Pagina 4/1255: [] [1] [2] [3] (4) [5] [6] [7] [8] [9] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
Parrocchia di S.Giuseppe
Messaggio 93853 del 02.02.2019, 15:35
Provenienza: S.Bramanti
TOMBOLATA DI BENEFICENZA DOMENICA, PER SAN BIAGIO, A SAN GIUSEPPE


Attività intense alla parrocchia di San Giuseppe della Sghinghetta di Carpani a Portoferraio: dopo la celebrazione della messa dei 10 anni di servizio pastorale del parroco Don Gianni Mariani, dopo la messa di oggi alle 18 per la Candelora, con la partecipazione del coro, ecco che per domani viene lanciata una iniziativa di beneficenza alla quale i parrocchiani sono invitati a partecipare numerosi. Si tratta di essere presenti alla tombolata socializzante, attuata in occasione della ricorrenza di San Biagio, protettore per i mali della gola, evento che si terrà domenica 3.2 alle ore 15 nel salone parrocchiale, per cui i volontari della Caritas e altri animeranno il noto gioco a premi. “Un altro momento di incontro- commenta Don Gianni- che serve, oltre allo stare insieme, per contribuire alle varie assistenze che realizziamo in favore delle persone in difficoltà, tra cui il servizio mensa di ogni giorno feriale per circa 30 persone”. E ad un certo punto dell'incontro saranno a disposizione dei convenuti tazze di cioccolata calda e il panettone appositamente conservato secondo una tradizione del nord d'Italia. “Si- conclude Mariani – conosco bene tale tradizione essendo di Pavia. Il dolce natalizio si mette da parte proprio per la ricorrenza di san Biagio e alle 18 non mancherà la messa con la benedizione delle gole”,Il martire Biagio, a suo tempo vescovo della comunità di Sebaste in Armenia al tempo della "pax" costantiniana, aveva guarito miracolosamente un bimbo cui si era conficcata una lisca in gola, per questo è invocato come protettore per i mali di quella parte del corpo e a ciò risale il rito della "benedizione della gola", compiuto con due candele incrociate. Nell'VIII secolo alcuni armeni portarono le reliquie a Maratea (Potenza), di cui è patrono e dove è sorta una basilica sul Monte San Biagio.
ADALBERTO BERTUCCI
Messaggio 93852 del 02.02.2019, 15:20
CARO ASSESSORE FACTA NON VERBA


“Caro assessore, siamo felici della attenzione della Regione per i disagi degli studenti elbani.
Il problema è che siamo stanchi delle promesse, visto che il mezzo più nuovo del parco autobus in servizio all’Elba quest’anno diventa maggiorenne, avendo appena compiuto il suo diciottesimo anno d’età”.
Così il vicesindaco di Portoferraio Adalberto Bertucci ribatte alle dichiarazioni rilasciate alla stampa dall’assessore regionale ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, tese a rassicurare l’opinione pubblica sull’attenzione della Regione Toscana verso il trasporto pubblico locale.
“Sappiamo bene chi ha pagato il costo delle corse pomeridiane aggiunte per gli studenti – ribatte oggi Bertucci – perché se la metà del costo la ha coperta la Regione, l’altra metà l’hanno pagata i comuni elbani.
Per quanto riguarda invece i nuovi mezzi da destinare all’Elba, ci sono stati innumerevoli incontri con l’azienda gestore dei trasporti, che – è bene ricordarlo – ha un contratto di servizio con la Regione Toscana che prevede anche l’adeguatezza dei mezzi di trasporto utilizzati, mentre l’isola è stata servita per anni con bus urbani dismessi dalle linee cittadine.
E’ per questo caro assessore – conclude il vicesindaco di Portoferraio – che chiediamo più attenzione, e lo abbiamo fatto senza gli spunti polemici che lei invece ha utilizzato nella sua piccata risposta. Ora però basta con le parole: all’Elba aspettiamo i fatti”.
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 93851 del 02.02.2019, 13:56
IL SINDACO FERRARI REPLICA ALLA LETTERA APERTA DI MELONI E FA DELLE PRECISAZIONI….



La lettera aperta di Simone Meloni che apre ufficialmente la campagna elettorale per le elezioni amministrative del 2019 mi dà l’opportunità di esporre a mia volta delle considerazioni che precedono di qualche settimana il mio resoconto di fine mandato e che spero possano contribuire a creare il clima giusto in vista della prossima tornata elettorale. Devo innanzitutto sottolineare che quando si parla di “delusione per una politica sempre più chiusa in sé stessa” e di “necessità di cambiamento” probabilmente non si ha minimamente la cognizione di cosa significhi amministrare la cosa pubblica in una realtà amministrativa così complessa come quella del Comune di Portoferraio. Certo, chi amministra un paese, così come chi prova a progettare di farlo, è armato di buona volontà e pieno di buoni propositi e di idee. Per metterle in pratica, però, bisogna saper “cavalcare la tigre”, ovvero conoscere i meccanismi della pubblica amministrazione e trovare le strade giuste, insieme ai collaboratori giusti, per farli funzionare a dovere. Per questo, pur apprezzando buona volontà e buoni propositi di chi si propone, non credo che si possa governare una città come Portoferraio senza esperienza nei rapporti con il personale, senza una opportuna conoscenza delle leggi e dei regolamenti della pubblica amministrazione e senza collaboratori capaci e leali, sia fra il personale che fra gli amministratori. In parole povere, non si può governare una città solo con le buone intenzioni. Per quanto mi riguarda io, che non sono un uomo politico, sono entrato da vincitore nel maggio del 2014 a Palazzo della Biscotteria forte di una stima e di un apprezzamento che oltre duemilacinquecento portoferraiesi hanno dimostrato nei miei confronti, con una immagine di “uomo del fare” proveniente dalla mia trentennale carriera di dirigente pubblico sempre in prima linea anche fisicamente, ed una fama di profondo conoscitore della storia e della cultura elbane derivante dalle mie note pubblicazioni, che hanno avuto recente apprezzamento anche dal Presidente della Repubblica. Alla fine di questo mandato elettorale, la sensazione che provo è quella di profonda frustrazione derivante dal quotidiano confronto/scontro con la macchina amministrativa comunale, pur con le dovute e riconosciute eccezioni, tanto farraginosa e lenta quanto spesso infida e piena di tranelli, di fatto impedendomi di esercitare le mie funzioni di sindaco. Una realtà annunciata, qualcuno dirà, che dipende soprattutto dal sistema e meno dalle poche persone rimaste nel palazzo a cercare di svolgere al meglio il proprio lavoro, con la quale si è scontrata ogni amministrazione comunale degli ultimi decenni, ma che per una serie di eventi mi ha costretto in questi cinque anni praticamente ogni giorno a difendermi da qualche penosa insidia e a cercare risorse ed energie per superare ostacoli ed imprevisti, confinandomi nel palazzo ed impedendomi di stare fra la gente come avrei voluto. Certo, qualche errore è stato commesso, soprattutto delegando ruoli che spesso si sono trasformati in ostacoli ed in insidie per la stessa maggioranza. Solo oggi, a pochi mesi dalla conclusione del mio mandato, posso dire di aver faticosamente messo in fila i tanti problemi incontrati e di avere la soluzione per risolverli definitivamente, come dimostrerò nei prossimi quattro mesi, nei quali ci saranno molte cose da raccontare e da chiarire. E’ per questo che ho sciolto la riserva decidendo di cercare di proseguire con un nuovo mandato, confidando in una rinnovata fiducia, nella consapevolezza di avere le idee giuste per riavviare il percorso di crescita della città, tornando a viverla in prima persona per ascoltare le esigenze dei cittadini ed assecondare i loro bisogni. Per questo accolgo molto favorevolmente le idee e i propositi che sono arrivati da Simone Meloni, rendendomi fin d’ora disponibile al dialogo e al confronto, così come nello stesso tempo sono pronto ad accoglierne altri che arrivino dalla parte politica e imprenditoriale che mi sento di rappresentare, quella che ha come punto di riferimento la coalizione di centro destra che oggi si propone unita come forza di governo credibile e capace di scalzare l’egemonia della sinistra in Toscana. Credo che con il contributo di tutti gli attori della società civile portoferraiese che si identificano in questi valori si possa consolidare ulteriormente il governo della città, restituendole - tanto per citare i primi due punti fermi da perseguire - quella centralità e quella funzione di punto di riferimento per l’intera isola che da sempre le appartengono, e riprendendosi la gestione della promozione turistica facendo ripartire attraverso la gestione del contributo di sbarco le opere necessarie per garantire dignità e decoro alla porta di accesso dell’isola, insieme alla permanenza dei turisti all’interno dei suoi contenitori culturali, Ben venga dunque un cambiamento, con facce nuove e persone che abbiano voglia di fare e di cercare di aver cura del proprio paese: mi metto fin d’ora a loro disposizione affinchè, con un libero ed opportuno confronto e con i giusti equilibri, si possa lavorare insieme per costruire la Portoferraio del futuro.


Mario FERRARI, sindaco di Portoferraio
L'INTERVISTA
Messaggio 93850 del 02.02.2019, 12:53
INTERVISTA ALL’EX SINDACO DI RIO ELBA CLAUDIO DE SANTI SUL “CLIMA DI VELENI E TENSIONI” CHE IL SINDACO CORSINI DICE DI AVERE TROVATO NEL COMUNE DI RIO


La vicenda. Il 24 dicembre 2018 la Giunta comunale, prendendo atto del fatto che “l’ex Comune di Rio nell’Elba risulta inserito nell’elenco dei comuni che non hanno rispettato il Patto di stabilità per l’anno 2014” e di fronte ad una sanzione da parte del ministero dell’Interno che “con nota del 10 settembre 2018 ha comunicato a questa amministrazione l’importo della sanzione cui è assoggettato l’ex Comune di Rio nell’Elba” per una cifra di “25.600,00 euro”, dà mandato di provvedere al versamento della somma, entro il 31 dicembre 2018, al Bilancio dello Stato.
In più, si legge nella delibera, la Giunta comunale invita a predisporre “gli atti necessari a rendere rapporto alla Procura della Corte dei Conti per l’eventuale responsabilità da danno erariale”. Storce il naso, di fronte a questo atto pubblico, l’ex sindaco di Rio nell’Elba, Claudio de Santi, che è intervenuto ammettendo di aver sporto querela nei confronti dell’attuale amministrazione, perché “accusato in modo implicito”.
In una successiva intervista Corsini dichiara di aver trovato un " clima di veleni e di tensioni che provengono dalle passate amministrazioni”, il sindaco di Rio ricorda, inoltre, di aver ereditato una situazione finanziaria delicata. “I bilanci consuntivi di Rio nell’Elba non venivano approvati dal 2014. – spiega Corsini – Ogni cosa che tocco è un problema. Dico solo che amministrazioni precedenti hanno generato una situazione che ha portato, oggi, ad una sanzione che di certo, in questo periodo, non mi fa comodo avere in bilancio”.
Domanda
Arch.De Santi l’ultima intervista che ci ha rilasciato nella quale rivelava di avere denunciato l’Amministrazione di Rio, alla procura della Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica ha provocato la risposta del Sindaco di Rio Av. Marco Corsini il quale , in un’intervista rilasciata al Corriere Elbano, sostiene che sua Amministrazione si è trovata a pagare una sanzione, che poteva essere evitata se l’ex comune di Rio nell’Elba avesse rispettato il patto di stabilità del bilancio 2014 . L a decisione di fare rapporto alla Corte dei Conti per accertamento di eventuali responsabilità è stato un atto dovuto. Ha aggiunto che non ha accusato nessuno, che non ha nulla contro De Santi che nemmeno conosce e che per questo, lui si sente molto sereno. Lei cosa ne dice ?
Risposta
Anche io non ho nulla contro di lui. E anch’io credo concordo con lui che dovrà essere la Corte dei Conti ad accertare le responsabilità. Anch’io sono molto sereno e spiegherò perché. Lui invece lo sarebbe un po’ meno se tenesse presente tutti gli interventi: deliberazioni pronunce e condanne per “ irregolarità gravi “ che la Corte di Conti ha fatto negli ultimi anni sulla contabilità del comune di Rio Elba. E poi , venendo al punto, non capisco come possa sostenere che la mia Amministrazione, e anche il Revisore dei Conti, possono avere una responsabilità per non aver rispettato il patto di stabilità. Nella mia denuncia e in quella del Revisore dei Conti sono stati messi in evidenza elementi incontestabili che spiegano come alcuna responsabilità ci possa essere attribuita.
Domanda - E quelli sarebbero questi elementi ?
Risposta
Come ha già avuto occasione di spiegare, noi ci siamo basati sui dati che la responsabile finanziaria ci trasmetteva. Però si trattava dei dati aggregati trasmessi i maniera sintetica che non permettevano di analizzare il bilancio nei dettagli. Secondo questi dati il patto di stabilità era stato rispettato. Invece, secondo quanto dice anche il revisore Dott Pini nella sua denuncia, la responsabile finanziaria aveva inserito artificialmente delle poste in maniera elusiva commettendo quindi gravi irregolarità. Irregolarità confermate anche dalla Corte dei Conti
Domanda
Ma la funzione di un revisore dei conti non è quella di controllare per evitare che si commettano questo tipo di errori ?
Risposta
Certo ma il Dott Pini, si è trovato a dover redigere il la Relazione sul Rendiconto Consultivo al 31 dicembre 2014, analizzando solo i dati trasmessi dalla responsabile del servizio finanziario. Questo perché non aveva tempo di fare altrimenti essendo nominato da un paio di mesi quindi era nell’impossibilità di fare delle verifiche più approfondite sull’esercizio finanziario del 2014.
La sola persona che conosceva, che sapeva che vi era un' elusione del Patto di Stabilità era la responsabile del settore finanziario , ma non lo ha comunicato né a me, né al Revisore. Se lo avesse fatto sarebbe stato possibile correggere in tempo per evitare la sanzione.
Domanda -
Nell’intervista al Corriere il sindaco Orsini dice testualmente “ I bilanci consuntivi di Rio nell’Elba non venivano approvati dal 2014”. Esiste un documento una delibera o altro che provi che il bilancio è stato regolarmente approvato con il patto di stabilità e secondo normativa?
Risposta -
Certo, C’è la delibera del consiglio comunale che contiene le dichiarazioni della responsabile finanziaria che non lascia dubbi. Si tratta della "DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 19 DEL 29/04/2015 che ha per oggetto il :
RENDICONTO ESERCIZIO FINANZIARIO 2014. ESAME ED APPROVAZIONE
E nella delibera è proprio la Responsabile Area Finanziaria, Rag. Marcella Merlini, che illustra analiticamente le principali voci del Bilancio Consuntivo anno 2014 e alla fine dell’analisi conclude spiegando che il patto di stabilità era stato rispettato, testualmente :“È stato rispettato il patto di stabilità in termini di competenza mista ai sensi della legge n. 183/2011”.
Il vero problema che però non dice Corsini, non so se perché non lo sa, ma sarebbe grave se così fosse, è che quel bilancio, redatto dalla responsabile finanziaria, è quello che è stato ribaltato dalla Corte dei Conti con un ammanco contabile di oltre 4.000.000 di €, che ha portato il comune di Rio Nell'Elba sull'orlo del dissesto.
Il patto di stabilità in queste condizioni è evidente che è saltato, ma l'unica che lo poteva sapere era la responsabile della Ragioneria, la stessa che ha invece asserito "è stato rispettato".
Quindi anche la pretesa di non aver provveduto a dimostrare di avere investito in edilizia scolastica, che avrebbe consentito di evitare la sanzione, è una pretesa assurda, perché la Ragioneria aveva detto in sede di approvazione del bilancio consuntivo "è stato rispettato il patto di stabilità"
Domanda
Come si spiega che il sindaco di Rio essendo un avvocato, quindi che conosce bene la materia, gli siano sfuggiti elementi così importanti, e definitivi?
Risposta
Io non lo so, ma potrei fare un ipotesi
Domanda
Quale ?
Credo che L’unica spiegazione probabile , è che non essendo sempre presente in Comune ed essendo molto occupato a Roma abbia letto, in modo frettoloso, le denuncie nelle quali vi erano tutti i dati per capire come erano andate le cose . Oppure si è fidato ed è stato male informato.
Ma dico di più. Io capisco le difficoltà che sta affrontando. Difficoltà che, purtroppo, diventeranno sempre più difficili e riguarderanno sopratutto il settore finanziario. Lo dico per esserci passato, e per averci provato con grande impegno. Ma ci sono altri problemi. Alcuni gravi ed ancora aperti come io denunciai nel 2015, dopo avere fatto analizzare da un tecnico esterno le gestioni degli anni precedenti. Quindi sono problemi che gli arriveranno da lontano e che devono essere affrontati e non negati. Naturalmente, per fare questo, ci vuole un rapporto di fiducia tra il sindaco e i funzionari. Cosa che a Rio, negli anni passati, non vi è stata . Per fare un solo esempio e rimanere nel tema.
Nella sua denuncia il Revisore Dott Pini ricorda come fosse venuto a conoscenza che nei bilanci 2009, 2010, 2011, 2012 e 2013 erano stati fatti rilievi importanti dalla Corte dei Conti che evidenziavano delle criticità e delle irregolarità gravi. Ma la responsabile del servizio Finanziario non ne aveva parlato con nessuno. Io capisco le difficoltà in cui si trova il sindaco di Rio e spero che riesca a confrontarsi con questa realtà. Che è una realtà complessa e che poi, alla lunga, provoca anche quel clima di veleni che lui stesso denuncia. Clima di veleni che non aiuta a risolvere correttamente i problemi e nell’interesse dei cittadini
“Io non ho colpevolizzato nessuno. – si schermisce Corsini – Di fronte ad una sanzione da pagare, che tra l’altro l’ex comune di Rio nell’Elba avrebbe potuto evitare dimostrando di aver investito in edilizia scolastica, è stato un atto dovuto approvare la delibera in oggetto per disporre il pagamento. Così come lo è stata la decisione di fare rapporto alla Corte dei Conti per eventuali verifiche”.
E insiste: “Una cosa è certa. La mia amministrazione deve pagare 25mila euro per un fatto che risale alle precedenti gestioni. Io, però, non ho accusato nessuno. Voglio precisare che io non ho nulla contro De Santi. Anzi, non lo conosco nemmeno. Sarà la Corte dei Conti ad accertare eventuali responsabilità”.
Sferzato da quello che Corsini chiama “clima di veleni e di tensioni che provengono dalle passate amministrazioni”, il sindaco di Rio ricorda, inoltre, di aver ereditato una situazione finanziaria delicata. “I bilanci consuntivi di Rio nell’Elba non venivano approvati dal 2014. – spiega Corsini – Ogni cosa che tocco è un problema. Dico solo che amministrazioni precedenti hanno generato una situazione che ha portato, oggi, ad una sanzione che di certo, in questo periodo, non mi fa comodo avere in bilancio”.
CONAD SUPERSTORE
Messaggio 93849 del 02.02.2019, 12:46
Provenienza: Gruppo Nocentini
CONAD SUPERSTORE, IL VALORE DI UN MARCHIO QUALE FATTORE DI RISPARMIO




Oggi parliamo di Conad Superstore il supermercato del Gruppo Nocentini che si trova a Portoferraio nel piazzale dell’Arcipelago Toscano in località Antiche Saline. Ne parliamo perché a livello nazionale sono stati resi noti i dati dello scorso anno di tutto il Gruppo Conad, dati veramente lusinghieri: il fatturato è in crescita del 7 per cento rispetto al 2017 a conferma del dinamismo a cui è improntata la marca Conad. Il Superstore, è nel cuore degli elbani per le sue continue offerte che possiamo dire sono fruibili per 365 giorni l’anno, e che per esempio con l’iniziativa Bassi&Fissi, 500 prodotti di 90 categorie di consumo a prezzi ribassati, ha generato un risparmio medio per famiglia quantificabile in 1.645 euro all’anno. Nel negozio di Portoferraio, sono esposti in bella vista i prodotti freschi, la frutta, la verdura, la gastronomia, la pescheria e la macelleria, il congelato e i generi vari. Tutti i prodotti sono di qualità e i prezzi assolutamente confrontabili. Quindi, è significativo anche il valore che la marca Conad porta nelle comunità quale fattore di risparmio a fronte di una qualità garantita
tano
Messaggio 93848 del 02.02.2019, 11:48
Provenienza: portoferraio
Buongiorno a tutti ho una domanda che è più una considerazione, l’altro giorno l’ultimo di bel tempo ero a passeggio per la macchia nei pressi di rio Elba ma lo stesso problema anche intorno alle montagne di Marciana tempo fa.. facendo attenzione si trovano appunto spesso pallini di plastica non è fatto raro utilizzati come proiettili nel soft air..siccome si parla tanto di plastica free mi sembra sbagliato permettere che si disperdano migliaia di pezzettini di plastica perché poi credo che un’arma giocattolo ne spari a decine insieme! Online ho letto che esistono pallini biodegradabili ma costano molto di più ma nel dubbio i sindaci credo dovrebbero fare un ordinanza di obbligo e controllo affinché siano usati questi che alla lunga non creano danni ecologici. Magari con sanzioni severe perché quelli che ho trovato io è plasticaccia ve l’assicuro!! Preferisco non commentare l’etica del gioco ampiamente discutibile ma noia non me ne danno viva la libertà poi fanno colore tutti armamentari che li manderei in missione in libia a stanare gli scafisti ahahah Grazie per lo sfogo ma mi sembra giusto almeno controllare basta plastica ovunque!
Portoferraiese medio
Messaggio 93847 del 02.02.2019, 11:33
Rispondo io a Mario Ferrari.
Marini, De Mastro e Rossi non saranno più dalla sua parte. Alcuni altri elementi lo hanno abbandonato da tempo. Fornino stesso non seguirà Mario Ferrari, anche se la Lega dovesse dare indicazioni diverse. Lega che evidentemente mostra di non conoscere affatto le dinamiche politiche locali.
Da questo fosco scenario, di cui tutti, Sindaco compreso, sono a conoscenza, usciranno 2 o più liste del centro destra che, inevitabilmente, consegneranno Portoferraio alla sinistra.
Che non sta nemmeno lavorando per le elezioni, consapevole che basterà candidare il gatto della vicina di casa per stravincere le elezioni.
Complimenti a tutti.
VERSO PRIMAVERA 2019
Messaggio 93846 del 02.02.2019, 11:14
Provenienza: Il Telegrafo
LA SOLITA ZUPPA ?
Messaggio 93845 del 02.02.2019, 10:41
Provenienza: Cittadino Ferrajese
UN MINESTRONE RISCALDATO CONSERVA SEMPRE L’ANTICO SAPORE


Sig.Prianti. Alla luce delle ultime notizie politiche apparse sulla stampa e sui social, mi consenta alcune riflessioni brevi e sintetiche. Ormai da anni sono noti soggetti dalla “dignità calpestata”, se al termine dignità conferiamo il più ampio significato di consapevolezza dei propri valori e delle proprie capacità tecniche e umane. Il loro sistematico riproporsi appare giustificato solo da una ambizione e una presunzione che annebbiano e falsificano la realtà a tal punto da non rendersi conto di quanto la propria figura sia compromessa, fino a sfociare nei ridicoli e reiterati tentativi di riciclaggio. Ma ci sono soggetti fatti così, mai arrendevoli all’evidenza perché incapaci di valutare la realtà, nonostante tutto. Questi soggetti, messi alla prova dei fatti, non possono deludere perché confermano solo ciò che sono, e chi si aspettava qualcosa conferendo loro delle responsabilità, ha commesso un primo grossolano errore. La delusione invece arriva quando si ripone fiducia nelle capacità organizzative e gestionali di un individuo che poi nella realtà non si palesano negli obiettivi sbandierati. Sono così venute a mancare le migliorie della macchina amministrativa e del paese nel suo complesso. Gi esempi sarebbero molti, ma mi limiterò a quelli più noti e rappresentativi di questa gestione politica. Solo dalla stampa abbiamo appreso di quel tormentone della Cosimo de Medici che, si dice, sull’orlo del fallimento senza sapere perché e per come; il commissariamento dell’assessorato al bilancio e lo squallore culturale di questi anni avrebbero dovuto suonare un campanello d’allarme e ricercare eventuali responsabilità; dirigenti licenziati e riassunti senza nessuna ufficiale informazione, dirigenti con proposte di rinvio a giudizio che rimangono al proprio posto, una macchina amministrativa che fatica a muoversi, l’assenza di qualsiasi movimento che indichi l’inizio di un tentativo di trasformazione delle zone più degradate del paese, ma soprattutto la lontananza dai cittadini, dagli elettori che devono apprendere tutte queste notizie dalla stampa, sempre parziali e spesso non chiarificatrici. Certamente ci sono stati anche buoni risultati, anche se debolmente rappresentati, ma è risaputo che chi ben lavora, con dignità, moralità e alto senso del dovere, sono spesso coloro che non si pongono in primo piano, non amano le cronache e le prime pagine, lo loro dignità non glielo consente ; altri avrebbero dovuto valorizzare la loro attività e i loro successi all’interno e all’esterno del palazzo del Camerini, rinunciando così anche a brillare, sia pure, di luce riflessa. Sono certo che ci sono e ci sono state situazioni contingenti che giustificano, almeno in parte, l’insuccesso di questa amministrazione, ma ciò non sminuisce la responsabilità di chi era stato chiamato a gestire la biscotteria, tantomeno giustifica il riproporsi.


Un cittadino Ferrajese
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 93844 del 02.02.2019, 09:00
Luigi Lanera FdI
Messaggio 93843 del 02.02.2019, 08:18
Dopo quanto apparso sul sito in Line del Corriere Elbano mi preme chiarire che ad oggi nessun appoggio ufficiale da Fdi è stato dato al candidato a sindaco Mario Ferrari. Qualsiasi decisione in merito sarà presa solo dopo che i candidati si saranno seduti ad un tavolo al fine di valutare e condividere un programma che possa essere con certezza realizzato .
Il nostro candidato è Luigi Lanera .
BUON COMPLEANNO CAMMINANDO
Messaggio 93842 del 02.02.2019, 08:02
19 ANNI DI NAVIGAZIONE E SIAMO ANCORA A GALLA





Camminando.org compie 19 anni di navigazione , ripercorrere adesso gli avvenimenti che hanno caratterizzato questo libero blog risulterebbe banale, basterebbe con un semplice clic sfogliare le cronache passate, ma oggi è ancora tempo di navigare, e camminando.org da disubbidiente e ingestibile gozzo , colmo di buoni naviganti e mercenari anonimi , in balia di un mare infido e molte volte tempestoso , il vecchio comandante ed i suoi passeggeri vorrebbero ancora poter disubbidire agli impulsi di bontà e rispetto verso chi non lo merita, vorremmo ancora riuscire a ribellarsi alla voglia viscerale di lottare in modo civile, offrendo magari una propria verità contro chi non la pensa come noi, vorremmo ancora disubbidire alla potente tentazione di appioppare un robusto calcio nel culo a chi promette sempre e non mantiene mai, insomma questa ciurma vorrebbe riuscire ancora a reiterare la propria indignazione verso i mercanti della politica e mantenere viva su questo mare virtuale la forza necessaria per ribellarsi alla pletora dei sostenitori del più trito dei luoghi comuni, quello di chi invocando ogni giorno il dialogo , è convinto che dialogare con chi è dalla parte del cittadino sia una fatica di Sisifo, ossia sforzo inutile , assurdo, impossibile. … Vorremmo rimanere liberamente aggiogati a questo remo con lo sguardo a destra e a manca, fidando che questo specchio d’acqua che criticamente ogni giorno attraversiamo, non rimanga un mare senza sponde
E come recitava Cyrano poter anche noi urlare:










“Venite pure avanti voi, con il naso corto
signori imbellettati, io più non vi sopporto
Infilerò la penna ben dentro al vostro orgoglio
perché con questa spada vi uccido quando voglio
Venite pure avanti, poeti sgangherati
inutili cantanti di giorni sciagurati
buffoni che campate di versi senza forza
avrete soldi e gloria, ma non avete scorza
Godetevi il successo, godete finchè dura
che il pubblico è ammaestrato e non vi fa paura
e andate chissà dove per non pagar le tasse
col ghigno e l’ignoranza dei primi della classe
Io sono solo un povero cadetto di Guascogna
però non la sopporto la gente che non sogna
gli orpelli, l’arrivismo, all’amo non abbocco
e al fin della licenza io non perdono e tocco….



Buon compleanno camminando…..
Portoferraiese
Messaggio 93841 del 01.02.2019, 21:49
Provenienza: Dal carburo
Elezioni Portoferraio 2019.

Leggo con piacere i post relativi alle elezioni Portoferraiesi.
Si parla di nuovi volti, ma si richiede esperienza perché altrimenti chi va a governare avrà delle difficolta'.
Tutto vero, certo che negli ultimi 30 anni fra Sindaci ed assessori non ho visto persone così brillanti da portare come esempio,anzi mi sembra che ci sia stata molta mediocrita'.
I fatti lo dimostrano e comunque il bello della democrazia è proprio questo, se i cittadini Portoferraiesi sono soddisfatti di questa ultima gestione, o dei personaggi presenti da anni sulla scena politica, rivoteranno le solite persone ( D'altronde ognuno ha quello che si merita).
Se invece si ha voglia di cambiare voterà in totale libertà le nuove facce.
La città di Portoferraio si è fermata al 1999 quando è andata via la scuola della Guardia di Finanza, basta fare un giro e vedere.
La scelta di votare volti nuovi può essere il tentativo di cambiare qualcosa all attuale situazione.
Good luck Portoferraio
Per dino
Messaggio 93840 del 01.02.2019, 19:46
Provenienza: Portoferraio
cool
Buonasera a tutti sono con Dino comune unico .basta con i soliti bisogna cambiare pagina incrementare con il turismo basta alle poltrone.prima di tutto farei abbassare il prezzo del biglietto delle navi,più servizi fatti a regola d'arte,in basta stagione prezzi più bassi per hotel e poi vedete che rialziamo la testa altrimenti come dice Dino manifestazioni e far venire tutti i telegiornali per bloccare questo monopolio che ci porta alla rovina.saluti alla redazione
cittadino
Messaggio 93839 del 01.02.2019, 19:05
Provenienza: Portoferraio
Elezioni comunali 2019 si cominciano a sentire alcune campane, da tempo si vocifera di futuri candidati a sindaco, facce nuove che vogliono farsi avanti, alcuni che si ripresentano, altri che sono già stati in politica e che si ricandidano, e chi più ne ha più ne metta.
Sicuramente lo trovo giusto un cambiamento con facce nuove e persone che abbiano voglia di fare e di cercare di aver cura del proprio paese.
Ma purtroppo oggi fare il sindaco, o l'assessore non è una cosa semplice, serve esperienza, e molta e conoscenza delle leggi, non ci si improvvisa sindaco o assessore solo per la buona volontà di fare, questo vale per tutti. e soprattutto in un comune come Portoferraio con problemi che tutti conosciamo.
Il sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti, alcuni giorni fa su questo blog, ha detto che lui nelle prossime elezioni nel suo paese appoggia la lista di candidato a sindaco Gelsi e lui va a fare il suo vice una, cosa che ha spiegato, che condivido pienamente e che per fare il sindaco o l'assessore si parte dalla gavetta, e non ci si improvvisa.
Sicuramente si può o non condividere certe sue prese di posizione, o idee politiche, ma di esperienza, e di come si amministra un comune ne ha da vendere.

BUONA CAMPAGNA ELETTORALE
Simona Sabbioni Scrivi a Simona Sabbioni
Messaggio 93838 del 01.02.2019, 17:47
Provenienza: Porto Azzurro
manifestazione l'Italia che R-esiste

Approfitto di questo seguitissimo blog per informare i cittadini che volessero testimoniare il loro desiderio di un Paese più umano e che lotta contro le sofferenze, senza distinzione di pelle, religione, credo politico, che domani la manifestazione L'Italia che R-esiste si terrà in piazza Cavour dalle 14.00.
FRANCA ROSSO
Messaggio 93837 del 01.02.2019, 17:16
Provenienza: Presidente Confcommercio Elba
PROGETTO DI DESTAGIONALIZZAZIONE E SVILUPPO DELL' ELBA

Alcuni interventi apparsi recentemente sulla stampa locale, in merito all' allungamento della stagione, ci offrono lo spunto per portare alla pubblica conoscenza, e non solo a quella degli addetti ai lavori, la predisposizione già da diversi mesi di un articolato progetto al riguardo, da parte della nostra Associazione.
E' una bozza di programma pluriennale di sviluppo che, per essere trasformata in pianificazione definitiva ed attuazione, necessita del coinvolgimento, dell' apporto e della condivisione di tutte le parti sociali elbane: categorie economiche, operatori turistici, organizzazioni sindacali, Pubbliche Amministrazioni ed Istituzioni varie.
Ma di fondamentale importanza è la partecipazione delle Compagnie di Navigazione, ed in particolar modo di Toremar, che assicura i collegamenti dell' Elba alla terraferma tutto l' anno, in virtù di un contratto di servizio pubblico con relativa sovvenzione.
Tutti insieme, se c'è realmente la disponibilità a farlo, sarebbe possibile addivenire alla sottoscrizione di un Accordo di Programma Territoriale che la Regione Toscana sembrerebbe ben disposta a supportare.
Dunque, siamo già un passo avanti rispetto ai vari proclami, ma occorre che Toremar in prima battuta aderisca all' operazione essendone parte essenziale. Poi, ovviamente, saranno contattati anche gli altri vettori marittimi, per creare i presupposti indispensabili alla realizzazione del progetto. Purtroppo, dobbiamo rilevare che, con nostro vivo rammarico e nonostante i ripetuti solleciti, ad oggi non siamo ancora riusciti ad ottenere un incontro con l' AD di Toremar - dr. Matteo Savelli - fermo restando la nostra disponibilità a recarci a Livorno personalmente, qualora per lui fosse scomodo venire all' Elba.
Poichè la posta in gioco è troppo alta e vitale per l' economia locale, la nostra Associazione non demorde, confidando in un cortese e sollecito interessamento da parte del dr. Savelli, o di un suo delegato, affinchè questa situazione di stallo possa essere sbloccata quanto prima e si possa addivenire a breve ad un incontro, per illustrare personalmente il progetto che è già stato loro inviato.
Confidando anche nella fattiva partecipazione di tutte le altre rappresentanze territoriali, siamo disponibili ed interessatissimi a dare gambe ad un progetto ormai improcastinabile per lo sviluppo della nostra isola.


La Presidente
Franca Rosso
Piero
Messaggio 93836 del 01.02.2019, 13:16
Provenienza: Portoferraio
Risposta per dino ai perfettamente ragione qui ci vuole un cambiamento le attività lavoravano 6 mesi ora se arrivano a 60 giorni e tutto l'oro del mondo anche i sindaci devono stare con noi tutti a Portoferraio e facciamo una bella manifestazione contro le navi che sono care e benzinai che hanno dei prezzi da ridere bisogna fare come i francesi poi vedi come cambia
VERSO PRIMAVERA 2019
Messaggio 93835 del 01.02.2019, 12:42
SIMONE MELONI “CHI SARANNO I NUOVI INTERPRETI DELLA POLITICA FERRAIESE ?



Si sta aprendo una nuova campagna elettorale per le comunali. In molti comuni italiani, tra cui tre elbani ed anche a Portoferraio,
In questi mesi sto parlando con molta gente e sono tante le istanze che vengono dai cittadini, si sente tanta voglia di partecipazione ma anche tanta delusione. La delusione di una politica sempre più chiusa dentro se stessa e la presenza costante delle stesse proposte programmatiche fatte dalle stesse persone che dagli anni '70 ad oggi sono sempre stati attori principali delle varie amministrazioni che si sono succedute ed il risultato, purtroppo, è quello attuale.
Tutti i programmi che si vanno delineando, per sentito dire, hanno come filo conduttore il ritorno alla VOCAZIONE TURISTICA di Portoferraio, la CENTRALITÀ di Portoferraio nella politica comprensoriale, la VALORIZZAZIONE DELLA CULTURA E DELL'AMBIENTE. Come dire che non siano bei propositi?
Ciò che però si sente chiedere è: "chi sono gli interpreti di tale cambiamento?"
Credo, in assoluta sincerità, che la nostra città abbia le risorse per poter rinascere senza necessariamente andare a cercare "colonizzatori" fuori Elba o vecchie glorie del passato. Chi ha amministrato questa città negli ultimi quaranta anni difficilmente può proporsi per presentare il progetto di rilancio per Portoferraio. Chi ha già partecipato può essere il presentatore delle nuove istanze?
I problemi di oggi sono i problemi di un decennio fa, la struttura amministrativa dell'ente è stata, di fatto, mortificata da chi ha amministrato negli anni senza dare la giusta soddisfazione a chi, tra mille difficoltà, lavora in una struttura difficile, la decadenza culturale di Portoferraio, non è forse frutto delle scelte fatte (e non mi riferisco ad una amministrazione in particolare ma ad un silente sonno che ha avvolto la città da decenni)?
Si è provato a cambiare il traffico del centro storico portoferraiese senza mai affrontare, ad esempio, il DEGRADO DELLE PERIFERIE, non si sono cercate aree di parcheggio esterne per poter studiare poi una viabilità diversa, anche pedonale, ma con una visione olistica della città. Il piano del porto è rimasto, sfortunatamente, lettera morta così come il regolamento urbanistico appena scaduto non ha cambiato il volto della città.
Ho avuto modo di incontrare tanti professionisti ed operatori commerciali, tutti lamentano uno stato di abbandono, progetti presentati e quasi mai presi in considerazione, proposte lanciate e cadute inesorabilmente nel vuoto.
Insomma Portoferraio può rinascere, senza ricette complicate ma con persone nuove, chi ha già dato alla politica, si metta a disposizione ma non abbia la pretesa di stare in prima linea a dettare le regole, abbia l'umiltà di dedicarsi disinteressatamente alla vita della città senza però cercare di esserne protagonista per l'ennesima volta. Se rinascita deve essere si punti sul nuovo che non è sinonimo di incapace!
Per una nuova scommessa è necessario ripartire da nuove persone che abbiano la voglia di mettersi in gioco e di portare avanti progetti importanti per Portoferraio, guardiamo ad una città dei prossimi venti anni, capace di confrontarsi con i cittadini, con le categorie, con le associazioni, non fermiamoci e non abbiamo paura, la capacità, la voglia e le potenzialità ci sono, mettiamole tutti a disposizione per una nuova rinascita!
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93834 del 01.02.2019, 12:22
Provenienza: CAPOLIVERI
EURONICS Portoferraio
Messaggio 93833 del 01.02.2019, 11:39
AVVISO AI NAVIGANTI
Messaggio 93832 del 01.02.2019, 11:03
TORNANO I SOLITI “CECCHINI”NASCOSTI DIETRO IL PC .



Rieccoli dopo le prime avvisaglie degli ultimi mesi da qualche settimana escono allo scoperto ( si fa per dire) , si sono posizionati davanti al PC nascondendosi dietro il loro paravento multimediale per sparare a destra e a manca: E' bastato che si aprisse la campagna elettorale , che le solite iene approfittassero per cominciare nuovamente a inviare i loro post irrispettosi e colmi di veleno facendo emergere discussioni spiacevoli e francamente irritanti.
E' il caso che ricordiate i miei numerosi interventi di moderazione, ripetendo che, lo spirito, la volontà di dialogo e di discussione aperta, deve essere onesta e costruttiva , a niente valgono le calunnie gratuite a persone o facili illazioni di chi tira il sasso e nasconde la mano. Qualcuno ha ritenuto invece che camminando.org fosse casa propria, sa usare per discussioni, per attacchi personali, per risse da osteria e perfino per minacce di denuncia, o per denunce effettive!
Questo foglio virtuale ancor prima di quel regolamento non scritto che dovrebbe far parte di ogni frequentatore del web , e che invoca dai suoi ospiti solo criteri generali di comportamento ovvi e comuni a tutti i Forum, ha sempre sostenuto il principio che ogni intervento (anche in anonimato) deve essere, almeno nelle intenzioni, animato da uno spirito costruttivo ,satirico, critico, e perché no condito con quella giusta cattiveria che si addice ad una buona critica ( personalmente , esercito questo diritto di critica a viso scoperto) , senza questi semplici ingredienti tutto finisce in schermaglie verbali, offese , sottintesi denigratori …e non solo.
Ho fatto caso negli ultimi post, che qualcuno si è offeso del mio modus operandi di questi ultimi giorni, in cui ho cercato di limitare al minimo gli interventi ( effettuando tagli e alcune ovvie cancellazioni) e mi hanno addirittura accusato di una sorta di partigianeria , come se avessi da difendere chissà chi, addossandomi amicizie e clientele , niente di tutto questo, l’ho fatto solo nell'attesa che si ristabilisse spontaneamente un clima più disteso, come un segno di rispetto verso quelle persone pubbliche o meno trovatesi molte volte al centro di spiacevoli e pesanti delazioni accusatorie, ( ricordate che io la mano la stringo a tutti, sono molti altri forse che hanno qualche problema a stringerla a me).
Allora, criticate, promuovete i vostri beniamini, incazzatevi o gioite ma soprattutto rispettate gli avversari , in fondo questo Blog, del quale sono orgogliosamente responsabile ed unico padrone di casa ....gentilmente, gratuitamente e con benevolenza, vi ospita tutti senza niente chiedere.
x DINO
Messaggio 93831 del 01.02.2019, 09:20
Provenienza: turista
.....Dino hai ragione da vendere, se venisse istituito il comune unico, sai quante persone sarebbero a spasso. Solo pochi di voi vuole un turismo tipo romagnolo, tutti gli altri dicono "deh oh quelli si danno da fare !!!! "
RIririripeto non è il prezzo che fà la differenza, ma è cosa viene dato per quel prezzo, questo è la cosa che non entra nella situazione" imprendiatoriale turistica elbana". Continuerete a spillare denaro alle seconde case,multe per mancanza di adeguati parcheggi, affittare le case ad un pagamento spesso di un colore molto scuro, per poi a fine stagione andare con l'assegno di disoccupazione ....verso thailandia caraibi ecc...
Dino
Messaggio 93830 del 31.01.2019, 19:36
Provenienza: Portoferraio
Buonasera ci vuole il comune unico una persona sola. non troppe teste è sempre i soliti grazie a loro guardate come se ridotta l’isola andate a Rimini e guardate tutti i servizi che danno a noi c'è rimasto solo il mare ma i turisti non vengono più con i prezzi delle navi ci fai il biglietto e ci vai in Spagna
sacchi zenobio Scrivi a sacchi zenobio
Messaggio 93829 del 31.01.2019, 18:15
Provenienza: marciana marina
le più sentite condoglianze alle famiglie Rebua - Bartolini per la loro grave perdita
SACCHI Zenobio
AMMINISTRAZIONE PORTOFERRAIO
Messaggio 93828 del 31.01.2019, 16:07
IL VICE SINDACO BERTUCCI POLEMIZZA SUI MEZZI TPL


“Il mezzo più nuovo del parco autobus in dotazione all’Isola d’Elba è datato 2001, e non credo che ci siano differenze fra i diritti degli studenti elbani e quelli del Continente. Mi auguro a questo punto l’arrivo prima possibile di nuovi mezzi, quale segnale di attenzione per il nostro territorio”. Così il vice sindaco di Portoferraio Adalberto Bertucci a margine dell’incontro che si è tenuto mercoledì 30 gennaio presso la Provincia di Livorno, nel corso del quale è stato redatto un documento per mettere al corrente la Regione Toscana del disagio che l’isola d’Elba sta vivendo in questo periodo nel settore del trasporto pubblico su gomma. “Nel documento – fa sapere Bertucci – abbiamo ricordato, come già fatto nei mesi scorsi, i gravi disagi che a tutt'oggi permangono sull'isola d'Elba, soprattutto sulle corse dedicate al trasporto scolastico. Alle segnalazioni di disservizi ricevute, fra l’altro, si sono aggiunti anche i Sindacati, con precedenti comunicazioni apparse anche sulla stampa ”. “I vecchi mezzi circolanti vanno sostituiti al più presto – ha aggiunto il vicesindaco di Portoferraio – e non possiamo aspettare le promesse dell’azienda che avrebbe ventilato l’arrivo di quattro mezzi nuovi prima dell’estate. Quei quattro mezzi servono subito – ha concluso Bertucci – e sarebbe opportuno che l’azienda ne facesse entrare in servizio qualcuno meno datato degli attuali già dai prossimi giorni, per alleviare almeno in parte rischi e disagi quotidianamente in atto”.
Cavese
Messaggio 93827 del 31.01.2019, 16:07
Corsini non è stupido è solo poco presente a dimostrazione di quanto è importante.
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93826 del 31.01.2019, 14:54
Provenienza: CAPOLIVERI
Ivano
Messaggio 93825 del 31.01.2019, 14:26
Egregio Corsini ...,

dal "Corrierelbano.it si legge:
"il sindaco di Rio ricorda, inoltre, di aver ereditato una situazione finanziaria delicata. “I bilanci consuntivi di Rio nell’Elba non venivano approvati dal 2014. – spiega Corsini – Ogni cosa che tocco è un problema. "
Corsini, se quanto riportato dal Corriere Elbano corrisponde al vero, allora è stato detto il falso.
E te lo dimostro.

Quanto riporto sotto smentisce alcune tue convinzioni e spero che tu voglia prenderne finalmente atto.
Probabilmente hai cattivi consiglieri, forse quelli stessi che insieme a te mi definiscono cattivo e rancoroso.
Tali appellativi li rispedisco ovviamente al mittente, però almeno una cosa dovresti riconoscerla. Come "consulente" (che non è proprio né consigliere, né consigliori eh) così cattivo non mi sembra di essere stato.
A De Santi per ora non gli ho fatto perdere un colpo, al contrario di quanto sta succedendo nel tuo campo.
Che figure! Ma che figureee!!

Dunque:
"DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 19 DEL 29/04/2015
OGGETTO: RENDICONTO ESERCIZIO FINANZIARIO 2014. ESAME ED APPROVAZIONE
Il Sindaco cede la parola alla Responsabile Area Finanziaria, Rag. Marcella Merlini, che illustra analiticamente le principali voci del Bilancio Consuntivo anno 2014 con particolare riferimento ai documenti di sintesi in ordine al risultato di gestione e all’avanzo di amministrazione. Fa, altresì, presente che il risultato non è definitivo poiché, alla luce delle disposizioni previste con la nuova contabilità armonizzata e dal conseguente riaccertamento straordinario dei residui il risultato da applicare al Bilancio di Previsione 2015 potrà essere sostanzialmente diverso.
Preso atto che : - Si è provveduto al riaccertamento dei residui attivi e passivi esistenti alla fine dell’esercizio 2014 e da iscrivere del conto del bilancio, in conformità all’art. 228 del D.Lgs. 18 agosto 200, n.267;
- Il Tesoriere Comunale, Banca MPS Agenzia di Rio Marina ha reso il conto nei termini previsti dall’articolo 226 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n.267 e la proposta di rendiconto 2014 chiude con risultati contabili concordanti con quelli del Tesoriere;
- Il rapporto tra il complesso delle partite attive e passive risulta positivo e l’avanzo d’amministrazione ammonta ad € 1.799.910,09, così determinato
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE NR. 19 DEL 29/04/2015
- € 54.906,70 avanzo 2013 non utilizzato;
- € 1.163.935,00 avanzo da gestione residui;
- € 503.907,98 avanzo di gestione competenza c/capitale;
- € 77.160,41 avanzo da gestione competenza corrente;
- È stato rispettato il patto di stabilità in termini di competenza mista ai sensi della legge n. 183/2011; ... "

Quindi, ricapitolando:
Il consuntivo 2014 è stato deliberato, contrariamente a quanto hai detto.

Ma forse non lo volevi dire solo perché è risultato un falso, perché chi l'ha elaborato e presentato è la stessa persona che ora cura i tuoi bilanci. ?
La correzione apportata nel 2017 dalla Corte dei Conti infatti ha portato quel
+ 1.799.910.09 a - 2.405.952,58 con un delta fra prima e dopo di ben € 4.205.862,67.

Nella stessa seduta, chi illustra i dati asserisce al consiglio che
" È stato rispettato il patto di stabilità".
Ovviamente quello del 2014,

quello stesso per cui tu ora devi pagare 25.600 €, dando incarico a quella stessa persona che asseriva di averlo rispettato, di recuperare la sanzione nei confronti dell'amministrazione 2014.
De Santi e il revisore asseriscono che non gli era stato comunicato il "mancato"rispetto del patto di stabilità. Infatti è stato detto che "E' stato rispettato"!
Ora riesci finalmente a capire perché ti sei beccato due esposti/querela?


P.S.: dimenticavo. se il consuntivo 2014 ti hanno detto che non si trova, chiedimi pure, te lo invio io ... a gratis!
Alle famiglie Rebua e Bartolini
Messaggio 93824 del 31.01.2019, 11:48
Provenienza: Porto Azzurro
Le più sentite condoglianze per questa terribile tragedia alle famiglie Rebua e Bartolini da parte mia e della mia famiglia.

Barretta Mimmo
CELEBRAZIONE
Messaggio 93823 del 31.01.2019, 09:20
Provenienza: S.Bramanti
OGGI SI CELEBRANO 10 ANNI DI DON GIANNI MARIANI A SAN GIUSEPPE




Messa speciale quella delle ore 18 di oggi 31 gennaio, alla chiesa di San Giuseppe della Sghinghetta di Portoferraio. Sarà una semplice ma significativa e in qualche modo solenne Celebrazione, che il parroco Don Gianni Mariani terrà e sarà quella dei 10 anni della sua presenza nella chiesa di Carpani. E in tale occasione anche il complesso corale sarà presente con all'organo, come sempre, il maestro Alessandro Bruni. Vari parrocchiani vorranno condividere il momento religioso, che è anche un momento augurale per un altro traguardo del percorso del presbitero, che fu ordinato proprio nella chiesa dove guida la comunità cristiania che ora governa, nel 1983 dall'allora monsignor Lorenzo Vivaldo, compianto vescovo della diocesi di Massa Marittima. Don Gianni è un elbano d'adozione, proviene da Pavia ed entrò in seminario nel 1978. Il suo percorso isolano lo ha portato alla guida delle parrocchie di san Piero e Sant’Ilario, poi per 18 anni il sacerdote ha retto la parrocchia di San Gaetano a Marina di Campo e quindi è tornato alla sua “casa” iniziale portoferraiese. Don Gianni è notoriamente impegnato per l'auto ai più deboli e insieme alla Fondazione onlus San Giuseppe, la Caritas locale e altri volontari assicura nei giorni feriali un pasto caldo a circa 30 persone in difficoltà. E' gestita anche la distruzione di viveri ai bisognosi e del vestiario, in giorni appositi. Mariani sogna di realizzare un Centro di accoglienza elbano, un dormitorio, per chi non ha niente e non ha casa e insieme alla Caritas e al Circolo culturale Pertini ha richiesto un incontro ai sindaci isolani su tale tematica. Ma dai primi cittadini non venuta alcuna risposta. Don Mariani non si fermerà e vorrà raggiungere nel tempo l'obiettivo.
VERSO PRIMAVERA 2019
Messaggio 93822 del 31.01.2019, 09:03



A.A.A. CANDIDATI CERCASI DISPERATAMENTE



Grandi manovre che nemmeno i “frati da cerca” con la loro proverbiale pazienza riuscirebbero a eguagliare, i soliti noti adescano, promettono, tirano per la giacca riesumano e assumono candidati e sponsor , insomma mentre esplodono i veleni, con le buone candidature, le cattive ricandidature, la guerra di potere e la diatriba per il controllo della Biscotteria , ci accorgiamo che manca solo crolli l'ultimo steccato ideologico, e, dopo anni di ingiusta censura e di miopi pregiudizi, si richiami in campo anche lui: Giuda Iscariota. Sì proprio lui, il leggendario traditore del Messia . La svolta potrebbe venire mediante l’accorato appello firmato per le prossime elezioni amministrative a Portoferraio, da una corrente in cerca di apostoli, e probabilmente favorevole alla riabilitazione di quel «ragazzo che si vendé per trenta denari».
L’appoggio dei diretti interessati immaginiamo sarebbe totale : - «Con tutto il casino che c’è in giro – stanno pensando i burattinai - tra nomi , cognomi e soprannomi un tipo pragmatico come l’Iscariota sarebbe più credibile di quelli che si vocifera».
Lo spregiudicato seguace del Redentore , in attesa di un clamoroso “ritorno” sulla scena, fa sapere che accetterà la candidatura purchè i suoi sostenitori stavolta invece dei miseri trenta denari paghino in Euro.
X Pacioso
Messaggio 93821 del 30.01.2019, 21:40
Due piccoli appunti:
1) Salvini, nonostante sapesse della questione soldi della lega, stando alle carte che hanno portato alla condanna li ha usati sapendo di non poterlo fare
2) voi fate il tifo, non fate politica. La politica è fatta di valori e di idee, non di tifo! Non è che se i soldi li fregano quelli per cui hai votato allora va bene, anzi, peggio ancora perchè ti hanno fregato due volte (fiducia e soldi)!!!
per "alcune" Mamme vaporine
Messaggio 93820 del 30.01.2019, 21:37
La verità sui libri

Sarebbe bene mantenere un certo livello di qualità della discussione su questo blog!
Già a Natale una maestra (o professoressa, non ricordo, ma poco cambia) ha spiegato che le lamentele di alcune ignorantissime madri devono essere riportate, per essere efficaci, nelle opportune sedi, spiegando i modi e i tempi.

Nel 2015, secondo dati ISTAT, il 60% della popolazione italiana ha letto MENO DI UN LIBRO ALL'ANNO, mentre solo il 13% legge almeno un libro al mese. Poi ci chiediamo perchè le Fake News sono un rischio, perchè c'è l'analfabetismo funzionale e perchè siamo in linea di massima fanalino di coda culturale d'Europa.

Anche questa volta queste "Mamme" hanno perso l'occasione di stare zitte.
Idino
Messaggio 93819 del 30.01.2019, 18:28
Provenienza: Portoferraio
Buonasera leggendo gli sms ha ragione Dino, basta i soliti sindaci le navi che hanno i prezzi altissimi la.benzina alle stelle e il gas uguale bisogna fare come i francesi manifestazioni e bloccare questo sistema che all'Elba non viene più nessuno muoviamoci non aspettiamo
Aldo il Ribaldo
Messaggio 93818 del 30.01.2019, 18:22
Provenienza: Torre
Birbante marinese ma che bel politichese! Ma chi è Lei, Mario Monti!! In pratica tutto sto scritto per dire che la sindaco è nei pasticci (secondo Lei) , che serve il comune unico e che il voto dei cittadini non conta tanto il popolo è fatto di persone poco idonee ad amministrare. Deve essere bravo, lei. Mi perdoni ma non posso non notare quante informazioni che possiede, addirittura sullo stato dei mezzi dei vigili e che fretta di unire i pollai, perché non si candida birbantello!! Ah, sempre che lo possa fare.
Ancora e ancora con “sprovveduti” termine già ampiamente utilizzato verso la giunta Allori che in realtà a mio parere calza a pennello ai loro predecessori visto che progetti tanti ma opere..poche..!
Nel merito, ho provato a seguirla con attenzione ma da “combinato disposto” in poi lei non argomenta, non spiega, non dice una beneamata per accreditare la tesi secondo la quale a questo “combinato” seguirà uno schianto. Ciancia circa possibili motivazioni ma si può solo supporre le sue intenzioni: la prego si spieghi se lei è un tecnico, ci faccia capire. A me sembra che voglia solo allarmare o scoraggiare la giunta quando utilizza metafore come “cadere nel burrone” o “effetto esplosivo”. Ne è talmente certo e sembra anche non dispiacersene affatto. Ma per cosa? Per una diffida di un dipendente? Non sarà certo la prima volta né l’ultima. Crede che un ente pubblico sia così debole? Ma poi le sembrano davvero così sprovveduti? Sia tutti i membri della compagine Allori che i loro più fidati consiglieri, il nuovo segretario e i legali che avranno sicuramente consultato? Secondo me invece hanno valutato le loro mosse in lungo e largo. Perciò questa presa di posizione è da ammirare e non solo per il coraggio.. per quello che ne so, potrebbero anche aver percepito un malcontento nei cittadini e cercato di reagire, chissà.
Dunque se ci sarà un contenzioso che passi al giudizio delle autorità competenti e non al suo, le quali secondo me avranno un bel da farsi nel leggere molte, molte e ripeto moltissime cosucce.
E mi risulta che ultimamente non tengono banco solo queste due notizie che formano il suo combinato, ma si orecchia anche di scenari seguenti a probabili processi in arrivo. Comunque il tempo ci darà ogni risposta, intanto, il grande fratello guarda, segna e allega.
GENITORI SCUOLA MEDIA
Messaggio 93817 del 30.01.2019, 17:30
Provenienza: PORTO AZZURRO
TROVIAMO ASSURDO DARE AI RAGAZZI ULTERIORE CARICO DI LIBRI DA LEGGERE IN PIU' CHE NON CI INCASTRANO NULLA CON LE MATERIE , POI NON è SOLO LEGGERE MA DA LAVORARCI……. POI NATURALMENTE LE SPESE SONO A CARICO NOSTRO , OLTRE IL VOCABOLARIO 50€ E NON PARLIAMONE NEMMENO DI TUTTO IL MATERIALE CHE OCCORRE NELL' ARCO DELL' ANNO ECC.…..HANNO LE VARIE MATERIE DOVE C'è DA STUDIARE PIU' COMPITI,NON BASTA GIà QUESTO……..!!!!!!!
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 93816 del 30.01.2019, 16:05
L’ULTIMO SALUTO A MARA VERRI



Il sindaco Mario Ferrari e tutta la amministrazione comunale di Portoferraio esprimono il proprio dolore per la prematura scomparsa di Mara Verri, 44 anni, nota albergatrice elbana. “Non ci sono parole per esprimere uno sconforto così grande - ha commentato il sindaco Mario Ferrari – Mara era persona solare, educatissima ed estremamente competente nel suo lavoro e nell’attività che svolgeva con passione all’interno dell’Associazione Albergatori. Il suo immancabile sorriso resterà per sempre scolpito nella memoria di tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerla”. Al marito, ai suoi due figli ed alle famiglie Rebua e Bartolini le più sentite condoglianze di tutta la città di Portoferraio.
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93815 del 30.01.2019, 13:29
Provenienza: CAPOLIVERI
NUOVA PERTURBAZIONE
Messaggio 93814 del 30.01.2019, 11:55
TORNA LA NEVE SUL CAPANNE





Una nuova perturbazione proveniente dal Nord Atlantico sta interessando da questa mattina la Toscana. Previste nevicate a quote collinari, La Sala operativa unificata permanente ha emesso un codice giallo per neve che interesserà quasi tutta la Regione fino alla mezzanotte di oggi , mercoledì 30 gennaio. Possibili deboli nevicate al mattino.
Peggioramento più consistente dalla seconda parte della mattinata a partire dalle zone occidentali, con nevicate a quote collinari, in estensione al resto della regione. Attenuazione dei fenomeni in serata e nottetempo con nevicate che tenderanno ad isolarsi sulle zone appenniniche.
Da stamani anche all’Elba sulla cima del Monte capanne è tornata la neve.

Foto di Alessio Gambini
BIRBANTELLO MARINESE
Messaggio 93813 del 30.01.2019, 05:32
Provenienza: La Marina
Forza Brodo
Messaggio 93812 del 29.01.2019, 21:36
Provenienza: Pf
Dal satellite risulta che Incrociatore Bastia e sempre in mezzo al canale di Piombino. Se è vero auguri ai passeggeri. Doveva essere già ormeggiato a Portoferraio.
Pacioso
Messaggio 93811 del 29.01.2019, 20:59
Leggo in fb che molti richiedono a Salvini, anche giustamente i 49.000.000 fregati dai Bossi's e penso che basterebbe bloccare gli stipendi dei dipendenti statali o comunali che hanno ottenuto il posto grazie ad una tessera di partito di sx, o peggio, grazie all'iscrizione in non si sa quale loggia segreta che ci facciamo una finanziaria……………...guarda a Rio……….!!!!
IL BIRBANTE MARINESE
Messaggio 93810 del 29.01.2019, 20:45
Provenienza: La Marina
A SCIAMBERE DELLA MACCHINISTA E LA LOCOMOTIVA DI GUCCINI


In paese negli ultimi giorni tengono banco in fila due notizie sull’Ufficio di Polizia Municipale di Marciana Marina. La prima notizia è che l’unica autovettura della Polizia risulti da settimane abbandonata nel piazzale del palazzo comunale priva di targhe. Quasi come fosse in attesa di essere demolita. La seconda notizia è che la Giunta di Marciana Marina sia stata costretta a nominare un legale per avere assistenza nel contrapporsi alla diffida presentata da un dipendente comunale, il quale fino al 31.12.2018, si legge ancora nella determina, aveva una posizione organizzativa non rinnovata nel gennaio 2019.
Le due notizie messe insieme formano quello che gli avvocati chiamano un "combinato disposto", con effetto esplosivo fra la sindaca ed i suoi fraticelli.
Vuoi vedere che ora invece di assumersi le proprie responsabilità, la maldestra macchinista Sindaca cercherà di dare la colpa ai quei tre disgraziati della minoranza che agitavano la bandiera rossa per avvertirlo che il convoglio che aveva confezionato stava andando a tutto vapore verso un burrone senza binari per attraversarlo?
Ora il buon macchinista Sindaco o Sindaca che dir si voglia, sembra davvero nei pasticci..
Quel che è davvero difficile da capire sono le motivazioni della giunta Allori: di solito l'organo politico dell’Amministrazione Comunale si limita a dettare le linee di indirizzo alle quali gli uffici si devono attenere. Adesso invece c’è la moda di assumere a se il comando delle aree amministrative, eludendo così tutti gli atti amministrativi che avrebbero dovuto essere di esclusiva competenza degli organi tecnici.
Dopo aver tentato di dipanare questo aggrovigliato pasticcio marinese, qualche domanda sorge spontanea: ma come possono questi stessi amministratori (e tecnici) che hanno così magistralmente gestito il comune in questi ultimi due anni pensare di andare avanti ancora per tre lunghi anni? Non sarebbe meglio svegliarsi prima che arrivino la Magistratura e le Autorità nazionali per la vigilanza?
Tiro Fisso 9
Ed ecco una breve riflessione su questa vicenda che dimostra ancora una volta quanto sia urgente "chiudere questi sette pollai"; amministrare un comune oggi è una faccenda assai complicata, un compito che non può essere affidato a degli sprovveduti ancorché "legittimati" da un ampio consenso elettorale, e più si restringe la base di selezione degli amministratori, più sono limitati territori e popolazione di un comune, più e difficile comporre organismi di governo adeguati.
Come dire, per tornare alla metafora iniziale, che sugli ideali binari di quest'isola di pericolose locomotive guidate "a pene di segugio" ne girano diverse, ed allo schianto marinese potrebbero seguirne altri.


Il Birbante marinese
Che vergogna!!!!!
Messaggio 93809 del 29.01.2019, 19:53
Provenienza: rio
Reddito di Cittadinanza: dipendente Caf che aiutava a eludere i paletti è un consigliere PD
Postato il 29 gennaio 2019, 19:25 Luigi Di MaioDalla rete
Chi fa il furbo paga! Il dipendente del Caf che avevo denunciato è stato sospeso per aver consigliato ad un cittadino come aggirare i paletti sul Reddito di Cittadinanza. Pensava di farla franca… povero illuso!
Grazie alla Guardia di Finanza per l’azione tempestiva! I furbetti avranno vita breve. Questo che abbiamo beccato, come vedete dalla foto, sembra che fosse un consigliere comunale del Pd.
Abbiamo ricevuto segnalazioni da altri Caf. Siamo al lavoro. Avanti il prossimo!
Ma come si fà a comportarsi così.....VERGOGNA
ISTITUTO COMPRENSIVO PORTOFERRAIO
Messaggio 93808 del 29.01.2019, 19:42
LA SCUOLA MEDIA PASCOLI HA CELEBRATO E RICORDATO LE VITTIME DELLA SHOAH.



Gli allievi dell'Indirizzo musicale hanno eseguito e cantato brani legati al tema dello sterminio degli Ebrei, da "Schindler's list" a "la vita è bella" , alternandosi con gli alunni delle classi terze e della 1E, che hanno presentato poesie, lavori di gruppo, un video sulle Leggi di Norimberga ed un quadro vivente che riproduceva Guernica di Picasso. Questa commemorazione, come ogni anno, è organizzata dai docenti della scuola per sensibilizzare i ragazzi al ricordo delle vittime delle persecuzioni e delle guerre, per dare un messaggio di pace e fratellanza, per ammonire a non ripetere mai più gli orrori compiuti in un passato non troppo lontano. La scuola è anche questo: non solo lezioni sui banchi, ma progetti e lavori sui grandi temi d'attualità e del passato, per crescere una futura generazione con valori sane ed educare alla pace, alla tolleranza, al rispetto di tutti.
Mamma mia....
Messaggio 93807 del 29.01.2019, 18:29
Provenienza: Capoliveri
..........Caro amico di Capoliveri pubblicherò la sua lettera aperta quando Lei che parla e sottolinea di "Metterci la faccia" lo farà firmandosi.

Grazie
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93806 del 29.01.2019, 15:44
Provenienza: CAPOLIVERI
POLIZIA DI STATO PORTOFERRAIO
Messaggio 93805 del 29.01.2019, 14:04
FUGGE IN SCOOTER E PROVOCA UN INCIDENTE


Nella serata di ieri, alle ore 21,20, una volante della Polizia durante il servizio di controllo del territorio, ha intimato l’alt al conducente di un motorino che, ad alta velocità - poiché evidentemente elaborato - e senza targa, percorreva la variante cittadina.
La persona ha però proseguito la sua corsa nonostante l’azionamento di lampeggiante e dispositivi sonori, anche percorrendo contro mano la strada provinciale 24, dileguandosi nella zona di Via Ferriera. Il conducente del motorino inoltre procedendo a ziz zag tra i vicoli è finito fuori strada in un canale dove, dopo aver abbandonato il motoveicolo, è fuggito.
Anche la Volante della Polizia, per procedere nell'inseguimento è finita fuori strada dopo una brusca frenata effettuata per evitare la collisione con il motorino ed i due agenti sono rimasti ferito dall’esplosione di entrambi gli airbag.
La Polizia informa che è in corso l’identificazione dell’ignoto che indossava un casco integrale da enduro, grazie ad alcune importati testimonianze.
E' stata inoltre diffusa la fotografia del ciclomotore oggetto degli accertamenti. Chiunque sia in possesso di informazioni è invitato a contattare il Commissariato di Pubblica sicurezza di Poroferraio.

ULTIME NOTIZIE
Identificato il conducente del motociclo che non si era fermato all Alt della Volante


Si tratta di un ragazzino di 13 anni
Una bravata che poteva finire tragicamente e che è stata gestita al meglio grazie alla professionalità degli Agenti della Volante. Il ragazzo, infatti, ne è uscito assolutamente incolume. Evitato inoltre il coinvolgimento di terze persone.
Non evitabili naturalmente le conseguenze giuridiche del gesto da parte del genitore apparso comunque estremamente collaborativo e coscienzioso, consapevole della tragedia sfiorata.
Il ragazzino, appassionato di moto, l aveva sistemata x poi decidere di provarla su strada senza ovviamente informare i genitori. Alla vista della Volante, consapevole di essere fuori regola, aveva pensato di sottrarsi ai controlli.
Michelangelo Zecchini
Messaggio 93804 del 29.01.2019, 13:58
SULLE TRACCE DEI PRIMI ABITATORI DI MARINA DI CAMPO



È opinione corrente che le tracce più antiche dell’attività umana nella fascia costiera di Marina di Campo risalgano in misura minima al Basso Medioevo (oratorio di S. Mamiliano, con annesse piccole laboriosità cenobitiche) e, in dimensioni più apprezzabili, nella prima metà del XVII secolo con i primi aggregati di abitazioni sorti in virtù dello scudo protettivo (reale e simbolico) della Torre che gli Appiani avevano fatto erigere sulla cresta del promontorio intorno al 1570 (o poco dopo).
Secondo i più la marina di Campo sarebbe rimasta deserta nelle epoche precedenti perché occupata da paludi o ristagni melmosi e insalubri che sconsigliavano frequentazioni stabili. In effetti le testimonianze che ci giungono da viaggiatori e scrittori dei secoli passati sembrerebbero avvalorare quelle motivazioni. È sufficiente citare il francese Arsène Thiébaut de Bernaud che, visitando la zona nel 1808, rimase impressionato dal fatto che la piana di Campo “è in parte occupata da ruscelli, dall’altra è coperta da un marrazzo che secca in estate. Le sue esalazioni la rendono pressoché inabitabile in questa stagione”. Nè si può tacere che, a causa dei suoi acquitrini e dei relativi miasmi, la zona era conosciuta in antico come la ‘Maremma dell’Elba’.
Tuttavia proiettare, sic et simpliciter, tale situazione idrogeologica, fatta di stagni e di mefitismi, in altri periodi storici, è di per sé fonte di travisamenti. Specialmente se il momento di arrivo della trasposizione ambientale è l’epoca romana: i Romani, infatti, erano maestri nell’arte della bonifica e di certo non sarebbero stati i capricci alluvionali dei fossi degli Alzi, del Bovalico, della Pila, di Galea e del Filetto a impedire loro di modellare un ampio arco costiero e di renderlo fruibile alla loro vita e ai loro commerci.
Un punto di non poco conto a favore dell’utilizzazione, molto antica e non episodica, della fascia litoranea campese è segnato dalla presenza a S. Mamiliano, a pochi metri di distanza dalla strada provinciale e a circa 300 metri dal mare, di cumuli di scorie di ferro databili fra il II e il I secolo. C.. Si calcola che le scorie fossero non meno di 10.000 tonnellate, ma purtroppo furono asportate in gran parte in momenti post bellici, Nella stessa area fu trovato anche un pane di ferro dolce, di forma globulare, il quale fa supporre l’esistenza in loco di officine per la raffinazione. Va da sé che un siffatto lavoro di riduzione e di lavorazione del ferro presuppone l’esistenza di nuclei abitativi o accampamenti più o meno stabili, che mal si concilierebbero con la presenza di estesi impaludamenti.
Il secondo elemento pro insediamento di gruppi umani presso il litorale in epoca romana è costituito dalla scoperta di tombe a enchytrismòs (ossia dentro un vaso, in questo caso orci), nell’area dell’attuale municipio. Su questa scoperta esiste la testimonianza orale, del tutto attendibile, del prof. Giuseppe Pisani, originario di S. Piero, docente di educazione fisica al Liceo Classico Foresi e appassionato cultore della storia del suo paese. Secondo Pisani durante lo scasso delle fondamenta di un palazzo nei pressi dell’immobile comunale affiorarono, alla profondità di circa un metro e mezzo, quattro dolia (uno era più o meno integro) al cui interno giaceva, rannicchiato, lo scheletro di un adulto. Questo e altro il professore mi raccontò minuziosamente nel 1967, a margine del I convegno di Storia dell’Elba, servendosi anche di schizzi. Sembra che anche successivamente nei dintorni di via Verdi siano venuti in luce resti ossei, ma senza attrarre la considerazione che meritavano. Dall’analisi dei disegni del prof. Pisani, vergati in fretta ma con precisione, parrebbe che i dolia possano essere inquadrati nel I secolo dopo Cristo. Per quanto le sepolture a enchytrismòs siano per lo più di tarda epoca imperiale, ricordo che un inumato entro dolio rinvenuto nel territorio di Perugia è stato datato proprio alla prima epoca imperiale. E, per rimanere in ambiti geografici e culturali più vicini, una tesi di laurea del 1942 menziona il ritrovamento, avvenuto nell’Ottocento, di dolia con inumati all’isola del Giglio.


Michelangelo Zecchini
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 93803 del 29.01.2019, 13:46
DA DUE MESI L’ISOLA D’ELBA NON HA UN MEDICO LEGALE.



Un disservizio inaccettabile, quello che viene denunciato dal sindaco di Portoferraio Mario Ferrari. “Sono molti i disagi provocati dalla mancanza di questa figura professionale sanitaria – ricorda il sindaco – a cominciare da quelle che sono le sue funzioni d’istituto, di importanza fondamentale dal punto di vista giuridico, visto che nella attuale situazione le stesse Forze dell’Ordine in caso di necessità di questo tipo sono costrette ad attendere l’arrivo del medico legale dal continente, tempo atmosferico permettendo. Inoltre, solo per fare qualche esempio, chi deve rinnovare una patente nautica od un porto d’armi è oggi costretto ad andare a farlo fuori dall’isola, per non parlare dei disagi e dei ritardi per gli invalidi civili, che ormai dall’inizio dell’anno aspettano di essere convocati per vedere riconosciuti i propri diritti assistenziali, e per gli stessi pazienti oncologici che per legge devono essere visitati da un medico legale entro quindici giorni dalla richiesta per ottenere la propria tutela sanitaria per il riconoscimento della invalidità e della condizione di handicap e, successivamente, per poter richiedere i benefici previsti a causa della condizione invalidante”. “Nel caso specifico – aggiunge Mario Ferrari – il servizio affidato nel dicembre 2017 dall’Azienda Usl Toscana Nord Ovest con un incarico temporaneo di un anno, a suo tempo motivato con l’urgenza di immettere in servizio un professionista a supporto del personale della U.O. C. di Medicina Legale operante nel comprensorio dell’Elba per far fronte alle criticità presenti sul territorio, non è stato rinnovato a fine 2018”. “Segnalo dunque questa incresciosa situazione – conclude il sindaco di Portoferraio - all’Azienda Sanitaria ed alla conferenza dei sindaci elbani, ricordando a tutti che ha grande importanza anche dedicarsi a risolvere problemi solo apparentemente di poco conto ma che si ripercuotono con conseguenze negative sulla vita di tutti i giorni dei nostri concittadini”.
VALDANA
Messaggio 93802 del 29.01.2019, 12:29
Provenienza: ELBA
Non è importante il 4,34% di share, quello è normale per tutti coloro che non hanno ceduto l'uso del proprio cervello in uso gratuito ad una setta di fanatici impreparati ed ignoranti oppure pericolosamente consapevoli. Freccero ha fatto pagare la sua marchetta politica a tutti noi. Il ''cambiamento''.......Cosa se ne evince? Che Grillo un tempo era u comico, poi si è trasformato in un tribuno rauco e rancoroso che sposta i suoi beni all'estero tramite prestanome e predica ''decrescita felice'' per tutti noi nella merda piazzandoci gente veramente impresentabile che si spaccia per ''fenomeno''. Sarebbe questo il ''cambiamento''? Lo hanno fatto molti e molto prima di lui. Rimane un punto: Freccero in pensione subito ed i 30.000 euro pagati a Grillo,PREGIUDICATO, detratti dai suoi emolumenti
Per i COMUNI ELBANI
Messaggio 93801 del 29.01.2019, 09:41
Provenienza: RIO
Obblighi ai confinanti con vie provinciali, tengano pulite ed in sicurezza le loro aree.

Garantire le condizioni di sicurezza per la circolazione è l’obiettivo dell’ordinanza sulla circolazione stradale n. 6/2019, che impone ai proprietari di fondi e terreni che confinano con le strade di competenza provinciale, di mantenere pulite le aree adiacenti il corpo stradale.
GIUSTISSIMA L'ORDINANZA PROVINCIALE....perchè non viene adottata anche dai ns Comuni elbani?
Pasquale Scopece Scrivi a Pasquale Scopece
Messaggio 93800 del 29.01.2019, 08:13
Provenienza: Portoferraio
Incollo la notizia odierna raccolta dal quotidiano online "IL TELEGRAFO" di un atto vandalico a Livorno:
https://www.iltelegrafolivorno.it/cronaca/piazza-venti-shock-imbrattata-la-statua-di-canapone-1.4413773?fbclid=IwAR3jKxW4FpGsg4Jzb3C1soSLQASaLmMP4sidaS4Td-iLTnAF7GvvXZ0yg0o
e trascrivo il mio pensiero.
Su tutti i casi di vandalismo gratuido, i giudici dibattimentali quando condannano i trasgressori che commettono reati verso il decoro della città anziché perdonarli, ci vorrebbe, come risarcimento di pena da scontare, dovrebbero obbligarli a lavorare gratis per il comune dove hanno fatto il danno da un minimo di 30 gg fino alla quantificazione economico del danno provvocato in base alle tabelle dei mestieri professionali e del materiale. Logicamente dopo l'attività di lavoro, nelle ore libere e il pernottamento venga adottato l'applicazione della detenzione domiciliare. Alla recidivitá del reato la pena si inasprisce a doppio dei giorni lavorativi e il pernottamento in carcere anziché nel proprio domicilio.
Con questo deterrente la volontà di procurare danni vandalici verrebbe meno agli autori.
Stampa libera ed imparziale
Messaggio 93799 del 28.01.2019, 19:09
Provenienza: Elba
a RIO si querela. Fabrizio non censura niente, e le querele di uno o di un altro vengono liberamente annunciate. Bene la libertà di stampa. Bene il coraggio e la coscienza di imparzialità dell'editore nel pubblicare tutto quello che può per legge e che viene a sapere.
A Rio succede questo. A Capoliveri sono arrivati avvisi di garanzia e nessuno ha avuto il coraggio di pubblicarlo. Ora sembra che siamo già passati oltre ... sembra, sempre sembra, che dopo gli avvisi di garanzia sia arrivato anche il rinvio a giudizio. Sono sicuro che se a Faber arrivasse la notizia sarebbe ben felice (sempre nel rispetto della legge) di pubblicarla. Saluti a tutti e speriamo sempre in una stampa libera.
galapagos
Messaggio 93798 del 28.01.2019, 17:43
Provenienza: repubblica
https://www.repubblica.it/ambiente/2019/01/28/news/galapagos_droni_contro_ratti_la_battaglia_hi-tech_contro_i_roditori_alieni_-217673954/?ref=RHPPRT-BS-I0-C4-P1-S1.4-F4

A quanto pare non sono soli a voler derattizzare le isole protette.
Saluti
Ivano
Messaggio 93797 del 28.01.2019, 17:11
Corsini, ... Corsini,
Mi sentirei di dire che chi di querela ferisce ... di querela perisce!
Plaudivi ad una denuncia nei confronti del presunto gestore di Rioblog perché avrebbe osato dire, testuali parole "La faccia come il CU** ce l'ha chi ha il coraggio di andare ancora in piazza, con le condanne che gli/le sono già arrivate o in procinto di arrivare ancora.", asterischi compresi.

Anche io sono sereno. molto più sereno almeno moralmente di te.
Le due querele contro la tua amministrazione sporte dal Revisore Pini e dall'ex sindaco C. de Santi sono molto più documentate, corpose e importanti di una "faccia da Cu**" diretta genericamente a condannati.

Parli di “clima di veleni e di tensioni che provengono dalle passate amministrazioni”.
Vero.
Però certo non da quella di De Santi che già nel 2015 mise tutto nelle mani della Procura della Corte dei Conti perché avevano trovato, lui e Pini i bilanci truccati fino al 2014.
Ma come i tuoi solerti funzionari e assessori al corrente della situazione e che avevano l'obbligo di dirtelo, forse non l'hanno fatto?
Ti ricordo che è proprio da quelle amministrazioni che provengono le persone che ti hanno sponsorizzato ... e non solo.
Le cattive compagnie non hanno mai fatto bene a nessuno!
VISITA IN VATICANO
Messaggio 93796 del 28.01.2019, 17:06
UNA COMITIVA DI PORTO AZZURRO RICEVUTA IN VATICANO A FARE GLI ONORI DI CASA IL CARDINALE COMASTRI



Un colloquio, quello di sabato 26 gennaio, davvero particolare. Un gruppo proveniente da Porto Azzurro, composto da bambini di una quinta elementare, studenti, mamme e fedeli, infatti, é stato ricevuto privatamente, all'interno della Città del Vaticano, dal Cardinale Angelo Comastri, Vicario del Papa ed ex vescovo della diocesi di Massa Marittima. Assieme ai presenti, Comastri ha ricordato i felici anni di permanenza nella diocesi massetana, anni in cui frequentissime erano le visite a Porto Azzurro, dal parroco dell’epoca don Sergio Trespi. E nella conversazione, con piacere, ha voluto soffermarsi sugli insegnanti di Madre Teresa di Calcutta, che Egli ha conosciuto, e agli aneddoti legati alla visita della Santa proprio all'Elba.
Poi, dopo la conversazione con catechisti, suore e vecchie conoscenze, si é lasciato immortalare col gruppo, regalando ad ognuno di loro un ricordo dell'incontro, concedendogli pure ľopportunità di una visita guidata dalla Città all'interno della Basilica di San Pietro.
Così, dopo il ricevimento, confortato da questa bella esperienza, il gruppo ha potuto continuare il suo percorso nella Capitale.
ALESSANDRA Scrivi a ALESSANDRA
Messaggio 93795 del 28.01.2019, 14:23
Provenienza: Capoliveri
Buongiorno a tutti!
Si libera da marzo una camera singola nella mia casa a Pisa. Si affitta a 330€ al mese con tutti i consumi inclusi. Non ci sono spese di condominio.
Potete contattarmi per maggiori informazioni al 3396515678.
Grazie!
Buchinese D.O.C.G.P.
Messaggio 93794 del 28.01.2019, 10:55
Provenienza: Delusissimo elettore di Terra Nostra
Per Cavese e Da Sinistra.
Da tempo un dubbio mi strugge e non so darmi pace. Non capisco se i tre consiglieri comunali della lista Terra Nostra abbiano voluto spianare la strada al foresto Corsini nella corsa al Comune contro il nostro Marcello Barghini, e quindi, la loro è stata a tutti gli effetti una lista di disturbo oppure, credevano di poter vincere e ancora non hanno capito cosa sia successo. Secondo voi quale delle due ipotesi è maggiormente verosimile? Di certo, nel primo caso avrebbero ottenuto ciò che volevano. Nel secondo, invece, vale la pena ricordare loro la seguente locuzione latina, errare humanum est perseverare diabolicum. Continuare a seguire pedessiquamente Bosi significa partire da 42 preferenze che al prossimo giro, ferma restando la speranza non si presentino mai più, saranno la metà e quindi 21. Conosco tanti pentiti di averli votati. Un plauso a Marcello, unica speranza di molti riesi di su.
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 93793 del 28.01.2019, 10:19
FERRARI: PER NOI ELIMINARE LA PLASTICA E’ DIFFICCOLTOSO…NON SIAMO UN CONDOMINIO


“Noi non siamo un condominio ma un comune di 12mila abitanti, che oltretutto è la porta di accesso e di uscita dall’isola d’Elba per 3 milioni di persone l’anno, con tutto il movimento ed il consumo che ne consegue. Per noi il percorso che dovrà portare alla eliminazione della plastica è più complesso che per altri”. Così il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari puntualizza la posizione della sua amministrazione comunale nel momento in cui l’attenzione mediatica nazionale si è concentrata sulle iniziative di altri comuni dell’isola d’Elba che stanno disponendo procedure contro la vendita di plastica monouso. “Stiamo lavorando da tempo per affrontare nella maniera giusta il problema – dice il sindaco – e lo stavamo già facendo quando ci sono giunte le prime sollecitazioni dall’esterno, dal Movimento 5 Stelle e dal gruppo consiliare Cambiare in Comune, che comunque abbiamo apprezzato. La nostra città ha una presenza di insediamenti commerciali della grande distribuzione che ci ha imposto inizialmente cautela anche soltanto nel cercare di prevedere insieme agli imprenditori come affrontare lo smaltimento degli stoccaggi prima di imporre l’uso esclusivo di utensili biodegradabili. Non si possono prendere decisioni affrettate senza evitare contraccolpi al settore socio economico del nostro territorio”. “Nello stesso tempo siamo convinti – ha aggiunto Mario Ferrari – che non basti una semplice ordinanza per risolvere il problema e sentirsi con la coscienza a posto, ma che vadano parallelamente avviati dei percorsi virtuosi, dapprima a livello di educazione e poi di buone pratiche, che portino gradualmente alla eliminazione della plastica dalla nostra vita di tutti i giorni”. “Dopo il successo riportato nel campo della raccolta differenziata – commenta ancora il sindaco di Portoferraio – cercheremo in sinergia con la società partecipata Esa di spingere ancor più l’acceleratore sull’educazione alle buone pratiche e sul rispetto delle regole per il corretto smaltimento dei rifiuti plastici. Intanto, è nostra intenzione cominciare a dare il buon esempio, almeno a livello di istituzioni: sarà emesso un provvedimento di ordinanza che vieti l’utilizzo di plastica monouso in tutti i luoghi pubblici e negli eventi che fanno riferimento alla pubblica amministrazione. Chiederemo la collaborazione di uffici pubblici, scuole e Forze dell’Ordine – conclude Mario Ferrari – per compiere almeno questo primo passo prima dell’inizio della prossima stagione turistica”.
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 93792 del 28.01.2019, 09:00
Marcello Barghini Scrivi a Marcello Barghini
Messaggio 93791 del 27.01.2019, 22:04
Provenienza: Rio
Al SINDACO DI RIO
Avv. Marco Corsini
SEDE


Rio, 27 gennaio 2019

Oggetto: Interrogazione stato Impianto Sportivo Rio nell’Elba

Il sottoscritto Consigliere Comunale, visto il perdurante stato di degrado e abbandono dell’Impianto Sportivo di Rio nell’Elba, campo di gioco ed aree adiacenti, nonché l’impossibilità di usufruire in sicurezza la struttura, da parte dell’utenza giovanile, che ha bisogno di spazi adeguati e sicuri per le attività ludiche, anche come forma di prevenzione del disagio giovanile e di devianze, e che tale impianto è l’unico afferente il paese di Rio Elba.
Chiede, se non ritiene opportuno e necessario intervenire quanto prima, per manutenere e ripristinare quelle strutture sportive e le aree adiacenti, per ridare decoro e dignità ad una area che non può essere lasciata all’abbandono, con un danno, anche di immagine del Paese.
Si richiede risposta scritta.
Cordiali saluti
Marcello Barghini
Di sinistra
Messaggio 93790 del 27.01.2019, 21:44
Provenienza: Rio
Un plauso al nostro ex sindaco Claudio De Santi. La verità prima di tutto. Non è riuscito a completare il mandato datogli dagli elettori per colpa di errori del passato. Dovevi candidarti anche a giugno scorso e oggi sicuramente governeresti tu. Dovevi capire che Canovaro & C. non avevano speranze. Basti guardare come fanno opposizione. Con tutto quello che avrebbero da dire fanno il diavolo a quattro perché il Sindaco dica che il progetto della caserma è quello di Bosi. Ma chi se ne frega? E chi non sa fare opposizione come potrebbe aver governato.... Torna Claudio, Rio, che tu hai salvato dalla bancarotta, ha ancora bisogno di te. Un amico.
Riese
Messaggio 93789 del 27.01.2019, 16:37
Provenienza: Elbanotizie
L’EX SINDACO DI RIO ELBA DE SANTI E L’EX REVISORE DEI CONTI PINI HANNO DENUNCIATO LA NUOVA AMMINISTRAZIONE DI RIO



Era da qualche giorno che, circolava la notizia secondo la quale il dott. Pini, revisore dei conti a Rio Elba nel periodo dell’amministrazione De Santi, aveva inviato una denuncia alla Corte dei Conti e alla Procura della Repubblica per il contenuto di una delibera dell’Amministrazione Corsini nella quale venivano indicate sue responsabilità relative al mancato rispetto del Patto di Stabilità del 2014. Le responsabilità del Dott Pini, secondo quanto contenuto nella delibera, consistevano nel non essere intervenuto , come era suo dovere, a correggere il Patto di Stabilità che non era stato rispettato.
Questo, naturalmente, coinvolgeva indirettamente anche l’ex Sindaco De Santi al quale abbiamo rivolto qualche domanda
Intervista all'ex sindaco di Rio Nell'Elba Claudio de Santi
D - Architetto De Santi ho letto nei gg. scorsi all'albo pretorio del comune di Rio che Corsini accusa e presume che anche la sua amministrazione ed il revisore in carica nel 2015 abbiano avuto responsabilità nello sforamento del patto di stabilità 2014 e che quindi richiede alla Corte dei Conti di recuperare circa 26.000 € pagati quale sanzione.Cosa mi può dire a questo proposito?
R - Purtroppo è vero. La delibera N° 50 del 24 dicembre 2018 fa richiesta alla Corte dei Conti per il recupero di quella cifra, accusando in modo implicito anche la mia amministrazione ed il Dr. Pini, Revisore in quel periodo.
D - Ho anche letto che lei intendeva sporgere querela. E' vero?
R. - Si, ho sporto querela alla Procura della Repubblica e alla Procura della Corte dei Conti, dopo aver letto la denuncia fatta dal Dr. Pini pochi giorni. fa ed in cui ero inserito per conoscenza.
D. - Cosa l'ha indotta a questo grave passo?
R. - Due aspetti.
Il primo. Ho ripercorso i fatti di quel periodo e come afferma il Dr. Pini nella denuncia, "quanto rilevato nella delibera descrive accadimenti non rispondenti alla realtà dei fatti". Non solo, confermo quanto detto dal revisore che "l'unica persona che aveva consapevolezza dell'elusione del patto di stabilità non l'ha mai comunicato né a me né al sindaco". Ho certezza di questo ed avevo già informato chi di dovere.
Il secondo. Mi sono sentito abbandonato.
Avendo già avuto colloquio richiesto dalla attuale opposizione alla quale ho fornito tutta la documentazione e le informazioni per chiarire questi aspetti, ma questa, anziché richiedere gli opportuni approfondimenti, è uscita sulla sua pagina FB riportando solo il comunicato di Corsini ed auspicando che pagassero i responsabili politici di allora. Cioè forse anche io! Allora per fare chiarezza e per la mia onorabilità, io che sono stato colui che ha scoperto i falsi bilanci fino al 2014, con una relazione depositata agli organi giudiziari fin dal 2015, ho deciso di fare chiarezza .
D - Quali saranno i prossimi sviluppi su questi eventi del comune di Rio che sembrano non avere mai fine?
R - Ci sono ancora due sentenze in secondo grado e penso ultimo grado che dovrebbero arrivare. La prima è il ricorso da parte di ex assessori di Catalina Schezzini, uno di questi come noto è nella giunta Corsini e consiglieri di Alessi Danilo. Dai sentito dire sembra che sia già stata emessa, ma non è ancora ufficializzata.
Credo che un altro ricorso sia stato fatto dalla responsabile della ragioneria del comune di Rio nell'Elba, condannata in primo grado a rifondere circa 230.000 €. Ribadisco che si insiste nel cercare qualche diverso riferimento in una attività che ormai e' scritta e non potrà essere sovvertita.
Ma ancor più lo dice la sezione controllo della Corte dei Conti nei giudizi degli anni 2012 e 2013. Quindi vi e' già un giudizio che non potrà, a mio parere, essere modificato.
Io ho pagato certamente un prezzo rimettendo il mio mandato che stava dando dei grandi frutti amministrativi e che sono stati universalmente riconosciuti a livello elbano.
Mi sembra un prezzo sufficientemente alto ma sono orgoglioso di avere percorso il bene comune e di avere ottenuto la fusione dei due comuni salvando Rio nell'Elba da un dissesto che si sarebbe protratto per anni con eventi a dir poco catastrofici. Qualcuno ora fa confusione e strumentalizza dicendo che non funziona l'unificazione.
E' come se si volesse sostenere che non funziona l' auto se il conduttore non avesse superato l'esame per condurla.E i non patentati alla guida sono tanti e pericolosi.
Ci saranno sviluppi legati a queste nostre . due querele, che speriamo in tempi rapidi possano fare ulteriore chiarezza sulla tenuta della contabilità dell'ex comune di Rio Nell'Elba, dove nella denuncia presentata dall'ex revisore si dice che sono stati compiuti "gravi irregolarità", "atti elusivi", "artifizi e raggiri".
per Verso primavera 2019
Messaggio 93788 del 27.01.2019, 11:41
Provenienza: Portoferraio
Altro che ignorare,io non mi presenterò alle elezioni,sono stanca di essere presa per i fondelli come cittadina.parafrasando una battuta del personaggio Novecento....in c..o alle elezioni
Osservatore duro
Messaggio 93787 del 27.01.2019, 11:40
Provenienza: Dalla pensillina
Boia Rugge' che comunicatone
Un atto dovuto sembra una distribuzione di pani e di pesci
Ma a quelli del Lito, di Mola e di Golfo Stella che gni dici, che cola salamoia del depuratore ci famo l'acciughe?
Mira che a Capoliveri due più due un fa sempre quattro. .
Fatti ed opinioni
Messaggio 93786 del 27.01.2019, 11:18
Provenienza: Faber
A SEGUITO DELLA PROVOCAZIONE SU "IGNORIAMO I POLITICI" E IL LORO SISTEMA DI FARE POLITICA ....

Caro amico Pino Coluccia …..A dispetto delle dichiarazioni sul “Modo di fare politica” , di una politica che concede oggi solo spazi all'individualismo, ai personalismi e alle loro vanità personali, per i vecchi personaggi ormai resta difficile a pochi mesi dalle elezioni recuperare terreno agli occhi dei cittadini limitandosi solo a sporadici incontri "carbonari " e raccontando poi ai cittadini le loro belle storie fatte di nuove promesse, nuovi simboli e nuovo progressismo che in alcuni anni di governo non sono riusciti a soddisfare.
Adesso i cittadini chiedono non politicanti ma persone nuove con una reale capacità di sentirsi e porsi al servizio della collettività , cittadini che stanno cercando di individuare dei nuovi prossimi amministratori secondo l’affidabilità, la credibilità personale, la predisposizione a dialogare con loro trovando sintesi di lavoro comuni e non certo come fino ad oggi guardando l’etichetta “griffata” da questo o quel partito politico, che i soliti furbastri marpioni si sono confezionata addosso....passo, ti abbraccio e chiudo.
Faber
Questionario per valutare i servizi comunali
Messaggio 93785 del 27.01.2019, 10:36
Provenienza: Porto Azzurro
Lo avete visto?
Da mettersi a ridere: due domande risicate tanto per dare l' apparenza della trasparenza.
Sarei curioso di sapere chi è quell' ingegno che lo ha predisposto.
NUOVE NORME SUL DEMANIO MARITTIMO
Messaggio 93784 del 27.01.2019, 10:08
Provenienza: Ruggero Barbetti Sindaco di Capoliveri
A CAPOLIVERI L’INCONTRO PUBBLICO SULLE NUOVE NORME SUL DEMANIO MARITTIMO. BARBETTI “AL LAVORO PER RIPOSTE CERTE E RAPIDE AGLI OPERATORI”.


Incontro partecipato venerdì mattina nella sala consiliare del Comune di Capoliveri dove si è discusso delle novità introdotte alla fine del mese di dicembre in materia di concessioni demaniali marittime con l’approvazione della legge di Bilancio 2019.
Il sindaco Ruggero Barbetti, insieme al Vicesindaco Andrea Gelsi e ai tecnici comunali, hanno illustrato quelli che sono ipotizzati come i possibili scenari che si apriranno con l’applicazione della nuova disciplina normativa appena entrata in vigore. Coinvolti soprattutto i titolari di concessioni demaniali marittime interessati dagli importanti interventi legislativi che attendono una più chiara interpretazione.
“Le nuove norme approvate con la Finanziaria – ha spiegato il Sindaco Barbetti – assicurano che le concessioni demaniali marittime rilasciate prima del 2009 andranno a scadenza il 31 dicembre 2034. Ma restano ancora molti dubbi su quelle successive a tale data. I nostri uffici stanno lavorando alacremente in queste settimane per avere risposte certe dagli enti preposti, ed in particolare dal Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti competente per materia. Dobbiamo capire se sarà necessario procedere con un nuovo bando per l’assegnazione delle esistenti concessioni demaniali o se invece sarà previsto un rinnovo delle concessioni su presentazione delle domande degli attuali titolari”.
“Un incontro nel corso della prossima settimana con gli uffici ministeriali – ha proseguito Barbetti - consentirà di sciogliere i nodi della questione, ma non vogliamo farci trovare impreparati qualora avessimo conferma dal Ministero della necessità di procedere con un nuovo bando per il rilascio delle nuove concessioni. Vogliamo ridurre i tempi di attesa per tutti gli operatori del settore e non arrivare in ritardo alla nuova stagione turistica. Si tratta di lavoro e servizi resi agli operatori, all’indotto turistico e ai turisti per cui è importante muoversi tempestivamente per dare risposte certe al nostro territorio”.
Nel corso dell’incontro è stato anche affrontato il tema degli interventi che saranno realizzati nei prossimi mesi per il ripascimento degli arenili del territorio capoliverese colpiti dal maltempo nel mese di ottobre scorso. Con un investimento di circa 1.300.000 euro provenienti dalla Regione Toscana, saranno realizzati lavori per le risistemazioni delle spiagge di Lacona ( €. 458.000), Margidore (€. 360.000), Lido (€. 231.000) e Naregno (€. 241.000). Si apre quindi la possibilità di intervenire anche sulla Diga foranea di Margidore e sulla passerella in legno di Lido,danneggiata dalla mareggiata. Le progettazioni sono già state assegnate, ed entro la fine di gennaio avremo i progetti pronti.
Si sta lavorando – ha precisato il sindaco di Capoliveri – anche per effettuare altre opere su diversi tratti di costa, sempre con i fondi regionali, come per esempio sull’arenile della Madonna delle Grazie, che riteniamo necessitino di un adeguato intervento”.
VERSO PRIMAVERA 2019
Messaggio 93783 del 27.01.2019, 06:57
E SE UN SI CAA…..O PIU’ NEMMENO DI STRISCIO?



Dopo le prime scaramucce , i primi nomi, le prime candidature o disponibilità che circolano nella derelitta Cosmopoli, qualcuno aveva creduto che i “disponibili” fossero nuovi che si prestano alla politica per amorer del proprio paese ma, subito è stato smentito: e siccome smentite, contraddizioni e bugie sono diventate un nutrimento quotidiano intossicato quanto frastornante, bisognerà pur trovare un sistema per proteggersi, magari una provocazione, per non rimetterci ancora una volta i quarti posteriori, testa e nervi
La bugia, conditio sine qua non delle tradizionali promesse elettorali, abbonda in questa propaganda di nomi e cognomi anzi ultimamente aumenta e si dilata, diventando un ritornello, un logo, un perenne e assordante rumore di fondo che ci fa incazzare oltre misura .
Allora si potrebbe decidere: fino a giugno, di non credere più una parola. Smetterla pure con quella impresa quasi disperata che è tentare di discernere il vero dal falso, le promesse dalla realtà, le chiacchiere dai fatti, i profittatori dagli onesti. Smettere persino di ascoltare, tanto serve a poco: Qualcuno potrebbe ribattere che non stare a sentire le voci dei candidati sia poco democratico, ma è un nostro diritto –perché in qualche maniera bisogna pur difendersi. Spengere il PC o cambiare pagina al giornale , se il candidato di prepotenza propria o per servilismo altrui, si presenta personalmente o rilascia comunicati , trasformando l’informazione verace in un altoparlante, in un megafono a puro scopo personale. Smetterla di arrabbiarsi per il modo in cui troppi politici mostrano di considerare gli elettori delle fave lesse poco intelligenti. Smettere di ascoltare le accuse, i ripetitivi proclami “ io sono meglio di lui e lui è peggio di me” “Io ti darò di più” “con noi cambiamento e progresso” Insomma, ecco la grande provocazione IGNORIAMOLI!:
Non si perderà nulla di essenziale, mentre salutarmene ci si sottoporrà a una terapia disintossicante lontano dal protagonismo e dalla menzogna che sicuramente ci lascerà la mente più limpida quando verrà il momento di votare.
Francesco Semeraro
Messaggio 93782 del 27.01.2019, 06:23
GIORNATA DELLA MEMORIA.....PER NON DIMENTICARE.
LA SHOAH E' ANCORA "IL MALE ASSOLUTO?"





Usiamo il giorno della memoria per riflettere sulla violenza e sulle atrocità che ancora ci circondano.
L'orrore non è solo quello di ieri, ricordarsi il passato deve servire oggi a migliorarci il presente riflettendo sugli orrori a cui assistiamo ORA perché il lato disumano del progresso molte volte è utilizzato per l'umiliazione e l'annientamento dell'individuo e dell'essere umano.
Per molti le atrocità naziste e gli orrori dei campi di sterminio sono ridotte ad una singola scena come simbolo della Shoah nella sua interezza nella bambina che indossa un cappottino rosso (film di Spielberg) unico elemento colorato di un contesto rappresentato asetticamente in bianco e nero.
L'indifferenza, anche siamo connessi 24 ore al giorno con il mondo, ci fa rifiutare che le stesse atrocità ancora oggi si consumano su molte popolazioni in tutti gli angoli del mondo e se la bambina con il cappottino rosso raffigura la crudeltà di un popolo a metà del 900, il bambino Kurdo trovato morto sulla spiaggia dopo il rifiuto di accoglienza da parte del Canada, è la testimonianza che poco è cambiato dopo tre quarti di secolo.
Le donne umiliate e violentate nel fisico e nell'anima del periodo nazista (come asserisce il Presidente Mattarella) sono le stesse del nostro tempo solo che oggi molte di loro oltre all'umiliazione e alla violenza vengono selvaggiamente commercializzate come "cose" per l'espianto e la vendita di organi.
Non ci saranno forse più i campi di sterminio ma proliferano i campi ora chiamati "profughi" e non di concentramento dove la violenza, le atrocità e l'umiliazione dell'essere umano sono pari ai lager nazisti.


Francesco Semeraro
Cavese
Messaggio 93781 del 26.01.2019, 21:36
Provenienza: Cavo
Pasquino ma i tuoi amici di Terra Nostra ci sono o ci fanno? Non si è mai vista un'opposizione tanto assente quanto ora, né a Rio né alla Piaggia. Io li ho votati per la Dottoressa ma hanno avuto ragione quelli che hanno preferito andare a pescare. Ti immagini il Comune in mano a loro? Spero si ritirino tutti e tre, almeno noi cittadini risparmiamo il gettone di presenza. Ma il Bosi che li ha aiutati ora non dice nulla? Senatore prenda le distanze che questi le rovinano l'immagine. Grazie al Corsini per aver evitato che Rio finisse nelle mani di certi elementi. Spero solo non si ripresentino al prossimo giro. Di sicuro farò il possibile per non farli votare.
elbano doc
Messaggio 93780 del 26.01.2019, 18:25
Provenienza: elba
X ELEZIONI CAPOLIVERI
Con la recente lettera aperta il Barbetti ha voluto subito chiarire che Lui il Comando non lo molla e indica come Sindaco l'ottimo Gelsi e Lui Vice Sindaco.....
Ma siamo proprio sicuri che il Gelsi(che io conosco come persona che si spezza ma non si piega) sia completamente d'accordo a fare da spalla per altri cinque anni al Barbetti ??
E i Capoliveresi,tutti d'accordo ??????
Il Sig.Barbetti ha fatto tanto per Capoliveri,lo ammetto,ma forzare la mano può.alle lunghe,non essere producente.
Ai posteri.........
Dino
Messaggio 93779 del 26.01.2019, 17:37
Provenienza: Portoferraio
Per fare un svolta a l’isola ci vogliano le manifestazioni come fanno in Francia. basta dei soliti sindaci gente nuova e puntare a fare abbassare il prezzo delle navi, benzina e gas anche loro danno la colpa alle navi facciamo una bella manifestazione con giornalisti sulle banchine di Portoferraio ma no ora di estate poi vedi come abbassano i prezzi è inutile parlare e basta ora bisogna tirare fuori i denti che a l’isola non viene più nessuno
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA