Page 2/1199: [] [1] (2) [3] [4] [5] [6] [7] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
Seccheto
Messaggio 89795 del 19.04.2018, 08:50
Provenienza: Seccheto
Buongiorno perché non si interviene radicalmente anche per i cinghiali che distruggono tutto? Eppure sono razza alloctona come le pernici e i fagiani di Pianosa!
Maurizio Ballarini
Messaggio 89794 del 19.04.2018, 06:24
Provenienza: Per ma fatemi il piacere
Dall’alto di quale esperienza e pulpito affermi che chi va ai giochi delle isole è solo perché il genitore paga? Ne sei proprio sicuro o spari cazzate così tanto per dire? Propendo decisamente per le seconde, c’è sempre la tendenza ,tipica locale, che qualcuno apra bocca su tutto senza sapere neanche di cosa parla, basta dire qualcosa per dare fiato ai polmoni e soprattutto per andare contro. Vorrei sapere visto che non hai il coraggio di firmarti, chi sei e soprattutto cosa fai nella vita. Te sai come sono state fatte le selezioni? Sai che molti dei ragazzi che partecipano si stanno facendo onore nel loro sport, alcuni anche con risultati eccellenti? Sai dell’impegno profuso dalle società sportive per poter partecipare? Te non sai un cazzo! E allora devi stare zitto/a e fare qualcos’altro invece che digitare sulla testiera di un computer! P.s: caro Faber sai perfettamente che leggo il tuo blog , ma che raramente mi esprimo. Oggi non ho potuto farne a meno, non sopporto chi vuol credere di sapere tutto ed è bastian contrario sempre. Scusami per i toni un po’ accesi Maurizio Ballarini
Lupi simone
Messaggio 89793 del 18.04.2018, 17:38
La sinistra di riomarina visto che la elogiate tanto sarebbe meglio che si mettessero a cuccia come i cani visto che in tutti questi anni soni riusciti ad affondare un paese visto che in precedenza hanno distrutto il cavo economicamente e grazie AL BOSI IN QUESTI ANNI SONO RIUSCITI AD ALZARE UN PO LA TESTA, poi voi volete rappresentare il Pd il partito che per anni hanno fatto gli interessi delle banche e non quello degli operai sicche visto i vari personaggi all interno del pd sarebbe meglio che cambiate bandiera visto che il Pd ha fatto piu fusioni loro che l altoforno di Piombino
MAURO CASTALDI
Messaggio 89792 del 18.04.2018, 17:08
Provenienza: Portoferraio
UTILIZZIAMO PER RACCOGLIERE LE FIRME DELLA PROPOSTA DI LEGGE SULL’INSULARITA’ I SERVIZI DEMOGRAFICI:


Come addetto ai lavori e Delegato sindacale UIL/FPL in relazione ad articoli apparsi in questi giorni sulla stampa locale desidero fare alcune considerazioni per un’attenta riflessione sullo stato delle cose.
In primo luogo desidero portare all'attenzione dei lettori le Funzioni di massima e non certo esaustive dei Servizi Demografici dove operano quei lavoratori conosciuti come quelli che fanno "solo" i certificati:
L’attivita’ istituzionale di competenza dello Stato, con lo svolgimento di tutta l’attivita’ delegata dal Governo ai Comuni per quanto riguarda la funzione elettorale sotto il controllo della Prefettura, la statistica comunale sotto il controllo e la direzione dell’Istat, la gestione dei movimenti dello stato civile delle persone sotto il controllo della Prefettura, la gestione dei movimenti della popolazione in citta’, in Italia, all’estero, la gestione delle liste di leva da tenere sempre pronte per una eventuale nuova coscrizione militare.
In particolare, ed in maniera non esaustiva, il personale effettua i compiti di : gestione sportello anagrafico in front office con la cittadinanza per carte d’identita’, certificazioni, variazioni indirizzo, immigrazioni, emigrazioni, irreperibilita’, aire (anagrafe italiani residenti all’estero), gestione stranieri comunitari ed extra-comunitari, passaggi di proprieta’ beni mobili registrati, gestione senza fissa dimora, gestione anagrafe temporanea, gestione convivenze (in strutture militari ed altro), gestione movimenti anagrafici su portale ina/saia, punto fisco, trasmissione giornaliera dei dati al Centro Nazionale Trapianti sulla Donazione di Organi, statistica anagrafica, comunicazioni periodiche giornaliere e mensili ad enti vari, corrispondenza su richieste di terzi, gestione numerazione civica su variazioni toponomastiche, gestione diritti riscossi allo sportello, gestione predisposizione ANPR (nuova Anagrafe Centralizzata), gestione consultazioni elettorali periodiche con revisioni elettorali straordinarie, gestione revisioni elettorali con n. 2 dinamiche ordinarie e n. 2 semestrali, gestione liste aggiunte europee, comunali, Trento, Bolzano, Val d’Aosta, gestione albo scrutatori, gestione albo presidenti di seggio, gestione albi giudici popolari, gestione interdizioni temporanee e perpetue dal pubblici uffici, gestione statistica elettorale, gestione albo pretorio per pubblicazioni di matrimonio, gestione registri di stato civile, matrimonio, nascita, morte (cremazioni, ecc…), cittadinanze, unioni civili, cessazione matrimonio con divorzio e modifiche dello stesso di fronte all’u.s.c., gestione DAT (testamento biologico), gestione rapporti con consolati ed ambasciate, gestione atti di stato civile formati all’estero, gestione certificazione di stato civile, statistica di stato civile, decessi casellario centrale Roma , decessi p5, gestione rilevazioni varie, gestione censimenti nazionali della popolazione, dell’industria, dei servizi, delle istituzioni pubbliche, dell’agricoltura, indagini multiscopo, eusilc, forza lavoro, salute, numeri civici, eup, consumi delle famiglie, trasmissione statistiche agli uffici comunali del settore interessato, schede mensili statistica regionale sistan. gestione delle liste di leva, gestione ruoli matricolari, informatizzazione registri di stato civile e prosecuzione allineamento codici fiscali e anagrafe con correzione anomalie per a.n.p.r. (anagrafe nazionale popolazione residente), gestione e sviluppo c.i.e. (carta d’identita’ elettronica), ecc……ecc…..ed anche : su delega sindacale autenticazioni firme e verifica iscrizioni nelle liste elettorali su referendum e petizioni popolari su proposte di legge.
A questo punto vediamo cosa precisano le istruzioni operative con le “ note operative dettagliate” del comitato promotore per l’insularita’:
“ 1. I moduli per la raccolta delle firme devono essere vidimati dalle Segreterie comunali o dalle cancellerie del tribunale o della Corte d'appello (spazio in alto a destra del frontespizio). La vidimazione di solito non avviene "istantaneamente". Per cui è utile concordare tempi e percorso con gli uffici preposti.
2. I moduli vidimati nel comune XXXXX possono essere utilizzati solo per raccogliere le firme nel comune XXXXX ma non nel comune YYYYYY. Viceversa, i moduli autenticati dalla cancelleria della Corte d'Appello potranno essere utilizzati nell'ambito dell'intera circoscrizione della stessa (di solito coincide con la Regione).
3. Quando si fanno tavolini bisogna chiedere per tempo l'autorizzazione per l'utilizzo del suolo pubblico ed è necessaria la presenza al tavolino della persona che è autorizzata alla raccolta delle firme.
4. Le firme possono essere autenticate da notai, cancellieri, segretari comunali, e anche dagli organi politici locali (presidenti delle province, sindaci, assessori comunali e provinciali, presidenti dei Consigli comunali e provinciali, presidenti e vicepresidenti dei Consigli circoscrizionali, consiglieri comunali, provinciali e metropolitani).
5. IMPORTANTE: si ribadisce che il consigliere comunale del comune XXXXX nel proprio territorio PUÒ autenticare anche la firma di un cittadino del comune YYYYY (vale a dire di qualunque cittadino che sia iscritto nelle liste elettorali di un comune italiano).
6. II consigliere:
A. deve avere preventivamente comunicato al sindaco o presidente la disponibilità ad effettuare le autentiche per la proposta di legge popolare;
B. può autenticare solo nell'ambito del territorio del comune o della provincia in cui è stato eletto. In calce al modulo bisogna infatti indicare il luogo e la data nel quale le firme sono state apposte e autenticate;
C. è bene che si doti del proprio timbro personale (con nome, cognome e incarico: "Il consigliere comunale") e del timbro tondo del suo ente (comune, provincia o Città metropolitana), che devono essere apposti nei relativi spazi.
7. Man mano che i moduli vengono riempiti si può procedere all'autentica delle firme (in calce ai modulo), prestando attenzione a non scrivere nulla nello spazio riservato al comune per la certificazione, riservato all'Ufficio elettorale del Comune
8. IMPORTANTE: SI RIBADISCE che le firme - un volta autenticate - devono essere certificate dal Comune nelle cui liste elettorali sono iscritti i firmatari. É NECESSARIO PERTANTO CHE LE FIRME Dl CIASCUN MODULO SIANO SOLTANTO DI ELETTORI Di UN UNICO COMUNE. i moduli autenticati devono infatti essere portati al comune di residenza dei cittadini sottoscrittori (Ufficio elettorale), il quale provvede a CERTIFICARLI scrivendo nell'apposito spazio a fianco di ciascun nominativo il numero di iscrizione nelle liste elettorali.
9. Una volta certificati, i moduli devono essere ritirati e conservati in attesa di essere inviati ai Comitato promotore."

In conclusione, quello che preme sottolineare, in relazione a quanto sopra delineato, e’ che l’attivita’ principale dei servizi demografici (nella stragrande maggioranza dei servizi dei piccoli e medi comuni dove il poco personale, in relazione a tutti i compiti visti sopra, svolge tutte le funzioni), consiste nell’individuazione trascrizione e/o certificazione della presenza nelle liste elettorali dei sottoscrittori delle liste. Tale precipua attivita’ e’ esclusiva e specifica, le altre attivita’, non esclusive, se richieste in maniera massiccia, potrebbero portare a grossi disagi per gli utenti e paralizzare la principale attivita’ istituzionale alla quale sono preposti gli uffici demografici. Analoga considerazione potrebbe essere fatta per le Cancellerie. Quindi, perche’ non andare dal giudice di pace o in tribunale, e da altri soggetti pubblici abilitati?
Tenuto conto anche delle carenze di personale negli uffici demografici ed altri uffici pubblici legittimati a livello nazionale, come le Cancellerie, non a caso sono previste tutta una serie di figure politiche per fare cio’ presso i banchetti posizionati dai comitati promotori delle iniziative.
Comunque, come sempre in prima linea, i Servizi Demografici, non si tirano mai indietro e si fanno sempre carico di risolvere il problemi delle persone che si rivolgono a loro, senza mai promettere.
Ringraziando

Mauro Castaldi Delegato UIL/FPL Comune di Portoferraio
Pianosa bum bum
Messaggio 89791 del 18.04.2018, 16:50
Provenienza: Elba


I signori del parco continuano a voler giustificare l'uccisione di animali sull'isola di Pianosa , animali che mai avevano sentito uno sparo o l'abbaiare di mute di cani sul loro territorio, tutto ciò segnalato nuovamente dall'ASS.per la Difesa di Pianosa.
Che in ragione della scienza, a volte non é esatta, si é permessa una carneficina di animali che nulla avevano fatto di male all'ambiente non credo che abbia giustificazione .
Per esempio, per assurdo, mangiamo patate, pomodori ,granoturco che certamente non sono autoctoni senza nessun problema, però si sono preoccupati delle pernici e dei fagiani per non parlare della lepre che prima gli é stata data la caccia e poi si sono accorti che era rara.
Mi spiace per voi ma non sono e non sarò mai d'accordo ad un sistema così traumatico in onore della specie .
Ricordatevi che siete umani e non "DIO".
Lupi simone
Messaggio 89790 del 18.04.2018, 13:53
Se qualcuno pensa che io le faccio le mie scuse perche si è sentito toccato si sbaglia , visto che per qualcuno sono diventato l argomento del giorno chi si sente toccato vuol dire che ha la coscienza sporca a differenza di me che riesco sempre a camminare a testa alta perche non ho toccato nessuno in personale anzi ho difeso arrivati a questo punto visto che si e sentito offeso agiro per via legali visto che per conto terzi ha offeso la mia persona dopo di che annuncero a giorni la famosa bumbum
A proposito di nomi Lista Corsini
Messaggio 89789 del 18.04.2018, 13:15
....Sarebbe possibile sapere chi è quel personaggio che è diventato simpatizzante e,forse,elettore, del M5S(ma non "iscritto" sicuramente) che proviene da mille partiti,candidato nella lista Corsini?
Sicuramente nelle elezioni comunali gli elettori non guarderanno certamente l'appartenenza politica/partitica ma bensì nella serietà,onestà,capacità dei candidati.....a parte ovviamente quelli dello zoccolo duro che ci sono nei partiti tradizionali......e che,guarda caso,nelle elezioni politiche sono stati bastonati sonoramente....
Comunque mi auguro che si parli di "cose da fare per il nuovo RIO" piuttosto che pettegolezzi su questo o quel candidato....
Comunque,ritornando al candidato in questione,non credo proprio che possa "contare ed accaparrarsi tutti i voti dei 5S" ANZI..........
Uno dei 600 elettori 5S..CIAO
Per Marco Corsini
Messaggio 89788 del 18.04.2018, 12:48
Provenienza: Rio Nell'Elba
Premetto di non conoscerla personalmente e di basarmi sulle belle parole sentite da amici e conoscenti riguardo la Sua persona. In un momento storico tanto difficile per il nostro paese che, per scelta di pochi, è stato sottomesso più che annesso a quella che, non molti anni fa, era la propria frazione, sarebbe opportuno avere un Sindaco equidistante dai due campanili, una Giunta equidistante dai tre schieramenti politici ed un Consiglio Comunale equidistante dalle precedenti Amministrazioni dei due defunti Comuni. In poche parole la Sua figura sarebbe perfetta per rappresentare tutto questo, purché convinca, alcuni dei Suoi, a fare non uno, ma almeno quattro passi di lato. La sinistra di Rio Nell'Elba potrebbe appoggiare e votare una Sua lista, nonostante il suo curriculum parli di uno di destra. La sinistra di Rio Marina potrebbe fare altrettanto. Sarebbe l'uomo giusto al momento giusto se trovasse il coraggio di pretendere persone nuove. Gli stessi elettori pentastellati potrebbero riconoscere in Lei una figura nuova. Ci pensi, non ripeta gli errori che sta facendo Salvini che dice di rappresentare il nuovo e di voler cambiare l'Italia e va a braccetto con chi l'ha sfasciata. Buon vento
Chi sà perché
Messaggio 89787 del 18.04.2018, 12:33
Provenienza: Elba
E' accaduta una cosa molto strana..... Legambiente ha criticato con veemenza un bando di gara fatto dall'ente parco arcipelago toscano.
Quindi si capisce che é molto attenta ciò che l'ente fa e dispone.
Ma nulla ha detto sulla presenza di cacciatori con cani sull'isola di Pianosa...
Quale sarà il perché di tutto ciò ????
Ai posteri l'ardua sentenza
ESA Servizi ambientali
Messaggio 89786 del 18.04.2018, 12:31


A pochi giorni dall’emanazione dei nuovi indirizzi di gestione dei rifiuti della Regione Toscana, l’Isola d’Elba, prosegue il suo percorso di eccellenza ambientale con l’intento di allinearsi presto ai nuovi obiettivi di riciclo richiesto dalla Regione : 70% da raggiungere entro il 2020, quindi domani, soprattutto puntando ai sistemi di raccolta porta a porta, alla chiusura del ciclo di gestione con il compostaggio della frazione organica, al riutilizzo delle materie prime seconde ottenute dalla selezione della carta, vetro, legno e gli altri materiali nobili di cui ogni giorno ci disfiamo, ma che preziosamente possono tornare nel ciclo produttivo industriale.
Dopo l’avvio del porta a porta in una nuova porzione del comune di Portoferraio, avvenuta il 4 aprile, è ora la volta del Comune di Campo Elba, che nell’incontro tra amministrazione, cittadini ed ESA del 13 aprile, ha stabilito l’estensione del sistema porta a porta su altre importanti frazioni del Comune.
Gli abitanti dell’isola stanno rispondendo al cambio di abitudini sui rifiuti in modo sorprendente, le raccolte nei nuovi territori, danno risultati di purezza, per singola frazione, intorno all’80% e a breve potremo comunicare i primi risultati in termini di differenziata.
Ad aumentare le possibilità di buona gestione arriva dal Comune di Campo nell’Elba un’altra importante notizia.
L’amministrazione campese ha affidato ad ESA spa la gestione dell’Ecocentro del “Vallone” a Campo nell’Elba.


Nella nuova gestione ESA, che partirà nell’immediato, l’ecocentro servirà da aiuto e da supporto per tutti gli abitanti del comune, che lì potranno conferire materiali ingombranti, tagli di giardini, sfalci e potature, elettrodomestici ed altri rifiuti elettrici ed elettronici e tutti gli altri rifiuti assimilati agli urbani.
Inoltre l’Ecocentro gestito da ESA, grazie agli orari di apertura che saranno appositamente studiati, sarà di aiuto anche per chi frequenta il Comune con orari o giorni che rendono difficoltoso conferire i rifiuti secondo il calendario del porta a porta.
All’Ecocentro sarà possibile rifornirsi dei kit necessari alle raccolte e si potranno ricevere tutte le informazioni utili alla differenziazione dei rifiuti.
L’Elba, prima fra le piccole isole per patrimonio culturale ed ambientale, punta ad ottimizzare i servizi di raccolta dei rifiuti, e a perseguire uno sviluppo che, anche attraverso la raccolta differenziata, raggiunga i massimi livelli di sostenibilità per un territorio di grande pregio e al contempo di fragilità, conseguendo benefici ambientali, sociali ed economici per cittadini, operatori economici e turisti.


Elbana Servizi Ambientali SpA
Italia Nostra Arcipelago Toscano
Messaggio 89785 del 18.04.2018, 12:25
L’INTERPRETAZIONE DELL’ACQUA NEI BENI CULTURALI DELLE NOSTRE ISOLE FORTUNATE COINCIDENZE ED ESEMPI


In modo non concordato, con tempi e modalità diverse, è interessante constatare che il tema dei “luoghi d’acqua” è indirettamente protagonista dei quattro progetti ART BONUS esistenti nella provincia di Livorno, e non solo. Art Bonus: un credito d’imposta (65%) per le erogazioni liberali in denaro a sostegno della cultura e dello spettacolo, cioè uno strumento a sostegno del mecenatismo culturale.
Mare, fontane, fontanelle e cisterne:
 Il restauro delle cisterne della Villa romana delle Grotte, iniziato grazie alla sponsorizzazione ASA SpA per la redazione delle indagini archeologiche e architettoniche. Le cisterne sono la chiave di lettura nella costruzione di un complesso residenziale elegante e imponente, dotato di terme private, di grotte e ninfei, piscine e giochi d’acqua (presentato sabato scorso al Museo Etrusco di Populonia* da Fondazione Villa romana delle Grotte);
 Il restauro della fontana di Villa Henderson, Museo di Storia Naturale del Mediterraneo a Livorno, che, è stato commentato, aveva precedentemente ricevuto un contributo di ASA SpA (presentato sabato scorso al Museo Etrusco di Populonia, relatrice l’archeologa Carolina Megale);
 Il restauro di due fontane nelle Residenze Napoleoniche elbane, a cura del Polo Museale della Toscana (presentato sabato scorso al Museo Etrusco di Populonia, relatore il dott. Fabrizio Vallelonga per Art Bonus del MiBact);
 Il restauro della chiesa di Sant’Antonio a Capraia, che ogni anno riceve come contributo la quota delle iscrizioni alla regata velica Mini-Giraglia di maggio organizzata dalla Lega Navale Italiana di Capraia (presentato sabato scorso al Museo Etrusco di Populonia da Italia Nostra Arcipelago Toscano con “Arcipelago Cultura” su delega di entrambe le associazioni).
Al di fuori della provincia di Livorno, riveste fondamentale importanza per la storia di Cosmopoli anche la statua di Nettuno, di Bartolomeo Ammannati, davanti a Palazzo Vecchio, commissionata per esaltare i gloriosi traguardi marinari del Granducato. Si legge nella scheda Art Bonus del Comune di Firenze: “La figura di Nettuno, che riprende i tratti di Cosimo I de’ Medici si erge su di un piedistallo decorato con le statue di Scilla e Cariddi al centro della vasca ottagonale che contiene i quattro cavalli del cocchio. Ai suoi piedi stanno tre tritoni intenti a suonare delle tibie che zampillano acqua. Agli angoli della vasca sono presenti i gruppi di divinità marine, ciascuna delle quali ha ai piedi un corteo di ninfe, satiri e fauni in bronzo realizzati da Giambologna.”
Si segnala infine, ma non ultima, una ricerca sulle cisterne e fontanelle di Cosmopoli per il gemellaggio tra scuole nell'ambito de “I Medici: Ritratti, Ville e altri Itinerari Medicei in Toscana”, progetto presentato al Salone Mondiale Turismo UNESCO, adottato da Toscana Promozione Turistica e veicolato da Italia Nostra Toscana. Sulla pagina Facebook della scuola si legge che “le classi 2B e 2D della scuola media di Portoferraio hanno partecipato ad un incontro di presentazione dei progetti. Nella splendida cornice della Villa medicea di Cerreto Guidi, alla presenza dei sindaci di Cerreto e Vinci, degli assessori alla cultura e della referente del progetto, prof.ssa Patrizia Vezzosi, i ragazzi hanno presentato i loro lavori sulle risorse delle fortezze medicee, piante ambiente e acqua. Una giornata importante e molto partecipata, che ha visto protagonisti i nostri ragazzi e che vedrà i ragazzi di Cerreto nostri ospiti. Docenti: Contiero, Rossi, Calonaci e Anselmi.”

*Nota: La giornata di studio di Populonia è stata organizzata sabato 14 luglio da Lions Club Piombino, Museo Etrusco di Populonia Collezione Gasparri, Castello di Populonia, Sistema dei Musei e Parchi della Provincia di Livorno, Ordine dei Dottori Commercialisti e Esperti Contabili di Livorno, Associazione Culturale Past in Progress, Città e Territorio.
ma fatemi il piacere
Messaggio 89784 del 18.04.2018, 11:05
Qualcuno ha detto che i giochi delle isole servono a far risaltare i valori dello sport. Complimentoni. In gran parte dei casi ci va infatti chi è meno bravo e la famiglia tira fuori i soldi e non ci va chi è più bravo ma la famiglia non può o non vuole pagare una cifra non certo insignificante per molti bilanci familiari. W lo sport, ma non questo.
Paura?Nomi nuovi?
Messaggio 89783 del 18.04.2018, 08:23
Provenienza: 5stelle?
Coi noi che stanno circolando, la.lista Corsini, è nuova quanto le navi della Moby. Va bene che stucco e pittura fan miracoli ma mica siamo fessi. Ricordati che lo statuto del movimento cinque stelle ha tra i punti fondamentali il vincolo dei 2 mandati. Te che scrivi saresti al quinto. Sei partito dai DS, per passare a Forza Italia, poi all'UDC, poi con la Meloni. Ora dovresti rappresentare i 5 stelle? Corsini, insieme a voi, non fa paura nemmeno ai bimbi. Dovrete contentarvi dei vostri 600 voti. A tra 5 anni.
ELBA RUGBY Scrivi a ELBA RUGBY
Messaggio 89782 del 18.04.2018, 06:47
Provenienza: ELBA RUGBY
XIV TROFEO PESCIOLINO



Sabato 21 e Domenica 22 Aprile torna in scena all’Elba una delle più belle manifestazioni sportive dell’anno il Trofeo Pesciolino. L’evento nato per commemorare la prematura scomparsa di Andrea Scagliotti “JUBA” tiene fede ogni anno di più al suo intento, ricordare e rinnovare l’impegno nel diffondere la disciplina e i valori del rugby nei giovanissimi. Quattordicesima edizione ma l’entusiasmo e l’impegno per la Società Elba rugby con il Comitato organizzatore sono sempre quelli della prima volta, eppure il Torneo ormai è conosciuto in tutta Italia e la corsa alle iscrizioni sottolinea sempre di più, quanto le società rugbistiche nazionali, tengano ad essere presenti. Arriveranno sulla nostra isola più di 1300 persone tra atleti, allenatori e genitori appartenenti a Società provenienti dal Veneto, Lombardia, Lazio, Piemonte, Emilia-Romagna e Toscana con una cinquantina di squadre dalla Under 6 alla Under 14 pronte a vivere una due giorni di gioco e di svago. L’appuntamento inizia con l’Under 14 il sabato sul Campo di San Giovanni dalle 09.30 con le gare eliminatorie e dopo il Terzo Tempo le finali e premiazioni. La domenica con lo stesso orario suddivisi tra il Carburo, che ospita il Rugby per l’occasione, e l’ A. Scagliotti si disputeranno le gare delle categorie propaganda che si riuniranno per la festa finale con il tradizionale Terzo Tempo e per la premiazione nelle strutture di San Giovanni.
Corsini fa paura!!!!
Messaggio 89781 del 17.04.2018, 20:00
Leggo sempre più spesso le solite manine che stanno attaccando ironicamente il Corsini . Paura?
Certamente i soliti noti stanno cercando di sollevare polveroni a fronte di nomi nuovi che stanno cercando di candidarsi a Rio.
Paura?
E cosa succederà adesso che sta per arrivare una lista dei 5 Stelle
Paura?
È finita l’era del Bosi e del Canovaro
Basta . Nomi nuovi . Aria nuova
Paura?
BICI IN CONTROMANO-CAPOLIVERI-
Messaggio 89780 del 17.04.2018, 18:53
Provenienza: CAPOLIVERI
I lavori di riqualificazione di via Mellii e XXV luglio a CAPOLIVERI, pare siano in fase di ultimazione. Da un sopralluogo da me fatto, sembra che i marciapiedi oltre che più grandi, non saranno più al pari del manto stradale, visto che il vecchio asfalto è stato totalmente tolto, per cui le bici che percorreranno le due strade in senso contrario, saranno ancora un pericolo per chi invece le usa in modo corretto, oltre per chi invece continuerà a non rispettare il codice della strada. Fino ad oggi non è accaduto niente di grave, mi auguro che non accadrà mai, ma secondo il mio modo di vedere, è solo questione di tempo, purtroppo.
Rotary Club Isola d’Elba
Messaggio 89779 del 17.04.2018, 13:33
XXXVI° ROTARY YOUTH LEADERSHIP AWARDS




Si sono aperti ufficialmente alla presenza di numerose autorità civili e militari i XXXVI Rotary Youth Leadership Awards dal tema "Industria 4.0: la nuova sfida per i giovani. Pronti, via". Dopo i saluti del Governatore del Distretto 2071, Prof. Giampaolo Ladu, del Distretto 2072, Maurizio Marcialis, del Presidente del Rotary Club Isola d'Elba, Giorgio Cuneo e del Sindaco di Portoferraio, Mario Ferrari, sono stati premiati i ragazzi dei sei Istituti che hanno partecipato al concorso Legalità e cultura dell'Etica "Illegalità Ambientale: aria, acqua, suolo beni comuni. Proteggerli significa proteggere il nostro futuro". Erano presenti i Dirigenti Scolastici ed i premi sono stati assegnati dalle autorità militari e civili presenti. Al termine della cerimonia, gli 88 ragazzi selezionati si sono presentati e nel pomeriggio hanno assistito alla conferenza del Prof. Giovanni Padroni dal titolo "Sfide e opportunità nei processi di cambiamento tecnologici e socio-economici", cui sono seguite ben 3 ore di question time. Il Congresso terminerà il prossimo sabato.
op. turistico
Messaggio 89778 del 17.04.2018, 09:57
Provenienza: portoferraio
scusate ma i turisti che vanno in affitto negli appartamenti , come fanno a buttare la spazzatura , se e' e tutto porta a porta ,
loro il kit non c'e l'hanno
Michelangelo Zecchini
Messaggio 89777 del 17.04.2018, 09:23
LA NAVE DI CAVOLI, LUSSUOSA SCULTURA DI 2.000 ANNI FA



MARINA DI CAMPO – Le cave di granito e i numerosi e considerevoli semilavorati, presenti un po’ dappertutto nel versante meridionale del Capanne, non sfuggirono all'attenzione degli eruditi locali e soprattutto dei viaggiatori stranieri, i quali lasciarono descrizioni dense di meraviglia e di apprezzamento. L'inglese Richard Coalt Hoare, che visitò le cave nel 1789, rimase affascinato dalla cosiddetta 'Nave' di Cavoli e la descrisse minuziosamente. Pressoché contemporanea (1780) fu la citazione della 'Nave' da parte di Charles Henri Koestlin. Nel 1808 fu la volta del francese Arsène Thiébaut de Bernaud, il quale tramandò il suo stupore dopo aver visto non solo la 'Nave' ma anche “una massa di capitelli, di basi, di altari, di urne, e di colonne che giacciono ancora da ogni parte nascoste sotto i mille rami intrecciati dei lentischi, dei rosmarini e delle ginestre”. Della 'Nave', tanto importante da meritare oggi un'attenta rilettura, qui per ovvi motivi sintetica, mi occupai diffusamente nel 1982 attribuendola a epoca romana. Alla stessa conclusione arrivarono poi archeologi specialisti di pietre e di marmi antichi (G. Tedeschi Grisanti 1996, N. Taddei 2001, M. Bruno 2002, A. Ambrogi 2005). Nonostante questa univoca proposta cronologica, Silvestre Ferruzzi ha riferito con insistenza la 'Nave' al medioevo: si tratta di un “fonte battesimale realizzato sotto il dominio pisano”, ha assicurato l' architetto. Tale errata datazione, che sminuisce la rilevanza storico-archeologica del manufatto, si è propagata nelle guide di ogni tipo e perfino nella mappa di Google 2018.
Colt Hoare si diffuse anche su una vasca di dimensioni notevoli (Ø cm 500 c.): “il diametro della seconda pietra è di 16 piedi e 6 pollici, … ricavata per scolpire una vasca, di una grandezza davvero cospicua”. Non si può che essere d'accordo: l'imponente vasca di Cavoli rientra nell'ambito della straordinarietà insieme con labra consimili di granito come quelli (Ø cm 550 e 520) del Mons Claudianus (Alto Egitto, a nord di Luxor).
Torniamo alla 'Nave'. Uno studio accurato di Annarena Ambrogi (2005) la inserisce fra i tipi 'lussuosi', come il labrum di Napoli e il labrum in porfido di Klein-Glieniche, forse in origine alle Terme di Caracalla. È ancora sub iudice se la 'Nave' sia una vasca incompiuta oppure un'ara altrettanto abbozzata. Per la seconda ipotesi propendono il sottoscritto, Giovanna Tedeschi Grisanti (Università di Pisa) e Nicoletta Taddei. Nel manufatto sono scolpiti in modo schematico simboli legati a culti praticati nell'antico Egitto. Sopra il bordo sono presenti specularmente corna arcuate, al cui centro compaiono un disco solare (in orizzontale) e una valva di conchiglia (in verticale); sotto, con un balteo che idealmente funge da elemento unificante fra due scene diverse, sono rappresentati due serpenti con spire presso la coda.
Sono tratti dal cerimoniale isiaco anche i fregi scolpiti in altorilievo su quattro colonne di granito elbano (altezza max. cm 490, Ø cm 95), forse lavorate in loco, rinvenute nell'area del tempio di Iside e Serapide nel Campo Marzio. Il momento di produzione della 'Nave' e delle colonne si colloca tra la fine del I e gli inizi del III secolo d. C..
Insomma: il versante meridionale del Monte Capanne possiede una sorprendente ricchezza archeologica diffusa per chilometri e chilometri, con punte di eccellenza a Cavoli; ma si tratta di una ricchezza che non conosciamo in maniera adeguata e che non abbiamo saputo valorizzare in modo appropriato. Nel Mons Claudianus, invece, gli Egiziani hanno realizzato uno stupendo museo istituzionale a cielo aperto.


Michelangelo Zecchini
PORTA A PORTA ...KIP CALM
Messaggio 89776 del 17.04.2018, 08:31
Provenienza: Siamo in rodaggio
MAMMA ..MAMMA dove sono I CESTINI per la cartastraccia?



Non è la prima volta, da quando (nella mia zona è successo il 4 Aprile) è iniziata la raccolta porta a porta che notiamo un incremento di immondizia abbandonata lungo le strade , tra le siepi o nella macchia alla periferia della città
. Tralasciando i mozziconi di sigaretta, le lattine di birra e bottigliette che abbondano, il l trancio di pizza non finito e abbandonato tra le foglie del bordo strada . E che dire delle deiezioni (usiamo un termine elegante …) dei cani? Nei giardinetti cittadini , insomma Ce n’è per tutti i gusti.
Tanto di cappello all’impegno di Esa per la raccolta e per l’impegno degli operatori ecologici, ma….. senza dubbio chi l fa da padrone è la maleducazione che impera nella nostra società.
E dunque, poiché noi ferraiesi facciamo parte della società, la maleducazione impera tra molti dinoi .
Ma dove, i pedoni potrebbero gettare i rifiuti non essendoci cestini lungo le strade ? In tutta Portoferraio a parte pochi ed invisibili cestini non sono presenti posacenere di alcun genere dove buttare sigarette o gomme da masticare, contenitori dove riporre le cartacce, gli involucri vuoti delle sigarette i fazzolettini .
Prendiamo ad esempio il percorso panoramico Viale Einaudi – e proseguiamo verso Enfola – Viticcio, metà ambita da centinaia di amanti del trekking e della salutare passeggiata, dove possono gettare il loro fazzoletto la bottiglietta dell’acqua ed altro?
Questa carenza si rileva anche in molte vie del paese e questo accresce l’impegno degli operatori ecologici oltre che evidenziare una completa mancanza di decoro.
Non è mia intenzione, sia chiaro, giustificare chi getta cartacce e quant’altro in terra nelle siepi, vasi o nella macchia , ma la totale assenza di contenitori lungo le strade rende ardua la scelta: Mi metto in tasca la carta della mia colazione ? ed il pacchetto delle sigarette vuoto che ne faccio? Soprattutto gli escrementi del mio amichetto quattro zampe li metto in borsa? Aspettare con la speranza che più avanti troverò un cestino dove buttarlo?
Nel dubbio, lo lascio per strada.
L’amministrazione a cui ci dicono spetti l’intervento di posa dei contenitori, ha promesso che provvederà a breve, ma la gente si chiede e - ….perché non ha provveduto da subito visto che i vecchi grandi e impattanti contenitori sarebbero ( come sono) stati tolti?
Per le altre carenze che i contribuenti manifestano sul porta a porta diciamo di pazientare….Esa prenderà sicuramente i suoi provvedimenti ….. tempo al tempo… trascorso il quale tireremo le somme.
NUOVO COMITATO CARPANI
Messaggio 89775 del 17.04.2018, 06:05
PERFETTAMENTE RIUSCITA LA FESTA DEL BARATTO E DEL RIUSO AI GIARDINI DI CARPANI.




Grande soddisfazione da parte degli organizzatori per la riuscita dell'iniziativa di domenica 15 aprile 2018 volta a promuovere la cultura del riuso e del baratto.
L'iniziativa è servita a promuovere la cultura del riciclo contro una mentalità volta sempre più "all'usa e getta" e al consumo più spinto e sensibilizzare ad uno stile di consumo sobrio, al riciclaggio e al riutilizzo. Gli oggetti possono avere una nuova vita in casa d'altri, riacquistare un valore e avere un ciclo di vita più lungo.
Si potevano barattare, vendere e acquistare libri, vestiario, musica, video, Hi-FI, giocattoli, oggetti da cucina, accessori, monili, articoli sportivi, soprammobili videocassette, proiettori super 8, video camere, lampade, sveglie, valigie in pelle e in cartone, vasi in bronzo e di terracotta, strumenti musicali, biciclette e perfino motorini Mosquito.
Gli organizzatori del Comitato di Carpani soddisfatti della numerosa partecipazione stanno già organizzando una ulteriore edizione che si dovrebbe tenere nel prossimo mese di maggio.
Un sentito "grazie" al lavoro e sacrificio dei soci che hanno organizzato e condotto questo stupendo evento.
Un sentito "grazie" ai soci espositori che oltre a illustrare gli articoli esposti sul proprio tavolo avevano sempre un occhio rivolto al cielo gonfio di pioggia.
Un grande "grazie" a tutte le persone che ci hanno onorato della loro presenza.

Comitato di Carpani.
ElBA REKORD
Messaggio 89774 del 17.04.2018, 05:59
POLISPORTIVA ELBA REKORD BASKET-MINIBASKET



Ottimo fine settimana per il basket elbano con tre vittore e una bella prestazione della formazione femminile .
Under 16 maschile
Basket Altopascio 48
Elba Rekord 65
Ancora una vittoria in trasferta per la formazione maschile di coach Arnaldi
La squadra è in netta crescita , nonostante alcune assenze importanti , il gruppo è solido e anche i nuovi arrivati si fanno notare come Arnaldi Mattia autore di 3 punti e M’hedhbi Rayen , festeggiato dai compagni per i suoi primi 2 punti in campionato.
La gara non è mai stata in discussione , abbiamo preso subito il largo e mantenuto saldamente il controllo della gara .
Domenica prossima alle 17 a San Giovanni arriva il Piombino per un’altra emozionante sfida .
Il tabellino :
Barsotti 8, Pastorelli 9, Randazzo 16, Di Giorgi 13 , Pieruzzini 4 , Ballarini 10, Arnaldi 3 , M’hedhbi 2 , Isolani, Pallini .

Esordineti :

Elba Rekord 32
Massa e Cozzile 12
Bravissimi anche i ragazzi di Marinari che hanno dominato la gara contro i coetanei di Massa e Cozzile. Anche in questo caso la partita non è mai stata in discussione ,i nostri cestisti hanno preso il comando delle operazioni dimostrando grandi miglioramenti anche sulla tecnica individuale.
Under 16 Femminile
Elba Rekord 38
Le Mura Lucca 62
Scontato il risultato finale contro la corrazzata Lucca , le nostre ragazze si sono battute al massimo delle loro attuali possibilità e infatti per metà partita sono rimaste incollate alle avversarie . Purtoppo nella seconda parte , un nostro evidente calo fisico , ha permesso alle quotate avversare di prendere il largo .
Bene le prestazioni di Filippini, Barberio e Piacentini , confortante il rientro in partita per Claudia Furnari assente da alcuni mesi per infortunio .

Scoiattoli :
Elba Rekord 15
Us Livorno 9
Come ci hanno abituato da alcune settimane , i bambini e le bambine di coach Silvino vincono ancora , questa volta in trasferta a Livorno . Questo gruppo di giovanissimi , classe 2009/2010/2011 ,che sono il futuro del basket elbano , ci stanno regalando grandi soddisfazioni . Bravissimi !!
Luigi Lanera Fdi AN
Messaggio 89773 del 16.04.2018, 23:54
Egr Ombrellaio
Partendo dal fatto che chi ha utilizzato manufatti in amianto in passato non ne conosceva la pericolosità , dimostrata solo negli ultimi tempi , possiamo ragionevolmente pensare di aiutare i cittadini elbani a smaltire in maniera civile è legale L amianto . Abbiamo in essere L ESA che con le sue competenze può predisporre dei container in cui immagazzinare questo materiale , in attesa di smaltirlo presso ditte specializzate . Se chi si trova nelle proprie abitazioni questo materiale lo impacchettasse ( con le dovute precauzioni es mascherine e guanti ) e lo conferisse senza spese all Esa eviteremmo di trovarcelo nei boschi . Evidenzio che stiamo parlando di piccole quantità ad uso domestico ( canna fumaria , serbatoi di acqua di abitazioni o qualche ondulina in eternit Ecc ) è chiaro che se si smantella un capannone con tetto in eternit i costi li deve sostenere il proprietario . Per rispondere anche a chi dice che il contributo di sbarco è finalizzato a determinate spese , gli dico che se guardiamo bene ci sono cose che comunque vanno nella direzione della tutela del territorio, nostra principale attrazione turistica , e quindi evitare L abbandono dell amianto nei nostri boschi è importante.
big gim
Messaggio 89772 del 16.04.2018, 23:51
Provenienza: Campo
X SIG,LANERA
Mi sembra che questa volta il Comandante,l'ha fatta fuori dal vasino....è scivolato sull'amianto...per mettersi in mostra,anche in politica bisogna conoscere l'argomento,e sul funzionamento della tassa di sbarco non è molto preparato.eh eh eh !!
Con simpatia..big gim
uno di Campo
Messaggio 89771 del 16.04.2018, 21:30
Provenienza: Campo
X COMANDANTE LUIGI LANERA
Tutto fa brodo per fare politica.Ora ha già trovato i fondi per smaltire l'amianto,e confermando anche quello già detto da "l'ombrellaio" voglio entrare più nei particolari:
A parte il fatto che i soldi che entrano con la tassa di sbarco,trovano subito collocamento da parte dei Comuni in quanto non si tratta di grosse cifre,e di spese da fare ce ne sono tantissime,vorrei sapere se Lei si è reso conto di quanto amianto ci sarebbe da eliminare in tutta l'Isola,per cui si dovrebbe iniziare con un censimento senza trucchi,tot metri quadri tot Euro.
Inoltre,al posto dell'amianto i relativi proprietari dovranno pur sostituire le coperture con altro materiale non da quattro soldi,e questi chi li tira fuori?Con la crisi che all'Elba imperversa in tutte le attività,chi ha i soldi e la copertura è minima in qualche modo provvederebbe,ma quando si parlerà di coperture di 500/1.000 mq ed oltre dove troverebbero i denari ?In città tipo Milano il discorso è diverso,ti danno un contributo
amianto e ti consentono anche di modificare la tipologia del fabbricato e
diversificare l'uso(da capannoni a Fondi,Appartamenti,garages ecc.ecc.)
Lei è da tempo sempre in prima fila per dispensare consigli e suggerimenti,resta il fatto che le parole per fare politica non costano niente,le cose da realizzare hanno sempre un prezzo !!!!!
TASSA DI SBARCO
Messaggio 89770 del 16.04.2018, 20:43
Provenienza: CAPOLIVERI
Si continua a parlare di aumento della tassa di sbarco, meglio sarebbe chiamarla "tassa di sbaracco" visto le prenotazioni ai minimi termini, e le disdette a gò gò.
Riese
Messaggio 89769 del 16.04.2018, 20:11
Per il dottor Corsini
In qualità di elettore ho ascoltato attentamente le sue dichiarazioni e il suo programma.
Ha detto quello che hanno sempre detto quelli che lo hanno preceduto.
Mi spiace, ma a me sembrano ovvietà. Come dire che bisognerebbe avere tasse molto basse.

La differenza fra i meri desideri e un programma la fanno le risorse che si intendono mettere in campo, le modalità con cui si vogliono attuare per la sua realizzazione, l'impegno che vuole dedicare.
Continuo ad attendere fiducioso le sue risposte.
Paolo
Messaggio 89768 del 16.04.2018, 18:45
Provenienza: Rio
L'amianto ci sono ditte private il comune non c'entra niente e questione di inciviltà se lo buttano nelle scappate e inutile che sentite i politici non ci possono fare niente perché lo smaltimento costa tanti soldi e vero Luigi
Paolo
Messaggio 89767 del 16.04.2018, 18:38
Provenienza: Rio
Venerdì sono sceso dalla nave a Piombino e vedevo la guardia costiera che faceva spostare dei pescatori che erano lontani dai cavi e dallo sbarco e qui invece in banchina fanno cantiere navale ma manutenzione non va fatta in cantiere la pittura in mare non è inquinamento gli scarti di saldatura in mare fanno bene alla salute ma i controlli ci sono !!!!!! La prossima metto tanto di foto i politici pensano a l'amianto o parcheggi fate voi
Smaltimento amianto
Messaggio 89766 del 16.04.2018, 17:59
Provenienza: Capoliveri
Rapido ed invisibile, Luigi Lanera ha trovato i fondi necessari per smaltire l' amianto nascosto all'Elba. Bene, ma ci può spiegare anche, dato che i fondi li ha trovati, come andrebbe organizzato il prcesso di smaltimento, a chi le competenze, a chi le responsabilità, cosa dovrebbero fare i cittadini, cosa le amministrazioni, cosa le altre strutture quali ASL etc?
E' pacifico che i soldi, messi nella greppia senza progetti chiari e controlli seri, fanno la felicità di qualcuno e l'amianto resta nei buscioni.
Saluti
Ombrellaio
Andrea Cignoni
Messaggio 89765 del 16.04.2018, 15:37
Provenienza: Padova
IO...NON DIMENTICO

Forse non tutti si ricorderanno della vicenda: il 18 Novembre 2014 furono pubblicate su Facebook nelle pagine del gruppo sanità Elbana, delle pesanti offese riguardanti, oltre l'operato lavorativo di mio padre, la sua dignità personale. Ora che la giustizia ha fatto il suo corso, mi sento in dovere di intervenire pubblicamente. 
Mi sono preso un po' di tempo prima di riportare a galla questa esternazione che, rileggendola anche a distanza di anni, continua a suscitarmi sdegno e disgusto sia per i vergognosi contenuti che per la totale mancanza di giudizio tipica di una persona che si è permessa di vomitare certe bestialità in "pubblica piazza" : infatti, anche adesso che giustizia è stata fatta, non posso tuttavia ritenermi completamente soddisfatto.
Purtroppo è ancora troppo facile ledere la dignità e la reputazione di una persona scrivendo qualsiasi schifezza, peraltro infondata come in questo caso specifico, e il fatto che questa mia risposta riscuota consensi, francamente, mi interessa ben poco. Tuttavia, mi auguro che questo mio breve (ma doveroso) sfogo abbia almeno due conseguenze:
la prima è che la rispettabilità professionale di mio padre sia interamente ristabilita, per quanto ritenga con sufficiente certezza che non fosse necessario il pronunciamento di un giudice.
La seconda, ben più banale ma non per questo scontata, è che la gente impari a pensarci più di una volta prima di sputare le proprie assurdità. Se proprio non doveste riuscire a tenere a freno il vostro ego ipertrofico, riflettete almeno su quanto aprire bocca inopportunamente possa pesare sul vostro portafoglio. In questo caso specifico potete vederlo voi stessi: è una sentenza, (sentenza 484/2018 del 16 marzo 2018 …..omissis....condanna ad 8 mesi di reclusione oltre al pagamento delle spese processuali, concede …. omissis... il beneficio della sospensione condizionale della pena subordinandolo al risarcimento dei danni che si liquidano in via equitativa nella misura di € 1.000,00 oltre interessi legali etc ….omissis), e come tale è un atto pubblico. Come le cose che vengono scritte su Facebook, peraltro: ma qualcuno sembra ricordarsene solo quando gli fa comodo. 
Cordialmente

Andrea Cignoni
Paesano
Messaggio 89764 del 16.04.2018, 12:57
Provenienza: Albereto
Per la gioia di noi abitanti in Albereto vi annuncio che "I cinghiali son tornati " anzi penso che non sono mai andati via. Conseguenza danni alle culture giardini e parcheggi a non finire. Quante promesse fatte dagli amministratori che sono risultate "Fuffa".
Amianto e Lanera
Messaggio 89763 del 16.04.2018, 12:20
Qualcuno spieghi a Lanera che il contributo di sbarco, per i comuni, è un'entrata di bilancio vincolata a determinate finalità e non può essere utilizzata come soluzione a tutti i problemi.
Per il problema amianto c'è una sola soluzione, tirare fuori i soldi. Non spetta al pubblico, ma al privato. L'unica cosa che i comuni potrebbero fare è coordinare un "gruppo di smaltimento" per cercare di spuntare un prezzo più basso (ma non di tanto perchè ci sono dei tariffari minimi), ma in ogni caso sarebbe una cortesia che vi fanno.
Se i comuni si facessero carico di tale spesa, per assurdo, dovrebbero anche rimborsarmi i soldi della demolizione della mia ford fiesta del 96 diesel...
Elbani non vi lamentate e smettete di fare i poveri.
Marinese
Messaggio 89762 del 16.04.2018, 10:56
A Marciana Marina nel prossimo consiglio comunale del 17 di aprile i nostri amministratori discuteranno di un'interpellanza presentata il 21 dicembre ed una mozione presentata il 19 dicembre...

Mi chiedo io ma che senso ha?? Per quale motivo non sono state discusse prima? Dove sono finiti tutti i polemizzatori politici?
Per l'Osservatore di Cavo
Messaggio 89761 del 16.04.2018, 10:24
Provenienza: e per il Dottor Corsini
Non penso che il blog sia il posto adatto per fare certe riflessioni, poiché però, vedo che questo blog è ben strutturato per ospitare discussioni serie, vorrei aggiungere pure la mia opinione di elettore di destra, non centrodestra ma destra pura, amante del paese di Cavo. Da ciò che mi viene riferito pare che nella ipotetica lista per Corsini saranno presenti due persone, anche simpatiche oltre che politicamente a me vicine, ormai bruciate dal tempo e dalle scelte fatte in passato. Dal tempo perché ormai sono in Consiglio Comunale da circa vent'anni. Dalle scelte fatte perché sono stati un pò con tutti non disdegnando commissariamenti ed accozzaglie. E' vero, sicuramente porteranno 200 voti, massimo 250 ma quanti ne faranno allontanare? Proviamo a fare due calcoli. Chi vota PD e sinistra in genere potrebbe sostenere Corsini, contro Bosi e De Santi, ma solo e soltanto se non ci fossero quei due. Diciamo 30 voti di sinistra persi? Gli elettori, gli amici ed i familiari di Paola e di chi in giunta fu offeso e tradido insieme a lei. Diciamo 200 voti? Infine tutti i membri dell'amministrazione Galli, pensate che possano votare una lista che comprende i due membri della loro opposizione? Diciamo altri 200 voti? I conti li faccia Lei sig. Corsini.
Luigi Lanera Fdi AN
Messaggio 89760 del 16.04.2018, 09:13
Egr Signore La mia proposta è: considerato che il problema amianto , oltre ad essere un pericolo per la salute , è anche un problema economico visto i costi di smaltimento che gravano sulla comunità Elbana , suggerisco di attingere fondi dal contributo di sbarco affinché si elimini una volta per tutte il problema Amianto all Elba . Saluti
Facilitazione smaltimento amianto
Messaggio 89759 del 16.04.2018, 09:01
Provenienza: Portoferraio
Mi rivolgo a Adalberto Bertucci, Luigi Lanera, Marcello Camici, Riccardo Nurra perchè, quali maestri nel confezionare quantità industriali di pozioni miracolose per la soluzione di ogni problema in tempo reale, ne confezionino una funzionale realmente allo smaltimento dell'amianto e di altri veleni.
Sarebbe gradita una vostra proposta,
Grazie

Nicola
DI PORTO IN PORTO
Messaggio 89758 del 16.04.2018, 08:57
IL PORTO DELLE NEBBIE



Era il gennaio del 2017 quando in gran pompa partirono i lavori di ristemazione dell'arredo urbano nella zona degli imbarchi al porto di Portoferraio. In base alla convenzione stipulata tra l'Autorità Portuale e il Comune di Portoferraio sulla gestione della viabilità e delle aree comunali connesse e funzionali all’attività portuale .
Un primo importante passo per la valorizzazione degli approdi di Portoferraio - si disse allora con enfasi- - lavori che avrebbero dovuto rendere il porto sempre più funzionale migliorandolo nelle sue caratteristiche, tanto da essere inserito fra le eccellenze del Mediterraneo come abbondantemente si merita.
Infine i lavori vennero fatti , nuovi lampioni, rotonde e ovonde, aiuole, percorsi pedonali in sicurezza, panchine , passamano in legno, siepi sempreverdi e messa a dimora di molte Palme adulte per rendere la zona più accogliente …..poi una brusca frenata al progetto iniziale , infatti gli stalli Taxi che avrebbero dovuto avere un loro spazio lasciando libera l’area delle biglietterie sono stati dimenticati…siepi , Palme e fioriere dopo i primi massicci interventi manutentivi programmati sono stati abbandonati e giacciono incolti e riarsi dalla mancanza di cura e irrigazione , il grande piazzale fronte al palazzo Coppedè ( che tutto il mondo c’invidia) con la sua banchina più volte offesa dagli schiaffi delle navi , è come prima più di prima un cantiere ove si ripara, si vernicia e si salda lamiere ,con evidente sofferenza dello specchio acqueo sottostante.
Per decenza preferiamo tacere sullo stato del grande piazzale “Alto fondale” dove accostano le grandi navi da crociera, con il suo ex distributore di carburanti ormai monumento al degrado ed alla ruggine e l'ormai fatiscente baracca delle “100 partenze al giorno “
Benvenuti a Portoferraio Welocome .
Oppure vogliamo gettare lo sguardo sul meraviglioso spettacolo che offre “l’ex cantierino” ..soprassediamo per questi e altri "monuimenti all'incuria" stendiamo un lamiera pietosa perché un velo certamente non basterebbe …. per finire... come non sottolineare tutta la zona portuale e dintorni che ospita un aria irrespirabile e irritante , tanto che alcuni hanno definito l’attracco più importante dell’Elba come , Le port des brumes….“Il porto delle nebbie”
Ecco tutto questo avviene in un assordante colpevole silenzio , anche da parte di quella Port Autority che avrebbe dovuto vigilare e provvedere alla sua manutenzione…
Poi quando leggiamo le critiche sollevate da alcuni organi di stampa non c’incazziamo più di tanto perché … HANNO RAGIONE!!
Mario Ferrari Sindaco
Messaggio 89757 del 16.04.2018, 08:43
CONSIDERAZIONI DEL SINDACO CIRCA IL PROGETTO SANITARIO



Il Piano Sanitario al quale si rivolgono oggi alcune critiche non è il Piano Sanitario di Mario Ferrari, ma è stato valutato, condiviso e approvato in ben due passaggi, all’unanimità, dalla Conferenza dei Sindaci elbani. La bozza del Piano è stata redatta, per conto della stessa Conferenza dei Sindaci, da due amministratori esperti in materia sanitaria nella loro figura di medici plurispecialisti, con molto anni di esperienza di dirigenza nel mondo ospedaliero. La Conferenza dei Sindaci ha avuto chiaramente la facoltà di analizzarlo e discutere i vari punti del programma. Questo Piano Sanitario è quindi espressione di tutta la Conferenza dei Sindaci Elbani.
Lo stesso Assessore alla Salute della Regione Toscana, dr.ssa Saccardi, ha sottolineato l’alto livello tecnico del documento prodotto dalla Conferenza dei Sindaci Elbani, che ha elaborato un progetto sanitario di ampio respiro, pur nei mille ostacoli imposti dalle vigenti norme legislative e le enormi difficoltà economiche attuali contingenti della Sanità Toscana, che sta vedendo ridimensionati molti servizi in tutta la Regione. L’aver portato a compimento un percorso di così lunga durata e complessità, fatto di incontri ripetuti e concertazioni con l’azienda, con gli operatori e con le organizzazioni sindacali deputate non solo alla tutela della salute dei cittadini, ma anche alla tutela degli stessi operatori sanitari elbani, rappresenta un grande successo per la Conferenza dei Sindaci.
Che quindi le voci critiche e strumentali si levino all’interno dall’amministrazione che esprime l’attuale Presidente della Conferenza dei Sindaci, è veramente nota dolente. Ho detto “critiche strumentali” perché le problematiche sollevate sono assolutamente prive di ogni fondamento, sintomatiche di una assoluta non conoscenza del piano, oltre che della situazione ospedaliera e sanitaria elbana. Ci sarà modo di approfondire ulteriormente e tecnicamente il contenuto del piano, ma mi soffermo su quanto messo in discussione nel documento scritto e condiviso da alcuni consiglieri portoferraiesi.
- Non c’è nessunissimo motivo di pensare che il Piano sia disegnato per rinforzare Piombino, questa è affermazione strumentale che reputo estremamente grave; al contrario il concetto di utilizzo delle risorse aziendali (senza il quale nessun miglioramento è possibile) prevede che medici di Piombino vengano ad operare all’Elba più frequentemente per ampliare e realizzare i servizi che non sono presenti sull’isola e vedono molti nostri concittadini migrare verso l’ospedale piombinese, come dimostrato dai numeri. Quindi eventualmente il Piano Elbano chiede e sottrae a Piombino risorse umane professionali, e non avviene certamente il contrario. Ricordiamo che sono già molti anni che l’ospedale portoferraiese si avvale di professionisti provenienti da altri nosocomi (Piombino in primis) per ovviare alle carenze di figure specialistiche all’interno dell’ospedale di Portoferraio, evenienza che, per motivi di ulteriore ed enorme difficoltà di reperimento di medici specialisti (che coinvolge tutti i nosocomi periferici italiani), è destinata ad aumentare nei prossimi anni.
- Ma al di là di questa affermazione, assolutamente infondata che non ha alcun riscontro all’interno dello scritto, anche altre affermazioni sono palesemente inesatte e tendenziose, e anche questo vado a dimostrare. Attualmente le UOC sono due: l’UOC di Medicina, e l’UOC di Chirurgia. L’UOC di Medicina, che non è stata mai messa in discussione e mai lo sarà, ha visto arrivare recentemente un nuovo Direttore facente funzione ed è stato recentemente avanzata la richiesta alla Regione Toscana, da parte dell’Azienda stessa, di espletamento di concorso per coprire tale ruolo, da effettuare verosimilmente entro la fine dell’anno. C’è da sottolineare che alcune proposte del piano sanitario attuale che riguardano proprio la Medicina non solo sono state accolte, ma alcune già attivate: mi riferisco al nuovo cardiologo presente per 80 ore mensili (procedure di assegnazione dell’incarico già espletate) e che darà un grosso contributo all’unico cardiologo oggi presente, che rappresentava un serio annoso problema del nostro ospedale, mai risolto prima. Al potenziamento della cardiologia si aggiunge anche l’apertura di ben tre nuovi servizi ambulatoriali: Medicina Interna, Pneumologia e Reumatologia che potenzieranno
- fortemente l’offerta ambulatoriale dell’ospedale, arrestando di fatto i numerosi, quotidiani spostamenti dei pazienti elbani soprattutto verso Piombino dove erano presenti queste specialistiche. Come si può ben notare, anche in questo caso, non mi sembra di poter dire che questa azione è servita a potenziare l’ospedale piombinese.
- Per quello che riguarda la chirurgia, altra UOC mai messa in discussione, il problema non riguarda tanto gli interventi in sé, ma la sicurezza del post operatorio perché non è solo importante avere una équipe chirurgica preparata, ma soprattutto un posto dove il paziente post chirurgico possa essere messo in sicurezza. Molti sono gli interventi ortopedici e chirurgici che oggi vengono fatti in continente non certamente per incapacità tecnica dei nostri operatori, ma per mancanza di una intensiva post-chirurgica che costringe a trasferire pazienti con maggiore rischio chirurgico. In questo contesto è stata quindi chiesta l’attivazione di una UOC di Rianimazione con 4 posti letto di high/care sub intensiva con la nomina di un Direttore.
- Quindi se la matematica non è un’opinione questo piano non prevede la perdita di nessuna UOC ma l’acquisto di una terza!
- Per quello che riguarda UOC di EMERGENZA URGENZA alla quale viene fatto riferimento nel documento dei consiglieri, che rimarrebbe, secondo gli scriventi, l’unica Unità Operativa Complessa presente, va sottolineato il fatto che non esiste una UOC di Emergenza-Urgenza presso l’ospedale di Portoferraio. Questo evidentemente la dice lunga sulla conoscenza dell’ospedale e dei suoi servizi da parte di chi critica il Piano, e dei loro sedicenti esperti o, forse sarebbe meglio parlare di superficiali informatori.
- Ne approfitto per rispondere anche a chi, con il solito tempestivo intervento pieno di menzogne, interviene, non per una critica costruttiva, ma per infondere smarrimento e confusione nella Comunità, in un tentativo di destabilizzazione strumentale che ha un fine ultimo difficile da comprendere. Quanto già specificato sopra dimostra come alcune accuse tra cui il quasi azzeramento della Chirurgia e la diminuzione dei servizi ambulatoriali, siano assolutamente false e tendenziose. La mancanza di qualsiasi cognizione in materia fa richiedere strumenti che già abbiamo. La lotta alla Ludopatia già da qualche anno vede impegnati i professionisti aziendale ed è materia dei Ser.T. che si occupano anche di prevenzione, cura e riabilitazione delle dipendenze comportamentali, in particolare del gioco d'azzardo patologico. Ma è soprattutto nel punto in cui si afferma che ci sarà accorpamento di molte unità di cura dell'ospedale in un unico reparto che si tocca il punto più alto (o forse più basso) della strumentalizzazione. Nessun accorpamento di alcun reparto, evenienza mai presa in considerazione da alcun Piano Sanitario, passato e presente.
Ci sarebbe ancora molto da dire sul Piano, dal ripristino della base dell’elisoccorso alla Pila con apertura di nuova convenzione di Ala Toscana (con l’impegno economico esclusivo dell’Azienda Sanitaria), allo sviluppo della rete e ictus, al potenziamento delle attività diagnostiche anche attraverso la convenzione con privati per diminuire le liste di attesa, ecc. Ci saranno modi e tempi per approfondire i vari punti. Una cosa è, tuttavia, certa. Questo progetto, va pienamente nella direzione di maggiore tutela dei nostri concittadini. E’ assolutamente impossibile dichiarare il contrario e chi lo fa non può certo affermarlo in buona fede, evidentemente per motivi che, in questo momento, mi sfuggono.


Arch.tto Mario Ferrari
Sindaco di Portoferraio
per ESA-GERATO
Messaggio 89756 del 16.04.2018, 05:54
Rendere pubblici i bilanci si chiama TRASPARENZA .

La politica e i politici ne parlano,come ad esempio della privacy,ma poi in pratica la trasparenza resta chimera.
Vedi facebook.
Per il comune di Portoferraio annualmente gli amministratori(giunta e consiglio comunale tutto) dovrebbero rendere pubblici i loro bilanci personali così mi pare prevede lo statuto.
Avete mai visto pubblicata la dichiarazione dei redditi degli amministratori comunali ?
Ci rincoglioniscono con i bidoncini colorati ma dei bilanci non parlano mai.
X esagerato
Messaggio 89755 del 16.04.2018, 01:07
Caro esagerato,
Non voglio certo difendere ESA, che in effetti con la rimodulazione delle tariffe ci sta ammazzando, ma devo ammettere che, da un punto di vista prettamente tecnico, la tua analisi lascia a desiderare.
Se vuoi fare un analisi di bilancio efficace e costruttiva (perché su questo blog siete boni solo a fare critica sterile e flame) almeno impara l'abc della materia. Ti do un suggerimento, le voci che hai tralasciato nella comparazione, corredate dall'ultima parte di bilancio che non hai considerato, possono rispondere a tanti tuoi perché.
Osservatore di Cavo
Messaggio 89754 del 15.04.2018, 21:45
Provenienza: Cavo
Non solo, da quello che si vocifera in paese, anche la sua lista non “brilla”. I soliti personaggi, i nuovi che non sanno dove mettere le mani ed infine anche il sostegno esterno di personaggi molto ma molto navigati! Attenzione!
Di Ivano Arrighi
Messaggio 89753 del 15.04.2018, 21:28
Provenienza: In risposta ad Alessi
La dissonanza cognitiva
Perché persone mediamente intelligenti, magari anche al di sopra della media, si ostinano al di la di ogni ragionevolezza a difendere scelte che sono state ormai ampiamente dimostrate sbagliate, dagli uomini, dal territorio, da sentenze, oltretutto non con argomentazioni concrete, ma solo con dei "no"?
A Rio Nell'Elba il famoso parcheggio è incostruibile. E' un fatto; il terreno scelto è a elevato rischio idrogeologico.
Ciononostante sono stati richiesti e utilizzati finanziamenti quasi doppi, rispetto al preventivato, inutilizzabili, provocando un danno erariale; è un altro fatto.
Eppure, per la contestazione di questi 2 fatti ben precisi, in una ultima disperata difesa del proprio operato si utilizzano 770 parole, ricche solo di banali negazioni e offese personali degne di una denuncia per diffamazione, che certo con la poesia hanno ben poco a che fare.
«Sì, ho sbagliato»; oppure «avevi ragione tu». Non si sente dirlo così spesso purtroppo. Eppure capita ogni giorno di fare errori evidenti, da conti che non tornano, indicazioni errate, manovre sbagliate ... etc. etc.
Perché è difficile ammettere i propri errori?
Due famosi psicologi Carol Tavris ed Elliot Aronson, attribuiscono alla "dissonanza cognitiva" l'incapacità di ammettere i propri errori.
Un esempio celebre di dissonanza cognitiva è rappresentato nel celebre racconto La volpe e l'uva, tratto dalle Favole di Fedro, in cui la dissonanza fra il desiderio dell'uva e l'incapacità di arrivarvi conduce la volpe a elaborare la conclusione - non suffragata però da dati reali - che "l'uva è acerba".
"Giustificare le proprie scelte contro ogni ragionevole dubbio, ed eliminare possibilmente i nostri stessi dubbi a riguardo. È questa la "dissonanza cognitiva", un meccanismo mentale umano rilevato dallo psicologo Leon Festinger nel 1956. Detto altrimenti, consiste nella razionalizzazione dell'irrazionale. In base a una nuova serie di ricerche condotte sui primati e sui bambini, gli psicologi di Yale hanno esteso la diffusione di tale meccanismo e ne hanno rivisto i motivi scatenanti, dimostrandone l'origine istintuale."
C'è però anche chi crede che sia una questione di potere.
"l’idea di base è che in ogni relazione ci sia una parte forte e una parte debole, un vincente e un perdente, e farsi cogliere in fallo significa oscillare pericolosamente verso il lato sbagliato.
Non vogliamo confessare un errore perché temiamo che comporti una squalificazione dell’ego, per quanto piccola, e dunque una perdita di potere sulle cose e sugli altri. Meglio negare a oltranza.
Meglio deresponsabilizzarsi a oltranza.
Meglio rovesciare la colpa altrove, lamentarsi, invocare ragioni di benaltrismo, o litigare fino allo stremo.
Alla fine, sarà come se nulla fosse accaduto. Se l’ipotesi è sensata, l’ammissione del torto è vista non come la correzione di un enunciato (una questione relativa al mondo, a come sono di fatto le cose), bensì come una diminuzione della propria soggettività (una questione che riguarda me).
E di conseguenza, chi ti corregge non sta migliorando il complesso dell’informazione:
sta cospirando contro di te. Lo stronzo.
Dunque: sì, sbagliare è tremendamente irritante, a volte comporta seri rischi professionali, e dovremmo sforzarci tutti di non fare errori. Ma ammettere di averne fatto uno fa bene a chiunque, se stessi compresi: ci fa capire che non siamo esseri infallibili (per cui tutti gli altri sono pazzi o in cattiva fede), e contribuisce ad aggiustare un pezzo di mondo che avevamo rotto, consapevolmente o meno. Serve solo un po’ di onestà intellettuale — e neanche tutto questo coraggio."
Non voler ostinatamente ammettere errori che inevitabilmente si possono fare in un lungo percorso politico non è degno di chi per tanto tempo ha avuto la fiducia di tante persone oneste e vorrebbe ancora averla.
Ammettere un errore non deve voler significare perdere credibilità ed immagine, bensì apparire come persone normali, capaci di fare cose buone, ma anche di sbagliare.
L'ammissione dei propri errori non deve essere visto come un segno di debolezza, ma anzi di saggezza.
Ammettendo i propri errori si esprime un modo concreto per volerli correggere, non ripeterli.
Riconoscere apertamente l'errore ed ammettere la propria umana fallibilità, non fa che evidenziare l'onestà, la professionalità, la serietà, la forza, il coraggio, ... l'umiltà.
Nuovo Comune di Rio
Messaggio 89752 del 15.04.2018, 20:48
Provenienza: Cavo
Un nuovo Comune ha bisogno di amministratori nuovi che sappiano raccogliere un gran numero di consensi per avere la forza necessaria riunificare i riesi e rilanciare l'economia. Chi vota i soliti noti condanna Rio all'oblio. Corsini è avvisato: chieda un passo di lato ai consiglieri di professione o è destinato a perdere.
esagerato
Messaggio 89751 del 15.04.2018, 19:02
Provenienza: cosmopoli
ESA ..... gerato

Esa 2016
Mentre Esa chiede ai cittadini un grande sforzo per tenere la città pulita avvalendosi di associazioni varie e privati “quali volontari”, vediamo alcuni dati della gestione 2016 (il 2017 non è ancora approvato).
I valori (espressi in euro) si riferiscono alla “produzione” di servizi resi anche per i comuni elbani.
Capitale sociale 802.800,00
Crediti tributari da riscuotere 1.412.088
Ricavi da produzione 13.343.488
Costi per la produzione 13.729,419
Utile di esercizio euro 451,00 (quattrocentocinquantuno)
Si evidenzia che tra i costi di produzione si ritrovano: euro 4.321.052 per spese di personale ed euro 7.021.288 per acquisti di servizi
Tra i crediti di Esa, il maggior debitore risultava il Comune di Portoferraio che doveva euro 2.629.415 per il servizio oltre che 2.611.000,00 euro per fatture Tia che Esa non è riuscita ancora a riscuotere. Oltre il 90% dei ricavi di Esa derivano pertanto dalla tassa rifiuti pagata dai cittadini.
Debiti di Esa verso Banche 2.248.22 (cresciuti di oltre 700.000,00 euro rispetto al 2015)
Debiti di Esa verso fornitori 4.049.798,00 (incrementati di euro 773.000 rispetto al 2015)
I ricavi da vendite 13.343.488 derivano per oltre il 95% dalla tassa pagata dai cittadini.
Portoferraio versa ad Esa 4.333.017; Capoliveri 2.212.127,00; Campo nell’Elba 2.049.952,00;
I dipendenti di Esa sono in tutto 96. Operai 56. Impiegati 15 e altri 25. Nessun comune si avvale di questa organizzazione. Avete visto che ora è ripartita la gara ad “assumere”. Ancora due “amministrativi”.
COSTI nel dettaglio
Per servizi: totali 7.021.000,00 di cui energia elettrica 186.773; manutenzioni e riparazioni 587.808 , raccolta rifiuti affidata a terzi 1.596.532; pulizia spiagge affidata a terzi 122.016; costo smaltimento rifiuti 2.345.729 (+348.479 rispetto al 2015 ????); costi di trasporto via mare 242.593; costri trasporto via terra 925.120; CONSULENZE E COLLABORAZIONI 173.326,00 EURO; ammortamenti 417.823; quota annua fondo svalutazione crediti 63.426,00. Interessi passivi euro 101.165,00 su anticipazioni, tutti a carico del comune di Portoferraio.
I cittadini si impegnino a fare la raccolta differenziata ma Esa tutta si impegni ad essere più efficiente ed a risparmiare qualcosa.
Ci rincoglioniscono con i bidoncini colorati ma dei bilanci non parlano mai.
xxun simpatizzante
Messaggio 89750 del 15.04.2018, 18:19
Provenienza: rio marina
Caro amico, apprezzo la tua voglia di partecipare ma, o non hai capito o non sai niente. Quando uscirà la lista Canovaro ti renderai conto che sarà l'unica lista nuova. Un po' di pazienza e forse cambierai idea e ti convincerai la cosa essenziale è avere un sindaco con esperienza amministrativa e, soprattutto di Ripo. Un cordiale saluto.
Povera Rio
Messaggio 89749 del 15.04.2018, 18:00
Provenienza: Osservatorio lungonese
Poverannoi
Come si fa ad andare a parlare di politica all'Edicola Elbana?
Bisogna essere messi male, oltre che un capì nulla di politica
bella serietà.
Non ci volevo crede, quando ho visto Marco Corsini in diretta su feisbuk.
Mi faccio meraviglia di Ruggero.
Maddè, questo non arriva nemmeno ala festa della repubblica...
VENDESI TENDER ARIMAR
Messaggio 89748 del 15.04.2018, 14:44


"Vendesi causa inutilizzo TENDER ARIMAR mt210 completo di remi, come nuovo usato pochissimo

prezzo € 199,00"

cell 348 5521250
ELEZIONI DI RIO-
Messaggio 89747 del 15.04.2018, 12:39
Provenienza: LACONA BICCE
Cari amici Riesi, immaginate per un momento cosa penserebbero i capoliveresi, se il prossimo anno si presentasse come candidato una persona NON di Capoliveri e quanti voti prenderebbe. Azzardo un numero, forse solo quelli della propria famiglia, vale a dire una ventina/trentina.
Facce di Mronzo
Messaggio 89746 del 15.04.2018, 09:15
Provenienza: Rio
Ripreso da Rioblog:

Caro Danilo Alessi, non credi che sarebbe l'ora di piantarla di provocare ed offendere il buon senso e la comunità riese? Cosa pensi di ottenere o peggio ancora, dove vuoi arrivare continuando a negare vergognosamente errori, danni e malefatte ampiamente documentati, messi in chiaro alla luce del sole, giudicati e condannati? Basta, se proprio vuoi fare qualcosa, chiedi scusa a coloro che sono stati condannati per aver firmato, come te e perdipiù da sindaco, la delibera n°18 del 28/05/2012. Puoi risparmiarti di chiedere scusa ai cittadini riesi perchè le tue scuse, adesso, non verrebbero mai accettate.
Riese
Giovanni Muti (Il Monello)
Messaggio 89745 del 15.04.2018, 08:53
Provenienza: Forte Inglese
IL RUOLO DI RUGGERO BARBETTI NELLE ELEZIONI RIESI

di G.Muti


Avvicinandosi la data quando i riesi dovranno decidere chi dovrà essere il sindaco che inizierà una nuova fase storica, io come riese, nato al buchino, sento risvegliarsi in me un antico sentimento che mi lega al paese dove sono nato e dove correvo come “monello” scalzo nei vecchi vicoli; e Rio marina e Cavo dove passavo l’estate al mare vivendo gli anni più belli della mia giovinezza.
Un sentimento di appartenenza molto forte che nei riesi si fonde con una fierezza primitiva che nasce dalla loro storia e che si ritrova spesso nello sguardo ombroso di chi vede in una vela all’orizzonte una possibile azione pirata
Per questo ho trovato gli interventi di Ruggero Barbetti su chi deve fare il sindaco a Rio fuori luogo. Pur riconoscendo una naturale affinità tra riesi e capoliveresi e riconoscendo anche l’aiuto che Barbetti ha dato all’ultimo sindaco di Rio De Santi, rimane il fatto incontestabile: il sindaco se lo devono scegliere i riesi.
E’ già successo nell’ultima campagna elettorale di Portoferraio. Barbetti intervenne provocando polemiche piuttosto aspre. Questo può nascere da un suo istinto innato , ma potrebbe anche essere il suo modo di reagire agli agguati di un destino ingeneroso che, insieme a personaggi politici noti, ultimamente, gli ha creato problemi drammatici. Pur riconoscendo umanamente tutto questo, rimane il fatto che adesso le cose, purtroppo, sono molto cambiate e sono più confuse. Ruggero Barbetti chi e cosa rappresenta? Che titolo ha per fare tutto questo? Ha chiuso la porta in faccia a Forza Italia andandosene in malo modo, se vogliamo anche con qualche ragione, ma adesso non la rappresenta più,anzi...Dice di essere passato alla Lega, ma i ben informati sanno che, a livelli più alti , la sua adesione non sarebbe molto gradita.
Dunque, prima di intromettersi nella terra di Rio la prudenza lo avrebbe consigliato di interpellare i due ex Sindaci che sono esponenti di spicco del CDX. Non averlo fatto è una mossa fin troppo azzardata.
Alla fine, per questo atteggiamento, rischia di farne le spese il dott. CORSINI che lui propone, con il piglio del condottiero, dicendo di parlare a nome di tutto il CDX. Ovviamente le reazioni di Bosi e De Santi non si sono fatte attendere.
Quella di Bosi è stata al fulmicotone. Lui, giustamente, sostiene CANOVARO perché ha lunga esperienza Amministrativa, ma anche perché, nella delicata fase costituente del nuovo Comune, è opportuno che il Sindaco che verrà sia un riese "doc". E anche De Santi la pensa così. Ecco che Barbetti, preoccupato per la mossa azzardata, comincia a parlare di lista civica e cerca, come suo solito, aiuti a sinistra. E pensare che non gli andava bene Canovaro tacciato di essere stato , un tempo, un po' di sinistra !!.
Resta adesso un interrogativo serio: che ne pensa di tutto questo Marco Landi che della Lega è responsabile elbano? Perché tace?
Non sarà che Barbetti sia riuscito a farlo compromettere? Anche lui accetta l'appoggio del PD è di LEU? Insomma questi misteri,anche per rispetto dell'elettorato, debbono essere presto chiariti. Ci aspettiamo da Landi una parola chiara se non vuol correre il rischio di essere tacciato per barbettiano.
carlo
Messaggio 89744 del 15.04.2018, 08:30
Provenienza: Portoferraio
AMIANTO:
PREMETTO CHE, che si disfa dell'amianto gettandolo per strada è un criminale e va condannato, ma....
Siccome,quelli che hanno prodotto l'amianto, sapevano benissimo che era cancerogeno, e comunque ce l'hanno venduto lo stesso, con il beneplacito di tutte le forze politiche e non, io farei in questo modo:
Il comune o chi per esso, organizza un centro di raccolta per l'amianto, dove i cittadini che lo comprarono a loro tempo, inconsapevoli di comprare un veleno mortale, lo possano conferire GRATIS!!!!, facendo poi ricadere i costi per lo smaltimento alle ditte che mentre lo producevano, sapevano di provocare la morte di centinaia di lavoratori.
Questa è la mia idea.
Sicuramente, sarà un'idea migliorabile, io non sono un tecnico, però credo che questa sia la strada più corretta per risolvere il problema dell'amianto nascosto nei posti più impensati.
FORESI
Messaggio 89743 del 14.04.2018, 21:55
Provenienza: DAGOSPIA
LA BELLEZZA NON BASTA” – L’ALTRA CAPRI CHIEDE IL RICONOSCIMENTO DI ''COMUNE SVANTAGGIATO'': IL SINDACO E GLI ABITANTI RACCOLGONO LE FIRME PER IL REFERENDUM – NON CI SONO GINECOLOGI E I MEDICI DA FUORI NON ARRIVANO – PER UNA VISITA BISOGNA METTERSI IN MARE O ASPETTARE MESI – NELL’ISOLA NON È MAI ARRIVATO IL METANO E LA SPESA COSTA IL 40 % IN PIÙ…
Schiaccia Briaca
Messaggio 89742 del 14.04.2018, 19:04
Provenienza: Lista per Rio
Aspettino lor signori a cantar vittoria o sognare i propri interessi personali realizzati. Le terme, i beni demaniali e i contributi regionali e statali effetto della fusione vi fanno brillare gli occhi. Sono 25 anni che vi presentate e ripresentate in tutte le salse. Ormai l'hanno capito tutti che avete questioni vostre da sistemare. Il 25 aprile, festa della liberazione, presenteremo la nostra lista. La lista "Schiaccia Briaca". Siamo già pronti, aspettiamo il 25 perché la nostra sarà la lista della definitiva liberazione dai parassiti che hanno affondato i nostri bellissimi paesi. Siamo tantissimi. Forza Rio!
X antincendio
Messaggio 89741 del 14.04.2018, 17:26
Bella figura invece... nemmeno una parola sul volontariato elbano vera colonna portante assieme ai vvf dopo la chiusura del corpo forestale del sistema aib regionale. Forse il responsabile può spengere da solo questa estate
Mario Ferrari Sindaco
Messaggio 89740 del 14.04.2018, 17:11
“Non basta la raccolta di firme fatta negli uffici dei comuni, dobbiamo portarla nelle piazze e in mezzo alla gente”.




Così il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari a proposito della iniziativa lanciata nei giorni scorsi dal Comune di Marciana Marina e sostenuta anche dall’Associazione Nazionale dei Comuni delle Isole Minori, la raccolta delle firme per la proposta d’iniziativa popolare di modifica dell’articolo 119 della Costituzione, inerente il riconoscimento del permanente svantaggio naturale derivante dall’ insularità.
“Sabato 7 aprile scorso ero purtroppo assente al convegno di Marciana Marina per motivi personali – fa sapere Mario Ferrari – ma credo che l’iniziativa abbia bisogno del supporto e del buon esempio anche delle nostre istituzioni locali, che quotidianamente si scontrano con i disagi della condizione insulare insieme ai propri concittadini”.
Come si ricorderà, la raccolta delle firme per la proposta di legge di iniziativa popolare per la modifica dell’art. 119 della Costituzione per il riconoscimento della condizione di svantaggio che patiscono le Isole italiane, chiede che venga inserito nell’articolo il seguente testo: “Lo Stato riconosce il grave e permanente svantaggio naturale derivante dall’insularità e dispone le misure necessarie e garantire una effettiva parità ed un reale godimento dei diritti individuali e inalienabili”.
“Nei prossimi giorni – conclude il sindaco Ferrari - ci organizzeremo per portare la raccolta di firme nelle piazze e nei luoghi più affollati di Portoferraio, come i supermercati; invito anche i miei colleghi sindaci a fare altrettanto, per dare alla iniziativa l’importanza e la diffusione che merita”.
X antincendio Elba
Messaggio 89739 del 14.04.2018, 15:37
Provenienza: Portoferraio
Bello l’articolo sul antincendio elbano, ma non comprendo perché non viene coinvolto il Comando VV.F. Di Livorno è il distaccamento di Portoferraio. Mi sembra che siano cambiate le disposizioni in materia e sarebbe meglio migliorare la collaborazione che fare interviste poi arriva l’estate.....
ELBA SALUTE
Messaggio 89738 del 14.04.2018, 11:01
PREPARIAMOCI AL GRANDE EVENTO DEL 27 APRILE PROSSIMO.
DA FIRENZE ARRIVERANNO ALTRE PROMESSE E UN NUOVO PIANO SANITARIO STUDIATO PER LA RISERVA INDIANA ELBANA.


Nell'ultimo suo sbarco all'Elba la Signora della sanità regionale ci emozionò per l'attenzione che riponeva per la nostra isola fino a spingersi che avrebbe risolto immediatamente le due questioni più urgenti il malandato e carente pronto soccorso e una inadeguata camera iperbarica. Era il 12 novembre 2015 e tutto è rimasto com'era anzi....
Il pezzo forte di quella gita fu la promessa solenne che per risollevare lo scadimento della sanità Elbana e l'economia dell'isola aveva deciso di fare all'Elba una scuola per infermieri e OSS (operatori socio sanitari). Alla notizia seguirono scroscianti applausi che riecheggiano ancora oggi mentre noi di Elba Salute eravamo allibiti perché quanto ci stava promettendo era una colossale bugia perché per una scuola infermieri serve una università che noi non abbiamo e strutture per ospitare docenti e studenti. Per quella perplessità abbiamo rischiato il totem della tortura. Ora un Direttore ASL viene qui a dirci che ci sarà una commissione d'inchiesta per i fatti del 4 aprile scorso, ma non possono rifondare di sana pianta la centrale operativa del 118 che di emergenza insulare sa ben poco e poi ricercare le responsabilità? Se ci sono 4/5 ambulanze libere e pronte ad intervenire e non vengono attivate vuol dire che qualcosa non funziona come non funziona il protocollo dei rendez-vous a Piombino perché l'ambulanza che traghetta è pagata a km e sulla nave è il battello che ha il contachilometri. Le commissioni d'inchiesta vengono quasi sempre sciolte e le difficoltà oggettive dimenticate.
La venuta del 27 aprile servirà a trasmetterci il suo entusiasmo per quel piano sanitario datato 15 dicembre 2017 perché smobilita molte unità di cura dell'ospedale accorpandole in un unico reparto riducendo quindi personale medico e infermieristico. Per le specialità ci sono gli ospedali del continente, ci viene detto, dove la Regione ha concesso servizi come l'emodinamiche, cure preventive, ecografie veloci, ed esami per 12 ora al giorno. Gli Elbani per curarsi e operarsi sull'isola devono aspettare le risorse di rete , così dice il piano sanitario in nostre mani, formate da equipe di medici che però dal giugno 2017 ad oggi non se ne è vista neanche una. E chi verrebbe qui ad operare senza una sub intensiva e rianimazione? Sono i nostri anestesisti che a turno vanno a lavorare a Piombino perché qui non si opera quasi più ed è CHIUSO anche l'ambulatorio di chirurgia.
Il piano sanitario modellato per l'utenza di serie "B" che ci presenterà l'Assessore Regionale alla sanità scritto dagli Elbani e da lei consacrato (e ci credo sai che bel risparmio) azzera quasi totalmente la chirurgia; non include nessun servizio ospedaliero per i detenuti di Porto Azzurro; non tratta iniziative per la malattia del secolo la "Ludopatia"; liquida in tre righe le complesse situazioni dell'oncologia; la riabilitazione importantissima per chi si è sottoposto ad intervento chirurgico è liquidata in una riga e mezza; la casa della salute non appare tra le righe forse perché forse a qualcuno sta bene l'affollamento del pronto soccorso; non tratta una ristrutturazione della radiologia ora quasi al collasso come il pronto soccorso e la ginecologia che presto resterà senza medici fissi.
Non un cenno per promuovere assunzioni di medici fissi all'Elba, e non un cenno su accrediti e su risorse economiche necessari per la funzionalità del nostro malridotto ospedale che oltre all'azzeramento di vari reparti soffre anche come struttura.
L'impressione è che questo piano sanitario è studiato per dare il colpo di grazia alla nostra sanità pubblica pronta per essere imbarcata per scomparire, come altri servizi essenziali, al di la del mare come aveva previsto nel 1997 "Elba 2000"
Il cittadino vessato un tempo sapeva a chi rivolgersi ora è solo.

Comitato Elba Salute nel CREST.
(Francesco Semeraro)
Per simpatizzante
Messaggio 89737 del 14.04.2018, 10:14
...Invece di andare dietro ai discorsi di piazza o meglio ai pettegolezzi.....sarebbe meglio che tu esprimessi un giudizio sulla lista Canovaro quando effettivamente verrà presentata ufficialmente e non è per nulla vero che ci saranno personaggi "i soliti noti"........ma solamente persone "oneste,capaci,con a cuore solo gli interessi della collettività riese".....
Comunque il fatto che tu tifi per Corsini la dice già lunga.......ciao
LE GRANDI MANOVRE
Messaggio 89736 del 14.04.2018, 09:56
IL PAESE E' PICCOLO E LA GENTE...MORMORA





Non credo proprio che ai cittadini dotati di un cervello pensante passino inosservate le grandi liti che avvengono a Portoferraio una lotta senza esclusioni di colpi che si sta volgarmente svolgendo per accaparrarsi o conservare un posto al sole alle prossime elezioni 2019 , incontri segreti nelle lande dello Schiopparello , altre riunioni fuori da occhi indiscreti , fronde, contatti approcci e tanto altro, insomma si lotta ci si accapiglia non credo proprio per il benessere ed il rilancio di un paese in completo disfacimento, ma esclusivamente per una poltrona, una sedia, magari uno sgabello o un semplice strapuntino , in ogni caso, solo di posto a sedere in prima , il famoso “posto al sole”.
L’offerta è vasta alle volte personalizzata , si promette , si minaccia , ci si vende e si vendono i propri favori per un futuro consenso , tutto questo – ci diranno poi senza pudore alcuno - per dare una futura e innovativa amministrazione al paese di Cosimo , insomma una pre-campagna elettorale , che cerca sotto, sotto di riciclare soliti vecchi abiti logori rigirati più volte.
Li immagino questi sensali , mediatori di consensi , che al pari dei poveri vu cumprà discutono il prezzo di una merce taroccata che cercano di spacciare per nuova . Si può essere talmente meschini ?

Vi prego dateci tregua almeno fino alla prossima primavera , non parlateci più di politica, di ideali, di appartenenze, di valori, di rilanci e salvifici elisir , ma soprattutto esentateci dalle vostre liti da lavandaie non prendeteci più per il culo ripetendo che i cittadini debbono essere i protagonisti del paese… non ditelo più sarebbe una ulteriore violenza alla nostra intelligenza!.
Claudio G.
Messaggio 89735 del 14.04.2018, 09:35
Provenienza: Portoferraio

Proposta Smaltimento Amianto- Parco, Lions, Fondazione Elba, Albergatori & C , forza, uno scatto di orgoglio e dignità, uscite dai salottini, fatevi sentire CA@@O se vi sta a cuore questo scoglio come dite quando c'è da chiedere!!

Chiunque sia stato educato a rispondere del proprio operato, sa che di fronte ad un problema da risolvere, l'approccio da utilizzare è quello di analizzare il contesto e le esigenze per poi disegnare una o più soluzioni altenative supportate da un rapporto costi-benefici-impatti sui comportanenti.
Questo dell'amianto da smaltire correttamente, (valido anche per altri rifiuti pericolosi, ma anche per altre situazioni critiche), è un problema irrisolvibile se lasciato alle sole responsabilità del cittadino ed al suo bonsenso. Possiamo anche squartarci a dare colpe e lanciare anatemi, ma il problema resterebbe irrisolto in tutta la sua gravità. Pertanto, visto che i danni sulla salute dei cittadini sarebbero scontati, sono convinto che le istituzioni quali le amministrazioni comunali per prime, sono obbligate ad intervenire con iniziative efficaci ed efficienti per rimuovere il problema. Del resto hanno tutti i mezzi materiali e giuridici per far operare strutture e mezzi oltre che essere direttamente responsabili della qualità del territorio. I conti con il cittadino 'zozzone', possono essere regolati in mille modi, più o meno saggiamente con la responsabile consapevolezza che il 'regolamento', potente strumento di propaganda, non risolve alcun problema.
Claudio G.
Marcello Camici
Messaggio 89734 del 14.04.2018, 09:31
FINE DEL GRANDUCATO DI TOSCANA ASBURGO LORENA L’ALBA DELL’INITA’ D’ITALIA ALL’ELBA (1859-1860) ADUNANZA ELETTORALE DEL COMUNE DI PORTOFERRAIO DEL DI’ 30 E 31 OTTOBRE 1859.VERBALE TERZA PARTE PROCLAMAZIONE DEGLI ELETTI E VALIDITA’ DELLA ELEZIONE


Il giorno 30 ottobre 1859 nel municipio di Portoferraio è avvenuto un fatto storico importante. E ‘abbandonata l’elezione dei consiglieri quale ottenuta ormai da oltre un secolo col metodo dell’estrazione da una borsa degli aventi diritto ad essere eletti si passa alla elezione tramite il voto a scheda segreta. In questo giorno il gonfaloniere e presidente del seggio, dr Fabio Squarci, presiede la tornata elettorale al seggio posto nella sala consiliare del comune di Portoferraio . Dopo aver presieduto alla votazione , allo scrutinio delle schede, risulta che venti eleggibili hanno superato la soglia di cento voti e così nel verbale si continua “…ultimate le schede .Il Seggio ha proclamato in Consiglieri chi ha riportato la maggiorità dei voti resi ,richiesta dalla Legge,gli ( ) compresi nella lista ,che consta di numero trecentottantaotto eleggibili e sono I Signori Alessandro Lambardi-Fruttuoso Novella-Gavassa Luigi di Lazzaro-Diversi Matteo-Bigeschi CandidoManganaro Giorgio –Squarci dr Fabio-Quartini Giuseppe-Mibelli Domenico-Senno Pellegro di GiovanniTraditi Giovanni-Foresi Francesco Angelo-Gasparri Domenico-Fossi dr Eugenio-Lorenzini dr Aristide-Bigeschi dr Eugenio-Sbarra Giuseppe-Tallinucci Jacopo-Mochi Torello” Dopo aver enumerato chi sono,il Gonfaloniere passa alla dichiarazione di validità della loro elezione : “…gli Elettori essendo cinquecentonovanta ,il concorso di trecentotrenta votanti,superando la metà voluta dall’Art 15 del decreto del de’ 4 settembre prossimo passato,è più che sufficiente per rendere regolare e legale la votazione e il fatto Scrutinio e conseguentemente valida la elezione dei veti Consiglieri ,poco anzi nominati ,comunque l’invito accennasse di dover eleggere in luogo di venti,ventuno Consiglieri. Il Seggio Elettorale coerentemente al disposto degli art 8 e 40 della suddetta legge dei 20 Novembre 1848 porta opinione che gli Eletti in numero di venti bastino a completare il Consiglio di questo Municipio,con forme fu praticato sotto l’influsso della stessa legge nelle Elezioni Comunali di questa Città negli anni 1850,1851 e 1852 (elezioni comunali che avvenivano col metodo dell’imborsazione ndscr,) Si è omesso di notare nel presente verbale gli altri centotrentasette individui che hanno consegnato meno di cento suffragi per ciascuno,considerandoli il Seggio come voti dispersi senza influenza per la regolarità della presente operazione elettorale non avendo tralasciato di trascriverli in apposita nota firmata dai Componenti il Seggio medesimo che rimarrà depositata nell’archivio del GonfaloniereTutto letto e pubblicato in ( ) nella Sala Comunale il presente verbale questo dì 31 ottobre 1859 alle ore due antimeridiane ( ) e firmato dai Componenti il Seggio Elettorale Squarci Gonfaloniere Manganaro Angelo Foresi Giovanni Traditi Pasquale Calderini Dr Aristide Lorenzini Attuario “ Quanto accaduto il giorno 30-31 ottobre 1859 a Portoferraio accade anche in tutta la Toscana. Per la prima volta si procede in tutta la Toscana a rinnovare i consigli comunali col metodo della elezione a scheda segreta . Questo metodo,da allora mai più abbandonato in Toscana, è principio costituente del procedere democratico. Merita essere ricordato con una festa.

Marcello Camici mcamici@tiscali.it
NUOVO COMITATO CARPANI
Messaggio 89733 del 14.04.2018, 09:27
per MPS:LA BANCA DEI PARTITI
Messaggio 89732 del 14.04.2018, 06:24
Hai perfettamente ragione.
MPS è banca di partito.
E,come vedi ,silenzio assoluto da parte dei partiti sul rendere noto a noi contribuenti che abbiamo salvato questo istituto bancario sul nome dei politci che non hanno restituito i soldi alla banca.
Qui scatta la privacy mentre altrove no: due pesi e due misure.
E non c'è solo MPS ma probabilmente c'è tutto il sistema bancario che ha dato soldi alla politica.
A questa politica che ha portato l'Italia al punto in cui ci troviamo.
A questa politica che continua a prendere soldi dalle pensioni che sono diventate bancomat dello stato
Io
Messaggio 89731 del 14.04.2018, 00:37
Provenienza: Portoferraio
Come al solito si vuole fare le nozze coi fichi secchi...la raccolta differenziata è partita e gia' si vedono le carenze del servizio...come si fa a concepire una simile stupidaggine? Mi riferisco al meraviglioso centro raccolta di portoferraio, tralasciando che è in un centro abitato che già la dice tutta ,liquami che con la pioggia vanno ovunque...si può avviare un progetto del genere mettendo a disposizione della popolazione totale di portoferraio un piazzale di 30m x 30 con l'obbligo di entrare uno per volta per consentire a chi è entrato di poter a sua volta uscire? In fila anche per gettare una spazzatura che paghiamo cara... Personale ancora impreparato che neanche sa come debba funzionare la faccenda... Se qualcuno ha necessità di gettare qualche barattolo di vernice deve aprirlo e lasciarlo seccare completamente altrimenti non lo ritirano..un barattolo di smalto a seccare completamente impiega almeno 6 mesi...."mettici la sabbia dentro " mi hanno detto...tanto tra poco è estate e con il caldo fa presto...(Organizzatissimiiiii!!)...la verità è che tutti sappiamo dove finirà la vernice...o nelle tubature o nei nostri poveri boschi... Oppure ce la berremo...Alla salute!
X un simpatizzante
Messaggio 89730 del 13.04.2018, 21:29
Provenienza: Rio
Caro Simpatizzante te hai detto a tua e io dico a mia...I Riesi al canovaro non lo vogliono...I simpatizzanti come te dicono che offrono lavoro...ma dove? O meglio chi si deve mettere apposto con il lavoro? I figli di... Mi dispiace per te ma i signori ormai noti con lista canovaro li conosciamo tutti e sinceramente ci sono venuti a noia..spero di cuore che il Bosi non si presenti in lista! Forza corsini
Amianto... e granito
Messaggio 89729 del 13.04.2018, 18:31
Provenienza: Polemici per natura
La proposta di Claudio per quanto riguarda il problema amianto non è banale, anzi spiegandolo per chi fatica a capire, suggerisce una proposta.
Prendendo atto che non essendoci all'Elba un servizio di raccolta, nella consapevolezza della sua presenza in molti luoghi e spesso del suo disfacimento in maniera non idonea, una migliore organizzazione ed una campagna mirata potrebbero essere utili entrambi.
Chi se non le amministrazioni possono farsene promotori????
Chi se non ad esempio il Parco può farlo????
Salvo si pretenda che negli anni passati dovessero essere gli improvvidi che ne hanno fatto uso a conoscerne i pericoli.
Perché ESA non potrebbero ad un costo "civile" promuover una raccolta???? Al solo beneficio del territorio e degli elbani.
Purtroppo siamo abituati alle rottamazioni politiche più favorevoli ai colossi delle auto che al semplice cittadino.
Certo come scrive qualcuno questi problemi non toccano ad esempio i politici che hanno spogliato e derubato e distrutto una banca che esiste da prima dell'America, milioni di euro adesso inesigibili, mentre il comune mortale se deve pochi euro viene pignorato da Equitalia.
GOLF CLUB ACQUABONA
Messaggio 89728 del 13.04.2018, 17:28
Provenienza: Fondazione Isola d'Elba


Dal 19 al 20 Maggio 2018 appassionati, giovani e famiglie si danno appuntamento all’Elba Golf Club Acquabona in occasione della prima edizione dell’Open Day. Un’opportunità che all’Elba Golf Club Acquabona offre gratuitamente per sfatare il tabù che il golf sia uno sport elitario. Due giorni all’insegna dello sport e del divertimento tra mercatini, appuntamenti per bambini, spettacoli ed enogastronomia.
I partecipanti avranno a disposizione l’intera area per provare gratuitamente numerose discipline tra cui tiro con l’arco, foot golf, corsa podistica e ovviamente golf e mini golf. Sarà possibile partecipare direttamente oppure essere semplicemente spettatore di un’incredibile varietà di eventi sportivi come il raduno di moto club, il raduno di moto bike e corsa podistica.
E ancora favolosi gonfiabili pronti ad accogliere tutti i bambini, caccie al tesoro, calcio balilla umano e tantissime altre attrazioni che coinvolgeranno grandi e piccini per trascorrere due fantastiche giornate all’insegna dell’avventura e dell'allegria.
Protagonisti anche i prodotti e le eccellenze del territorio. L’Open Day sarà infatti anche un’occasione per presentare l’artigianato tipico dell’Isola D’Elba e le eccellenze enogastronomiche locali attraverso deliziosi mercatini a tema.
In occasione dell’iniziativa saranno inoltre organizzati tavoli tematici dedicati al golf quale sport che rispetta l’ambiente e valorizza il territorio. Presenzieranno le autorità locali, esperti del settore e non mancheranno ospiti d’eccezione quali il golfista di fama internazionale Sofy Sandalo e il noto sassofonista Jacopo Taddei.
Non solo sport e divertimento ma anche solidarietà. L’Elba Golf Club Acquabona ospiterà, infatti, molte Associazioni benefiche territoriali che presenteranno la propria realtà ed illustreranno le diverse opportunità di volontariato offerte. Al termine delle presentazioni, gli interessati potranno raccogliere materiale informativo presso gli stand delle associazioni, chiedere informazioni direttamente ai rappresentanti ed eventualmente aderire alle iniziative proposte.
Due giorni per scoprire la magia del golf, la disciplina che allena corpo e mente e permette di giocare a stretto contatto con la natura.
Paolo
Messaggio 89727 del 13.04.2018, 16:01
Provenienza: Rio
Important!
Buon giorno mi chiedo una cosa a portoferraio in banchina sulle navi saldano è casca tutto in mare ora pittura sul rio Marina bella e stamani ero lì che guardavo stucco in mare e pittura ma la capitaneria di porto Non interviene ma questi lavori non vanno fatti in cantiere ci sta che sbaglio povero mare elbano
gino di tacco
Messaggio 89726 del 13.04.2018, 15:54
Provenienza: marina di campo
X CLAUDIO - AMIANTO
Guarda che un bimbo sa che l'amianto e cancerogeno,e tutti dico tutti privati e imprenditori sanno perfettamente che per la distruzione dell'amianto ci sono ditte specializzate che vengono,lo imballano come da normativa vigente e lo portano in Continente dove ci sono centri di raccolta autorizzati.
Ma siccome bisogna tirare fuori soldi,allora si fa prima la notte a buttarlo dove meglio torna e così la faccenda si chiude in barba agli onesti.
I Comuni dovrebbero intervenire,e sono a conoscenza che se trovano il colpevole parte la denuncia,a controllare meglio di quello che stanno facendo i vari furbetti delinquenti e non accollarsi altre spese oltre a quelle che hanno giornalmente per spazzature buttate anche dal finestrino dell'auto ecc,ecc.
Per cortesia un podi educazione e senso civico non guasterebbe !!!!!!!
MPS:la banca dei partiti
Messaggio 89725 del 13.04.2018, 14:09
LA BANCA DELLA CASTA – MONTEPASCHI NON RIESCE A RECUPERARE 70 MILIONI PRESTATI A PARTITI, UOMINI (E DONNE) POLITICI E LORO PARENTI – LA BANCA LI HA CLASSIFICATI “NO PERFORMING”. CIOE’, DIFFICILMENTE VERRANNO RIMBORSATI – I NOMI? TOP SECRET IN NOME DELLA PRIVACY - MA IL SALVATAGGIO DI MPS L'HA PAGATO LO STATO, CIOE' NOI CONTRIBUENTICome al solito Mps non ha fatto i nomi di questi bidonisti vip, sempre trincerandosi dietro il sacro dogma della privacy. Non si capisce però perchè se un commerciante evade duemila euro è paragonato a un delinquente e i signori del Fisco si divertono a sputtanarlo pubblicamente, mentre un politico truffatore va tutelato dalla gogna mediatica. Se i partiti avessero una dignità si dovrebbero auto-denunciare. Ma è più facile che un ladro restituisca il malloppo...
Riccardo Nurra
Messaggio 89724 del 13.04.2018, 13:43
LAVORI ALLE GHIAIE




Procedono i lavori di manutenzione straordinaria della recinzione in metallo dei giardini delle Ghiaie.
L'inferriata , successivamente alla sua messa in opera che risale a oltre 15 anni fa, non ha mai ricevuto alcuna manutenzione ed ora la situazione per ripristinarla è molto problematica, con la ruggine che la fa da padrona.
Una parte delle recinzione è già stata raschiata , trattata con il convertitore di ruggine e riverniciata.
Alcuni tratti irrecuperabili sono stati pazientemente ricostruiti. Il lavoro richiede cura e tempo in modo da poter preservare il manufatto per qualche anno.
Nello stesso tempo è stata saldata a metà dell'altezza delle barre verticali e per tutta la lunghezza della recinzione, una fascia metallica in modo da poter rendere impossibile l'allargamento delle barre verticali con conseguenti ingressi “facilitati”.
Finalmente , la sera all'ora stabilita ,variabile a seconda della stagione, sarà possibile chiudere i cancelli ed impedire che la notte circolino per il parco strani personaggi e vi siano bivacchi abusivi.
i turisti dell'Elba
Messaggio 89723 del 13.04.2018, 12:21
I turisti elbani si dividono in due grosse categorie : proprietari di seconde case e turisti occasionali estivi . Tra i due c'è una grossa differenza perchè gli estivi occasionali fanno guadagnare in particolare gli alberghi e le altre strutture simili , mentre le seconde case danno lavoro a molti per tutto l'anno. In bassa stagione sono le seconde case che contribuiscono all'asfittico bilancio dell'isola per svariate ragioni , eppure questi ultimi che pagano tra l'altro un mucchio di tasse , soldi regalati come la TARI, non sono molto amati. Dopo un periodo lunghissimo di permanenza nell'isola devo concludere che non vedo l'ora di andarmene e chi mi trattiene al momento è il valore deprezzato della casa. Mi spiace dire che ho trovato poca collaborazione dai locali , molti aggressivi, molti sporcaccioni e molti altri disinteressati anche a spiaccicare due chiacchere , tutti invece interessati a spennare a dritta ed a manca . un'isola che ha un ospedale tenuto in vita da medici e altri addetti gloriosi , i problemi storici dell'acqua poco potabile, dei trasporti gestiti in modo spesso piratesco, dai troppi comuni che creano solo confusione , sino alle multe estive ai soli turisti ,ai parcheggi liberi assenti insomma una serie di cose negative che hanno sminuito la bellezza dell'isola eppure il vero turismo funziona con la collaborazione di tutti in primis i turisti stessi che oggi confermano che una settimana in sardegna in albergo eccellente con piscina e servizi da spiaggia e pensione totale costa come due giorni all'elba mezza pensione .....insomma da meditare.
Amianto
Messaggio 89722 del 13.04.2018, 12:05
Provenienza: Portoferraio
Caro Claudio, ma che film hai visto?
Ti rendi conto che ti stai rivolgendo a delle amministrazioni che hanno la testa solo sui parcheggi a pagamento, balzelli con la tassa di sbarco e multe per divieto di sosta soprattutto ora che si avvicina la mattanza estiva. Per l'amianto esistono già le leggi che se osservate, si supera il problema, quindi cosa deve fare l'amministazione?

Portoferaiese
Amianto
Messaggio 89721 del 13.04.2018, 11:06
Provenienza: Portoferraio
Le amministrazioni comunali promuovano una campagna smaltimento amianto



L' amianto non è merce rara ed è disseminato un po' dappertutto, lo dico senza polemica e con spirito costruttivo.
Smaltirlo costa un'occhio della testa ed è per questo motivo che tante persone, consapevoli dell'obbligo di smaltimento, cercano di sbarazzarsene o abbandonandolo come 'al Buraccio', o nascondendolo sotto terra e forse anche affondandolo in mare.
Ferma restando la condanna senza se e senza ma a questi comportamenti, le amministrazioni Elbane tutte, perfettamente consapevoli della realtà e della bomba ecologica che si sta innescando, hanno il dovere di sensibilizzare/informare i cittadini elbani promuovendo iniziative funzionali allo smaltimento dell'amianto a costi molto inferiori a quelli attuali per un periodo limitato, es. un anno.
Così facendo sono sicuro che veramente pochi sarebbero coloro che non approfitterebbero dell'opportunità di smaltire un veleno a tutti gli effetti sostenendo dei costi abbordabili.


Claudio G.
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA.....