Pagina 6/1302: [] [1] [2] [3] [4] [5] (6) [7] [8] [9] [10] [11] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
PORTOFERRAIO estate 2019
Messaggio 97211 del 02.08.2019, 16:44
PROLOCO MARCIANA MARINA
Messaggio 97210 del 02.08.2019, 16:41
SABATO 3 AGOSTO A MARCIANA MARINA. CONFERENZA DEDICATA ALL’AMBIENTE ED ALLA BIODIVERSITÀ DELL’ELBA E DELL’ARCIPELAGO TOSCANO.

L’Elba e l’Arcipelago Toscano hanno una ricchezza naturalistica e una biodiversità unica al mondo. Se ne parlerà a Marciana Marina, presso il Giardino della Biblioteca del Comune in Via Pascoli, sabato 3 agosto alle ore 21,45. Relatori Graziano Rinaldi, appassionato naturalista, e l’entomologo e divulgatore scientifico, Leonardo Forbicioni, Responsabile della Sezione Arcipelago Toscano di WBA (World Biodiversity Association Onlus) e Umberto Mazzantini, responsabile Mare di Legambiente Toscana, presentati da Patrizia Lupi, Direttrice di Enjoy Elba e vicepresidente della Pro Loco di Marciana Marina.
Nell’occasione verranno proiettate numerose testimonianze fotografiche di piante, alcune ormai introvabili, strappandole alla dimenticanza, per ricordare un paesaggio unico e un ambiente da salvaguardare per puntare su un turismo sostenibile attento all’habitat marino e terrestre dell’Isola. Le immagini, raccolte in trent’anni di carriera da Graziano Rinaldi, sono raccolte nel primo Quaderno di Enjoy Elba Magazine pubblicato dall’Editore Roberto Marchetti dal titolo “Elba Giardino Mediterraneo - Capire e riconoscere le piante dell’isola”.
“Non sono certo stato il primo naturalista ad innamorarsi dell’Elba. Molti botanici, scienziati, artisti ne hanno studiato e rappresentato la ricchissima flora – racconta Graziano Rinaldi. Andrea Cisalpino, innovatore e studioso di medicina, oltre che docente, dell’Università di Pisa, la visitò ai tempi della Fondazione di Cosmopoli (Portoferraio) quasi 500 anni fa. Da allora sono stati moltissimi gli scienziati che l’hanno descritta minuziosamente, trovando, molti di loro, specie sconosciute.”
Patrizia Lupi ricorda come Enjoy Elba rappresenti un punto di riferimento per chi vuole conoscere le eccellenze dell’Isola e scoprirne il patrimonio ambientale, culturale, storico ed enogastronomico. “Abbiamo deciso di pubblicare i Quaderni per arricchire le informazioni che diamo ai nostri lettori nella rivista. Sono numeri monografici che affronteranno argomenti diversi, una sorta di guida per andare consapevolmente a scovare gli angoli remoti dell’Isola. Il valore del libro di Graziano Rinaldi – ha concluso Patrizia Lupi – sta nel messaggio che lancia ai lettori: quello di prendersi cura e di salvaguardare un “giardino” meraviglioso prendendo coscienza della sua bellezza e del suo irripetibile valore ambientale.”
Per informazioni
Pro Loco Marciana Marina
prolocomarcianamarina@gmail.com
tel. 3396974753
FESTA DI LACONA
Messaggio 97209 del 02.08.2019, 16:35
Provenienza: CAPOLIVERI
IL 5 AGOSTO A LACONA È FESTA PATRONALE. SI FESTEGGIA ON THE BEACH

Il 5 agosto a Lacona è festa patronale e la splendida località balneare laconese organizza una serata evento dedicata alla Madonna della Neve
La sera a partire dalle 21,00 la spiaggia sarà illuminata dalla luce delle torce e ci saranno musica live e intrattenimento per tutta la notte.
Tanti i complessi che suoneranno dal vivo per una serata on the beach, sotto le stelle, da non perdere.
Ci saranno anche i momenti di preghiera. Nel giorno delle ricorrenza nella suggestiva Chiesa Parrocchiale dedicata alla Madonna della Neve, arroccata sulla collina che domina Lacona sarà celebrata la Santa Messa alle ore 9,30, mentre la mattina precedente domenica 4 agosto la i fedeli si riuniranno in preghiera per assistere alle celebrazioni della Santa Messa che sarà celebrata nella pineta di Lacona uno dei luoghi più caratteristici di questa parte dell’isola.
NOTTE BLU 2019 Capoliveri
Messaggio 97208 del 02.08.2019, 16:24
NOTTE BLU 2019, ANCORA UN GRANDE SUCCESSO PER CAPOLIVERI




Capoliveri colleziona ancora un grande successo con l’edizione 2019 della Notte Blu. Borgo gremito di visitatori: ristoranti, bistrot, bar e pizzerie al completo per una serata che conferma il suo appeal nella calda e avvolgente estate elbana.
In ogni via e piazza del centro storico tanti gruppi musicali hanno accompagnato gli appassionati della notte nel percorso che si snodava nei veicoli capoliveresi ed ogni angolo ha espresso il meglio di sé con vetrine, addobbi, curiosità tutti ispirati al più intenso dei colori Blu Night.
E poi giocolieri, Instagramers, Fate Fluttuanti nel blu, effetti speciali per regalare a tutti un’emozionante serata d’inizio agosto.
E non sono mancati i momenti culturali come quello al “Museo del Mare” dedicato a tutti, ma soprattutto ai più piccoli, con l’affascinante scoperta del tesoro del piroscafo Polluce, al buio, muniti di torce nelle stanze del museo.
A mezzanotte via allo spettacolare show di danza e luci con effetti unici in piazza Matteotti con musiche e giochi di colori che hanno coinvolto e affascinato tutta la piazza, un piazza che ha filmato, postato e condiviso sui social ogni dettaglio, momento per momento.
La folla si è poi scatenata a partire dall’una di notte con la musica dance di Dj Simo e Dj Follati che hanno fatto ballare tutti fino alle prime luci dell’alba per un’intensa e coinvolgente Notte Blu 2019!
PORTO TURISTICO OPPURE?
Messaggio 97207 del 02.08.2019, 16:17
Provenienza: isolanapoleone
PORTO TURISTICO OPPURE COME RECITA ITALIA NOSTRA CICLOVIA...PARCO..TREKKING



Nei giorni successivi alle elezioni europee si è molto parlato del successo del partito dei verdi in Germania e non solo, del corrispettivo oltremodo punitivo, al limite dell’inconsistenza, insuccesso dei verdi in Italia.
Giustamente gli osservatori si sono interrogati su questa particolarità, molti hanno riconosciuto una differenza sostanziale. Mentre i primi hanno declinato le politiche dell’ambiente nel contesto di una elaborazione di politica, economica e sociale a tutto tondo, i secondi avrebbero rappresentato esclusivamente il cosiddetto partito del no, cioè posizioni meramente di contrasto di qualsivoglia trasformazione in assenza di un inquadramento economico e sociale della loro proposta politica.
Si potrebbe forse parlare della presenza di un virus di massimalismo nichilista, oppure pesa e non poco la mancanza di una base verificata e verificabile di politica economica e sociale funzionale a consentire una vivibilità, un benessere complessivo quanto più esteso a tutti gli strati sociali. Ma qualcuno arriva pure a pensare che invece si sia in presenza di un vero e proprio snobismo espressione di soggetti che nel concreto, per posizione nella società, non hanno preoccupazioni per l’oggi e per il domani, non mancando addirittura, magari, chi gode di posizioni economiche di tutto rispetto.
Queste considerazioni sembrano potersi applicare anche alle vicende insulari. In particolare lo specchio sarebbe ben rappresentato dall’ultima presa di posizione di Italia Nostra sulle previsioni di adeguamento della struttura portuale di Portoferraio.
No sistemazioni dell’area portuale, sono o scempio ambientale, un disastro paesaggistico, addio fortezze, meglio pensare alla ciclovia, al parco, al trekking! E’ una sintesi estrema questa, ma si può vivere di ciclovia in un contesto ove la stagione si accorcia e se va bene per tanti non va oltre 5/6 mesi? Chi garantisce poi il reddito agli elbani? Il reddito di cittadinanza o come in passato si vive di indennità di disoccupazione a carico dello stato, cioè di chi lavora 11 mesi perché uno di ferie tocca a tutti?
Domandiamo a questi oppositori, li vogliamo adeguare gli alberghi per dargli un futuro o ci fermiamo al mito, evidentemente, imperfetto e rozzo anche culturalmente del piano paesaggistico regionale? Oppure ci teniamo alberghi che divengono di serie B? Ci sono altri settori economici che hanno un moltiplicatore occupazionale come il settore turistico/ricettivo da proporre sull’isola?
Nessuno nega l’importanza della tutela e della cultura, ma se non sono inserite in un quadro complessivo non hanno futuro. Pensate che basti annunciare che si fa una fondazione culturale per trasformare le fortezze e i beni culturali di Portoferraio in una macchina produttiva? Ma poi che parteciperebbe a questa fondazione? Le fondazioni bancarie? Ma quali?
E se non va bene adeguare il porto commerciale, si fa il porto turistico? Si fa un aeroporto vero in luogo di uno più o meno giocattolo?
Se non va bene il dissalatore a Mola quale alternativa concreta viene proposta, una nuova condotta per prelevare acqua in Val di Cornia e farla sprofondare per subsidenza?
E’ evidente ormai che un certo ambientalismo è puramente, nel migliore dei casi testimonianza orale di una idea, ma non è una proposta politica capace di dare e garantire una prospettiva di prosperità alla comunità.
Per questo non si può prescindere da invocare soprattutto da chi governa e fa politica di sviluppare idee e progetti a tutto tondo senza rinviare a tradizionali giaculatorie conseguenza di scarsità di risorse finanziarie (impossibile se il comune di Portoferraio ha un avanzo di amministrazione mostruoso) o peggio ancora organizzative e di risorse umane (ci si organizza e si scelgono i migliori), fermo restando che anche chi sta all’opposizione non può tirarsi indietro. A meno che partecipare alla gestione della cosa pubblica non sia inteso come una ribalta per altre ambizioni o altri obiettivi.

isolanapoleone
Nicolò Caselli Scrivi a Nicolò Caselli
Messaggio 97206 del 02.08.2019, 13:41
Provenienza: Portoferraio
Ma il comune di Marciana ha intenzione di togliere i due pullman blu lasciati in Via del Giglio, a Portoferraio, ormai da settimane? Parcheggi che servono, tra l'altro, ai molti dipendenti delle svariate attività presenti in zona. Uno dei due mezzi è pure in proprietà privata ed impedisce il passaggio di altri macchine.
Vi mancano i parcheggi a Marciana per caso?
VALDANA
Messaggio 97205 del 02.08.2019, 12:54
Provenienza: ELBA
Attenzione !
L'ISTAT ( del nuovo Presidente Blangiardo, fidatissimo salviniano ) comunica che saranno cambiati i criteri per il calcolo del livello di crescita del Paese ( oggi previsti allo 0% per il 2019).
Bene... così si salva l'immagine di disastro economico che questo "governo" ci ha regalato ! Manipolando numeri a piacimento...
Un po' come l'incredibile storiella del "mandato zero" di DiMaio
Il "governo del cambiamento"....appunto.
Come nota finale aggiungo, per chi non lo sapesse, che nei dati ISTAT sull'occupazione recentemente pubblicati, chi lavora 1 ora a settimana è considerato occupato : così la disoccupazione in Italia...diminuisce.
Che siano dei buffoni
PORTO AZZURRO ESTATE 2019
Messaggio 97204 del 02.08.2019, 11:25


I CAMALEONTI A PORTO AZZURRO PER UN IMPERDIBILE CONCERTO LIVE

La musica italiana che ha fatto la storia, sbarca a Porto Azzurro: domenica 4 agosto arrivano i Camaleonti con un concerto gratuito che si terrà nella piazza del paese con inizio alle 22.00.
Per una serata speciale, per festeggiare con gli elbani e i residenti oltre mezzo secolo di carriera.
Una notte di musica e d’amore perché sarà sicuramente successo di innamorarsi negli anni passati con uno dei successi dei Camaleonti, dai favolosi anni 60 ad oggi.

Il gruppo nasce nel 1963, il primo disco nel 1964: un “colpo” da oltre 400mila copie vendute. I Camaleonti: non sono mai stati una moda, nei diversi periodi è sempre stato impossibile etichettarli in un genere specifico, i Camaleonti sono stati e rimangono unici.

Il concerto è organizzato dall’amministrazione comunale di Porto Azzurro.
confuso nel dubbio funesto...
Messaggio 97203 del 02.08.2019, 11:20
Provenienza: portoferajo
... non parto non resto.... diceva un grande poeta .... sono d'accordo con Italia Nostra . Non è semplice cambiare l'assetto del porto , grandi navi , ormeggi, turisti che affollano le vie e i negozi, bar e ristoranti. Lavoro per in nostri ragazzi , i nostri nipoti.
Che ne sarà delle pescatine di oratelle e qualche polpo nel golfo ? delle barchette dei diportisti più o meno ordinatamente ormeggiate ? che ne sarà dei discorsi e le prese in giro dei pensionato con la canna da pesca in mano al molo del gallo ????
Mah.. sono cose più grandi di me , ma qualunque scelta facciate Voi Amministratori , fatela col cuore pensando all'Elba e agli elbani e non soltanto ai turisti e ai soldi..... soldi ..... maledetti soldi...
abitante di pineta
Messaggio 97202 del 02.08.2019, 10:11
Provenienza: pineta
caro ermanno Lei dice di non avercela con il Comune e neanche con la ditta della raccolta differenziata, mi sembra strano che Lei abbia scritto quel post senza a questo punto nessun significato.
Era meglio prima con i cassonetti? Lo chieda a chi abitava nelle vicinanze delle zone di conferimento che da mattina a sera dovevano sorbirsi miasmi fetidi e putridi emanati dai cassonetti mal conservati e puliti.
Gli eventi, cosa chiede Lei come programmazione di eventi? quelli di adesso sono molti di più di qualche anno fa.
Cinque anni fa non ricordo tutta la magnificenza di eventi da Lei lasciata.
Comunque sig.Ermanno
cinque anni sono tanti e probabilmente non ricorda tutto ma si fidi molto è cambiato a Marciana Marina e sicuramente in meglio.
ITALIA NOSTRA
Messaggio 97201 del 02.08.2019, 08:24
L’AMPLIAMENTO DEL PORTO – UN FALLIMENTO PER L’ELBA


L’Autorità Portuale chiede un ampliamento del porto di Portoferraio nel centro storico. L’Amministrazione comunale è favorevole, ma vale la pena sottolineare che la decisione appartiene a tutto l’Arcipelago Toscano, per motivi economici, urbanistici, ambientali, culturali e paesaggistici; della scuola perché i nostri figli cresceranno in un contesto diverso dal nostro; dei trasporti.
Le banchine all’ingresso della (prima?) città ideale rinascimentale di fondazione, proposte per risollevare il turismo, significano considerare l’economia elbana senza risorse, affondare i risultati della Gestione Associata per la Promozione Turistica di un’Elba di eccellenza, affidare il futuro a un’Autorità che per anni ha limitato al minimo il dialogo e considera l’Elba zona industriale. Si parla della nostra economia, o di quella dell’Autorità Portuale?
Navi crociera medio-piccole attraccano già. Alcune sono le migliori nel mondo. Quale struttura di benvenuto esiste, quale sistema di viali alberati tra porto, centro storico e la parte moderna è in progetto? Lo sbarco avviene in un parcheggio, tra vasi di cemento e piante sofferenti. Il progetto, dice, “migliora il tessuto urbano”, ma amplia quel parcheggio e lo trasforma in qualcos’altro.
Ad oggi manca anche un attracco stabile per il collegamento costiero minore e secondaria è la navigazione tra le isole. Tutto sembra sempre provvisorio. In condizioni di disagio o pericolo sarà anche la navigazione diportistica, vocazione delle nostre coste. Siamo nel Santuario dei Cetacei e in un Parco Nazionale Biosfera UNESCO, delfini e balene entusiasmano, ma non si riesce a proteggere la Riserva Marina delle Ghiaie/Scoglietto con boe per l’attracco di barche dei sub.
L’Italia è al primo posto per tristi primati: inquinamento luminoso; delle navi. Anche all’Elba si affacciano questi fenomeni, ma ARPAT l’Agenzia Regionale per l’ambiente finora non li ha affrontati adeguatamente. Che succederà con le grandi navi? Ci viene fortunamente incontro la nuova legge nazionale appena varata.
Nuovi itinerari stanno nascendo e i musei hanno collezioni eccellenti, ma l’Elba non è pronta per il turismo culturale. I musei sono scollegati, senza gestione. Lo SMART Sistema Museale dell’Arcipelago Toscano è solo una speranza. Il centro storico di Portoferraio è trascurato. La Porta a Terra è violata da klinker, cartelli, luci intermittenti, strisce gialle e nere, la collina ex Lazzeretto umiliata. Il sinonimo di Portoferraio – Mortoferraio dura da anni. La soluzione prospettata è assediarla con una massa di turisti a effetto “bomba”, impossibile da gestire?
Le attrazioni culturali di Portoferraio sono principalmente cinque: Napoleone; Cosmopoli, Area Archeologica, i giardini delle Ghiaie, la Rada. Le navi in banchina saranno più alte delle Fortezze Medicee, occuperanno lo spazio prospiciente la darsena medicea e di accesso alle Ghiaie. Portoferraio sarà ancora solo porto commerciale di transito. Il prezzo da pagare è altissimo.
La Regione Toscana chiede ambiti e reti per l’accesso a campagne promozionali e finanziamenti, per dirottare i visitatori che affollano Firenze e grandi centri verso la periferia. I Comuni elbani preferiscono l’economia delle grandi navi e non collaborare tra loro?
Con il progetto internazionale ELBASHARING sono nati incontri tra enti pubblici, privati, compagnie ferroviarie, autolinee, associazioni economiche, ambientali e culturali: al miglioramento dell’accoglienza serve efficienza dei mezzi di trasporto. Continua la speranza di un collegamento aereo. Per la CICLOVIA TIRRENICA i comuni e il Parco si sono impegnati, con la promessa di finanziamenti e turismo di qualità. Ci si impegna per la mobilità sostenibile e si aumentano aree di sbarco auto e parcheggi. Quale coerenza?
L’arrivo all’Elba include la stazione ferroviaria di Campiglia, che ha lanciato proposte di collegamento ogni mezz’ora col porto. Sono scelte che richiedono coraggio e visione, che devono essere rilanciate e sostenute da tutti, prioritarie rispetto al traffico su gomma che attanaglia l’Elba e Piombino.
L’ampliamento delle banchine di Portoferraio quindi non è una questione isolata. È fondamentale capire quale programmazione vogliamo innescare, quale tremenda responsabilità un amministratore pubblico, in coscienza, se la sente di addossarsi.
S.PIERO ESTATE 2019
Messaggio 97200 del 02.08.2019, 08:19


Il tango , bene culturale immateriale dell'umanità -Unesco 2009- è un fenomeno variegato e complesso.
E 'determinante per l'identità di due paesi- Argentina e Uruguay-; è musica colta da ascoltare (Piazzolla) ;è il lampo di poesia che si riscontra nei suoi versi-(Borges e altri poeti e parolieri); è “un pensiero triste che si balla”, così come lo definiva uno dei suoi autori- Enrique Santos Discipulos; è frutto anche del talento di molti italiani emigrati.
La relatrice, con i suoi collaboratori ,ci condurrà nelle varie tappe dell'evoluzione del tango avvalendosi di supporti multimediali.
Sarà interessante scoprire che un paroliere elbano ha scritto i testi di molti tanghi di successo. Un suo tango ballato concluderà la manifestazione.
A seguire si potrà ballare tango nella pista che si trova al Belvedere di San Piero.
Ermanno
Messaggio 97199 del 02.08.2019, 07:53
Provenienza: Milano
Grazie delle risposte. Secondo me, ma parlo da turista, i cassonetti erano molto meglio. Sempre puliti, sempre a posto. Ora i turisti che stanno una settimana buttano fuori la plastica o l’indifferenziato il giorno della partenza e restano lì giorni prima che venga raccolto. Non dico sia colpa dell’azienda o del comune, ma il paese è pieno di immondizia per strada e di bestie.
Per il resto io avevo lasciato un paese vivo pieno di gente e di eventi, invece è vuoto in questi giorni. Ho visto che anche gli eventi in piazza sono pochi. Forse non ci sono soldi? Io starò fino al 13, spero di avere tempo di ricredermi, ma la mia marciana Marina mi sembra davvero molto diversa di un tempo. Grazie per l’attenzione.
Crollo del Turismo
Messaggio 97198 del 01.08.2019, 23:55
Non penso sia una indiscrezione e a breve avremo i dati ufficiali ma il 2019 per tutta l’Isola d’Elba sarà una ecatombe. Ad oggi il calo delle presenze sui dati già in calo dello scorso anno è del 25%. Abbiamo alberghi che su Booking hanno ancora disponibilità in Agosto, case vuote e incassi dei locali ai minimi storici. Poniamoci le domande . Non è solo colpa del caro Traghetti che comunque è anche questo un problema, ma di una ormai chiara scarsa cultura turistica , di un fai da te vergognoso , da una mancanza di professionalità da parte di molti operatori turistici. Una ecatombe.
X CHIOZZERO
Messaggio 97197 del 01.08.2019, 19:54
Provenienza: CAPOLIVERI
Il tuo (pare unico appartamento) non fa testo.
Prova a farti un giretto sulle spiagge vuote, e magari vai in cima al monte di Capoliveri per vedere che ci sono più tetti che alberi.
Certo che si alle feste, il mio era solo un accostamento pittoresco-
PORTO AZZURRO ESTATE 2019
Messaggio 97196 del 01.08.2019, 18:28
NOTTE DELLE CANDELE: A PORTO AZZURRO TRA STORIA, POESIA E BEL CANTO.



Un evento nuovo interamente dedicato alla valorizzazione del più antico centro urbano della Longone Spagnola: la "Guardiola". È questo lo scopo della prima edizione della "Notte delle Candele", una serata in cui bel canto, musica, poesia, intrattenimento, antichi mestieri e tradizioni animeranno quei vicoli e quelle gradinate che trasudano di storia, la nostra.
Un labirinto di viuzze rischiarato da centinaia e centinaia di candele presenterà al pubblico il cuore vero e proprio di Porto Azzurro, cercherà di farlo riscoprire, apprezzare e soprattutto rivivere.
《Purtroppo - ricorda Fabrizio Grazioso, Delegato alla Cultura - anche molti paesani, specialmente i più giovani, non hanno mai visitato la zona, quasi la ignorano. La sua bellezza sta proprio nella discontinuità delle costruzioni, nella non simmetria: è il vero sobborgo, le prime casupole di chi è uscito dalle mura della Fortezza. Sembrano aggrappate allo scoglio. E in un certo senso lo sono davvero.》
Alla serata, prevista per lunedì 5 agosto, parteciperanno anche il gruppo storico Tercio de Longone, l'associazione "Il genio nell'arte e nella tradizione" con le ricamatrici del tombolo, artigiani locali e musicisti che animeranno quei "caranchioni".
Il programma prevede l'apertura della zona alle ore 21.00; alle ore 21.30 si terrà l'evento "Poesie sotto ľarco".
Evento centrale, lungo la scalinata della Guardiola, alle ore 22.15, il concerto con brani della tradizione popolare con il tenore Luigi Marcello, del S. Carlo di Napoli, e il soprano Valeria Pireddu, accompagnati al piano da Alessandra Puccini.
Insomma, una scommessa che ľAmministrazione Comunale intende vincere e ripresentare nel corso degli anni.
L'ingresso, per una visione completa del percorso,è previsto dal vicolo Guadalajara (davanti alla stazione dei Carabinieri).
Simone
Messaggio 97195 del 01.08.2019, 16:31
Provenienza: Timonaia
Signor Ermanno si stanno facendo un mazzo Esa glielo assicuro soprattutto con bar e ristoranti passano ogni giorno umido e plastica questo mesi, sono contenti i ristoratori perché il sevizio è buono Dai te la vengono a piglià sotto il naso poi è normale qualcheduno che sbaglia ci sono di duri alla marina certe teste che non te lo dico , è questioni di abitudine ma saremo primi nell' isola bisogna battere Capoliveri forza!
STASERA NOTTE BLU A CAPOLIVERI
Messaggio 97194 del 01.08.2019, 16:12

Stasera giovedì 1 agosto E’ ancora Notte Blu a Capoliveri.
Il primo agosto la notte più magica dell’estate elbana torna per far divertire ed emozionare fra luci, colori, suoni, effetti speciali e fantasia …. Perchè questa è la vera essenza della Notte Blu di Capoliveri: un evento che richiama ogni anno migliaia di visitatori e che raccoglie grande entusiasmo e attesa riuscendo a regalare, edizione dopo edizione, sorprese a non finire senza mai tradire se stessa con l’ineguagliabile magia del Blu.
Anche in questa edizione 2019 il centro storico di Capoliveri si tingerà del colore intenso della notte ed ogni angolo, vicolo e piazza del borgo si trasformerà per coinvolgere nell’emozionante viaggio in “The Capoliveri’s Blu Night”.
Tanti gli appuntamenti in programma nella serata più avvolgente dell’estate: attrazioni, intrattenimento, musica dal vivo fino all’alba, i segreti del blu della profondità degli abissi, ma anche personaggi del mistero e magiche atmosfere.
Ed ecco il programma dettagliato della serata evento 2019.

BLU SOCIAL - ore 20,00
Alla ricerca delle fate di…. Estetica donna….. per un magico contest social - E la foto più cliccata sarà la vincitrice di bellissimo premio
BLU MUSIC - ore 22,00
Concerti acustici nelle piazze e nei vicoli del centro storico: Fuori bordo, Last minute, ’80 maniacs, Duedidue, Lab, Gli Scapestrati, Il Trio delle Meraviglie. E dalle ore 01,00 Dj Simo e Special Guest Dj Follati
BLU NOTTE – ore 24,00
Grande scenografia spettacolare, giochi ad effetti scenici a sorpresa
BLU ITINERANTE – ore 19,30
Ristoranti, bar, bistrot propongono cocktails e cibi in blu. Vetrine in blu
BLU PASSION – ore 22,00
Esibizione Tango Argentino – piazzetta Belvedere
BLU MUSEO – ore 21,30 – 22,30 – 23,30
Nel fondo del Mare…visita guidata al buio nel Museo alla scoperta del tesoro!
BLU CINEMA
Alla scoperta del “blu dei ricordi” dei 50 anni di storia dell’Isola d’Elba.
E molto altro ancora……
Chiòzzero
Messaggio 97193 del 01.08.2019, 15:58
Provenienza: capoliveri
... il mio appartamento è sempre pieno, come tutti gli anni. Il segreto? una sistemazione più che decorosa, massima igiene e pulizia, gentilezza, disponibilità e prezzi più che ragionevoli (oltre che integralmente "dichiarati"). Ben venga la notte Blu e tutti gli altri eventi possibili immaginabili.
RIO EVENTI
Messaggio 97192 del 01.08.2019, 15:54


I MODENA PARK, COVER BAND DI VASCO ROSSI, ARRIVANO A RIO MARINA, IL CONCERTO SABATO 3 AGOSTO DEDICATO A “SKIPPER TINO”



I Modena Park, cover band di Vasco Rossi, si esibiranno a Rio Marina sabato 3 agosto alle ore 22.00. L’occasione che li vede protagonisti è data dal progetto concerto organizzato dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco e oggi diventata anche un appuntamento “del cuore”. Infatti la serata è dedicata ad Agostino Mondellini, “Skipper Tino” prematuramente scomparso e che aveva lavorato per la realizzazione del progetto. I Modena Park sono un gruppo formato da validi musicisti ognuno con una carriera importante alle spalle e che insieme hanno trovato nella musica di Vasco Rossi il filo conduttore che li ha uniti. Quello che si vedrà e si ascolterà sabato 3 agosto è un vero tributo al rocker di Zocca, ogni elemento della band ha curato in maniera maniacale la sua parte e trasmette dal palco tutta quella carica e emozione che prova su se stesso ascoltando l’infinito repertorio del Vasco nazionale. Due ore di spettacolo con un live energico e scanzonato, insomma tanto divertimento. E come recitano i manifesti affissi per pubblicizzare l’evento:” Buon vento comandante “.
abitante di pineta
Messaggio 97191 del 01.08.2019, 15:38
Provenienza: pineta
x ermanno
caro ermanno lei parla di scelte sbagliate e si pone una domanda su quali siano e su chi le ha fatte.
partiamo da cinque anni fa:
cosa ha lasciato cinque anni fa?
a me sinceramente non pare sia cambiato molto.
La raccolta differenziata porta a porta cinque anni fa non esisteva, forse non c'erano sacchetti lasciati in strada da persone che non hanno capito o non vogliono capire il meccanismo di raccolta. cinque anni fa c'erano i cassonetti che lasciavano una puzza tutto il giorno e la notte al cambio meglio la raccolta porta a porta.
Il fatto che i turisti abbiano scelto altri lidi non sarà mica colpa dei prezzi troppo alti? i ristoranti gli alberghi i trasporti ect ect non invogliano le persone a venire all'Elba.
La fenicetta: Lei ci andrebbe al mare in una zona dove potrebbe rischiare qualcosa? Purtroppo potrebbe cadere qualche masso come alla spiaggia di Sansone o come a Ponza e creare pericolo per i bagnanti, quindi è un bene aver cercato di mettere in sicurezza.
Poi normalmente per i commercianti il cassetto è sempre vuoto, ma chi è causa del suo mal pianga se stesso.
Enzo da Torino
Messaggio 97190 del 01.08.2019, 14:29
Provenienza: Moncalieri
Ermanno lei si sbaglia di grosso. Io sto qui due mesi ed essendo abituato al porta a porta , che è il sistema più adottato in Italia ed un motivo ci sarà, non ho notato disagi anzi, parlando con un operatore ho scoperto che i risultati raggiunti sono incredibili e superiori alle aspettative. Inoltre il paese è molto pulito, al massimo qualche sacchetto che viene subito rimosso sia per i passaggi multipli che per le segnalazioni alle quali segue immediatamente risposta. Brava Esa che si sta impegnando bene , non bravi i cittadini che non sanno leggere o peggio che fanno i dispetti fregandosene dell' ambiente e dei propri figli.
Ritadi Toremar. Quali ritardi?
Messaggio 97189 del 01.08.2019, 13:31
Provenienza: Elbano viaggiatore
Il prezzo dei traghetti è importante ed è bene che se ne parli.
Ma della puntualità della Toremar, che è inserita nel TPL regionale cioè il trasporto pubblico locale, vogliamo parlarne?
Un caso fresco fresco: ieri sera il Marmorica a Piombino alle 18.40 è pronta a partire in orario e alza il portellone. Ma non parte e lascia i tutti i suoi cavi sulle bitte: La Moby Niki in attracco allo stesso pontile per ben 9 minuti gli impedisce di partire.
Quando il Comandante finalmente ha la prua libera e parte, comunica a noi passeggeri (allibiti) che la partenza è avvenuta in orario, il tempo è buono e l'arrivo a Portoferraio è previsto in orario.
Ho pensato volessero recuperare il ritardo strada facendo. Per niente: siamo arrivati con I soliti 9 minuti di ritardo alle 19.55.
Io mi sono sentito preso in giro da quell'annuncio del Comandante. Meglio fosse rimasto zitto. Non so gli altri passeggeri. Mi domando cosa avranno scritto nelle statistiche regionali della puntualità Toremar del 2019.
Da una veloce ricerca su internet qualche statistica l'ho trovata. Peggio dell'annuncio sul Marmorica:
Nel 2015 (sono dati della Regione ) per quanto riguarda la puntualità in arrivo, molto importante perché determinante per garantire la possibilità di coincidenza con altri mezzi di trasporto pubblico, a Piombino, si sono avute corse giunte a destinazione entro 5' dall'orario programmato nel 99,1% dei casi. 
Solo nello 0,1% dei casi (in valore assoluto 28 corse) il ritardo accumulato ha superato i 30'. Nel 2014 erano state 80 le corse con ritardo superiore a 30'.
Possiamo crederci? Ritardi superiori a 5 minuti solo nell'1 per cento dei casi.
Nel 2016 (sempre per la Regione Toscana) la puntualità in partenza è stata buona, con un sostanziale rispetto dei parametri previsti dal contratto.  Per quanto riguarda la puntualità in arrivo, determinante per le coincidenze, l'analisi dei dati mostra che su 297 arrivi in ritardo (su un totale di 19.138 corse), 106 sono stati ritardi inferiori ai 15 minuti, 146 ritardi compresi tra i 15 e i 30 minuti, 45 ritardi maggiori di 30 minuti. 
Le percentuali le calcolo io: la Regione ci dice che meno del 2 per cento sono le corse Toremar arrivate con un ritardo superiore ai 5 minuti.
ritardi in arrivo causati in 150 casi da fattori meteo-marini, in 147 casi da altri fattori
infine nel 2016 sono stati registrati dal numero verde regionale per il TPL solo 26 reclami relativi a traghetti Toremar.   

Possiamo credere a queste statistiche? Alzo la palla per chi vorrà proseguire il tema.
Ermanno
Messaggio 97188 del 01.08.2019, 12:39
Provenienza: Milano
Torno a Marciana Marina domenica dopo 5 anni di assenza forzata per problemi familiari. Sono senza parole. La passerella verso la fenicetta è inagibile. Nel paese ci sono rifiuti sparsi ovunque per la raccolta porta a porta: la gente mette i sacchi sbagliati, restano in strada, preda di formiche, topi e gabbiani. Il lungomare è svuotato: ieri alle 22.30 era deserto. Basti pensare che alla scaletta, dove ero solito fare la coda, abbiamo cenato senza problemi e con altri tavoli vuoti. In piazza c’era un bar con la musica, molto bravi davvero, ma a parte il bar e i ragazzini sul palco non c’era anima viva. Ne ho parlato con un ristoratore e mi ha detto di scelte sbagliate. Da ospite abituale quale ero mi chiedo: cosa state facendo al nostro paese? Grazie per chi vorrà rispondere.
GERONTOCOMIO MARINESE
Messaggio 97187 del 01.08.2019, 12:28
Provenienza: Nuovo "Reparto geriatria"
Diffamando...diffamando
Messaggio 97186 del 01.08.2019, 11:56
Provenienza: GIGI
Grace
Messaggio 97185 del 01.08.2019, 11:42
Provenienza: Porto
Mai così tanta musica invece la sera. E la gente se ne lamenta addirittura. Raccontate il falso come sempre. E per il messaggio di ieri, più che puzza di carogna c è puzza d'erba non solo marcia.
ELBANO
Messaggio 97184 del 01.08.2019, 10:56
Provenienza: Isola d'Elba
X Presenze turistiche al 31.07.2019:
Sa, noi per raggiungere questi ottimi risultati abbiamo la G.A.T..
E siccome non siamo soddisfatti di questi successoni,c'è chi vuole aumentare la Tassa di sbarco.
A noi tafazzi ci fa un baffo !!!!!!!!!!!!!!
la marina
Messaggio 97183 del 01.08.2019, 10:53
Provenienza: marciana marina
La casa di riposo " Marciana Marina" è lieta di informarmi che questa sera in piazza della chiesa ci sarà la serata del Bingo.
Intervenite numerosi.
Che pena povera marciana marina.
Aggubbai
COMITATO CARPANI
Messaggio 97182 del 01.08.2019, 10:41



AI GIARDINI DI CARPANI FESTA E SOLIDARIETA'.



Venerdì 2 agosto alle ore 19,30 ai Giardini di Carpani ci sarà una festa enogastronomica dove si potranno gustare piatti di mare e una saporosa frittura di pesce fritta nel suggestivo Mega Padellone.

La storia del Comitato Carpani è ricca di tradizioni e di solidarietà.


PARTE DELL'INCASSO SARA' DEVOLUTO IN BENEFICIENZA.
Presenze turistiche al 31.07.2019
Messaggio 97181 del 01.08.2019, 09:41
Provenienza: Isola d'Elba
Buongiorno Sig. Prianti,
stranamente quest'anno non si hanno notizie dei biglietti dei traghetti venduti, che erano in costante aumento, sembra che ci sia un calo di presenze del 24% ( ventiquattro per cento ) circa in giugno e luglio e anche agosto pare non sia iniziato meglio.
Una buona giornata!
alzo zero
Messaggio 97180 del 01.08.2019, 09:13
Provenienza: DALLO SCOGLIO
E' evidente la presunzione del vice Sindaco di Capoliveri che condiziona il fondo di garanzia all'approvazione dell'aumento della tassa di sbarco, come fosse lui a decidere cosa è più o meno importante. Evidentemente è soddisfatto dei risultati di quanto è stato fatto e speso fino a oggi dalla GAT.
Per questa stagione, nonostante qualcuno speri in un inversione di tendenza, a quanto si è potuto constatare, le statistiche ci riservano amare sorprese, e per i comuni cittadini le previsioni sono ancora più negative.
Il vice Sindaco non si rende conto che non può giocare con gli interessi elbani, vedi collegamenti aerei che sono gli unici che possono ravvivare l'economia elbana, specie in vista di una già reale aspra concorrenza con i paesi vicini, che sono più attivi e lungimiranti.
Io sono elbano e non mi sento ne' portoferraiese, ne'capoliverese, l'aeroporto è elbano, i traghetti sono elbani, la cura e l'immagine spettano a tutta l'Elba, naturalmente per quanto di competenza, alcune cose dipendono dal Comune dove sono locati, i quali per riguardo al resto dell'Elba devono aver un rapporto fattivo e costruttivo.
Quanto fatto fino a oggi, dovrebbe dare dei frutti nel 2020, cosa improbabile, in quanto la programmazione è di là da venire.
Siamo ancora a giocare a nascondino per giochi di potere, irresponsabilità e avendo come unico scopo l'ambizione personale.
QUESTA è LA SITUAZIONE-
Messaggio 97179 del 01.08.2019, 08:56
Provenienza: CAPOLIVERI
Pare che molti appartamenti a CAPOLIVERI siano vuoti anche di agosto.
Da sempre tutti i nodi vengono sempre al pettine, in quanto è probabilissimo che le locazioni abbiano superato le richieste, ma a CAPOLIVERI in molti non lo hanno ancora capito (alcuni si) visto che si costruisce ancora con il risultato che le abitazioni (molte in vendita) hanno perso il loro valore effettivo, mentre le tasse sulla casa devono essere pagate, sia vuote che affittate. Altro che festa blu, il futuro a CAPOLIVERI E all'Elba è nero.
cartelli rotonde
Messaggio 97178 del 01.08.2019, 08:17
Provenienza: pf
Ammesso o no che non siano conformi al codice della strada, come recita il fantomatico personaggio con i suoi reiterati cartelli attaccati....CHI SI DEVE PRONUNCIARE AL RIGUARDO?
Datevi un MOSSA! se sono conformi e regolari allora ingabbiatelo!
delfini spiaggiati
Messaggio 97177 del 01.08.2019, 08:11
Provenienza: santuario dei cetacei
Piu' che il Santuario dei Cetacei mi pare ahime' il cimitero dei cetacei,
ultimo ritrovamento a largo di Viareggio appena nato...mi auguro che trovino la causa, ma sopratutto che venga resa pubblica.
IL VINCITORE
Messaggio 97176 del 01.08.2019, 07:57
TOGLIETE QUELLO SCHIFO DALLE ROTONDE…. ALMENO “OCCHIO NON VEDE E CUORE NON DUOLE”



E così dopo i ripetuti imbrattamenti al “ benvenuto agli ospiti ” in spregio al progetto comunale di “Adotta un aiuola” e dopo i susseguenti interventi dei “ padrini” dei cartelli per ripristinare decorosamente e a proprie spese la cartellonistica devastata dal vandalo , Portoferraio ha perso ancora una volta l’occasione per mostrarsi attenta e premurosa verso i propri ospiti e cittadini regalando una dignitosa immagine della città , infatti dall’Ultimo raid vandalico del 12 Luglio , le prove del reato sono sempre al loro posto, probabilmente anche i gestori sono stanchi di questi continui esborsi e soprattutto non si sentono tutelati da chi invece dovrebbe vigilare… d’altra parte è anche vero che i nostri solerti “guardiani” sono pochi ed oberati di lavoro e la nuova amministrazione è alle prese con una pesante eredità da rivedere e da cariche e carichette da assegnare ma…. almeno intervenire per restituire decoro al paese ci parrebbe almeno doveroso …..
Insomma pare proprio che non si riesca a fermare questo esuberante settantenne salito ripetutamente alle cronache per reiterati danneggiamenti dei cartelloni pubblicitari installati nelle rotonde del comune di Portoferraio.
Insomma in poche parole con questo passivo atteggiamento è come decretare la vittoria del vandalo sulle istituzioni….in attesa dei festeggiamenti per una consegna di un attestato al merito almeno togliete i cartelli vandalizzati e la presa per i fondelli della scritta “ Città in fiore ” sarà sempre meglio che lasciare alla vista di popolo e paese questo segnale di abbandono e sciatteria perdio!
VALDANA
Messaggio 97175 del 31.07.2019, 21:57
Provenienza: ELBA
Poveri grullini, tra un pò dovranno abbandonare la lotteria vinta da poco tempo per loro ma infinito per l'italia, il capitano di latta, cui sono bastate 4 cialtronate per conquistare il cuore degli italiani, si appresta a raccogliere i risultati del frutto avvelenato che i grullini hanno mangiato con tutto l'osso. bullizzati da un bullo con la metà dei voti si apprestano a fare le valige, il più costernato di tutti è il di maio che si domanda che cosa ne farà di tutti quegli abiti blu ministeriale e della cartella di pelle umana che deve esser costata molto. Ci sarebbe da fare qualche risata se non fosse che il capitano di latta si appresta a diventare PM bullizzanto anche l'inventore del bullismo politico tal cav. berlusca. Finito di ridere delle battute del comico fallito anche come politico al popolino italiano non resterà che piangere lacrime amare dal sapore del po inquinato.
Conte di Montecristo
Messaggio 97174 del 31.07.2019, 20:22
si lamentano con Zini che ha nominato per la Cosimo de Medici due persone di Piombino.
E la GAT che ha nominato amministratore della pagina facebook visitelba.it uno di Foggia... Roberto Zarriello, tutti tacciono.

Chi lo ha approvato?
Ecco due pesi e due misure.
NOTTE BLU CAPOLIVERI
Messaggio 97173 del 31.07.2019, 20:05
Provenienza: STRETTO (PIAZZA) MATTEOTTI-
Ma non sarebbe giusto fare la notte blu a LACONA visto lo spazio, le spiagge e migliaia di turisti che non aspettano altro??
Conte di Montecristo
Messaggio 97172 del 31.07.2019, 17:55
Provenienza: Montecristo
GAT....
la Gat dell'Elba ha sottoscritto lo Schema di convenzione con Toscana Promozione Turistica e costituire l'Ato (ambito territoriale omogeno) cosi' come previsto dalla legge regionale n.24 del 18/05/2018?
E la Gat dell'Elba?
Ne hanno discusso?
Hanno votato il diniego?
Per la cronaca si tratta del Testo Unico in materia di turismo, con la definizione degli Ambiti territoriali omogenei, come strumento ottimale di organizzazione turistica.
Le Amministrazioni locali devono organizzarsi all'interno di questi nuovi ambiti territoriali per gestire in forma associata l'informazione e l'accoglienza turistica e definire insieme a Toscana Promozione Turistica le azioni di promozione.
I passaggi necessari a dare operatività ai nuovi Ambiti, per chi non lo avesse già
fatto, sono:
- convenzione tra i Comuni per la gestione associata dell'accoglienza e dell'informazione turistica;
- specifica convenzione con Toscana Promozione Turistica per la promozione del territorio;
- costituzione dell'Osservatorio Turistico di Destinazione di Ambito.
Regione, Anci Toscana e Toscana Promozione Turistica forniscono assistenza sia per i passaggi amministrativi, sia per il supporto alla individuazione e alla definizione dei prodotti turistici locali.
gigino
Messaggio 97171 del 31.07.2019, 17:38
Provenienza: campo
X CANALE D'ORO
aLLORA LE COPIE DEI BIGLIETTI DI GIORNI OR SONO SONO FASULLE??????
RISPONDETE GRAZIE.
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 97170 del 31.07.2019, 16:20
Provenienza: VIAREGGIO
ANCORA UN DELFINO MORTO RECUPERATO DALLA GUARDIA COSTIERA DI VIAREGGIO



In data odierna, alle ore 11:00 circa, un velista viareggino, M.C., mentre navigava a circa due miglia nautiche al largo del porto di Viareggio, ha notato la presenza di un piccolo delfino morto circondato da altri due esemplari più grandi ancora vivi. Immediatamente il diportista ha contattato telefonicamente la Sala Operativa della Guardia Costiera di Viareggio che, non ha atteso ad inviare sul posto un proprio mezzo nautico. A bordo del battello GC A78 – oltre all’equipaggio di militari – è imbarcato anche il dott. Silvio Nuti, fondatore e presidente del Centro Cetus Viareggio, che sta già studiando le dinamiche di simili eventi nei mari della Toscana.
Giunti sul punto indicato dal velista, i militari della Guardia Costiera ed il Biologo hanno assistito ad una scena unica, ad oggi mai documentatata nell’Pelagos, meglio conosciuta come “Santuario dei Cetacei” (tratto di mare Tirreno e Ligure compreso tra il Fosso del Chiarone - GR, la costa nord della Sardegna e la penisola di Giens - FRA). In mare era infatti presente un piccolissimo esemplare di delfino tursiope femmina, non più di tre mesi di vita, forse ancora in fase di allattamento; il Dotto. Nuti, infatti, ha riconosciuto sul corpo del delfino le pieghe fetali ed ha constatato l’assenza di denti.
Ad ogni tentativo dei militari di recuperare la piccola carcassa del tursiope, lungo meno di 140 cm, si percepiva un evidente comportamento agitato, quasi disperato di altri due due delfini adulti di sesso femminile, rimasti sempre vicino al piccolo tursiope morto. Si trattata con molta probabilità della madre e la sorella del cucciolo, che facevano chiaramente capire di avere un legame molto stretto con il piccolo tursiope morto.
Dopo circa quaranta minuti di osservazione sul comportamento degli individui adulti, l’equipaggio della motovedetta è riuscito a recuperare la carcassa del piccolo delfino per portarla in porto per le necessarie analisi necroscopiche, anche alla luce delle recenti numerose morti che hanno interessato la popolazione toscana dei Tursiopi.
È evidente che la morte del piccolissimo esemplare di di delfino recuperato in data oderna, avvenuta poche ore prima del ritrovamento, non è correlata ad un impatto diretto con azioni antropiche quali collisione con barche, attività di pesca o ingerimento di plastiche.
Il piccolo delfino è stato consegnato a ricercatori dell’università di Siena e le analisi verranno svolte anche in collaborazione con ARPAT e Istituto Zooprofilattico di Pisa.
CONCERTI D'ESTATE
Messaggio 97169 del 31.07.2019, 16:12
Provenienza: Portoferraio
NOTTE BLU 2019 Capoliveri
Messaggio 97168 del 31.07.2019, 16:07

Il 1 agosto E’ ancora Notte Blu a Capoliveri.
Il primo agosto la notte più magica dell’estate elbana torna per far divertire ed emozionare fra luci, colori, suoni, effetti speciali e fantasia …. Perchè questa è la vera essenza della Notte Blu di Capoliveri: un evento che richiama ogni anno migliaia di visitatori e che raccoglie grande entusiasmo e attesa riuscendo a regalare, edizione dopo edizione, sorprese a non finire senza mai tradire se stessa con l’ineguagliabile magia del Blu.
Anche in questa edizione 2019 il centro storico di Capoliveri si tingerà del colore intenso della notte ed ogni angolo, vicolo e piazza del borgo si trasformerà per coinvolgere nell’emozionante viaggio in “The Capoliveri’s Blu Night”.
Tanti gli appuntamenti in programma nella serata più avvolgente dell’estate: attrazioni, intrattenimento, musica dal vivo fino all’alba, i segreti del blu della profondità degli abissi, ma anche personaggi del mistero e magiche atmosfere.
Ed ecco il programma dettagliato della serata evento 2019.

BLU SOCIAL - ore 20,00
Alla ricerca delle fate di…. Estetica donna….. per un magico contest social - E la foto più cliccata sarà la vincitrice di bellissimo premio
BLU MUSIC - ore 22,00
Concerti acustici nelle piazze e nei vicoli del centro storico: Fuori bordo, Last minute, ’80 maniacs, Duedidue, Lab, Gli Scapestrati, Il Trio delle Meraviglie. E dalle ore 01,00 Dj Simo e Special Guest Dj Follati
BLU NOTTE – ore 24,00
Grande scenografia spettacolare, giochi ad effetti scenici a sorpresa
BLU ITINERANTE – ore 19,30
Ristoranti, bar, bistrot propongono cocktails e cibi in blu. Vetrine in blu
BLU PASSION – ore 22,00
Esibizione Tango Argentino – piazzetta Belvedere
BLU MUSEO – ore 21,30 – 22,30 – 23,30
Nel fondo del Mare…visita guidata al buio nel Museo alla scoperta del tesoro!
BLU CINEMA
Alla scoperta del “blu dei ricordi” dei 50 anni di storia dell’Isola d’Elba.
E molto altro ancora……
X Canale d'oro
Messaggio 97167 del 31.07.2019, 15:56
Preventivi fatti pochi istanti fa tramite i rispettivi siti delle 4 compagnia che operano nel canale:
2 adulti, 1 auto, andata sabato 10 agosto, ritorno sabato 17 agosto.

1. Corsica Ferries ore 9,45 da piombino con rientro da portoferraio alle 8,45 euro 279,38
2. Moby ore 12,00 da Piombino con rientro da Portoferraio alle 8,30 euro 249,86
3. Toremar ore 17,30 da Piombino con rientro da Portoferraio alle 8,40 euro 185,50
4. BluNavy ore 20,00 da Piombino con rientro da Portoferraio alle 9,15 euro 177,52.

Calcolando che il mezzo veloce impiega qualcosa in meno delle nuovissime motonavi Moby direi che siamo in linea con i prezzi di Onorato.
X Gigi Marcacci
Messaggio 97166 del 31.07.2019, 15:40
Provenienza: Marciana M
Come dicevano li vecchi, facevi più bella figura se te ne stevi...
Alla Marina il bike sharing fino a quando non sono arrivati questi incompetenti funzionava a regime, affidato all’associazione albergatori nella gestione. Dopo tre stagioni di stop qualcuno si è reso conto che le bici erano si appese nel capannone, ma per colpa loro. Comunque al porto la stazione non c’è più, come non c’è più l’edicola, e tra poco manco la Tore. La gente fa il bagno in porto in mezzo alla cacca e addirittura la Proloco pubblicizza una spiaggia con divieto di balneazione. Tutto gira intorno agli interessi del circolo e dell’albergo, senza vigili e con amministratori nascosti come topi nella tana. Davanti al cimitero è Bagdad e renaio una via di Kabul. Se poi pioverà come dicono le previsioni, aiuto. E non si parla di meteo.
Cerchi di aiutare questa giunta del disastro attaccando chi li ha preceduti ma dovessi tornare indietro mille volte meglio quel prepotente del Ciumei. Almeno sapevi con chi incazzarti. Fai un giro in paese, e se resisti al puzzo di carogna che pervade le vie e le piazze a causa della raccolta intelligente dei rifiuti, parla con la gente. Ti renderai conto che se questi amministratori non fanno alla svelta a levassi dai c.......i rischiamo il disastro. E poi hai ragione. I soldi sono soldi, e quest’anno i cassetti piangeranno parecchio.
Italo Sapere Scrivi a Italo Sapere
Messaggio 97165 del 31.07.2019, 15:37
Provenienza: Mola
PER
Dissalatore
Messaggio 97156 del 30.07.2019, 20:59
Provenienza: Mola
L'articolo comparso sulla stampa ieri mattina alle 12,18 ancora prima del termine della riunione a Piombino è stato preconfezionato in anticipo.
Tant'è che l'assessore Fratoni non era presente mentre si afferma il contrario. L'articolo è stato scritto da AIT e ASA ed essendo di parte non tiene conto di ciò che è stato detto durante la riunione.
Il comune di Capoliveri ha affermato tramite il Sindaco e il consigliere delegato la propria ferma contrarietà a questa opera inutile e ambientalmente dannosa.
Un commento solo sul titolo "Dissalatore a costo zero", visto l'erogazione statale di un contributo. Secondo AIT questi soldi sono piovuti dal cielo e non dalle tasche di noi contribuenti.
Naturalmente senza una parola sul costo finale dell'acqua!
Mi piacerebbe capire l'utilità di questo tipo di articoli...
Italo Sapere
Conte di Montecristo
Messaggio 97164 del 31.07.2019, 14:03
Provenienza: Montecristo
COSIMO DE' MEDICI
nel 2019 all'elba si pensa ancora come nel medioevo, all'epoca dei comuni.
Quale importanza ha il luogo di nascita e la residenza? Nessuna.
Ha moltissima importanza invece la professionalità' ed i risultati ottenuti in relazione agli obiettivi prefissati.
Valutiamoli nominati ed amministratori alla fine.
un campese che affitta
Messaggio 97163 del 31.07.2019, 13:09
Provenienza: Campo
PREZZI BIGLIETTI CORSICA FERRY
Piombino - Portoferraio una auto e due persone € 221.58
" " due persone € 124.38
Andrebbero denunciati per strozzinaggio......si trovano monolocali a € 400/500 a settimana per due-tre persone in questo periodo e loro.....
€ 443.16 andata e ritorno,,,,,,,roba da pazzi !!!!
E poi si critica sempre Onorato................per forza si affitta con sempre più difficoltà !!!!!!!!!!!!!!!
Il canale d'oro
Messaggio 97162 del 31.07.2019, 11:54
Provenienza: Piombino - Portoferraio
CORSICA FERRY ?..MA CHE MI HAI SCAMBIATO PER ROTHSCHILD ?




A fine maggio il consueto allettante annuncio:

- La Freccia Gialla riparte per l’Isola d’Elba, con il collegamento veloce Piombino-Portoferraio, che sarà operativo dal 28 maggio al 21 settembre 2019. Finalmente gli abitanti dell’isola e i turisti avranno la possibilità di viaggiare in soli 30 minuti, scegliendo tra 7 partenze al giorno da e per l’isola, in alta stagione.In particolare i turisti potranno approfittare di una tariffa a partire da 63 euro, a tratta, per 2 passeggeri e un’auto, mentre i residenti dell’Elba potranno viaggiare con tariffe a partire da 5 euro per il passeggero senza veicolo e a partire da 13 euro per il passeggero e un’auto al seguito, a tratta.

Tutto bello…accattivante …da non perdere e anche se a Luglio &Agosto – dicevano gli addetti ai lavori i prezzi subiranno un impennata saranno sempre minori delle altre società …Ma purtroppo il risveglio è stato brutto che più brutto non si può..infatti ci scrive un potenziale ospite ( che abbiamo perso) che facendo la prenotazione online sul sito della compagnia ( in agenzia costano di più) SOLO ANDATA PIOMBINO – PORTOFERRAIO ha riscontrato prezzi inaccettabili per una semplice traversata per 2 persone con auto appresso….ed anche provando a lasciare l’auto a Piombino ed imbarcarsi col cavallo di S.Francesco sul traghetto il prezzo rimane poco invitante…
Tutto questo per rispondere ai nostri albergatori..affittacamere..gestori di residence e campeggi che lamentano un calo di presenze preoccupante…
ESTICAZZI ...con questi prezzi !
Origine di nascita ???
Messaggio 97161 del 31.07.2019, 11:44
Provenienza: Portoferraio
Personalmente non mi stupisce la scelta del CDA della Cosimo dei medici per la loro città di nascita.
La cosa più importante é nel modo in cui gestiranno per migliorare Portoferraio , se ciò non accadrà sarò giusto fare le dovute critiche a loro e a chi li ha scelti .
Ora sono solo parole al vento di chi , forse , ha perso le votazioni . Il tempo é galantuomo con tutti.
Gruppo : Responsabilità in Comune
Messaggio 97160 del 31.07.2019, 09:56
Provenienza: Portoferraio
AL CDA COSIMO DE' MEDICI: DUE TECNICI SU TRE SONO DI PIOMBINO, PERCHE’ QUESTA SCELTA?


Rimaniamo un po’ colpiti a leggere le nomine recentemente effettuate dall'Amministrazione comunale del consiglio di amministrazione della partecipata Cosimo de Medici, apprendendo che in pratica due membri su tre vengono da Piombino. Colpiti anche in senso storico dal momento che questo anno si celebra il 500 anniversario della nascita del fondatore della città, Cosimo de’ Medici appunto, che è da pochissimo amministrata da una maggioranza espressa da una lista chiamata Cosmopoli rinasce e che si trattava di nominare il cda di una società che si chiama Cosimo de’ Medici. E da dove vengono due membri su tre? Da Piombino, che tra l’altro con i Medici, né Cosimo né i suoi successori, non ha mai avuto niente a che fare in quanto dominio appianeo. Ironia (ma non troppo) a parte, si sarebbe tentati di chiedere all'Amministrazione comunale come sia stato possibile non trovare altri due portoferraiesi che avessero le competenze e i titoli per rivestire un ruolo di tanta importanza in una partecipata al 100% del Comune e che si può definire una delle principali fonti di introiti provenienti soprattutto dalla gestione della Darsena medicea (ancora!). Onorando la promessa di massima comunicazione e trasparenza profferta dalla lista Cosmopoli rinasce sia in campagna elettorale che in altre occasioni pubbliche, come i consigli comunali sinora svolti, l’Amministrazione potrebbe illustrare quali criteri abbiano prevalso in questa circostanza? E, da ultimo, perché non è stata fatta una procedura aperta con raccolta di candidature?


Responsabilità in Comune
cda cosimo
Messaggio 97159 del 31.07.2019, 09:56
Che delusione, fra tanti elbani dovevano prendere due Piombinesi
VERGOGNA
MARCELLO CAMICI
Messaggio 97158 del 31.07.2019, 08:05
AKHENATON E NEFERTITI .Colui che è utile ad Aton e la bella che è arrivata



Amenofi III,faraone costruttore di templi,è in disaccordo con Ptamose gran sacerdote di Amon,il dio delle vittorie,adorato e glorificato in Tebe.Per la morte prematura del figlio ereditario è quasi costretto dalla grande sposa reale Tye a prendere in considerazione come successore il principe Amenotep che aveva tenuto lontano da corte per le sue deformità fisiche.
Amenotep ha studiato nella scuola segreta della biblioteca di Iunu (Eliopoli) venendo a conoscenza del dio sole Atum.
Ama Nefertiti e con lei adora Aton.
Il padre nella festa Sed di rigenerazione lo innalza a suo coreggente nel governo delle due terre.
Gli succede ,dopo la morte,col titolo di Amenofi IV,faraone.
Ha accanto,come grande sposa reale,la bella che è arrivata: Nefertiti .
Con lei sfida il potere del clero di Amon .
E’ fatto oggetto dal gran sacerdote di Amon di tentativi di uccisione dapprima tramite Kia, che poi diviene sua seconda sposa reale , e poi da parte Ris ,arciere che fa parte della sua guardia personale.
In Tebe,contrappone al culto di Amon quello di Aton,facendo togliere Amon dal tempio di Karnak e chiudendo i suoi templi ne apre altri dedicati ad Aton.
Poi cambia il titolo con cui è salito al trono prendendo quello di Akhenaton,colui che è utile ad Aton, e Nefertiti quello di Neferneferuaton,colei in cui meravigliosa è la bellezza di Aton.
Ispirato in sogno da Aton va alla ricerca della terra che il dio ha indicato.
Nel deserto sulla sponda opposta del grande fiume ,davanti ad Ermopoli trova la terra di Aton e qui fonda Akhetaton,lo splendore di Aton.
Una nuova città con una nuova religione e un solo Dio da adorare nel grande tempio.
Nefertiti Neferneferuaton resta ammirata dalla maestria dell’architetto Tutmose e da lui si fa ritrarre in un busto…

Il romanzo rievoca la nascita del culto di una sola divinità (monoteismo) in epoca politeista.
Anche se forse è più corretto parlare di enoteismo, non vi è dubbio che Akhenaton e Nefertiti siano precursori del monoteismo.
Sono certamente i primi che tremilacento anni orsono adorano Aton (il sole) dio della luce senza assegnare un aspetto antropomorfo come invece era per tutti gli altri dei dell’antico Egitto :un semplice disco da cui escono mani che danno e porgono vita.
Aton ,un dio non più nascosto come Amon ,ma visibile a tutti ,dispensatore di vita per tutti (inno ad Aton).
Tutto questo avviene solo e soltanto tramite l’unico e sommo pontefice Akhenaton,colui che è efficace per Aton,con accanto Nefertiti,la bella che è arrivata.
Una rivoluzione della fede che si trasmette anche nell’arte dove il faraone non è più raffigurato come colui che vince e domina ma appare così come è nelle sue fattezze fisiche e così come vive nella vita quotidiana.
Il racconto termina proprio dando interpretazione alla mancanza dell’occhio sinistro del celebre busto di Nefertiti esposto a Berlino: una delle più alte espressioni dell’arte amarniana.
Il romanzo vuole essere omaggio alla civiltà antica dell’Egitto da cui il sottoscritto è sempre stato affascinato.
Il messaggio che trasmette è che l’amore di un uomo e di una donna,Akhenaton e Nefertiti,unito alla fede, sono rivoluzionari.
La lettura è perciò rivolta a tutti e,in particolare, a chi ancora oggi crede nella forza e nel potere del binomio amore-fede la cui sintesi è nell’occhio di Ra in copertina.

“Akhenaton e Nefertiti.Colui che è utile ad Aton e la bella che è arrivata”.ISBN 978-88-3387-107-3
Autore Marcello Camici.CTL Editore Livorno 2019.
Pagine 182.Formato brossura.Euro 14
In libreria ed online sul sito
https://www.libreriauniversitaria.it/akhenaton-nefertiti-colui-utile-aton/libro/9788833871073 e ctleditorelivorno.it
foresi
Messaggio 97157 del 30.07.2019, 22:31
Provenienza: campo nell elba
Sig. Pacini domandi ai sindaci quanti elbani sono stati assunti direttamente dall autorita portuale di Piombino in questi anni ,forse uno.
Le fave lesse non fanno gli interessi nemmeno della famiglia ma sempre e solo di quei soliti.
Unica speranza il nuovo sindaco di Piombino che diversamente dai portoferraiesi dopo 70 anni hanno mandato a casa gli amici del Rossi che regala decine di milioni ai figli dei compagni di partito per assumere 4 dipendenti o pronto a dare ulteriori investimenti al monopolista del canale per realizzare progetti senza raziocinio.
Non ce nessuna speranza per uno scoglio dove vede proliferare solamente fave lesse.
Giovanna
Messaggio 97156 del 30.07.2019, 21:57
Portoferraio è nel comune di Piombino?
Dissalatore
Messaggio 97155 del 30.07.2019, 20:59
Provenienza: Mola
Quindi se non ho capito male, il dissalatore a Mola verra' realizzato e sara' a carico dello stato.....e cosi tutti felici e contenti compreso il Comune di Capoliveri....da quello che si legge nel comunicato non si e' opposta l amministrazione Capoliverese!!!
Florio Pacini Scrivi a Florio Pacini
Messaggio 97154 del 30.07.2019, 20:07
Provenienza: Isola D'Elba
Per le cambiali, passare all'incasso!


Ieri la Val di Cornia è passato all'Incasso. Per l'appoggio politico alla lista di Angelo Zini. Sono state consegnate le chiavi della Cosimo dei Medici, ai Piombinesi Matteo Tonietti dottore Commercialista, specializzato nella gestioni di Aziende Cooperative operanti nella gestione dei porti turistici. Che più volte ha collaborato con l'Autorità Portuale di Piombino (che tanto bene ha fatto all'Elba). La maggioranza di Piombino è garantita dall'Avvocato Beatrice Puliti di Piombino. A dare un po di voce (per 1/3) all'Elba ci penserà Giampaolo Paoletti. Rimasto fuori dalla giunta per i pochi voti ricevuti, viene ripescato per questo ruolo (di minoranza) nella Cosimo dei Medici. La colonizzazione dell'Elba continua con la piena collaborazione dei nostri amministratori. Il sindaco Angelo Zini ci ha tenuto a dire che questo rilancerà la Cosimo dei Medici e Portoferraio. Io la vedo dura. l'unici che in un modo o nell'altro saranno lanciati sono proprio i nostri amministratori. O perché a Portoferraio aprono gli occhi, e invece di subire passivamente il dominio di Piombino, lanciano i nostri eroi ad amministrare lo scoglietto. Se invece Portoferraio continua a dormire, i nostri amministratori verranno premiati e avranno un ruolo grazie alla Val di Cornia. Vicende già vissute. La costa, chiede solo che i nostri amministratori, continuino ad accettare passivamente tutti i danni che stanno facendo all'Elba: Garitte di Piombino - Monopolio sui traghetti - smantellamento ospedale (pezzo per pezzo) - Dissalatore acqua di mare di Mola - Migliaia di barche che dalla costa ci invadono ogni giorno etc. Sono pronto ha scommettere, che la tanto sventolata stazione marittima di Portoferraio, se mai sarà fatta avrà i servizi gestiti da Piombino. Quello che non si prendono da soli, lo donano generosamente i nostri governanti. Florio Pacini
Locman Italy
Messaggio 97153 del 30.07.2019, 19:18
Borgo degli artisti
Messaggio 97152 del 30.07.2019, 19:09
Provenienza: Capoliveri
“Leonardo, 500 ore di vacanze a Capoliveri” e “Navigando nei Sogni”, allo Spazio d’Arte di Capoliveri è protagonista l’arte contemporanea


E’ arte a Capoliveri. Anche nel mese di agosto il Borgo degli Artisti accoglierà l’arte contemporanea. Dopo il susseguirsi di mostre di artisti che hanno esposto presso lo Spazio d’Arte sotto la Piazza, Capoliveri si appresta ad accogliere artisti provenienti da ogni dove per omaggiare il grande Leonardo da Vinci.
La collettiva, che sarà inaugurata il 1 agosto vedrà protagonista dunque il grande genio Italiano a cui è dedicata un’intera mostra di opere realizzate da molti nomi dell’arte contemporanea. Ci saranno Fuad, Fiorentini, Gianni Gianpellegrini, Lakin, Leporatti, Maestri, Nardoni, Parri, Perrone, Skim e Staccioli.
E sarà come avere Leonardo a Capoliveri per oltre due settimane in una rassegna di colori, forme, visioni, interpretazioni uniche e affascinanti come solo l’arte sa regalare.
Dal 18 agosto sarà invece la personale di SKIM la vera protagonista del Borgo degli Artisti. L’artista contemporaneo torna a Capoliveri con opere uniche e dai forti contrasti dove fantasia e realtà si fondono insieme.
Il 20 agosto Skim sarà presente presso lo Spazio d’Arte per inaugurare ufficialmente la sua personale.
Le mostre sono a cura del gallerista Walter Bellini.
Apertura al pubblico 10:00/12:00 – 18:00/23:30
Piombinesi alla Cosimo
Messaggio 97151 del 30.07.2019, 18:13
Premetto di aver votato Di Tursi, però non me la sento di andare contro a Zini. In effetti dato il potere della Cosimo e il suo ovvio coinvolgimento in molti ambiti della vita ferajese, avere 3 membri esterni alle varie compagini cittadine, soprattutto alla luce delle recenti cronache, non è affatto un'idea sbagliata.
Che delusione
Messaggio 97150 del 30.07.2019, 15:13
Provenienza: Pf
Caro Zini...ci racconti cosa ci incastrano due piombinesi nel cda della cosimo? Come ha scritto qualcuno il partito ha ordinato e te hai eseguito? Questa è la prima grande delusione che propini ai portoferraiesi persone capaci e competenti noi non le abbiamo? Comunque arrivederci alla prossima grande delusione
campese più doc
Messaggio 97149 del 30.07.2019, 14:26
Provenienza: Campo
X FABIO SPINETTI
Mi permetto farti osservare,in merito al tuo scritto d'impulso dovuto alla tua giovane età,quanto segue:
- Le teppe che tu dici sono blocchi di granito e non terra da rimuovere con la ruspetta,il che vuol dire una spesa non da poco.
- Per fare il parcheggio che tu dici,dovrebbero essere espropriati i terreni dei privati con tempi non inferiori ai 24 mesi.
- sulla strada incriminata esistono da anni cartelli di divieto,non per futili motivi ma per motivi molto seri:transito di Ambulanze e Automezzi dei Pompieri,e dato che la situazione attuale è quella che è,tutti i cittadini doc o non doc,turisti compresi,debbono adeguarsi al codice stradale e,se non c'è posto,si torna indietro o si cambia destinazione.
- Inoltre,anche allo stato attuale,chi arriva per tempo può agevolmente parcheggiare per un bel tratto di strada senza alcun problema,se poi chi arriva a mezzogiorno vuol trovare il posto ad ogni costo,deve sapere che può incorrere nella multa come avviene in tutti i posti turistici super affollati!
La calma è la virtù dei forti,e tu sei forte e virtuoso ma poco calmo....
a 21 anni comunque ero come te,ciao e buona cena quando verrò al Tre P.....in fila panoramica senza tema di multa!!
Conte di Montecristo
Messaggio 97148 del 30.07.2019, 13:27
Provenienza: Montecristo
Caro Alzo Zero, caro Florio Pacini,
gradirei leggere la relazione (perche' una relazione scritta sara' stata fatta, altrimenti come hanno fatto a deliberare?) di presentazione per la richiesta di un fondo a garanzia pari a 800.000 euro per l'aeroporto.
Credete sia possibile averla?
Lo scrivo perche' leggendo i dati statistici 2017 e 2918 degli aeroporti italiani, compreso quello di Marina di Campo) pubblicati da Enac:
- https://www.enac.gov.it/pubblicazioni/dati-di-traffico-2017
- https://www.enac.gov.it/sites/default/files/allegati/2019-Giu/Dati_di_traffico_2018.pdf
credo si dovrebbe pensare per l'aeroporto ad una nuova strategia e non garantire per 800.000 euro qualcosa che forse non lo merita in riferimento ai sogni di grandezza di una classe politica ed imprenditoriale che discute di una cosa che non conosce e neppure usa.
E come il caso dell'aeroporto esistono all'interno della GAT le relative relazioni in merito ai provvedimenti di spesa?
che ne dite?
Certo e' che se non ci fosse nessuna relazione strategica, come hanno fatto a deliberare l'importo?
cda cosimo
Messaggio 97147 del 30.07.2019, 11:42
Provenienza: darsena
nuovo cda COSIMO DE MEDICI : un avvocato di piombino..un commercialista di piombino...un pensionato ...... promesse pre elettorali..ma professionisti di "tale" rilievo in casa non ne avevamo...??!!
ELBA RUGBY
Messaggio 97146 del 30.07.2019, 11:42
ELBA RUGBY SENIORES, INIZIA UNA NUOVA AVVENTURA: LE NOVITÀ E GLI OBIETTIVI



I verdi-blu dell’Elba Rugby, quest'anno saranno chiamati ad affrontare un campionato piuttosto impegnativo: un unico girone da 12 squadre che comporterà altrettante trasferte di cui due lontane, (Sardegna e Viterbo) con una nuovissima formazione.
La rosa dei convocati è infatti il frutto di una scelta programmatica ed è il risultato dell' unione tra le due storiche società Elba Rugby e Rugby Etruria Piombino. La stagione 2019/2020 sarà la quella dei festeggiamenti per i 40 anni dell’Elba Rugby e dei 50 dell’Etruria Piombino ed ha un significato fondamentale: Farà da traino in un futuro prossimo per gli obiettivi delle società. Intanto, le squadre under 16 e 18 sono già attive con il nome di Mascalzoni del Canale. I ragazzi familiarizzeranno con i due team bulding voluti dal riconfermato coach Ghini. Momenti di puro divertimento e condivisione per rafforzare lo spirito di gruppo, favorire la reciproca conoscenza e consolidare le basi per la nuova stagione invernale. Altrettanto necessarie saranno le tre amichevoli che li vedranno in campo prima contro il Florentia, il 7 settembre in casa, contro i Lions, il 6 ottobre, e di nuovo contro il Florentia con il ritorno a Firenze il 12 ottobre. Queste le prove generali durante la preparazione che avrà inizio a fine agosto. La coesione tra i giocatori che fino alla scorsa stagione davano vita ad uno dei più "movimentati" derby della Toscana sarà il banco di prova per la costituenda unione e sarà fondamentale per le ambizioni delle due società e il progetto che le accomuna . Imminente poi la tradizionale Festa del Rugby, organizzata per il secondo anno consecutivo al campo "Scagliotti" di San Giovanni, che si svolgerà dal 11 al 16 di Agosto. Sei giorni in cui tutti sono chiamati a partecipare come una grande famiglia, quella che ormai già da 40 anni colora di verde-blu le domeniche elbane.
campese Scrivi a campese
Messaggio 97145 del 30.07.2019, 11:05
Provenienza: marina di campo
Anche il nuovo (?) sindaco di Capoliveri pensa di essere il sindaco dell'Elba .L'aeroporto non mi risulta essere nel comune di Capoliveri,non penso che il consiglio comunale di Capoliveri deliberi qualcosa su una cosa fuori dal suo territorio.Vedo che la mania di potere sull'Isola non sembra terminare.
Gigi Marcacci
Messaggio 97144 del 30.07.2019, 10:51
Provenienza: cotone
vedo che alla marina da qualche giorno è rispuntato il bike sharing, clamoroso flop della giunta degli sprechi precedente che archiviò il progetto dopo nemmeno due anni. Non ho mai capito perché prima l'ex giunta volle le bici e poi le abbandonò appese sul tetto del capannone comunale. vorrei spiegazioni. Comunque nonostante io creda allo stesso modo di prima che siano una immensa favata alla marina queste bici ( meglio il classico noleggio con tanto di caparra anti danni) vorrei fare un plauso all'attuale giunta per aver salvato il salvabile riattivando una ventina di bici. alla fine i soldi sono soldi.
Isola d'Elba
Messaggio 97143 del 30.07.2019, 10:45
Provenienza: Quarto mondo
Ancora una volta senza corrente elettrica!!
alzo zero
Messaggio 97142 del 30.07.2019, 10:06
Provenienza: scoglio


per Florio Pacini.
Più volte ho scritto che l'Aeroporto dell'Elba è più che sufficiente per il fabbisogno elbano. Abbiamo bisogno di collegamenti aerei per soddisfare in primis l'unica l'economia, il turismo, altrimenti ci vedremo costretti a emigrare e l'aeroporto non ci servirebbe più, in secondo luogo le nostre necessità.
Trattandosi di cose serie, la cosa più importante è sapere cosa vogliamo; sembra ci sia un po' di confusione: chi vuole un aeroporto come Fiumicino, chi vuole i 737, chi l'autobus, chi l'accoglienza, chi la promozione e chi lo sviluppo. Tutte cose sacrosante! Paragonando l'Elba ad un puzzle, ogni scheda ha una sua figura, colore e dimensione che si deve inserire perfettamente al suo posto per completare l'immagine.
Come citato, la maggiore risorsa dell'Elba è il turismo,ma quale turismo vogliamo?
Ogni tipologia di turismo ha necessità specifiche e gradisce alcuni livelli di servizi, sia pubblici che privati: c'è chi preferisce efficienza e qualità e chi il basso costo, c'è chi vuole la pace e il relax e chi la vita frenetica e la movida. Il turista che ha un limitato potere di spesa prende le ferie, carica la macchina di tutto quello che ritiene opportuno e con la famiglia parte, per il posto più vicino ed economico. Se sarà soddisfatto può darsi che ritorni. Un altro turista, con un maggiore potere di spesa, decide di andare in un determinato posto, si informa come arrivarci, sceglie fra le varie possibilità, senza considerare tempo e denaro.
Fino ad oggi, chi ha governato a livello locale, ha tenuto conto di tutto ciò? Esiste una strategia lungimirante? Alla luce dei risultati sembrerebbe di no!
Attualmente la struttura aeroportuale è sottoutilizzata, vedi bandi deserti, grazie a scelte sbagliate.
Si auspica che nel prossimo futuro ci sia una compartecipazione degli operatori locali, degli amministratori, delegati dagli elbani, maggiormente competenti e responsabili.
Francesco
Messaggio 97141 del 30.07.2019, 09:44
CDA cosimo dei medici, avvocato di Piombino, quando il partito ordina il compagno esegue.
Ass. Amici di Montecristo
Messaggio 97140 del 29.07.2019, 19:15
Provenienza: Campo nell'Elba
PRESENTAZIONE DEL VOLUME DI NADIA TOGNI,
Monaci a Tavola. La Regola di san Benedetto e le consuetudini alimentari, Todi, Tau, 2018



Martedì 30 luglio 2019, ore 21.30. Marina di Campo, Piazza del Comune
Nadia Togni ci conduce alla scoperta di norme e consuetudini alimentari adottate nei monasteri benedettini e da cui hanno avuto origine molte delle abitudini e delle tradizioni ancora seguite nelle nostre famiglie. La Regola di San Benedetto fornisce, infatti, indicazioni dettagliate sulla corretta
alimentazione, sul modo di comportarsi in refettorio, sulla disposizione dei monaci a tavola,
sul loro servizio reciproco, sulla lettura e il silenzio, sui tempi dei pasti in comunità.
Il volume è arricchito da un’inedita e avvincente intervista all’abate don Giustino Farnedi di San Pietro di Perugia, che ci offre uno spaccato della vita monastica benedettina attraverso la sua esperienza personale, la narrazione di episodi vissuti accanto ad illustri monaci della nostra storia recente e la conoscenza di numerosi monasteri italiani, tra cui San Pietro di Perugia, Santa Maria del Monte di Cesena, Montecassino, San Giacomo di Pontida (Bergamo), Camaldoli, Santa Maria di Rosano (Firenze) e Monte Oliveto Maggiore.
Grazie alla narrazione dell’abate Farnedi, sono presentati alcuni dei principali spazi legati all’alimentazione nelle celeberrime abbazie: il refettorio monumentale, la neviera e l’antica peschiera. Nella sagrestia della chiesa monastica di San Pietro ci illustra inoltre il dipinto con il Sogno di San Pietro, modello dell’alimentazione monastica, equilibrata e rispettosa del creato.
Monaci a Tavola è un agile volume tascabile di appassionata lettura, che ci introduce in un mondo antico e allo stesso tempo di grande modernità.
L’evento patrocinato dal Comune di Campo nell’Elba, è organizzato dall’Associazione Amici di Montecristo che continua il suo percorso di approfondimento del monachesimo e del monastero di San Mamiliano a Montecristo.
Alla presentazione intervengono l’Assessore alla cultura del Comune di Campo nell’Elba, Chiara Paolini, l’abate benedettino Giustino Farnedi, socio decennale dell’Associazione e l’autrice Nadia Togni dell’Università di Ginevra.
Marcello Meneghin Scrivi a Marcello Meneghin
Messaggio 97139 del 29.07.2019, 17:45
Provenienza: Mestre
I PROBLEMI FONDAMENTALI DELL'ISOLA D'ELBA

Riscontro messaggio 97131 del 28.07.2018 di Florio Pacini

Nel messaggio vengono obbiettivamente messe in luce delle gravi mancanze di molti servizi importantissimi per l’Isola d’Elba, tutti posti in relazione con ciò che sta accadendo in fatto di acqua potabile ed in particolare della dissalazione dell’acqua del mare.
Non si può che essere d’accordo con l'estensore del messaggio sulla gravità delle questioni elencate, a cui io vorrei aggiungere quella che secondo mè ne è la causa principale e che consiste nella totale mancanza di una programmazione generale delle decisioni prese e in quelle da prendere.
Io voglio limitarmi alla sola materia "acqua potabile" che ritengo di conoscere abbastanza per poter sostenere che ciò che vi regna è solo l’improvvisazione , figlia diretta della mancanza della citata programmazione generale Tutti gli interventi vengono presi a casaccio. A casaccio si era deciso per dotare l’Elba di ben 21 laghetti per costituire un invaso senz'altro utilissimo di tre milioni di mc. Però è bastata la costruzione del primo laghetto chiamato Condotto per abbandonare l'improvvisazione citata. Si è subito passati al desalinizzatore di Mola senza che la sua funzionalità fosse decisa in funzione di un piano generale che riguardasse non tanto l’Elba ma, secondo mè obbligatoriamente, l’intera regione toscana. Ora salta fuori il problema della Solvay di Rosignano e la necessità di far cessare lo sfruttamento delle acque di falda o superficiali a favore di un dissalatore. Anche questo argomentato salta fuori fuori dal cilindro misterioso assieme con il coniglio con la fondamentale ma errata regola del caso. Nessuno parla dei problemi veri come ad esempio quello delle fonti della Val di Cornia. Nessuno si preoccupa di quello che può provocare una crisi dei di tale enorme produzione idropotabile , crisi da considerarsi tutt'altro che improbabile-
Ci sono poi mille altri problemi idrici come sono i pozzi e le sorgenti dell’Isola utilizzati per l'alimentazione degli acquedotti e, a mio avviso, utilizzati in modo sbagliato soprattutto a causa della mancanza e del mancato funzionamento dei serbatoi di accumulo acqua potabile dell’isola. Un altro argomento di cui si parla frequentemente è la costruzione di una nuova condotta sottomarina di collegamento con la terraferma, ma nessuno si preoccupa di verificare quali possono essere razionalmente le fonti atte ad alimentarla, pur sapendo a priori che esse non potranno assolutamente essere quelle della Val di Cornia. Ma allora qual ne sarà la soluzione? Lasciamo perdere la possibilità di raccogliere ed accumulare gli enormi volumi di acqua piovana che vengono lasciati defluire inutilizzati a mare senza mai prevederne una efficace utilizzazione.
Nessuno parla della necessità, assolutamente di competenza degli organi regionali, di effettuare una programmazione generale per la razionalizzazione di tutte le risorse non solo dell’Isola ma dell’intera regione.
Quello che è necessario fare immediatamente e che del resto è prescritto dalle vigenti leggi è un progetto di massima , un progetto preliminare ma sufficientemente particolareggiato nei principi fondamentali, progetto (progetto , non costruzione!) di una grande rete regionale, delle relative nuove potenti fonti e dei relativi grandi serbatoi di accumulo sempre a carattere regionale. Solo tale progetto, redatto con tutte le conoscenze , le prove, le sperimentazioni e le esperienze già fatte, può definire preventivamente quali sono le decisioni basilari da prendere, tutto il resto di cui si sbandiera ai quattro venti è nullo, è improvvisazione proprio perché mancano le idee , le documentate decisioni di base delle quali anche domani nella grande riunione si parlerà solo sommariamente e sicuramente senza dare l’avvio reale ad una programmazione generale, regionale seria e documentata.
SOLIDARIETA'
Messaggio 97138 del 29.07.2019, 16:00
Provenienza: Portoferraio
IN SEGUITO AL CROLLO DELLA PALAZZINA IN VIA DE NICOLA A PORTOFERRAIO, IL COMUNE HA ATTIVATO UN CONTO CORRENTE DI SOLIDARIETÀ PER AIUTARE LE FAMIGLIE




l'Amministrazione comunale di Portoferraio ha deciso di attivare un conto corrente bancario di solidarietà con le famiglie colpite dal tragico evento di via De Nicola".
Sarà possibile effettuare una donazione al seguente Iban:
IT50S0103070740000000983392. .
Chi effettuerà un bonifico dovrà indicare nella causale: "Raccolta fondi per le famiglie coinvolte nel crollo della palazzina di V. De Nicola (23.07.2019) -Portoferraio".
STRAD'ARTE 2019
Messaggio 97137 del 29.07.2019, 15:40
Provenienza: Campo nell'Elba
GRANDE SUCCESSO DELLA MOSTRA “STRAD’ARTE” A MARINA DI CAMPO




Una presenza eccezionale di pubblico e un’importante “lascito” di opere d’arte, costituiscono la sintesi del bilancio della manifestazione “Strad’arte,” organizzata dall’Associazione La Giostra e dal Comune di Campo nell’Elba e conclusasi a Marina di Campo il 26 luglio.
Il risultato è andato oltre le aspettative dell’amministrazione campese che punta molto sull’arte popolare e contemporanea, in grado di coinvolgere gli ospiti ed i residenti e che vuole consolidare queste manifestazioni con l’obbiettivo di creare un vero e proprio museo a cielo aperto.
Così le opere di Blub, Cubo Liquido, Luca polesi e tutti gli altri non solo hanno attirato e coinvolto gli spettatori, ma rimangono come testimonianza ed arricchimento del paese.
Grande soddisfazione esprime l’assessore di Campo nell’Elba alla cultura, Chiara Paolini, sia per l’andamento della manifestazione sia per il risultato artistico finale. “Moltissime persone commenta - hanno partecipato, scattando un’infinità di immagini, le opere rimaste sono bellissime ed invitiamo tutti a passare a vederle”.
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA