Pagina 2/1245: [] [1] (2) [3] [4] [5] [6] [7] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
CAPOLIVERI IN LUTTO
Messaggio 93254 del 07.12.2018, 11:13
Provenienza: Ruggero Barbetti Sindaco di Capoliveri
CAPOLIVERI IN LUTTO PER L’IMPROVVISA SCOMPARSA DELL’ARTISTA SAFA. BARBETTI “UN GRANDE ARTISTA CHE HA ARRICCHITO I NOSTRI LUOGHI E IL NOSTRO TEMPO”


All’età di 84 anni se n’è andato Safa, un grande interprete della pittura contemporanea. “In queste ore tutta la comunità di Capoliveri è rimasta profondamente colpita dall’improvvisa scomparsa di Safa, ha commentato il sindaco Ruggero Barbetti. Un grande artista che, come amava ricordare, ha iniziato “a fare Street Art a Capoliveri 35 anni prima di Bansky” e un grande uomo, apprezzato a livello internazionale che ci aveva onorato nello scegliere il nostro paese quale sua seconda casa. Safa era uno di noi che, anche se non sempre lo capivamo, aveva una visione del mondo venti anni avanti a tutti. La sua assenza si farà sentire. Capoliveri perde oggi un amico e un’altra emblematica figura che ha caratterizzato e arricchito i nostri luoghi e il nostro tempo”.
“Nella sua pittura complessa di stampo espressionista che seppur figurativa slitta volentieri verso l’astrattismo – spiega l’artista capoliverese Angela Galli - si possono riconoscere influssi di altri artisti a lui contemporanei come lo spagnolo Antonio Saura. Chi non si ricorda degli orridi volti, allegorie di una borghesia ‘mostruosa’, una sua tematica ricorrente negli anni ‘90. Ma quello che è interessante notare di Safa, a parte la sua notevole produzione artistica, spesso diretta denuncia sociale e politica, indipendentemente dai temi svolti nel suo lavoro è proprio il fatto di aver tentato come persona e come artista, e forse suo malgrado, di compiere una sintesi estetica tra due sistemi culturali. In questo, a parer mio sta la sua forza e la sua originalità. A distanza di anni, se mi guardo indietro, vedo molto bene questa fusione nei suoi lavori, da una parte i grandi volti, già icone per conto loro, inserite in un nuovo requadrage, dove sono evidenti i rimandi verso un’estetica bizantino-ottomana, elaborata in chiave contemporanea spesso accompagnata anche da dorature, e il tutto seppur astrattizzato eseguito con cura maniacale, con una notevole attenzione con un gesto lento, accurato, consapevole”.
Di origine turca, Behçet Safa, era nato a Istanbul nel gennaio del 1934. Una lunga carriera lo aveva portato a vivere tra Parigi, Roma, l’Isola d’Elba, la Turchia e Stoccolma.
Safa si diploma in pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Stato a Istanbul nel 1957. Nel 1959 si reca a Parigi e lavora nel famoso Atelier di litografia Pons.
Nel 1961 aveva esposto al Musèe d’Art Moderne de la Ville de Paris, poi nel 1963 alla Terza Biennale di Parigi e nel 1978 al Salon des Realitès Nouvelles. Tantissime le mostre personali in giro per il mondo: Vienna, Parigi, Stoccolma, Spoleto, Roma, Bruxelles, Kloten, Ginevra, Monaco di Baviera - solo per citarne alcune - e le collaborazioni con la cinematografia in progetti come “Il segreto di Santa Vittoria” e “Atelier de la loute”. Ha partecipato alla Biennale di Istanbul nel 1989 con il suo lavoro intitolato The Devil Trilogy 1989. Nello stesso anno, è stato nominato "Artista dell'anno" ad Ankara.
L’Elba e Capoliveri erano diventati la sua seconda patria. Una scelta fatta già alla fine degli anni ’60 e della quale non si è mai pentito. Qui aveva gli amici, la sua casa, e la possibilità di dare sfogo alla sua arte in ogni sua forma.
Inaspettata è giunta la notizia della sua improvvisa scomparsa avvenuta il 5 dicembre nell’Ospedale di Livorno.
COMUNE DI PORTOFERRAIO
Messaggio 93253 del 07.12.2018, 11:02
PORTOFERRAIO FREE PARKING PER LE FESTE


Niente parcheggi a pagamento in tutta la città di Portoferraio da sabato 8 dicembre a domenica 6 gennaio. La promessa fatta dal vicesindaco ed assessore alla mobilità del comune di Portoferraio, Adalberto Bertucci per incentivare l’accesso e la sosta nel capoluogo elbano in vista delle prossime festività natalizie, è stata dunque mantenuta e addirittura ampliata, visto che inizialmente l’esenzione dal pagamento parcheggi nelle strisce blu avrebbe dovuto riguardare soltanto alcune zone della città. “Per questo dobbiamo ringraziare la società Abaco, che è concessionaria della gestione della sosta – ha voluto sottolineare Bertucci – dalle consultazioni fatte con le associazioni di categoria, era infatti emerso il rischio di creare delle situazioni di squilibrio fra una zona e l’altra e quindi dei disagi, e la disponibilità di Abaco ad estendere il provvedimento senza alcuna eccezione a tutti i parcheggi ‘blu’ di Portoferraio ci permette esaudire le richieste di tutti, sperando così di poter fare un vero e proprio regalo di Natale a cittadini e operatori commerciali”. L’unica zona parcheggio a pagamento di tutta la città per le prossime festività, a dire il vero, rimane comunque quella di Piazza della Repubblica, che è gestita dalla cooperativa Cisse. Entro il 6 gennaio 2019, infine, verrà comunicato alla cittadinanza quando riprenderà da parte degli incaricati della società Abaco il controllo della sosta nei parcheggi nelle strisce blu, contemporaneamente alle verifiche di accesso e sosta all’interno della ZTL.
Ecotassa auto e turismo
Messaggio 93252 del 07.12.2018, 10:28
Provenienza: Elba
La nuova ecotassa per le auto a benzina e diesel, di nuova immatricolazione, porterà due risultati certi. Molti italiani saranno incentivati a tenere la vecchia auto. Chi deciderà di cambiarla opterà per il metano e l'elettrico. Essendo l'Elba disorganizzata per tali forniture, al momento di programmare la vancanza, il propritario di auto ecologica sarà costretto a scegliere nuove mete.
E' QUI LA FESTA...
Messaggio 93251 del 07.12.2018, 10:07
Provenienza: SS. SACRAMENTO
SPIGOLATURE MARINESI
Messaggio 93250 del 07.12.2018, 09:59
Provenienza: Certapenna
ufficio scuola del Comune di Portoferraio
Messaggio 93249 del 07.12.2018, 09:44
SCUOLA IN CHIARO ...INFORMAZIONI VIA INTERNET




L’ufficio scuola del Comune di Portoferraio rende noto che in occasione delle iscrizioni all'anno scolastico 2019/2020, tutte le famiglie potranno scaricare facilmente sul loro tablet o telefonino le informazioni relative agli istituti di loro interesse attraverso QR code che saranno resi disponibili sui siti delle scuole.
Il Ministero dell'Istruzione ha infatti comunicato nei giorni scorsi che Scuola in chiaro, il portale che mette a disposizione informazioni dettagliate sulle scuole italiane, dal numero di alunni alla presenza di palestre, diventa un'app.
In occasione delle iscrizioni all'anno scolastico 2019/2020, quindi, tutte le famiglie potranno scaricare facilmente sul loro tablet o telefonino le informazioni relative agli istituti di loro interesse attraverso QR code che saranno resi disponibili sui siti delle scuole o nel corso degli open day che si stanno svolgendo in tutta Italia per la presentazione dell'offerta formativa.
Si ricorda, inoltre, che quest'anno le iscrizioni online alle classi prime della scuola primaria e della secondaria di I e II grado saranno aperte dalle ore 8 del 7 gennaio alle ore 20 del 31 gennaio 2019, ma già a partire dalle 9 del 27 dicembre 2018 si potrà accedere alla fase di registrazione su iscrizioni.istruzione.it.
FORUM ARCIPELAGO CULTURA
Messaggio 93248 del 07.12.2018, 09:35
ARCIPELAGO CULTURA:
IL SECONDO FORUM E IL VALORE DELL’EREDITÀ CULTURALE



A Portoferraio domenica scorsa Arcipelago Cultura, la rete delle associazioni dell’Arcipelago Toscano, ha messo in cantiere la Carta di Arcipelago Cultura, che sarà il documento ufficiale di riferimento per i soggetti che aderiscono e aderiranno all’iniziativa, un passo importante per associazioni e persone che si occupano direttamente e indirettamente di cultura nelle nostre isole.
L’iniziativa, nata a gennaio 2018 in occasione della riunione delle associazioni culturali su SMART (Sistema Museale dell’Arcipelago Toscano), progetto della Regione Toscana che ha coinvolto le amministrazioni comunali di tutte le isole e la GAT Gestione Associata per la Promozione Turistica elbana e di cui si attende di conoscere i risultati, è stata ufficializzata ad aprile con il Primo Forum ospitato dal Comune di Marciana Marina, a cui hanno aderito oltre quaranta associazioni.
Il Secondo Forum della rete, ospitato questa volta dal Comune di Portoferraio e dalla Cosimo de’ Medici S.r.l., è stata un’occasione di incontro e confronto tra i delegati di diverse associazioni aderenti, operatori culturali e proloco per dare il via alla fase attuativa del progetto.
Ha aperto la giornata il benvenuto dell’Assessore alla Cultura Roberto Marini del Comune di Portoferraio. Messaggi di interesse di Giannina Usai, Segretario Nazionale ANCIM Associazione Nazionale Comuni Isole Minori, di Giuliano Volpe, autore della proposta degli Stati Generali della Gestione e del Patrimonio Culturale dal Basso, di Antonio Barone, direttore della Rotta dei Fenici Itinerario Culturale del Consiglio d’Europa e di Sabrina Busato, presidente della FEISCT, Federazione Europea Itinerari Storici Culturali e Turistici, hanno allargato le porte della condivisione di questi temi.
Nell’incontro di domenica la rete ha individuato i principi della Convenzione di Faro come testo in cui riconoscersi e su cui basare le proprie modalità di azione. Si tratta in questo momento di uno dei documenti più attuali e rivoluzionari che rinnova profondamente il concetto stesso di patrimonio culturale e che rispecchia totalmente la visione innovativa della rete di Arcipelago Cultura.
La Convenzione quadro del Consiglio d’Europa sul valore dell’eredità culturale per la società presentata il 27 ottobre 2005 nella città portoghese di Faro, sottoscritta dall'Italia nel 2013, è in fase di ratifica da parte del nostro Parlamento proprio nel mese di dicembre 2018. Essa introduce un concetto molto più ampio e innovativo di "eredità-patrimonio culturale”: “è un insieme di risorse ereditate dal passato che le popolazioni identificano, indipendentemente da chi ne detenga la proprietà, come riflesso ed espressione dei loro valori, credenze, conoscenze e tradizioni, in continua evoluzione. Essa comprende tutti gli aspetti dell’ambiente che sono il risultato dell’interazione nel corso del tempo fra le popolazioni e i luoghi; una comunità di eredità è costituita da un insieme di persone che attribuisce valore ad aspetti specifici dell’eredità culturale e che desidera, nel quadro di un’azione pubblica, sostenerli e trasmetterli alle generazioni future.” (art. 2).
L’agenda di Arcipelago Cultura va avanti verso il Terzo Forum che si terrà nel 2019 in cui, oltre alla presentazione ufficiale della Carta di Arcipelago Cultura, dei soggetti aderenti e dei primi progetti della rete, si avvierà il dialogo con le istituzioni e i partner di altre interessanti realtà in rete.
Il Secondo Forum di Arcipelago Cultura è stato organizzato da: Cecilia Pacini, Patrizia Lupi, Tiziana Pisani, Angela Provenzali.

Per informazioni: arcipelagocultura@gmail.com
NOLEGGIO DRONE + OPERATOR
Messaggio 93247 del 07.12.2018, 09:30
portoferraio Scrivi a portoferraio
Messaggio 93246 del 07.12.2018, 08:55
Provenienza: p.ferraio


DOPPIO ENCOMIO INTERNAZIONALE PER L’ARTISTA
MAURO FONTANELLI

Nei giorni scorsi si è tenuta, presso la prestigiosa location della fondazione di Villa Bertelli, a Forte dei Marmi, la premiazione del 4° Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti, che ha registrato la più alta partecipazione in Italia di riconosciuti artisti e autori. L’importante premio che si articolava in varie discipline artistiche e letterarie, ha visto attribuire all’artista Mauro Fontanelli un doppio riconoscimento, uno per la sezione di Pittura, con un quadro ispirato al tema della violenza sulle donne, l’altro per la sezione della Narrativa, con il suo primo libro, un romanzo storico che narra il passaggio di Michelangelo all’isola d’Elba; un testo ricco di storia locale che racconta il territorio, durante la prima metà del cinquecento fino alla costruzione di cosmopoli e le vicende dei suoi abitanti e del famoso artista del papa, con risvolti inediti e altri dimenticati nel tempo, ricostruendo anche ipotetici gustosi dialoghi in dialetto elbano. Un anno ricco di soddisfazioni che arricchisce il già notevole palmares dell’artista. “Sono contento”, ci dice Fontanelli, “soprattutto del riconoscimento attribuito al mio libro, perché sottoposto al giudizio di una giuria internazionale qualificata, di noti intellettuali, visto che sono piu’ avvezzo a raccontare le mie storie con il colore, piuttosto che con l’inchiostro”; Un pregevole lavoro letterario, un libro ancora in cerca di uno sponsor, per poterlo regalare agli studenti delle scuole elbane, al fine di renderli partecipi della storia della loro terra e del loro mare, questo è il pensiero dell’artista che noi condividiamo, perché leggendo questo romanzo si percepisce tutto l’amore per questa isola e come scrive l’autore; “se la conosci ti possiede per sempre”.
Pasquino
Messaggio 93245 del 06.12.2018, 20:37
Provenienza: Rio
Caro amico archivista, prima un chiarimento e, poi, vengo a te. Qualche tempo fa ho conosciuto Camminando ed è stato amore a prima vista: non ho mai scritto niente ne sul blog ne cartaceo mai. Tutto ciò che di me esiste è su Camminando. Tu di me non sai niente, perché saresti troppo intelligente ma io e te sappiamo che non lo sei. Forse hai perso qualche passaggio. Sei un presuntuoso, ma sai , che noi sappiamo che quelli che credono di essere tanto non sono niente. Tu sai quante ne hai combinate e se tu fossi intelligente staresti tranquillo ma, purtroppo l’intelligenza è come il coraggio, o ce l’hai o non ce l’hai e tu purtroppo………. Un saluto alla redazione e un grazie
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 93244 del 06.12.2018, 18:21
Provenienza: Livorno
IL VESCOVO INAUGURA LA NUOVA SEDE DELLA STELLA MARIS.


Si è tenuta oggi 6 dicembre alle 17.00 presso la Stazione Marittima, la cerimonia del taglio del nastro della nuova sede dell'associazione Stella Maris di Livorno, alla presenza di Sua Eccellenza Reverendissima il Vescovo, Mons. Simone Giusti, e del Presidente del Comitato Territoriale del Welfare della Gente di Mare, il Comandante della Capitaneria di porto Ammiraglio Giuseppe TARZIA, cerimonia a cui hanno preso parte gli operatori e le realtà portuali del nostro scalo.
Circa un anno fa il Comitato si era posto l'obiettivo di individuare per l’Associazione una sede più vicina alla città rispetto alla precedente che era all'interno della zona operativa del porto. Questo proprio per consentire quel più diretto accesso al tessuto cittadino che permette la promozione e lo sviluppo di quei servizi di assistenza sociale volti all’aggregazione e all’integrazione dei marittimi stranieri che sostano nel nostro porto.
Obiettivo raggiunto, soprattutto grazie alla collaborazione della Autorità di Sistema Portuale e della Società Porto Livorno 2000 che ha dato all'associazione la disponibilità di un locale al primo piano della Stazione Marittima e ne ha curato l'adeguamento alle esigenze dei marittimi, con lo spirito di coesione che caratterizza chi condivide le difficoltà del navigare lontano dalla propria terra.
S.E. il Vescovo non ha mancato di rimarcare la propria vicinanza all'Associazione che con dedizione e spirito di fratellanza si occupa da anni di chi necessita di assistenza morale e materiale perché lontano dai propri affetti e dal calore del proprio focolare.
L'Ammiraglio Tarzia ha tenuto a ringraziare tutti i membri del Comitato Territoriale per il Welfare della gente di mare di Livorno per la sensibilità con cui hanno contribuito, silenziosamente, ad assicurare quel necessario sostegno per la realizzazione dell’iniziativa, un sostegno che lui stesso ha definito “deve rendere orgoglioso chi con convinzione, solidarietà ed umanità è capace di portare avanti ogni giorno”.
Nel corso della cerimonia il ricordo è andato a chi per tanti anni ha guidato l'Associazione con passione e umiltà, il Comandante Federico Sgherri, alla cui memoria Capitaneria di Porto e Stella Maris hanno dedicato anche un torneo che si è svolto nel giorno della ricorrenza della patrona della marina Militare, Santa Barbara.
VOLERE E POTERE
Messaggio 93243 del 06.12.2018, 17:37
TROPPI CANTIERI IN CITTA'.....I COMMERCIANTI SI RIBELLANO




"TROPPI DISAGI PER NOI COMMERCIANTI E PER LA VIABILITÀ" . questa è la voce che circola con insistenza a Portoferraio... in questi ultimi tempi , la decisione dell'amministrazione di concedere l’apertura di tanti cantieri a Portoferraio ha dell’incredibile.
Escavatori, martelli pneumatici, cartelli stradali, i grandi lavori del nuovo mega- eurospin, la messa in opera da parte di Telecom della fibra ottica, lavori Asa e altri di manutenzione stradale un vero caos di divieti e tragitti deviati.
Ciliegina sulla torta ecco che stamani è apparso a sorpresa il divieto di transito e sosta in Via Mascagni dove tra gli altri lavora lo storico negozio della Standar Casa un vero regalo di Natale che arriva proprio quando i commercianti potrebbero prendere una boccata di ossigeno.’ Insomma questo stato di cose continua a far discutere ed a provocare malumori tra gli operatori commerciali e cittadini.
Ma intendiamoci ci dice Mauro Quercioli , gestore della standar Casa - Non è tanto i lavori che vengono contestati, quanto il periodo in cui sono stati programmati gli interventi.
Il cantiere, di Via Mascagni interessa tutta la strada danneggiando non solo la mia attività ma anche gli altri Negozi vicini inducendo i potenziali clienti a preferire zone più comode..

ULTIM’ORA

Il Sindaco Mario Ferrari , accompagnato dall'assessore Del Mastro e Vincenzo Fornino si è recato pochi minuti fa in Via Mascagni per un controllo e dopo avere chiamato il comandante di Vigili urbani ha tranquillizzato Quercioli e gli altri commercianti dichiarando di aver provveduto per la sospensione dei lavori fino alla conclusione delle festività.
DISPONIBILITA' ORMEGGIO PER ALLERTA METEO
Messaggio 93242 del 06.12.2018, 16:50
Provenienza: ESAOM CESA SPA:
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 93241 del 06.12.2018, 13:42
Provenienza: Amm.Portoferraio
SULLE ALI DI UN SOGNO…..RECITAL DI MARCO CIAPONI



Un concerto lirico per onorare la memoria di Giovanna Fratini Ciaponi, la nota insegnante di canto elbana scomparsa prematuramente il 7 dicembre 2016 all’età di 63 anni. E il protagonista e promotore del concerto è proprio il figlio di Giovanna, Marco Ciaponi, 29 anni e già uno dei più famosi tenori emergenti nel panorama musicale internazionale.
E’ proprio Marco ad annunciare l’evento, che si terrà domenica 23 dicembre, alla vigilia del Santo Natale, alle ore 21 presso il Teatro dei Vigilanti – Renato Cioni di Portoferraio, con ingresso gratuito.
“E’ con onore, orgoglio, piacere e commozione – scrive Marco Ciaponi - che ho il piacere di invitare tutti al ‘2° Memorial Giovanna Fratini Ciaponi’. Il Comune di Portoferraio ha fortemente voluto questo concerto lirico che sarà un mix di opera, operetta e canzoni napoletane. Tre grandi professionisti - fa sapere Marco - mi affiancheranno in questa serata emozionante: la soprano Daniela Cappiello, il noto cantante e attore elbano Marco Manca e al pianoforte la grandissima Laura Pasqualetti. Quest'anno per il Memorial - ricorda ancora Marco Ciaponi - abbiamo deciso di fare qualcosa di classico perché mamma amava questo genere, e ci sembrava giusto renderle omaggio in questo modo”.
“Giovanna Fratini Ciaponi - ha voluto ricordare il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari – è sempre stata una di noi, partecipando sempre in maniera attiva alla vita sociale e politica della nostra città. Nel 2014 si era candidata insieme a noi, risultando la prima tra i non eletti ma condividendo totalmente l'esperienza del gruppo ViviAmo Portoferraio. Giovanna ha lasciato un'eredità importante alla nostra città, della quale il figlio Marco, ormai avviato ad una fulgida carriera nel mondo dello spettacolo, è il degno continuatore”.
uno di campo
Messaggio 93240 del 06.12.2018, 13:02
Provenienza: Campo
X RISONANZA MAGNETICA
Alcuni giorni or sono,su questo blog,avevo espresso il mio malumore per il fatto che avrei dovuto attendere il 27/08 per poter fare una risonanza magnetica.
Questa mattina apprendo dal Tirreno che da domani è possibile farla a Portoferraio presso la Medical Art in quanto è stata perfezionata una convenzione.
Ottima cosa,naturalmente non è stato certo per la mia rimostranza,ma per il concludersi di trattative certamente in atto da tempo.
Al buon Semeraro,che non perde un attimo per attacare i Sindaci,dico:
stai calmo...........piano piano le cose vanno a posto,ciao un abbraccio !!
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93239 del 06.12.2018, 12:04
Provenienza: CAPOLIVERI
SULLE ALI DEL SOGNO
Messaggio 93238 del 06.12.2018, 11:19
Provenienza: MARCIANA



SULLE ALI DI UN SOGNO…..RECITAL DI MARCO CIAPONI



Sabato 8 dicembre nuovo appuntamento a Marciana, nella Collegiata San Sebastiano. Alle ore 18 il tenore Marco Ciaponi si esibirà nel recital lirico “Sulle ali di un sogno…” dedicato a sua madre, la maestra Giovanna Fratini Ciaponi, scomparsa due anni fa proprio l’8 dicembre. Ex cantante e insegnante della scuola Musicantoelba Un evento voluto dall’amministrazione comunale di Marciana e in particolare al sindaco Anna Bulgaresi per ricordare Giovanna Ciaponi all’interno della giornata dedicata ai mercatini natalizi e di artigianato locale che animeranno vie e piazzette del borgo a partire dalle 11 di sabato prossimo. Marco Ciaponi sarà accompagnato al pianoforte da Silvia Gasperini e si esibirà nelle più belle e conosciute arie del mondo della lirica italiana. Una in particolare gli è cara e la dedica alla madre: “Io conosco un giardino” tratta dall’opera Maristella del maestro Giuseppe Pietri.
ACQUA DELL'ELBA
Messaggio 93237 del 06.12.2018, 11:14
ACQUA DELL’ELBA SPONSOR DELLA QUARTA EDIZIONE DEL PKMF.
INNOVAZIONE E PRECISION MARKETING I TEMI CENTRALI DELL’EVENTO E BIGLIETTO DA VISITA DELL’AZIENDA ELBANA RIVOLTA ALL’INTERNAZIONALIZZAZIONE.



Alla quarta edizione appena conclusasi del Philip Kotler Marketing Forum, il più importante evento di Marketing strategico e dell’innovazione in Italia che si è svolto il 30 novembre e il 1 dicembre nella straordinaria location di FICO Eataly World di Bologna, c’era anche ACQUA DELL’ELBA, per il secondo anno tra gli sponsor dell’iniziativa.
CEO, imprenditori e innovatori sono stati i principali attori del PKMF2018 quest’anno incentrato su un tema fondamentale e imprescindibile per i marketer, il Precision Marketing. Tra i relatori : il padre indiscusso del marketing il professor Philip Kotler affiancato dalla straordinaria presenza di Martin Lindstrom, fondatore del Neuromarketing, già citato dal Time nel 2009 come uno dei 100 uomini più influenti al mondo; Oscar Farinetti Fondatore di Eataly, Andrea Segrè Presidente della Fondazione FICO, Mariangela Marseglia country manager di Amazon, Cristian Voltolini Marketing Manager di Zuegg, Stefano Ronzoni Direttore di MINI Italia, Ivan Mazzoleni Business Digital Trasformation di Microsoft, Carlo Rinaldi di Clear Channel, Tiziana Primori AD di Fico World e molti altri.
Due giorni appassionanti, un pubblico di oltre 1000 persone, discussioni e spunti di enorme interesse ed un panel tenuto da Acqua dell’Elba, nella persona del Direttore Marketing Norman La Rocca, su invito della Fondazione FICO nella giornata precedente la maratona di formazione che anche in questa edizione si è confermata come l’osservatorio privilegiato del futuro del marketing strategico.
Una sponsorizzazione che onora Acqua dell’Elba che ha avuto l’occasione di incontrare personaggi del mondo imprenditoriale di altissimo livello ed acquisire contenuti importanti, fonte di ispirazione, per una strategia sempre più diretta alla pertinenza e personalizzazione del cliente per accompagnarlo sempre più a vivere un’esperienza unica.
Acqua dell’Elba fa dell’innovazione nel marketing un suo potente biglietto da visita per affermarsi sui mercati internazionali e per portare ‘il profumo del mare’ e l’isola d’Elba nel mondo. Ed è proprio in questa ottica che si inquadreranno le numerose iniziative che l’azienda svilupperà nell’anno 2019, un anno che si prospetta ricco di sorprese all’ insegna anche del ‘precision marketing’.
Tutti i presenti, al termine della due giorni di altissima formazione del PKMF, hanno ricevuto un cadeau firmato Acqua dell’Elba.
Massy
Messaggio 93236 del 06.12.2018, 10:45
Provenienza: Portoferraio
Buongiorno leggevo il messaggio di Dino e l ultimo che anno scritto riguardo la benzina io esco da l'isola una volta ogni 10giorni faccio sempre il pieno a venturina non regalo più i soldi ai benzinai mi sono rotto i coglioni tassa di sbarco siamo indietro a ragione Dino siamo alla frutta sono deciso di andare via da l'isola di essere governato da questi che non rimediano niente in questo paese bisogna fare degli scioperi come la Francia a ragione Dino un saluto alla redazione
Archivista
Messaggio 93235 del 06.12.2018, 10:26
Provenienza: Rio
A quello che risponde a Pasquino bisogna dire: Si fa presto a dire eroe. Basta andare a ricercare alcuni messaggi di qualche anno fa, sia in questo blog che sulla stampa digitale e cartacea, per accorgersi che l'Alter Ego di Pasquino sosteneva concetti tipo: "Non si può certo dire che abbia simpatia per il sindaco Bosi, non mi è piaciuto il suo modo di fare politica, la sua insofferenza, la sua supponenza, il suo smisurato ego!" . Estratto, proprio da un messaggio su questo blog, trasmesso alle ore 14:18 del 11.03.2011. Oggi si lamenta perché la nuova amministrazione non gli ha dato un riconoscimento. E ve ne sono di più interessanti. Ho un archivio ben conservato. Chi fosse interessato ai cambiamenti di umore dei tanti frequentatori di questo blog, può chiedere e sarà servito.
Grazie alla redazione per l'ottimo servizio svolto e se gentilmente vorrà pubblicare.
DOLCI...TRADIZIONI
Messaggio 93234 del 06.12.2018, 10:07
Provenienza: Campo nell'Elba



Marina di Campo si prepara per l'appuntamento più dolce del mese di dicembre. La Pro Loco in collaborazione con il Comune di Campo nell’Elba e l'Associazione commercianti Ccn il Golfo , organizza per sabato 8 dicembre "Dolci Tradizioni", l'ormai consueto evento pensato per la riscoperta e la valorizzazione dei tipici dolci natalizi del territorio e di quelli delle regioni e nazioni di provenienza di molti nostri concittadini.

Dalle ore 14.30 di sabato negli stands allestiti lungo le vie del centro del paese si potranno degustare le tipicità dolciarie delle frazioni del comune, di varie regioni italiane, come Sicilia, Sardegna, Abruzzo, Isola di Ponza, Toscana, Lazio e quelle di nazioni come la Moldavia, Marocco, Inghilterra, Belgio e addirittura il Liechtenstein.
In questa cornice di festa i bar proporranno drink ispirati al tema e in piazza Dante Alighieri tutti i bambini potranno partecipare alla “Grande caccia al tesoro”, con Fabio, l’aiutante di Babbo Natale, ed assistere all’accensione del grande abete.
I negozi saranno aperti proponendo “Merry shopping”, idee e vantaggiose occasioni per i regali di Natale, che si ripeterà in tutti i fine settimana del mese di dicembre.

La Pro loco di Campo nell’Elba vi aspetta numerosi per trascorrere una golosa giornata all’insegna del divertimento con i sapori e i profumi di tradizioni ritrovate.
Gasolio e Benzina
Messaggio 93233 del 06.12.2018, 10:05
Provenienza: Cecina e Venturina
Per gli automobilisti elbani:
a Cecina vicino all'uscita della superstrada Cecina Centro c'è un distributore no logo Jugi Fuel in cui il gasolio costa euro 1,398 e la benzina 1,498, ma anche gli altri hanno diminuito visto la concorrenza che c'e', ed anche a Venturina vicino alla superstrada c'e' la Conad con 1,388 il gasolio e 1,448 la benzina, ma anche gli altri hanno diminuito visto la concorrenza che c'e', all'Elba c'avemo i gilet dorati, è un peccato che non mettono, per ora, il bollo auto in base al CO2, all'Elba sarebbe un successone ...
Ovviamente andrebbero esentate le auto vecchie di chi non ha soldi per comprarle nuove, ma tutti quei macchinoni nuovi che ci sono all'Elba andrebbero tassati per benino, con quello che inquinano e i padroni non sono certo dei poveracci ...
POLIZIA DI STATO PORTOFERRAIO
Messaggio 93232 del 06.12.2018, 10:02
PROSEGUE L’INIZIATIVA “UN GIORNO DA POLIZIOTTO”.




Ieri gli alunni della Primaria di Porto Azzurro hanno potuto interagire con i poliziotti del Commissariato di P.S. di Portoferraio ed assistere a proiezioni di brevi filmati. Molto seguita la lezione sull’educazione stradale e quella, nuova, sul bullismo e cyber bullismo, un fenomeno che coinvolge sempre più anche i preadolescenti e alle scuole spetta l'educazione alla legalità e all'uso consapevole di Internet ed in questo senso il nuovo messaggio del Commissariato e che gli istituti potranno avvalersi della collaborazione della Polizia di Stato. Ieri il messaggio dato ai bambini attraverso alcune diapositive e spiegazioni è stato: “I nostri genitori ci consigliavano di non accettare caramelle dagli sconosciuti perché non si sapeva cosa potessero contenere. Ora invece noi consigliamo ai nostri figli di prestare molta attenzione durante la navigazione su Internet.” A Porto Azzurro lo scorso 29 novembre si era tenuto, inoltre, un altro incontro con gli studenti delle scuole medie. Tra domande e curiosità, molto seguiti sono stati i filmati sugli effetti dell’alcool nella guida e la stretta correlazione con gli incidenti stradali.
Loredana Ambrogi
Messaggio 93231 del 06.12.2018, 08:04



LETTERA DELLA MARCHESA


Simpatica lettera scritta nel 1862 dal segretario del Gonfaloniere di Portoferraio, Benedetto Montelatici; nella lettera si fa riferimento ad un debito della Marchesa Teresa Gamba di Boissy,amante di Lord Byron.
Come al solito,a disposizione per chi volesse consultarla.

Loredana Ambrogi
cinz Scrivi a cinz
Messaggio 93230 del 06.12.2018, 07:50
Provenienza: portoferraio
DOPPIO ENCOMIO INTERNAZIONALE PER L’ARTISTA
MAURO FONTANELLI

Nei giorni scorsi si è tenuta, presso la prestigiosa location della fondazione di Villa Bertelli, a Forte dei Marmi, la premiazione del 4° Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti, che ha registrato la più alta partecipazione in Italia di riconosciuti artisti e autori. L’importante premio che si articolava in varie discipline artistiche e letterarie, ha visto attribuire all’artista Mauro Fontanelli un doppio riconoscimento, uno per la sezione di Pittura, con un quadro ispirato al tema della violenza sulle donne, l’altro per la sezione della Narrativa, con il suo primo libro, un romanzo storico che narra il passaggio di Michelangelo all’isola d’Elba; un testo ricco di storia locale che racconta il territorio, durante la prima metà del cinquecento fino alla costruzione di cosmopoli e le vicende dei suoi abitanti e del famoso artista del papa, con risvolti inediti e altri dimenticati nel tempo, ricostruendo anche ipotetici gustosi dialoghi in dialetto elbano. Un anno ricco di soddisfazioni che arricchisce il già notevole palmares dell’artista. “Sono contento”, ci dice Fontanelli, “soprattutto del riconoscimento attribuito al mio libro, perché sottoposto al giudizio di una giuria internazionale qualificata, di noti intellettuali, visto che sono piu’ avvezzo a raccontare le mie storie con il colore, piuttosto che con l’inchiostro”; Un pregevole lavoro letterario, un libro ancora in cerca di uno sponsor, per poterlo regalare agli studenti delle scuole elbane, al fine di renderli partecipi della storia della loro terra e del loro mare, questo è il pensiero dell’artista che noi condividiamo, perché leggendo questo romanzo si percepisce tutto l’amore per questa isola e come scrive l’autore; “se la conosci ti possiede per sempre”.
Comitato Carpani e Pubblica Assistenza SS. SacramentoS
Messaggio 93229 del 06.12.2018, 05:28
A CARPANI UNA FESTA CHE PARLA DI SOLIDARIETÀ



Anche quest'anno un grande aiuto nell'organizzare l'evento dell'arrivo di Babbo Natale ai giardini di Carpani il 15 dicembre, è stato fornito da una squadra di ragazzi della Pubblica Assistenza del SS. Sacramento di Portoferraio mentre l'anno scorso ci sono stati vicini quelli della Misericordia.A Natale a Carpani si mette in moto una macchina di solidarietà che vede tutti uniti sia i volontari del Comitato sia i volontari della Pubblica Assistenza con l'intento di donare un momento di felicità e serenità al prossimo in particolar modo ai bambini. I volontari delle Pubbliche Assistenze non si limitano al trasporto sanitario ma anche ad attività di prossimità sociale, di promozione della donazione, di protezione civile intervenendo in caso di calamità e di incendi boschivi per difendere il nostro patrimonio naturale. Si occupano anche di informazione sanitaria in favore dei cittadini con particolare attenzione ai più deboli e agli emarginati. Il tutto sempre e solo in maniera gratuita e solidaristica Insieme, volontari del Comitato Carpani e volontari del SS. Sacramento faranno in modo che questa celebrazione valorizzi il rapporto umano, la buona cucina, la musica, il divertimento e le tradizioni attirando gli adulti, i bambini e gli adolescenti a fare cerchio intorno a Babbo Natale, ora in viaggio, quale simbolo della solidarietà e di serenità.
Vi aspettiamo sabato 15 dicembre

Comitato Carpani e Pubblica Assistenza SS.Sacramento.
Dino
Messaggio 93228 del 05.12.2018, 21:49
Provenienza: Portoferraio
Buonasera oggi gasolio fatto alla macchina 1.455la benzina veniva 1.505 a Cecina. e se vai alla Conad a Venturina costa anche meno.mi chiedo ma quando uscite in continente le vedete siamo scandalosi a l’isola ci vorrebbe degli scioperi come la Francia e anche per i traghetti se stiamo zitti l’isola va a fondo...va be già ci siamo non manca tanto ritorniamo a fare i minatori e pescatori loro sono meglio di noi buona serata
marinese per il fuffa
Messaggio 93227 del 05.12.2018, 18:25
Provenienza: MM
fuffa? Fuffa sarà Lei, caro cittadino, e incapace di scrivere qualcosa di concreto a quanto pare. Invece a me sembra che questa iniziativa sia piaciuta e anche parecchio, senza considerare l’importanza di una sua attuazione. Si faccia un giro sui social e se ne renderà conto. La plastica è ormai il nemico numero uno. Gli esercenti marinesi hanno partecipato ad una riunione informativa e si adegueranno.
Comunque sono sicura che tutto ciò piace anche a lei nonostante il post fumoso e inefficace.
Chi controllerà? Chiaramente la zelante polizia locale marinese, essendo suo compito. E mi creda, non guardi gli amministratori negli occhi pensando di capirne lo stato d’animo ma prima si guardi bene allo specchio e poi si guardi intorno: come diceva Wilde, la nebbia rende le cose meravigliose.
LOCMAN ITALY
Messaggio 93226 del 05.12.2018, 17:24
IL NUOVO FILM MONTECRISTO TRUE SPIRT, ORA NELLE SALE UCI CINEMA E THE SPACE


Parte in questi giorni una straordinaria campagna pubblicitaria dedicata a Locman e alla sua collezione principale, Montecristo. Il nuovo spot verrà trasmesso fino al 12 dicembre, sugli oltre 850 schermi dei circuiti nazionali Uci Cinema e The Space.
La collezione iconica di Montecristo esprime lo spirito autentico e carismatico di Locman, fortemente connesso alle proprie origini, legate al mare e alla natura dell’Isola d’Elba e che Locman ha voluto identificare con TRUE SPIRIT, il claim della nuova campagna di comunicazione.
TRUE SPIRIT racchiude tutta la storia del Marchio e del suo fondatore, Marco Mantovani, e da oggi diventa l’attitudine che Locman vuole condividere con i suoi appassionati: è l’amore per la bellezza, per la Natura, per ciò che è più grande di noi a ispirarci, a muoverci, a spingerci oltre i nostri confini per costruire giorno dopo giorno quello che siamo.
“Le riprese sono state interamente effettuate all’Isola d’Elba e questo va a ribadire il forte legame che vogliamo mantenere con il nostro territorio anche nella comunicazione che muoveremo a livello internazionale“ dichiara Marco Mantovani, Fondatore e Presidente di Locman.
In un equilibrio perfetto di suoni e di immagini, il nuovo film racconta un viaggio verso la realizzazione personale e la conquista della consapevolezza di aver raggiunto la propria meta:

“Ho trascorso la mia vita cercando il segreto celato dal mare,
ho inseguito la sua purezza tra sentieri poco battuti,
assaporando l’energia che scorre tra le radici di un albero,
ma è guardando il mare dall’alto che ho scoperto che il suo vivido mistero era già dentro di me”.
A Pasquino
Messaggio 93225 del 05.12.2018, 17:19
Provenienza: Rio
Gli uffici comunali sono in totale confusione. Il Palazzo Comunale a Rio Elba è aperto, con tanto di luci e riscaldamento acceso, ma quasi disabitato. Il ponte di vigneria è cascato. Il Bilancio ancora non s'è capito come sta. Il Palazzo Governativo sta crollando in attesa di capire chi è il proprietario. L'Officina sarà venduta come ferro vecchio. Le miniere sono diventate una riserva di caccia per pochi. Un minatore di Capoliveri ieri ha strappato i nostri applausi dicendoci che abbiamo sbagliato tutto, specie quando abbiamo pensato solo a sistemare le piazzette e mettere le panchine. Le strade sembrano tornate quelle del dopoguerra. I porti semichiusi e semi affondati. Pezzi di macchia mediterranea scompaiono sotto il taglio di motoseghe abusive e selvagge. Le spiagge sono ricoperte di plastica. La strada che va al portello non esiste più. E tu ti indigni per una targa? Un'Amministrazione è libera di decidere chi premiare e chi no. E poi si sa, lo disse anche il Masini, il viale del tramonto si percorre a piedi nudi. Il tuo eroe, fattene una ragione, per i riesi è dimenticato perché non ha saputo rilanciare le sorti del paese. Alle ultime elezioni, il popolo, ha parlato chiaramente. Bun Natale, Pasquino.
TORNA IL PANETTONETOMMASINO
Messaggio 93224 del 05.12.2018, 17:01
PANETTONE TOMMASINO BACCIOTTI



Fino al 24 dicembre nei supermercati Conad della Toscana e per il terzo anno consecutivo in tutti i supermercati Conad dell’Isola d’Elba potrete trovare i Panettoni Tommasino acquistandoli con un contributo di soli 8 euro che verranno interamente versati da Conad alla Fondazione Tommasino Bacciotti.
Il legame che si è creato tra l’isola d’Elba e la Fondazione Tommasino Bacciotti ha inizio nel maggio del 2016 in occasione della nascita del motto #dajetommaso che prende il nome dalla battaglia intrapresa dal piccolo Tommaso e dalla sua famiglia, che all’età di pochi mesi, ha dovuto subire un importante intervento ed ha avuto la fortuna di incontrare nel suo cammino la Fondazione Bacciotti che opera in aiuto delle famiglie dei bambini con problemi oncologici, e che ha fornito loro un appartamento per il lungo periodo di degenza presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze .
Oggi la Fondazione aiuta molte famiglie con i suoi 20 appartamenti, ed altre famiglie anche Elbane, hanno potuto usufruire delle case Accoglienza della Fondazione , famiglie che si sono trovate ad affrontare un percorso in salita con la salute dei propri figli.
Per continuare ad aiutare queste famiglie con il progetto accoglienza la Fondazione ha bisogno dell’aiuto di tutti noi.
Semplicemente con un panettone possiamo fare molto.
Grazie a tutte le volontarie dei vari comuni Elbani che si alterneranno per aiutarci a promuovere la vendita del panettone nei punti vendita Conad .
Un grazie speciale a chiunque acquisterà il panettone sostenendo la
fondazione .
Per informazioni sull’iniziativa potete contattare le referenti della Fondazione Tommasino Bacciotti all’isola d’Elba,
Moira Fusai 347 5040588 e Valentina Falcone ‭338 4005696
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 93223 del 05.12.2018, 16:52
LA CAPITANERIA DI PORTO DI PORTOFERRAIO FESTEGGIA SANTA BARBARA.




Ieri, 04 dicembre 2018, la Capitaneria di Porto di Portoferraio ha celebrato la ricorrenza di Santa Barbara, patrona della Marina Militare.
Nel corso delle celebrazioni, sono stati consegnati al personale militare e civile, nonché al personale della corporazione dei piloti, del gruppo ormeggiatori e ad alcuni operatori portuali, riconoscimenti e note di compiacimento per quelle attività che, nel corso dell’anno, hanno supportato la Guardia Costiera elbana nel difficile compito di salvaguardare la vita umana in mare e tutelare la sicurezza della navigazione e portuale.
La giornata si è aperta con la solenne cerimonia dell’alzabandiera, svoltasi nel piazzale della Capitaneria di Porto, è proseguita con il tradizionale pranzo informale dei marinai e si è conclusa con la celebrazione della Santa Messa da parte di Monsignor Sergio Trespi, alle ore 18.00, presso la Chiesa della “Natività della Beata Vergine Maria - Duomo di Portoferraio”, a cui hanno partecipato le autorità civili, tra le quali i sindaci di Portoferraio e Marciana Marina, le autorità militari, i vigili del fuoco, i rappresentanti del locale “cluster” marittimo e le associazioni d’arma e combattentistiche, dimostrando ancora una volta il forte legame che unisce l’Autorità Marittima con tutte le istituzioni presenti sul territorio.
Il Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Agostino Petrillo, nel ringraziare gli intervenuti in occasione delle celebrazioni di Santa Barbara, ha rivolto un pensiero particolare e commosso a tutti i marinai che hanno perso la vita nell’adempimento del loro dovere ed alle loro famiglie.
Pasquino
Messaggio 93222 del 05.12.2018, 16:06
Provenienza: rio
“Le cambiali non finiscono mai!” Sono state consegnate due targhe a due sindaci, di cui una alla memoria, dall’amministrazione comunale. Chi ha conosciuto Franco Franchini sa bene che Lui, da vivo, non solo non avrebbe accettato nessuna targa anzi, con alcuni di questi personaggi non avrebbe, probabilmente, preso neanche un caffè ma, i compagniucci di Rio in su, per giustificare il loro ingiustificabile appoggio al sindaco Corsini, hanno preteso e, ottenuto, il pagamento di questa cambiale. Ma si può? Per l’altro sindaco, avendo saputo che non sta bene e, mi dispiace e gli faccio tanti auguri, mi esprimerò un’altra volta. Ora, io non sono un fanatico del Bosi che non ho mai votato, ma è innegabile che quello che ha fatto Lui per il paese soprattutto per i cavesi ( se hanno la spiaggia……), non l’ha fatto nessun sindaco. Possibile, signor Corsini, non sia stato possibile tirar fuori una targhetta in più? Possibile che qualcuno in maggioranza che, state sicuri deve molto al Bosi, non abbia avuto niente da dire? Certo le cambiali sono cambiali e vanno pagate ma, non stiamo forse esagerando? Un saluto alla redazione e un grazie se vorrà pubblicare.
CONCERTO DI BENEFICENZA
Messaggio 93221 del 05.12.2018, 11:41
Provenienza: Amm.Portoferraio


Sabato 8 dicembre alle ore 19 Concerto di Beneficenza degli allievi della scuola di pianoforte di Michaela Boano, nel Duomo di Portoferraio. Organizzato dall’Associazione Suoni di un’isola sarà un evento pieno di sorprese perché come si legge in locandina i ragazzi non si limiteranno a suonare ma canteranno “la pace, l’amore, l’armonia” insieme alle voci di Alice Castells e Linda Raciti. Ad accompagnare ai giovani musicisti ci saranno alle tastiere Marco Paolini, al basso Stefano Tanghetti e alla batteria Massimo della Rosa. Gli allievi di Michaela Boano eseguiranno la parte classica del concerto, che vede anche brani rock e pop e naturalmente i tradizionali brani natalizi. Il ricavato della serata sarà destinato all’acquisto di generi alimentari di prima necessità per rifornire l’emporio gestito dai volontari della Caritas de Duomo.
G.G.
Messaggio 93220 del 05.12.2018, 11:19
Provenienza: Capoliveri
Troppo vittimismo, cari cugini riesi, non vi porterà da nessuna parte. L'anno scorso avete fatto la scelta importante della riunificazione delle due Rio. Questo può essere il cambio di passo atteso da tanti anni da voi e da tutta l'Elba. Ora dovete stare attenti a qualsiasi scelta faccia la vostra Amministrazione, dovete aiutare gli amministratori quando fanno le scelte giuste e criticare le scelte che vi sembrano sbagliate. Non limitatevi a farlo su di un blog, forti dell'anonimato. Uscite alla scoperto. Scendete in piazza. Chiedete appuntamento al Sindaco. Senza lottare non si ottiene niente. Ecco, questo è il difetto più grosso di voi riesi. Siete troppo abituati ad abbassare la testa al direttore della miniera. Considerate un favore ciò che è un vostro dirititto. Le colpe o i meriti non sono solo di chi sta a Palazzo ma dell'intera comunità. Non potete permettervi di perdere altro tempo. Un abbraccio virtuale a tutti voi.
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 93219 del 05.12.2018, 11:14
LE ISOLE MINORI ITALIANE CERCANO RISORSE E PROGETTUALITÀ IN EUROPA.



E’ stata firmata infatti nei giorni scorsi alla presenza di alcuni Sindaci - fra cui il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari - del Presidente ANCIM, di Greening the Island, della CRPM (Conferenza Regioni Periferiche Marittime) Commissione Isole, di rappresentanti di alcune Commissioni Europee, di una rappresentanza di Creta e di altri Enti, Istituzioni e forze economiche, la "Carta del Mediterraneo per un Area Vasta di Sviluppo Integrato", con al quale si chiede alla UE di considerare le isole del Mediterraneo, a partire da quelle iscritte al GECT (Gruppo europeo di cooperazione territoriale) ArchiMed, Area Vasta ed Omogenea di Sviluppo delle Isole del Mediterraneo. “Le isole, soprattutto i 35 Comuni delle piccole isole italiane – ha commentato il sindaco di Portoferraio, che è membro del Consiglio Direttivo nazionale di ANCIM - sono quasi tutti aree di crisi e tutti sono definiti aree interne ultra periferiche, quindi, al di là della loro appartenenza a Regioni, Convergenza o Competitività, nella nuova programmazione, andrebbero annoverate tutte tra le aree con maggiore intensità di aiuto”. Inoltre, la definizione di Area Vasta ed Omogenea di Sviluppo delle Isole del Mediterraneo -a partire dalle isole aderenti al GECT ArchiMed- e quelle in via di adesione, potrebbe costituire quella innovazione che la stessa Unione Europea, proprio nella "Carta di Roma" del marzo 2017, auspica nella direzione di creare un assetto nuovo e più rispondente alle richieste dei territori locali e dei cittadini. La firma di questo accordo servirà a contribuire ad elaborare un Documento Unico di Programmazione delle isole del Mediterraneo, oltre che ad individuare i primi progetti comuni da candidare a finanziamenti regionali, nazionali e comunitari. “La ‘Carta del Mediterraneo’ – ha concluso Mario Ferrari - costituisce un altro tassello importante per la nostra crescita, anche nel contesto europeo”
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 93218 del 05.12.2018, 11:00
Rotary Club Isola d’Elba
Messaggio 93217 del 05.12.2018, 10:59



Il Rotary Club Isola d’Elba, con il Patrocinio del Comune di Portoferraio, ed in collaborazione con il Creative Studio di Firenze e l’associazione Elbafortificata, ha organizzato una mostra fotografica sull’Operazione Brassard e la liberazione dell’isola d’Elba per sabato 8 dicembre alle ore 18,00 presso la Sala della Gran Guardia. Relatori saranno Mario Ferrari, Francesco Lascialfari e Gianfranco Vanagolli.

--
uno qualunque
Messaggio 93216 del 05.12.2018, 10:08
Provenienza: Rio
PER ELETTORE MARCELLO
Sono dispiaciuto per non essermi espresso in maniera chiara tanto da essere riuscito a far passare il mio messaggio.
L'idea di dover fare un supermercato in un area altamente strategica per il paese, mi ha sempre inorridito e se alla fine del messaggio ho ringraziato gli amministratori di Rio, era solo per scherno e rabbia.
Le nostre divergenze stanno solo nel futuro utilizzo dell'area dove si trova la costruzione.
E' vero che“L'officina” è piena di tutti i nostri ricordi, del nostro passato ecc., ma non è che un rudere metallico che non può essere rifatto nuovamente perché il rifacimento o la ristrutturazione, (qualora lo si volesse ristrutturare) e le successive manutenzioni, costerebbero molto e finirebbe comunque per essere un oggetto nuovo, non più rappresentativo.
Utile era questo manufatto per il nostro passato, indispensabile potrebbe divenire l'area dove questo insiste, per il futuro del nostro paese.
Tutto qui il mio concetto.
Un saluto
uno normale ai riesi che scrivono
Messaggio 93215 del 05.12.2018, 09:52
Provenienza: Quel che resta di Rio
Non v'arovellate troppo il cervello a cerca soluzioni oramai inpossibili. Ieri un capoliverese, un ex minatore capoliverese, venuto qui a festeggia la santa barbera c'ha data una bella lezione. C'ha detto pane al pane e vino al vino come avemo sbagliato tutto e dove sbagliamo anc'ora. Un c'è barba d'omo i capoliveresi so avanti a noi anni luce. Il barbetti avra i su meriti ma è la mentalità de la gente comune, come me, che fa la diferensa. Amo sperato ne le generazioni future ma sembramo fatti tutti co lo stampino. Continuamo a guarda la lucina spenta e la panchina sotto casa e non vedemo il paese in declino perenne. Votamo chi ci promette di cambiacci la mattonella fori la porta e poi ci lamentamo di esse senza lavoro. La mattina piangemo il pontile cascato e al pomeriggio andamo a chiede tre mesi di stagione al supermecato che ci ruba l'ultimo baludardo de la nostra storia. Ha d'ariva baffone!
Dino
Messaggio 93214 del 05.12.2018, 07:24
Provenienza: Portoferraio
Buongiorno per motivi di lavoro sto andando in continente guardando i prezzi del gasolio rimango perplesso ma una differenza spaziale o costa troppo la nave o fanno troppo ricarico i benzinai⛽️ paesani svegliamoci che l Elba è finita i turisti sempre meno e tutto aumenta siamo in dietro di 20 anni pigliamo spunto dai romagnoli che non ci vedano nemmeno un saluto alla tassa di sbarco che dopo quello e la ciliegina sulla torta
I VOLO SULL'ISOLA D'ELBA
Messaggio 93213 del 05.12.2018, 05:40
Provenienza: DIVERSAMENTE SANI
IN VOLO SULL'ISOLA....DIVERSAMENTE SANI



Martedì 4 dicembre alcuni membri di Diversamente Sani hanno ricevuto un regalo speciale: un volo sull'isola d'Elba.
Nella mattina di martedì 4 dicembre Gianluca Eletti, giovane pilota dell'aeroporto della Pila, ha donato nove voli sopra l'isola d'Elba per i malati oncologici che fanno parte dell'associazione Diversamente Sani ONLUS. Gianluca, colpito dall'entusiasmo con cui l'amico Paolo Calcara gli parlava di "Diversamente Sani", ha deciso di passare una mattina con questo gruppo di persone unite dal cancro. In nove sono salite sul piccolo aereo di Gianluca che ha fatto dimenticare i pensieri, il dolore, la malattia, quasi esistesse qualcosa di più grande di tutto questo, qualcosa grande al punto di far provare una gioia infinita nonostante la battaglia di queste persone si ripeta ogni giorno, senza mai perdere d'intensità. L'associazione Diversamente Sani ONLUS ringrazia Mariano e Gianluca, non solo per la giornata di oggi, ma per aver lasciato un segno incrociando il cammino di queste combattenti, dimostrando che le persone speciali esistono e che per questo vale la pena di lottare.
Elettore Marcello
Messaggio 93212 del 04.12.2018, 19:39
Provenienza: Rio
Mi scusi "uno qualunque" ma questa volta non condivido il suo scritto. Il Palazzo Governativo era venduto da prima dell'Officina e il Comune ha fatto valere un diritto dei cittadini grazie soprattutto alla spinta dei consiglieri di Terra Nostra. Non capisco il motivo per cui l'Officina dovrebbe essere diverso. Sarà per i 3 o 4 posti di lavoro che darà il nuovo supermercato? Se così fosse basterebbe dirlo però smettiamo di piangerci a dosso. Io avrei preferito comprare l'Officina che il Palazzo Governativo proprio per i motivi che diceva l'elettore di Terra Nostra. Il Palazzo resterà mentre l'Officina sarà demolita a differenza del muro della valle che resterà nonostante le promesse in campagna elettorale. L'unico che l'avrebbe abbattuto e avrebbe salvato l'Officina sarebbe stato Marcello.
DOPOSCUOLA ARCOBALENO
Messaggio 93211 del 04.12.2018, 18:34
Provenienza: S Bramanti
"SALVIAMO IL DOPOSCUOLA ARCOBALENO". PARTE L'APPELLO PER IMPEDIRNE LA CHIUSURA


Crolla il "Doposcuola Arcobaleno" gestito da volontari? Mancano i docenti. E' probabile quindi che non si realizzi la sesta edizione dell'impegno, teso ad aiutare alunni, delle elementari e delle medie, un po' in difficoltà negli studi. Ma non è detta l'ultima parola. Qualche settimana fa era stato lanciato l'appello a rinforzare gli organici di coloro che generosamente offrono il proprio tempo libero, per garantire le lezioni pomeridiane presso la sala Don Marcolini di Piazza delle Repubblica, a Portoferraio, per fare un doposcuola di 2 giorni la settimana, con 2 ore a pomeriggio. Ma a quanto parte non ci sono state nuove adesioni e le poche insegnanti rimaste a svolgere tale compito sociale e culturale, non riescono a coprire il servizio. L'iniziativa è totalmente gratuita e serve, come detto, ad aiutare a fare i compiti assegnati a casa, oppure per ripassare e approfondire alcuni argomenti di studio. ”Lanciamo un ultimissimo appello - dicono le volontarie, che sono ex insegnanti in pensione- se la situazione cambiasse e arrivassero nuovi volontari, anche studenti universitari od esperti delle varie materie scolastiche, a gennaio si potrebbe tentare di garantire il servizio. Speriamo”. Chissà se le cose cambieranno e sarà impedita la fine di una esperienza pluriennale di solidarietà. Chi vuole salvare il doposcuola, offrendo la propria opera, può telefonare allo 0565914090.
POLIZIA DI STATO PORTOFERRAIO
Messaggio 93210 del 04.12.2018, 18:23
PROSEGUONO I CONTROLLI SCUOLE SICURE


Operazione della Polizia di stato “Scuole Sicure”: contrasto dello spaccio tra gli studenti I mirati servizi antidroga disposti dal Questore della Provincia di Livorno, Dott. Lorenzo Suraci, sono stati messi in atto, sin dall’inizio di questo anno scolastico, con l’obiettivo di contrastare il fenomeno dello spaccio e del traffico illecito di sostanze stupefacenti tra i giovani. Com’è noto il Commissariato ha accompagnato quest’azione con una presenza costante nelle scuole medie e con altre iniziative di prossimità. Sul fronte della repressione, verso le ore 07.50 circa di ieri, in via Concia di Terra nei pressi dell’Istituto Tecnico Foresi, nel corso di una specifica operazione di polizia finalizzata alla prevenzione e repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope, personale dipendente della locale Squadra Volante e Investigativa notava un ragazzo, quindicenne, camminare verso un gruppo di ragazzi che sostavano davanti al comprensorio scolastico tenendo nella mano un c.d. “spinello” che in seguito si accertava contenere tabacco misto a granuli di sostanza marrone dalle caratteristiche simili all’hashish. Scattava quindi la perquisizione che portava al rinvenimento nella tasca destra del giubbotto di un involucro in cellophane contenente sostanza solida marrone dalle caratteristiche simili all’hashish suddivisa in nr.4 dosi racchiuse anch’esse nel cellophane per un peso complessivo di gr. 3,2 netti di hashish. Altri elementi, inequivocabili e concordanti, hanno fatto ritenere certa l’attività di spaccio da parte del minore che è stato conseguentemente denunciato all’Autorità Giudiziaria. I controlli proseguiranno anche in altri Istituti scolastici.
uno qualunque
Messaggio 93209 del 04.12.2018, 18:21
Provenienza: Rio
Per elettore terra nostra
E' inutile piangere sul latte versato, sono ormai tanti mesi, molto più di un anno, che conosciamo il destino della vecchia officina Italsider. Il Comune con un colpo di mano si è venduto per quattro denari (come Giuda) un' area preziosissima per il paese; un'area nella quale si poteva fare qualsiasi cosa per una cittadinanza che non ha niente né d'estate né d'inverno e poi per cosa? Per un supermercato, quando ci sarebbe la necessità di abbandonare la grande distribuzione e ritornare alle vecchie botteghe più adeguate, perle necessità dei piccoli paesi. Forse, caro elettore Terra Nostra, parliamo di questa cosa con finalità diverse: tu, nostalgico per una cosa che ha rappresentato molto, per noi, prima, quando quella sirena nella grande officina, ci scandiva i ritmi della vita quotidiana nel bene e nel male e che avrebbe rappresentato molto oggi, per noi,…..nei ricordi. Io invece in quel luogo, al di là dei ricordi, ci vedevo una grande opportunità per il paese.
Siamo rimasti entrambi delusi per le aspettative che avevamo. Rassegnamoci perché[ ormai la frittata è fatta e chi ha dato ha dato e chi ha avuto ha avuto. Grazie, Amministratori di Rio Marina!!!!
Dalla mensa della scuola
Messaggio 93208 del 04.12.2018, 18:00
Provenienza: Marciana Marina
Marciana Marina plastic free??? Ma che dite!!??? Andate alla Conad o da Elba di Gusto a sentire che ne pensano. Li avete sentiti i negozianti? E chi non vi da retta, che gli fate? Nulla, nulla e nulla. E voi fuffa fuffa e fuffa.
Siete fuffa e basta, come per l’ordinanza delle vetrine dei negozi dell’anno scorso, o quella della Torre. Ma tanto hanno capito tutti, siete arrivati . Basta guardarvi negli occhi.
E' morto il Re viva il Re
Messaggio 93207 del 04.12.2018, 16:05
Provenienza: Rio Marina
La sirena ha suonato per l'ultima volta. L'avete sentita? E' possibile che non ci sia nulla da fare per salvare l'Officina? Non vogliamo nemmeno provare? Troviamoci per parlarne, capire bene quali sono i problemi, se ci sono alternative. Certe volte ho la sensazione che molti riesi preferiscano piangersi addosso che darsi da fare. Il neo nato comitato per il pontile di vigneria, ad esempio, pensa di poter fare qualcosa per l'Officina prima che venga demolita o aspetta di costituire un nuovo comitato per piangere sulle lamiere versate? Le opposizioni consigliari hanno un loro pensiero? I tanti riesi che frequentano questo blog ce l'hanno un'opinione? I minatori ancora in vita e i figli dei minatori morti? L'ex Sindaco, appena premiato, che lavorava al laboratorio chimico? Italia Nostra e Legambiente? Il Parco Nazionale e il Parco Minerario? La Soprintendenza e i Beni Culturali? Gli operatori economici locali? I Sindacati e le Associazioni di Categoria? I partiti e movimenti politici? Mi sento smarrito in mezzo al nulla come un suono che vaga nel deserto.
Elettore Terra Nostra
Messaggio 93206 del 04.12.2018, 12:55
Provenienza: Marina di Rio
Il Sindaco di Rio si rammarica perché forse il TAR accoglierà il ricorso del privato acquirente del Palazzo Governativo. Lo stesso Sindaco lascia che al posto dell'Officina, questa volta non forse ma certamente, sorga un supermercato. E' forse un pezzo meno importante per la Comunità di Rio? Magari sbaglio e sicuramente ne capisco poco ma non era meglio lasciare il Palazzo al privato obbligandolo, tramite gli strumenti urbanistici, a ristrutturare senza cambiare una virgola e investire le risorse comunali per mantenere l'Officina? Ai posteri l'ardua sentenza.
golf acquabona Scrivi a golf acquabona
Messaggio 93205 del 04.12.2018, 11:20
Provenienza: portoferraio
CORSO GRATUITO PER NEOFITI

Da oggi puoi diventare golfista GRATIS!!!

Presso il Golf Acquabona tel. 0565940066
Riservato a tutti i neofiti.
Frequenza senza limiti di ore! Tutti i sabati pomeriggio

costo zero garantito!
*riservato ai neofiti
golf acquabona Scrivi a golf acquabona
Mauro Castaldi
Messaggio 93204 del 04.12.2018, 10:41
Provenienza: Portoferraio
CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE 2018


Si comunica che in relazione all'oggetto, l'Istat ha spostato il termine per la compilazione on line da parte dei cittadini interessati alla Rilevazione Censuaria al 12/12/2018.
Pertanto si invitano cortesemente tutti gli interessati che non avessero ancora provveduto, a procedere alla compilazione del loro questionario.
Per qualsiasi informazione e/o compilazione tramite operatore comunale, in ipotesi di mancato contatto con i Rilevatori incaricati, chiamare i numeri per gli appuntamenti e ogni altra informazione:

0565-937255
0565-937229
0565-937280
0565-937257
0565-937265

Castaldi Mauro - Responsabile Ufficio Comunale di Censimento (UCC)
marcello meneghin Scrivi a marcello meneghin
Messaggio 93203 del 04.12.2018, 10:11
Provenienza: mestre
ACQUA POTABILE, PERDITE E PRESSIONE DI ESERCIZIO ALLE STELLE!
Per uno qualunque , Messaggio 93198 del 03.12.2018, 09:15
Provenienza: Rio
Lei dice due grandi verità . Finisce con la frase “bisognerebbe fare come i francesi”. Vuole il caso che io per un trentennio sia stato dipendente di un importantissima Società acqedottistica francese esattamente della Compagnie Gènerale des Eaux di Parigi che ora ha cambiato nome ma è tuttora esistente e grazie alla quale. nonostante il mio modesto titolo di studio, ho potuto apprendere e soprattutto mettere in opera in Italia grandi esperienze in fatto di acquedottistica e soprattutto convincermi che non esiste un acquedotto generico che vada bene in ogni circostanza ma ognuno di essi deve essere conformato e gestito in funzione specifica delle particolari condizioni locali. In questo senso io ritengo che esistano al mondo pochi territori che, per quanto riguarda il servizio idropotabile, presentino difficoltà cosi particolari e difficili come l’Elba. Il secondo elemento che lei ha molto opportunamente riportato è un esempio molto rappresentativo della situazione elbana quando afferma che in certe zone di Rio si hanno in rete pressioni assolutamente esagerate che provocano molti inconvenienti primo fra tutti quello di enormi perdite occulte d’acqua. I francesi ( e da un po' di tempo anche gli italiani ) curano molto la regolazione della pressione con cui si ottengono notevoli riduzioni delle perdite stesse. Però,, come dicevo prima, anche in questo settore bisogna esaminare bene le caratteristiche del territorio. Quello elbano presenta, a causa del suo movimentato andamento altimetrico, difficoltà notevolissime per poter realizzare la regolazione della pressione, cosa che del resto ASA ha tentato più volte di fare ottenendo qualche modesto risultato. Però se si esaminano le perdite non nel loro valore percentuale che è elevatissimo ma rispetto al volume complessivo di acqua che viene disperso, si nota che quest'ultimo, in valore assoluto, è modesto perché modesto è insieme dell’Elba mentre, sempre riconsiderando la complicazione insita nel suo territorio che è piccolo come grandezza, vien da chiedersi se fosse la cosa migliore costruire delle apparecchiature complicatissime, di grande costo e di difficile esercizio per ovviare ad una perdita nel complesso di entità modesta. Soprattutto vien da chiedersi se, nel caso particolare dell’Elba, non sussistano altri rimedi. A mio avviso riterrei evidente un’altra soluzione basata sulla accurata riparazione delle perdite provvedendo a sostituire, non tutta la rete, ma solo quelle tratte di tubazioni che sono delle vere colabrodo e, una volta fatto questo, tollerare delle perdite anche se percentualmente elevate ma ovviandovi da un altro punto di vista che è quello di poter disporre di quel maggiore quantitativo di acqua necessario ma che però dovrebbe avere la caratteristica fondamentale di costare poco. Ad esempio se, invece di lasciarle scolare inutilizzate tutte in mare si raccogliessero, almeno in parte, le acqua di pioggia che piovono all’Elba si potrebbe disporre di acqua buonissima ed a costo molto basso con cui far fronte ai consumi ed anche alle perdite. Il guaio è che si fa esattamente il contrario. L'acqua che viene distribuita all’Elba è costosissima sia se proveniente dalla Val di Cornia dove deve essere sottoposta a costosi trattamenti per la eliminazione del Boro e dell’arsenico, dove deve essere sollevata a pressioni notevolissime per vincere la lunga distanza. Adesso. dulcis in fundo, si provvede a produrre acqua molto più costosa con il desalinizzatore per lasciarne poi disperdere in mare oltre la metà. E’ chiara la dinamica in corso: quando serve molta acqua a basso prezzo si fa di tutto per produrne poca, pochissima a prezzo elevatissimo. A mè sembra l’assurdo degli assurdi. E qui si torna sempre al solito ritornello: quello che occorre all’Elba per primo è un grade serbatoio, costruibile anche porzione dopo porzione onde limitare i costi, serbatoio che renda possibile raccogliere quantità via via maggiori di quell'acqua che piove in isola i modo da avere la possibilità di far fronte ai fabbisogni (perdite comprese) con costi dell'acqua moderati. Poi coll’andar del tempo si potrà migliorare la situazione con una buona regolazione della pressione ma , in questo senso, bisogna rendersi conto che non basta solo sostituire le condotte ammalorate , bisogna rivedere dalle fondamenta i mille acquedottini elbani sorti casualmente man mano uno dopo l’altro attraverso gli anni e farlo con un'operazione che richiede fondi immensi e non reperibili. Pertanto si tratta di opere che possono solo tessere rinviate ad un futuro migliore provvedendo subito a fare quelle opere che non si vuole per nulla realizzare, addirittura non si vuole n nemmeno nominarle tra quelle fattibili. Parlo ovviamente di un grande serbatoio da costruire nella sua prima piccola parte : piccola ma subito perchè utilissimo qualunque sia la soluzione definitiva che sarà realizzata
Indovina chi
Messaggio 93202 del 03.12.2018, 19:42
Provenienza: Comune di Rio
Quelli di Sinistra Italiana anticipano tutti e cominciano a piangere sul latte versato, versato una trentina d'anni fa, dell'Officina San Jacopo. Arrivano prima di Legambiente e di tutti gli ambientalisti del giorno dopo. E via con l'elenco dei si poteva, si doveva, era meglio, avrei fatto, la cultura, la storia ecc.. ecc.. Ciascuno avrà la destinazione ideale. Nessuno dirà chi doveva farlo e con quali quattrini. Nessuno vi dirà che alla prossima ventolata qualche ferro vecchio potrebbe volarvi in casa o in capo. L'importante, come sempre in questi casi, è dare contro a chi, mettendo soldi, impegno e idee prova a risolvere un problema, togliere un pericolo e ridare dignità ad un paese dimentico e dimenticato da tutto e da tutti. Poi si chiedono perché la sinistra è sparita. Prepariamoci ai titoloni che da ora in poi dovremo leggere. Appuntamento, quindi, Prianti permettendo, alla prossima puntata. Nel frattempo possiamo giocare ad indovinare chi sarà il prossimo ad intervenire.
marcello meneghin Scrivi a marcello meneghin
Messaggio 93201 del 03.12.2018, 19:10
Provenienza: mestre
DISSALATORI, CONDOTTE SOTTOMARINE, SERBATOI PER ACQUA POTABILE

Riscontro zio Mauro ed Uno qualunque.
Ringrazio per l'apprezzamento.

Ci sono mille modi per dimostrare che la costruzione del dissalatore all'Elba costituisce un errore madornale . Io ne indicherò quì soltanto una che vado ripetendo da tempo ed è la assoluta inefficacia del primo lotto che prenderà il via tra poco per produrre una portata di 40 l/sec. fissa e continua 24 ore al giorno e 365 giorni all'anno e quindi ottenendo lo stesso risultato di chi voleva far crescere a mano il livello del mare riversandovi acqua con un secchio. La motivazione consiste nel fatto che non è affatto prevista la costruzione a fianco del dissalatore di un serbatoio in grado di immagazzinare i 40 l/sec nei peridi di scarsi consumi per poterne restituire una portata molto maggiore nei momenti di bisogno. Tale serbatoio non è previsto nemmeno nei successivi lotti del dissalatore per cui anche in quel caso la portata, essendo fissa e costante, produrrà gli stessi benefici di quello col secchio davanti al mare. Esiste un'altra considerazione importante. gli acquedotti elbani sono dotati di una cinquantina di serbatoi per una cubatura totale di circa 30000 mc ai quali si pensa daver già affidato il compito prima citato di accumulo razionale delle acque presenti in isola . Ma anche qui è da rilevare un grave discrepanza. Quei 50 serbatoi assolverebbero a dovere il loro compito ad una condizione : essi dovrebbero lavorare tutti 50 in contemporanea e cioè tutti assieme riempirsi nei momenti di esuberanza d'acqua per poi svuotarsi tutti assieme nel momento di bisogno. Ma questa è solo una pia illusione. i serbatoi elbani hanno tutti un funzionamento casuale perché sono tutti in serie uno con l'altro ed il primo deve rifornire il secondo, quest'ultimo il terzo e cosi via gli altri. In questa situazione si può sostenere che l'invaso destinato alla compensazione delle portate all'Elba è pari a zero. e qui torniamo al solito ritornello: la prima opera da costruire e che darebbe immediati benefici è un grande serbatoi atto ad accumulare le portate di qualsiasi provenienza e quindi anche quelle del dissalatore per restituire al momento del bisogno una portata istantanea elevata., cosa che attualmente ed anche domani non avverrà affatto perché questa è la realtà : all'Elba è vietato costruire quello che veramente necessita
uno qualunque
Messaggio 93200 del 03.12.2018, 14:07
Provenienza: Rio
Per rio su
Se non eri così disattento ai messaggi che qui sono stati pubblicati precedentemente ed in forma quasi ossessiva sulla salvaguardia del territorio ed in particolare su ciò che rappresenta il nostro passato, forse non scrivevi ciò che hai scritto. Condivido solo che questo martellamento supplichevole verso le istituzioni, dovrebbe essere più corale al fine di ottenere qualche risultato ma così non è. Dalla maggior parte del nostro popolo, il problema non viene sentito, vale più il profitto estivo in tutte le sue forme, del tesoro sentimentale che rappresenta il nostro passato.
La Torre del Giove insieme ad altri emblemi della nostra storia possono pure collassare tanto sono solo ruderi che non fanno profitto.
E la Torre del GIOVE ?
Messaggio 93199 del 03.12.2018, 09:26
Provenienza: rio sù
Tutti a lamentarsi per il crollo del Ponte di Vigneria....ed oggi a piangere sulla destinazione dell'ex Officina San Jacopo a Supermercato e sul crollo del tetto del Palazzo Governativo......
Sempre dopo,ci ricordiamo sempre ....dei morti....ma mai quando sono in vita......
Ora questi piagnoni aspetteranno che crolli definitivamente anche la Torre del Giove per dire......ma alla Torre nessuna ci aveva pensato? ma anche lei faceva parte della storia dei ns avi riesi....e tante altre belle parole.....parole,parole,parole..
Siete commiserevoli.....
IMPEGNATEVI per prevenire e non aspettate che ci sia sempre il MORTO.....per accorgervi del problema
uno qualunque
Messaggio 93198 del 03.12.2018, 09:15
Provenienza: Rio
Per Zio Mauro
Basterebbe analizzare il problema per capire a chi convengono certe scelte.
Partiamo dal presupposto che il dissalatore è solo una cattedrale nel deserto, che porterà lacrime e sangue agli abitanti dell'Elba per i suoi costi di realizzazione e gestione e per la sua futura dismissione.
La produzione di acqua potabile di quest'impianto servirà solo parzialmente a sopperire alle tante perdite dell'acquedotto esistente (che nel frattempo si aggraveranno sempre di più).
ASA, con questo APPORTO SUPPLEMENTARE potrà esimersi dai costi di manutenzione e di rifacimento delle condotte idriche che le competono. Non ci sarà più per ASA il problema dell'acqua che si perde nella rete ma chi pagherà sarà sempre e comunque Pantalone.
Perché si sappia: l'estate scorsa, la pressione dell' acqua a Rio Marina ha raggiunto in alcune zone i 4,5 Kg/cm2; vi sembrano le scelte giuste per contrastare i consumi e le perdite?
Bisognerebbe fare come i francesi|!!!!!
OCCASIONE
Messaggio 93197 del 03.12.2018, 09:08
Provenienza: Da primavera 2019
AFFITTASI MUNICIPIO ….NO PERDITEMPO E VECCHI INQUILINI.







La politica attuale è diventa la politica del giorno per giorno perseguita senza scrupolo alcuno navigando a vista , politica di un sistema moribondo, assediato e terrorizzato dalla sete di potere per il potere E’ la politica della paura delle immagini false, dei falsi pronunciamenti , siamo certi che qualcuno abbia sbagliato l’amministrazione per un autobus , dove si sale e si scende in base al percorso che si è deciso di fare.
Adesso, satiricamente stendiamo al balcone la scritta AFFITTASI una frase molto importante, unica occasione per iniziare a far pulizia, per cambiare rotta cercando di scoprire se veramente è possibile trasformare questo disastrato paese in una città finalmente governata dalle leggi della coerenza e dell’onestà intellettuale, dove non sia lecito stare con i furbi che si vantano ancora di avere ragione ed hanno ancora la pretesa di dare lezioni di moralità a tutti
La vecchia Cosmopoli si rimette in cerca di uomini nuovi che in umiltà si mettano al servizio del paese per la costruzione di un cammino condivisibile con i cittadini , certo che dopo le ultime esperienze sappiamo che non sarà una imprese facile ma questo è il metodo che manca …..che è sempre mancato.
L'ACCOGLIENZA DEGLI STUDENTI
Messaggio 93196 del 03.12.2018, 08:54
Provenienza: ITCG CERBONI
STUDENTI DELL'ITCG CERBONI HANNO ACCOLTO A SCUOLA UN TEAM DI BENEFATTORI



Un team di studenti dell'Itcg Cerboni, della terza Tec grafico dei proff. Marco Ciomei e Stefano Tempera, e la dirigente scolastica Grazia Battaglini, hanno accolto venerdì scorso i rappresentanti di enti e associazioni che hanno donato alla scuola di piazzale Buttafuoco a Portoferraio, una serie di porte nuove la piano terza dell'edificio. I ragazzi protagonisti sono stati anche una sorta di troupe tecnica che ha fatto anche il servizio fotografico, vale a dire Aurora Parrini, Nichita Popescu, Martina Michele, Samuel Del Buono, Chiara Carducci e Cesare Paliaga. “ Un simpatico meeting realizzato – spiega la preside- con tanto di brindisi augurale, per ringraziare della generosa offerta che consente a decine di studenti e al personale, di avere, con queste porte nuove un ambiente più accogliente. La donazione – prosegue Battaglini - è avvenuta settimane addietro per l'accoglienza nel nostro istituto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che insieme al ministero della pubblica istruzione e al Quirinale, ha scelto il nostro istituto, per inaugurare l'anno scolastico italiano. Un grande onore. L'intervento di tali enti ha permesso di far vivere meglio il nostri locali alla troupe Rai, agli attori-conduttori dell'evento Insinna, Cortellesi e Gerini e a tutto lo staff del Presidente. Ma poi tale intervento dei donatori sta avendo una preziosa ricaduta nella vita quotidiana della scuola. Siamo molto grati. Le porte nuove sono state realizzate al carcere di Porto Azzurro, grazie alla buona collaborazione esistente col direttore Francesco D'Anselmo, un bel lavoro fatto dalla falegnameria del Forte di san Giacomo, un'opera inoltre e a prezzo calmierato. Ringrazio anche la ditta Bargellini, l'associazione albergatori e altri, perché in tanti ci anno aiutato in quella occasione speciale di settembre”. E i benefattori presenti all'incontro, come documenta la foto gallery, sono stati Giorgio Cuneo per il Rotary club dell'isola e per la Fondazione Elba, la presidente del Soroptimist Laura Marcattilj, la past presidente Doriana Castaldi e la futura dirigente del club al femminile Rossella Celebrini, altro donatore è stata la ditta Ecoclima 2000 di Arvecchi.
"Zio Mauro"
Messaggio 93195 del 02.12.2018, 20:25
Provenienza: Portoferraio
ACQUA, PIOVOSITA', SERBATOI, INVASI.....DISSALATORE....ECC...


alla c.a. dei Naviganti e del Dott. Meneghin,




Sono anni che leggo ed esamino le proposte e i progetti del Dott. Meneghin e rilevo, benché non sia un esperto, quanta sensatezza e fattibilità vi è in quei progetti e nelle esortazioni che lo stesso periodicamente presenta anche su questa piattaforma.
Pensiamo solo alla grande dispersione idrica presente nelle condotte, solo questo giustificherebbe a priori la sistemazione delle stesse, e poi si può procedere a vedere il risultato e le necessità di nuove fonti di approvvigionamento.
Costruire un dissalatore che porterà certamente ad incrementi idrici, ma anche ad inevitabili perdite economiche a carico dei cittadini che si troveranno costretti, non solo a non veder risolto i problema, ma a subire anche rincari tariffari per i costi di gestione a fronte di acqua perduta, è quantomeno non condivisibile, perché non si può aggiungere beffa al danno.
Come elbano sono orgoglioso e non posso far altro che constatare che come tutti gli uomini siamo fatti di terra (e alla stessa inevitabilmente ritorneremo):... e la nostra invero è molto solida poiché e fatta di ferro e di granito, così come sono solide ed irremovibili le nostre scelte.

qui prodest ?

uno qualunque
Messaggio 93194 del 02.12.2018, 19:46
Provenienza: Rio
Due piccioni con una fava.
Per Marco messaggio 93200.
Caro Marco, puoi portare tutti i dati che vuoi comprese le alluvioni semmai ci fossero ma con il genio e la capacità politica del nostro Presidente Rossi e con la sua interfaccia Barbetti è una PARTITA PERSA. Non ci sono riusciti tecnici esperti con dimostrazioni matematiche...... Rassegnamoci al peggio che dovrà venire.

Per Comune di Rio messaggio 93181
Condivido che il Comune di Rio abbia bisogno di amore e dedizione e che personaggi di un certo spessore ma privi di queste qualità, non possano guidare questo paese. Debbo altrettanto dissentire dal fatto che la gente di Rio, da quello che finora ha dimostrato nei suoi comportamenti politici, sia in grado di risolvere da sola ed egregiamente i suoi annosi problemi.
marco
Messaggio 93193 del 02.12.2018, 12:08
per la cronaca: al Perone da luglio sono caduti quasi 800mm di pioggia,HASTA IL DISSALATORE SIEMPRE
X residente
Messaggio 93192 del 02.12.2018, 11:39
Nei 30.000 euro di contributo massimo previsto in favore della proloco non vi sono evidentemente previsti.
Timer.
Oneri di sicurezza per chi ha effettuato il montaggio senza alcun rispetto delle normative vigenti.
Ne tanto meno la riparazione delle strisce di luci che non funzionano.
Siamo alla frutta fortunatamente
residente
Messaggio 93191 del 02.12.2018, 08:13
Provenienza: portoferraio
Sarebbe il caso di reimpostare il timer delle luminarie di Portoferraio:si accendono verso le 19 e si spengono oltre le 8 di mattina
FONDAZIONE ISOLA D'ELBA
Messaggio 93190 del 02.12.2018, 05:54
Marcello Meneghin Scrivi a Marcello Meneghin
Messaggio 93189 del 01.12.2018, 18:07
Provenienza: Mestre
RIFORNIMENTO IDROPOTABILE DELL'ELBA
Riscontro "Elbano" messaggio n. 93157 del 30.10.2018.
A mio avviso la cosa più desolante riguardo il rifornimento idropotabile dell'Isola è il fatto che tutto quello che si fa (dissalatore, nuova condotta sottomarina , rifornimento estivo di emergenza a turni alterni ecc. ecc.) in tutto ciò si esclude a priori l'elemento più importante e cioè il fatto che il problema idrico elbano ha bisogno prima di tutto, qualunque sia la soluzione definitiva (lo ripeto qualunque sia la soluzione definitiva) di un grande serbatoio in quanto questa è l'unica struttura che può rimediare alle enormi differenze tra estate e il resto dell'anno che ci sono sia sui consumi idrici e sia sulla disponibilità d'acqua. Ignorare tutto ciò è la dimostrazione inoppugnabile che il problema non sarà mai risolto. Mai!
X Comune di Rio
Messaggio 93188 del 01.12.2018, 17:39
Dopo tutte le altre notizie, l’ultima! Sei mesi di blocco edilizio con la delega che mantiene il Sindaco Corsini.
Una cosa inaccettabile che neanche l’opposizione fa risaltare.
Chiedo: ma dopo tutti questi default amministrativi non sarebbe meglio che molto serenamente il dott. Corsini desse le dimissioni?
Il dott. Corsini è abituato a maggiori esperienze è un grande avvocato, ha fatto l’assessore in città molto più grosse, non ha tempo per Rio che invece ha bisogno di cura e amore per consolidare l’unione e tante tante piccole soluzioni di problemi ancora da risolvere. Il dott Corsini farebbe un’ottima figura ad andarsene fin da subito.
La popolazione capirebbe e non avrebbe danni per ulteriori quattro anni.
Il dottor Corsini si potrebbe interessare interamente all’avvocatura e al completamento della Pedemontana, opere ben più importanti e di sostanza e libererebbe dignitosamente il Comune di Rio che è particolarmente bisognoso di cura e affetto in questo momento.
E poi chissà, potrebbe avere altri incarichi, penso a Commissario del ponte Morandi o al raddoppio dell’autosole e potrebbe godersi in pace i pochi giorni di vacanza nella sua Cavo, senza imbarazzo. Segua questo consiglio, dott Corsini, non si lasci travolgere da un euro e cinquanta di aumento del contributo di sbarco per quattro mesi. Questi piccoli problemi li lasci ai nativi e a coloro che sanno come fare.
Francesco Semeraro Scrivi a Francesco Semeraro
Messaggio 93187 del 01.12.2018, 17:09
Provenienza: Portoferraio
x "Un Campese" Mess.93179 del 30.11.2018

Come vedi la nostra situazione sanitaria è tragica in tutti i settori e servizi. Presto vi chiameremo a una assemblea per decidere se fare una grossa protesta perchè le responsabilità non è solo dell'Azienda Sanitaria e della Regione ma sopratutto della politica Elbana che sulla GAT si stanno scannando e spellando mentre per la salute pubblica non se ne parla. Ricordo che in campagna elettorale anche il tuo attuale Sindaco diceva che come punto fermo della sua Amministrazione se fosse stato votato era quello di garantire per i Campesi e gli Elbani una degna e autonoma sanità pubblica.

Prima di prenotare una risonanza magnetica dal privato vai al CUP di Portoferraio con l'impegnativa per verificare con gli operatori allo sportello se il tuo esame rientra in quelli conferiti in convenzione ad un centro medico Elbano. Purtroppo nessuno informa le convenzioni che l'ASL assegna a privati (e sono un buon numerro) a pari costo del Tiket. E' un mistero.

Francesco Semeraro
x "Zio Mauro"
Messaggio 93186 del 01.12.2018, 15:57
Provenienza: turista
A scuola mi hanno insegnato che la spigazione di cui chiedi è grammatica.... coniugazione del verbo mangiare...LORO MANGIANO.
"Zio Mauro"
Messaggio 93185 del 01.12.2018, 14:46
Provenienza: Portoferraio
CONTRIBUTO DI BONIFICA....MA QUANTO MI COSTI ?

ho preso le bollette del Contributo di bonifica degli ultimi 9 anni dal 2009 al 2018, e preciso che vivo in centro città in un appartamento.
Non evidenziando tante sentenze che giustificano la tassa nel caso in cui vi sia un beneficio diretto per il cittadino (anche se vi sono pronunzie differenti che lo giustificano), ma limitandomi agli importi che ci troviamo costretti a pagare, ho fatto un semplice calcolo sugli incrementi della "Tassa sui fossi" negli ultimi 9 anni:

2009............euro 23,25;
2018............euro 38,45.

incremento del 60,47 %............6,72% di media annua: ....PIU' DELL'INFLAZIONE E PIU' DEL BLOCCO DEGLI STIPENDI PUBBLICI DEGLI ULTIMI 10 ANNI.

Chi desidera essere così cortese da spiegare il perché di questo notevolissimo incremento farebbe cosa gradita, considerando anche che i fossi non sono così certamente manutenuti in maniera ottimale?




Mostra Mercato
Messaggio 93184 del 01.12.2018, 12:22
MOSTRA MERCATO E HOBBY CREATIVI




Una mostra mercato degli hobby creativi sarà organizzata in Piazza Marinai d’Italia sabato 22 dicembre, dalle ore 10 alle 20. Venticinque bancarelle con l’esposizione dei prodotti provenienti dalle attività più disparate, dal cucito, alla lavorazione del vetro, ai bijoux solo per elencarne alcune, vivacizzeranno l’iniziativa del comune di Portoferraio in collaborazione con la Pro Loco. “Si tratta di una idea partita dai cittadini e da alcuni commercianti – fa sapere l’assessore Laura Berti, che segue l’iniziativa – con lo scopo di valorizzare anche questa zona della città nel periodo natalizio. Sarà una ottima occasione per vivere Portoferraio sotto un’altra luce nel periodo delle feste; ringrazio quindi fin d’ora tutti coloro che collaborano con l’organizzazione insieme ai cittadini e a tutti coloro che parteciperanno, come espositori e come semplici visitatori”.
Paolo Crifini Scrivi a Paolo Crifini
Messaggio 93183 del 01.12.2018, 12:22
Provenienza: Isola D'Elba
G.A.T e promozione turistica:
Da diversi giorni su Camminando si parla dell’aumento della tassa di sbarco da 3,5 € a 5 €. Aumentare la tassa di sbarco per aumentare la promozione turistica da parte della conferenza dei sindaci. Barbetti ha fatto presente che se non si aumenta la tassa di sbarco cmq non si diminuisce la quota per la promozione di 1.400.000 €. Di Quale promozione si parli non è dato saperlo, come non si a consuntivo delle campagne pubblicitarie fatte dai comuni gli scorsi anni. Tenendo presente che la promozione per l’Elba viene già fatta da: Tour Operator, Agenzie di viaggio, Associazione Albergatori, Regione, Provincia, Hotel etc. Tutti molto preparati allo scopo. Non sarebbe enormemente più utile che i sindaci pensino a far il loro mestiere e diano delle vacanze più serene ai visitatori? Da un piccolo sondaggio fatto fra visitatori affezionati all’Elba risulta che l’Isola e diventata meno attraente per i seguenti motivi: Traffico insopportabile (specie su Portoferraio in arrivo e in partenza), strade piene di buche e insicure specie per i motociclisti (appassionati dell’Elba), Impossibilità di parcheggiare presso le spiagge, servizi pubblici di trasporto a terra non pervenuti, attività extra spiaggia inesistenti. Queste sono le carenze principali, lamentate da chi viene sull’isola tutti gli anni, e a visto il degrado continuo della vivibilità quotidiana. Mi chiedo, ma i sindaci invece di fare i pubblicitari, perché con la tassa di sbarco non mettono a posto le strade, fanno i parcheggi per le spiagge e nei paesi, puliscono le strade, creano eventi, risolvono il problema degli sbarchi (magari sfruttando meglio i porti di Cavo e Rio Marina) o imponendo un minor trasporto sulle navi. (Quando arriva una Moby con 500 auto, la Blu Navy con 220 auto, l’Elba Ferri con 200 auto e una Toremar con 120. Su Portoferraio sbarcano più di mille auto in un ora, le strade di Portoferraio non reggono un tale traffico). Perché non organizzare navette per le spiagge e per gli altri paesi. Insomma ognuno faccia il suo, chi è preposto per far arrivare i turisti faccia la promozione, chi ha il dovere dell’ospitalità territoriale faccia trovare l’isola in ordine. Se dopo aver asfaltato e pulito le strade, fatto i parcheggi, organizzato eventi, aperto musei e parchi. Si dicesse agli ospiti “tutto questo è stato fatto con la tassa di sbarco” i primi a complimentarsi ed ad apprezzare la cosa sarebbero proprio loro. Quindi perché non farlo? Giusto! dimenticavo questi miglioramenti del territorio sarebbe sotto gli occhi di tutti gli elbani. La promozione sfugge al controllo. Come ha raccontato spesso la cronaca con i pubblicitari si fa spesso tanto nero per finanziare eventi strettamente personali.
Paolo Crifini
PASQUALE SCOPECE Scrivi a PASQUALE SCOPECE
Messaggio 93182 del 01.12.2018, 12:02
SEGNALETICA ABBANDONATA NELLO STALLO DISABILI



Lo scrivente Pasquale Scopece vi fa presente che da oltre 20 giorni permangono abbandonate le segnaletiche nell'area di sosta dei disabili che precedentemente vi erano vicino il supermercato.
Il tutto fa occasione al furbetto ma impedisce chi ne ha diritto perché non permette il parcheggio idoneo all'apertura della portiera.

Portoferraio lì I° dic-2018
F/to

PASQUALE SCOPECE
Per Legambiente bis
Messaggio 93181 del 01.12.2018, 10:10
Provenienza: Lepre di miniera



Quando avrete finito di pensare ai rottami del ponte di vigneria e ai privati che ristrutturando, con quattrini loro, ruderi pericolanti. Quando avrete ottenuto maggiori vincoli contro i cittadini elbani. Quando non ci saranno più moto nei sentieri. Se trovate un minuto da spendere contro la caccia abusiva, forse io e i miei leprotti avremo un futuro. Grazie e scusate il disturbo.
Contributo di bonifica
Messaggio 93180 del 01.12.2018, 09:07
Provenienza: Elba, Toscana, Italia: speriamo sempre che non piova troppo ...
Ieri ho pagato l'ennesimo balzello, quello del contributo di bonifica anno 2018, comunque non mi pare che abbiano pulito granchè alla fine dell'estate in vista delle piogge dell'autunno e dell'inverno, d'altronde nemmeno i privati puliscono i fossi dei loro terreni, si vive alla sperando che non piova mai troppo, oppure pensando alle fatalità, tanto se piove allaga lo stesso anche se pulisci, se l'acqua scarseggia la papera non galleggia ... qua qua ... questo e’ il ballo del qua qua e di un papero che sa fare solo qua qua qua ...
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA