Elba Realizzato da StudioCAD