Pagina 6/1245: [] [1] [2] [3] [4] [5] (6) [7] [8] [9] [10] [11] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 92954 del 15.11.2018, 16:36
Provenienza: Amm.Portoferraio
COOPERAZIONE FRA PORTI E PICCOLE ISOLE



Un’agenda dei lavori aperta e condivisa, da aggiornare periodicamente, se possibile mensilmente, condividendone i contenuti anche con gli attori più importanti dello sviluppo del territorio. Questo è il risultato principale condiviso dai protagonisti della giornata di lavoro che si è svolta a Portoferraio giovedì 15 novembre, sul tema della cooperazione fra porti e piccole isole. Alla giornata hanno partecipato i vertici dell’Autorità di Sistema Portuale del mar Tirreno Settentrionale , la segretaria nazionale dell’ANCIM Giannina Usai, i rappresentanti istituzionali del Comune di Portoferraio, del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e di tutte le associazioni di categoria del territorio. “L’Autorità di Sistema Portuale del mar Tirreno Settentrionale – ha commentato l’assessore al Demanio e alle Politiche Comunitarie del comune di Portoferraio Angelo Del Mastro – è l’unica in Italia ad avere nelle proprie competenze territoriali e funzionali un’isola, oltretutto con due comuni coinvolti, e questa è una specificità importante, perché può essere resa esigibile nei confronti del Ministero dei Trasporti. Questo potrà permetterci addirittura di sperimentare, come del resto già accadendo, delle soluzioni a livello di sostenibilità ambientale, di mobilità e di continuità territoriale che poi potrebbero essere riprese a livello nazionale. Sono molto soddisfatto - ha aggiunto Del Mastro - della partecipazione delle associazioni di categoria e degli stakeholders del territorio, e li ringrazio per il contributo concreto e realistico che hanno dato, assicurando loro un costante coinvolgimento nelle iniziative successive, oltre che nella verifica degli interventi che verranno programmati”. Per quanto riguarda le prime iniziative previste, oltre a quanto già in atto per la progettazione e la realizzazione della stazione marittima di Portoferraio, con un investimento di 1 milione e 800mila euro già inserito nel piano triennale dei lavori, l’Autorità Portuale ha annunciato l’intenzione di aprire uno sportello operativo sull’isola, per avere un’interfaccia più immediata con il territorio. “Ringrazio l’ Autorità di Sistema Portuale del mar Tirreno Settentrionale per la importante collaborazione che sta concretamente dimostrando – ha concluso il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari – la nostra città è la porta di accesso all’isola d’Elba ed ha la necessità di adottare buone pratiche a livello di mobilità e di sostenibilità ambientale per farsi trovare pronta ad accogliere ed esaudire le aspettative dei propri visitatori”.
X Mauro Albertini
Messaggio 92953 del 15.11.2018, 15:26
Provenienza: Canali di Rio in sù
Caro Mauro, è inutile rispondere a chi si firma Riese e talvolta Rio. È un troll che ogni giorno riceve dal suo "padrone" un copia/incolla senza nemmeno leggerlo; pertanto non solo non ti risponderà, ma nemmeno leggerà il tuo post di risposta. Fatica sprecata. Comunque la tua risposta è puntuale e condivisibile. Saluti
Michele Scrivi a Michele
Messaggio 92952 del 15.11.2018, 15:02
Provenienza: Portoferraio
Volevo purtroppo segnalare che davanti a villa Roster, ai margini del bosco che si trova all'inizio del rettilineo che da Magazzini conduce all'imbocco della strada del Volterraio, si è creata (forse già da tempo) una discarica di lastre di eternit, frutto dello smantellamento non autorizzato di qualche copertura.
Luigi Lanera FdI
Messaggio 92951 del 15.11.2018, 14:58
GRANDE BLUFF DEL WATER FRONT , PERSI 15 ANNI IN CHIACCHIERE.
.



Ci preoccupiamo , sperando di non essere accusati di voler ricoprire anche la carica di presidente della Port Autority,, del problema degli attracchi delle navi da crociera che come tutti avranno notato anche quest'anno le nostre banchine portuali erano occupate spesso da due o tre navi. A tal proposito vogliamo evidenziare come l'amministrazione comunale debba prendere in seria considerazione la creazione di un nuovo attracco per i traghetti sul lato sud della radice molo Lucchesi. L'area da noi evidenziata , ex cantierino è vecchia Esaom , attualmente di competenza comunale , che così come è stato fatto per le rotatorie del porto e di viale Elba , la Port Autority potrebbe prendersela in carico realizzando un nuovo banchinamento al posto di quell area attualmente in degrado , destinando dette superfici a piazzali di sosta per L imbarco dei traghetti .Con tale idea di conseguenza saremmo nelle condizioni di accogliere più navi da crociera e spostare il traffico di imbarco e sbarco dei traghetti in zona più prossima all'uscita della città. Suggeriamo inoltre al nostro sindaco anche di prevedere nell area demaniale ex Buca della sabbia , confinante con Elbana petroli e cantiere Jhonson , di realizzare una darsenetta vista la possibilità di avere lo sbocco al mare per L ormeggio di piccoli natanti, circa 150 , ad uso esclusivo dei residenti che a nostro parere sono stati per molti anni penalizzati da scelte amministrative favorevoli a pure fantasie edificatorie di soggetti estranei alla nostra comunità .. Quest ultima idea risolverebbe anche lo spostamento dei barchettini dalla Calata .


Luigi Lanera resp nazionale politiche della navigazione per Fdi
Cliente supermercato
Messaggio 92950 del 15.11.2018, 12:47
Provenienza: Portoferraio
Perché i commercianti non si consorziano anziché coltivare il proprio orticello?

In passato, come ora, ogni uno fa per se.
In Giappone, nel passato, i vari feudatari erano sempre in guerra tra loro.
Quando arrivava un pericolo comune, smettevano di farsi la guerra tra loro e si coalizzavano per combattere il comune nemico.
Perché allora non creare un loro centro commerciale, ogni uno con le proprie quote e cercare di vivere in armonia?
Buoni solo a lamentarsi con chi investe e da lavoro a molte famiglie.
x Da che pulpito viene la predica
Messaggio 92949 del 15.11.2018, 12:29
Provenienza: Elba
Austria, Olanda ed altri paesi che tengono lontana la corruzione e si fanno il mazzo per tenere i conti in regola, non ci fanno la morale, di farci la morale non gliene può fregà di meno.
Sono giustamente incazzati di dover tappare i buchi di un paese che viaggia su un'evasione fiscale di circq 150 mld di Euro, con un nero che vale un terzo del nostro PIL, con una corruzione fra la piu alte a livello mondiale e, ciliegina sulla torta, con un governo che premia ed incentiva gli evasori ed i mascalzoni con condoni vergognosi mai visti neanche in Centrafica. Gli atteggiamenti strafottenti e fascistoidi degni delle squadracce al grido di me ne frego, tireremo dritti, avanzeremo a testuggine romana etc. etc, rivolti sia alle opposizioni che all'istituto 'Europa', che si vuol distruggere, auspicando stupide autarchie, vuoi che suscitino ammirazione da parte del mondo civile?
Brutta bestia l'ignoranza, l'incopetenza e la stupida ambizione!
Mauro Albertini
COMITATO CARPANI
Messaggio 92948 del 15.11.2018, 12:14
NATALE AI GIARDINI DI CARPANI


BABBO NATALE IL 15 DICEMBRE SARA' AI GIARDINI DI CARPANI A DONARE DOLCI E CIOCCOLATINI AI BAMBINI E A RITIRARE LE LETTERINE DEI BAMBINI DELLE ELEMENTARI E I DISEGNINI DEI BAMBINI PICCOLI O DELL'ASILO SUL TEMA "NATALE GIORNO D'AMORE E DI SERENITA'"....IL 5 GENNAIO, giorno della festa di Carpani della Befana, LE LETTERINE CHE SPIEGANO IL "NATALE" E I DISEGNINI PIU' BELLI, RICEVERANNO RICCHI PREMI .
AI GIARDINI CI SARA' ANCHE IL MERCATINO DI NATALE.
*Sulle bancarelle troverete tante cose carine, uniche e utili da regalare.
*Potrete gustare una fumante e saporita polenta ricca di salciccia e funghi. (Ci sarà anche la pasta al polmodoro)
*Panini con salciccia e patatine fritte.
*GIOCHI DI GRUPPO E TOMBOLATA PER BAMBINI CON RICCHI PREMI.
* Gonfiabile e intrattenimento con musiche Natalizie.
POMERIGGIO CON FRATI E BOMBOLONI CALDI E ZUCCHERATI.
Bambini, i disegnini e le letterine dovete farli VOI non Babbo o Mamma. Babbo Natale vede tutto.
VIN BRULE' GRATIS PER TUTTI (fino ad esaurimento)
Il Presidente.
In aggiunta ad "Ancora crisi nera per i negozi"
Messaggio 92947 del 15.11.2018, 11:50
Provenienza: Elba
A Portoferraio quest' anno hanno chiuso i battenti diversi negozi, a Porto Azzurro l' unico ferramenta: più o meno negli altri paesi altre attività. Al loro posto però ne aprono altre con l' ottica di tentare comunque di avviare un' impresa: poi se va male, pazienza, si dichiara fallimento e si chiude, solo che così si mettono in difficoltà anche le aziende fornitrici dei generi trattati da queste attività. Non so cosa accadrà fra poco con l' apertura del nuovo Eurospin e con la serie di negozi che affiancheranno al secondo piano questa enorme struttura: certo parecchi ne risentiranno, in particolare la Coop, già in calo di vendite, dopo la recente ristrutturazione, l' aumento dei prezzi e l' eliminazione di tanti prodotti di genere vario che erano comunque un' attrattiva e un' opportunità per i suoi clienti : in quella struttura vedo volti molto bui e a ragione: bella batosta che si prepara per quel supermercato. non potrà reggere la concorrenza né sull' assortimento, né sul prezzo.
Da che pulpito viene la predica
Messaggio 92946 del 15.11.2018, 10:56
Provenienza: RIESE
DOPPIA MORALE – “Olanda e Austria ci fanno la morale ma poi non rispettano loro stesse le regole europee”, risponde per le rime l’eurodeputata Laura Ferrara. “Perché il ministro olandese delle Finanze Hoekstra, non spiega il piano del suo Paese per rientrare dal surplus sulle partite correnti eccessivo che crea uno squilibrio inaccettabile all’interno dell’Eurozona?”, accusa. E aggiunge: “Non ricordo dichiarazioni allarmistiche dei Ministri delle Finanze austriaco e olandese quando Francia, Spagna o Portogallo avevano mancato il rispetto dei vincoli di bilancio relativi al deficit”.
Ancora crisi nera per i negozi,
Messaggio 92945 del 15.11.2018, 10:26
Provenienza: RIO
In Italia chiude 1 negozio ogni ora.
9.500 Negozi chiusi nel 2018 , 108.000 dal 2013
Un fenomeno , quello della crisi nera dei negozi che non accenna a diminuire , centri commerciali, vendite on line stanno decimando le piccole attività , causando nuova disoccupazione e strade deserte.Ovviamente il problema è di grosse dimensioni e si spera che l'attuale Governo possa concretamente trovare una soluzione/proposta che possa essere di sostegno a migliaia di piccoli operatori commerciali e ad incentivare nuove aperture .
Nel contempo sarebbe opportuno che anche i ns SINDACI ELBANI si ponessero questo problema.BASTA con altre aperture di SUPERMERCATI a Rio Marina ed a Portoferraio....in questo modo si distrugge una parte importante del tessuto sociale dei paesi e dei quartieri,costituito appunto da questi negozi .....e si crea ancora di più disoccupazione..
UN GIORNO DA POLIZIOTTO
Messaggio 92944 del 15.11.2018, 09:30
UN GIORNO DA POLIZIOTTO PER I RAGAZZI DI CASA DEL DUCA





La Polizia di Stato, come è noto, ha proposto per il corrente anno scolastico alcune visite guidate agli uffici del Commissariato di P.S. di Portoferraio. L’iniziativa si inserisce tra gli interventi volti a favorire, grazie anche al coinvolgimento del mondo scolastico, alla comprensione del concetto di "Polizia di prossimità". Il progetto, rivolto ai ragazzi delle scuole primarie dell’isola d’Elba, costituisce una tappa del percorso didattico, intrapreso dal Commissariato, per la diffusione dei temi riguardanti la legalità, la sicurezza e le Istituzioni.
Nella mattinata di ieri il Dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Portoferraio dott. Pietro Scroccarello , ha incontrato insieme ai suoi colleghi la scolaresca della classe V^ A della scuola di Casa del Duca
Nel corso dell’incontro è stato tenuto una lezione sotto lo sguardo rapito dei bambini sul funzionamento e l’attività svolta quotidianamente dalla Polizia di Stato. Obiettivo primario è stato quello di trasferire ai giovanissimi i valori della Legalità che sono a fondamento dell’attività della Polizia di Stato. I ragazzi hanno potuto assistere alla proiezione di un filmato istituzionale relativo all'organizzazione ed alle varie Specialità della Polizia di Stato.
A seguire i giovani studenti hanno potuto visitare la Centrale Operativa dove gli è stato illustrato lo svolgimento dei servizi di controllo del territorio che fanno capo al numero di emergenza 113 e all'attività delle Volanti. Durante le spiegazioni gli alunni hanno potuto interagire col personale parlando via radio con gli agenti.
Nel piazzale del Commissariato di P.S grande interesse ed entusiasmo hanno suscitato le volanti e le dotazioni della polizia , ma il momento che ha veramente affascinato i giovani ragazzi è stata la dimostrazione dell’Unità Cinofila della Questura – U.P.G.S.P. – di Firenze, ai piccoli studenti che sono stati coinvolti in prima persona nelle dimostrazioni, sono state illustrate le varie modalità di impiego dei cinofili, e i lunghi addestramenti ai quali, sia cane che il poliziotto, devono sottoporsi per arrivare a essere una “squadra”.. Infine la scolaresca è stata condotta in visita nei locali della Polizia Scientifica, dove il personale addetto ha spiegato le tecniche utilizzate per la rilevazione delle impronte e di altri accertamenti rispondendo alle numerose domande dei ragazzi .
Poi i consueti saluti finali nell’Ufficio del Dirigente del Commissariato e consegna dei gadget offerti dalla Banca di Credito Cooperativo di Castagneto Carducci.
Riese perplesso
Messaggio 92943 del 15.11.2018, 07:55
Provenienza: Rio Marina
Buongiorno,
Caro compaesano, non posso fare altro che darle ragione, il silenzio è assordante. Sarà , (come ha gia scritto qualcuno), che le categorie economiche stanno facendo i conti e le valige, non si sente un fiato.
Fosse Successo a Portoferraio o a Piombino chissà...e anche la politica sempre pronta tace, insomma il torpore invernale ci avvolge...
ELBANO
Messaggio 92942 del 15.11.2018, 07:27
Provenienza: Isola d'Elba
X Comune di Rio: "che nulla sta facendo per ridarci una via di uscita dall’Isola evitandoci levatacce per Portoferraio".
Anche a Lei ripeto quello che è stato detto precedentemente su questo blog: quelli che vivono a Pomonte,Chiessi,Patresi e Sant'Andrea, se devono prendere il traghetto devono fare le alzatacce;Lei invece pretende la nave sotto le chiappe.E con quale diritto? Forse è l'ora che questo privilegio di avere il traghetto sotto casa finisca e che tutti gli Elbani partano dal Porto di Portoferraio.Ma i privilegi,in Italia,si sa,sono duri a morire.
Comune di Rio
Messaggio 92941 del 14.11.2018, 21:50
Sarò breve e conciso.
Critico la maggioranza del Comune di Rio che non è riuscita ancora a sistemare il porto , che nulla sta facendo per ridarci una via di uscita dall’Isola evitandoci levatacce pe Portoferraio ma critico ancora di più la minoranza silenziosa che non fa nulla per stimolare chi deve decidere . Mi vergogno di essere elbano, mi vergogno di vivere in un posto dove tutti e dico tutti accettano il disagio e lo inglobano nel loro vivere. Siamo un paese vergognoso di una Italia ancora peggio.
Rio era distrutta prima . Lo è adesso senza porto . E la cosa che non si capisce è come mai nessuno faccia nulla per cercare di stimolare chi deve fare.
Siamo vergognosi
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 92940 del 14.11.2018, 19:19
Provenienza: Portoferraio
RIMOSSI DIVERSI ATTREZZI DA PESCA VIETATI PRESSO LE ACQUE CIRCOSTANTI L’ISOLA DI MONTECRISTO E SANZIONATO UN DIPORTISTA NEL PORTO DI PORTOFERRAIO.



Nella giornata odierna, personale della Guardia Costiera di Portoferraio a bordo della Motovedetta CP 725, durante operazioni di controllo ambientale, nell’ambito della Convenzione con il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, presso le isole di Pianosa e Montecristo, ha rinvenuto un cospicuo numero di c.d. F.A.D. (Fishing Agregating Device), ovvero dispositivi di pesca, comunemente denominati “cannizzi”.
Tali dispositivi rudimentali rinvenuti in mare, posizionati presumibilmente da pescatori non professionisti, erano costituiti da foglie di palma, diversi contenitori in plastica di varia forma e dimensioni oltre ad alcuni sacchi sempre in materia plastica.
Tali dispositivi, molto comuni soprattutto nel Sud Italia, risultano non conformi alla vigente disciplina in materia di attrezzi da pesca e sono pertanto vietati sia a tutela della risorsa ittica sia dell’ecosistema marino. Tali sistemi costituiscono infatti una subdola trappola per i pesci, attirandoli in superficie per effetto dell’ombra creata, per poi catturarli con reti ad essi collegati tramite cime.
I “cannizzi” rinvenuti presso le acque circostanti l’Isola di Montecristo sono stati pertanto rimossi anche per evitare pericoli per la sicurezza della navigazione.
Sempre durante la giornata odierna, il conduttore di una imbarcazione da diporto, che si trovava all’interno del porto di Portoferraio, intento nell’esercizio della pesca, è stato sanzionato da militari a bordo del Battello pneumatico GC 345 in dotazione alla Guardia Costiera di Portoferraio.
Con l’occasione si ricorda che la pesca all’interno delle acque portuali, della rada e del canale d’accesso al porto è vietata principalmente per motivi di sicurezza della navigazione, ai sensi dell’ordinanza n. 147 del 2005 consultabile sul sito della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Portoferraio.
X La Novità Coop
Messaggio 92939 del 14.11.2018, 14:08
Provenienza: Capoliveri
Già stanno prendendo una bella botta qui a Capoliveri con l'apertura del punto Conad Nocentini........
Impiantistica Elbana Scrivi a Impiantistica Elbana
Messaggio 92938 del 14.11.2018, 12:44
Provenienza: Portoferraio
Impiantistica Elbana seleziona addetti da inserire nel proprio organico.
Requisiti richiesti: conoscenza e capacità nei settori idraulico, elettrico o refrigerazione, gli interessati possono inviare il proprio curriculum all'indirizzo Mail :
impiantisticaelbana@gmail.com
IL PAESE DEI BALOCCHI
Messaggio 92937 del 14.11.2018, 12:38
BURATTINI E BURATTINAI NEL PAESE DEI BALOCCHI





Dei fatti e fattacci che si succedono a ritmo serrato in questo disastrato paese dei balocchi non ne voglio parlare ma…. Cercherò però , accennando ad una favola, di riflettere sulle futili promesse '" E quindi, rispolvererò il principe della bugia, Pinocchio!

A chi, somiglia il povero Pinocchio se non a noi poveri cittadini quando ci facciamo abbindolare dalle promesse del gatto e la volpe di turno?
E quale sarà il futuro del nostro paese dei balocchi, dove da anni ci hanno promesso che - sarà tutto bellissimo e addirittura la settimana sarà composta da sei sabati e una domenica?
In oltre cent'anni le interpretazioni che si sono date a questo racconto sono infinite e la storia del burattino si ripete anche oggi in questo Paese, con un Pinocchio nelle vesti del cittadino sempre raggirato, illuso e beffeggiato, alle prese con i gatti e le numerose volpi sempre prodighi di promesse che non mantengono mai .
Insomma," dopo più di cent’anni ," si può giocare ancora con la storia del burattino di Collodi e, oggi, alla luce dei reiterati litigi, ripicche e rivoluzioni poltronare in atto , come potremo noi, stabilire fra i politici, gli amministratori e i cittadini chi ha il primato del naso più lungo per le menzogne e per le promesse non mantenute e soprattutto per aver dispensato «parole, parole e soltanto parole». Per rimanere , come prima..più di prima ….peggio di prima….
Caro Pinocchio alle soglie di una nuova primavera elettorale , tanti cittadini auspicano di non trovare ancora quei gatti e quelle volpi perché costretti a tornare alla vita comune quella fatta di lavoro, di sudore e soprattutto a luci spente….ma...

Purtoppo……Questi lieti finali , cari amici , succedono solo nelle favole!
La novità COOP
Messaggio 92936 del 14.11.2018, 11:42
Provenienza: Sempre meglio per allontanare i clienti
Ora, alla Coop di Portoferraio, se avete bisogno di andare in bagno, occorre recarsi al Punto di ascolto e farsi consegnare le chiavi. I bagni sono nuovi e certo bisogna controllare chi ci va e a far cosa. Dopo aver espletato le fisiologiche funzioni, ritornare al Punto di ascolto e ...dichiarare che tutto è stato lasciato pulito e in ordine: altrimenti potrebbe esservi il rischio di sanzioni. Unico supermercato all' Elba in cui, in violazione della privacy, si deve chiedere l' autorizzazione per andare alla toilette. Fanno di tutto per allontanare i clienti. Aspettate che apra Eurospin e sentirete che botto!
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 92935 del 14.11.2018, 11:07
Provenienza: CAPOLIVERI
IL VERDETTO – THE CHILDREN ACT
Mercoledì 14 novembre, ore 18,00






Il Verdetto – The Children Act, il film è tratto dal romanzo di Ian McEwan e diretto da Richard Eyre.
Mentre il suo matrimonio con Jack (Stanley Tucci) vacilla, l’eminente giudice dell’Alta Corte britannica Fiona Maye (Emma Thompson) è chiamata a prendere una decisione cruciale nell’esercizio della sua funzione: deve obbligare Adam (Fionn Whitehead), un giovane adolescente, a sottoporsi a una trasfusione di sangue che potrebbe salvargli la vita?
In deroga all'ortodossia dell’etica professionale, Fiona sceglie di andare a far visita ad Adam in ospedale.
Quell'incontro avrà un profondo impatto su entrambi, suscitando nuove e potenti emozioni nel ragazzo e sentimenti rimasti a lungo sepolti nella donna.
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 92934 del 14.11.2018, 11:00
LIONS CLUB ISOLA D'ELBA
Messaggio 92933 del 14.11.2018, 08:26
Associazione Amici de La Pila
Messaggio 92932 del 13.11.2018, 22:02
Provenienza: La Pila
-)Da brividi ragazzi, complimenti a tutti;
-)Complimenti a tutto lo staff...una bellissima festa per grandi e piccini;
-)Vi garantisco che sarà difficilissimo superarvi;
-)Gran bella giornata...organizzazione impeccabile...poi la ciliegina dei fuochi...GRANDI;
-)Per noi era il primo mercatino!Ci siamo trovati benissimo!Splendida organizzazione;
-)Ve lo siete cambiato il pannolone?Con tutti questi complimenti...(Cit. Claudione)

Buonasera a tutti,
questi sono solo sei delle decine di messaggi che abbiamo ricevuto durante la festa,vi garantisco, che ci riempie il cuore.
Dobbiamo dire grazie a tante persone e a tante aziende, ma questa sera vogliamo ringraziare voi....
Tutti quelli del mercatino, che sotto la precisa e puntuale regia di Roberto e Sonia, hanno potuto allestire il proprio banchetto.
Gli iscritti alla gara della cariola, che per noi è stato veramente un esperimento ed un successo.
I partecipanti al torneo di Burraco,che hanno passato una domenica in compagnia, ed hanno praticato la loro passione in una giornata di festa.
Ma sopratutto voi, gentili ospiti,che siete arrivati da ogni parte dell'Elba, forse qualcuno non c'era neanche mai stato a La Pila. Avete occupato ogni piccolo spazio libero per parcheggiare le vostre auto, avete riempito ed animato una piccola frazione, rendendola unica come non lo era mai stato a memoria d'uomo.
Avete assistito alle nostre gare, con un comportamento rispettoso e collaborativo.
Non siamo riusciti e non riusciremo mai a capire quanti eravate, ma noi ci abbiamo messo tanto lavoro, ma sopratutto il cuore, e voi ci avete premiato, come meglio non si poteva.
Grazie, grazie ed ancora grazie a tutti
Giampaolo Doti
Associazione Amici de La Pila
giovannardi 2
Messaggio 92931 del 13.11.2018, 20:46
Provenienza: rio
Caro Elbano,
non per difenderlo ma credo di poter interpretare lo sfogo di Giovannardi. Con il suo post ha voluto evindenziare il silenzio assordante di chi, quando si parla di collegamenti, continuità territoriale, prezzi dei biglietti è sempre stato in prima linea, che se un tale disservizio fosse accaduto a maggio o giugno veniva giù anche la torre.
Giustamente ti riferivi alle difficoltà che le popolazioni dell'Elba ovest hanno quotidianamente per raggiungere il continente al contrario di noi Rio, io, comunque, e penso molti altri miei paesani, farei volentieri a cambio con Marciana, Campo etc....lasciateci il porto libero e che si puppino la nave (Porto Azzurro docet)
buonaserata
ELBANO
Messaggio 92930 del 13.11.2018, 17:28
Provenienza: Isola d'Elba
Scusa Giovannardi ma quelli che vivono a Pomonte,Chiessi,Patresi e Sant'Andrea, se devono fare la stessa visita tua a Livorno, che nave e che pullman prendono ? Forse è l'ora che questo privilegio di avere il traghetto sotto casa finisca e che tutti gli Elbani partano dal Porto di Portoferraio !!!!!!!!!!
ELBANO
Messaggio 92929 del 13.11.2018, 16:13
Provenienza: Elba ovest
Poche ore dopo avere approvato il condono x Ischia l'ineffabile Salvini, tuttologo nazionale, tuonava da tutti i media contro l'"ambientalismo da salotto" colpevole, a suo dire, del dissesto che da decenni e molti condoni fa devasta il belpaese quasi ogni anno, uccidendo anche molte persone.
Peccato che dimentichi il condono del 1994, del 2003 riguardante il sud Italia, quando la Lega era al governo.
In queste ore il nostro, interrogato sul comportamento scorretto del centravanti milanista in campo domenica scorsa (egli spazia su tutto lo scibile umano), parla di "educazione" ed auspica pesanti sanzioni.
Possibile che non si ricordi quando, non più tardi di un mese fa, diceva a Moscovici, antipaticissimo commissario europeo per gli affari economici di "sciacquarsi la bocca" prima di parlare con lui; o di quando ha dato dello sbronzo a Juncker presidente della commissione europea.
Da che pulpito.....
Italia, grande paese....
giovannardi
Messaggio 92928 del 13.11.2018, 15:54
Provenienza: rio marina



SCUSATE VORREI PORRE UN QUESITO A TUTTI GLI ABITANTI DI RIO (sia SU che GIU')

Ma che siamo senza nave sia da Rio che da Cavo se n'è accorto nessuno? tutti zitti? Si fosse alzata mezza voce.
...e voi cari commercianti, ristoratori, venditori, imprenditori di cielo, di mare e di terra ma un dite nulla?
....che sciocco....un ci pensavo....semo di novembre, i cassetti sò belli pieni, le valigie sò pronte traboccanti di bichini smutandati e mutande da qualifica in attesa di nuove esotiche avventure...e chi rimane qui che per andare per una vista a Livorno e deve partire alle 6 di mattina per ritornare con l'ultima nave (..e non c'è il pulmann) come deve fare? ve lo dico io, capo chino e ..... speriamo non faccia male
VIA MELLINI CAPOLIVERI
Messaggio 92927 del 13.11.2018, 15:21
Provenienza: CAPOLIVERI
E' stato fatto un bel lavoro con tanto di asfalto nuovo e segnaletica, ma il piccolo muro (tutto scrostato e vecchio) di via Mellini, subito dopo l'uscita del parcheggio il torchio, è stato lasciato al proprio destino. Non credo sia una grossa spesa da affrontare per un comune come quello di Capoliveri per sistemare lo stesso che si scontra con la nuova riqualificazione della suddetta via.
uno qualunque
Messaggio 92926 del 13.11.2018, 15:05
Provenienza: Rio
Bravo Dante!!
Come hanno fatto tramontare il culto della famiglia, così qualcuno vuol far tramontare il culto dei morti.
Non si può certo dire che si va verso un imbarbarimento delle nostre tradizioni perché per i barbari il culto dei morti era sacro.
Libera stampa da ridere
Messaggio 92925 del 13.11.2018, 14:24
Provenienza: RIESE
Di seguito riportiamo i top 5 giornali italiani con i conflitti di interesse grossi come una casa, ma su cui tutti fanno finta di nulla. La loro informazione, secondo voi, è libera?
La Repubblica, Marco De Benedetti - interessi industriali - figlio di Carlo De Benedetti, tessera numero uno del Pd
La Stampa, Marco De Benedetti (idem come sopra)
Il Giornale, Paolo Berlusconi - fratello di Silvio Berlusconi, presidente di Forza Italia
Il Messaggero, Francesco Gaetano Caltagirone - interessi industriali
Libero Quotidiano, Antonio Angelucci - interessi industriali

E questa sarebbe la "libera stampa"....ma fatemi il piacere.....
Rifiuti abbandonati RIO
Messaggio 92924 del 13.11.2018, 14:22
Provenienza: RIO
Vorrei segnalare che alla fine della strada del Porticciolo,adiacente alla sbarra,vi sono dei resti di canna fumaia in ETERNIT lasciati lì da qualche "muratore bast@@@o" che ha eseguito lavori a qualche casa.....E' mai possibile che nessuno sà e visto nulla???????
Ma i Vigili lo girano il territorio e/o controllano le varie ditte che eseguano lavori di ristrutturazione nelle case?
Ci sono Ordinanze che tutelano il decoro e "penalizzano" i trasgressori?
Comunque sarebbe opportuno che Sindaco,Assessori,Consiglieri,Vigili,Uffici tecnici e cittadini siano "GUARDIANI" e "DIFENSORI" del proprio territorio e denuncino chi non rispetta MADRE NATURA...
Alla prossima.....stiamo vigili!!!!!!!
Il segreto di Pulcinella dell'informazione italiana
Messaggio 92923 del 13.11.2018, 14:04
Provenienza: RIO
Tutti lo sanno, nessuno lo dice. Eppure è l'anomalia dell'informazione italiana. La stragrande maggioranza dei principali giornali italiani a tiratura nazionale è posseduto da editori in pieno conflitto di interessi. Cosa vuol dire? Vuol dire che non sono dediti solo all'informazione, come avviene nei paesi anglosassoni per esempio, ma che hanno più interessi in altri settori (energia, cliniche private, cemento) e addirittura nella politica. Questo comporta che l'informazione fatta da questi giornali deve sempre sottostare agli interessi che ha l'editore nel business e nella politica, due questioni che per anni si sono intrecciate in maniera perversa e anomala. Anziché informare i cittadini, l'obbiettivo diventa orientare l'opinione pubblica dando poca rilevanza a certe notizie, o non pubblicandole, rilanciare notizie tendenziose e in alcuni casi promuovendo vere e proprie fake news per soddisfare gli interessi affaristici o politici dell'editore. Questa non è libertà di informazione, è inquinamento del dibattito pubblico.
,,,,Eppoi si lamentano se vendono più giornali!!!!!!!
I giornali devono fare e dare notizie ed informazioni di vario genere e NON SCHIERARSI a favore o contro i GOVERNI,di qualsiasi colore essi siano.........la gente non è SOMARO.....
AMMINISTRAZIONE PORTOFERRAIO
Messaggio 92922 del 13.11.2018, 13:29
MARINI RIMETTE LE DELEGHE DI ASSESSORE ALL’URBANISTICA E DI VICESINDACO




Cambiamenti in arrivo nella compagine amministrativa ViviAmo Portoferraio, gruppo consiliare di maggioranza che fa capo al sindaco Mario Ferrari. Nel consiglio comunale di mercoledì 7 novembre 2018, come si ricorderà, l’assemblea ha preso atto delle dimissioni di Adonella Anselmi dal consiglio comunale, registrando nello stesso tempo la impossibilità della surroga con la prima dei non eletti, Giovanna Fratini Ciaponi, purtroppo deceduta nel dicembre 2016, e la rinuncia alla nomina da parte della seconda dei non eletti, Maria Luisa Masia. Ha fatto quindi ingresso in Consiglio Comunale il terzo dei non eletti della lista ViviAmo Portoferraio, Nicola Ostrogovich, che ha così partecipato alla sua prima seduta da consigliere di maggioranza. Successivamente alla seduta consiliare, dopo aver esperito senza successo le formalità di legge legate al bando per verifica della disponibilità di una persona di sesso femminile in grado di ricoprire il ruolo di assessore per il rispetto delle cosiddette “quote rosa”, il sindaco Mario Ferrari ha provveduto alla ridistribuzione delle deleghe all’interno della Giunta Comunale. Entra così a far parte della Giunta, a seguito delle dimissioni di Adonella Anselmi, il consigliere comunale Vincenzo Fornino, che oltre alle deleghe già in suo possesso (decoro urbano, protezione civile e rapporti con il centro storico) si occuperà dello sport, delega finora detenuta dall’assessore Adalberto Bertucci. Allo stesso Bertucci, che si occupava già di politiche sociali e di viabilità, è stata affidata la delega alla pubblica istruzione e alla scuola. Il sindaco Ferrari, inoltre, ritenuto di dover attuare una ulteriore ridistribuzione degli incarichi amministrativi, secondo i criteri di rotazione e nell’ottica di affrontare al meglio gli ultimi sei mesi del mandato amministrativo, ha conferito ad Adalberto Bertucci l’incarico di vice sindaco, fino ad oggi affidato a Roberto Marini, assumendo per sé anche la delega ad urbanistica e politiche del territorio, anch’essa fino ad oggi detenuta da Marini, che conserva le deleghe a bilancio, società partecipate, turismo e cultura. “Non abbiamo molto tempo per concretizzare i progetti che ci siamo proposti di concludere in questa legislatura – ha commentato il sindaco Mario Ferrari – dobbiamo dare nei prossimi mesi una accelerazione importante, e per questo chiedo a tutti gli amministratori il massimo dell’impegno, nel rispetto delle aspettative e dei bisogni della cittadinanza”
AMMINISTRAZIONE PORTOFERRAIO
Messaggio 92921 del 13.11.2018, 13:18
CITTA' DI PORTOFERRAIO



Sono passati 15 anni, ma noi non dimentichiamo.
Non dimentichiamo quel giorno, il 12 novembre 2003, quando a Nassiryia in un barbaro, folle e vile attentato persero la vita 28 persone, e tra queste 19 italiani: 12 carabinieri, 5 militari dell’esercito e due civili, nostri concittadini impegnati in una missione internazionale di pace. Da allora tanti altri attentati hanno sconvolto il mondo civile costringendoci a una lotta continua a difesa della libertà e della democrazia del mondo occidentale.
Ma noi non dimentichiamo.
Oggi, in occasione del 15° anniversario, l’Amministrazione Comunale di Portoferraio, nella consapevolezza della loro grande professionalità e generosità, vuole ricordare a tutti che i volti e i nomi di coloro che persero la vita per dare pace e libertà al territorio iracheno martoriato dalla guerra, sono indelebilmente impressi nella memoria, ed esprime la propria gratitudine a tutti coloro che lavorano ogni giorno in patria e nelle missioni internazionali per garantire la nostra sicurezza.


L’Amministrazione Comunale di Portoferraio
Perplessa
Messaggio 92920 del 13.11.2018, 12:49
Provenienza: Portoferraio
Vice Sindaco Marini.
Da molti giorni si vedono passare dalla Sghinghetta camioncini, auto e furgoni della C.I.S.S.E. con mobili, suppellettili e di materiale derivante da demolizioni provenienti forse da un trasloco o da una qualche ristrutturazione.
Ho chiesto a uno dei ragazzi che guidano se è possiblile fare anche il trasloco di ciò che resta della casa di mia mamma oggi in casa di riposo e mi è stato risposto che devo rivolgermi in Comune perchè loro lo fanno solo a chi le viene indicato.
Signor Marini, mi dice come devo fare per avere questo servizio sociale perchè non abbiamo le possibilità per un trasloco privato e a giudicare da questi viaggi sempre in una stessa direzione mi lascia perplessa che sia un servizio puramente sociale.
Maria
LIBRERIA "LA STREGATA"
Messaggio 92919 del 13.11.2018, 11:40



LA MATEMATICA A FUMETTI…..ARITMETICA E ALGEBRA

ti sei mai chiesto perché sulle cartine geografiche e sulla piantina di un appartamento vi è sempre il numero 1 diviso per un altro numero più grande? Ti è mai capitato di dover calcolare il prezzo di un paio di scarpe conoscendo la percentuale di sconto? Hai bisogno di un metodo efficace per svolgere alcuni calcoli in modo molto più rapido? Vuoi trasformare facilmente un numero decimale in una frazione? Hai bisogno di calcolare la probabilità che dal lancio di due dadi esca una determinata combinazione di numeri? In questo libro troverai le risposte ad ogni domanda che riguarda il mondo dei numeri, da quelli naturali a quelli decimali, da quelli razionali a quelli irrazionali. Imparerai anche a fare calcoli con le lettere e a risolvere le equazioni di primo grado a un’incognita. Sarai accompagnato da due simpatici omini che ti guideranno attraverso i principali argomenti di aritmetica e algebra. Il libro abbraccia tutti gli argomenti della Scuola Secondaria di I Grado.
SOS DI UN CITTADINO
Messaggio 92918 del 13.11.2018, 08:48
APPELLO DI UN FERRAJESE DOC




A più di 15 giorni dalla bufera di vento che ha sollevato la impermeabilizzazione sul tetto del vecchio capannone ex teleelba proprietà comunale, quando piove mi viene l'acqua dal soffitto di camera, che è attaccata al capannone….. subito ho fatto presente il fatto all'assessore Bertucci e al tecnico comunale architetto Parigi.
Da allora silenzio ….non si sono degnati neanche di fare un sopraluogo e le foto che allego sono la situazione ad oggi lunedì 12 novembre….tra l'altro c'è un cornicione sopra il mio tetto che è pericolante, anche sabato con quella poca acqua che ha fatto, mi è piovuto sul letto…….mentre la porta che da nel capannone è stata inchiodata dall'ufficio tecnico il giorno stesso che il vento l'ha scardinata, perciò non si può neanche entrare per vedere le condizioni e nel caso se si può fare qualche cosa…….E' URGENTE CHE L'INPERMEABILIZZAZIONE VENGA RISALDATA…..perché bastano poche gocce per allagare e crearmi delle diffficoltà……...
Palazzo della biscotteria cercate di intervenire……..


Sergio Marianelli
Dante Leonardi
Messaggio 92917 del 13.11.2018, 05:15
CHI MUORE TACE CHI VIVE …… SI DA PACE .



Spinti dalle innovative idee turistiche rivolte ad una clientela di ricchi, per rendere meno tristi i soggiorni dei futuri clienti, i nostri Amministratori hanno deciso di non destinare più all’affissione degli avvisi funebri, quei luoghi chiamati “muri del pianto” in prossimità dell’accesso all’Ospedale e in Calata Mazzini, di fronte al Molo Gallo.
Per ovviare a questo servizio pubblico, In via Carducci, sul lato opposto al vecchio sito, è stato montato un tabellone metallico, dedicato a queste affissioni, ma in occasione del fortunale del 28 ottobre, nell’ecatombe dei pannelli pubblicitari, sparsi nella città, anche quello è precipitato a terra ed è li da oltre 15 giorni, senza che nessuno si preoccupi di ristabilire il servizio a cui era preposto.
La letteratura è piena di citazioni circa il rispetto della morte, per questo voglio riportare un brano dei Sepolcri del Foscolo, “Una civiltà che non rispetta i morti non merita di sopravvivere...una comunità che non conserva il culto dei morti fra i suoi valori spirituali più preziosi, non merita rispetto.”


Dante Leonardi
VALDANA
Messaggio 92916 del 12.11.2018, 21:38
Provenienza: ELBA
Difficile trovare "forcaioli" al pari dei 5S, con in testa Di Maio... detto questo i giornali hanno solo scritto una cronaca direi anche troppo blanda su come la Signora Raggi ha amministrato Roma a partire dai molti Assessori che in due anni sono transitati al Campidoglio e allo stato pietoso della Città, immondizia marciapiedi letteralmente divorati dai cespugli e dalle erbacce parchi che assomigliano a boschi incolti e trasandati cara Raggi fatti un giro nei parchi di Tor Tre Teste oppure su Via Salaria dove i marciapiedi non sono più distinguibili dai cespugli circostanti e evita di dire che la colpa è del PD o delle giunte precedenti e soprattutto evita di dare la colpa ai giornalisti o ai Romani che non ne possono più dicendo che chi protesta è stato pagato da Renzi...
SCAPPATI DI CASA INUTILI
CONFCOMMERCIO ELBA
Messaggio 92915 del 12.11.2018, 18:12
FIMAA Livorno all’isola d’Elba per incontrare gli agenti immobiliari.



Si è svolto oggi alla sala dell’Info Point a Portoferraio un incontro tra il sindacato degli agenti immobiliari FIMAA e Confcommercio. Durante l’incontro c’è stata un proficuo confronto con gli operatori locali che hanno sollevato problematiche da approfondire e sulle quali FIMAA Livorno, nella persona del presidente Roberto Canelli, si è impegnata al fianco degli agenti immobiliari.
Dopo questo incontro preliminare, Confcommercio Elba in collaborazione con il suo alter ego livornese e FIMAA, inizierà il percorso per costituire un gruppo di lavoro sul territorio elbano che resta sempre un po’ defilato dallo scenario regionale ma non per questo ha esigenze trascurabili.
lega o non lega
Messaggio 92914 del 12.11.2018, 15:43
La Lega a Siena cambia...

https://corrieredisiena.corr.it/news/home/535608/la-lega-a-siena-cambia.html?refresh_ce
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 92913 del 12.11.2018, 12:32
Provenienza: Capoliveri
IL VERDETTO – THE CHILDREN ACT
Mercoledì 14 novembre, ore 18,00






Il Verdetto – The Children Act, il film è tratto dal romanzo di Ian McEwan e diretto da Richard Eyre.
Mentre il suo matrimonio con Jack (Stanley Tucci) vacilla, l’eminente giudice dell’Alta Corte britannica Fiona Maye (Emma Thompson) è chiamata a prendere una decisione cruciale nell’esercizio della sua funzione: deve obbligare Adam (Fionn Whitehead), un giovane adolescente, a sottoporsi a una trasfusione di sangue che potrebbe salvargli la vita?
In deroga all'ortodossia dell’etica professionale, Fiona sceglie di andare a far visita ad Adam in ospedale.
Quell'incontro avrà un profondo impatto su entrambi, suscitando nuove e potenti emozioni nel ragazzo e sentimenti rimasti a lungo sepolti nella donna.
ISCRIZIONI ANNO SCOLASTICO 2019
Messaggio 92912 del 12.11.2018, 12:27
Le iscrizioni anticipate all’anno scolastico 2019/2020 si potranno effettuare dal 7 al 31 gennaio 2019.



Lo rende noto il Comune di Portoferraio, pubblicando la circolare operativa del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca sulle iscrizioni al prossimo anno scolastico 2019-2020, che è un vero e proprio vademecum ad uso e consumo delle famiglie.
Le iscrizioni, dunque, si potranno effettuare dal 7 al 31 gennaio 2019 sul sito internet dedicato. Si tratta, come evidenziato dallo stesso Ministero, di tempi anticipati rispetto alle passate iscrizioni che si erano svolte a partire dalla metà di gennaio e fino ai primi di febbraio.
LE ISCRIZIONI ANTICIPATE - Ci sarà dunque tempo dalle 8 del 7 gennaio alle 20 del 31 gennaio 2019 per effettuare la procedura on line per l'iscrizione alle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado.
Già a partire dalle 9 del 27 dicembre 2018 si potrà accedere alla fase di registrazione sul portale iscrizioni.istruzione.it. Chi ha un'identità digitale SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) potrà accedere con le credenziali del gestore che ha rilasciato l'identità.
Le iscrizioni on line riguardano anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali (nelle Regioni che hanno aderito). Per le scuole dell'infanzia la procedura è cartacea. L'adesione delle scuole paritarie al sistema delle ‘Iscrizioni on line’ resta sempre facoltativa.
GLI STRUMENTI PER LA SCELTA - Le famiglie dovranno innanzitutto individuare la scuola di interesse. Sarà come sempre disponibile, a questo scopo, il portale ‘Scuola in Chiaro’ che raccoglie i profili di tutti gli istituti italiani e consente di ricavare informazioni utili che vanno dall’organizzazione del curricolo, all'organizzazione oraria, agli esiti degli studenti e ai risultati a distanza (Università e mondo del lavoro).
SCUOLA DELL’INFANZIA: RESTA LA MODALITA’ CARTACEA - La domanda resta cartacea e va presentata alla scuola prescelta. Possono essere iscritti alle scuole dell'infanzia i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 31 dicembre 2019, che hanno la precedenza. Possono poi essere iscritti i bambini che compiono il terzo anno di età entro il 30 aprile 2020.
Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l'iscrizione alla Scuola dell'infanzia di bambini che compiono i tre anni di età successivamente al 30 aprile 2020. I genitori possono scegliere tra tempo normale (40 ore settimanali), ridotto (25 ore) o esteso fino a 50 ore.
SCUOLA PRIMARIA - Le iscrizioni si fanno on line. I genitori possono iscrivere alla prima classe i bambini che compiono sei anni di età entro il 31 dicembre 2019. Si possono iscrivere anche i bambini che compiono sei anni dopo il 31 dicembre 2019 e comunque entro il 30 aprile 2020.
Non è consentita, anche in presenza di disponibilità di posti, l’iscrizione alla prima classe della primaria di bambini che compiono i sei anni successivamente al 30 aprile 2020.
I genitori, al momento della compilazione delle domande di iscrizione on line, esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell'orario settimanale che può essere di 24, 27, fino a 30 ore oppure 40 ore (tempo pieno).
E' anche possibile indicare, in subordine rispetto alla scuola che costituisce la loro prima scelta, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Il sistema di iscrizioni on line comunica di aver inoltrato la domanda di iscrizione verso le scuole indicate come seconda o terza opzione nel caso in cui non vi sia disponibilità di posti nella scuola di prima scelta.
SECONDARIA DI PRIMO GRADO - All’atto dell'iscrizione on line, i genitori esprimono le proprie opzioni rispetto alle possibili articolazioni dell’orario settimanale che può essere di 30 oppure 36 ore, elevabili fino a 40 (tempo prolungato), in presenza di servizi e strutture idonee.
In subordine alla scuola che costituisce la prima scelta, è possibile indicare fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento. Per l'iscrizione alle prime classi a indirizzo musicale, i genitori devono barrare l'apposita casella del modulo di domanda di iscrizione on line. Le istituzioni scolastiche organizzeranno la prova orientativo-attitudinale in tempi utili per consentire ai genitori, nel caso di carenza di posti disponibili, di presentare una nuova istanza di iscrizione, eventualmente anche a un'altra scuola.
SECONDARIA DI SECONDO GRADO - Nella domanda di iscrizione on line alla prima classe di una scuola secondaria di secondo grado statale, i genitori esprimono anche la scelta dell’indirizzo di studio, indicando anche l'eventuale opzione rispetto ai diversi indirizzi attivati dalla scuola. Oltre alla scuola di prima scelta è possibile indicare, in subordine, fino a un massimo di altre due scuole di proprio gradimento.
L'iscrizione alle prime classi dei Licei musicali e coreutici è subordinata al superamento di una prova di verifica del possesso di specifiche competenze musicali o coreutiche. La prova è organizzata in tempi utili per consentire ai genitori, nel caso di mancato superamento della prova o di carenza di posti disponibili, di presentare una nuova istanza di iscrizione, eventualmente anche a un'altra scuola.
ALTRE INDICAZIONI - La circolare contiene informazioni dettagliate anche sulle iscrizioni di alunni con disabilità, con disturbi specifici di apprendimento e con cittadinanza non italiana. Con riferimento a questi ultimi, in particolare, si ricorda che anche per quelli sprovvisti di codice fiscale è consentito effettuare la domanda di iscrizione on line.
Una funzione di sistema, infatti, consente la creazione di un cosiddetto "codice provvisorio" che, appena possibile, l'istituzione scolastica sostituisce con il codice fiscale definitivo.
MAESTRI DEL COMMERCIO 2018
Messaggio 92911 del 12.11.2018, 12:19
Provenienza: CONFCOMMERCIO
DUE IMPRENDITORI ELBANI PREMIATI A LIVORNO DA CONFCOMMERCIO.





Domenica 11 novembre, nella prestigiosa cornice del Grand Hotel Palazzo, durante l’edizione 2018 del premio “Maestri del commercio” organizzato dall'associazione 50&Più Confcommercio, sono stati premiati Graziella Petucco e Tiziano Nocentini.
Il riconoscimento viene assegnato ogni due anni agli operatori del commercio, del turismo e dei servizi soci della 50&Più che rappresentano l'eccellenza del settore.
La cerimonia è stata presentata per 50&Più da Francesca Biagioni, responsabile provinciale, insieme al direttore provinciale di Confcommercio Federico Pieragnoli.
«La struttura Confcommercio - afferma Pieragnoli – ha preso attivamente parte all'organizzazione della giornata. Per noi le eccellenze del commercio e la loro devozione al lavoro rappresentano un modello e una fonte di ispirazione».
Una giornata emozionante e di certa ispirazione per i giovani, che Tiziano Nocentini ha invitato ad andare avanti soprattutto in un momento come questo, per raggiungere obiettivi sempre più importanti, perché dopo le difficoltà tutto appare più semplice
Per l’imprenditoria femminile, di grande rilievo la testimonianza di Graziella Petucco, pioniera nel settore del commercio, che ha raccontato: ho cominciato quando avevo 18 anni(…), nel mondo femminile non era aperta questa porta ma io con la mia testa dura sono andata avanti. Consiglio a tutte le signore di non arrendersi mai e di combattere sempre.
LOCMAN ITALY
Messaggio 92910 del 12.11.2018, 12:09
LOCMAN PRESENTA IL NUOVO STEALTH



L’ufficio creativo di Locman ha lavorato alla progettazione del nuovo Stealth, concentrandosi sul perfezionamento dei plus estetici e funzionali, punti di forza della prima collezione. Ispirata ai mitici aerei americani degli anni Ottanta,
invisibili ai radar grazie a un utilizzo sapiente del design e delle nuove tecnologie, la cassa di Stealth viene ridotta da 43 a 41 mm, a favore della leggerezza a della portabilità. Le linee della carrure sono più morbide, gli angoli sono meno invadenti. A chi predilige i total colour, la cassa è proposta anche con rivestimento in PVD blu o total black. Il quadrante è arricchito da un motivo grafico a onda, che evoca uno degli elementi valoriali di Locman, il True Spirit, ovvero il profondo legame con il mare e la Natura. Il vetro naturale di Stealth è reso più resistente e trasparente grazie a un particolare trattamento zaffiro. Il nuovo Stealth è declinato nella versione con movimento solo tempo o con meccanismo cronografo al quarzo, entrambi con datario. Nel cronografo il vetro minerale è dotato di una finestra lenticolare che facilita la lettura del datario. I contatori sono così posizionati: a ore sei i secondi continui dell’orologio, a ore 9 il conta ore del cronografo mentre a ore dodici, il contaminuti. Quest’ultimo presenta una peculiarità di design: la fase di riposo, anziché essere a ore dodici è posizionata a ore tre ed è contrassegnata dalla parola “zero”. La scelta dei materiali rispecchia ancora una volta l’attenzione di Locman per le componenti a contatto con la pelle, rigorosamente ipoallergeniche e progettate in modo da facilitare la portabilità e la resistenza dell’orologio. La cassa è costruita in acciaio AISI 316L, un acciaio inossidabile utilizzato anche in ambito chirurgico. Il fondo, serrato alla cassa da quattro viti, è in titanio, materiale ultraleggero, caratterizzato da un’altissima resistenza alla corrosione e totalmente biocompatibile. Grazie a una nuova mescola siliconica, i cinturini del nuovo Stealth sono ancora più morbidi e vellutati.
I fori che corrono per tutta la lunghezza garantiscono una perfetta traspirazione. Le colorazioni, a tinte rigorosamente vegetali, richiamano sempre gli elementi della Natura e vanno dal giallo al rosso, dal celeste al blu, per passare a toni più scuri come il grigio antracite o il nero. Per un outfit più elegante e meno sportivo, Stealth è proposto anche con cinturino in pelle naturale Testato impermeabile fino a 5 ATM.
bravo Elbano
Messaggio 92909 del 12.11.2018, 11:25
Provenienza: Portoferraio
Geni... questi sono quelli che mandano avanti la sanità elbana
l'avrei fatto a Rapa Nui il congresso se fossi in loro...
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 92908 del 12.11.2018, 11:00
ELBANO
Messaggio 92907 del 12.11.2018, 09:11
Provenienza: Elba ovest
L'Associazione nazionale sanitaria delle PICCOLE ISOLE svolgerà il congresso nazionale a PISA(!!!!!) il 16 e 17 Novembre.
Si parlerà dell'"ottimizzazione dell'assistenza sanitaria dell'isola d'Elba e di Capraia".
Attesa folla dall'Elba ma soprattutto da Capraia.....
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 92906 del 12.11.2018, 09:00
CARTELLI E CARTELLONI
Messaggio 92905 del 12.11.2018, 08:50
CAMBIA LA SEGNALETICA NELL’AREA PORTUALE SI FAVORIRA’ SOLO QUELLA ORIZZONTALE






Grandi novità sono allo studio in città per quanto riguarda la segnaletica stradale , nella zona portuale di Portoferraio.
Sembra che l’APP in collaborazione con l’amministrazione comunale , abbia deciso di eliminare la segnaletica verticale in favore di una più curata e ampliata segnaletica orizzontale, questa manovra dicono gli esperti del settore permetterà ai mezzi in transito ed ai pedoni di averne una migliore visione della cartellonistica e al tempo stesso scansare le buche e le voragini che ormai appartengono all'archeologia urbana del paese, il progetto verrà poi ampliato anche alle altre zone dell’interland ferraiese
L’idea stavolta non è nata dal solito Nurra attento osservatore delle problematiche cittadine ma è stato suggerito dopo la recente burrasca del 29 ottobre , infatti la cartellonistica abbattuta e ancora dopo 15 gg non rimossa ha dato l’idea ai nostri iperattivi addetti ai lavori che l’hanno immediatamente presa in considerazione e segnalata all'ufficio Tecnico Area III per lo sviluppo del progetto , non sono stati ancora interpellati i vigili urbani per gli agenti sono alle prese come tradizione vuole ad affrontare l'emergenza dell'inverno scorso …..siamo certi che la nostra attenta e solerte APP già più volte sull'isola per sopralluoghi post ciclone esprimerà la sua valutazione e la sua realizzazione….
PS
Quel lampione delle antiche saline sofferente da anni immortalato nella foto di gruppo sembra dire...cari amministratori come i vostri predecessori anche voi ..AVETE PRESO UNA BRUTTA PIEGA
CASA SICURA
Messaggio 92904 del 12.11.2018, 08:45

PROMUOVI LA TUA AZIENDA
Messaggio 92903 del 12.11.2018, 08:00



LUNA
Messaggio 92902 del 12.11.2018, 07:33
CHE BELLO L'ACCADEMIA DEL BELLO
Accademia del Bello
Messaggio 92901 del 12.11.2018, 05:20
Provenienza: Paolo Ferruzzi
DA LAMPEDUSA A MONTE BIANCO




Domenica 11 novembre a Poggio presso l’Accademia del Bello si sono riuniti i “Messaggeri del Mare” nelle persone di Pierluigi Costa e Elisa Negri, la “Fondazione Exodus” nelle persone di Stanislao Pecchioli e Carolina Scarpa, l’Accademia del Bello nella persona di Paolo Ferruzzi e da Milano, in diretta telefonica, Enrico Fini. Una prima riunione informale per impostare il progetto presentato dai Messaggeri del Mare denominato “Staffetta Lampedusa – Monte Bianco” con l’intento di rivolgersi alle scuole per sensibilizzare sui piccoli ospedali in sofferenza di zone disagiate e talvolta prive anche di servizi sanitari essenziali. E’ un progetto che ha già raccolto molte adesioni nelle Regioni italiane attraversate da questa lunga maratona pervasa da intenti morali sociali e culturali. Città, solo per citarne alcune, da Palermo Olbia Genova Milano a Torino e piccole realtà dalla più lontana isola di Lampedusa allo sperduto Rifugio alpino nel Monte Bianco attraverso le isole dell’Arcipelago Toscano saranno alcune delle tappe in cui avverrà il passaggio del testimone. Venerdì p.v alle ore 15,30 sempre presso l’Accademia del Bello in Poggio ci sarà la prima riunione formale alla quale è invitato a partecipare ogni Rappresentante di quelle Associazioni che in questi anni sono state sensibili alla stessa problematica e che entro e non oltre mercoledì dovrà dare la propria disponibilità comunicandola al numero telefonico 3713470005.
LA TUA BANCA
Messaggio 92900 del 12.11.2018, 05:00
CEBA SERVIZI s.r.l
Messaggio 92899 del 12.11.2018, 04:00
Francesco Semeraro Scrivi a Francesco Semeraro
Messaggio 92898 del 11.11.2018, 19:12
Provenienza: Portoferraio
CHIRURGIA: RICORDO AI CAMMINATORI.
Non è solo un problema di Unità Operative Complesse e Semplici, (UOC-UOS) che molte volte è meglio uno specialista valido e volenteroro e con esperienza che non un primario nominato dalla politica messo lì per grazia di qualcuno, qui il problema è un altro:
1) perdiamo una delle due UOC rimaste che significa perdere soldini e attrezzature innovative che si fermeranno dove c'è il primario punto di riferimento anche per gli altri chirurghi, a noi arriveranno solo gli spiccioli e qualche attrezzatura dismessa. E' GIA SUCCESSO ALL' ORTOPEDIA prima una eccellenza poi diventata UOS con un primario a scavalco che poco si vedeva e faceva per l'Elba. Da quel dì' l'ortopedia ha un medico e un aiuto ed è in grosse difficoltà.
2) La cosa che fa incazzare è la grande presa per i fondelli che il 17 ottobre questi Regionali e Aziendali Pisani erano qui buoni buoni ad ascoltare e a promettere, mentre venivano ringraziati dalle solite voci a ricordo "Fantozziano, come è buona lei" forse già avevano scritto la delibera di qualche giorno dopo (971 del 31.10.2018) a me trasmessa da Pisa che ci penalizza.
3) Non è che la chirurgia Elbana perde solo il primario ma nei primi mesi del 2019 altri due chirurghi lasceranno per raggiunti limiti di età e quindi andranno in pensione. Conti alla mano resteranno solo 4 chirurghi ma uno di loro è in attesa di concorso e presumibilmente in primavera anche lui ci lascerà. NE RESTERANNO SOLO 3 MA CON TRE CHIRURGHI SI PUO' FARE ATTIVITA' OSPEDALIERA DI CHIRURGIA? SI BADI BENE DI UN SERVIZIO DI ESTREMA IMPORTANZA PER OGNI INTERVENTO O EMERGENZA.
4) Noi di Elba Salute nel CREST nulla abbiamo trovato nei concorsi in essere o futuri che si parli di chirurghi all'Elba ma solo di un concorso per anestesista. Vorrei ricordare che non è vero che non si trovano specialisti disposti a venire all'Elba, rammentiamo che fino a poco tempo fa un noto chirurgo dell'alta Italia disposto a venire da noi ha fatto la spola per mesi senza risultato.
Quindi non è solo primario o senza primario, ma tutto il contorno.
Abbiamo notizie che presto tornerà la Saccardi per tagliare qualche nastro certo da noi non avrà applausi.
Francesco Semeraro
Per Stefano CANUTO
Messaggio 92897 del 11.11.2018, 18:43
Provenienza: Portoferraio
Mi permetto di rispondere al Sig. Canuto, se non erro Comandante della Polizia Municipale di Portoferraio, per specificare che nel momento in cui ho chiamato l'Ufficio interessato non stava affatto piovendo e quindi gli Agenti in questione non potevano essere certamente sotto la pioggia a dirigere il traffico per garantire l'incolumità dei cittadini di Portoferraio. Non sono un tecnico ma quasi una settimana per riparare un semaforo mi sembra un tempo davvero esagerato, e che dire del semaforo divelto, sono passati mesi e non è stato ancora sostituito.
Io non metto in dubbio che la carenza di organico metta in difficoltà Lei i suoi Agenti ma basterebbe deviare le chiamate fatte all' Ufficio verso un cellulare di servizio e il problema sarebbe risolto.
Non ritengo che la mia segnalazione sia così polemica come Lei sostiene, l'incrocio in questione è molto pericoloso e negli anni passati, prima del semaforo, ha mietuto molte vittime, quindi la mia polemica, come Lei la definisce, era solo volta ad un rapido intervento sul semaforo per evitare spiacevoli e pericolosi incidenti.
Marcello Camici
Messaggio 92896 del 11.11.2018, 15:42
Provenienza: per porto azzurro
Se è vero che la riorganizzazione dell'ospedale non compete agli amministratori locali e/o ai comitati e/o ai sindacati è pur vero che la delibera del direttore generale potrebbe essere impugnata davanti al TAR.
Questo lo potrebbe fare qualunque cittadino utente del SSN ma certamente meglio sarebbe che lo facesse chi istituzionalemnte è preposto alla tutela della salute pubblica:leggi conferenza dei sindaci.
Declassare una una unità operativa complessa a semplice e poi magari riportarla a complessa, non è la prima volta che nel nosocomio elbano questo 'giochetto 'viene fatto dalla direzione aziendale ospedaliera.
Sarebbe invece la prima volta che una istituzione si oppone con i mezzi che la legge consente.
Nel caso specifico credo che molti sarrebbero le frecce a favore.
In caso di vittoria,con pagamento dei danni, l'azienda ospedaliera livornese e la regione,ci ripenserebbero forse bene in futuro a ripetere l'operazione.
Stefano Canuto Scrivi a Stefano Canuto
Messaggio 92895 del 11.11.2018, 15:31
Provenienza: Portoferraio




Volevo riferire all'utente che si lamenta (giustamente) del semaforo di San Giovanni, che lo stesso è sul lampeggio da sabato 3 novembre u.s. a causa di malfunzionamenti che lo rendevano pericoloso. L'ufficio Tecnico Area III, informato subito della situazione, si è attivato per il ripristino nei tempi più rapidi possibili. Per quanto attiene il personale di Polizia Municipale preferirei che l'utente in caso di mancata risposta provasse ad immaginarlo intento a deviare il traffico sotto la pioggia per il chiusino sprofondato nei pressi della ex caserma Postrada, oppure su di una buca pericolosa in viale Einaudi per tutelare l'incolumità delle persone (sempre sotto la pioggia) e quant'altro, piuttosto che visualizzarseli sdraiati al sole su qualche spiaggia tropicale. Purtroppo i numeri degli agenti sono tornati quelli dell'emergenza dell'inverno scorso, con in più il fatto che a turno devono usufruire obbligatoriamente delle ferie che non hanno potuto prendere durante l'estate per ovvie ragioni. Chi rimane non gode di lunghi weekend, anzi si deve accontentare di un riposo domenicale ogni tanto, spalmando i propri riposi sugli altri giorni (sabato e lunedì soprattutto), il che determina ovviamente una carenza che se negli altri giorni è già sensibile, in quelli diviene drammatica (magari con un solo agente nel turno di servizio).
Spero di aver risposto esaustivamente all'utente, ma mi si permetta di aggiungere che sarebbe bello in futuro leggere segnalazioni o richieste di informazioni prive di polemica gratuita, soprattutto nei confronti di chi, spesso al di là del proprio dovere, cerca di tutelare la sicurezza di tutti. Anche di quelli che parlano a sproposito.
Primari o secondari: questo è il dilemma
Messaggio 92894 del 11.11.2018, 15:26
Provenienza: Elba
All'Elba ci siamo ormai abituati ad accettare qualsiasi cosa che arrivi. Di solito chi voleva far carriera e non ne aveva le capacità, ma aveva la sponsorizzazione politica, veniva mandato nel nostro ospedale. Quanti primari sono arrivati che provenivano da grossi ospedali? Neanche uno. Arrivavano con poca esperienza da ospedali più piccoli del nostro. Molti senza una specialità specifica della materia che avrebbero dovuto praticare. Insomma lasciamo stare il primario o il secondario meglio che arrivi un bravo specialista della materia magari assistente in un grosso ospedale di un bravo primario. Se uno è bravo, purtroppo, come primario non ambirà mai a farlo qui da noi. Dobbiamo accettare un bravo secondario che purtroppo andrà via appena avrà la possibilità di andare in altro più importante ospedale. Il problema all'Elba ci sarà sempre. Migliore lasciar stare il primario e accontentiamoci di un bravo secondario. Non capisco perché ci arrocchiamo sul primariato, se fossi il direttore generale trasformerei un secondario a primario, spendereste di piu, tanto quanto il costo di un infermiere , ...e tutti contenti...!!! ma vi sembra che sia questo ciò che abbiamo bisogno? Capisco come dice il dott Camici, il problema è avere soldi per avere molti infermieri e tante attrezzature. Il secondario trasformato in primario proprio non ci interessa. Ci sono in giro dei giovani medici, chirurghi, che operano cento volte meglio di vecchi primari fatti alla soglia della pensione. Riflettere è un obbligo.
SANITA'...........
Messaggio 92893 del 11.11.2018, 14:44
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Noto con rammarico che non faccio proseliti per lo sciopero della fame a "staffetta", ma sento ancora molte chiacchiere che, (se ce ne fosse ancora bisogno per capirlo) non portano a niente.
Comunico già da ora, visto che sono un elbano D.O.C.G e che vive su questa isola per la maggior parte dell'anno, che nelle prossime settimane mi informerò bene presso le autorità preposte se facendo uno sciopero della fame in solitario, possa infrangere in qualche maniera (non credo) la legge.
Sciopero che effettuerò sul porto di Portoferraio in un giorno del mese di agosto della prossima stagione turistica senza non avere prima informato i media locali, provinciali, regionali e nazionali, nonché l'assessore regionale alla sanità e lo stesso ministro.
Non scherzo, e non sono mai stato così serio e determinato come in questo momento.

Paolino l'arrotino-
tassa a 5euro?
Messaggio 92892 del 11.11.2018, 14:02
Provenienza: turista
Salve ISTITUZUZIONI,
riscrivo a fronte del forse imminente aumento della tassa di sbarco, la quale sembra che dal momento della sua emissine, le cose vadano molto peggio.
Scrivo perchè leggo le recensioni di turisti e elbani i quali si lamentano di moltissime cose, esempio:
strade malconce,
lavori fatti alla "baroccio" spesso durante il periodo turistico,
si vuole ridurre ancora di più l'ospedale,
molte multe parcheggio d'estate, perchè fate poco o nulla per agevolare la sosta.....comodo fare parcheggiare poi verso l'ora di pranzo passare a incassare!!!
siete riusciti a togliere una macchina che era sul bordo della strada perchè veniva il PRESIDENTE della REPUBBLICA ITALIANA, altrimenti sarebbe ancora lì..boia
avete sempre per il sovracritto tagliato tutta l'erba per tragitto che percorreva....
i comuni chiedono il massimo da chi ha le seconde case luce imu acqua tari
...ma NON vi vergognate a presentare costantemente i bilanci in ROSSO, provate ad andare a vedere tutto il LAVORO NERO che circola,
poi quello che ho letto su questo blog sembra che il propietario di Moby-Toremar non ha ancora pagato l'acquisto di Toremar...
non divago di più ....gli euro di questa tassa dove vanno a finire, è possibile avere un documento ufficiale al quale verificare l'uso di essa ?
porto azzurro
Messaggio 92891 del 11.11.2018, 13:53
Caro Camici,

per quello che riguarda il passaggio della UO di Chirurgia da Complessa e Semplice, lei si chiede "dove sono i Sindaci, dove sono i comitati?". Lei sa meglio di me che le decisioni di riorganizzazione dell'ospedale non competono né agli amministatori locali né tantomeno ad un gruppo di cittadini, seppur organizzati in comitati. Per cui tale declassamento ha un solo responsabile, che è il Direttore Generale dell'ASL che ha firmato la delibera. Delibera che può essere tranquillamente revocata, sempre e solo dal Direttore Generale stesso, o di chi attualmente ne fa le funzioni.
E' fin troppo chiaro che l'intervento dell'Assessore Saccardi e del PD è strumentale. Secondo quanto da loro detto, non appena l'unità operativa sarà declassata a semplice si impegneranno a farla diventare nuovamente complessa, così da poter rivendicare il risultato nella prossima campagna elettorale. Ma se la Saccardi vuole raggiungere velocemente questo obiettivo basta che dia l'indicazione al direttore generale di revocare la delibera, come hanno fatto, ad esempio, a Cecina, qualche mese fa.
Insomma, caro Dottore, siamo abbastanza esperti e disillusi per capire che questo sulla UO di Chirurgia è un balletto strumentale con supercazzole elettorali, laddove i politici locali ed i comitati altro non sono che involontari quanto inconsistenti comparse.
capoliveri
Messaggio 92890 del 11.11.2018, 11:58
ok. trovata su elbanews. dicitura: l'associazioni elbano nel mondi ha scritto al vescovo Ciattini....
capoliveri
Messaggio 92889 del 11.11.2018, 11:51
scusate ma dove troviamo questa famosa lettera di cui tutti parlano relativa alla chiesa e le suore... per capire ... perchè come tanti chiedo chiarezza... cosa che non è mai stata fatta!
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 92888 del 11.11.2018, 11:00
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 92887 del 11.11.2018, 09:00
CASA SICURA
Messaggio 92886 del 11.11.2018, 08:45

PROMUOVI LA TUA AZIENDA
Messaggio 92885 del 11.11.2018, 08:00



Marcello Camici
Messaggio 92884 del 11.11.2018, 06:13
Provenienza: per messaggio 92881
Perfettamente d'accordo.
Importante che siano bravi.
Se ciò non accade è perchè il concorso pubblico col quale si dovrebbe garantire all'utenza la bravura,il merito, di chi va a dirigere è stato "truccato".
Allora davvero il non pagamento dello stipendio al primario può divenire la sola differenza tra unita operativa complessa (UOC) e unita operativa semplice (UOS)

Ma se a dirigere una UOC c'è un primario che lo merita ,che è capace,la differenza esiste.
Consiste nelle risorse che maggiori devono arrivare ad una UOC da parte della direzione aziendale ospedaliera e nell'autonomia decisionale sia sul piano tecnico professionale con la responsabilità che ne consegue sia sul piano amministrativo con al responsabilità che ne consegue.
Le risorse destinate ad una UOS sono inferiori e l'autonomia decisionale sopra ricordata non c'è.
Nel caso specifico della chirurgia elbana declassata da UOC a UOS la situazione si aggrava per il fatto che è divenuta dipendente da una UOC chirurgica che è lontana,a Piombino.
LA TUA BANCA
Messaggio 92883 del 11.11.2018, 05:00
CEBA SERVIZI s.r.l
Messaggio 92882 del 11.11.2018, 04:00
x CAMICI
Messaggio 92881 del 10.11.2018, 19:42
Provenienza: Elba
Caro Dottore la differenza tra unità semplice e complessa è solo una. Non pagare lo stipendio di un primario .
Questo però non vuol dire che il medico che assumerà le funzioni di responsabile dell'unità semplice sia meno bravo di un primario. Abbiamo visto spesso che i primari, gestiti totalmente dalla politica, non sono sempre così bravi. Preoccupiamoci di sapere se: sono regolarmente specializzati nella materia in oggetto, quanti e quali interventi hanno fatto, dove hanno lavorato prima di venire nel nostro ospedale. Insomma vediamo il curriculum ( lavori scientifici fatti, specialità in Chirurgia Generale e magari Chirurgia d'Urgenza, numerosi interventi importanti e complessi presso grossi ospedali) non se sono "tenenti o capitani" "primari o assistenti".
Abbiamo bisogni di medici capaci non di "generali" che non sanno faro un bel niente.
Caro Dottore Lei che ha frequentato per molti anni l'università di Pisa come medico, quanti professionisti non primari ha rilevato essere bravi e competenti? Quanti primari, super raccomandati, degli emeriti imbecilli ?? Rifletta!!! Importanti che siano bravi!!!!
VALDANA
Messaggio 92880 del 10.11.2018, 19:16
Provenienza: ELBA
Legambiente prende parola sulla Cava Eurit di Porto azzurro e praticamente si dichiara contraria mentre tace spudoratamente sul dissalatore di Mola.Lido che distruggerà una spiaggia e decine di attività...senza parole
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA