Page 2/1210: [] [1] (2) [3] [4] [5] [6] [7] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
Luigi Lanera Fdi AN
Messaggio 90659 del 18.06.2018, 09:48


MA VOI METTE' CON UN BEL "LUIGINO D'ORO"



Nulla contro il Rotary , ma mi chiedo che senso ha una cosa del genere..... avrei capito un timone con sotto una targa del Rotary , ma questa cosa non ha nessun senso in prossimità del porto . Se il Rotary avesse sponsorizzato Un altra opera come quella dei gabbiani d acciaio, avrebbe avuto maggior consenso .

Ps
La prossima rotonda la voglio io ......ci metto L' Elbano D' oro
Rotary Club Isola d’Elba
Messaggio 90658 del 18.06.2018, 09:12
ADOZIONE…TITOLAZIONE E PRESENTAZIONE …TUTTO IN POCHE ORE .



Un vero tour de force quello intrapreso dal sindaco Mario Ferrari, il giornalista Magdi Cristiano Allam e alcuni membri della giunta portoferraiese per le manifestazioni programmate con il Rotary club Isola d’elba, ne facciamo una breve sintesi……..

Tutto ha avuto inizio nel pomeriggio di ieri SABATO 16 , intorno alle 16 si è svolta l’inaugurazione di un “monumento” , posto alla Rotonda tra viale Elba e Viale T.Tesei adottata dal Rotary che ha recuperata l’area ponendovi il simbolo del sodalizio…. a seguire a qualche metro di distanza è avvenuta la titolazione del “largo Oriana Fallaci” alla giornalista e scrittrice scomparsa Oriana Fallaci. ( la zona interessata è dove opera il venerdì il mercato ambulante) Dopo le parole del Sindaco , l’egiziano Magdi Allam ha speso parole toccanti ricordando Oriana da lui conosciuta e stimata,
Poi di fretta all’Hotel Airone dove era in programma la presentazione dell’ultimo libro del giornalista Masgdi Cristiano Allam che titolava “Il Corano senza veli”.
Dopo il benvenuto ai presenti del Presidente del Rotary club isola d’Elba Giorgio Cuneo del Governatore Giampaolo Ladu e del sindaco di Portoferraio Mario Ferrari …………. ha preso la parola il giornalista egiziano che dopo i rituali ringraziamenti ha esordito –
- Prenderete atto che l’Islam legittima l’uccisione dei non musulmani, degli apostati, adulteri e omosessuali ha anticipato Magdi Allam – ma anche la dissimulazione praticata dai ‘musulmani moderati’, perseguendo il comune obiettivo di sottomettere all’Islam l’intera umanità per conquistare il Paradiso delle vergini perpetue“.
Nel corso della presentazione non sono mancati elementi di riflessione sulla necessità di modificare l’atteggiamento da parte delle istituzioni nei confronti dell’Islam.
Il giornalista egiziano ha spiegato alla folta platea che la presenza islamica, in Italia, è destinata ad aumentare non solo per i numerosi sbarchi sulle coste siciliane ma anche per la fuga, soprattutto per motivi di lavoro, di giovani italiani verso l’estero. E questo potrebbe rappresentare un problema: “Coloro che ottemperano letteralmente a ciò che Allah scrive nel Corano e a ciò che ha detto o fatto Maometto è difficile - ha ribadito Allam - che possano risultare compatibili con le nostre leggi e i valori che sostanziano la nostra civiltà. E mi riferisco, in particolare, alla sacralità della vita di tutti, alla parità tra uomo e donna e alla libertà di scelta personale compresa la libertà religiosa. Con quei musulmani che, invece, o perché non conoscono nella sua integralità e correttamente il Corano oppure perché sono autenticamente laici, ossia anteporre la ragione e il cuore a Maometto, non c’è alcun problema nel convivere”. “L’Italia deve, al pari di qualsiasi altro Stato al mondo, deve ripristinare le proprie frontiere. Non è accettabile che si sia trasformata in una terra di nessuno”. “Dobbiamo ripristinare - ha aggiunto - la legalità e fare i conti con la realtà degli italiani che, a parte la questione relativa alla sicurezza, oggi denunciano una gravissima crisi sul piano demografico e anche un crescente impoverimento della popolazione. Noi prima di preoccupaci di chi proviene dall’Africa, dall’Asia e dal Medio Oriente dobbiamo legittimamente occuparci dei 18 milioni di italiani che, secondo l’Istat, sono poveri e promuovere, contemporaneamente, la crescita della natalità tra gli italiani perché siamo il Paese che fa meno figli al mondo, secondi solo al Giappone. Questo significa - ha concluso Allam - morire sul piano della demografia, della popolazione e della civiltà”.
La serata si è conclusa tra gli applausi dei presenti .

Uno stralcio della conferenza

LIONS CLUB ISOLA D’ELBA
Messaggio 90657 del 18.06.2018, 09:08
TROFEO LIONS DI GOLF 5a edizione




Siamo così arrivati alla 5a edizione del Trofeo Lions di Golf.
L'Associazione Acquabona Golf Club ed il Lions Club Isola d'Elba hanno dato vita anche questo anno, nel pomeriggio di domenica 17 giugno, ad una giornata di competizione golfistica con lo scopo di raccogliere fondi per il comitato “Michele Cavaliere”, che si occupa dell’assistenza medica, morale e logistica ai bambini leucemici ed ai loro familiari.
Il golf educa ad un’etichetta che poi vale in tutti i campi della società civile. Elogiando i vincitori della gara e soprattutto la loro azione benefica è doveroso un ringraziamento a tutti i partecipanti e agli sponsor che hanno messo a disposizione importanti premi, come la ditta Elbafrigo dell’ing. Massimo Arnaldi, il Dr. Massimo de Ferrari dell’Hotel Hermitage, la Cantina Mazzarri di Lacona, la ditta Marr di Portoferraio, la farmacia Giusti di Porto Azzurro, la ditta Centro Ufficio di Marcello Bargellini.
Per la cronaca riportiamo le coppie vincitrici:
1’’ netto Arnaldi Osvaldo, Mikko Esnola;
2” netto Tita Federico, Cucinato Giorgio;
3” netto Burelli Roberto, Soverini Daniele.
la matematica
Messaggio 90656 del 18.06.2018, 08:32
Provenienza: non è un'opinione
600.000 euro. Seicentomila euro. SEICENTOMILA EURO. Dopo tutta una serie di operazioni contabili, fra cui avere attinto ai primi contributi derivanti dalla fusione, è questa l'eredità che Rio Elba porta nel nuovo comune di Rio. E qualcuno esulta? Dice che la verità viene a galla? che le bugie sono finite? Non ci si può credere. Negare l'evidenza nel ventunesimo secolo, dove in rete tutto è accessibile, non lo fanno più neanche i bimbi delle elementari di fronte al furto della caramella. Ma qui c'è di più. E' solo questione di tempo e si saprà. POCO tempo!
NUOVO COMITATO CARPANI
Messaggio 90655 del 18.06.2018, 05:31
"FESTA DI INIZIO ESTATE" A CARPANI....SUCCESSO OLTRE LE ASPETTATIVE.




La preoccupazione degli organizzatori della festa e del Palio medievale era la presenza sull'isola di pochi turisti ma sabato 16 giugno alle ore 19 circa, all'apertura degli stand gastronomici, un fiume di gente si è avvicinata ai tavoli dove gli addetti del comitato preparavano le pietanze.
L'attesa non dispiaceva parchè il profumo dei primi piatti terra mare, dei fritti, delle sardine che cuocevano sul braciere e del pesce che passava sulle griglie, preparavano i palati che presto avrebbero gustato quelle specialità. Dai numerosi Bis si è capito che gli ospiti gradivano quanto è stato loro offerto. L'alto numero di ospiti non locali dava l'impressione che tutti i turisti presenti all'Elba fossero ai giardini di Carpani.
Ogni angolo del giardino era un luogo piacevole di festa, gonfiabili per i bambini, banchetti dalle mille cose originali tra lo strano e l'antico, la musica dal vivo che intonava canzoni e balli di gruppo. A metà serata l'evento che ha rallegrato la grande folla è stato l'arrivo dei componenti del gruppo arcieri "Archi del Grande Falco" che in costumi medievali hanno sfilato per Carpani per raggiungere la terrazza preparata nei giardini per disputare, sostenuti da elegantissime damigelle in abiti d'epoca, con archi e frecce il "Palio di Ferraya"inserito nel circuito dei "Borghi Elbani"
Il Presidente del Comitato Carpani G.B. Biagi, desidera ringraziare tutti i volontari e tutte le persone che a vario titolo hanno contribuito alla realizzazione di questo evento ma anche le molte centinaia di ospiti che anche quest'anno hanno scelto di passare una serata con noi.

Alla prossima.... possiamo fare ancora di più.
Comitato Carpani.
Mario zona porto Scrivi a Mario zona porto
Messaggio 90654 del 17.06.2018, 12:27
Provenienza: Portoferraio
Vengo ha unirmi ha tutti quelli che non sopportano più le innumerevoli serate di musica ha palla fino ha tardissima notte con proseguimento di schiamazzi e risse e il menefreghismo totale anche delle forze dell'ordine.
Circa sette mesi fà sono andato ha parlare con il sindaco il quale mi aveva assicurato che avrebbe risolto il grave problema molto grave del bar del porto,attualmente non è stato fatto niente e la situazione è peggiorata molto.
Con questo vorrei rimarcare il menefreghismo totale delle istituzioni di questa vergogna che persiste ormai da qualche anno e non vedendo la risoluzione del problema,io sono disponibile ha qualsiasi forma di protesta.Grazie
TITOLI DI CODA.........
Messaggio 90653 del 17.06.2018, 09:18
IL PAESE DEL “ COITUS INTERRUPTUS”




Sembra proprio che qualcuno dei nostri amministratori non si sia reso conto di essere quasi a fine mandato e di non aver fatto niente di importante e urgente per la sua città se non promettere o dare via a lavori che ad oggi risultano interminabili o letteralmente caduti nel dimenticatoio…
Sarebbe il caso di aprire una vera e propria rubrica intitolata “L’amministrazione del Coitus interruptus ” dove poter documentare e denunciare tutte quelle opere incompiute che sono iniziate e non finite, oppure quelle opere propagandisticamente promesse che sono rimaste nella lista dei buoni propositi ..ricordate quando promettevano di restituire ai cittadini Piazza della Repubblica chiamati dai nostri vecchi i “Giardinetti” , tra un ricordo e l’altro notiamo come le asfaltature dei percorsi più panoramici della città latitano ( Padulella, docet ) mentre il pubblico pagante dovrà attendere settembre/ottobre per veder terminati i lavori della nuova asfaltatura di Calata Mazzini interrotta dopo pochi metri dal “Gallo” mentre si attende le nuove fioriere promesse e gli altri “abbellimenti” si litiga su chiusura calata si oppure no, non c’è vigili per controllare mentre qualcuno tra quelli importanti venuti, si vocifera, che voglia già andarsene…., non scordiamo poi quando si renderà giustizia e decoro al famoso Palazzo Coppedè che tutto il mondo culturale c’invidia lasciato da tutte le amministrazioni abbandonato in attesa di collasso e facile preda di un degrado dilagante ….. poi i parcheggi, i servizi, i pini i pani e i pesci ecc.. ma sarebbero molte, troppe le carenze da elencare che impediscono il risorgere di questo paese dimenticato non da Dio ma dagli uomini che da anni si combattono cruentemente per amministrarlo, e per elencarle tutte certamente non basterebbero le pagine di questo Blog… Anche i solerti nostalgici relegati dal popolo all’opposizione hanno dimenticato che la maggior parte di tutto questo degrado li ha visti protagonisti in negativo, ed oggi spavaldamente paventando una nuova verginità ergendosi a giudici mentre si ripropongono al capezzale del moribondo paese. Insomma mentre al suono di Fratelli d'Italia si titola strade e piazze, nel silenzio stanno passando malinconicamente i sottotitoli di un prossimo quanto inevitabile The End……..
Civitas Destinations – Elba Sharing
Messaggio 90652 del 17.06.2018, 05:29
ELBA SHARING E LA MOBILITÀ DOLCE: INIZIATA OGGI LA CONSEGNA DI 40 E-BIKE ALLE STRUTTURE RICETTIVE DEL TERRITORIO



È iniziato ufficialmente oggi, con la cerimonia di consegna delle prime 30 biciclette a pedalata assistita, il noleggio a lungo termine che alcune strutture ricettive e agriturismi del territorio hanno attivato per due anni, con la facilitazione dei comuni di Portoferraio e di Rio.
L’iniziativa rientra nell’ambito del progetto europeo “Civitas Destinations – Elba Sharing” che dal 2016 impegna i due comuni nel miglioramento della mobilità sostenibile sull’isola annoverando, fra i propri obiettivi, anche la sperimentazione di misure in grado di favorire la mobilità dei turisti, in quello che viene denominato pacchetto integrato “soggiorno+mobilità”.
Le biciclette a pedalata assistita consegnate quest’oggi rappresenteranno un’opportunità di sposamento in più per i clienti dell’Hotel Gli Acquerelli, dell’Hotel Mare, dell’Hotel Tirrena, dell’Hotel Scoglio Bianco, dell’Agriturismo Casa Marisa, del CAV Belvedere, dell’Hotel Biodola e del Camping Scaglieri; tutte strutture ricadenti nel territorio di Portoferraio, che hanno risposto al bando pubblico uscito a maggio facendo idonea richiesta del numero desiderato di mezzi. Martedì prossimo, 19 giugno, invece, altre 10 biciclette saranno consegnate con una cerimonia pubblica a Rio ai B&B Il Melo Cotogno e Capo Pero e al Camping Canapai.
“I comuni di Portoferraio e Rio con questa iniziativa hanno voluto cogliere l’occasione del finanziamento europeo per intraprendere un altro piccolo passo verso la ciclabilità e la mobilità dolce, insieme alle strutture ricettive e agli agriturismi dei due territori”, spiega Angelo Del Mastro, Assessore ai Contributi e Finanziamenti comunitari di Portoferraio.
I due comuni, infatti copriranno le spese del primo anno di noleggio, dell’attivazione del servizio e del trasporto. Mentre alle strutture spetterà di sostenere solo il secondo anno di noleggio. Inoltre, se la sperimentazione sarà andata a buon fine, al termine del periodo di noleggio le biciclette potranno essere riscattate, dando, così, continuità ad una misura di sostenibilità ambientale e contribuendo, in generale, allo sviluppo di tutto il comparto economico legato al mondo della ciclabilità, inclusi i rent e tutte le lodevoli iniziative locali già attive.
LIONS CLUB ISOLA D’ELBA
Messaggio 90651 del 17.06.2018, 05:17
CAMBIAMENTI CLIMATICI IN ITALIA

fra politiche nazionali ed azioni locali.
Quali impatti e indirizzi futuri per l’Isola d’Elba?
Convegno pubblico organizzato dal Lions Club Isola d’Elba
in collaborazione con CMCC e A.N.C.I. Toscana





Con l’introduzione del Presidente del Lions Club Marino Sartori ed il saluto del Sindaco di Portoferraio Ma-rio Ferrari, la mattina di sabato 16 giugno, nella sala conferenze dell’Hotel Airone, hanno avuto inizio i la-vori del convegno sul tema “CAMBIAMENTI CLIMATICI IN ITALIA FRAPOLITICHE NAZIONALI ED AZIONI LOCALI; QUALI IMPATTI E INDIRIZZI FUTIRI PER L’ISOLA D’ELBA?” organizzato dal sodalizio elbano nell’ambito del tema sull’ambiente proposto dalla Lions International su scala mondiale per l’anno sociale in corso.
Si sono alternati al desk due ricercatrici di livello internazionale: la D.ssa Giulia Galluccio responsabile Uf-ficio Fund Raising della Fondazione CMCC sui Cambiamenti Climatici e la D.ssa Paola Mercogliano respon-sabile del laboratorio di Meteorologia delle Ricerche Aerospaziali della Fondazione CEMM, mentre per l’A.N.C.I. Toscana erano presenti il Dr. Federico Campatelli e la D.ssa Marcella Tatavitto.
La Galluccio ha illustrato l’attività del suo Centro che, collaborando con oltre settanta paesi nel mondo, con l’utilizzo di sofisticati modelli, si occupa del clima dal globale al locale intervenendo riguardo al mare su inquinamento, sicurezza, attività militari, turismo, produzione, pesca, energia offshore, nonché su emergenze quali sversamenti e presenza di plastiche, riuscendo, tramite modello, a individuare le sorgenti d’inquinamento quali città e navi. Non c’è dubbio, secondo la Galluccio, che il clima sta cambiando e che si tratta di un fenomeno antropico ed in drastica accelerazione negli ultimi anni, con aumento di temperatura ed innalzamento del livello dei mari.
È seguita la relazione della Mercogliano il cui laboratorio si occupa dei cambiamenti climatici su scala re-gionale con prospettiva di modelli in grado di produrre previsioni sul microclima con soluzione di solo 1 Km, particolarmente idonei al territorio italiano che presenta notevoli diversità meteorologiche fra Nord, Centro e Sud. A tale riguardo, secondo la relatrice, per l’Elba si prevede, in mancanza di interventi miti-gatori, per il 2050 un aumento del periodo con alte temperature di quasi due mesi, piogge, anche se con media invariata, concentrate in eventi dannosi (bombe d’acqua) ed allungamento dei periodi di siccità. Ne consegue la necessità di preparaci ad affrontare rischi opposti quali siccità (danni all’agricoltura, incendi, ecc.) ed eccessi di piogge concentrate (alluvioni, frane, ecc.). Il suggerimento conclusivo della Mercogliano è rivolto agli Enti Locali ai quali raccomanda di tener conto delle informazioni sull’intensificazione e la frequenza degli eventi in fase di progettazione di ponti, fognature, insediamenti urbani e infrastrutture in genere.
Per l’A.N.C.I. Toscana ha preso la parola Federico Campatelli che ha sottolineato l’intenzione di accedere ai fondi europei per adeguare sistemi fognari e reti di rifornimento idrico realizzate in passato, nonché per il recupero di zone incendiate. A tal fine il funzionario ha evidenziato la necessità di sviluppare consape-volezza fra gli amministratori e soprattutto fra la popolazione sulla resilienza, la capacità cioè di reagire di fronte a eventi come frane, alluvioni, incendi. A tale scopo, secondo Campatelli, è indispensabile che i comuni si dotino di un sistema di allerta meteo che possa comunicare, attraverso i socials, immediata-mente con i cittadini e di piani regolatori che tengano conto del cambiamento climatico attuale e previsto.
Ultima a prendere la parola è stata la D.ssa Tatavitto che, sottolineando l’importanza di eventi come que-sto organizzato dai lions elbani sotto il profilo dell’informazione e della formazione, ha fatto alcuni esempi di sperimentazioni già in atto nell’area dell’Alto Tirreno, che rientra nelle competenze del suo Ufficio, co-me la raccolta di acque piovane da usare in caso di siccità messa in opera ad Alghero, il monitoraggio di canali interrati in corso a Rosignano, il sistema informativo sperimentale per i cittadini in caso di calamità operativo ad Ajaccio.
È seguito un dibattito con domande poste dal pubblico presente in sala, interessato ed incuriosito, alle quali i conferenzieri hanno dato risposte esaurienti.
Il Sindaco di Portoferraio Mario Ferrari è nuovamente intervenuto a conclusione dell’incontro sottolinean-do anch’egli l’importanza di riunioni come questa organizzata dal Lions Club Isola d’Elba tese alla sensibi-lizzazione su temi di grande rilevanza spesso sottovalutati o ignorati da popolazione e amministratori. Ferrari ha rivolto un severo richiamo agli Enti competenti sulla sovente carenza di buon senso in fase di scelte urbanistiche per le quali spesso si tende a cedere a compromessi a discapito della corretta valuta-zione delle necessità ambientali e climatiche.
Incavolato
Messaggio 90650 del 16.06.2018, 18:05
Provenienza: Portoferraio
Ma i lavori alla strada di San Giovanni sono finiti?
x assordato.
Messaggio 90649 del 16.06.2018, 17:42
Provenienza: porto
Prima di andare da avvocato e pagare spese legali procedete con denuncia firmata da vari soggetti presentanti.

http://documentiutili.com/fac-simile-di-esposto
zona porto
Messaggio 90648 del 16.06.2018, 16:29
Provenienza: porto
PRIME INDICAZIONI OPERATIVE

Ho letto i messaggi precedenti. Avrei una proposta da fare:
Nella zona adiacente al famoso bar/ discoteca esistono dei condomini costituiti: esempio Condominio Residence; Condominio Grattacielo", Condominio ex Massimo, Condominio Calata Italia 17; Condominio Calata Italia 11; Condominio Galli Miliani, Condominio ex Monopoli di stato; Condominio Piazzetta Citi
Proporrei che gli interessati facessero convocare le assemblee condominiali relative ad ogni singolo condominio chiedendo all'amministratore di far mettere all'ordine del giorno il seguente argomento: "Deliberazione relativo all'attivazione della procedura legale atta a far cessare attività musicali fuori norma nel Bar del Porto dopo la mezzanotte";
Una volta ottenute le deliberazioni ogni condominio dovrebbe incaricare il singolo amministratore condominiale di rappresentare l'intero condominio, unitamente agli altri amministratori condominiali, di attivare di fatto la procedura individuando, di comune accordo, un legale incaricato.

grazie per l'attenzione. Cosa ne pensate?
ai Residenti Zona Porto
Messaggio 90647 del 16.06.2018, 14:04
Provenienza: denuncia
Avete ragione quindi non resta che presentare regolare Esposto Denuncia alla Procura della Repubblica con modulo scaricabile on line
assordato
Messaggio 90646 del 16.06.2018, 13:42
Provenienza: portoferraio
AVVISO AI RESIDENTI IN ZONA PORTO

Perché non costituiamo un piccolo e temporaneo comitato per iniziare una azione legale contro chi fa tutto questo rumore?
diventerebbe una "class action" di quartiere e si dividerebbero le spese legali da sostenere.
Se arrivano almeno dieci messaggi di adesione , anche anonimi per ora, troviamo il modo di costituirci palesemente.
Quello che subiamo è un vero abuso.

Ps: ma della modalità di raccolta differenzia che ne pensate. Io trovo Calata italia piena di scatole, scatoloni e contenitori esa che fanno rimpiangere i vecchi bidoni.
facciamo però una cosa alla volta. Ora pensiamo alle musica a tuitto volume fino alle due di notte.
Per ora anonimo.
Porto e dintorni-
Messaggio 90645 del 16.06.2018, 12:39
Provenienza: codice civile e penale-
Immissioni di rumore. Come tutelarsi contro le immissioni di rumori molesti.

Le immissioni di rumore vietate dalla legge sono quelle che superano la c.d. "normale tollerabilità". Contro le immissioni rumorose è prevista una tutela sia in sede civile (art. 844 e 2043 del codice civile) sia in sede penale (articolo 659 del codice penale).
Pro Loco di Marciana Marina
Messaggio 90644 del 16.06.2018, 11:40
GRANDE SUCCESSO PER LA PRIMA SERATA DE “LA CLASSICA DI GIOVEDÌ” AL COTONE




Marciana Marina, 14 Giugno 2018. Le note dei violoncelli della Florence Cello Ensamble si sono diffuse nei vicoli fioriti del quartiere del Cotone, tra le barche in secca, gli scogli e le onde del mare. Già prima dell’inizio dello spettacolo molti curiosi, soprattutto bambini, si sono avvicinati a spiare i musicisti mentre facevano le prove e hanno potuto assistere a una melodia improvvisata sugli scogli illuminati dal tramonto.
Alle 21,30 gli ospiti, quasi 200, si sono disposti ovunque come in una grande festa di paese. Dopo la presentazione della serata da parte della sindaca di Marciana Marina, Gabriella Allori, gli archetti hanno toccato le corde e la platea è caduta in un silenzio rapito.
Grandi e piccini si sono lasciati trasportare dalla bellezza della musica di Johann Sebastian Bach, Sergej Rachmaninov, Antonio Vivaldi e Nicolò Paganini. Perfino l’anatra muta Dora, ormai mascotte del Cotone, ha assistito scodinzolando all’evento.
Questa prima serata ha dimostrato come la cultura sia ancora apprezzata da un gran numero di persone e ha dato inizio a una serie di concerti che daranno nuova vita all’estate marinese: non solo classica, ma anche il flamenco di “Olè! Noche de Pasiòn”, il jazz della Trilok Gurtu Band e la verve giovanile della “Musica Made in Elba”.
Prossimo appuntamento con “La Classica di Giovedì” il 19 Luglio, con “La Regina della Notte e Altre Storie”, arie e intermezzi di opere liriche del trio d’ance Sarastro.
All'Attenzione Amministrazione comunale di Portoferraio
Messaggio 90643 del 16.06.2018, 10:50
Provenienza: Residenti Zona Porto
Gli abitanti della zona porto ringraziano vivamente l’Amministrazione comunale di Portoferraio per aver deciso di non farli dormire di notte, soprattutto nei weekend, da più di due anni a questa parte!
Con il suo immobilismo sfrenato, ha concesso al Bar del Porto di fare praticamente quello che vuole, facendo diventare un normale bar in una discoteca notturna a cielo aperto in una zona densamente abitata, con musica (o meglio rumore) sparata a pallettoni nel cuore della notte (fino ad oltre le 2) senza rispetto per niente e per nessuno! Come se non bastasse, lo spettacolo continua anche dopo nel cuore della notte, con scene di ubriachi, bottiglie rotte, tafferugli e litigi, urla e schiamazzi notturni che si sentono in tutta la zona.
Gli abitanti della zona Porto, ormai abitanti di serie B, esasperati per questa situazione VERGOGNOSA e non degna di un paese civile, si ricorderanno di ringraziare l’attuale Amministrazione di Portoferraio (assessori compresi) alle prossime votazioni.
Buonanotte cari concittadini portoferraiesi, almeno a tutti quelli chi se la possono permettere!
RESIDENTI ZONA PORTO
x diego o chi per lui
Messaggio 90642 del 16.06.2018, 10:19
appare certo che anche Lei è come diego, avrebbe potuto firmare il post ma chi è senza peccato… caro Lei denunci il soggetto che ha scritto il messaggio, coraggio si faccia avanti paladino del suo membro scelto tra gli utili idioti, così vediamo di che pasta è fatto. in quanto a diego spero lo abbia fatto per porre l'attenzione sulla povera sanità elbana che certo non è attenzionata come invece qualcuno vuol far credere vero???
un caro saluto
NUOVO COMITATO CARPANI
Messaggio 90641 del 16.06.2018, 10:02
FESTA DI INIZIO ESTATE. ...GUSTOSI SAPORI, MUSICA, CULTURA MEDIEVALI E COMPETIZIONE, SONO LE PROPOSTE DEL FINE SETTIMANA DEL COMITATO CARPANI.


Sabato prossimo 16 giugno dalle ore 19,00 in poi ai giardini di Carpani inizierà la lunga serata gastronomica con saporiti primi piatti, specialità di pesce, sardine alla brace, torte della nonna. Perseguirà una delle tradizioni più antiche e affascinanti che la storia ci ha tramandato, la gara arcieristica medievale e di rievocazione che disputandosi a Portoferraio prende il nome di "Palio della Ferraya". Questo era l'antico nome medievale della nostra città.
L'evento arcieristico organizzato dallo storico gruppo "Gli Archi del Grande Falco" vedrà in gara altre squadre di arcieri in rappresentanza di altri Comuni dell'Elba in competizione fra loro per aggiudicarsi l'ambito trofeo storico/culturale "Palio dei Borghi Elbani" ideato dagli arcieri della nostra Isola. La competizione sarà preceduta da una sfilata storica in abito medievale per la via di Carpani.
Un ottimo "Arco di legno" si trasferirà dalle mani degli arcieri a un ospite.
Una musica di sottofondo con piacevoli canzoni rallegrerà commensali e competitori.
Il tifo degli ospiti anche se ancora a tavola o già in fase di digestione, sarà coinvolgente al punto di accompagnare lo scoccare della freccia nel miglior bersaglio.

Vi aspettiamo.
Cipiglio
Messaggio 90640 del 16.06.2018, 07:43
IL PASTICCIO MARINESE IN SALSA PORTUALE
Accadde, nel piccolo condominio insulare, che un’amministrazione evidentemente alla canna del gas, pubblicasse una delibera in cui assentiva ad una richiesta di un’associazione che gestisce dei pontili riservati ai residenti, per scomputare una spesa riferita ad alcuni lavori di manutenzione straordinaria, dal canone annuo che l’associazione doveva al comune.

Accadde anche che notata la clamorosa gaffe, per fortuna, qualcuno, dotato sicuramente di maggior astuzia, facesse fare un rapidissimo dietrofront alla Giunta, che pubblico' rapidissimamente la revoca in autotutela della delibera di cui sopra.

Viene, però, alla mente, a questo punto, il grande Enzo, Jannacci, ovviamente :
Eh, eh, eh, ma se me lo dicevi prima…..
Eh, se me lo dicevi prima….
Come prima
Ma sì se me lo dicevi prima…..
Ma prima quando
Ma prima, no !
ELBA SALUTE
Messaggio 90639 del 16.06.2018, 05:47
CATARATTA E MALATTIE OFTALMICHE.
SE ALL'ELBA NON SI INTERVIENE CON URGENZA MOLTI RISCHIANO LA CECITA'


Per una visita oculista si va oltre ottobre invece l'esame del "campo visivo" atto a valutare la nascita o il progredire di malattie come il glaucoma all'Elba non è possibile farlo. Per eseguirlo devi migrare e che non tutti se lo possono permettere vuoi per l'età vuoi per le difficoltà motorie e finanziarie di molti pazienti per lo più anziani.
Cosa mette in apprensione sono gli interventi di cataratta dove le liste di attesa superano senza una ragione logica anche i 13 mesi con il rischio che la cataratta diventi "ipermatura" e provochi nei soggetti più anziani infiammazioni, mal di testa e dolori provocati principalmente dalla malattia. L'ipermaturità può offuscare in modo considerevole la visione dell'occhio ("occhio bianco") tale fenomeno non solo aumenta il rischio di insuccesso per un eventuale intervento chirurgico, ma è spesso responsabile di altre patologie a carico dell'occhio come il glaucoma o la miopia.
Dopo varie segnalazioni da parte dell'utenza e opportune nostre verifiche, si è riusciti a stabilire che all'Elba la lunga lista di attesa per cataratta si potrebbe abbattere di circa il 40% solo che si volesse. In un recente passato nel giorno dedicato agli interventi di cataratta se ne eseguivano 4/5, oggi difficilmente si superano due interventi . Potrebbero esserci cause a noi sconosciute ma se lo/a specialista anticipasse l'arrivo in ospedale di qualche ora anziché intorno alle 11 del mattino forse qualche cataratta in più si farebbe.
E' difficile capire questi orari ultra flessibili a vantaggio di pochi, al riguardo abbiamo provato a chiedere spiegazioni ma nessuno è stato in grado di darci una risposta convincente. Resta in noi l'impressione che in Azienda nessuno controlli il cartellino di entrata e di uscita del personale.

Comitato Elba Salute.
(Francesco Semeraro)
Marcello Camici
Messaggio 90638 del 16.06.2018, 05:44
FINE DEL GRANDUCATO DI TOSCANA ASBURGO LORENA L’ALBA DELL’UNITA’ D’ITALIA ALL’ELBA (1869-1860)NOTIFICA DEL GONFALONIERE DI PORTOFERRAIO AL GOVERNATORE DELL’ELBA SULLA NOMINA DEL QUINTO CONSIGLIERE SUPPLENTE PER COMPLETARE LA RAPPRESENTANZA MUNICIPALE


Il 7 novembre 1859 il gonfaloniere di Portoferraio,Squarci,scrive al governatore dell’Elba,Niccolini:
“Gonfaloniere di Portoferraio
Al Sig. Cav Colonnello Governatore Civile e Militare dell’isola dell’Elba

Ill.mo Signore
Mi affretto portare a cognizione di VS Ill.ma che nella seconda adunanza elettorale per la nomina del quinto supplente che restò ad eleggersi onde completare questo Consiglio Comunale per l’anno 1860, avvenuta il dì 6 novembre stante è stato eletto per voti n. 42 sopra n 51 Elettori concorsi alla votazione il Sig.re Avvocato Luigi del fu Luigi Hutre,benestante di questa città.
Il prospetto dei resultati della prima votazione con le altre indicazioni di che nella di Lei offiziale ( ),lo inoltrai a codesto Governo dal dì 2 di detto mese di novembre andante.
Tanto in adempimento al mio dovere e con la più distinta stima e rispetto mi pregio dichiararmi Di VS Ill.ma
Portoferraio dal Palazzo Comunale
Lì 7 Novembre 1859
F Squarci”
(Affari generali del governo dell’isola d’Elba anno 1859.Doc 401-494.Carta 416.Archivio storico comune Portoferraio)
Questo il prospetto allegato:
“Comunità di Portoferraio
Seconda Adunanza Elettorale per la nomina del Quinto Supplente onde completare la Rapprsentanza Muncipale per l’anno 1860 avvenuta il dì 6 novembre 1859
Elettori intervenuti all’Adunanza N° 51
Nome,Condizione dell’Eletto e voti reportati
Hutre Avvocato Luigi del fu Luigi Benestante in questa città di anni 53 restò eletto con voti n° 42 Portoferraio dal Palazzo Comunale
Lì 7 novembre 1859
Il Gonfaloniere F Squarci” ( idem come sopra)
Marcello Camici
mcamici@tiscali.it
CONFCOMMERCIO ELBA
Messaggio 90637 del 16.06.2018, 05:36
NUOVO REGOLAMENTO SULLA PRIVACY, UN INCONTRO CON CONFCOMMERCIO




Si comunica che Lunedì 18 giugno ore 14.30, presso Info point (Sala della Gattaia) Via Vittorio Emanuele a Portoferraio, si terrà un incontro sul GDPR - General Data Protection Regulation, Nuovo Regolamento sulla Privacy.
Relazionerà l'Avv. Paolo Mascitelli, membro di Giunta provinciale di Confcommercio Imprese per l'Italia di Livorno.
L'incontro è pubblico ed aperto a tutti gli imprenditori.
E' noto che sono soggetti a questo adempimento, in modo più gravoso, coloro che trattano dati sensibili ma riguarda comunque tutte le attività.
Dalla spiaggia
Messaggio 90636 del 15.06.2018, 23:33
Dall'Elba prade, forse si voleva dire pride ma l'inglese basta masticarlo, ad assessore regionale alla sanitá anzi meglio ministro, ma non è che si pretende un pò troppino dal Sindaco campese. Ma una una guardatina a se stessi no? Fatevi una bella analisi di coscienza prima di aprire bocca a vanvera ho sentito che che gli parlavano dii un certo DJ Gabry Ponte o chi è? Non lo avranno mica convinto a fare un beach party?? Ah mamma ora ci ribaltano il paese, ma speriamo bene e che Bob abbia insegnato qualcosa!
x Diego o chi per lui
Messaggio 90635 del 15.06.2018, 21:55
Certo che è proprio vero che la rete, dando la possibilità a tutti di esprimersi, permette di sparare certe stupidaggini che, fortunatamente per chi le scrive, non sono riconducibili all’autore che, forse, rendendosi conto in un momento di lucidità delle proprie farneticazioni, preferisce utilizzare nome non tracciabile.
Secondo questo genio, il paese di Campo sarebbe in apprensione per una cittadina che, per una non ben precisato esame effettuato in un contesto privato, sarebbe stata “straziata” e, per questo (lui dice “pare”), trasferita in gravi condizioni in continente.
Il geniale autore, che parla di fatiscenti centri privati, omette, furbescamente, di fare il nome del centro in questione che, come minimo lo denuncerebbe per diffamazione e lo metterebbe in mutande.
Non solo. Responsabile di tutto questa sarebbe il Sindaco Montauti. Come se, a Roma, qualsiasi intervento chirurgico o manovra diagnostica, in caso di decorso negativo, fosse responsabilità del Sindaca Raggi o, a Milano, del Sindaco Sala.
Non solo, questo intelligentone chiede al Sindaco di informare la popolazione, con addirittura un comunicato stampa, delle condizioni della signora in questione, fottendosene totalmente delle rigorose leggi sulla privacy che questa mente semplice evidentemente non conosce.
E’ chiaro che il signore in questione tenta, in maniera maldestra, un attacco politico ben preciso, inanellando figure barbine, anche quando mette in discussione il fatto che il Sindaco non debba delegare un suo collaboratore, non conoscendo evidentemente che, nelle amministrazioni esistono le strane e bislacche figure degli assessori.
In realtà, dietro questo post farneticante c’è un fatto molto serio e delicato. C’ è un personaggio non ben noto (o forse sì….), che, nel blog più letto e diffuso dell’isola, fa opera di terrorismo mediatico, tra l’altro gettando fango ne confronti di tutte realtà sanitarie private dell’isola, potendo infondere ai molti utenti che, legittimamente decidono di rivolgersi alla sanità privata, terrore e paura. E questo è assolutamente inaccettabile. Spero che, al di là delle manifeste farneticazioni strumentali che malcelano una indubbia opposizione politica all’attuale amministrazione campese, vi sia l’intervento di organi preposti e/o la denuncia delle strutture private, come parte lesa, perché, nel post di cui sopra, ci sono almeno due profili di reato. La diffamazione per mezzo stampa e l’omissione di denuncia verso un evento colposo che, a quanto scrive il sedicente Diego, può avere senz’altro cagionato la salute della paziente
MARE SICURO 2018
Messaggio 90634 del 15.06.2018, 18:36
“MARE SICURO 2018” – LA DIREZIONE MARITTIMA DI LIVORNO PRESENTA L’OPERAZIONE AL VIA IN TUTTA LA TOSCANA.




Sicurezza, prossimità al cittadino, tutela dell’ambiente e delle sue risorse. Sono i principali obiettivi declinati dall’Ammiraglio Giuseppe Tarzia, Direttore marittimo della Toscana, durante la conferenza stampa del lancio della Campagna Mare Sicuro 2018, tenutasi questa mattina a Porto Santo Stefano in una sala consiliare gremita di giornalisti, autorità civili e militari, operatori del settore turistico balneare, associazioni di volontariato e anche semplici cittadini.
Al fianco dell’Ammiraglio Tarzia, a sottolineare soprattutto l’importanza di mantenere comportamenti corretti per la sicurezza propria ed altrui, ma anche a tutela dello stesso patrimonio ambientale che il mare conserva, la pluri-campionessa olimpionica e più volte iridata, Alessandra Sensini, oggi vice Presidente del C.O.N.I. Presenti all’incontro anche tutti i Comandanti delle Capitanerie ed uffici marittimi della Toscana.
55 militari, 12 mezzi nautici, 12 postazioni dislocate nei punti di maggiore afflusso turistico. Questo l’assetto operativo dedicato esclusivamente alla campagna di sicurezza della Guardia costiera sul territorio e sul mare dell’arcipelago toscano. Un dispositivo che si aggiunge, rafforzandolo, all’ordinario schieramento di 35 motovedette e 500 donne e uomini che lavorano distribuiti nei 26 uffici territoriali della Direzione marittima, garantendo interventi più immediati.
“Abbiamo lavorato e stiamo lavorando molto sulla prevenzione e sulla consapevolezza di comportamenti responsabili”, ha dichiarato l’Ammiraglio in conferenza. “In particolare ci siamo concentrati sulla diffusione della cultura del mare, a partire dalle giovani generazioni, incontrando gli studenti degli istituti scolastici, sensibilizzandoli sulla condotta da tenere per la sicurezza di sé stessi e degli altri”. L’Ammiraglio, tuttavia, ha ricordato come –invece- la tolleranza verso quei comportamenti che costituiscono dei veri e propri “attentati alla balneazione”, sarà pari a zero. Navigazione sotto costa e pesca subacquea esercitata con fucile in mezzo ai bagnanti, sono solo due esempi di violazione alle norme che saranno severamente sanzionate. All’Ammiraglio, ha fatto eco la Sensini, la quale ha ribadito l’importanza dell’educazione ai comportamenti in mare e quindi come la presenza nelle scuole sia fondamentale. “Così come lo sportivo –ha affermato la Sensini- quando deve gareggiare, deve conoscere perfettamente il campo di gara, così chiunque si avvicina all’elemento mare deve sapere tutto quanto sia necessario per la sua sicurezza e per quella altrui. È importante quindi avere conoscenza delle ordinanze della Guardia costiera che dettano le regole di comportamento –ha continuato la campionessa- come è importante conoscere le previsioni metereologiche e l’orografia della zona”. Campagna nella campagna, è stata infine ricordata da Tarzia quella del “Bollino blu”. La Guardia costiera, autorità coordinatrice dell’iniziativa, a breve, con il concorso di altre forze operanti in mare, comincerà a consegnare l’adesivo da applicarsi visibile sullo scafo di quelle unità da diporto trovate in regola con dotazioni di bordo e documenti amministrativi, evitando così duplicazioni delle verifiche in mare.
Al termine della Conferenza stampa, l’Ammiraglio ha ringraziato con un omaggio floreale, Alessandra Sensini, per aver aderito alla richiesta della Guardia costiera della Toscana, testimoniando con la propria esperienza l’importanza di un uso corretto e responsabile del mare.
GianCarlo Amore
Messaggio 90633 del 15.06.2018, 16:26
OMAGGIO A EVANGELISTA TORRICELLI



Domani 16 giugno a Portoferraio, si terrà un interessante Congresso avente come tema i Cambiamenti Climatici e quindi scenari ed impatti futuri dei cambiamenti climatici sull’Isola d’Elba.
Augurando ai Congressuali un produttivo buon Lavoro, partecipo indirettamente a questo evento con un mio particolare contributo per omaggiare lo Scienziato “ Evangelista Torricelli.”
E’ il minimo dovuto per tutti Quelli che trattano con passione il tema della sezione “ Climatologia. “
Infatti grazie agli studi inerenti alla pressione atmosferica, Torricelli oltre ad inventare il Barometro, ci ha offerto l’opportunità di farci estendere le applicazioni sul fattore legato alla pressione barometrica su molteplici circostanze. Ogni secondo nel Mondo si compiono migliaia di “ funzioni “ grazie ai principi dello Scienziato Italiano e questo è qualcosa di immenso.
Quindi: un Pescatore un Dottore o Comandante di nave o aereo o altro, sono Tutti accomunati da questi principi della fisica.
Vi espongo una delle tante azioni che sono riuscito a ricavare dallo studio sulla Pressione Barometrica.
In questo periodo, in particolare qui a Portoferraio, grazie alle condizione meteo favorevoli di “ alta pressione “non si avvertono i miasmi provocati dalle fogne. Ma non Tutti sanno che:
Ci si chiede perché con il vento di “ scirocco “ la puzza emanata dai canali fognari nelle Città è molto più asfissiante e persistente del solito.
Le variazioni climatiche con i relativi cambiamenti dei venti etcc., avvengono in tutto il Pianeta, ogni giorno e in ogni dove, questi eventi che si susseguono, danno origine ad una moltitudine praticamente infinita di processi chimici e fisici e molti dei quali sono impercettibili. Tra le tante di queste variazioni, ce ne sono alcune che danno effetti evidenti e tangibili come in questo caso e cioè, l’olezzo insopportabile degli impianti fognari che fuoriesce dai tombini etcc., quando in particolare appunto, c’è il conosciutissimo e cosiddetto “ vento di scirocco “.
Pertanto, quando per le strade si sente il cattivo odore fognario, per Nostra “consuetudine,” si imputa la causa di tutto ciò, semplicemente al fattore “ SCIROCCO “.
In realtà nessuno conosce il vero motivo del perché avviene questo fenomeno e non ho trovato riscontri ne documentazioni apprezzabili al tal riguardo.
In relazione alle mie esperienze di uomo di mare, cercherò di porgere una plausibile e completa definizione a questo quesito che interessa tante Persone, specie per chi vive dove i sistemi fognari sono fatiscenti, praticamente in gran parte dell’ Italia.
I venti sciroccali sono associati ad una bassa pressione barometrica. Ed è appunto sono proprio i dati legati alla bassa pressione che ci interessano, visto che sono la causa scatenante del fenomeno succitato.
La bassa pressione è una massa atmosferica di peso specifico inferiore rispetto all’alta pressione. Infatti la bassa pressione portando con se, una grossa quantità del leggero vapore acqueo e altri gas caldo- umidi e quindi dilatati, crea una massa totale dell’aria notevolmente leggera. Il vapore acqueo in rapporto, pesa la metà del gas azoto e già questo determina in assoluto il minor peso caratteristico della bassa pressione. Ovviamente e di conseguenza, il gas azoto ne è ricca l’alta pressione.
Pertanto quando arriva il tiepido e leggero vento di scirocco, si crea una maggiore vaporizzazione e dilatazione.
Quindi: in un ammasso fognario costituito da un numero elevato di elementi più o meno compatibili tra essi, la bassa pressione ed il maggior calore influiscono dilatando le molecole dei gas generati dai “ liquami, “ le quali espandendosi e galleggiando nell’aria, iniziano a vagare alla mercé delle correnti, ammorbando le vie della Città. Altresì: a creare una ulteriore corrente ascensionale di questi gas maleodoranti è la formazione di vapore acqueo che crea appunto un vortice traente.
Più semplicemente, se in un contenitore viene versato del liquido fognario, ovviamente si sentirà distintamente la puzza nelle immediate vicinanze. Ma se il contenitore viene riscaldato, la puzza sarà maggiore e concentrata invadendo un intera area. Questo esempio fa capire in che maniera la bassa pressione determina questo cambiamento.
Ricordo che la cosiddetta “puzza” è accompagnata anche da esalazioni nocive e cioè molecole pericolose per chi detiene problemi bronchiali o allergie. In pratica dove ci sono zone di agglomeramenti liquamosi, prestare molta attenzione e se possibile allontanarsi, dato che i gas possono influire in maniera deleteria sulla salute.

Nella foto: una scultura astratta, omaggio allo Scienziato Evangelista Torricelli, trattasi di un pesce munito di barometro. Inoltre è bello sapere che Torricelli ha inventato il primo “ Manometro “ della storia e secondo me tutto questo va ricordato.


Giancarlo Amore
Francesco Bosi
Messaggio 90632 del 15.06.2018, 14:32
ELEZIONI A RIO – BOSI: SINCERI AUGURI ALLA NUOVA AMMINISTRAZIONE. HA PREVALSO LA SUGGESTIONE DEL CANDIDATO ESTERNO



Come mia consuetudine mi sono preso alcuni giorni di riflessione per esprimere una valutazione sul risultato elettorale del nuovo Comune di Rio.
Innanzi tutto voglio complimentarmi con Marco Corsini, vincitore di questa competizione, rivolgendo a lui ed alla nuova Amministrazione i miei più sinceri auguri di buon lavoro di fronte ai tanti e non facili problemi che dovranno essere affrontati.
Tralascio di commentare o replicare ai tanti analisti del voto, molto interessati ad appendersi coccarde al petto, forse ignari delle palesi contraddizioni dei loro ragionamenti.
Devo altresì elogiare la serietà e la coerenza di Umberto Canovaro che, pur pagandone lo scotto, ha tenuto fede all’impegno di dar vita ad una compagine di totale rinnovamento – tutti alla prima esperienza in Comune – ed autenticamente civica – senza nessun candidato con ruoli di partito.
Sarebbe stato facile ricorrere a candidati ben supportati o collaudati da più campagne elettorali contravvenendo però al principio del rinnovamento.
Segnalo questo a chi, senza scorrere la lista dei candidati, assegna il titolo di rinnovatori alla compagine vincente.
A chi parla di “voglia di cambiare” consiglio uno slogan più credibile.
Non parliamo poi di Legambiente che celebra il mancato pericolo delle cementificazioni citando Rio Marina (dove si è costruito pochissimo) e non Rio Elba dove le calate di cemento sono sotto gli occhi di tutti. L’ennesima svista?
Ma se vogliamo una sintetica analisi del voto io ricorro ad una diversa valutazione.
Non c’è dubbio che sia caduto nel vuoto l’appello a far prevalere l’orgoglio della “riesità”: il radicamento e l’attaccamento al territorio, la scelta di un candidato locale sempre presente in mezzo alla gente.
Questa era la teoria in cui ho creduto sostenendo Canovaro.
Le cose sono invece andate diversamente e occorre prenderne atto serenamente.
Ha vinto la suggestione verso un Sindaco che viene da fuori percepito come più idoneo a recuperare risorse ed appoggi nei luoghi del potere.
In certo modo la stessa suggestione che determinò i miei successi elettorali a Rio Marina. Mi viene a mente il detto latino “nemo profeta in patria”.
Comunque di questo tipo di mentalità occorrerà tenerne di conto anche per il futuro. Nel frattempo auguri di buon lavoro a tutti!!!!!!!!!
Egregio Sindaco Montauti
Messaggio 90631 del 15.06.2018, 14:22
Provenienza: Campo
Egregio Sindaco Montauti, il paese da lei amministrato è in apprensione per quello che è successo e potrà ancora succedere a una nostra compaesana e sua concittadina che non trovando risposte nella sanità pubblica si è rivolta a un privato con il risultato, secondo le voci di paese, che da un piccolo esame a cui si doveva sottoporre ne è uscita staziata al punto che l'hanno, pare, trasferita in gravi condizioni in continente per fargli salva la vita.
Sindaco, non le sembra che la sanità sia un qualcosa da non trascurare? Non le sembra che gli amministratori debbano chiedere più controlli e garanzie a questi fatiscenti centri privati della sanità?
Non le sembra che lei dovrebbe far sentire di più la sua voce direttamente e non delegare un dipendente dell'USL?
Lo sa che anche lei è responsabile delle lunghe liste di attesa dell'ospedale?
Lo sa sindaco che nel nostro centro medico si vocifera che il medico che doveva partire oggi con le ambulanze per questo mese Campo lo può sognare?
Per favore, tuteli di più i bisogni sanitari della sua popolazione e ci informi con comunicato stampa le condizioni della concittadina e faccia partire una commissione per appurare cause e responsabilità.
Diego
COMUNE DI PORTOFERRAIO
Messaggio 90630 del 15.06.2018, 13:22
SCINTILLE ALLA RIUNIONE TRA I DELEGATI ALLO SPORT



Una riunione degli assessori delegati allo sport dei comuni elbani, convocata dall’assessore portoferraiese Adalberto Bertucci ed andata deserta, ripropone all’attenzione pubblica la mancanza di coordinamento delle iniziative nella pubblica amministrazione elbana, a discapito dell’interesse dei cittadini di ogni singolo comune.
A stigmatizzare l’accaduto è proprio l’assessore Bertucci: “La riunione era stata convocata per tempo, una settimana prima, attraverso posta certificata, ed era stata fissata per il giorno 13 giugno. All’ordine del giorno, debitamente comunicato – continua l’assessore – c’erano argomenti molto importanti come quello del coordinamento degli eventi sportivi sull’isola per evitare accavallamenti di calendario, l’iniziativa “Gioco Sport” da organizzare in collaborazione con il CONI per l’avviamento allo sport dei ragazzi delle scuole elementari, un aggiornamento riguardo il bando del CONI per la realizzazione di una piscina comprensoriale, insieme ad importanti novità sulle visite mediche per svolgere l’attività sportiva”.
“Soprattutto su quest’ultimo argomento – aggiunge Adalberto Bertucci – solo per i ragazzi in età scolare sono coinvolte quasi 800 famiglie, per le quali abbiamo cercato di evitare il ricorso a visite private per ottenere dall’ASL una disponibilità continua - calendarizzata a seconda delle specialità sportive - dei medici sportivi addetti al rilascio delle certificazioni. A questo proposito, avevamo fatto precedentemente una riunione con i rappresentanti delle società sportive elbane e con la dirigente ASL del settore medicina dello sport”.
“Esprimo quindi il mio rammarico per essermi ancora una volta trovato da solo ad affrontare problemi comprensoriali – conclude l’assessore Bertucci – ho ricevuto soltanto la telefonata del collega di Campo Elba Daniele Mai, che si scusava per la mancata partecipazione a causa di un precedente impegno; per il resto, il disinteresse dei miei colleghi non è un bel segnale per chi svolge pratica sportiva sul territorio, e che conta sulle istituzioni almeno per quanto riguarda le problematiche riferite alla pubblica amministrazione. Mi auguro per il futuro di ricevere qualche segnale di apertura e soprattutto di collaborazione”.
Adalberto Bertucci
Messaggio 90629 del 15.06.2018, 13:15
PIAZZETTA TITOLATA ALLA TOSCANA ORIANA FALLACI




La piazzetta situata fra Ilario Zambelli e Via Bruno Buozzi, dove ogni venerdì si svolge il mercato settimanale, verrà intitolata alla memoria della giornalista toscana Oriana Fallaci. L’inaugurazione, con la scopertura della targa, avverrà sabato 16 giugno alle 16,30.
A questo scopo, il comune di Portoferraio ha emesso una ordinanza a disciplina del traffico veicolare che prevede divieto di sosta , nella giornata di sabato, dalle 12 alle 20. Al momento della inaugurazione sarà poi predisposta una deviazione del traffico veicolare con chiusura della circolazione.
“Abbiamo ritenuto di dedicare questo luogo così frequentato della nostra città ad una testimone dei nostri tempi – ha commentato il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari – un personaggio per certi aspetti controverso ma che ha saputo raggiungere i potenti della Terra, prendendo inoltre una forte posizione sul rapporto fra Occidente e Islam , un argomento oggi di particolare attualità”.
NUOVO COMITATO CARPANI
Messaggio 90628 del 15.06.2018, 13:09
FESTA DI INZIO ESTATE E PALIO MEDIEVALE DEL FERRAJA.




Interessantissimo e istruttivo è il prologo della competizione degli arcieri, prima di iniziare a contendersi il trofeo c'è la composizione della squadra che essendo, nell'antichità professionisti di archi e balestre, erano dei veri mercenari che andavano al soldo del più generoso padrone il quale comprava il mercenario non con soldi ma con merci alimentari o con altri generi utili alla sopravvivenza perchè la fame era "brutta"
Quindi domani sera, sabato 16 giugno alle ore 19,30 ai giardini di Carpani, non perdete queste trattative fra "capitani" sono il nocciolo dell'intero Palio perchè come ai tempi moderni con il denaro e il possedere si acquistava tutto.
Questo propongono i componenti del "Gli Archi del Grande Falco" cosi come il personale del Comitato Carpani (volontario e volenteroso) propone un gustoso menù.

INSIEME i due gruppi a fine serata faranno omaggio agli ospiti commensali una ricca sorpresa.
IL CIVIGLIAME....
Messaggio 90627 del 15.06.2018, 12:33
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Mi ero astenuto nel ricordare..., ma certo non posso dimenticare le mie scarpe risolate nello stanzino in via Roma prima della via del campanile e consegnate pulite e lucidate. Altri tempi...

Paolino l'arrotino-
Capoliveri Amedeo il calzolaio
Messaggio 90626 del 15.06.2018, 11:50
Provenienza: Per le cose giuste....
Il banchetto di Amedeo il calzolaio negli ultimi anni era all'aperto,davanti alla propria abitazione,vicino al comune.
Io ho parlato di bottega perchè la sua attività l'ha svolta per molti anni in una piccola stanza di via Roma,pochi se lo ricorderanno,bello ricordare persone e periodi di tempi meravigliosi.
Capoliveri X Paolino
Messaggio 90625 del 15.06.2018, 10:17
Provenienza: Per le cose giuste....
Per la precisione a Capoliveri... Chiuso per mancanza di civigliame,lo scrisse Amedeo detto pisciata,il quale faceva il calzolaio e avendo terminato i chiodini (detti civiglie),chiuse momentaneamente la bottega,saluti.

La bottega del "Filosofo di Capoliveri tale Amedeo" consisteva in un banchetto nella piazza davanti al vecchio comune, banco dove era affisso un cartello con su scritto :
Tacchi uomo lire 500
tacchini donne lire 300
un buontempone ci aggiunse
Pulcini lire 50...
antincendi boschivi
Messaggio 90624 del 15.06.2018, 10:13
PIANO OPERATIVO ANTINCENDI BOSCHIVI 2014/2018
ambiti di competenza:


la competenza di Regione Toscana è riferita al solo ambito degli incendi boschivi, come definiti dall’art. 69 della L.R. 39/00.
"Art. 69 - Definizioni relative all'attività antincendi boschiva regionale (AIB)
1. Per incendio boschivo si intende un fuoco, con suscettività ad espandersi, che interessa il bosco, le aree assimilate
e gli impianti di arboricoltura da legno di cui all'articolo 66, oppure i terreni incolti, i coltivi, ed i pascoli situati entro
50 metri da tali aree.
2. La previsione, la prevenzione e la lotta attiva degli incendi boschivi costituiscono l'attività antincendi boschivi
regionale (AIB)"

Per questi la Regione provvede, con le modalità indicate dal presente Piano AIB, alla gestione dell’evento e alla direzione delle operazioni di spegnimento.
La competenza dei Vigili del Fuoco è riferita a tutte le altre tipologie di incendio, nonché agli interventi a difesa degli insediamenti civili e industriali, delle infrastrutture e delle persone
presenti all’interno delle aree interessate da incendi boschivi. Per gli ambiti di propria competenza i Vigili del Fuoco assumono la direzione delle operazioni di spegnimento, con le modalità previste dalle proprie procedure operative. In caso di eventi che riguardino, contemporaneamente, le competenze delle due strutture, il DO AIB e il ROS VVF devono coordinarsi per razionalizzare e ottimizzare gli interventi di spegnimento;
- principio del supporto operativo:
le strutture decisionali (COP AIB e SOUP per la Regione e Comandi Provinciali per i VVF) durante un evento di propria competenza
possono chiedere il supporto operativo all’altro soggetto, vale a dire:
nel caso l’Organizzazione AIB stia intervenendo su un incendio boschivo e necessiti di aiuto potrà chiedere supporto operativo ai VVF
nel caso i VVF stiano intervenendo su un incendio di vegetazione e necessitino di aiuto potranno chiedere supporto operativo all’Organizzazione AIB purchè l’incendio sia posto al di fuori delle aree industriali, artigianali, commerciali, urbanizzate o all’interno di infrastrutture.
- procedure operative: definiscono le modalità di attuazione del supporto operativo e quant’altro necessario al fi ne di garantire la massima effi cacia degli interventi e per ottimizzare l’utilizzo delle risorse complessivamente intese.
CHE TELEFONINO AL 800425425 o al 115 E' LA STESSA IDENTICA COSA L'IMPORTANTE E' CHE IL PRIMO CHE NE VIENE A CONOSCENZA AVVERTA SUBITO GLI ALTRI PERCHE' IL FUOCO CAMPIONI NON NE VOLE
Michelangelo Zecchini
Messaggio 90623 del 15.06.2018, 10:10
LA MISTERIOSA STELE ANTICA DI RIO ALTO



Nel libro “Elba: un’isola nella storia”, edito nel 1998, Alessandro Canestrelli dette meritoriamente la notizia che nel 1971 sulla facciata della chiesetta di S. Caterina era murato un bassorilievo litico con probabili simboli egittizzanti. Altrettanto opportunamente lo studioso pubblicò una foto della scultura in cui spiccano un volto contornato da incisioni disposte a raggiera e, alla base, l'iscrizione ...NDIGET USQUE MINUS. L'egittologa Maria Boutikoff, che ebbe l'opportunità di analizzare il manufatto nei primissimi anni '70, momento a cui risalgono anche gli scatti di alcune foto, lo ritenne una “stele-sorgente-solare-oracolare...“incontestabilmente isiaca ed egizianeggiante” databile al tardo impero romano e sottoposta in “epoca cristiana” a modifiche volte sia a cancellare gli attributi pagani sia a renderla una 'stele-obolo' per le offerte dei credenti. Fra gli elementi favorevoli alla sua ipotesi la Boutikoff citò “la capigliatura nello stile 'nemeo', da un sarcofago egiziano … il naso a triangolo e gli occhi a forma di chiocciola, alla maniera arcaica...”.
Le notizie sulla 'stele' sono piuttosto scarse. H. G. Berger, un fotografo innamorato dell'eremo, parlò nel 1989 di “un rilievo raffigurante una testa di Medusa, di stile arcaico, trovata dai monaci davanti alla chiesa”. Se l'affermazione di Berger è valida, la scoperta non può che essere avvenuta prima del 1858, allorché la chiesetta fu abbandonata. È un dato di fatto che nel 1789, anno in cui il viaggiatore inglese Colt Hoare visitò il sito e fece uno schizzo della chiesa, poi convertito in una bella incisione da Letitia Byrne per la pubblicazione del 1814, la facciata della chiesa era priva di qualsiasi ornamento. Il primo documento che mostra la 'stele' murata in facciata - si ignora quando - fra lo stipite della porta e la finestra orientale è la citata foto del 1971 pubblicata da Canestrelli. Poi se ne perdono misteriosamente le tracce. Si sa solamente, grazie a una foto del 1973, che due anni dopo non era più al suo posto. Ma dov'è finita? Rimane la flebile speranza che giaccia dimenticata in qualche magazzino. Nel caso, invece, che un’ anima pia l'abbia involata, confido che con un atto di devozione la restituisca alla chiesetta della cui storia fa parte.
Il fatto che non la si possa analizzare dal vero e che l'unico strumento di indagine sia una vecchia fotografia, aumenta le incertezze sulla sua cronologia. Se è vero, infatti, che il bassorilievo è caratterizzato da particolari che riconducono alla cultura egizia (per esempio l'abbozzato nemes con incavi basali, copricapo di qualche faraone, per intenderci, come Ramsete II o Tutankhamon), è altrettanto vero che alcune ingenuità, in primis la fattura del volto, della bocca e degli occhi, tutt'altro che egittizzante, orientano per una produzione d'imitazione non così antica come si vorrebbe.

Dall'immagine si riceve l'impressione che la scultura, opera di un eclettico artista
popolare, sia nata come elemento di fontana in epoca moderna e che l'autore si sia ispirato a modelli di 'sole radiato' in voga tra XVII e XVIII secolo, dal sole dell'arcinota Barcaccia berniniana (1626-1629) ai vari tipi di sole delle stampe e perfino degli argenti d'epoca riconducibili a un'iconografia ormai standardizzata. L'originalità del probabile elemento da fontana di S. Caterina sta proprio nel 'nemes' egittizzante, che potrebbe essere la spia di quel gusto per la cultura dell'antico Egitto che da Roma arrivò nelle aree provinciali fra Settecento inoltrato e prima metà dell'Ottocento. Nella nostra 'stele' è da considerare aggiunta in un momento non precisabile l'iscrizione (apparentemente di tipo onciale con la commistione di lettere maiuscole e minuscole della stessa altezza), che tradisce il fine di un reimpiego per la raccolta delle offerte.

Michelangelo Zecchini
NOTIZIONA 2....
Messaggio 90622 del 15.06.2018, 09:14
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Questo non è il governo che volevo, e il PD a mio avviso nei giorni scorsi ha perso una occasione posta in un piatto d'argento.... Resta il fatto però che il paese aveva la necessità di formare un governo per tranquillizzare i mercati. Per quanto riguarda San Remo, la mia voleva essere solo mettere in evidenza un aspetto dagli aspetti per certi versi grotteschi visto che stiamo parlando di un evento del prossimo anno, mentre oggi molti italiani e pensionati soffrono e molti altri non possono andare in vacanza per mancanza di "civigliame..."

PS- Mancanza di civigliame a Capoliveri significa mancanza di soldi.

Paolino l'arrotino-
franco
Messaggio 90621 del 15.06.2018, 07:58
Provenienza: rm
X PAOLINO, questo è il governo che volevi, e quando io scrivevo che per giudicare bisogna vivere le problematiche mi si diceva che il cielo è pieno di stelle.
p.s. avevo mandato un post che non pensavo fosse offensivo anzi ne sono certo non è arrivato.
NOTIZIONA.....
Messaggio 90620 del 14.06.2018, 19:48
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
A dicembre cessa il QUANTITATIVE EASING, lo SPREAD è ballerino, la CRISI del turismo è evidente, da oltre 90 giorni in Italia non si LEGIFERA, non passa giorno che non si sente indagini e arresti per CORRUZIONE, mentre la TV di stato oggi ha dato (nove mesi prima) la notizia in pompa magna che il direttore artistico del festival di San Remo sarà ancora lo stesso dell'ultima edizione.

Paolino l'arrotino-
Antincendi boschivi
Messaggio 90619 del 14.06.2018, 16:21
Provenienza: portoferajo
Per Onore di cronaca : La competenza nello spegnimento degli incendi boschivi è passata dal Corpo Forestale , ora Carabinieri Forestali , che mantengono però le competenze di P.G ( Polizia Giudiziaria ) cioè ricerca delle cause , ai Vigili del Fuoco i quali collaborano con i D.O allo spegnimento dell'incendio boschivo ma hanno la totale indipendenza operativa e decisionale quando questo minaccia abitazioni , linee elettriche , parcheggi e mille altre situazioni ove siano in pericolo tutto ciò che non è " bosco " .... , ometto i vari decreti ministeriali perchè , spero , tu li conosca prima di parlare a vanvera .. Comunque sia la mia sottolineatura era volta alla facile memorizzazione di un numero telefonico piuttosto che un'altro..... stai sereno ....
MARE SICURO 2018
Messaggio 90618 del 14.06.2018, 15:51
GUARDIA COSTIERA - CONFERENZA STAMPA. PARTE L’OPERAZIONE “MARE SICURO 2018” –





La Direzione marittima ha indetto per domani, venerdì 15 giugno, alle ore 10.30 presso la Sala Consiliare del Comune di Monte Argentario una conferenza stampa per il lancio della campagna “Mare sicuro 2018”. Saranno illustrate le iniziative della Guardia Costiera per la stagione estiva su tutto il territorio regionale e sul mare dell’arcipelago.
“Mare sicuro” è un’operazione organizzata a livello nazionale dal Comando generale del Corpo delle Capitanerie di porto, per garantire sicurezza alle attività balneari, giunta quest’anno alla sua 27^ edizione. In Toscana, dal 16 giugno al 16 settembre, vedrà impegnato un dispositivo dedicato di uomini e mezzi nelle località maggiormente interessate dai flussi turistici.
La conferenza sarà tenuta dall’Ammiraglio Tarzia, alla presenza, tra gli altri, del Prefetto di Grosseto, del Sindaco di Monte Argentario, del Presidente della Provincia, ospiti ed operatori del settore, oltre che degli inviati delle maggiori testate giornalistiche e televisive regionali e locali.
Testimonial dell’evento è Alessandra Sensini, Vice Presidente del C.O.N.I., già pluri-campionessa di windsurf.
caro antincendi
Messaggio 90617 del 14.06.2018, 15:50
La competenza degli incendi BOSCHIVI è prima di tutto regionale c'è appositamente un numero 800425425 che corrisponde alla SOUP Regionale Toscana.
La rete regionale si basa principalmente sulla presenza delle Associazioni di Volontariato che operano in regime di pattugliamento, vigilanza e intervento vero e proprio.
Forse quando si chiacchiera sarebbe meglio conoscere le cose
prima di dar fiato alla bocca.
Il 115 ha competenza prioritaria su tutti gli altri tipi di incendi, e interviene fattivamente coordinato dai D.O. sullo spegnimento.

volontario elbano.
Antincendio boschivi
Messaggio 90616 del 14.06.2018, 15:06
Provenienza: Portoferajo

Leggo sul sito del parco la campagna contro gli incendi boschivi .. bene bravi.. mettono anche il numero da allertare in caso di necessità...800 425 425... Ma forse sarebbe stato utile mettere anche quelli dei Vigili del Fuoco... Molti più corto e facilmente memorizzabile... Va be' lo metto io ..115 numero diretto nazionale dei Vigili del Fuoco.. forse fate prima...
x fornaci campesi
Messaggio 90615 del 14.06.2018, 13:25
visto l'immobilismo sulle importanti manifestazioni per la stagione campese ma perché no organizzare un bell' ELBAPRADE a campo. Avremmo come sponsor anche la regione toscana visto che lo ha fatto per Siena con il Toscana Prade perché non pensare a campo?????
vanno molto di moda e Rai 3 ne ha fatto un enorme pubblicità (anche gratuita) sicuramente avremmo molta molta gente in giro e più nessuno si lamenterebbe
e basta per dio dire che il sindaco non fa nulla e che si rattoppano le strade e basta.
chiedo pubblicamente all'assessore tuttologo che si adoperi magari facciamo vedere qualcosa di nuovo a questi campesi??!!!
compagni e campioni
Messaggio 90614 del 14.06.2018, 13:19
Provenienza: Comune di Rio
Gentile Sig. Pasquino, vorrei tanto che ci spiegasse i suoi perché a in merito questa frase: "caro bollito, il tuo Campione di cui parli tanto, ha chiesto sommessamente a tutti di entrare in lista e mi sarebbe facile spiegarti il perché"
La invito, in seguito, ad assicurarsi della solidità del pulpito da cui ci giudica, prima di dare appellativi tipo "bollito" e "campione". Non mi risulta qualcuno sia andato sommessamente a chiedere di entrare in lista. Conosco qualcuno che avrebbe avuto piacere di far parte della lista Canovaro in quanto continuazione del comitato del SI al Comune di Rio. Questo qualcuno è stato rifiutato perché troppo di sinistra. Questo qualcuno fortemente voluto e richiesto da Corsini ha deciso di mettersi in gioco in quella lista. Le sue preferenze sono risultate determinanti per l'esito elettorale. Questa è la realtà. Le sue, Pasquino, sono insinuazioni fantasiose.
X le fornaci campesi
Messaggio 90613 del 14.06.2018, 10:55
Provenienza: Alle ultime elezioni campesi sono andato in vacanza
Ti sei dimenticato di aggiungere, campioni del mondo, campioni del mondo, campioni del mondo, ma forse visto il nome, le fornaci, fa caldo e forse si fatica a pensare e scrivere, comunque i lavori di asfaltatura, rattoppattura, continuano sulla strada "nuova" che va alla Pila, che spettacolo di bruttura quella specie di pista ciclabile abbandonata che c'è sulla vecchia strada per la Pila con l'asfalto rattoppato, che spreco di denaro pubblico, comunque se avessero detto che avrebbero diminuito le tasse comunali e licenziato i dipendenti, avrebbe vinto il comune unico e anche campo non ci sarebbe più, sai campo è fortunata di natura, le bellezze naturali l'hanno fatta diventare grande, non certo la maggior parte della gente del posto.
Comunque fino al 14 agosto va bene di continuare a fare i lavori, poi il 15 si fa festa con i turisti, e poi il 16 si ricomincia a fare i lavori, tanto i turisti se ne vanno.
E' un attrazione turistica fenomenale anche quella di fare i lavori e asfaltare le strade in piena estate, infatti ci scelgono anche per quello, per stare in coda nel caldo e nello smog.
CAPOLIVERI
Messaggio 90612 del 14.06.2018, 10:21
Provenienza: CAPOLIVERI
Forse domani o addirittura oggi, la via MELLINI e la via XXV LUGLIO saranno riaperte al traffico. Spero che l'amministrazione comunale di CAPOLIVERI abbia pensato di installare la cartellonistica necessaria per dissuadere i ciclisti a percorrere le stesse vie in senso contrario.
Inoltre è bene evidenziare che le stesse vie si sono ulteriormente ridotte in larghezza in quanto i marciapiedi, gioco forza hanno invaso parte della carreggiata aumentando così il rischio di incidenti frontali con gli stessi ciclisti in particolar modo dove sono presenti le (3) curve coperte.
LIONS CLUB ISOLA D’ELBA
Messaggio 90611 del 14.06.2018, 08:39



TORNEO DI GOLF
GARA DI BENEFICENZA A CURA DEL LIONS CLUB ISOLA D’ELBA



Il Lions Club Isola d’Elba organizza anche quest’anno il tradizionale torneo di golf, giunto ormai alla quinta edizione.
La gara si svolgerà, con le modalità specificate nella locandina, la mattina di domenica 17 giugno presso l’Elba Golf Club Acquabona.
L’importo raccolto dalle sottoscrizioni verrà devoluto all’Associazione Michele Cavaliere che si occupa dell’assistenza ai malati leucemici e del sostegno ai loro familiari.
Le contraddizioni
Messaggio 90610 del 14.06.2018, 05:47
La Francia che ha impedito per mesi ed impedisce tutt'ora il passaggio nel suo paese dei migranti accampati sulle scogliere di Ventimiglia, accusa l' Italia di cinismo e mancanza di umanità per non aver consentito l' attracco nei porti italiani della nave Aquariuas con a bordo 692 migranti.

Salvini che ha fatto fuoco e fiamme per non far attraccare quella nave in un porto siciliano, consente adesso che un' altra nave con oltre mille migranti attracchi a Catania e sbarchi il suo carico di disperati, destinati a restare emarginati in un paese che non li accoglie per spirito di umanità, ma perché non riesce a bloccarne la partenza dalla Libia e dalla Tunisia.
NUOVO COMITATO CARPANI
Messaggio 90609 del 14.06.2018, 05:42
FESTA DI INIZIO ESTATE. ...GUSTOSI SAPORI, MUSICA, CULTURA MEDIEVALI E COMPETIZIONE, SONO LE PROPOSTE DEL FINE SETTIMANA DEL COMITATO CARPANI.


Sabato prossimo 16 giugno dalle ore 19,00 in poi ai giardini di Carpani inizierà la lunga serata gastronomica con saporiti primi piatti, specialità di pesce, sardine alla brace, torte della nonna. Perseguirà una delle tradizioni più antiche e affascinanti che la storia ci ha tramandato, la gara arcieristica medievale e di rievocazione che disputandosi a Portoferraio prende il nome di "Palio della Ferraya". Questo era l'antico nome medievale della nostra città.
L'evento arcieristico organizzato dallo storico gruppo "Gli Archi del Grande Falco" vedrà in gara altre squadre di arcieri in rappresentanza di altri Comuni dell'Elba in competizione fra loro per aggiudicarsi l'ambito trofeo storico/culturale "Palio dei Borghi Elbani" ideato dagli arcieri della nostra Isola. La competizione sarà preceduta da una sfilata storica in abito medievale per la via di Carpani.
Un ottimo "Arco di legno" si trasferirà dalle mani degli arcieri a un ospite.
Una musica di sottofondo con piacevoli canzoni rallegrerà commensali e competitori.
Il tifo degli ospiti anche se ancora a tavola o già in fase di digestione, sarà coinvolgente al punto di accompagnare lo scoccare della freccia nel miglior bersaglio.

Vi aspettiamo.
Caronte
Messaggio 90608 del 13.06.2018, 22:40
Provenienza: Molo di Rio
Pasqui' non ti crucciare, sei stato sgamato e chi ti ha risposto ha fatto un'analisi politica perfetta. Umberto ha sbagliato nel darti credito ed ha pagato con la sonora sconfitta. Ora porta il totto a spasso e goditi la pensione. Magari comincia a portare il sacchetto per raccogliere la sua cacca che non sta bene lasciarla a terra. Complesso di inferiorità a Bosi per cosa? Per i 44 voti che ha portato.a Canovaro, no di certo. Casomai tu gli hai riconosciuto una inesistente superiorità, non confermata dalle urne.
Rotary Club Isola d’Elba
Messaggio 90607 del 13.06.2018, 17:02


"Quale nuova Europa tra Islam e immigrazione?
Conferenza del Rotary Club Isola d'Elba


Il Rotary Club Isola d'Elba ospiterà all'Hotel Airone, sabato 16 giugno alle ore 18.00, Magdi Cristiano Allam, giornalista ed ex europarlamentare, che dopo anni da musulmano moderato si è convertito al Cristianesimo. Lo scrittore presenterà a Portoferraio il suo ultimo libro dal titolo:"Il Corano senza veli" e terrà una conferenza pubblica intitotata "Quale nuova Europa tra Islam e immigrazione?". L’autore spiegherà in modo semplice alcuni passi del corano e fornirà un'interpretazione su alcuni passaggi famosi, dialogando con il pubblico presente.

L'evento è aperto al pubblico e la cittadinanza è invitata a partecipare."
Direzione Marittima/Capitaneria di porto Livorno
Messaggio 90606 del 13.06.2018, 16:08

SUBACQUEO SORPRESO DALLA GUARDIA COSTIERA A PESCARE IN MEZZO AI BAGNANTI.

Un subacqueo è stato intercettato dalla Guardia costiera di Livorno ad appena 50 metri dalla riva mentre pescava con il proprio fucile in mezzo ai bagnanti, all’altezza dello stabilimento balneare Miramare, nella zona del Marroccone a Livorno.
L’uomo, un livornese di 45 anni, è stato sanzionato dai militari con un verbale da 1.000 euro cui ha fatto seguito il sequestro del fucile subacqueo, trovato in posizione di “carica”.
“Zero” è il grado di tolleranza che su tutta la costa toscana la Guardia costiera applicherà nel punire comportamenti come questi che costituiscono un vero e proprio “attentato alla sicurezza della balneazione”.
Pasquino
Messaggio 90605 del 13.06.2018, 15:25
Provenienza: rio marina
Caro X Pasquino, tu non sai niente di me ma ti do qualche notizia partendo dal presupposto che so chi sei: non sono appassionato del Bosi, aborro il De Santi e tutta la sua lista, ho sempre ritenuto che la lista Canovaro non fosse nulla di entusiasmante ma migliore, anche se di poco, delle altre. Ciò non toglie che io osservi e da osservatore non attivo, una cosa l’ho notata chiaramente e cioè che tu e il PD, volevate far perdere il Canovaro a causa del l’ormai vecchissimo complesso di inferiorità nei confronti del Bosi che, ripeto non mi ha mai entusiasmato. Vedi, caro bollito, il tuo Campione di cui parli tanto, ha chiesto sommessamente a tutti di entrare in lista e mi sarebbe facile spiegarti il perché, l’altro campione che, fra l’altro, non avete neanche supportato con il voto, è servito a togliere qualche voto ai tuoi nemici giurati. Vedi, caro amico, hai già fatto molti danni al paese e al PD per cui, in un sussulto di bontà, togliti dai piedi tu e gli altri due o tre uguali a te vedrai, ritroverai la serenità. Un saluto alla redazione e un grazie se vorrà pubblicare
Progetto “Vela Gaudiosa”
Messaggio 90604 del 13.06.2018, 13:01
IN PARTENZA IL PROGETTO VELAGAUDIOSA 2018



Sta finalmente per partire il progetto VELA GAUDIOSA 2018! Dopo tre edizioni di Vacanza Gaudiosa all’Elba, sabato 16 giugno partirà il primo gruppo di ragazzi con AUTISMO per Capoliveri per dare ATTUAZIONE progetto “Vela Gaudiosa” cofinanziato da Fondazione Vodafone attraverso il Bando OSO - Ogni Sport Oltre - che ogni anno rinnova il proprio impegno per favorire l’accesso allo sport per tutti. Gaudio Onlus, associazione di genitori e famigliari di ragazzi con autismo con sede a Mediglia (MI), aveva lanciato un’importante campagna di raccolta fondi sulla piattaforma Eppela per realizzare il progetto Vela Gaudiosa 2018, che coinvolge ragazzi con autismo, in sintonia con quanto previsto dal Bando OSO 2017 di Fondazione Vodafone, cui Gaudio aveva partecipato con successo. OSO - Ogni Sport Oltre - è un’iniziativa studiata per rendere lo sport un'opportunità per tutti e vuole supportare e finanziare progetti che favoriscano un cambiamento culturale e che diano un sostegno efficace alla diffusione della pratica sportiva tra persone con disabilità fisiche, sensoriali, intellettivo-relazionali. Di ogni progetto OSO valuta l’impatto sociale, la fattibilità, sostenibilità, replicabilità, e originalità delle idee progettuali.. #VelaGaudiosa 2018 soddisfa tutte queste caratteristiche, in quanto si propone di portare all’Isola D’Elba - nella seconda metà di giugno - un folto gruppo di ragazzi con autismo per dare loro la possibilità di seguire un corso di vela progettato ad hoc, per mettere alla prova la loro capacità di affrontare tutte le esperienze, in sicurezza e in compagnia di istruttori ed educatori qualificati. GAUDIO Gruppo Autismo e Disabilità Intellettiva Onlus Gruppo Autismo e Disabilità Intellettiva GAUDIO - codice fiscale 97588350153 20060 MEDIGLIA -MI- Via Caravaggio, 7 – Telefono 3347185476 - website autismogaudio.org – mail autismogaudio@outlook.it Idee e progetti per l'autismo In sostanza si tratta di uno sviluppo ulteriore del progetto #VacanzaGaudiosa 2015, 2016 e 2017, anni in cui i volontari di Gaudio Onlus hanno dato il massimo per raccogliere le risorse utili a realizzare questo desiderio di autonomia e sollievo dei ragazzi con autismo e sono riusciti a farli avvicinare alla vita di mare e agli sport che la rendono attraente in un’isola sempre più “autism friendly”. Il progetto #VelaGaudiosa 2018 si concentra sulla pratica della vela e si avvale della collaborazione di Fabula Onlus, cooperativa di educatori specializzati in autismo di Milano e UTOPIA, nota società sportiva dilettantistica con Sede a Milano e a Cavo dell’Elba. Dato che queste iniziative sono costose, Gaudio Onlus - attraverso la piattaforma Eppela - lo scorso marzo ha raccolto circa 13000 euro a sostegno del progetto #VelaGaudiosa 2018: le restanti risorse saranno cofinanziate dalla Fondazione Vodafone e da Gaudio Onlus. Tutti coloro che vogliono contribuire saranno ricompensati con gadget e inviti a eventi sociali: basta anche un piccolo dono per dare speranza a ragazzi che vivono spesso in situazioni di isolamento ed emarginazione. L’associazione Gaudio Onlus ringrazia sentitamente tutti gli amici elbani che rendono possibile la realizzazione di questo meraviglioso connubio tra autismo, mare e splendore del paesaggio elbano: in particolare il Comando dei Carabinieri di Portoferraio e il Maresciallo Colavecchi per il supporto logistico e la Compagnia di Navigazione Moby per la generosità più volte dimostrata nei confronti dei ragazzi con disabilità e autismo. Per maggiori informazioni: autismogaudio@outlook.it oppure consultare autismogaudio.org e la pagina https://www.facebook.com/velagaudiosa
A Pasquino
Messaggio 90603 del 13.06.2018, 12:35
Provenienza: Rio Marina
Pasquino hai perso. Per l'ennesima volta hai perso. Sarà il caso che cominci a farti qualche domanda o vuoi perseverare, ostinatamente, a cercare colpevoli esterni? Avete perso per errori vostri ed in particolare tuoi che hai voluto primeggiare ad ogni costo, chiudendo la porta a candidati che, in altre liste, si sono rivelati vincenti. Hai creduto che l'essere dalla parte di Bosi fosse sufficiente a vincere la partita. Non era così e devi prenderne atto. Umberto Canovaro, fondatore del PD, avrebbe dovuto costituire la sua lista civica partendo dal PD. Così avrebbe vinto le elezioni. Lo dicono i numeri. Hai voluto l'appoggio del De Santi senza accettare candidati del De Santi che, per ripicca, hanno votato per Barghini ed in alcuni casi per Corsini. Hai continuato a screditare l'amministrazione Galli, costringendo i suoi membri a votare Barghini ed in alcuni casi Corsini. In sintesi, Pasquino mio, l'hai toppate tutte. La politica non fa per te, prendine atto. Buona opposizione.
Robin
Messaggio 90602 del 13.06.2018, 12:22
Provenienza: pf
@PIOVE MAREMMA MAIALA

Hai fatto sicuramente una giusta valutazione dei problemi, aggiungerei anche chi va in moto oltre quelli a piedi e va bene le auto in qualche maniera se la cavano, magari appunto bagnano chi passa.
Solo mi lascia perplesso la tua ultima frase , il 2019 che arriva, ma perchè pensi che cambi la musica? Sono i suonatori che cambiano, ma la musica resta la stessa, bianchi, rossi, verdi a stelle ecc ecc. come diceva il gatto del Trilussa:
Quando magno so conservatore.
PIOVE MAREMMA MAIALA
Messaggio 90601 del 13.06.2018, 10:58
ACQUA FINO AI COGLIONI



Ha piovuto stanotte! E in queste condizioni come sempre Portoferraio cambia volto e come per magia si trasforma in un paese dai cento laghi. Ovunque ci sono immense pozzanghere, vuoi per la cattiva ricezione di una rete fognaria inaugurala da Cosimo de Medici,( al nuova addavvenì) vuoi perché l’acqua trova facilmente il suo habitat nelle buche che ormai sono parte integrante del panorama stradale cittadino. Fatto sta che diventa un vero problema avventurarsi a piedi o in auto per il centro cittadino causa il fenomeno acqua alta. Per elencare tutti i siti poco agibili dovrei avere a disposizione qualche pagina in più di questo blog …semplifichiamo…
Evitando di parlare del Coppedè in Calta Italia..ma
Un caso emblematico è rappresentato da quello che da anni avviene ad ogni acquazzone in via Giuseppe Cacciò proprio a margine dell’ingresso alla zona industriale e di fronte ad attività commerciali ,avviene così che la fermata autobus di linea e il passaggio pedonale sono impediti dal fenomeno “acqua alta” reso pericoloso inoltre dal transito auto che per pura scortesia si divertono a fare aquaplaning senza alcun riguardo dei pedoni in attesa del bus o dell’attraversamento della strada.

Ecco che i problemi della nostra città si rinnovano, ed anche cercando di sdrammatizzare pensando che l’evento sia occasionale , dobbiamo riconoscere che ci sembra di avere a che fare con la novella dello stento che dura tanto tempo e non finisce mai.. Come sempre voglio ripetere che la nostra città non abbisogna delle seghe mentali di politologi improvvisati fatte di grandi e megagalattiche progettualità di soprappassi o sottopassi, giardini e giardinetti, ciclabili e pedonabili, ma solo della volontà di realizzare programmi urgenti che ormai si trascinano da decenni e che come le tare ereditarie si tramandano da padre in figlio, da un’amministrazione a l’altra. Qui mi sto accorgendo, mio malgrado, che comandano tutti e non comanda nessuno, perché nessuno ha il coraggio di assumersi le proprie responsabilità, il germe della staticità sta contagiando ogni settore pubblico e privato, non funziona niente perché dal vertice della piramide in giù ognuno usa la propria fetta o briciola di potere per poter fare i cazzi suoi. Ognuno dovrebbe sapere che la libertà d’intenti, come la bravura, non è una dote che uno si attribuisce, ma una qualità che viene riconosciuta solo dopo averla esercitata….e ... Primavera 2019 è dietro l’angolo….
Sacripante
Messaggio 90600 del 12.06.2018, 23:29
Provenienza: per "Cotonese"
Cosa si aspettava, prosecco a gogò e foto di gruppo? Prese di culo su facebook verso nostri compaesani? Stile di altri. Noi siamo migliori sotto questo punto di vista, lo crediamo veramente. Rispettoso silenzio. Ma non ci siamo scordati noi “supporters” stai tranquillo, della notte tra l’undici e il dodici giugno 2017. Tu vedessi le nostre chat..che risate. Ma poi, che termine brutto, “supporters”. Come se fossimo allo stadio. Per forza di cose, divisi e nemici. Ma noi vi vogliamo bene! Vi compatiamo quando chiamate questa giunta sgangherata o armata Brancaleone. Proprio voi, l’accozzame del flop bike sharing, dei pipi ritti guastatori di foto, dei parcheggi per bici dentro i posteggi per auto, dei cartelli che indicano alberghi chiusi da anni, dei muri sull’acqua, dello spreco di soldi e di spazio, dei pali rugginosi, delle piscine chiuse, dei pizzini, delle campagne denigratorie, dell’ostentazione continua di superiorità, dei progetti faraonici per barche che non esistono, eccetera eccetara. Sapete bene che avete fatto tutto da soli, col malgoverno, non è stata colpa nostra. Noi siamo una reazione in azione. E oggi gridate all’immobilismo solo perché questa giunta non porta avanti i vostri sogni, anzi, li ferma. Rispettate i vostri cittadini, tutti. Avete perso anche per questa tendenza a rappresentare pochi e non tutti.
Altri, in occasione del 11 giugno, si sarebbero resi antipatici a brindare con amichette occasionali e lustratori di deretani, noi no. Noi critichiamo anche, non ci pieghiamo chéti e cièchi. E poi abbiamo già brindato svariate volte, la prima volta al porto..anni fa eheh.
E’ vero che si discute, si litiga, ci si confronta, ma le vostre offese ci uniscono più che mai. Andiamo avanti con fiducia, tentando e proponendo, ad occhi aperti ascoltando la gente, ben sapendo che quando l’amministrazione avrà le risorse, le spenderanno per le opere delle quali La Marina ha bisogno. E di certo non sarà il vostro ecomostro.
Caca nei Mangani
Messaggio 90599 del 12.06.2018, 22:18
Provenienza: Rio Marina
Dice il Corsini : " spero di non deludere i miei elettori ".
Io invece dico: spero che non deluderai TUTTI gli elettori di Rio.
I tuoi elettori sono la minoranza, te dovrai lavorare per tutti, almeno spero.
Per IVANO
Messaggio 90598 del 12.06.2018, 20:31
Provenienza: rio
...E' inutile caro IVANO ....fatti non parole....a RIO ha vinto CORSINI perchè la MAGGIORANZA degli elettori lo hanno votato.......numeri non parole....E' inutile nascondere la realta: è'stata battuta la lista dell'APPARATO politico VECCHIO E STANTIO.. tutto il Centrodestra +UDC con i loro rappresentanti si erano dichiarati sostenitori del CANOVARO...Questa è la vera realtà....il popolo è SOVRANO e sa riconoscere i giusti meriti.....
Alla prossima....
Pro Loco di Marciana Marina
Messaggio 90597 del 12.06.2018, 19:46
LA CLASSICA DI GIOVEDÌ – LA MUSICA DEI MAESTRI NEL QUARTIERE DEL COTONE


Marciana Marina, 14 Giugno 2018. La rassegna estiva “La Classica di Giovedì”, organizzata dalla Pro Loco di Marciana Marina in collaborazione con la Associazione Modigliani e sotto la Direzione Artistica di Mario Menicagli, renderà i giovedì di Marciana Marina degli appuntamenti da non perdere. Le note dei grandi della musica echeggeranno nella suggestiva cornice del Cotone e accompagneranno i visitatori in un viaggio lungo un’estate. Vivaldi, Bach, Mozart, ma anche Debussy, Ravel, Delibes, tango e opere liriche.
La rassegna inizia Giovedì 14 Giugno alle 21,30, con i violoncelli della Florence Cello Ensamble, Questa Orchestra di Violoncelli, in una formazione composta da sei strumentisti, nasce da un'idea di Lucio Labella Danzi e coinvolge violoncellisti che trovano in questa esperienza cameristica un'occasione di confronto e crescita professionale. Sono moltissime le esperienze concertistiche del gruppo, che spesso collabora con l’altro noto gruppo toscano, l’Ensemble di Celli Clara Schumann in una formazione che arriva a comprendere fino a sedici elementi.
La naturale tessitura dello strumento permette di affrontare un repertorio vasto e articolato, che comprende brani solistici per violoncello, letteratura originale per questa formazione o in trascrizione, parafrasi su temi del repertorio lirico-sinfonico e brani del '900, periodo in cui la produzione per il gruppo di soli violoncelli vede il suo più grande sviluppo.
Protagonisti della serata, oltre al maestro concertatore Lucio Labella Danzi, saranno Francesco Canfaill, Leonardo Ascione, Lorenzo Phelan, Giacomo Petrucci e Gioia Bertuccini.
Il programma della serata del 14 Giugno prevede l’esecuzione di brani di Johann Sebastian Bach, Sergej Rachmaninov, Antonio Vivaldi e Nicolò Paganini.
A seguire le date degli altri concerti, tutti eseguiti nel quartiere del Cotone alle 21,30.
19 Luglio
“LA REGINA DELLA NOTTE E ALTRE STORIE” – Arie e intermezzi da opere liriche, Trio d’ance “Sarastro” - oboe: Stefano Cresci – clarinetto: David D’Alesio – fagotto: Alessandro Papucci. A seguire “Voce ed archi aggallano in battigia”, con la partecipazione del poeta Manrico Murzi, presentato da Alberto De Fusco.
26 Luglio
“SOUVENIR DE FRANCE” - Concerto per flauto e arpa – Musiche di Debussy, Ravel, Delibes - flauto: Eleonora Donnini - arpa: Elena Castini.
2 Agosto
LIBERTANGO – Musiche di Piazzolla, Gardel – Fisarmonica: Massimo Signorini - Ensemble Astor Piazzolla.
23 Agosto
ARCHI AMEDEO MODIGLIANI - Direttore: Mario Menicagli. Musiche di Vivaldi, Bach, Mozart.
Ivano
Messaggio 90596 del 12.06.2018, 17:43
"Voglia di cambiare", ... dice Coluccia.

Certo, Rio almeno rispetto a De Santi, ha cambiato.
Ha cambiato si, ha anche legittimamente ricambiato,
[B]ma per ritornare al vecchio, [B]
al prima di De Santi, il Fiorentino "invasore", come lo ha chiamato nella sua rivisitazione di "Bella ciao", Alessi sulla sua pagina FB.
- Prova ne sia l'elezione nel consiglio Corsini di Simonetta Simoni, ex assessore con Catalina Schezzini, condannata in primo grado per danno erariale dalla Corte dei Conti con tutti i consiglieri della amministrazione Alessi, sulla quale ci sarà da verificare la sua effettiva legittimità elettiva per l'eventuale evidente contenzioso con l'amministrazione.
- Prova ne sia la ingombrante presenza di Fortunato Fortunati con oltre 200 preferenze su 800 voti, ex vicesindaco per 10 anni con Bosi, conosciuto per le sue simpatie di estrema dx.
- Prova ne siano gli endorsements ricevuti dai vecchi volponi della politica Elbana, fra di loro vecchi nemici giurati, Alessi, Coluccia, Barbetti, ma stranamente accumunati contro l'elemento estraneo De Santi e tutti coloro che hanno realmente cambiato il vecchio modo di fare politica a Rio e all'Elba tutta.
Mi riferisco al cambiamento fatto rispetto ai 40 anni di coperture, insabbiamenti, falsi bilanci, bugie, negazioni spasmodiche di verità certificate da più parti e anche da condanne già venute [B]e ancora da venire.

Amicizie e omertà! Cane non mangia cane! Fra loro, tutti sanno tutto di tutti, ma guai a parlare, ad agire, a far agire. Tutti per uno e uno per tutti, pena l'effetto domino!

Coluccia, continua ad addebitare al De santi presunti "fallimenti amministrativi". Ancora?! Forse a Grosseto dove vive lui, o a Portoferraio dove sta Alessi, i fallimenti amministrativi non sono i deficit milionari di bilancio come quelli lasciati dalle amministrazioni, Schezzini e Alessi, ma le riduzioni delle spese folli per far fronte alle carenze economiche in cui De Santi si è trovato a dover operare.
Dicono che a Rio semo duri. Eppure anche se Coluccia non è riuscito a conseguire una laurea in economia, non gli dovrebbe essere difficile non confondere "spese" con "risparmi", il "più" con il "meno".
Pro Loco di Marciana Marina
Messaggio 90595 del 12.06.2018, 16:57
Marina delle Meraviglie – Artisti di strada a Marciana Marina


Marciana Marina, 16 Giugno 2018. Il paese si anima di suoni e colori in un grande festival che vuole celebrare l’arte di strada in tutte le sue sfaccettature. “Marina delle Meraviglie” porterà nelle piazze, nelle vie e sul lungomare marinese spettacoli di musica, teatro, burattini e gioco, adatti sia ai grandi che ai piccini.
PINDARICO – 16 e 17 Giugno – Piazzale Bernotti, ore 21 e 22,45. Spettacolo di trasformismo sui trampoli. In bilico tra il reale e l’immaginario, il viaggio libero e visionario che un aviatore ormai vecchio compie sul filo dei ricordi. Come in una lanterna magica, grazie alla potenza evocativa della musica e delle immagini, entriamo in un mondo di creature straordinarie e di improbabili incontri.
GIOCA LA PIAZZA – 16 e 17 Giugno – Piazza Vittorio Emanuele, ore 21. Spettacolo interattivo di giochi da tavolo. Trenta giochi da tavolo, in legno e materiali poveri, che trasformano una piazza in un’area di gioco e divertimento per tutta la famiglia. La forza dell’animazione sta nella sua straordinaria capacità di offrire un’attività ludica e ricreativa non banale e attiva che ha come protagonisti i cittadini, che giocano e si divertono, vivendo diversamente gli spazi urbani.
ANCHE LE GALLINE SOGNANO DI VOLARE – 16 e 17 Giugno – Alla Torre, ore 21. Compagnia “I Nodi Sciolti”. Matilde ha 50, è single, ha un nipote al quale è molto affezionata, e ha un sogno parcheggiato in un cassetto della memoria. Matilde ha un desiderio che silenziosamente si fa strada dentro di lei: dar voce a quel sogno dimenticato, diventare un’acrobata e danzare con l’aria.
FOLLI & FOLLETTI – 16 e 17 Giugno – Molo del pesce, ore 21,30. Simona Colonna – Cello cantante. La voce di Simona Colonna accompagnata dal suo violoncello, si snoda attraverso i brani, propri e di autori famosi, passando per i racconti e le tradizioni della terra dalla quale proviene.
VASSAGO – 16 e 17 Giugno – Piazza della Vittoria, ore 21,45 e 22,30. Spettacolo di fuoco. Spettacolo ispirato al ciclo degli elementi nel loro susseguirsi di rarefazione e condensazione, tra contactjuggling e fire performance. Un procedere per spirali intrecciate tra rito e teatro, un viaggio aperto al paradosso e al gioco dialogico.
TRANSYLVANIA CIRCUS – 16 e 17 Giugno – Piazzetta degli Artisti (Viale Regina Margherita), ore 21,30. Spettacolo di burattini e pupazzi. Uomini drago che sputano fuoco, fantasmi acrobati, un malinconico licantropo capace di camminare in equilibrio sulla luna e poi lei, la stella dello spettacolo, l’affascinante donna vampiro, che si esibirà nell’arte del trasformismo.
ARCHIMOSSI – Solo il 17 Giugno – Lungomare, con spettacolo finale in Piazza della Vittoria, ore 21,15. Marchin’ Band. La prima orchestra itinerante di archi amplificati. Un ensamble internazionale, composto dal musicisti provenienti da Italia, Russia, Canada e Inghilterra! Alchimie Musicali ha creato ArchiMossi, spettacolo che deve il suo grande successo alla sua grazia, alla sua ironia e al suo repertorio originalissimo che spazia dalla tradizione irlandese a quella slava, attraversando le virtuosistiche Danze Ungheresi di Brahms, fino ad arrivare alle danze rinascimentali e ai capolavori di Ennio Morricone e Mullen-Clayton.
METEO : ALLARME GIALLO
Messaggio 90594 del 12.06.2018, 16:49
Provenienza: Sala operativa della Protezione civile
Torna il maltempo, codice giallo in Toscana



La Sala operativa della Protezione civile ha diramato un codice giallo su tutta la Toscana per temporali e rischio idrogeologico dalla mezzanotte di oggi, martedì 12 giugno, alla stessa ora di domani, mercoledì. Lo stato di attenzione, emesso dal Centro funzionale regionale, è la conseguenza di condizioni di bassa pressione e instabilità atmosferica con possibilità di precipitazioni.
Pasquino
Messaggio 90593 del 12.06.2018, 16:41
Provenienza: rio marina
Ora è il momento delle cazzate: Il Coluccia si, avete capito bene, quel Coluccia che parla di cattive amministrazioni, che ha fatto più giravolte di un saltimbanco,sicuramente un mediocre politico, si fa per dire, che Rio abbia avuto, approdato nel suo porto di origine, la destra. I senatori del PD, quelli che hanno rovinato il paese ed il partito che votano a destra con l’ennesimo alibi del Bosi hanno sguinzagliato i cuccioli in altre liste per far perdere il Canovaro dopo aver elemosinato una candidatura, a tutti, chi sa capisce. La lista Barghini che per l’ennesima volta partecipa per far perdere gli altri con le cavolate sul parco e sui muri. Certo, una verità qualcuno è riuscito a dirla ed è questa: l’abbraccio del Bosi e del fuggiasco di Rio, ha soffocato il povero Canovaro, vittima anche della bassa affluenza alle urne. Insomma, ognuno dice la sua, a parte il PD che, imperterrito,. continua a non dire niente di niente. Un saluto alla redazione e un grazie se vorrà pubblicare.
ANDAR PER ISOLE
Messaggio 90592 del 12.06.2018, 16:28
Dal Cotone
Messaggio 90591 del 12.06.2018, 15:10
UN ANNO DI AMMINISTRAZIONE ALLORI



E’ passato stranamente in sordina l’anniversario della vittoria delle elezioni dell’amministrazione Allori, nessuno, neanche sui social, si è ricordato di questa data storica per molti, inutile per altri.
Inspiegabilmente nemmeno i più fidati supporter della compagine amministrativa hanno speso una parola una, per elogiare questo primo anno trascorso alla guida del comune.
Ricordo ancora quando a pochi mesi dalle elezioni, non appena veniva mossa una critica alla giovane giunta, la risposta era sempre la solita: “Lasciamoli lavorare, sono entrati da poco”.
Credo che a questo punto un anno sia più che sufficiente per giudicare l’operato di un’amministrazione. Se ci fosse stato un cambio di passo sarebbe stato possibile vederlo già adesso. Non ci sono stati provvedimenti di spessore ma molto pressapochismo, nessuna visuale progettuale, una bella casella vuota nel programma triennale delle opere pubbliche. Lo zero assoluto.
Il piccolo condominio sta vivendo uno stato comatoso sotto l’aspetto del decoro urbano, nemmeno il centro del paese sembra più curato. Il simbolo di questo sono i lampioni dal sagrato della Chiesa, segati ed ora utilizzati come basamento di vasi di gerani, oppure perche no, la Torre barata e dallo scorso dicembre rimasta abbandonata al suo triste destino.
Il silenzio che ormai si cela dietro questa sgangherata accozzaglia di amministratori, impegnati un giorno si e l’altro pure in tremendi litigi, la dice lunga sullo stato del piccolo condominio insulare.
Ma come recitava un vecchio adagio: lasciamoli fa, avessero a fa peggio!
CAPITANERIA DI PORTO DI PORTOFERRAIO
Messaggio 90590 del 12.06.2018, 13:46
LA CAPITANERIA DI PORTO DI PORTOFERRAIO FESTEGGIA LA FESTA DELLA MARINA



Oggi, 12 giugno 2018, presso la Capitaneria di Porto di Portoferraio, si è celebrata, a livello locale, la Festa della Marina. Nel corso di un’assemblea generale è stata data lettura dei messaggi augurali delle massime autorità dello Stato e sono state ufficialmente consegnate alcune onorificenze al personale, tra cui due croci d’argento per anzianità di servizio a CORINTO Ernesto e LORENZO Antonio e, soprattutto, la prestigiosa medaglia mauriziana per dieci lustri di servizio militare a DI MAURO Gabriele. Particolarmente importante, in tale evento, è stata la presenza dei rappresentanti del Associazione Marinai d’Italia (ANMI) di Portoferraio, che difende e mantiene alto e vivo lo spirito che preserva la vita marinara, le sue tradizioni e il senso del dovere verso la Patria. Continua pertanto a trovare concretizzazione, a livello locale, il Protocollo d’Intesa stipulato, a livello nazionale, dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e l’Associazione stessa Quest’anno infatti è il 100esimo anniversario dell’azione di Premuda, svoltasi il 10 giugno 1918. In quella circostanza il CC Luigi RIZZO di Milazzo ed il GM Giuseppe AONZO di Savona, rispettivamente al comando dei MAS 15 e 21, sferrarono il loro attacco alla formazione navale austriaca nelle acque antistanti Premuda (costa dalmata) provocando l’affondamento della Corazzata Zteven Iztvan (Santo Stefano), della K.U.K Kriegsmarine, mettendo di fatto fine alla Grande Guerra sul mare che di lì a pochi mesi, il 4 novembre 1918, portò alla vittoria finale sull’Impero Austro-Ungarico. Per la loro impresa i Comandanti dei due MAS furono insigniti di Medaglia d’Oro al Valor Militare e dal 1939 il 10 giugno è la data scelta come ricorrenza per la Festa della Marina. Ad oggi, la Marina si pone nello scenario nazionale ed internazionale come primario valore per la tutela e la salvaguardia della vita umana in mare, in prima linea per garantire la sicurezza contro le tante minacce verso l’Europa che si affacciano nel Mediterraneo. Quella di Premuda fu senza dubbio il più fulgido esempio delle virtù marinaresche, dell’audacia e del valore professionale, sintesi di quelle qualità che hanno contraddistinto e continuano tutt’oggi a contraddistinguere la nostra Forza Armata: la Marina Militare
Mario Ferrari Sindaco
Messaggio 90589 del 12.06.2018, 12:16
Avviso .....
Messaggio 90588 del 12.06.2018, 11:29
Provenienza: tratto finale di viale Einaudi
egregio signore che continui a lasciare la tua spazzatura sul ciglio della strada e nella boscaglia adiacente del viale sei fortemente invitato a smettere ed imparare come funziona la differenziata. Se la cosa continuerà ci attrezzeremo in modo adeguato.
Uomo avvisato mezzo salvato.
L'ATTENZIONE...
Messaggio 90587 del 12.06.2018, 10:43
MA NON SAREBBE IL CASO DI MULTARE ANCHE UN INVADENTE RAMO DI FICO?




Viale Einaudi , Spiaggia di Capo Bianco la più amata dagli elbani e dai turisti tanto da parcheggiare in zona di divieto di sostaa e intralcio allaa viabilità….ma nessuno a pensato (per nostra negligenza) della segnaletica occultata da un grosso ramo di fico cresciuto tra le mura che delimitano l’esiguom spazio….. vacanzieri al ritorno dalla spiaggia vengono gratificati da una bella multa perchè il loro mezzo risulta in divieto di sosta….
Probabilmente ai tutori dell’ordine sfugge che…..
Il cartello stradale non deve essere coperto dalla vegetazione attorno, anche solo in buona parte e non completamente, tanto da non renderlo immediatamente percepibile.
A quersto punto ammettendo la nostra ignoranza vorremmo chiedere al comandate dei Vigili urbani se la stessa multa potrà essere contestata …
La zona è stata più volte portata all’attenzione delle forze dell’ordine per varie ragioni, l’ultima di qualche settimana fa riguardava la posizione del cartello che qualche furbetto aveva pensato di rivolgere contro il muro rendendolo invisibile, gli addetti dopo i tempi burocratici che ci contraddistinguono lo hanno raddrizzato ma non facendo caso della vegetazione che lo occultava rendendo di fatto inutile l’intervento…
Adesso dovremo attendere una ordinanza con tanto di autorizzazione dell' ufficio competente per tagliare due rami di fico e rendere visibile il divieto?
Sarebbe proprio il caso di scomodare Tolstoj per ripetere la sua frase di ammonimento al Bonaparte “ Du sublime au ridicole il n’y a qu’un pas”
Elettore Rio
Messaggio 90586 del 12.06.2018, 10:27
Provenienza: scrutini
Buongiorno volevo sapere come e se è possibile sapere i voti ottenuti da ogni singolo candidato delle tre liste che si sono presentate alle elezioni di domenica scorsa

Corsini Marco 805
Fortunato Fortunati 218
Mattia Gemelli 85
Cinzia Battaglia 62
Mirco Mancusi 57
Simonetta Simoni 57
Simona Cignoni 49
Manuela Chiros 30
Agostino Francesco Mondellini 22
LIONS CLUB ISOLA D’ELBA
Messaggio 90585 del 12.06.2018, 08:33
CAMBIAMENTI CLIMATICI IN ITALIA FRA POLITICHE NAZIONALI ED AZIONI LOCALI. QUALI IMPATTI E INDIRIZZI FUTURI PER L’ISOLA D’ELBA?




Convegno pubblico organizzato dal LIONSCLUB ISOLA D’ELBA
in collaborazione con FONDAZIONE CENTRO EURO-MEDIRREANEO SUI CAMBIAMENTI CLIMATICI e A.N.C.I. TOSCANA


“CAMBIAMENTI CLIMATICI IN ITALIA FRA POLITICHE NAZIONALI ED AZIONI LOCALI. QUALI IMPATTI E INDIRIZZI FUTURI PER L’ISOLA D’ELBA?” È il tema che verrà trattato al convegno pubblico organizzato dal Lions Club Isola d’Elba in collaborazione con Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici, ADAPT Interreg Maritime e A.N.C.I. Toscana, che si terrà sabato 16 giugno alla Sala Congressi dell’Hotel Airone con inizio alle ore 10.00.
Relazioneranno, preceduti dall’intervento del Sindaco di Portoferraio Arch. Mario Ferrari,
le D.sse Giulia Galluccio e Paola Mercogliano ricercatrici della Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui: “Cambiamenti Climatici”, sugli scenari ed impatti futuri dei cambiamenti climatici sull’Isola d’Elba e le politiche di adattamento in atto, la Dott.ssa Marcella Tatavitto dell’Ufficio Europa A.N.C.I. Toscana su: “Migliorare la resilienza delle città dell’Alto Tirreno alle alluvioni da acque meteoriche – Progetto ADAPT”;
il Dott. Federico Campatelli, responsabile Servizi ai Comuni A.N.C.I. Toscana, su: “A.N.C.I. Toscana a fianco dei Comuni nella sfida al cambiamento climatico”.
L’argomento, che rientra nel tema internazionale sull’ambiente proposto su scala mondiale dalla Lions International per l’anno sociale 2017-2018, è di supporto ai Comuni e alle Associazioni di Categoria al fine di provvedere all’adeguamento ai cambiamenti climatici con l’accesso ai Fondi Europei.
L’incontro è aperto al pubblico, la cittadinanza è invitata a partecipare.
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA