Pagina 5/1223: [] [1] [2] [3] [4] (5) [6] [7] [8] [9] [10] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
x riese di fòri..
Messaggio 91357 del 30.07.2018, 12:20
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Non capisco dove sta l'inadeguatezza del mio intervento. Oltre che dire che la tassa di sbarco andrebbe abolita per fare posto alla tassa di soggiorno come in tutta Italia, così che anche i non residenti non dovranno pagarla, altro non posso dire.

Paolino l'arrotino
BORGO DEGLI ARTISTI
Messaggio 91356 del 30.07.2018, 11:35
Provenienza: Capoliveri



IL 31 LUGLIO INCONTRO CON L’AUTORE NEL “BORGO DEGLI ARTISTI” DI CAPOLIVERI. GIAVANNA OLIVARI PRESENTA “LO SPECCHIO DEL MARE”


Si terrà Martedì 31 luglio, alle 21,30 nel “Borgo degli Artisti” di Capoliveri, presso il locale Fandango, il libro “Lo specchio nel mare”, (Persephone edizioni), raccolta di poesie di Giovanna Olivari illustrate dalle foto di Mario Pellegrini.
Un sodalizio affettivo e artistico che vede i due, la poeta e il fotografo, essere ispirati dalle piccole cose del quotidiano, un quotidiano che spesso condividono e che separatamente l’una dall’altro affrontano con la parola e con l’immagine. Nel momento di far coincidere il messaggio, ecco misteriosamente lo svelarsi delle coincidenze, delle risonanze, delle affinità di percezione.
Allora, «Il discorso poetico di questa raccolta», come sottolinea Manrico Murzi nella sua stupenda introduzione, «Crea la metafora di mare e cielo alternantisi nell'essere specchio di eventi interiori che si riflettono all'esterno e nella natura. L'inizio ha fronde di salice che, con il loro movimento grazioso ma triste, invitano l'essere umano a riflettere sul dopo della vita, a porsi domande su quel che resta di noi a chi succede. A scacciare melanconici pensieri sta la visione di calici in fiore, dei quali s'immagina l'allegro scampanio: ravvivano l'atmosfera, cui si aggiunge il moto inarrestabile delle rose rampicanti. Un abbrivio verso il tempo che verrà. Il mistero della tenacia con cui il rosso del fiore appena sbocciato splende come avvenne nella prima rosa che nacque. La rosa antica e quella nuova sono legate, appunto, dall'epifania dello stesso colore. “È la vita”, affermano la poeta Giovanna Olivari e il fotografo Mario Pellegrini».
Un vero e proprio happening culturale che vede coincidere quattro forme d’arte.
Le letture sono accompagnate dalla proiezione video delle foto, alla musica di Alessandra Geri e contornate dalle opere pittoriche di Michelangelo Venturini.
Orari servizio di trasporto marittimo passeggeri "Il Chicchero
Messaggio 91355 del 30.07.2018, 11:07
Navi&armatori
Messaggio 91354 del 30.07.2018, 09:52



Gent.issimo Mario Lanera,

lei parla di gettare veleno giusto per odio, dimenticando o facendo finta di dimenticare il ruolo che ricopre.
E' palese la sua difesa verso il padrone dei vapori ma lasci perdere per una volta le altre compagnie.
Il caos degli imbarchi è stranamente aumentato quando sono arrivate all'Elba vettori che imbarcano dalle 300 alle 400 autovetture, forse per contrastare la noiosa concorrenza delle due compagnie che lei nomina spesso.
Finché non c'erano loro, all'Elba si arrivava tramite le "nuovissime" Moby Baby, Moby Love, Giraglia e Bastia con un totale di carico che superava di poco le 400 autovetture.
Dall'anno scorso sono state messe in campo altre "nuovissime" navi con la quali si raggiunge lo stesso carico, con una sola di esse.
Buona giornata
riese di fori
Messaggio 91353 del 30.07.2018, 09:25
Provenienza: piombino
Sono molto deluso che al mio messaggio 91291 del 25/7 non ci sia stato alcun seguito, se non una mezza considerazione inadeguata di Paolino l'arrotino. Probabilmente quello della tassa di sbarco è un argomento che non interessa oppure chi è assoggettato a questo stato di cose e ne subisce le conseguenze giornaliere, pensa che sia una cosa giusta. Questa mia delusione è rivolta agli elbani di fori in particolare ai piombinesi. Sarei curioso di vedere quale reazioni avrebbero invece gli abitanti dell'Elba se dovessero pagare anch'essi una tassa per venire a Piombino??.
Paola da Portoferraio
Messaggio 91352 del 30.07.2018, 08:01
X Massimo Della Santina

Massimo hai tutta la mia solidarietà , sostegno per quello che ti è successo.
Sai che ti ho sempre ammirato per la tua grande voglia di lavorare. In bocca al lupo e al diavolo se qualcuno ti ha voluto male e criticato..un abbraccio da Paola di Portoferraio
CAPOLIVERI Siagge sicure
Messaggio 91351 del 29.07.2018, 23:53
Provenienza: Elba
Leggo che nel piano spiagge sicure di Salvini rientra anche Capoliveri... questa è ganza, vuol dire che i venditori abusivi si trasferiranno nelle altre spiagge dell'Elba; sento odore strategico dall'alto, perchè solo Capoliveri?
moby-toremar Scrivi a moby-toremar
Messaggio 91350 del 29.07.2018, 22:37
Provenienza: D'accordo con Caos
Non per polemizzare, ma non può dire che i problemi di Portoferraio derivino dalla presenza di altre due compagnie navali (Blu Navy e Corsica ferries), sono loro che garantiscono durante ľestate un minimo di concorrenza al monopolio altrimenti assoluto.
Ci vogliamo dimenticare le fantomatiche avarie che colpiscono le navi durante ľinverno quando sul porto ci sono poche macchine da imbarcare,o i tremendi marosi che rendono impossibile la traversata???
Campese
Messaggio 91349 del 29.07.2018, 19:33
Provenienza: Campo
Oltre all'audi della lamaia c'e' anche la punto sul ponte dell'alzi.......che li da ancora piu tempo
Dante Leonardi
Messaggio 91348 del 29.07.2018, 19:24


I MISTERI VIARI DEL PORTO




Passando da viale T.Tesei, alla rotatoria dei Gabbiani mi colpisce il cartello della foto, mi fermo, si avvicina un ragazzotto con pettorina gialla e mi dice “è perché questa zona rientra nella proprietà dell’Autorità Portuale”.
Premesso che da sempre viale T. Tesei, come Calata Italia rientrano nella viabilità comunale e per Viale Tesei in passato il Comune pagava la Concessione per una fascia lato mare, ma visto, che adesso tutta la zona dei canterini ecc. è divenuta di proprietà comunale, per eccezione anche la strada rientra totalmente nel Demanio Comunale.
Comprendo che in casi eccezionali, si possa inibire il transito, ma espropriare tratti di viabilità pubblica direi di NO, e allora mi domando: ma questo Sindaco, oltre che intitolare vie, piazze e borghi, concedere cittadinanze onorarie, fare tuffi augurali e altre amenità simili, per il resto cosa fa?
Va tutto bene ... State sereni ...
Messaggio 91347 del 29.07.2018, 15:02
Provenienza: Elba Toscana Italia : come per i traghetti la colpa di tutto e di più è della concorrenza di una sola nave blunavy e di una sola nave corsica ferries ... INCOMPETENTI ...
Firenze non riesce a smaltire i rifiuti, Rossi li manda in altre città. I sindaci sul piede di guerra: "Non siamo la discarica"
Il capoluogo (ma anche le vicine Prato e Pistoia) a rischio emergenza immondizia. Così la Regione pensa a una legge per bypassare le assemblee dei tre ambiti territoriali e spedire la spazzatura negli inceneritori di altre zone. E oltre ai territori protesta anche il Pd, che è in maggioranza e blocca il testo in commissione
Nord contro Sud sull’immondizia. Accade anche in Toscana, dove i consiglieri del Pd della zona meridionale danno battaglia in consiglio regionale contro la decisione della giunta guidata da Enrico Rossi, governatore di Liberi e Uguali che però ha una squadra tutta di assessori democratici.
INCOMPETENTI
Cittadino
Messaggio 91346 del 29.07.2018, 11:38
Provenienza: pf
Mi Spiegate una cosa.... ma quell'Audi che è ferma da più di un anno sull'Alamaia.... è diventato patrimonio dell'unesco?
mario lanera
Messaggio 91345 del 29.07.2018, 08:51
Provenienza: caos
x Caos
Parti prima e' la formula vincente di Moby-Toremar per evitare le lunghe code di attesa e funziona.... Partenze ogni 30minuti e il traffico viene smaltito immediatamente.

Il problema sono le Compagnie Blu Navy e Corsica Ferries che hanno una partenza ogni tre ore e i Turisti ai quali e' stato imposto il biglietto dalla Assosciazione Albergatori pensando di avere piu' navi a disposizione si recano al porto e intasano gli accessi al porto e le strade portuali,non avendo tra l'altro un piazzale di attesa del traghetto che arrivera'.

Le persone e le auto bigliettate con Moby Toremar fluiranno tranquillamente verso l'imbarco e comunque nessuno o pochissimi con il biglietto per le 17 arriveranno al porto alle 10.

Sabato 28 un ormeggio Alto fondale occupato da nave da crociera ,ormeggio e piazzale usato da Blu Navy, l'Acciarello ha ormeggiato al Massimo Sud bloccando l'accesso al porto fino alle 945.Moby-Toremar hanno operato molo uno e tre con quattro navi e hanno fatto defluire le auto che arrivavano per partenze programmate.

Quindi prima di scrivere stupidaggini ...informatevi e non sputate veleno giusto per odio.

Moby-Toremar sempre al servizio dell'Elba..Onorato Armatori navighiamo Italiano con i fatti non parole.

Buona Domenica e buon rientro con Moby-Toremar
GianCarlo Amore
Messaggio 91344 del 28.07.2018, 18:02
RICICLO QUESTO SCONOSCIUTO !
.....tanto paga Pantalone...




L’ondata di sprechi continua. Presso la discarica di Portoferraio, è stato gettato questo porta spazzatura in ferro e acciaio inox facente parte dell’ex arredo urbano.
Un porta spazzatura ( così viene definito sul catalogo) costa minimo Euro 350,00, perché buttarla?? Perché buttare via in continuazione e per proprio comodo dispendiose attrezzature di arredo, quando si potrebbero facilmente salvare?
Noi Volontari a Portoferraio in Piazza Cavour, abbiamo riparato con nuove bullonerie, saldature, pitturazione: vasi, panchine e pattumiere come quella in foto. Il risultato è stato ottimo ed è ancora li in bella evidenza.
Quindi visto che il riciclo paga, perché continuare a danneggiare a questa stregua le proprietà dei Cittadini. Vasi, terriccio, piante, pattumiere e arredi vari spariti…. il conto è salato ed è facile da quantificare, ma tutto inutile giacché la mano in tasca per rifondere i danni, non la mette nessuno. Inoltre in Centro Storico,la Gente si lamenta per la mancanza di cestini e porta cicche. Quindi cosa bisogna fare ?
Tutt’ altra cosa sono però i deterioramenti arrecati sempre per negligenza ma nell’ ambito Sanitario,dove sono i Cittadini a subire i danni che però non sono nè quantificabili né visibili, ma questa è tutta un'altra storia.
Solo un Magistrato può fare chiarezza su questo argomento molto delicato. Mi auguro in un ravvedimento da parte dei responsabili.


Giancarlo Amore
Luciano Campitelli
Messaggio 91343 del 28.07.2018, 17:49
APPROVVIGIONAMENTO IDRICO DELL’ELBA (Riflessioni)


Leggo su Elba Notizie di domenica 22 luglio 2018 un articolo a firma G. Muti affermante che “ ASA rinuncia al Dissalatore “…
Viene riportato che in una conferenza stampa tenuta nella sede ASA di Portoferraio il massimo dirigente del settore idrico Sig. Brilli , il massimo dirigente del settore fognario-depurazione Sig. Del Corso ed il Presidente di ASA Sig. Guerrini hanno sostenuto che , nonostante gli investimenti per nuovi pozzi e le maggiori piogge invernal-primaverili , la situazione idrica elbana resta preoccupante per cui sono possibili restrizioni ed interruzioni di approvvigionamento idrico …Hanno inoltre sostenuto che “costruire il secondo dissalatore sarebbe un errore” , che “ la realizzazione del primo dissalatore partirà solo se i comuni elbani partecipano con 2 milioni di euro , altrimenti il progetto verrà annullato” e , dulcis in fundo , che “ la soluzione dei problemi idrici elbani sta solo nel raddoppio della condotta sottomarina “.
Or sono solo 7 mesi fa , il 07 dicembre 2017, il gotha regionale , Politico ed Istituzionale , unitamente ai massimi livelli dirigenziali di ASA e di A.I.T. (Autorità Idrica Toscana) hanno dato luogo ad un beffardo sconcertante monologo sull’acqua per dirci con arrogante protervia , non disgiunta da insipienza-incompetenza tecnico-scientifica , che la soluzione delle criticità idropotabili elbane sarebbero state risolte con la realizzazione di 2 dissalatori e che il progetto esecutivo del dissalatore da 40 l/sec (stralcio I del Lotto I) era di fatto già pronto a partire da subito nella sua realizzazione , che i lavori sarebbero iniziati nei primi mesi del 2018 e terminati ad inizio 2020 , con un costo di sola realizzazione di 14-15 milioni di euro di danaro pubblico …In tale occasione dai predetti attori furono proiettate slides riportanti graficamente l’andamento centennale delle temperature e delle piovosità con toni allarmistici per quanto riguardava l’Elba , allarmismi deliberatamente concertati per indurre gli Elbani ad “ingoiare” la malsana idea del dissalatore…Arrivarono a dire che le rocce dell’Elba non avevano la capacità di assorbire acqua all’interno delle loro masse , dichiarando nel contempo di non disporre assolutamente di un bilancio idrico dell’Elba , ma che comunque avrebbero provveduto ad uno studio del sottosuolo elbano postquam , non antequam , la realizzazione del dissalatore…
Ebbi allora a scrivere ben 5 articoli densi di sostanziali considerazioni tecnico-scientifiche , mai da ASA neanche timidamente contestate , dimostrando che uno o due dissalatori non avrebbero mai risolto il problema delle criticità idriche elbane e che quindi si stava buttando via e sperperando un’immane quantità di denaro pubblico per ragioni di inafferrabile interpretazione…Il megaprogetto dei 2 dissalatori fu messo in soffitta e non se n’è più parlato sino alla predetta ammissione da parte di ASA che è stato un errore andare in tale direzione…
Da quanto si qui sinteticamente riportato emerge un dato di fatto oltremodo sconcertante perché testimonia incontrovertibilmente che il manipolo di tecnici ASA-AITIANI e la massima Dirigenza politico-amministrativa di ASA-A.I.T. mancano dei requisiti per assolvere ad un compito di così elevata caratura socio-economica quale è quello di rendere l’Elba autonoma dal punto di vista idropotabile e quindi esente dalle ormai pluridecennali emergenze idriche estive cui non sono riusciti a provvedervi nonostante l’immane dispendio di danaro pubblico…Nei suoi ormai 16 ani di gestione idrica dell’Elba , ASA avrebbe dovuto adempiere al proprio compito istituzionale di rendere l’Elba autonoma dal punto di vista idropotabile e ad aggiungere anche nuove risorse idriche a quelle ereditate al suo ingresso gestionale nel 2002 , ma nulla di ciò si è realizzato per essere l’Elba ancora nell’estate 2018 in presenza delle originarie, anzi aggravate , criticità idriche…ASA è , ed è stata , sempre tesa senza soluzione di continuità temporale nell’eccellere nella produzione di megaprogetti illogici in quanto destituiti di ancorché minimale substrato tecnico-scientifico , megaprogetti in tutto fallimentari (si pensi al cosiddetto “invaso collinare del Condotto”)…Chi ha fallito al Condotto poteva essere credibile nel rassicurare l’Elba dal punto di vista del superamento delle proprie criticità idriche quando arriva a proporre ed a progettare un impianto industriale quale era ed è il dissalatore di Mola arrivando dopo 7-8 mesi ad ammetterne pubblicamente l’assurdità ? Cosa debbono pensare e desumere gli Elbani di fronte alle giravolte idrico-gestionali , tecniche e politiche , delle massime dirigenze ASA-AITIANE ? Monsieurs Brilli , Del Corso , Guerrini, Mazzei ora BASTA davvero , anche la pazienza francescan-certosin-cinese ha un limite…avete ampiamente dimostrato di non avere mai avuto un’ottica idrico-gestionale di benché minima , coerente , mirata e di non scalfibile logicità , avete sempre e solo navigato a vista nel presiedere un’Istituzione Pubblica a pregnante e fortissima rilevanza socio-economica quale è il problema della gestione dell’acqua , primario imprescindibile elemento di vita e di supporto all’economia locale…dal suo ingresso nella veste di gestore idrico integrato nel 2002 , in ben 16 anni quindi , ASA è passata dal programmare 21 piccoli invasi sul territorio elbano dandolo a bere come autentico mezzo per superare le criticità idopotabili dell’Elba , ne avete realizzato uno al Condotto (primo ed ultimo) che , nonostante i milioni di euro di danaro pubblico che è venuto a costare , è risultato in toto fallimentare ed avete quindi dovuto regredire da tale pazza idea lago-collinare per passare con forsennata disinvoltura a programmare e progettare ben due dissalatori per l’Elba ed a luglio 2018 ci venite a dire candidamente che la proposta dei dissalatori è un assurdo logico-tecnico e quindi che la soluzione migliore e definitiva sarebbe una seconda condotta sottomarina facente magari rete (come nella sanità pubblica) con un’area idrologico-idrogeologica vasta anziché puntare ancora sulle smunte falde della Val di Cornia…pensate forse di collegarci con una tubazione tipo gazprom alla Groemlandia le cui immense masse di ghiaccio si stanno squagliando dando acqua di buona qualità che non necessita neanche di essere fatta passare nel megaimpianto di dearsenificazione e di deborificazione di Franciuana in quel di Piombino che è costato , per la sola costruzione non meno di 30 milioni di euro di danaro pubblico ?
L’ormai oggettivamente acclarata insipienza , incompetenza ed incapacità gestionale del settore idrico da parte vostra depone , se rimane anche un modesto briciolo di etica deontologico-professionale e di onestà intellettuale , per un autonomo ritiro dagli incarichi sino ad oggi ricoperti …nella gestione idrica elbana si può e si deve una buona volta voltare pagina …non si può tollerare ch siate bravissimi solo a spendere improduttivamente per decenni milioni e milioni di euro di danaro pubblico senza mai avere un esito definitivo che superi le sofferte criticità idropotabili…Ci preme in chiusura evidenziare ai lettori del presente articolo le gravissime carenze gestionali aggiuntive alla fallimentare situazione di ASA e della sua Dirigenza massima dei megaprogetti degli invasi , dei dissalatori , della terebrazione dei pozzi e di tutte quante le ingiustificate carenze cognitive del territorio in gestione…
-- A) ASA ha terebrato numerosi pozzi spendendovi milioni di euro che sono risultati troppo spesso largamente improduttivi e , comunque, anche i pozzi produttivi di pianura sono stati gestiti pessimamente essendo ricorsi al loro eccessivo emungimento ben oltre il relativo punto critico tale da consentire l’ingresso di un cuneo marino che li ha spesso resi irreversibilmente inutilizzabili…
-- (B) Durante ogni pioggia si sono costantemente visti andare in mare milioni di mc. di acqua di buona se non ottima qualità senza che ASA abbia mai sentito il dovere di trattenerla sul territorio isolano con idoneo congruo deposito interrato…quell’ottima acqua non è mai entrata negli interessi di ASA , è un fatto di una gravità incommensurabile…
-- (C) ASA ha sempre deliberatamente e sciaguratamente non voluto conoscere in profondità la geologia , l’idrogeologia , la reale geomorfologia , la realtà idrografico-idrologico-idraulica dell’Elba che , unici , avrebbero in larga misura supplito alle criticità idriche sofferte…Ammette candidamente di non avere mai fatto , né di possedere , neanche una pallida idea del bilancio idrologico dell’Elba non solo , ma di non conoscere la litotipia isolana , conoscenza imprescindibile per terebrare pozzi produttivi.
-- (D) Non è stato attuato nulla di congruo sul piano degli interventi tesi a rendere la rete distributiva non più colabrodo con perdite rasentanti il 50% d’acqua…
La condotta sottomarina che vorreste realizzare ex novo non è fattibile per ragioni che saranno quanto prima esposte… ASA ha forse in testa anche un secondo megaprogetto simil-Franciana per demineralizzare e dechimificare l’acqua della paventata seconda condotta marina la cui acqua sarebbe emunta extra Val di Cornia ??? è inoltre imprescindibile venire a capo della sconcertante storia del cosiddetto “invaso collinare del Condotto”…
Per l’approvvigionamento idropotabile dell’Elba ,
“ VOLTARE PAGINA SI PUO’ e S I D E V E “ .
X CAOS AL PORTO
Messaggio 91342 del 28.07.2018, 16:42
Provenienza: SALISICCHIERO-CAPOLIVERI
KEEP CALM, la rotonda di San Giovanni risolverà tutti i problemi del traffico per Portoferraio. UAOOOOOOOO!!!!
CAOS AL PORTO
Messaggio 91341 del 28.07.2018, 14:07
Provenienza: Porto
CAOS AL PORTO E STRADE BLOCCATE

La formula "Parti Prima" di Moby/Toremar, sta dando i suoi frutti.
Sicuramente le navi delle 2 compagnie con il quasi monopolio, viaggeranno piene.
Lo scotto lo pagano gli elbani e turisti che si trovano imbottigliati negli ingorghi, con strade di accesso a Portoferraio bloccate, anche ai mezzi di soccorso.
Che senso ha prenotare un biglietto per la nave delle 17 se lo puoi utilizzare alle 10? Sicuramente crea caos. Dovrebbe intervenire il prefetto e vietare questa pratica che crea pericolo e disagio.
marco galli
Messaggio 91340 del 28.07.2018, 13:59
XNANDO. ma l'hai girato il paese? oltre alle foto c'era,un laboratorio per bimbi,i clawn, ballerini rock, via marconi con esposizioni, e poi le OPERE D'ARTE del polesi,chissà magari quele a te non garbano

PS siamo in attesa di una tua proposta per il prossimo anno

con amicizia marco
portoferraio
Messaggio 91339 del 28.07.2018, 12:45
Provenienza: per elbano
Le dò perfettamente ragione,aggiungo inoltre i vari gazebo messi di prepotenza che hanno imbruttito sia il centro storico che la periferia di Portoferraio.se chiudono d'inverno chi se ne accorge,anzi chi se ne frega
marcello meneghin Scrivi a marcello meneghin
Messaggio 91338 del 28.07.2018, 12:09
Provenienza: Mestre
E SE I SOLDI DEL DESALINIZZATORE VENISSERO SPESI IN ALTRO MODO? UN RISULTATO CLAMOROSO

di marcello meneghin

Le carte sono tutte a posto. Ancora un piccolo sforzo e basta che i comuni elbani sborsino due milioncini di euro ed il desalinizzatote parte. Io però provo, per scommessa, ad immaginare cosa si potrebbe fare fare con gli sessi identici soldi.
Si potrebbe, ad esempio, , scavare sotto il Capanne un piccolo tratto di galleria ( circa 3 km ) identica a quelle che si costruiscono dappertutto per passarvi con le macchine ma con una differenza. Qui all'Elba la si potrebbe usare nei nei mesi di autunno inverno e primavera per metterci dentro circa 230 000 mc (230000 mc! ) di acqua buona di quella che cade dal cielo oppure di quella che l'acquedotto ha in eccedenza in quei mesi e lasciarla li sotto terra, al fresco al riparo dal sole, ad un'altezza di 150 m dal mare pronta a scendere da sola potendo immettere in rete 50, 100, 150, 200 l/sec oppure qualunque altra portata che fosse momentaneamente necessaria: basta aprire le saracinesche e senza spesa alcuna, senza corrente elettrica senza pompe ma con una differenza rispetto al dissalatore che verrà costruito a Mola sempre con gli stessi soldi. Questo dissalatore sarà in grado di dare, a caro prezzo, una portata di 40 l/sec e non un litro in più ed inoltre, per diminuire i costi, nelle stagioni di scarso consumo bisognerà fermarlo. Il serbatoio invece rimane costantemente pronto a dare acqua quando serve ed ad accoglierla al suo interno quando cresce perché i consumi calano o perchè piove. Esso inoltre pone le basi per costituire in un futuro più o meno lontano. l’invaso totale di circa due milioni di mc necessario e sufficiente per il raggiungimento dell’autonomia idrica dell’Isola. Alla base di tutti i ragionamenti domina una realtà importante: il problema idrico elbano si riduce ad un periodo di una trentina di giornate estive: nessuna difficoltà negli altri giorni i quali sono caratterizzati da volumi di pioggia abbondanti e che vemgono lasciati scaricarsi inutilizzati in mare.
La soluzione descritta in queste poche righe è senz’altro troppo semplicistica e dei problemi nasceranno anche nella eventuale costruzione del serbatoio/galleria ma, alla luce degli esami già fatti, sono tutti risolvibili abbastanza facilmente.
In definitiva la costruzione di un grande serbatoio in Isola ( in questo caso da 230000 mc )  costituisce una soluzione che deve almeno essere presa in considerazione e sviluppata sulla carta prima di dare inizio al dissalatore.
Pro Loco di Marciana Marina
Messaggio 91337 del 28.07.2018, 11:21
bagni pubblici
Messaggio 91336 del 28.07.2018, 11:18
Provenienza: turista
Domani sembra che si inaugurano i nuovi bagni, docce a procchio ....speriamo che siano operativi fino a fine stagione, visto e sentito che sembra non ci siano i collegamenti con scarico fognario e allacciamenti acqua.
sarebbe una beffa se non fossero operativi visto il disagio che hanno subito le strutture confinanti e sopratutto i turisti.
FATTI NON SIAMO PER VIVER COME BRUTI...
Messaggio 91335 del 28.07.2018, 11:05
Provenienza: Zona Industriale
BRACCIA RUBATE ALL’AGRICOLTURA CHE…NON SIETE ALTRO




Non sarà certamente una strada panoramica di grande prestigio – mi dice al telefono Enzo Fornino – ma è importante perché ospita aziende commerciali di pregio e di pubblica utilità .
La strada di cui mi parla il solerte consigliere comunale, è quella denominata Via della Ferriera che inizia dal “Bricofer e , una strada che nonostante le importanti attività risulta in completo degrado, e per colmo ospita anche i magazzini di Provincia e Comune con i suoi dipendenti che non riteniamo in nessun modo responsabili in quanto comandati ma ..è il sistema che risulta colpevole, un sistema fatto solo di un incomprensibile "scaricabarili".
Dello stato di questa strada ne abbiamo parlato con tutti con decine di segnalazioni che però nessuno fino ad oggi ha preso in considerazione…
Perché ci domandiamo noi facendo eco all'incazzatura solenne di Enzo Fornino che mi chiama nuovamente e con voce tremante dall’ira mi dice ancora….- Come ultima spes mi rivolgo a te di camminando per accusare pubblicamente chi pare remare contro l’immagine della città , dei commercianti e dei cittadini tutti …
Caro amico Faber , ho anche pensando di attivarmi e dare come è mio costume in rispetto dei miei concittadini un contributo organizzando con i miei soliti volontari un intervento di pulizia , anche se non reputo giusto e rispettoso intervenire privatamente rubando il tempo libero ai miei servizievoli volontari e tutto questo solo perché chi lo deve fare preferisce stare al fresco a pancia all’aria e passare il tempo a grattarsi le gonadi.
ESTATE CULTURALE 2018
Messaggio 91334 del 28.07.2018, 10:19
Provenienza: Portoferraio



Proseguono a Portoferraio gli appuntamenti con le "Notti dell'Archeologia 2018", manifestazione regionale volta a promuovere e valorizzare il patrimonio archeologico del territorio toscano.
Di seguito gli eventi e le attività didattiche di questa settimana:
Lunedì 30 luglio ore 21:30 - Area Archeologica della Linguella
Piccoli restauratori!
Impareremo le tecniche per il restauro integrativo di oggetti in ceramica e pietra.
Attività didattica per bambini e ragazzi a cura dell'archeologo Mario Bacci. Ingresso gratuito
Apertura dell'area archeologica e della Torre di Passannante con visita guidata.
Ingresso ridotto 5 euro (gratuito per i possessori di Cosmopoli Card)
Mercoledì 1 Agosto ore 18:30 -Villa romana delle Grotte
Caccia al Tesoro "vegetale"
Divertente caccia al tesoro con indovinelli, domande e disegni sulle piante che si trovano nella Villa romana delle Grotte.
Attività didattica per bambini e ragazzi a cura dell'archeologo Mario Bacci.
Ingresso gratuito
Le Notti dell'Archeologia sono organizzate dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Portoferraio, dalla Cosimo de'Medici S.r.l e dalla Fondazione Villa romana delle Grotte, con la collaborazione di Italia Nostra Arcipelago Toscano e l'Associazione Archeologia Diffusa.

Cordiali saluti

Cosimo de'Medici s.r.l.
Marcello Camici
Messaggio 91333 del 28.07.2018, 07:56
FINE DEL GRANDUCATO DI TOSCANA ASBURGO LORENA
L’ALBA DELL’UNITA’ D’ITALIA ALL’ELBA (1859-1860)
RESPINTO IL RECLAMO SULLA VALIDITA’ DELLE ELEZIONI MUNICIPALI DI PORTOFERRAIO


(PRIMA PARTE )

I giorni 30 -31 ottobre e 6 novembre 1859 si è proceduto al rinnovo delle rappresentanze municipali col metodo della elezione in sostituzione del metodo dell’imborsazione.
Da allora questo metodo non è stato più abbandonato.
A Portoferraio è sorto però un reclamo.
Chi contesta la validità delle elezioni si è rivolto al governatore di Livorno il quale con officiale del 28 novembre 1859 rimette tutto alla decisione del Consiglio degli eletti della città di Portoferraio.
Il consiglio degli eletti si riunisce il 30 novembre .
Questo il verbale :
“Comunità di Portoferraio dì trenta Novembre 1859
L’Adunanza è aperta a Ore Undici antimeridiane nella solita sala del Municipio.
Sono presenti i Signori
Dott Fabio Squarci Gonfaloniere
Alessandro Lambardi
Luigi di Lazzero Gavassa
Matteo Diversi
Candido Bigeschi
Dott Giorgio Manganaro
Giuseppe Quartini
Domenico Mibelli
Bernardo Senno
Dott Pellegro Senno
Giovanni Traditi
Francesco Angiolo Foresi
Domenico Gasparri
Dott Eugenio Fossi
Dott Aristide Lorenzini
Dott Eugenio Bigeschi
Giuseppe Sbarra
Jacopo Talinucci
Torello Mochi

Non è intervenuto il Sig. Avv.to Luigi Hutre perché assente e rinunziante l’ufficio di Consigliere Supplente-
Il Gonfaloniere dichiara che la presente adunanza ha per scopo verificare la validità delle fatte elezioni.Quindi ha comunicato e letto la Officiale del 28 novembre 1859 del Governo di Livorno ed il ricorso con la medesima accompagnato,proponendo che il Consiglio deliberi se deve o no prendere in considerazione il ricorso stesso prima di procedere alla verifica della validità della elezione.
A questo effetto ha invitato coloro tra i Consiglieri e Supplenti che hanno firmato l’enunciato ricorso ad astenersi dal voto ed assentarsi per avere nell’affare un interesse diretto.
Allora sonosi assentati dalla Sala i Sig.ri Bernardo Senno,Domenico Mibelli,Candido Bigeschi,Luigi di Lazzero Gavassa e Matteo Diversi i quali dichiarano di aver sottoscritto lo stesso ricorso…”
(Atti relativi alla formazione delle liste elettorali comunali e risultato delle lezioni .Anni 1860-1864- Filza 58: adunanze comunali tenute nell’ottobre e novembre 1859 per le elezioni dei Consigli dell’anno 1860.Archivio storico comune Portoferraio)

Marcello Camici
mcamici@tiscali.it
Marcello Camici
Messaggio 91332 del 28.07.2018, 07:53

TUTTI PER UNO...UNO PER TUTTI ...

All’Elba quando c’è da protestare si invoca sempre che tutti i sindaci si muovano uniti per far sentire la voce del “popolo” elbano.
Molti ritengono che la voce di un unico sindaco avrebbe maggior peso politico.
Politico è infatti sempre il nodo da sciogliere e la politica si svolge nel luogo dove “si puote ciò che si vuole”.
In Italia, il più alto luogo di questo tipo è il parlamento.
Qui,in questo luogo,la voce del “popolo” elbano non è diretta: non esiste un elbano/a eletto/a in parlamento che rappresenti politicamente il territorio dell’isola.
Il territorio insulare è peculiare per questo è stato creato ANCIM( associazione italiana comuni isole minori).
Ma non è stato creato un collegio elettorale specifico per le isole minori dove possano essere eletti candidati al parlamento che siano espressione politica di un territorio insulare.

L’Elba ,isola più grande tra le minori,deve farsi promotrice.

Marcello Camici
ELBANO
Messaggio 91331 del 27.07.2018, 21:35
Ma in che Paese viviamo se un ristoratore ritiene che il traffico debba chiudere quando vuole lui perchè così incassa di più.
Però, già che paventa l'idea di chiudere per protesta e prevede di andare in montagna,gli propongo il SudTirolo, così comprenderà rapidamente come interpretano la legge da quelle parti.
L'arroganza non ha limiti ormai.
Roba da matti.
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 91330 del 27.07.2018, 18:20
Provenienza: Capoliveri
un'altro campese
Messaggio 91329 del 27.07.2018, 18:04
Provenienza: Campo
X Marco Galli
Lascialo perdere,già parla solo con 4 o 5 parenti,levali anche la possibilità di esprimere la sua conosciuta cattiveria e stupidità...
è e rimarrà sempre un"poverino"........
Domande al Presidente Sammuri
Messaggio 91328 del 27.07.2018, 15:54
Provenienza: Rio
Ho letto la Sua cordiale risposta all'Assessore all'Ambiente del nostro Comune ove dice che gli eventi sono concentrati a Lacona perché il Parco Nazionale ha comprato le dune. La mia domanda nasce quindi spontanea, non c'è niente da comprare a Rio? La spiaggia di cala seregola per esempio, con tutte le belle strutture protette dall'Ente che Lei rappresenta. Perché no l'intero compendio minerario visto che, causa vincoli del Parco, non ha alcun interesse per i privati e quindi nessun valore commerciale? Se il Vostro problema fosse veramente la proprietà delle aree Vi ricordo che qui da comprare c'è di tutto ed a prezzo modico. Il mio dubbio è che, dune o non dune, su questo versante è più facile mettere vincoli che quattrini.
marco galli
Messaggio 91327 del 27.07.2018, 14:31
caspita NANDO che paroloni ,ma perchè un ti firmi?

PS guarda che ti abbiamo individuato e infatti quello che scrivi è consono alla tua persona
COMUNE INFORMA
Messaggio 91326 del 27.07.2018, 12:17
Mario Ferrari Sindaco
Messaggio 91325 del 27.07.2018, 12:07
RINGRAZIAMENTO ALL’OPPOSIZIONE E OCCASIONE PER PARLARE DEI FONDI DUPIM

Mi corre l’obbligo di ringraziare il gruppo di opposizione del Partito Democratico in consiglio comunale non solo per le congratulazioni ricevute ma anche perché mi permette di fare chiarezza sui fondi DUPIM.
Quando il PD afferma “I Comuni Elbani già dal 2004 hanno avuto accesso a tali finanziamenti, con i quali a Portoferraio furono, fra le altre cose, sistemate le fortezze, il Forte Falcone e la messa in sicurezza idraulica del Carburo, oggi dobbiamo presentarne di nuovi e qualificanti.” dice soltanto una mezza verità, probabilmente perché non a conoscenza del lavoro fatto dagli uffici.
Infatti, con lettera protocollata in data 9 Marzo 2017, n° 6163, a firma congiunta mia e del dirigente dell’ufficio tecnico, sono state trasmesse le schede relative a progetti già precedentemente presentati, con l’integrazione dei bastioni di S. Fine, batteria degli Spagnoli e Torre della Linguella. I progetti presentati erano ben 19 tra cui ricordo Piazza Citi, cortile interno e cisterna della Biscotteria, restauro del Padiglione dei Mulini, Arsenale delle Galeazze, il cammin coperto di Forte Falcone, via della Fonderia, Porta a Mare, aree esterne di Forte Inglese, la città sotterranea di Portoferraio, per un totale di € 11.926.000,00 .
Se questo significa “non presentarne di nuovi e qualificati”, quali sono per il PD quelli qualificati?
Vorrei a questo punto anche io fare una sterile polemica. I fondi DUPIM dell’ANCIM sono stati erogati fino al 2013 alle isole minori, e anche l’Elba ne ha usufruito, come giustamente faceva notare il PD. Dal 2013 in poi, ci sono ben 60 milioni di euro fermi, senza che vengano fatti i bandi.
Purtroppo, non posso fare a meno di ricordare che in quel periodo, al governo, c’era il PD.


Mario Ferrari
A GAMBE STRETTE.....
Messaggio 91324 del 27.07.2018, 10:57
MI SCAPPA LA PIPI' PAPA'



In questi giorni di grande calura con conseguente crescente presenza vacanziera, per le strade della città, e non solo in qualche luogo solitario della periferia, è molto forte l'odore di fogna ma soprattutto di urina. Chiunque cammini o passeggi, può notare distintamente l'impronta nerastra sul nero dell'asfalto molte volte sul rosso delle mattonelline del salotto buono, anche la torretta del molo Gallo ne fa spesso le spese .
Sappiamo bene la provenienza del profumo fognario, confuso tra acciughe e sardine del Gallo ( stendiamo un velo pietoso ) ma la moda della minzione estrema è veramente vergognosa e che sia opera dei soli amici a quattro zampe è quantomeno dubbio….guai poi ad entrare in una delle superstiti cabine Telecom ormai ricettacolo di tutto e di più.
Spezziamo una lancia in favore degli irrigatori per necessità , perché per poter fare la pipì un qualunque turista o cittadino è costretto a entrare in un bar, pagando il pedaggio di un caffè, di un bicchier d'acqua o di un succo di frutta per il bambino per poter usufruire della toilette. Chi non accetta lo scambio caffè-pipì - non ha altra risorsa che camminarne a gambe strette alla ricerca di un posto semi appartato dove svuotare le cateratte .
Sono infatti scomparsi da tempo dall’Itala patria i vespasiani di antica memoria, gli orinatoi a forma di edicola, o di torretta, che si trovavano fino a vent'anni fa in quasi tutte le città , e sono scomparsi anche quelli “a nolo” che il comune metteva sul piazzale di S.Martino oppure alla Linguella durante le feste e le manifestazioni è scomparsa anche la cabinetta a pagamento, ricordate, istallata sul porto ....adesso la sera si usano senza ritegno le vecchie cabine telefoniche della telecom ormai in disuso…
Per i gabinetti pubblici ormai, tolto il piccolo Diurno all’interno delle mura medicee, mentre tornando al porto non so nemmeno se siano pubblici quelli all’interno della biglietteria CCT, oppure quelli alla vecchia biglietteria Toremar al palazzo Cromofilm , ma anche se ci fossero per trovarli bisognerebbe essere indovini .
Eppure ditte che forniscono decorosi wc chimici non impattanti a noleggio esistono anche da noi i cantieri edili li usano spesso per il loro personale , perché cari amministratori non approfittarne , sarebbe un segno di attenzione e soprattutto di civiltà.
Ma anche in questo caso le nostre critiche saranno ignorate perchè "loro" purtroppo sono sempre in tutt'altre faccende affaccendati , e se ci risponderanno , diranno che la colpa è dell’incuria e della maleducazione dei cittadini ecc. ecc. ….
E con questo anche per questo fine luglio i nostri ospiti sono stati pagati “profumatamente” ....le buone notizie possono attendere ……
Polizia di Stato di Portoferraio
Messaggio 91323 del 27.07.2018, 10:41
PLURIPREGIUDICATO FERMATO DALLA POLIZIA DI STATO IN POSSESSO DI DROGHE E DENARO CONTANTE



Il lavoro costante ed assiduo delle pattuglie in uniforme ed in borghese della Polizia di Stato sta dando i suoi frutti, su tutta l’Isola d’Elba ove è in atto un lavoro approfondito sul fenomeno dello spaccio. In questo contesto nella mattinata di ieri Gioverdì 26 luglio, in località Colle di Procchio del Comune di Marciana, è stato tratto in arresto Michele Mattafirri classe 1983, pluripregiudicato, trovato in possesso complessivamente di grammi 30 di cocaina; grammi 30 di hashish; 7 cristalli di MDMA; un bilancino di precisione e la somma di euro 1310.
Il controllo è iniziato alle ore 10.25 circa di ieri, quando gli operatori della Volante durante il transito in località Colle di Procchio, nel Comune di Marciana, fermavano e controllavano due persone a bordo di un’autovettura Renault Clio grigia.
L’intuito investigativo e le segnalazioni giunte all’investigativa e sulle quali era in atto un approfondito lavoro, determinavano un controllo approfondito sul Mattafirri che consegnava spontaneamente una modica quantità di sostanza solida marrone, verosimilmente stupefacente, del tipo “Hashish” suddivisa in due parti avvolta in carta velina trasparente, il tutto occultato all’interno del proprio abbigliamento intimo. L’intervento immediato dell’investigativa che era nei pressi e la perquisizione presso l’abitazione nel citato Comune portava al rinvenimento della sostanza stupefacente, confezionata per lo spaccio. In particolare 27 involucri di cocaina, bilancino di precisione e materiale per il confezionamento dell’hashish. Particolare rilevanza ha il rinvenimento di 7 cristalli marroncini che, da un attento esame della Polizia Scientifica, risultano contenere il principio attivo MDMA.


Mattafirri era personaggio già noto per essere finito agli arresti domiciliari nel 2012 nell’ambito della maxi operazione della Polizia di Stato di Livorno con oltre 50 arresti.
Il nostro problema di sicurezza - ha aggiunto il Dirigente - è quello di isolare dal contesto quelli che la droga la procurano, la vendono. Per non parlare della cocaina e dell’ecstasy. In questo contesto occorre un’alleanza tra Istituzioni e FF.OO. per agire su vari livelli: educazione, prevenzione ed infine, l’inevitabile repressione. Dico con chiarezza che non è un quadro di una gravità particolare quello che emerge dall’analisi in atto, ma non dobbiamo consentire che lo diventi. Dobbiamo martellare. Educare, sanzionare l’uso, reprimere lo spaccio. Uno scenario che va affrontato non solo con le forze dell’ordine ma anche con le altre Istituzioni ed in tal senso ho già avuto segnali positivi dalle Amministrazioni comunali con le quali c’è un’ottima sinergia.
Non ho la bacchetta magica per risolvere il problema dell’abuso di alcool e droga - ha concluso il Dirigente - ma tutti insieme FF.OO. e Istituzioni possiamo …martellare. Senza fretta ma…. senza tregua.”
Pericolo incendi Rio
Messaggio 91322 del 27.07.2018, 09:51
A proposito pericolo incendi: sono anni oramai che abbiamo fatto pervenire all'Amministrazioni ex Rio Elba di far pulire tutta l'area di proprietà della SVE srl a Nisportino,dove ,per capirci,c'era l'ex Villaggio turistico.Sono ormai circa 15 anni che tutto è abbandonato senza alcun interesse manifestato dalla proprietà e,peggio ancora,da parte delle Amministrazioni passate.
Vediamo ora questi nuovi amministratori cosa sono capaci a fare...per fortuna che c'è la Battaglia,ambientalista convinta,.....VIGILEREMO
Tango
Messaggio 91321 del 27.07.2018, 09:50
Provenienza: Elba
Ho letto che la settimana del tango non c'e' stata a Marina di Campo, ho visto anche che ci sarà la prima settimana di settembre e credo presso un hotel di Portoferraio ?
lungonese
Messaggio 91320 del 27.07.2018, 09:47
Provenienza: Porto Azzurro
Maurizio, ai bar hai imposto,GIUSTAMENTE, delle regole sull'arredo dei tavoli,ecc. qualche locale in piazza che si è migliorato anche internamente con gran gusto...
ma quella specie di paranza con le reti puzzolenti in cima al porto, di fianco ai Panfili più belli che vengono in porto, non la vedevi? è stata giorni e giorni e nessuno interveniva?

Capite perché siamo arrivati ad agosto e la sera ci sono ancora posti barca vuoti mentre quelle poche barche che venivano di un certo livello piano piano sono sparite?

Continuiamo a chiedere sempre più un turismo di massa, barchette sui pontili galleggianti, davanti al salotto di Porto Azzurro barche sempre più piccole con a bordo anziane "signorine" che si sdocciano mentre la gente passeggia sulla piazza...
Avanti tutta con i pontili galleggianti (e...indietro tutta con i parcheggi nei campi!)

Turismo all'Elba
Messaggio 91319 del 27.07.2018, 09:46
Provenienza: Elba Smeralda
All'Elba ci sono solo due hotel a cinque stelle e soli diciotto a quattro stelle, poca roba per fare turismo di vera qualità, a Capri, che è molto più piccola, ci sono ben dodici cinque stelle e cinque stelle lusso, e poi con tutte le seconde, terze, quarte, quinte case vacanza costruite, che turismo pensate di fare?
Anche con la selezione dell'alto costo del traghetto viene lo stesso un turismo di massa ciabattaro che si porta anche la spesa da casa.
Così è se vi pare.
LIONS CLUB ISOLA D’ELBA
Messaggio 91318 del 27.07.2018, 09:08
CHIUSURA DEL TRIBUNALE DI PORTOFERRAIO
Intervento del Lions Club Isola d’Elba






Il Lions Club Isola d’Elba ha appreso con preoccupazione la notizia che nella bozza di decreto legge sulla proroga dei termini in materia di giustizia, non è prevista la proroga delle funzioni territoriali svolte dal Tribunale di Portoferraio.
La chiusura del Tribunale elbano, se realizzata costituirebbe un altro aggravio pesante sia dal punto di vista dei costi che per gli spostamenti che imporrebbe ai singoli cittadini.
Il Lions Club Isola d’Elba auspica che, le forza sociali e istituzionali del territorio, riescano a scongiurare la chiusura del Tribunale di Portoferraio, riuscendo a far riconoscere quanto la situazione di insularità che caratterizza l’Elba penalizzi ancora una volta tutte le normali azioni della vita quotidiana di ciascuno.
Luigi Lanera Fdi AN
Messaggio 91317 del 26.07.2018, 23:11
In qualità di segr prov di Fdi ho messo a conoscenza dei nostri parlamentari la situazione del tribunale di Portoferraio . Mi è stato riferito che si impegnano nel portare in discussione in parlamento la nostra situazione .Ho già spiegato loro che il movimento 5 stelle toscano , pur avendo loro rappresentanti nella maggioranza di governo , non hanno ritenuto degno di attenzione il nostro problema . Attendo notizie dai miei rappresentanti e lo comunicherò ai cittadini Elbani .


Luigi Lanera Fdi
SINDACI TUTTI A ROMA
Messaggio 91316 del 26.07.2018, 18:52
Provenienza: Elba
I SINDACI E I CONSIGLI COMUNALI NE FARANNO PARTE???


Si legge: "Mercoledì 1° agosto, i rappresentanti elbani dell’Associazione Forense, dei Comuni elbani, e delle Associazioni di categoria, incontreranno a Roma membri della maggioranza parlamentare. L’obiettivo dell’incontro sarà quello di far approvare un emendamento al Decreto Milleproroghe, che intanto conceda la proroga al mantenimento dell’Ufficio di Portoferraio"
In questi giorni abbiamo letto tante belle interviste tutte con lo stesso taglio di protesta e di probabili iniziative rilasciate dai Sindaci e dai vari assessori e consiglieri Comunali di maggioranza e di minoranza ora, che dalle parole AI FATTI proposti dall'Associazione Forense, ci si aspetta da TUTTI gli amministratori Elbani ad iniziare dal Sindaco Ferrari di far parte della trasferta e di essere determinati nel restituire la fascia tricolore qualora nel decreto che tra poco diventerà legge, NON si conceda la proroga al mantenimento sull'Elba della sede staccata del tribunale.

SARANNO DISPOSTI A FARLO I NOSTRI 7 AMMINISTRATORI?
GLI ASSESSORI E I CONSIGLIERI DI MAGGIORANZA E DI OPPOSIZIONE METTERANNO NEL PIATTO DELLA RESTITUZIONE CONTENENTE GIA' LE FASCE TRICOLORI LE LORO DIMISSIONI?


Dottor Marini aspettiamo un grande gesto Istituzionale da Lei che si vuol proporre ad amministrare Portoferraio nel 2019.
Speriamo, da loro dipende il futuro non solo del tribunale ma della credibilità della politica Elbana,Ischia lo insegna.

GIU' LE MANI DAL TRIBUNALE.
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 91315 del 26.07.2018, 17:55
Provenienza: Capoliveri
MARCIANA EVENTI ESTATE 2018
Messaggio 91314 del 26.07.2018, 16:54

Ale e Franz e la loro “Intervista spettacolo”


Sabato 28 luglio, alle ore 22, ai Giardini di Procchio le manifestazioni estive di Marciana proseguono con Ale e Franz e la loro “Intervista spettacolo”. Dopo il successo di “Tanti Lati – Latitanti” e lo spettacolo omaggio a Gaber, ancora nei teatri per la stagione 2018/2109 dal titolo “Nel mio piccolo”, i due famosi comici sbarcano a Procchio con “L’intervista spettacolo” in cui dal palco risponderanno a domande e curiosità che arriveranno direttamente dal pubblico, sapientemente guidato da loro stessi, raccontandosi e raccontando come nascono e come vivono i loro personaggi più celebri, ripercorrendo la loro carriera artistica e coinvolgendo anche gli spettatori presenti. Oltre un’ora e mezza di puro divertimento, dove non mancheranno colpi di scena, battute e le gag che hanno reso il duo una fra le realtà comiche più influenti degli ultimi decenni.
Presenta la serata Paolo Chillè.

“L’intervista spettacolo” è ad ingresso gratuito
Nando
Messaggio 91313 del 26.07.2018, 16:43
Provenienza: Marina di Campo
Vedo che sono scattati tutti sull'attenti a difendere l'indifendibile. Diciamo la verità per favore! Un evento (!!!!) Che non ha chiamato NESSUNO a Campo. Le vie del paese allestite tipo cantiere con foto e quadri che non vedeva nessuno. Attaccati du fili di luce che nemmeno ai tempi di Anciolle. Un murale orrendo che circonda il monumento al grande Tesei.
E tutto questo per i GIOVANI CAMPESI? Ma andassero a lavorare e a pagare un pò di tasse come tutti! Sapete cosa faccio? Il prossimo anno quando mi arriva spazzatura IMU e tasse chiedo al comune se da anche a me qualche migliaia di EURO per esporre le mie opere e venderle! CON LA RICEVUTA PER CARITÀ! TROPPO COMODO FARE I GIOVANI IMPRENDITORI CON I SOLDI DEL COMUNE!!!!
Quest'anno oltre ad aver mandato via il tango, a far sempre l'orchestrine con le solite musiche e sta roba delle foto che manca? Ancora le polveri colorate? Due salsiccicate? Volete far turismo Così? BRAVI
FANNO BENE A.NON VENIRE A CAMPO. CON QUELLO CHE COSTA È UNA PRESA DI C.....
Coordinamento Volontariato Toscano
Messaggio 91312 del 26.07.2018, 15:48


La collaborazione di tutti nel dare un taglio agli incendi boschivi inizia a dare i suoi frutti e l’evento di ieri 25 luglio, sviluppatosi nel tardo pomeriggio, ne? da dimostrazione. Erano circa le 18.40 quando giungeva direttamente ai volontari della sezione Racchetta Elba, da parte di alcuni cittadini, la segnalazione della presenza di una colonna di fumo che si alzava da un punto della collina sopra S. Ilario, paese del Comune di Campo nell’Elba. Dopo pochi secondi e? giunta la chiamata della SOUP (Sala Operativa Regionale) alla sezione Elbana che, iniziato il secondo turno della giornata di attività? di presidio del territorio da pochi minuti, ed essendo ancora nella zona della loro sede (pochi km di distanza dal punto di incendio segnalato), in una manciata di minuti si sono recati sul posto spengendo l’incendio; 20mq di sottobosco (principalmente aghi di pino e rovi) nella zona sopra Sant’Ilario dove la strada che porta in loc. le solane incrocia il sentiero GTE. Ed e? proprio su questo sentiero che si trovavano degli escursioni che, alla vista del fumo, si sono subito diretti nel punto del probabile innesco e hanno cercato di contenere l’incendio. Le cause dell’incendio, sulle quali stanno indagando i Carabinieri di Marina di Campo arrivati pochi istanti dopo lo spegnimento, sono ancora sconosciute. Squadra Racchetta Elba e Vigili del fuoco distaccamento Portoferraio, terminate le operazioni di bonifica, sono comunque rimasti in zona per buona parte della serata scongiurando una ripresa dell’incendio.
Cogliamo l’occasione per ricordare a tutti il divieto, fino al 31 agosto, di accensione fuochi e quanto sia importante, in caso di avvistamento di un principio di incendio, chiamare subito il numeroverde 800 425 425 della Sala Operativa Unificata Permanente oppure il 115 (Vigili del Fuoco).
f.to UFFICIO STAMPA CVT (Coordinamento Volontariato Toscano)
La vergogna della TARI
Messaggio 91311 del 26.07.2018, 15:21
La TARI , tassa sui rifiuti, dovrebbe essere direttamente proporzionale a quanti uno ne produce. Questo sarebbe un principio giusto e corretto ma siamo il paese della tassa sui fossi, della tassa sui passi carrai a caso ovvero delle tasse inventate. In pochi anni , dice la TV , le quantità sono diminuite ma gli oneri sono aumentati più di 7 volte a dimostrazione di come siamo governati da sindaci incapaci , superficiali e di un livello veramente basso. Poi c'è la TARI sulle seconde case , abitate un mese o due al massimo dai proprietari oppure affittate per tre mesi al massimo e anche loro tariffa piena. insomma non ci facciamo una bella figura con una UE che vuole insegnarci a stare al mondo in modo civile e onesto. In questo caso sono le amministrazioni che ci rubano a fronte di leggi idiote e io mi auguro che si sveglino associazioni di consumatori, altre organizzazioni che possano farci restituire tutti i soldi che ci stanno rubando, amministratori che ora governano con festicciole , mangiate e congressi sul sesso delle formiche rosse .....una vera vergogna.
GRUPPO ASTROFILI DI SAN PIERO
Messaggio 91310 del 26.07.2018, 14:00
Tutto pronto per ammirare la Luna Rossa.
Il 27 luglio dalle ore 20,30 tutti al piazzale dell'astronomia a San Piero
.



Il gruppo astrofili metterà a disposizione un moderno telescopio elettronico per osservare l'eclissi più lunga del secolo.

L' Eclissi Totale di Luna, completamente visibile da tutta Italia, La Luna nascerà dal Mare già arrossata perché il fenomeno è cominciato con il nostro Satellite che entra nella penombra ancora sotto l’ orizzonte, ma ci potremo godere la intera Eclissi.
Marte all’ Opposizione, come la Luna sorgerà al Tramonto, il diametro apparente del Pianeta Rosso, sarà circa la metà di Giove e quindi potremo vedere alcuni grossolani dettagli della sua Superficie.
Saturno nel Sagittario, visibile per gran parte della notte, praticamente tutta l ‘estate, con lo Splendore dei suoi Anelli.
Giove, con le sue Bande Equatoriale, la Grande Macchia Rossa e la sua corte di Satelliti, visibile nella Costellazione della Bilancia, solo nella prima parte della serata.
Venere immersa nei colori del Tramonto, ma meravigliosamente Splendente.
CIELI SERENI "IL GRUPPO ASTROFILI DI SAN PIERO"
CAPOLIVERI ESTATE
Messaggio 91309 del 26.07.2018, 13:54
IL 26 LUGLIO TORNA A CAPOLIVERI LA FESTA DEL PESCE POVERO E SI VA ALLA SCOPERTA DEGLI ANTICHI SAPORI. IL 27 LUGLIO LA SPETTACOLARE ESIBIZIONE DEGLI ARCIERI DEL MARE.


Vera espressione della cucina tipica locale, tradizione gastronomica autentica e appuntamento fisso per chi vuol gustare il sapore del pescato dell’Elba, la Festa del Pesce Povero di Capoliveri torna anche quest’anno per una nuova edizione in programma per la sera di giovedì 26 luglio.
E’ l’elogio del gusto e della tradizione. Un evento imperdibile, che negli anni ha riscosso un successo sempre crescente e che pone al centro la valorizzazione delle ricette tipiche della cucina isolana.
La piazza capoliverese diventa, così, il luogo ideale per assaporare le ricette meno conosciute e dove chef locali si impegnano nel reinterpretare il buon gusto di tempi passati con la migliore gastronomia del territorio.
Piatti cucinati con il pesce rigorosamente locale, secondo le ricette del luogo vengono presentati nei numerosi stand presenti nella piazza centrale del borgo allestita a festa.
L’apertura degli stand è prevista per le 18,30. Fra i piatti che saranno proposti ci saranno sardine alla brace, polpo lesso, frittura di pesce e tanti primi piatti per riscoprire i veri sapori di una volta, il tutto accompagnato da tanta bella musica.
La manifestazione è l’occasione, dunque, per assaporare la buona cucina, ma anche il momento per creare informazione positiva sull’alto valore nutrizionale del Pesce Povero che vede fra i suoi protagonisti sardine, sgombri, acciughe, e molte altre qualità di pescato considerato “minore”, ma che invece costituisce alimento sano e completo oltre che versatile, capace di dar vita ad infiniti impieghi e combinazioni di sapori in cucina.
Una serata da non perdere alla quale seguirà un altro coinvolgente appuntamento.
Venerdì 27 luglio la piazza di Capoliveri diventerà il luogo speciale dove accogliere l’esibizione degli Arcieri del Mare, gruppo storico che a suon di tamburo, sfilerà, con abiti d’epoca per le vie dell’antico borgo capoliverese presentando un’imperdibile esibizione di tiro con l’arco capace di emozionare grandi e piccini.
Gli eventi sono organizzati dalla Pro Loco Capoliveri con la collaborazione del Comune di Capoliveri.
Luciana Gelli
Messaggio 91308 del 26.07.2018, 13:52
DISSERVIZIO ASA





CIrca 4 mesi fa' segnalai ad ASA una vasta perdita d'acqua sul terreno di fronte ai due cimiteri di Portoferraio.
A distanza di tempo, vedendo che lo stato persisteva con inutile dispersione di preziosa acqua, lo risegnalai.
Poichè ad oggi 25.07.2018 nulla è cambiato, esprimo pubblicamente la denuncia di questo grave disservizio.

Luciana Gelli
A proposito chiusura Tribunale Elba
Messaggio 91307 del 26.07.2018, 12:42
Provenienza: rio sù
A proposito della chiusura del Tribunale dell'Elba..........cari Avvocati e Sindaci..qualcuno sà dirmi e dire alla collettività elbana quale è stato il "Parere in merito "dell'attuale Presidente Tribunale di Livorno?
Attendo/iamo la risposta con fiducia
Campesino
Messaggio 91306 del 26.07.2018, 11:58
Provenienza: Campo
X ASSOCIAZIONE ALBERGATORI
Condivido in pieno quanto scritto nel messaggio 91300 di questa mattina.Carissimo Presidente,mi domando:ma parla con cognizione di causa o tanto per dire qualcosa ??
Giusto sarebbe avere un Presidente tre stelle,non uno come Lei che,dall'alto delle sue possibilità economiche ed avendo strutture 5 stelle vorrebbe che la sua facoltosa clientela arrivasse a Marina di Campo direttamente in aereo....ma c'è o ci fa?
Un Aeroporto come lo vorrebbe Lei non ci potrà mai essere per i motivi che spero Lei conosca(enorme spesa,viabilità da trasformare a danno di operatori economici,rumori e pericoli sulla spiaggia e campeggi di Marina di Campo ecc.ecc.) se lo faccia alla Biodola un mini aeroporto privato così risolve il problema !!
AFFARE...VENDESI
Messaggio 91305 del 26.07.2018, 11:34
Riese
Messaggio 91304 del 26.07.2018, 10:29
Provenienza: quinews
Corte dei Conti, chiuso il caso Etruria Servizi

Si è tenuto nei giorni scorsi il dibattimento conclusivo della vicenda riguardante un presunto ammanco nella riscossione dei tributi
RIO ELBA — Un anno di distanza fra la prima e la seconda udienza, e adesso ci vorrà qualche mese prima della sentenza definitiva.

Si è tenuto qualche giorno fa - mercoledì 18 luglio - presso la Procura Generale della Corte dei Conti di Firenze il dibattimento conclusivo della vicenda contabile nella quale la responsabile del servizio tributi del comune di Rio nell'Elba è stata chiamata a rispondere in giudizio per un ammanco di 940mila euro, "per aver disposto il pagamento alla società affidataria del servizio di accertamento tributario relativo all’ICI di una somma a titolo di aggio corrispondente in sostanza al 90,06% delle entrate accertate, nonostante un disciplinare prevedesse un aggio percentuale non superiore al 37,5%".

La società affidataria - come ha scritto QUInewsElba in articoli precedenti - è la Etruria Servizi srl, ed i fatti contestati dal procuratore della Corte dei Conti risalgono al 2005 quando l'amministrazione comunale stipulò un contratto con quella società per affidare il servizio di riscossione dell'Ici. Un contratto in essere fino al 2009 quando la nuova amministrazione subentrata decise di gestire il servizio in proprio.

In pratica, l'Etruria Servizi accertava i debitori dell'imposta comunale e tratteneva come compenso il 37,5% di quanto accertato.
Secondo l'accusa sostenuta dal procuratore regionale invece la fetta che andava alla società privata era di molto superiore, fino al 90%.
Il mancato incasso dovuto alla differenza avrebbe quindi formato il mancato introito per il Comune di 940mila euro.
L'accusa , anche nell'ultimo dibattimento, ha ribadito i fatti contestati definendo la procedura "avventata" ed "aberrante", mentre la difesa ha basato il proprio intervento cercando di dimostrare che la differenza riscontrata era fra accertato e riscosso, e che col tempo le procedure di recupero in corso avrebbero permesso quantomeno di ridurre la cifra contestata, come sarebbe dimostrato anche dagli ultimi bilanci.
Per la sentenza definitiva, quindi, ci sarà da aspettare, in quanto la chiusura del procedimento sarebbe ottimisticamente attesa prima della fine del 2018.
francesca
Messaggio 91303 del 26.07.2018, 09:37
Provenienza: portoferraio
L'altra settimana per un ombrellone e due lettini, su una spiaggia del versante nord,sono stati chiesti per una giornata 28,00 euro ,manco fossimo sulla costa Smeralda.....e questo è solo l'inizio...parcheggio a pagamento,poi vorrai mangiare qualcosa?spostamento in auto,benzina quanto mi costi?fatevi due conti....Croazia,puglia,sicilia che ben vengano....vabbè accontentiamoci di agosto con l'arrivo di turisti che meglio perderli che trovarli,arrivano già senza soldi,carichi di maleducazione e pretese...qua il turismo di qualità non ci sarà mai...
Presentazione libro
Messaggio 91302 del 26.07.2018, 09:11



FAVOLA PSICHE AMBIENTE
Enrica Zinno presenta a Portoferraio il suo ultimo libro



La fantasia di personaggi al confine con la realtà, ma anche rifermenti alla reale situazione di degrado del pianeta rilevati da documenti internazionali, sono i mezzi con cui Enrica Zinno, con la collaborazione di Raffaella Naldi, attraverso il suo ultimo libro intitolato FAVOLA PSICHE AMBIENTE edito da Phasar Edizioni, accompagna il lettore a scoprire dentro di sé le non facili soluzioni ai problemi che assillano la vita sulla terra.
La presentazione del volume si terrà a Portoferraio sabato 30 luglio in Piazza della Repubblica presso la libreria Mardilibri; al termine agli intervenuti verrà offerto un aperitivo.
TERRA INCOGNIT
Messaggio 91301 del 26.07.2018, 09:07


Lunedì 13 agosto 2018 alle 21.00, presso la Sala Don Milani - Circolo Culturale Le Macinelle di San Piero, Isola d’Elba (LI), si inaugura TERRA INCOGNITA, un progetto di Barbara Panvini (barbarapanvini.com). La mostra, ad ingresso libero, sarà aperta tutti i giorni dal 13 al 26 agosto dalle 10 alle 24.
Barbara Panvini, originaria di Marina di Campo, porta all’Isola d’Elba TERRA INCOGNITA, la mostra di fotografia e tecnica mista che si é tenuta a fine maggio nel contesto delle Portes Ouvertes des Ateliers de Belleville di Parigi, dove Barbara lavora come terapeuta in Psicosintesi e vive da venti anni.
I lavori esposti, evocazione di pianeti e territori immaginari, sono il frutto di un particolare processo che comprende pittura, macrofotografia e tecniche miste: inizialmente realizzate con acqua e inchiostri su una superficie di appena qualche centimetro, le creazioni sono poi fotografate con obbiettivi di macro fotografia e, stampate su carta da acquerello, sono infine dipinte a mano per ritrovare la materia originaria.
Con questi viaggi nel cuore dei pigmenti, la macrofotografia dipinge dei microcosmi, delle "micro-fanie": apparizioni minuscole di materia che celebrano il mistero e invitano lo sguardo a posarsi con meraviglia sull'inatteso incontrato in ogni nuovo universo e a vederlo contemporaneamente nel piccolo e nel grande, nel vicino e nel lontano, nel diverso e nello stesso.
Terre delle origini (come l’Elba per Barbara), terre da inventare, terre verso le quali partire per scelta o per necessità, TERRA INCOGNITA é quindi un omaggio ad ogni universo sconosciuto - fisico, umano, immaginario e emozionale - nel quale é sempre bene avventurarsi con curiosità e apertura.
Complimenti
Messaggio 91300 del 26.07.2018, 08:41
Provenienza: Campo nell'Elba
Complimenti per la disinfestazione delle zanzare a fine luglio nelle giornate e notti più calde bisogna stare con le finestre e porte chiuse e non sostare nelle zone trattate, dove si va, in vacanza a Pianosa ?
Chapeau
Associazione Albergatori
Messaggio 91299 del 26.07.2018, 06:23
Nel panorama turistico alberghiero Elbano i cosiddetti 5 stelle e 4 stelle sono il 5% delle strutture esistenti, quindi mi chiedo e dico, non sarebbe meglio avere un Presidente proveniente da un 3 stelle che lotta in continuazione con la realtà dei fatti e cerca in tutti i modi di riempire la sua struttura con i propri mezzi?
Ancora parliamo di Aeroporto? A noi serve andare a prendere i turisti a Pisa che ne scendono a migliaia, non quattro aerei che ne portano al massimo in un giorno una quarantina.
Andate a parlare con le strutture che oggi stanno riempiendo con i last minute al 50%, quanti gruppi negli anni hanno perso per la scomodità dei collegamenti.

Esiste già un progetto che colleghi Piombino- Pisa con tanto di autorizzazioni e perchè non lo hanno finanziato?

Forse al presidente per i suoi clienti e sminuente farli spendere poco per farli arrivare all'Elba, ma per tutti gli altri o per noi stessi collegarci a Pisa in un'ora al giusto prezzo, non sarebbe utile?
TURISTI PER CASO
Messaggio 91298 del 26.07.2018, 00:18
Provenienza: Mah....
Si leggono in giro cose pazzesche,ovvero,se non sei economicamente all'altezza,meglio non venire all'Elba; l'impressione mia è quella che molti elbani non ricordino le famose "TOPPE AL CULO".
Aeroporto e comune unico
Messaggio 91297 del 25.07.2018, 23:30
Qui stiamo veramente dando di fori, cercare inutili scuse sul nostro operato come procacciatori turistici sta raschiando il fondo di un barile già scarno……….Aerostazione portuale innanzitutto siamo e non aeroporto, l'Elba è quello che siamo e semmai verranno ancora sprecati soldi pari ad un minimo di 800.000 euro per la continuità territoriale i tanto attesi ATR 72 ovvero i veicoli che possono trasportare fino a 70 passeggieri non ci si potranno atterrare se non con il 65% dei passeggieri……………..quanti ne dovranno sorvolare sui campeggi ed alberghi di Campo per renderli appetibili e soprattutto chi c...………. è la società che investirebbe tutti quei soldi?
Comune unico, un disegno impercorribile se non per chi ha già venduto la sua anima a qualche cosca segreta a beneficio personale, ma sarà mai possibile che con l'incapacità attuale di gestire un semplice comune di poche anime, a parte due comuni tipo Portoazzurro pari al 18/20 % del fatturato e Capoliveri pari al 40% del fatturato o meglio chiamto P.I.L Elbano, unendosi e formando in un comune di oltre 30.000 residenti di cui solo 18.000 reali potrà mai essere capace di erigere bilanci e quant'altro? Verremmo subito commissariati facendo il gioco di chi ci vorrebbe definitivamente schiacciati.
x la nera
Messaggio 91296 del 25.07.2018, 22:23
Provenienza: portoferraio
Caro La nera
Ho l'impressione che tu non sappia piu' che pesci prendere...prima scrivi che 25 ombrelloni sono pochi per far turismo poi vuoi dare numero chiuso ai punti blu con 25 ombrelloni...concessioni assolutamente no poi dici che in alcune spiagge ok e poi le ghiaie e' la spiaggia di portoferraio...i portoferraiesi con la stagione in corso non credo che popolino tutti i giorni le spiagge...quando mi capita di passare dal viale vedo tanti ragazzini in giro ma cosi' tante famiglie portoferraiesi a guazzo....anche no
cambia argomento che stai perdendo gli ultimi estimatori che ti sono rimasti....
riese di fòri
Messaggio 91295 del 25.07.2018, 21:31
Provenienza: piombino
Caro Paolino, sono d'accordo con Lei che la tassa di sbarco è un ignobile abuso per fare cassa a pro di chi? e quindi andrebbe abolita insieme al promotori e sostenitori che tutti conosciamo ma è molto difficile interrompere un giochino cosi redditizio e allora visto che le cose purtroppo rimarranno così, è lecito fare una considerazione: quante sono le sponde di sbarco o imbarco? sono due? Allora entrambe debbono essere trattate alla stessa maniera.
A me non interessano gli introiti di Piombino o dei paesi dell'Elba che prendono già abbastanza soldi di tasse, a me interessa l'esborso iniquo degli utenti residenti nelle due sponde.
Capito mi ha?
SBARCO- IMBARCO e TRANSITO....
Messaggio 91294 del 25.07.2018, 20:02
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Trovo alquanto bizzarro parlare di tassa di sbarco (che andrebbe abolita), o imbarco, perché si dice,le auto a Piombino e a Portoferraio creano disagi, per cui parte delle stesse tasse, potrebbero servire per creare meno disagi a tutti.
Non sarebbe sbagliato allora che il comune di Roma si inventasse una tassa che potrebbe chiamarsi "tassa di transito o di passaggio sul raccordo anulare" in sintesi "TTPRA" -

Paolino l'arrotino-
Per ghiaie
Messaggio 91293 del 25.07.2018, 19:50
Non sono quello che ha scritto il post precedente ma......supponiamo che la spiaggia sia profonda 10 metri.....vorrebbe dire che le ghiaie è lunga 830 m .....
Pro Loco di Marciana Marina
Messaggio 91292 del 25.07.2018, 18:57
riese di fòri
Messaggio 91291 del 25.07.2018, 18:41
Provenienza: piombino
PER IL SINDACO FERRARI E PER TUTTI I SINDACI DELL'ELBA

Lei, Signor Sindaco Ferrari contesta la richiesta del Sindaco di Piombino per una tassa di sbarco simile a quella da Voi tutti applicata senza esclusione di colpi. Cosa ci veda Lei di tanto strano non lo capisco dal momento che Piombino subisce gli stessi disagi dell'Elba e forse di più; capisco solo che siete dei piagnoni insaziabili che trattano gli abitanti dell'altra sponda alla stregua dei turisti, senza considerare che la maggior parte di questi abitanti piombinesi sono persone nate e vissute per anni all'Elba e che si sono trasferite a Piombino per esigenze lavorative: nativi quindi.
La maggior parte hanno la casa di famiglia ma debbono pagare la tassa di sbarco per un figlio, un nipote, un familiare che va a passare qualche giorno nella casa del genitore pur facendo un biglietto unico nel quale è specificato il nome della proprietà. Quando si fa un biglietto per l'Elba bisogna portarsi dietro l'ufficio dello "stato civile": carte d'identità, fogli catastali, stato di famiglia, certificato di esistenza in vita e Lei Sindaco Ferrari ha trovato strano ed ingiustificato il fatto che il Sindaco di Piombino abbia fatto certe richieste? Totò a questo punto avrebbe detto:"ma mi faccia il piacere"
Aspetto cortesemente una Sua risposta.

r
Mostra Napoleon
Messaggio 91290 del 25.07.2018, 18:01


Martedì 31 luglio inauguriamo la Mostra Napoleon nella quale saranno esposte , selezionate da due importanti collezioni, incisioni di argomento napoleonico e circa 500 soldatini di piombo. Fanno parte le prime della collezione della Fondazione Livorno e i secondi dalla collezione della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, acquisiti dalla vedova di Alberto Predieri, insigne giurista di fama internazionale e appassionato collezionista. La mostra sarà inaugurata alle 16,00 al Museo nazionale Palazzina dei Mulini e sarà preceduta da una conferenza stampa alle ore 12 e dalla preview. E' questa la prima sede dell'esposizione che sarà successivamente presentata a Firenze nella sede della Fondazione CR.
La Mostra è stata allestita nel Teatro della Palazzina, un suggestivo luogo recuperato per l'occasione alla visita che si arricchirà di un nuovo spazio ridefinito all'epoca di Napoleone nelle decorazioni e nell'uso.
BORGO DEGLI ARTISTI
Messaggio 91289 del 25.07.2018, 17:55
Provenienza: Capoliveri


INCONTRO LETTERARIO CON L’AUTORE. IL 28 LUGLIO NEL BORGO DEGLI ARTISTI DI CAPOLIVERI, VITO RIBAUDO PRESENTA IL ROMANZO “L’ELBANO”.


Sono iniziati all’interno del Borgo degli Artisti di Capoliveri gli incontri letterari con l’autore.
Sabato 28 luglio nell’antica piazzetta che si apre davanti all’ingresso del Museo del Mare e dello Spazio d’Arte di Via Palestro, a presentare la sua ultima produzione letteraria sarà Vito Ribaudo.
Titolo del libro è “L’Elbano”, un’avvincente storia che si svolge proprio all'Isola d'Elba, nella sua natura spettacolare e nella sua dolce tranquillità. Ma qualcosa di inquietante sta per accadere. Qualcuno sta per tornare sull’isola per perseguire il disegno del fato. In un racconto dove gli uomini si affannano per trovare il loro luogo di affermazione, l'Elba, con i suoi profumi e i suoi squarci, rimane la vera protagonista, un paradiso su cui si delinea una macchia d'inferno, e che porterà tutti i suoi protagonisti a doversi confrontare con il male. Il romanzo è edito da Morellini.
L’appuntamento con l’autore è dunque in programma per sabato 28 luglio alle 21,00 a Capoliveri nel Borgo degli Artisti
Polizia di Stato di Portoferraio
Messaggio 91288 del 25.07.2018, 17:48
SEMPRE PIU’ PRESSANTI I CONTROLLI SUL TERRITORIO DELLA POLIZIA DI STATO


Sono stati intensificati dalla Polizia di Stato i servizi di controllo del territorio, prevenzione e repressione dei reati, in Portoferraio e nei Comuni dell’Isola d’Elba. In particolare, nel Comune di Porto Azzurro, nella giornata di ieri e nelle ore serali e notturne in concomitanza col notevole afflusso di persone in relazione agli eventi programmati, i poliziotti della Volante del Commissariato hanno controllato sottoposto a controllo un giovane extracomunitario trovato in possesso di una modica quantità di sostanza stupefacente del tipo marijuana. In Portoferraio, invece, una minorenne è stata trovata in possesso di un pezzetto di hashish. Entrambi sono stati segnalati ai sensi dell’art. 75 del DPR n.309/90.
Da segnalare un’indagine conclusasi positivamente con la denuncia del responsabile della truffa con il modus operandi della furto dell’identità. Si tratta di modalità oggi sempre più pericolosamente diffusa sulla rete internet in particolare sui social network: qualcuno si impossessa dei dati personali di una persona e li utilizza per compiere una truffa (in genere un prestito o un acquisto), ma che può funzionare anche in altri modi : in questo caso per simulare la proprietà di un casa vacanze nel Comune di Campo nell’Elba ed ingannare così l’ignaro turista facendosi consegnare una caparra di 150 euro, finita nella mani di un’associazione specializzata in questo tipo di truffe. Un annuncio postato per affittare un appartamento. L’ignaro turista si era fidato in quanto il presunto proprietario aveva inviato il proprio documento per dimostrare la buona fede ..… anzi aggiungendo “ ci sono tanti truffatori in giro”! Era stato richiesto conseguentemente il versamento di una caparra su un conto intestato alla stessa persona del documento. Poi il triste epilogo: le utenze scollegate, nessuno risponde, il turista si reca addirittura sul posto e scopre che il documento apparteneva al proprietario dell’immobile, realmente esistente, ma gli era stato “rubato” un anno prima da una turista che lo aveva preteso per verificare che non si trattasse di una truffa (il cerchio si chiude). Il furto d’identità era stato denunciato regolarmente ma i dati erano stati utilizzati per pubblicare falsi annunci su internet. La successiva attività d’indagine permetteva di stabilire che una delle utenze cellulari utilizzate per la truffa è intestata ad una nota truffatrice pluripregiudicata, tale R. T. dedita alla commissione di truffe e sostituzione di persona. I successivi riscontri portavano alla sua certa identificazione. Denunciata in stato di libertà, sperando che non colpisca ancora.
Ghiaie
Messaggio 91287 del 25.07.2018, 17:16
Provenienza: Portoferraio
I dati dell'amministrazione riguardo le dimensioni della spiaggia delle Ghiaie sono esatti. Se sottraiamo i cmq del tuo cervello piatto potrebbero essere qualcosa meno.
Luigi Lanera Fdi AN
Messaggio 91286 del 25.07.2018, 15:59
Si continua a non voler rispondere...... ho chiesto chiaramente del perché si sono rilasciate nuove concessioni in aree già abbondantemente occupate da questo tipo di attività . Se questa decisione è stata anche politica Avete fatto un clamoroso autogol .
Cittadini di Portoferraio....... a voi il giudizio . Elba Protagonista L. L.
Per l'amministrazione comunale feraiese
Messaggio 91285 del 25.07.2018, 14:21
Ma i calcoli delle aree delle spiagge chi li ha fatti?? 8300 mq le ghiaie?? Ma avete calcolato anche il piazzale retrostante la spiaggia insieme ai giardini??
Guardia Costiera Viareggio
Messaggio 91284 del 25.07.2018, 13:38
PESCA GROSSA AL PORTO DI VIAREGGIO:RECUPERATA UNA AUTOVETTURA FINITA IN MARE



Allarme questa mattina, intorno alle 08.30 in Capitaneria di porto a Viareggio, quando alla sala operativa è giunta la segnalazione, da parte del Comandante di uno Yacht, di una autovettura finita in mare.
La macchina, una Fiat 500 L presa a noleggio, era parcheggiata nelle vicinanze del ristorante “Il porto” sulla banchina Antonini, al termine di Via Coppino.
Improvvisamente, per un presumibile malfunzionamento o non corretto azionamento del freno a mano, l’auto ha cominciato a muoversi seguendo la leggera pendenza del manto stradale, passando tra i dissuasori presenti a ciglio banchina e terminando la sua corsa nelle acque portuali.
In pochi minuti, l’auto si è inabissata alcuni metri più avanti, a fianco di un M/Y Perini regolarmente ormeggiato.
Immediatamente si è attivata la catena dei soccorsi e sul luogo dell'incidente sono giunti i militari dell'Ufficio Nostromi ed una motovedetta della Guardia Costiera viareggina, oltre ad una pattuglia della Polizia Municipale.
Una volta appurato che non vi fossero persone all'interno dell'abitacolo ed individuato il conducente dell’autovettura (un 32enne di Napoli, a Viareggio per lavoro) sono iniziate le operazioni di recupero, con il qualificato intervento di sommozzatori e di una ditta locale mediante autogru.
La tempestività dell’intervento ha scongiurato ipotesi di inquinamento e danni all'ambiente marino circostante, consentendo in poco tempo di garantire la sicurezza della navigazione e degli operatori portuali nell'area interessata.
Amministrazione comunale PORTOFERRAIO
Messaggio 91283 del 25.07.2018, 13:31
TANTE VERITA’..OGNUNO HA LA SUA..



In questi giorni a Portoferraio sui social media e sulla stampa si sta creando una discussione alimentata ad arte per creare confusione sul presunto - e a nostro avviso inesistente – problema della eccessiva occupazione delle spiagge. Evidentemente il PD, proprio per generare confusione, cita il regolamento urbanistico a proprio piacimento, ovvero pro domo sua. Ma procediamo con ordine, affrontando per prime le questioni tecniche.
L’articolo 63 del regolamento urbanistico rinvia ad un atto di governo del territorio. Con la legge regionale 65/2014, la definizione di “atto di governo del territorio” uscendo dal novero legislativo e definitorio, viene abrogata. Nel nostro caso , ovvero nel caso del rilascio delle concessioni demaniali che tanto hanno fatto discutere, si definisce semplicemente una modalità di gestione di una funzione prevista, senza che si costruisca alcunché. Altro sarebbe stato se, nelle concessioni demaniali, si fosse prevista la realizzazione di manufatti, ma non è questo il caso in questione.
Il regolamento approvato da Consiglio Comunale è un atto di governo, analogo e dello stesso valore del Regolamento Edilizio.
L’atto prevede esclusivamente modalità d’uso di arenili che, in quanto demanio marittimo, hanno vocazione balneare e le strutture ammesse non hanno carattere edilizio (sdraio, lettini, ombrelloni e postazione bagnino). Non si prevede edificazione, opere, o trasformazione permanente, fattispecie che richiederebbe un diverso procedimento di natura urbanistica. Altro sarebbe se si prevedesse la realizzazione di strutture o manufatti di difficile rimozione o che modificano permanentemente il suolo, ma non è nemmeno questo il caso.
Si deve considerare inoltre che siamo comunque di fronte ad attesi provvedimenti governativi che dovrebbero consentire di definire una volta per tutte la natura delle spiagge e delle concessioni demaniali alla luce della normativa europea, a fronte della quale è aperta una procedura d’infrazione contro l’Italia. Ovvero può anche essere che cambiando la normativa le concessioni debbano essere tutte revocate, oppure che si debbano approvare nuovi regolamenti, svolgere nuovi procedimenti, in ragione di precise disposizioni a tutela dell’interesse pubblico che è sempre preminente quando si tratta di beni demaniali, ma ripetiamo, siamo solo nel campo delle ipotesi.
Tutto il resto sono polemiche pretestuose a fronte una diversa modalità, che, al di là di alcune disfunzioni attuative, prontamente corrette, vanno configurando un diverso e migliore ordine sulle spiagge rispetto alle “apparecchiature” quotidiane delle stesse che imponevano interventi delle forze di polizia. E qui è bene aprire una parentesi: ci chiediamo come mai il PD, quando sono state rilasciate le concessioni nel 2006, non ha mai pensato cosa poteva succedere, ovvero la sistematica occupazione delle spiagge fin dal mattino presto. Devono avere sicuramente la memoria corta e, come dicono a Livorno, un muso che ci rimbalzano l’acciarini: quando i portoferraiesi protestavano perché già dalle prime ore del giorno non riuscivano a mettere nemmeno più un asciugamano, se li ricordano gli articoli di giornale o soffrono di amnesie? Noi non abbiamo fatto altro che regolamentare il caos che loro avevano creato.
Dopo le doverose puntualizzazioni tecniche - visto che qualcuno fa dotte citazioni sui social - torniamo al casus belli, ovvero la spiaggia delle Ghiaie. Su una estensione di 8300 mq. circa, le concessioni demaniali (preesistenti e nuove) occupano nemmeno il 10% della superficie, una percentuale incredibilmente bassa rispetto al resto d’Italia. Chi dice che la spiaggia delle Ghiaie è occupata, dice bugie non solo a se stesso, che poco ci importa, ma alla cittadinanza tutta. Il PD oppure Lanera, che ultimamente sta scrivendo come Elba Protagonista e non come Fratelli d’Italia (tutto bene?) vogliono altre percentuali? Ma guardiamo anche altre spiagge: Capobianco, l’area concessa è 260 mq. su di un totale di 3600 mq (7,2%) circa. Sansone l’area concessa è 260 mq. a fronte di una estensione della spiaggia di circa 4500 (5,7%). Senza considerare che alcune spiagge sono totalmente libere, ma soprattutto senza considerare che ad ogni concessione rilasciata corrisponde un servizio, per la comodità e la sicurezza dei bagnanti. E questa sarebbe l’invasione delle concessioni sul demanio marittimo del comune di Portoferraio? Ma fateci il piacere!

L’amministrazione Comunale
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA