Pagina 2/1255: [] [1] (2) [3] [4] [5] [6] [7] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
EURONICS Portoferraio
Messaggio 94003 del 12.02.2019, 17:44
EURONICS, SCONTI FINO AL 50% PER RINNOVO ASSORTIMENTO MOSTRA



Euronics, la catena di negozi specializzata nella vendita di articoli di elettronica presente anche a Portoferraio in località Antiche Saline di Portoferraio, presenta il nuovo volantino con imperdibili offerte valide fino al 6 marzo. All’interno del pieghevole, tantissimi articoli con sconti fino al 50% per rinnovo assortimento mostra. E’ così che si può approfittare per fare buoni affari grazie alle promozioni in corso che possono essere scoperte sfogliando il catalogo. Risparmia con Euronics, il negozio del Gruppo Nocentini.
ANGELO BANFI
Messaggio 94002 del 12.02.2019, 17:28
PORTOAZZURRO IL DISSALATORE-INCONTRO BUBBLICO
ASSENTE LA PARTE PUBBLICA ED ECONOMICA ELBANA





Ho partecipato all’incontro pubblico “IL DISSALATORE” a Porto Azzurro promosso dal Presidente del Comitato Dott. Italo Sapere curioso di toccare con mano i molti problemi sollevati sia per il luogo di costruzione che per le modalità tecniche proposte per la sua realizzazione.
Devo dire data la rilevanza mediatica che mi sarei atteso una presenza massiccia oltre che dei diretti interessati che abitano la zona anche la presenza delle Amministrazioni comunali. Invece come capita in periodi pre-elettorali oltre a qualche calorosa espressione da parte di alcuni cittadini interessati personalmente ne è nata una specie di campagna elettorale locale con promesse di voto e non voto.
Chiarito alcune esposizioni di parti tecniche e l’esimio intervento della Dott.ssa Lazzeri che ha illustrato alcune fasi tecniche degli impianti ad osmosi molto dettagliati e rilevanti (il lavaggio filtri ) oltre al chiarimento di Carlo Gasparri a sottolineare che con il sale disperso in mare in così alta concentrazione avrebbe distrutto definitivamente la foresta di posidonia presente nel golfo ed io aggiungo anche il luogo di riproduzione della fauna ittica locale e al di la di alcune battute dei presenti forse l’unica proposta concreta emersa è quella di predisporre un gruppo ristretto di tecnici e politici per gestire questo momento specifico.
Da quanto ascoltato qualche cosa avrei da dire in primis per la nomina di Italo Sapere da parte del Comune di Porto Azzurro, persona interessata per motivi personali-logistici e non abituato a sostenere una conferenza di servizio più politica che tecnica, non mi sembrava la più opportuna ( è come togliersi di mano un problema) e nella mancanza delle Amministrazioni comunali per un’opera che ha una valenza comprensoriale e mi rivolgo in particolare al Comune guida dell’isola Portoferraio. Quindi l’unico Sindaco presente era il Dott. Barbetti, devo dire coraggioso, almeno l’ardire di affrontare l’assemblea l’ha avuta, poi saranno i suoi cittadini a giudicarlo….
Per mia esperienza tecnico/politica certi interventi tecnici aventi valenza comprensoriale devono essere affrontati in prima persona dai Sindaci supportati eventualmente da tecnici ma siccome certe scelte sono prima politiche e poi tecniche bisogna che le facciano i politici e nessun delegato, in fondo il cittadino li ha votati per prendersi certe responsabilità in caso contrario facciano altro.
Come cittadino sono veramente costernato di fronte ad un disinteresse totale delle nostre Amministrazioni e forze economiche per una tale opera e quando si dice che la Regione governa come vuole la nostra isola penso che lo faccia a ragion veduta di fronte ad un situazione del genere .
Penso che sia ora di ripensare ad una gestione unitaria di questa nostra isola, forse per la realizzazione di opere e servizi a livello comprensoriale si riuscirebbe ad esaminarle e decidere avvedutamente senza troppi indugi dettati da falsi campanilismi.
Concludo facendo un plauso a Italo Sapere per la capacità di gestire, anche se con un po’ di ritardo certo non voluto, una situazione davvero molto tortuosa e complessa.

Angelo Banfi
Waterfront
Messaggio 94001 del 12.02.2019, 16:15
Provenienza: Golfo di Portoferraio
Lamp
X DE ROSAS (PD) REPLICA AL COMUNE SUL PORTO CANTIERI

Egregio Sig.re

Il suo comunicato mi lascia senza parole...
Il progetto presentato dall'Ati citato, con capofila Esaom, a seguito di avviso pubblico, ha avuto invece parere negativo riguardo alla Via, per problematiche idriche afferenti il bacino della Madonnina, non risolte ed in apparente contrasto con una parte degli indirizzi di piano.
Avrei piacere che si leggesse il diniego della VIA E se il partito democratico fosse coerente affermasse quali sono le cause che hanno causato il diniego.
Siccome penso che lei non l'abbia mai letta le consiglio di farlo....
In attesa della sua rettifica a quanto dichiarato sul comunicato di elbareport porgo i più cordiali Saluti.
Elba Racing Team
Messaggio 94000 del 12.02.2019, 14:58

L'Elba Racing Team scalda i motori

Prima uscita dell’anno per i rallysti dell’Elba Racing Team, impegnati nello scorso fine settimana nel 10.mo Rally della Val d’Orcia, disputato con partenza e arrivo a Radicofani.

A gareggiare con i colori ERT sono stati Leonardo Pierulivo e Alberto Gragnani, a bordo della MG Rover ZR 105 n.87.

Per l’equipaggio elbano, sul percorso di sei prove speciali fra Radicofani e San Casciano dei Bagni, un onorevole 43.mo posto assoluto e tanto divertimento, sulle strade della provincia senese dove si sono affrontati ben 65 equipaggi.

Per la cronaca, il Rally della Val d’Orcia è stato vinto dall’equipaggio Smiderle – Bordin, su Ford
Luigi Lanera FdI
Messaggio 93999 del 12.02.2019, 14:51
Sig Anonimo

La ringrazio e mi lusinga che lei mi consideri un socio importante ....del cantiere Esaom anche se “monitorato”??? ( forse era meglio dire rompico.......) Forse i suoi informatori le passano notizie sbagliate perché io sono entrato in società e in quota di minoranza ( molto molto di minoranza ) soltanto a metà 2017 e quindi non sapevo è tuttora non so bene quali siano le azioni che compie il nostro amministratore . Per sua informazione deve sapere che una S.P.A ha un amministratore unico e in questo caso è anche socio di maggioranza al 53,x che gli permette di fare tutto quello che vuole ( nei limiti di legge ) senza tener conto dei soci di minoranza . Le consiglio inoltre di andare sui vari siti on Line locali e cliccando su arretrati inserendo il mio cognome noterà che il sottoscritto è coerente nelle sue battaglie politiche. Ps le consiglio di pubblicare informazioni veritiere perché la diffamazione a mezzo stampa è un reato penale .

Saluti Luigi Lanera cand a sindaco di Pf
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93998 del 12.02.2019, 14:50
Provenienza: CAPOLIVERI
Albergatore dissenziente
Messaggio 93997 del 12.02.2019, 14:31
Provenienza: Pareti
Apprendiamo che gli albergatori hanno azzerato "le incomprensioni del passato" con Moby, De Ferrari ci racconta che per anni non si sono parlati ed invece "confrontandoci abbiamo scoperto che abbiamo molti punti in comune".... roba da matti: il Presidente della più importante associazione di categoria elbana ed un Armatore a livello internazionale si sono improvvisamente accorti che il dialogo ed il confronto sono un metodo per risolvere i dissidi! Complimenti, avete fatto un corso di gestione dei conflitti o di peacekeeping? O forse l'avvicinarsi delle scadenze degli affidamenti dei contratti di servizio spinge Onorato a venire a patto con i soggetti locali più sensibili alle lusinghe di sconti, tessere VIP ed altre collanine di vetro per selvaggi autoctoni? Mi chiedo se Toremar, che riceve la sovvenzione regionale, possa concordare sconti commerciali mentre si rifiuta d'imbarcare sulle sue navi i camion del GPL, dirottati sulla nave gestita da un suo Consigliere d'amministrazione. Ma queste sono tutte sciocchezze, i geni del turismo elbano, dopo innumerevoli viaggi a spese degli associati e ora sembra anche della GAT, hanno scoperto che il segreto è la costruzione di un bellissimo parco acquatico in cima ad un monte. Mi raccomando ricordatevi di sentire il Presidente del Parco perchè se le paperette non dovessero essere autoctone toccherà spendere qualche centomila euro per sterminarle! VERGOGNA a voi e a tutti gli Elbani che dormono!
guido
Messaggio 93996 del 12.02.2019, 13:55
Provenienza: marciana marina
x bertoldo
se vuoi delle risposte al tuo quesito basta andare alle ore 18.00 in comune e partecipare come spettatore al consiglio comunale
Dino
Messaggio 93995 del 12.02.2019, 11:38
Provenienza: Portoferraio
Per Luigi io non ho smascherato niente o fatto tutto questo per il bene del paese con la salute non si scherza (amianto) ti ringrazio che vuoi che divento sindaco ma la politica non è il mio mestiere io sono limpido in tutto perciò non posso fare il sindaco
Luigi
Messaggio 93994 del 12.02.2019, 10:32
Provenienza: Portoferraio
Per Dino hai smascherato tutto e il codice della navigazione lo conosci bene grande Dino.
Ci vuole il comune unico
Dino sindaco a vita
X Lanera
Messaggio 93993 del 12.02.2019, 08:10
Provenienza: portoferraio
Lanera socio importante di ESAOM!
Ma se ha una quota percentuale pari al prefisso telefonico di Milano!!
Portoferraiese
Messaggio 93992 del 12.02.2019, 07:37
Provenienza: Dal carburo
PORTO CANTIERE?

Come diceva Fantozzi :
UNA CAGATA PAZZESCA !!!!!
Specchietto per le allodole da campagna elettorale..
Luigi Lanera FdI
Messaggio 93991 del 12.02.2019, 05:01
Egr sig Dino
Noto con piacere che sono riuscito a far dire a lei ciò che io non posso dire senza essere accusato di fare campagna elettorale in mio favore . Chi doveva controllare all epoca e in questi cinque anni non lo ha fatto e badi bene che il demanio è di competenza delle amministrazioni comunali da diversi anni e loro ne devono accertare la regolarità .Solo su denuncia specifica Un istituzione di polizia può indagare presso un ente pubblico cosa questa che si è verificata ultimamente .Ora , se io fossi stato il sindaco , avendo a cuore lo sviluppo della mia città , mi sarei attivato affinché il progetto porto cantieri arrivasse alla conclusione il prima possibile, ma la cosa più grave è che anche il Marina San Giovanni ha trovato Un infinita’ di ostacoli nel suo iter burocratico tanto che è dovuto intervenire il TAR per sbloccare la situazione . Il risultato di questo immobilismo amministrativo ha prodotto quello che tutti i giorni vediamo passando in viale Teseo Tesei oltre al danno economico ed occupazionale per la città di Portoferraio .Saluti
Luigi Lanera candidato a sindaco di Pf
Bertoldo
Messaggio 93990 del 11.02.2019, 21:31
E’ uscita su Elbareport la notizia che domani alle 18 a M.Marina ci sarà un consiglio comunale straordinario, per abroga' il regolamento di polizia locale approvato meno di un anno fa.
Facendo una brevissima ricerca sul sito del Comune si pò facilmente acquisire il regolamento che si presenta di ben 228 pagine!!!!!
Sarebbe quanto mai interessante che qualcuno spiegasse il motivo di questo cambio di rotta, annullando un regolamento recentissimo che ha comportato anche diverse spesucce (acquisto pistole ecc).
Attendo fiduciosa che qualche supporter esca dal silenzio in cui si è rifugiato da ormai quasi due anni e spieghi alle ignoranti come me perché questa amministrazione ne stia combinando una più di Bertoldo!
X Lanera
Messaggio 93989 del 11.02.2019, 19:28
Provenienza: pf
Mi sembra che l'assessore Del Mastro le abbia risposto in modo chiarificatore su come stanno le cose. Se ha ragione il sig. Dino Cima e non ho motivo di dubitarne, il bene al momento della restituzione doveva essere riconsegnato ordinando il ripristino. Cosa che la passata amministrazione si è ben guardata dal fare. E poi mi risulta che lei, sig. Lanera, sia un socio importante di ESAOM, seppur minoritario, ragion per cui:
1) perché non ha controllato che i beni siano stati riconsegnati in sicurezza?
2) perché ha sonnecchiato dal 2015 evitando di chiedere al socio di maggioranza, almeno fino a poco tempo fa, che fine ha fatto il progetto del Porto Cantieri?
Infine, se si vuol candidare, mi risulta che lei sia concessionario di un bene demaniale. Onestà intellettuale vorrebbe che lei riconsegnasse al comune la concessione in questione, evitando qualsiasi conflitto d'interesse. Ma non credo avverrà...
Abaco
Messaggio 93988 del 11.02.2019, 18:23
Provenienza: pf
Per il messaggio"I KILLER AMBIENTALI
Messaggio 93977 del 11.02.2019, 10:52 " e altri su l medesimo argomento.

L'appello per un intervento deve essere rivolto a tutte le autorità locali che comunque conoscono la proprietaria delle auto .
Infatti la questione delle automobili piene di "robaccia" è solo l'ultimo caso di una situazione che si trascina ormai da molti anni.
La proprietaria delle suddette macchine è ben conosciuta a tutte le autorità ; Sindaco (attuale e precedente) , ASL (assistenti sociali), Viceprefetto Affari Elbani, Carabinieri, Polizia (anche la stradale), Tribunale , VVFF; Mibac.
Per motivi diversi tutti questi soggetti sono a loro malgrado interessati alla questione che non si esaurisce solo nel caso denunciato oggi (era già presente su Facebook da tempo tale caso).
Ricordo che nel periodo in cui era sindaco il Peria , si ebbe un TSO sempre per problemi igienici presso l'abitazione in cui dimorava la signora.
Si comprende quindi che rinviare al futuro delle soluzioni , non serve a nessuno , neanche al soggetto interessato.

Speriamo che qualcuno si attivi e non solo per la questione auto..
Dino cima
Messaggio 93987 del 11.02.2019, 18:21
Provenienza: Portoferraio
Caro Luigi,

Non sono un esperto di demanio, immagino neanche te da quello che scrivi, ".......2013 con il sindaco Peria il quale accetto’la riconsegna delle aree in questione senza richiedere al cedente la messa in sicurezza degli immobili in questione nel caso in cui già fossero stati danneggiati dall usura del tempo".
Per fortuna c'è internet quindi non c'è neanche bisogno di andare a comprare un libro " Il CODICE DELLA NAVIGAZIONE" nelle migliori librerie ma basta guarderei un po' in qua è la per capire che quelle opere sono abusive e come tali devono essere demolite dal concessionario alla riconsegna del bene concesso. Più che riconsegna andava applicata un procedura diversa cioè la revoca per mancato utilizzo come prevede l'articolo 47 del codice ... Come alla maggior parte aree concesse ad Esaom vedi edilnautica e calle, Però .....
Ti giro due articoli del codice anche se pensavo che considerato che lo fate di lavoro i Raccomandatari marittimi e mediatori marittimi lo avevate già studiato per l'esame in camera di commercio, o forse nell'hanno che vi siete iscritti non esisteva ancora l'albo ... E l'esame ...
Art. 49 - Devoluzione delle opere non amovibili
Salvo che sia diversamente stabilito nell' atto di concessione, quando venga a cessare la concessione, le opere non amovibili, costruite sulla zona demaniale, restano acquisite allo Stato, senza alcun compenso o rimborso, salva la Facoltà dell' autorità concedente di ordinarne la demolizione con la restituzione del bene demaniale nel pristino stato.
In quest' ultimo caso, l' amministrazione, ove il concessionario non esegua l' ordine di demolizione, può provvedervi a termini dell' articolo 54.

Art. 54 - Occupazioni e innovazioni abusive
Qualora siano abusivamente occupate zone del demanio marittimo o vi siano eseguite innovazioni non autorizzate, il capo del compartimento ingiunge al contravventore di rimettere le cose in pristino entro il termine a tal fine stabilito e, in caso di mancata esecuZiOne dell' ordine, provvede di uFficio a spese dell' interessatO.

Ti ringrazio molto Luigi aspetto una tua rettifica.
CICLISTI CONTRO MANO
Messaggio 93986 del 11.02.2019, 18:01
Provenienza: CAPOLIVERI
Con le normative vigenti le bici possono andare in senso contrario, ma obbligatoriamente la strada non deve essere meno di 3.60 metri, e con limite di velocità 30 KM all'ora.
Per quanto riguarda le nuove normative in discussione, se dovesse (dubito) passare la legge che le bici possono derogare quanto qui riportato, allora credo che in Europa si sbellicheranno dalle risate, al contrario di chi avrà la sfortuna di essere investito mentre percorre una strada in senso contrario.
PORTOFERRAIO
Messaggio 93985 del 11.02.2019, 17:59
Provenienza: PORTOFERRAIO
X KILLER AMBIENTALE
si sa benissimo di chi sono quelle macchine ferme da diversi mesi con diverse tipologie di auto.... già vederle fanno schifo, ma almeno il sudicio rimane all'interno...il bello è di fronte nel sottostrada, per pulire li si dovrebbe dare fuoco alla macchia per fare prima ed evitare "contaminazioni" ..... E' UNA VERGOGNA......
Osservatore politico
Messaggio 93984 del 11.02.2019, 16:53
Forse cari pretendenti amministratori ignorate che la bravura, non è una dote che uno si attribuisce, ma una qualità che viene riconosciuta dagli altri…… in piena libertà ..
Luigi Lanera FdI
Messaggio 93983 del 11.02.2019, 16:32


DIRITTO DI REPLICA

Egr Assessore al demanio Del Mastro
Come già detto nei miei precedenti interventi la storia inizia dal 2013 con il sindaco Peria il quale accetto’la riconsegna delle aree in questione senza richiedere al cedente la messa in sicurezza degli immobili in questione nel caso in cui già fossero stati danneggiati dall usura del tempo . Quanto sopra per rispondere al rappresentante del Pd Andreoli . La domanda che faccio a lei è: perché in questi cinque anni non si è provveduto alla messa in sicurezza di questi immobili visto che queste aree sono tornate in vostro possesso sin dal 2013 ? Personalmente penso che ci sia stata da parte della vostra amministrazione un grande disinteresse per quell area di importanza strategica per lo sviluppo dell area portuale . Che lei oggi , a due mesi dalle elezioni, apra gli occhi sul possibile utilizzo di detta area mi fa sorridere e ancor di più il constatare che non veda la necessità di destinare dette aree a piazzali di imbarco al fine allontanare il più possibile il traffico portuale dalla zona del Ponticello idea questa da me più volte suggerita alla vostra sorda amministrazione di cui lei ne è stato parte in causa .
X killer ambientali
Messaggio 93982 del 11.02.2019, 16:00
Provenienza: Colle reciso
Le auto abbandonate hanno un nome e cognome.... Ma chi dovrebbe intervenire non fa niente..
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93981 del 11.02.2019, 15:30
Provenienza: CAPOLIVERI
Fondazione Onlus Isola d’Elba
Messaggio 93980 del 11.02.2019, 15:29
“NON FUMARE UNA SCELTA D’AMORE”
PORTOFERRAIO, AL VIA IL SESTO GRUPPO DI MUTUO AIUTO ANTIFUMO




Se fumi tu, fuma anche il tuo bambino”: prosegue l’iniziativa che sta coinvolgendo l’Isola d’Elba.
Il progetto realizzato dalla Commissione Sanità della Fondazione onlus Isola d’Elba con il patrocinio dell’ASL Nord Ovest continua il suo percorso iniziato il 1 maggio 2016.
Il 26 febbraio inizierà il quinto gruppo di mutuo aiuto anti fumo a Portoferraio, coordinato dal facilitatore Matteo Balatresi in collaborazione con Franca Stampacchia.
Il corso è dedicato a coloro che desiderano smettere di fumare ma hanno difficoltà ad affrontare da soli questo passaggio delicato. Il percorso interessante e stimolante (come hanno riferito alcuni partecipanti dei corsi precedenti) può essere un valido supporto. Circa il 60% di coloro che hanno partecipato ai corsi precedenti ha smesso di fumare.
Continuare a motivarsi vicendevolmente, creando un buon feeling nel gruppo e sostenendo la scelta d’amore verso sé stessi… Questo è in sintesi il messaggio che ha portato i partecipanti dei gruppi al brillante risultato.
Il corso è gratuito. Ci sono ancora alcuni posti disponibili.
Per informazioni ed eventuali iscrizioni gratuite telefonare al numero 347 357 4927.
Nel 2019 è iniziato il coinvolgimento della Scuola Primaria. I bambini sono e saranno i veri protagonisti di questo progetto, i messaggeri presso le loro famiglie dell’importanza della prevenzione del fumo passivo. Nel corso del 2019 presenteremo i dati relativi all’esperienza scolastica con alunni e insegnanti della Scuola Primaria.


Commissione Sanità della Fondazione Onlus Isola d’Elba
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 93979 del 11.02.2019, 15:21
ATTIVITÀ DI CONTRASTO ALLA VENDITA ABUSIVA AMBULANTE DEI PRODOTTI ITTICI.



Nella giornata di venerdi’ 8 febbraio 2019, i militari in servizio presso l’ufficio locale marittimo di Rio marina, hanno effettuato con successo un’attività’ di contrasto alla commercializzazione ambulante abusiva di prodotti ittici nel territorio di rio.
Grazie alla segnalazione di alcuni cittadini, che avevano notato la presenza nell’area pedonale del centro commerciale ipercoop di un’autovettura privata con a bordo del prodotto ittico in vendita, i militari, giunti sul posto, hanno individuato l’autovettura segnalata. dagli accertamenti compiuti a bordo del mezzo, i militari hanno rinvenuto più’ di 35 chili di prodotto ittico. l’intera partita si è’ presentata sin da subito in cattivo stato di conservazione, perche’ priva di ghiaccio e trasportata con un mezzo non coibentato. il prodotto, infatti, era cosi’ esposto alla temperatura ambientale, molto più’ alta di quella prevista per questa tipologia di trasporti, che non deve superare i 7°c.-
Nei confronti della persona sottoposta a controllo sono stati redatti gli atti di rito, tra cui il sequestro penale del prodotto ittico e la segnalazione del responsabile all’autorità’ giudiziaria, che ha autorizzato la distruzione del prodotto, pericoloso per la salute dei potenziali consumatori.
Anche la competente azienda sanitaria e’ stata informata dell’attivita’ espletata dai militari della guardia costiera.
lLa capitaneria di porto di Portoferraio, ai fini della tutela dei cittadini, raccomanda di rivolgersi a centri di distribuzione e vendita del settore della pesca ed attività’ itineranti autorizzate, affinchè si consumino prodotti controllati e conservati correttamente, secondo le vigenti normative.
Angelo del Mastro
Messaggio 93978 del 11.02.2019, 15:12
WATERFRONT LE SPIEGAZIONI DI DEL MASTRO ASSESSORE AL DEMANIO


Caro Andreoli, colgo l’occasione per fare un po’ di chiarezza sulla problematica Waterfront della quale purtroppo molti parlano senza cognizione di causa. Molti ma non proprio tu che facevi parte della giunta Peria e che quindi, dovresti conoscere piuttosto bene la vicenda.
Non appena ci siamo insediati nel 2014, abbiamo dichiarato di voler dare continuità all’azione amministrativa portando avanti il lungo lavoro compiuto dalla precedente amministrazione per la pianificazione dello sviluppo dell’ambito portuale.
Dall’amministrazione Peria abbiamo ereditato la compiuta pianificazione urbanistica del Waterfront e anche la scelta del soggetto attuatore individuato nell’ATI capitanata dalla società ESAOM-CESA SpA con la relativa approvazione del suo progetto, al quale rimaneva da passare il solo vaglio della VIA regionale.
Purtroppo con Deliberazione n.288 del 23 marzo 2015 la Regione Toscana ha archiviato l’istanza di ESAOM-CESA Spa depositata il 16/10/2013 dichiarando “l’incompatibilità del progetto in esame con lo stato delle componenti ambientali e paesaggistiche interessate, in ordine agli impatti prevedibili e che pertanto non sussistono le condizioni per l’espressione positiva di compatibilità ambientale”.
Da quel momento sarebbe stata “facoltà del proponente presentare una nuova istanza di avvio di un procedimento di VIA”, facoltà di cui Esaom non si è ancora avvalsa.
Purtroppo però né la Variante Portuale, né il bando di Gara per l’individuazione del soggetto attuatore approvati dall’amministrazione Peria, avevano previsto dei termini per il deposito del progetto e per questo motivo siamo ancor oggi in attesa del progetto di ESAOM che dura ormai da ben quattro anni, nell’impossibilità di archiviarlo senza incorrere in una pericolosa battaglia legale.
La categorica bocciatura regionale del progetto Porto Cantieri ritengo però che rappresenti un’evidente ed ineluttabile prova della insostenibilità ambientale del progetto, almeno nei termini nei quali era stato presentato alla stampa dall’Amministrazione Peria a fine del proprio mandato, ed il silenzio del soggetto attuatore Esaom un sintomo del disinteresse economico ad intraprendere quel tipo di investimento.
Nel contempo però si potrebbero fare alcune cose quali rilanciare la filiera nautica portoferraiese attraverso l’utilizzo produttivo di importanti aree demaniali del Waterfront oggi abbandonate, in grado di generare un importante indotto occupazionale senza per questo abdicare ai sogni dello sviluppo Porto Cantieri, futuro punto di svolta di un importante settore che però, essendo al momento privo di progettualità, necessiterà ancora di una lunga e faticosa gestazione.


Angelo Del Mastro
Assessore al Demanio, comune di Portoferraio
www.edicolaelbanashow.it Scrivi a www.edicolaelbanashow.it
Messaggio 93977 del 11.02.2019, 14:25
Provenienza: Porto Azzurro
https://www.edicolaelbanashow.it/post/182730704350/edicola-elbana-show-del-11-febbraio-2019

Edicola Elbana Show del 11 Febbraio 2019

Stamani con noi Alessio Gambini per parlare della raccolta che sta portando avanti per il sogno della nostra amica Vale.
Noi non chiediamo mai di condividere l'Edicola Elbana Show ma questa volta facciamo e fate uno strappo alla regola.
Se tutti ci date una mano viene una grande cosa.
Se avete un bar o un attività e decidete di essere dei nostri, chiamate al 3384176820 oppure scrivete a redazione@edicolaelbanashow.it in modo da poter coordinare al meglio tutto.
Trovate all'interno dell'Edicola le spiegazioni di questo grande progetto.

Invia questo link ai tuoi amici e se frequenti un Bar o un altra attività, proponili di aderire a questo progetto.

Tira fuori l' Isolano che è dentro di te.

#edicolaelbanashow #camminatapervale #isoladelba
Ciclisti contromano con buona pace dell'arrotino
Messaggio 93976 del 11.02.2019, 14:16
Provenienza: corriere della sera
Ciclisti contromano? Ma da sempre è così


Il testo in discussione alla Commissione Trasporti per modificare il Codice della Strada contiene una serie di proposte che sicuramente piaceranno a chi abitualmente usa la bicicletta in città. I ciclisti potranno andare contromano, avranno precedenza agli incroci e ai semafori potranno sostare in attesa del verde su una linea avanzata rispetto a quella delle auto per evitare di respirare i gas di scarico. Viene da chiedersi però se queste regole siano dettate davvero dal buonsenso e dalla precisa volontà di dare una svolta alla mobilità cittadina o se non rappresentino piuttosto una sorta di resa a quello che già avviene quotidianamente.

Perché tra tanti ciclisti irreprensibili nei comportamenti, è innegabile ve ne siano già moltissimi che da sempre vanno contromano, agli incroci fanno un po’ quello che vogliono e ai semafori sono sempre in prima linea (ne avete mai visto uno in coda alle auto?) spesso passando regolarmente con il rosso. È così, ai virtuosi della bici spettano da sempre onori, mai oneri. Hanno facoltà di parcheggiare (o sfrecciare, scampanellando ai pedoni) sul marciapiede dove preferiscono, hanno facoltà di non usare il casco, di non avere un’assicurazione, di parlare al cellulare o messaggiare mentre pedalano, di trascinare un cane al guinzaglio, di fumare, di portare uno o due bambini anche senza casco, di invadere la strada principale anche se parallelamente vi è una comoda pista ciclabile. E questo perché? Perché a differenza degli automobilisti e dei motociclisti possono contare su una totale impunità. Non rischiano multe di alcun tipo. Queste proposte di modifica al Codice della strada rappresentano un premio al loro comportamento. Tanto se in futuro un ciclista contromano dovesse finire spalmato sul cofano di un Suv, la colpa sarà sempre del Suv. Ça va sans dire.
ARTISTI DI CASA NOSTRA
Messaggio 93975 del 11.02.2019, 12:38
“A REAL GOOD GIRL” IL PRIMO SINGOLO DI IRENE GUGLIELMI




E’ uscito il primo singolo di NeNe - Irene Guglielmi estratto dall’album “iRandom” si intitola A Real Good Girl. La cantante elbana mostra con questo brano, un altro lato della sua poliedricità artistica. A Real Good Girl è un pezzo molto grintoso che da la possibilità ad Irene di esprimere la sue qualità canore. Ad accompagnare il singolo in uscita anche un video girato interamente per le vie di Porto Azzurro. Il nuovo singolo, non è solo una canzone interpretata da Irene con una grinta invidiabile ma anche è il riassunto di un'esperienza incredibile. Irene Guglielmi vanta collaborazioni artistiche con Ivana Spagna, Sarah Jane Morris, Fausto Leali, Demo Morselli, Fiordaliso, Umberto Smaila,Jerry Calà e molti altri. Oggi richiesta da varie organizzazioni in tutto il territorio italiano. Le sue Performance sono apprezzate per l'originalità delle interpretazioni ricche di pathos, in cui le raffinate coreografie sono enfatizzate da costumi di scena mai banali. Per vedere il video : https://www.youtube.com/watch?v=BxbrPUPU0As&feature=youtu.be&fbclid=IwAR1xQw5HJKCWBGMU6RlB9Q5YuVSABTSiFDbgygirVwNfe0xeXZxpUuHLlwY
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 93974 del 11.02.2019, 11:00
I KILLER AMBIENTALI
Messaggio 93973 del 11.02.2019, 10:52
BASTARDI KILLER AMBIENTALI COLPISCONO ANCORA



Ricordo di aver letto tanti articoli di giornali nazionali dove si evidenziava come molti poveracci per sopravvivere si vedono costretti a rovistare nell’immondizia. Questi ‘barboni’, , o clochard (per quelli che parlano bene), si legge negli articoli , cercano soprattutto dove c’è materiale in abbandono alla ricerca di qualcosa di utile da riciclare o addirittura pezzi meccanici magari ancora utilizzabili , scarti da cui ricavare quel poco che gli permetta la propria sussistenza.
Mi sia però consentito di sottolineare che nel nostro caso è anche un modo per scoprire modi ed usanze del mondo che ci circonda, perché credetemi dai rifiuti che vediamo abbandonati sul nostro territorio resta facile riuscire a capire il grado di civiltà di una città votata al turismo e che vive d’immagine , una immagine in molti casi che mostra il suo declino morale .
Scusate il giro di parole fatto solo per dare spazio ad una mail del nostro camminator-collaboratore per annotare ancora una volta lo stato imbarazzante di degrado che giace a bordo strada in Loc. Colle Reciso, solo alcuni giorni fa abbiamo denunciato l’abbandono di una intera gabbia di cattura per cinghiali e qualche metro più avanti resti deteriorati di eternit, oggi nostro malgrado oltre che annotare come nessuno degli addetti alla salvaguardia del territorio abbiano ancora preso provvedimenti per quanto denunciato dalla stampa, documentiamo l’ennesimo sfregio all’ambiente, che consiste nell’abbandono selvaggio di catorci di auto cannibalizzate e lasciate colme di rifiuti a bordo strada…è veramente scandaloso e insieme al nostro sdegno rivolto a questi imbecilli di killer ambientali vogliamo mettere una nota di biasimo a chi con il suo silenzio si rende loro complice.
Ma già, siamo in campagna elettorale e gli interessi in gioco sono altri all’ambiente ci penseranno forse i volontari… Per cui vale anche qui la parafrasi della memorabile frase di Carl von Clausewitz : "L'ambiente è cosa troppo seria per lasciarla in mano ai politici".
Osservatore Politico Scrivi a Osservatore Politico
Messaggio 93972 del 11.02.2019, 09:58
Provenienza: Portoferraio e oltre
Eccoci, senza ombra di smentite. Tutti saltano sul carro dei vincitori, è un classico.
Tutti a lodare l'accordo Moby/Toremar - Associazione Albergatori.
Tutti a dire ora serve un piano strategico per l'Elba.
Ma dove erano fino ad ora alle Maldive?
La verità è che Moby/Toremar - Associazione Albergatori fanno giustamente il loro, anzi di fatto sopravanzano e sostituiscono la politica. Infatti chi si preoccupa di programmare e progettare su i trasporti via mare con il continente e infraisola? chi si preoccupa delle connessioni aeroporti, ferrovie, porti navi? Chi si preoccupa di una politica urbanistico - edilizia per l'adeguamento delle strutture ricettive a fronte della evidenti lacune di cultura turistica ed di economia della Regione che con il PIT ha messo solo vincoli perchè l'isola è bella e gli affari si fanno in continente intorno a Firenze?
Ma ora sono tutti in campagna elettorale e tutti blaterano e se tutti farebbero bene ad avere misura certamente chi ha governato negli ultimi anni farebbe bene ad alzare bandiera bianca.
Così scriveva Francesco Semeraro 2013
Messaggio 93971 del 11.02.2019, 09:23
Provenienza: Archivio stampa
Quante parole oggi ma....... Cari amici è bene ricordare cosa denunciava alla stampa nel febbraio 2013 Francesco Semeraro

TUMORI….SINDACO, CI RASSICURI



Egregio Signor Sindaco Peria;
L’aumento delle malattie tumorali nella nostra città deve far riflettere e deve vederci impegnati per prevenire quelle possibili cause che potrebbero dare inizio alle terribili malattie oncologiche quali cancro e leucemie. Portoferraio esige una mappatura delle probabili cause, a cominciare dalle coperture in amianto obsolete che crollano a pezzi che, sfaldandosi, producono polveri cancerogene che nelle giornate di vento vengono respirateda grandi e piccini. (anche vicino alla scuola del Grigolo c’è una grossa quantità di amianto ammucchiato in fase di sfaldamento)
Si dovrebbe bonificare l’intera zona cantieri/cementeria definita la Cernobil Elbana dove, per sentito dire, c’è eternit in quantità spaventose a cielo aperto e sepolto insieme con altre sostanze tossiche, inoltre si vorrebbe sapere lo stato di sofferenza della collina degli orrori fronte Conad che oltre a imbruttire la zona, rende angoscioso il pensiero di un probabile inquinamento delle aree sottostanti e delle relative falde acquifere.
Signor Sindaco, in più si vorrebbe una chiara relazione sul laghetto Condotto/Bucine che pare sia altamente contaminato e che i suoi fanghi tossici si stiano sversando nelle zone e nei canali confinanti inquinando terre coltivate e falde acquifere. Ricordiamo ancora le sue parole in merito a quel laghetto: “Sarà un laghetto multifunzionale che sarà quindi a sostegno dello sviluppo dell’agricoltura nel poter garantire l’approvigionamento idrico necessario agli agricoltori. Allo stesso tempo consentirà di far fronte all’emergenza della siccità estiva garantendo l’acqua ai cittadini portoferraiesie e permetterà anche di convogliare le sue acque verso altri comuni dell’isola”
Signor Sindaco, essendo Lei l’autorità garante della salute dei cittadini, Le chiediamo risposte chiare e documentate per ragguagliare la cittadinanza in una assemblea pubblica.
I comitati pro-sanità, al riguardo, intendono fare un primo presidio pacifico dal titolo “NO TUMORI DA INQUINAMENTO” che si terrà domenica 3 marzo dalle 10,00 a mezzogiorno al molo Elba fronte porta a mare con orologio. Se ritenesse OPPORTUNO INCONTRARE I SUOI CONCITTADINI per ralazionare quanto su richiesto, le saremmo grati. Abbiamo anche il megafono.

Distinti Saluti
Francesco Semeraro. Portoferraio, 27.02.2013
ELBA SALUTE
Messaggio 93970 del 11.02.2019, 08:13
Provenienza: Francesco Semeraro
11 febbraio "GIORNATA MONDIALE DEL MALATO"


La giornata del malato naturalmente non si può esaurire nell'arco di ventiquattro ore, sia pure con una molteplicità di iniziative, sarebbe solo una piccola parentesi di premura verso chi soffre. Il malato ha bisogno di cure, attenzioni, umanità e amore in modo continuativo. Molti sanitari all'Elba devono coniugare all'aspetto medico-sanitario quello spirituale ed umano, questo è un metodo vincente per promuovere una vera cultura della vita.
NON PUO' un paziente andare al P.S. (pronto soccorso) di Portoferraio con una emorragia nasale (epistassi) e dimesso dopo pochi minuti con un semplice tampone e una richiesta per visita ORL senza un approfondimento della causa e dei trascorsi clinici del paziente con problemi cardiaci, e dolori lombari che uscito dal P.S. ha chiamato un'ambulanza privata (L'ASL non l'ha concessa) e raggiungere l'ospedale di Pisa dove è stato ricoverato e dimesso dopo 10 giorni.
NON PUO' un paziente recarsi al P.S. con un arto fratturato dove dopo le visite e le analisi da protocollo viene contattato l'ortopedico reperibile che invece di recarsi a verificare la gravità della frattura da' indicazioni di immobilizzazione, antidolorifici e rimanda il paziente anche se dolorante e in forte disagio il giorno dopo in ambulatorio (molti casi simili ci sono stati segnalati dai parenti) Allora perché si devono pagare medico e infermiera reperibili se non rispondono alle chiamate del P.S. che di certo le fa quando vi sono le condizioni evidenti di un intervento specialistico?
NON PUO' una Guardia Medica rifiutare per ben 2 volte una visita a una paziente che per la sua patologia è stata poi trasferita in ospedale.
Esorto tutti - ha detto oggi Papa Francesco - a vari livelli, a promuovere la cultura della gratuità e del dono indispensabile per superare la cultura del profitto e dello scarto. Le Istituzioni sanitarie - ha continuato - non dovrebbero cadere nell'aziendalismo, ma salvaguardare la cura della persona più che il guadagno. La fragilità dell'essere umano è un aspetto della vita che non viene mai considerato finché non si presenta.

Comitato Elba Salute.
Francesco Semeraro.
PROMUOVI LA TUA AZIENDA
Messaggio 93969 del 11.02.2019, 08:00


Stufato
Messaggio 93968 del 11.02.2019, 07:26
Ci risiamo: la motonave Giuseppe Rum della Toremar, in sostituzione della m/n Bastia di Moby e' ferma agli ormeggi a causa delle condizioni meteo. Ovviamente l'Oglasa e'partita normalmente.
Adesso cosa dira' Lanera ( non quello candidato a sindaco) e tutti gli avvocati difensori che si sciacquano ogni volta la bocca con frasi tipo "la compagnia a fianco degli elbani" etc etc.
La vogliamo capire che sono rimaste ben poche le navi adatte per il canale? Basta prendersi in giro! Dov'e' la Regione? Dove sono i sindaci?
X Lanera Luigi
Messaggio 93967 del 10.02.2019, 22:06
Provenienza: Mezzo Canale
Egregio Sig. Lanera,

Quindi da quello che ci scrive c’è un indagine in corso... e la capitaneria non può fare altro... che aspettare.
Ma allora perché d’estate sequestra 2 ombrelloni sulle spiagge, due biciclette in calata e....
Non pensa che se fosse stata coerente avrebbe dovuto sequestrare l’aria. Io non me ne intendo ma da quello che dice lei sono passati 6 anni da quando il vecchio proprietario dell’immobile ha riconsegnato l’aria demaniale al comune, com’è possibile che non si è accorto nessuno che c’è stato quell’abuso in piedi sino ad oggi!!?
Inoltre se non sbaglio la capitaneria è proprio lì davanti ed è possibile secondo lei che non abbia mai visto quelle strutture?
Lei non pensa che sia un omissione quella che c’è stata fino ad oggi???
Comunque la ringrazio molto per la sua coerenza e spero di vederla Sindaco di Portoferaio!!!!

Grazie per le risposte che mi vorrà dare, considerato che gli amministratori comunali non pensò che risponderanno.
Luigi Lanera FdI
Messaggio 93966 del 10.02.2019, 20:44
Egr Signori Correva L ‘ anno 2013 quando la società che aveva in concessione quelle aree decise di restituirle al comune di Portoferraio che attualmente ne è titolare diretto . La domanda del Perché di questa situazione va indirizzata al ex sindaco Peria ( Pd ) ,all attuale sindaco Ferrari , all assessore al demanio Del Mastro e al dirigente dell ufficio tecnico .La Cp può fare indagini , rilevare illeciti , ma alla fine è la Procura a decidere eventuali sequestri...... Abbia fiducia che presto sarà soddisfatto .
Luigi Lanera candidato a sindaco di Pf
Genio allo stato puro
Messaggio 93965 del 10.02.2019, 19:55
Provenienza: Paese dei balocchi
Capoliveri.... capoliveri incredibili affermazioni del sindaco barbetti. Scrive...." non mi posso candidare, questo è un bene, è giusto un ricambio generazionale ". Affermazione geniale. Lui 25 anni di sindaco , l'altro, l'attuale vice, 20 anni di amministrazione. Alla faccia del ricambio generazionale......, ma quanto ci volete stare???
X gigione
Messaggio 93964 del 10.02.2019, 17:24
Provenienza: Mezzo canale
Caro Gigione,
Rimango allibito del tuo intervento sul l’italiano scritto da questi poveri ragazzi, compreso il mio di Italiano.
Ti voglio fare un paio di domande:
Hai figli?
Se si..vanno a scuola li?
Sei mai passato da viale Teseo Teseo?
Cosa ne pensi di quello che vedi?
Pensaci riflettici e poi rispondici.
Un caro saluto dal mezzo canale
isolano amante delľinsularità Scrivi a isolano amante delľinsularità
Messaggio 93963 del 10.02.2019, 17:23
Provenienza: elba
Mentre aspetto che il Rio Marina bella riesca finalmente ad ormeggiare, mi viene in mente una voce sentita in gelateria:"vedrai quando faranno il tunnel Cavo Piombino!".
Lì per lì mi era sembrata proprio una gran cavolata, poi nell'attesa vado a leggere in internet e leggo dell'idea di Riccardo Cacelli. ......
Una luce mi si accende......Voi vedè che questo popó di ingegnere ,una di quelle dú volte ľanno che torna sul solo natio a trovà la famiglia ,è rimasto fregato due tre ore a bordo del traghetto che con 3 nodi di vento aveva difficoltà a ormaggià? ?????
A quel punto dico ... sarà il caso di fa il tunnel, o di avere un pochina più di concorrenza?????
X Luigi Lanera
Messaggio 93962 del 10.02.2019, 17:17
Provenienza: Mezzo Canale
Egregio Sig. Lanera,

Leggo la sua Egr sig. Dino Le comunico che la Cp , organo statale e non assoggettato a logiche politiche , ha già provveduto ....... Chieda piuttosto al sindaco e alla sua giunta perché hanno tollerato questa situazione di degrado in questi cinque anni di governo e con che coraggio questi signori si ripropongono per il governo della città. Luigi Lanera candidato a sindaco di Portoferaio
Ma se come dice Lei che la capitaneria ha già provveduto ..... perché non si vedono i sigilli ed il nastro rosso e bianco, come quando d’estate sequestrano qualche ombrellone sulla spiaggia di qualche povero disgraziato.

Certo di un suo intervento
Tanto dovevo..
Un caro saluto da mezzo canale.
Dino
Messaggio 93961 del 10.02.2019, 16:56
Provenienza: Portoferraio
Amianto amianto ( cantierino Portoferraio)

Risposta a Luigi la nera riguardo al tuo sms mi fai capire che stanno operando la guardia costerà riguardo al cantierino però no capisco ..... questi puntini se me lo spieghi grazie.
Dato che sai illustraci
Il sindaco vedo che non risponde mi dispiace dato che io e tutti i cittadini respirano lamianto su un luogo dove ci passiamo tutti in dotazione se ci fornisce le mascherine c’è le mettiamo
Giancarlo Pacini Scrivi a Giancarlo Pacini
Messaggio 93960 del 10.02.2019, 16:42
Provenienza: Portoferraio
COMUNICATO PER I PENSIONATI.
Informiamo i cittadini di Portoferraio che il giorno martedi 12 febbraio 2019 alle ore 17,30 presso i locali del Consorzio Agrario in loc Sghinghetta a Portoferraio si terra'un incontro per la costituzione di una associazione senza scopo di lucro che intende operare nel pieno rispetto delle pari opportunita' tra uomini e donne perseguendo esclusivamente finalita'di utilizzo sociale nel settore ricreativo socio culturale a favore di pensionati e anziani
Nella riunione verra' discusso modi,forme,tempi e finalita' dell'associazione.
Tutti i cittadini interessati sono invitati a partecipare-
AMMINISTRAZIONE PORTOFERRAIO
Messaggio 93959 del 10.02.2019, 16:15
FERRARI CELEBRA “IL GIORNO DEL “RICORDO”


Il comune di Portoferraio ha celebrato, durante la messa che si è svolta domenica 10 febbraio 2019 alle 11 in Duomo di fronte alle autorità militari e alle associazioni d’Arma, il Giorno del ricordo , la solennità civile nazionale celebrata il 10 febbraio di ogni anno ed istituita con la legge 30 marzo 2004 n. 92 per conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo degli istriani, dei fiumani e dei dalmati italiani dalle loro terre durante la seconda guerra mondiale e nell'immediato dopoguerra, e della più complessa vicenda del confine orientale. “Una ricorrenza divenuta tale solo da pochi, troppo pochi anni – ha ricordato nel suo discorso il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari - fu proprio il 10 febbraio del 1947 che fu firmata l'annessione dell'Istria della Dalmazia e di Fiume al governo comunista Jugoslavo. L’Italia da qual giorno pagò i debiti di guerra con la pelle dei suoi compatrioti, che subito dopo vennero perseguitati, torturati, stuprati, derubati e infoibati. L'unica loro colpa fu quella di essere Italiani. E' purtroppo inverosimile come l'Italia per quasi 60 anni abbia fatto finta di dimenticare i crimini subiti dai nostri fratelli di Istria, Fiume e Dalmazia. Ed e' vergognoso che quella storia sia stata taciuta e omessa dai libri di scuola e dagli organi di informazione, così come da una certa parte della sinistra dello schieramento politico ci sia stata una tendenza a minimizzare e a dimenticare”. “Non sta a noi comunque - ha aggiunto il sindaco - ricordare le colpe della politica e dell’opinione pubblica italiana. Il nostro dovere è ricordare nella maniera più appropriata tutte le pagine più importanti della nostra storia. A farlo, anche oggi come sempre, ci aiuta la presenza delle Forze dell’Ordine, che con la loro attività quotidiana rassicurano la vita di ognuno di noi tenendo lontani soprusi e violenze d’ogni genere, e delle Associazioni d’Arma, che con la propria orgogliosa rappresentanza sono memoria vivente del nostro orgoglio nazionale e del sacrificio fatto da tanti italiani per difendere la propria Patria. A loro - ha concluso Mario Ferrari – va la nostra riconoscenza”
Dino
Messaggio 93958 del 10.02.2019, 11:50
Provenienza: Portoferraio
Amianto pericolo per la popolazione (cantierino)

Per gigione: mi scuso per mio italiano io ho voluto dare un segnale di un grosso problema che respiriamo tutti ( amianto) la prossima volta che scrivo ti mando una bozza e me la scrivi te mandami l'email
Gigione sul tuo sms apposto di Dino ai scritto trino
Gigione tutto non siamo perfetti come te
VERSO PRIMAVERA 2019
Messaggio 93957 del 10.02.2019, 11:09
Scusate il.... francesismo…ma
CI AVETE MASSACRATO I MARRONI





Vedo in ogni momento della giornata le parole di chi specula sulla credulità dei cittadini ; sento di gatti che si propongono a guardia della macelleria comunale , vedo un’amministrazione in fin di vita dove si litiga accusandosi a vicenda dei gravissimi sperperi di denaro pubblico; leggo comunicati di portaborse, portavoce e candidati che scrivono senza sapere l'italiano , vedo politici e amministratori di un livello umano e professionale sotto qualsiasi soglia minima; vedo sporcizia in ogni angolo; nel nostro ospedale impongono liste d'attesa da terzo mondo e toccandomi le gonadi mi auguro di non diventare un pacco postale da trasferire in continente ; vedo assessori fannulloni che ingrassano nella loro inedia , vedo patrimoni pubblici in stato decrepito, vedo un orda di vecchi tromboni affannarsi per la conquista della poltrona comunale spacciando la loro ingerenza in guerra santa per salvarci dall'ormai conclamato declino , vedo inciviltà ed arroganza a ogni passo che muovo.
Sento parole di affabulatori e arrampicatori senza memoria e senza dignità che promettono e mai mantengono se non i loro privilegi.
Discorsi populisti e superficiali, detti e stradetti, direte voi .
Senz'altro. Ma resta il fatto che almeno io mi sono rotto i coglioni. Vorrei guardarmi attorno e rimanere incantato e urlare al mondo intero – questa è la mia isola, vorrei poter dire, quando entro in un ufficio comunale : «Io vi pago, vorrei avere almeno un servizio decente » infine, vorrei avere finalmente un candidato sindaco scelto dai cittadini che sia un giovane veramente innamorato del proprio paese e non della poltrona.

Ma se piove di quel che tuona…son cazzi!
Sergio
Messaggio 93956 del 10.02.2019, 09:47
Se per caso chiamate le Iene o Striscia per i capannoni di Portoferraio vi prego, fateli passare a vedere la ciclabile LaSerra/LaPila che, oltre il tremendo è pericoloso cordolo che la delimita, c’è da mettere in evidenza la totale incuria e soprattutto che è spenta da sempre.
ASSALTO ALLA POLTRONA
Messaggio 93955 del 10.02.2019, 09:02
Provenienza: della Biscotteria
Cari amici naviganti
ma nessuno di voi racconta niente sui movimenti della sinistra per le elezioni di Portoferraio?
Eppure Faber il Grande ha lanciato il sasso nello stagno raccontando nella segreta riunione in un ristorantino di Rio marina (vabbè Fabri, era quasi al Cavo, ma sei perdonato...)
Il grande vecchio si sa chi è, ma il VIP (very important promoter) su cui sperano tutti no...
Ebbene il cerchio si stringe: il nome arriverebbe o dalle associazioni di categoria, o (udite, udite) dal Basket!
gigione
Messaggio 93954 del 10.02.2019, 07:53
Dino, Luigi, Gabriele, tutti lo stesso stile, improntato sul pessimo uso dell'italiano.
Uno e trino....?
Luigi Lanera FdI
Messaggio 93953 del 10.02.2019, 06:00
Egr sig. Dino Le comunico che la Cp , organo statale e non assoggettato a logiche politiche , ha già provveduto ....... Chieda piuttosto al sindaco e alla sua giunta perché hanno tollerato questa situazione di degrado in questi cinque anni di governo e con che coraggio questi signori si ripropongono per il governo della città.

Luigi Lanera candidato a sindaco di Pf
SQUALO CAGNACCIO Scrivi a SQUALO CAGNACCIO
Messaggio 93952 del 09.02.2019, 22:10
Provenienza: Canale di Piombino
Ed in merito a capannoni pericolanti e depositi di amianto ed eternit a Portoferraio, non sarebbe il caso, visto che denunzie ed esposti trovano di fronte un muro di gomma omertoso, passare ai fatti concreti tipo chiamare gli inviati delle popolari trasmissioni Tv " Le Iene " e " Striscia la Notizia ", per mettere alla berlina nazionale, i responsabili di queste autentiche " Vergogne ferajesi' "
Riese
Messaggio 93951 del 09.02.2019, 20:52
Provenienza: Rio
Mi chiedo quando ci muoveremo anche noi a Rio per ripulire le spiagge dai rifiuti, come fanno a Marina di Campo. Il nostro è l'unico Comune a non avere aderito al progetto plastic free. Siamo ultimi per raccolta differenziata. Gli unici a non gestire la raccolta rifiuti porta a porta. Bidoni rotti, sporchi e traboccanti. Eternit, inerti, ingombranti, sfalci e potature di palme, forse colpite da punteruolo, abbandonati ovunque. L'ambiente è il petrolio dell'Elba diamoci una svegliata.
Fabrizio
Messaggio 93950 del 09.02.2019, 20:49
Provenienza: Canale Piombino
Accordo Albergatori Moby Toremar Prenotazioni 24. Ma gli albergatori non sono soci di Blu Navy? Non e' che questo accordo rappresenta il primo passo per il monopolio perfetto?! Dopo anni di ridicola e pietosa polemica tra albergatori e Onorato improvvisamente scoppia la pace e gli albergatori plaudono ad un futuro radioso di destagionalizzazione...., mah vien da pensare che a questo punto farebbero bene a vendere la quota di Blu Navy e investire quei soldi nel nuovo stimolante progetto e quale migliore acquirente se non Moby Toremar!
Nemmeno il potenziamento dell'aeroporto non e' piu' d'interesse, giusto potretrebbe essere un concorrente delle caravelle che solcano il Canale di Piombino! Vai Lanera indaga che ci stanno preparando un'altra polpettina!!!!!
Dino
Messaggio 93949 del 09.02.2019, 19:54
Provenienza: Portoferraio
Ringrazio i miei sostenitori
Amianto amianto amianto cantierino

Egregio sindaco di Portoferraio dato che su questo blog guardi ci puoi rispondere riguardo al cantierino se non intervenite oltre gli enti andiamo anche alle iene almeno facciamo un po’ di publicita del l’isola lo vedo scandaloso
Ti saluta lamianto che fa bene a respirarlo
Osservatore
Messaggio 93948 del 09.02.2019, 17:20
Provenienza: Albergatore
RISOLTO un accordo importante e travagliato, ecco LA G.A.T. SI FA VIVA.

Questo Ente, abbastanza controverso, di cui solo si parla ma non si vede mai concretamente all'opera benchè è un pozzo senza fondo di soldi degli elbani, vuole studiare con le due anime dello storico accordo "albergatori e compagnie di navigazioni" nuove strategie di promozioni.
Al sindaco Barbetti capofila della G.A.T. chiediamo come mai in tutti i palinsesti TV passano costantemente spot di promozione turistica di molteplici zone di forte attrazione turistica come: Valtellina, Dolomiti, Abruzzo, Sardegna. Matera, Ostuni, Rimini e ora anche Olanda, Tel Aviv e mai si è visto uno spot dell'ELBA?????
Spero che non faccia discorsi di denaro che la G.A.T. ne ha tanti a disposizione e non ha mai reso pubblico un bilancio completo e trasparente al cittadino Elbano.
Ora che c'è questo impensabile accordo ecco apparire la G.A.T. a TUFFARSI sopra.
Ghiotta occasione da pubblicare sui social cosa che fanno tutti i comuni mortali senza spendere un euro.
Speriamo che il futuro Sindaco di Portoferraio azzeri questa G.A.T. e dia vita a una semplice, snella e mirata promozione turistica della nostra Isola che merita di essere conosciuta e apprezzata nel mondo.
Albergatore deluso da chi si sente unto dal Signore e che non riesce a mettersi di lato.
Federico
Messaggio 93947 del 09.02.2019, 17:19
Provenienza: Portoferraio

Che vuoi che sia avere eternit abbandonato davanti a Coop,scuole ed abitazioni...un killer silenzioso del quale neanche ci accorgiamo.la priorità adesso è il Plastic Free. Non riusciamo a gestire le emergenze del territorio ma pensiamo al Plastic free perché è un richiamo turistico.E' davvero scandaloso che nessuno si muova di fronte ad esposti così circostanziati e chiari anche per il lettore disattento... Oltretutto qui non si tratta nemmeno di fare indagini... gli immobili hanno un proprietario, lo stesso che da 15 anni promette inutilmente di fare l'waterfront. Le responsabilità a mio avviso non sono solo della capitaneria che non sequestra, ma sono del Comune che non ha imposto al privato di demolire e mettere in sicurezza,di Legambiente che è assente sui più importanti temi ambientali dell'Isola (Vedi dissalatore e tutto il degrado dell'waterfront) ,dei media che non si interessano al degrado che avvolge tutto l'ambito portuale e del conseguente grave danno occupazionale che ne deriva. Sapete come finirà? Che oltre ad avere subito ignari gli effetti devastanti dell'eternit ci toccherà anche pagare il costoso intervento di bonifica che spetta invece al proprietario dell'immobile. Credo che su questa scandalosa vicenda il proprietario dei capannoni si sia giocato la credibilità per lo sviluppo del Waterfront e di questo le Amministrazioni mi auguro che ne tengano debito conto.
Puliamo l'ambiente
Messaggio 93946 del 09.02.2019, 17:19
PROSEGUE NEL CAMPESE L'OPERAZIONE PULIZIA SPIAGGE



A Campo nell’Elba continua l’operazione di pulizia delle spiagge e del mare con un calendario organizzato dall’amministrazione comunale e portato avanti dai numerosi volontari che aderiscono all’iniziativa. Nella mattinata di sabato 9 febbraio è stata ripulita la spiaggia di Fetovaia. Sul posto si sono trovati una ventina di volontari che hanno raccolto una decina di sacchi di materiale. “Come è successo nelle altre spiagge – racconta il vicesindaco campese, Valentina Petrocchi – abbiamo raccolto principalmente plastica. Un problema che vogliamo cercare in tutti i modi di limitare, per salvare il nostro mare e il nostro territorio. A gennaio il comune di Campo ha emesso un’ordinanza che proibisce la vendita e l’utilizzo di prodoti monouso in platica sul territorio comunale. Un primo passo verso l’eliminazione di questo materiale che sta inquinando il nostro mare. Nel frattempo cerchiamo anche di attivarci per togliere quello che comunque viene portato sulle nostre coste. Ci saranno altri appuntamenti – annuncia il vicesindaco - perché abbiamo intenzione di andare anche nelle spiagge di Galenzana, Colle, Fonza e Pianosa. Ringrazio i volontari che partecipano a queste giornate. Il loro contributo è fondamentale”. .
Elba quale futuro
Messaggio 93945 del 09.02.2019, 13:18
All'Elba se ti va bene riesci ad incartapecorirti con dignità, oppure se hai dei sogni da realizzare te ne vai, chi resta se è fortunato si salva da un infarto oppure muori nella noia di cosa non succede.
Destagionalizzazione l'ennesima parola vuota di contenuti, per non parlare di tutto il resto.

Ospedale, come si può chiamare ospedale.
Trasporti aerei,ahaahahahahaahahahaahah
Trasporti pubblici, ahahaahahahahaahahahahah
Trasporti marittimi, ahahaahahaahahahaah

Basta.
GRUPPO NOCENTINI
Messaggio 93944 del 09.02.2019, 12:41
Provenienza: bata
LA FESTA DEGLI INNAMORATI CON LE OFFERTE BATA SUPERSTORE



Si chiama “Happy Valentine’s Day” la promozione Bata Superstore dedicata alla festa degli innamorati. Consiste in uno sconto del 14% ( 14 come il giorno di San Valentino) sull’ acquisto di articoli un paio donna e un paio uomo della collezione stagione 2019. La promozione è valida anche per gli accessori..... (Guarda il video)


COMUNE DI PORTOFERRAIO
Messaggio 93943 del 09.02.2019, 12:16
Provenienza: Amm.Portoferraio
PROSEGUONO I LAVORI PER IL NUOVO SKATEPARK ALLE GHIAIE




Sono stati terminati in questi giorni i lavori del primo stato di avanzamento per la realizzazione dello skatepark alle Ghiaie. Il progetto, scaturito da una gara indetta dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Portoferraio fra i progettisti elbani “under 35”, è quello del giovane geometra marinese Simone Canali, che svolge anche le funzioni di direttore dei lavori, ed è in corso di realizzazione all’interno degli impianti sportivi delle Ghiaie, dove già esistono la piscina comunale, un campo di calcetto ed una tensostruttura. In particolare, dopo gli opportuni lavori di movimentazione terra e di realizzazione dei piani, sta prendendo corpo quella che sarà la struttura definitiva dell’opera. Il cantiere, che è stato momentaneamente chiuso, verrà riaperto a marzo, per realizzare le opere di carpenteria preparatorie a quelle in cemento e alla successiva lisciatura, che dovrà essere realizzata seguendo precise indicazioni da parte della Federazione italiana sport rotellistici per quanto riguarda le pendenze, le angolature degli ostacoli e le tipologie di superfici da realizzare. Il costo totale dell’opera sarà di 55mila euro. “Dopo qualche iniziale ritardo i lavori procedono secondo i piani previsti - ha commentato l’assessore alle politiche giovanili del Comune di Portoferraio, Laura Berti – si cominciano finalmente a percepire la struttura definitiva dell’opera e la sua collocazione in un ambito che riteniamo ideale per dare spazio ai ragazzi, per un contesto che non avrà solo valenza cittadina ma che ci auguriamo possa essere frequentato da ragazzi provenienti da tutta l’Elba”.
Gabriele
Messaggio 93942 del 09.02.2019, 12:14
Provenienza: Portoferraio
Oggetto: cantierino e guardia costiera

Sto leggendo camminando e le
Frasi di Dino riguardo l’amianto rimango perplesso l’unico a rispondere è stato Luigi la nera dato che dice che lui pensa a tutto speriamo risolve anche questa non scherziamo con la salute
Saluti Gabriele
TEMPO DI CARNEVALE
Messaggio 93941 del 09.02.2019, 11:09
Provenienza: PORTO AZZURRO
CARNEVALE PORTO AZZZURRO 2019



Pronta a partire l’edizione 2019 del Carnevale di Porto Azzurro, il carnevale più datato e pieno di tradizioni dell’Isola d'Elba. Quest'anno la kermesse sarà ancor più ricca di divertimento e novità, grazie all'organizzazione del Comune di Porto Azzurro, Associazione Giovanile Sole & Luna, Pro Loco Porto Azzurro, Avis Porto Azzurro.
con l’importante collaborazione della Pro Loco di Capoliveri e della Pro Loco di Rio.
Il programma prevede una apertura col bòtto, domenica 10 Febbraio: accompagnate dalla storica Orchestra Castellina Pasi le maschere torneranno ad animare il carnevale longonese come tanti anni fa, in una nuova location al coperto, per venire incontro alle esigenze attuali. La serata si svolgerà all'impianto Luigi Russo dalle ore 21:00 alle ore 24:00
Si proseguirà poi domenica 17 Febbraio con la prima sfilata di carri allegorici, gruppi mascherati, con animazione, musica e gonfiabili. Nella piazza principale del paese, strico palcoscenico del carnevale longonese, ci sarà per l’occasione “Svuota la Soffitta”, il mercatino artigianato-usato, insieme a stand gastronomici
Sabato 23 Febbraio, poi, una delegazione del Carnevale di Porto Azzurro parteciperà alla festa del Carnevale di Cavo, organizzata dal Comune e dalla Pro loco di Rio.
Domenica 24 Febbraio la seconda sfilata di carri allegorici, mentre giovedi 28 Febbraio si festeggerà il “Giovedi grasso”, con un veglioncino per bambini con musica, gonfiabili, animazione e stand gastronomici.
Sabato 2 e Domenica 3 Marzo si terrà invece la “Carnevale Cup” , un Torneo di Calcio a 5 che si svolgerà all'impianto Luigi Russo sotto l’organizzazione del Progetto Giovani Isola d’Elba..
Sabato 2 Marzo, ancora una volta, una delegazione del Carnevale di Porto Azzurro parteciperà alla festa del Carnevale di Capoliveri, organizzata dal Comune e dalla Pro loco di Capoliveri.
Domenica 3 Marzo si terrà l’ultima sfilata di carri allegorici, con gruppi mascherati, musicae gonfiabili.
Il gran finale è previsto per martedì 5 Marzo, “Martedì grasso”, con veglioncino per bambini con musica, gonfiabili, animazione e stand gastronomici.
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 93940 del 09.02.2019, 11:00
Provenienza: CAPOLIVERI
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 93939 del 09.02.2019, 10:50
LA CAPITANERIA DI PORTO DI PORTOFERRAIO APRE LE PORTE AI BAMBINI DELLE SCUOLE ELEMENTARI.



La Capitaneria di Porto di Portoferraio ha aperto le porte ai piccoli studenti delle classe IV e V B dell’Istituto Primario “Casa del Duca” di Portoferraio, accompagnati dalle proprie insegnanti ed accompagnatori.
Il progetto nasce dalla convenzione firmata dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera e l’Associazione Marevivo.
L’intesa nasce dall’idea di promuovere l’educazione ambientale e persegue, in particolare, obiettivi come la promozione di studi e ricerche sull’ambiente marino e costiero, l’elaborazione e l’attuazione di programmi congiunti di formazione, comunicazione ed educazione ambientale sulla salvaguardia delle risorse del mare ed infine a supporto di iniziative ed attività comuni, per la tutela del mare e della coste.
I giovani studenti, nel corso del primo giorno, hanno avuto modo di vedere da vicino la Capitaneria elbana, istruiti su quelli che sono i compiti istituzionali che il Corpo delle Capitanerie svolge ogni giorno. Gli studenti sono stati portati a bordo delle Motovedette a disposizione della Capitaneria di Porto di Portoferraio, accompagnati dal personale militare messo a loro disposizione che ha spiegato i compiti e le differenze tra le diverse unità.
I giovani hanno poi visitato la Sala Operativa, cuore della Capitaneria di Porto, centro nevralgico per lo svolgimento dei compiti legati alla salvaguardia della vita umana in mare e alla tutela dell’ambiente marino e costiero.
Il secondo giorno i piccoli alunni sono stati accompagnati in porto dal Nostromo del porto, che ha mostrato loro i traghetti presenti in banchina, e da personale militare a terra che li ha accompagnati nella visita ai pescherecci locali. In particolare è stato visitato il peschereccio del Sig. Angelo Dell’Anna che ha gentilmente offerto la sua disponibilità per spiegare il lavoro del pescatore ai giovani allievi.
Dino
Messaggio 93938 del 09.02.2019, 10:16
Provenienza: Portoferraio
Per Luigi la nera
Oggetto: cantierino e amianto

Ringrazio di avermi risposto,ma si rende conto che li oltre il degrado che a me non mi interessa ,ma parliamo di salute lì c’è una scuola la Coop eurospin e io ci passò spesso io credo nella legge ma dagli esposti che hanno fatto è passato troppo tempo.... andrò anche a legambiente ma io credo in te Luigi la nera
Ringrazio
Un saluto ai miei paesani ma bisogna svegliarci Luigi la nera pensaci te
Costi-Benefici e dintorni
Messaggio 93937 del 09.02.2019, 10:15
Provenienza: Elba
Cos’è lo Studio di Fattibilità e cos’è l’Analisi Costi-Benefici-Impatti:

Lo Studio di Fattibilità è la prima e più importante fase, da cui derivano le altre piu tecniche, necessaria per la realizzazione di un progetto fino ai test, alla messa in esercizio ed ai piani di sicurezza e manutenzione.

Studio di Fattibilità:
- Viene commissionato da un committente (Società, Ente, altro) che, fissati gli obiettivi ed eventuali limiti (temporali, di budget, geografici etc.), è anche il Responsabile del progetto a prescindere da eventuali deleghe ad un suo rappresentante.
- Produce piu di una Soluzione Alternativa ognuna corredata da un’analisi Costi-Benefici_Impatti.
- Viene rilevata ed analizzata e ‘mappata’ la situazione attuale (come stanno realmente le cose alla data), quindi, coerentemente e costantemente in linea con gli obiettivi, limiti eventuali (temporali, economici, ambientali, sociali etc.) di progetto fissati dal committente, si disegnano le possibili migliori soluzioni alternative (minimo due, max. tre)
- A questo punto si ‘sovrappone’ la soluzione/i alla situazione attuale, si mettono a fuoco i cambiamenti e si disegnano/mappano i nuovi contesti che diverranno le future, nuove ‘situazioni attuali’.

Analisi Costi-Benefici-Impatti
- Poiché qualsiasi sia la nuova soluzione alternativa disegnata, essa impatterà inevitabilmente con la situazione attuale toccando aspetti vuoi socio-economici, vuoi geo-morfologici, vuoi tecnico-organizzativi, ecco che la bestia nera, in uno studio di fattibilità, piu che l’individuazione ed il disegno delle soluzioni alternative, è l’analisi dei costi-benefici-impatti che deve essere a corredo di ogni soluzione alternativa proposta nello Studio di Fattibilità.
- E’ il documento che, redatto con serietà e professionalità, non solo ci indica quando e come si potrà realizzare il progetto, ma in modo particolare ci indica quali sono gli impatti di tipo organizzativo e politico, che sono i più difficili da gestire e che quasi sempre vengono annacquati per timore del blocco del progetto.
- Contrariamente a quanto si pensa la variabile Costi (di realizzazione), come pure la realizzazione tecnica vera e propria, è la meno difficoltosa da gestire e da stimare.
- Purtroppo le variabili Benefici ed Impatti in particolare, oltre che complicate in quanto in gioco negli interventi che spesso impattano sull’ambiente, sul territorio, ma piu ancora sulle persone e le organizzazioni socio-economiche, entrano a piedi uniti nelle bolge dei gironi politici in cui tutto entra e ben poco esce. E’ qui, che di solito, casca l’asino con tutte le analisi ed i buoni propositi.

Augurandomi di aver dato un piccolo contributo alla comprensione dello studio di Fattibilità
Saluti
Carneade
Luigi Lanera FdI
Messaggio 93936 del 09.02.2019, 05:37
Egregio Dino come vede sono L unico candidato che ha sempre fatto articoli sul problema . La ringrazio per L opportunità che mi offre per far vedere ai cittadini la mia coerenza nell affrontare i problemi

Susanna
Messaggio 93935 del 08.02.2019, 21:41
Provenienza: Portoferraio
Per sms Dino:

riguardo la guardia costiera

Stiamo attenti l'eternit fa venire i tumori è nocivo e poi li davanti al cantierino ci sono delle scuole. dato che leggo che ci sono stati due esposti e li è demanio come mai non interviene la guardia costiera cosa ne pensa il sindaco dato che si vuole ricandidare facci qualcosa un saluto paesani svegliamoci qui si sta parlando di salute
Dino
Messaggio 93934 del 08.02.2019, 17:51
Provenienza: Le calle
Per guardia costiera

Mi complimento con la guardia costiera per l’ennesimo sequestro, spero davvero che la questione cantierino ...come esposto di aethalia ed esposto del sig Amore sul tetto in amianto vicino alle scuole non vada vanificato.
Chiedo a qualche esponente politico che tiene alla salute dei nostri figlioli di indire una manifestazione a proposito.
Naturalmente pacifica!!!
Basta con questo sistema!!!
Vogliamo un Elba pulita ed onesta , per come lo sono gli elbani.
Tutti in piazza
Dino
Associazione umanitaria First Aid Onlus
Messaggio 93933 del 08.02.2019, 17:38

L’associazione umanitaria First Aid Onlus si presenta agli elbani. Domenica 17 febbraio alle 17.30 al Circolo ricreativo di Carpani Federica Ciani e Loris Calzolari presenteranno l’associazione proponendo il loro progetto di raccolta fondi a favore dell’associazione Cure Palliative Elba onlus. Seguirà un aperitivo per fare conoscenza e confrontarsi. “La nostra idea - spiegano Calzolari e Ciani - sarebbe quella di poter organizzare eventi anche all'Elba, come stiamo facendo da anni a Verona, dove abitiamo, per divertirci, trascorrere delle belle serate insieme facendo del bene a chi è meno fortunato di noi”. E questo progetto non può che partire da Carpani “di fronte alla casa di mia nonna - commenta la dottoressa Ciani – dove ho trascorso molte estati e fasi importanti della mia vita”. E ancora oggi l’Elba è la casa di Federica e di Loris. Qui i due medici da ormai più di un anno hanno aperto due studi e ogni mese vengono per incontrare i loro pazienti ma anche per rivedere amici e conoscenti , ampliando sempre di più il loro “bagaglio elbano”. Da qui la decisione di far sbarcare sull’isola First Aid in cui tutti prestano la loro opera come volontari, lavorando nei paesi in via di sviluppo, ma che ogni anno sceglie un’associazione locale a cui devolvere fondi raccolti con le diverse attività. Quest’anno i due medici hanno scelto l’Elba e l’Associazione Cure Palliative. “Raggiungeteci! Potreste essere coinvolti in una bella cosa”.

Cosa è First Aid onlus
L'Associazione umanitaria First Aid Onlus nasce a Verona nel giugno 2006 dall'idea di due medici e di alcuni amici accomunati dal desiderio di promuovere iniziative socio-sanitarie in favore dei Paesi in via di sviluppo.
L'obiettivo è quello di costruire piccoli ambulatori nei villaggi più poveri, strutture semplici con quel minimo di medicina e chirurgia di base che spesso può salvare una vita. Il presidente è il dottor Loris Calzolari, vicepresidente la dottoressa Federica Ciani.
Dal 2007 al 2015 insieme al loro staff si sono occupati del "Progetto Ambodivona" in Madagascar per due motivi. Il Madagascar è uno dei Paesi più poveri del mondo con una mortalità infantile ancora altissima (1 bambino su 7 non arriva ai 5 anni). Conoscevano personalmente don Raffaello Serafini, di Verona, che 2-3 volte all'anno si reca nella missione di Ambodivona (a 15 km dalla Capitale) gestita da 3 suore argentine. Nella missione sono accolti 160 bambini, per la maggior parte orfani, cui viene garantita una scolarizzazione elementare ed un piatto di riso al giorno, ma che non hanno assistenza sanitaria.
In Madagascar infatti non esistono convenzioni e, paradossalmente, in un paese dove i più fortunati devono vivere con meno di 30 Euro (l'equivalente degli ariari, moneta locale) al mese, tutto è a pagamento (visite mediche, medicinali, ospedali ecc.). Nella missione hanno fornito farmaci per i bambini e per il villaggio ed hanno provveduto ai ricoveri eventuali (nell'aprile 2009 sono state sostenute le spese dell'intervento chirurgico di Andry Noely, 9 anni, affetto da un tumore al n. ottico destro)
I fondi raccolti (ad oggi circa 130.000 euro) sono stati consegnati direttamente e totalmente (essendo tutti volontari) brevi manu o tramite bonifici bancari alla missione; in pratica, nella Onlus non esistono intermediari. Dal 2016 First Aid onlus si occupa della costruzione di un piccolo ospedale in India (Kerala) gestito dal dottor Jerry Joseph, per i malati terminali che altrimenti verrebbero abbandonati.
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 93932 del 08.02.2019, 17:34
“SEQUESTRATA RETE A STRASCICO ILLEGALE DA PARTE DELLA GUARDIA COSTIERA DI PORTOFERRAIO”



All’alba di giovedì 7 febbraio la motovedetta CP 2117, unità di Polizia Marittima della Guardia Costiera di Portoferraio, nel corso di un’attività di vigilanza sulle attività di pesca nella propria area di giurisdizione, ha individuato al largo di Golfo Stella un peschereccio iscritto nella marineria di Piombino che deteneva a bordo una rete non conforme alle vigenti normative in materia di attrezzi da pesca. In particolare, a bordo dell’unità autorizzata alla pesca a strascico, era presente una rete secondaria che possedeva nella sua parte terminale, il sacco, una ulteriore e non regolamentare parte di rete con maglie di ampiezza non superiore ai 14 mm. La normativa, in particolare il Reg. CE 1967/2006, impone il divieto dell'impiego per la pesca e la conseguente detenzione a bordo di pezze di rete con maglie di dimensione inferiore a 40 mm per reti a strascico. Tale illiceità costituisce strumento di pesca non selettivo, determinando la cattura anche di specie di novellame o sottomisura che, anche se di piccola taglia, vengono catturati dalla esigua dimensione delle maglie di tali attrezzi di pesca che ne impediscono la crescita e la maturazione.
Le attrezzature non consentite (una rete a strascico di lunghezza 40 metri e una pezza di rete di 5 metri) sono state così sequestrate e sbarcate a terra nel porto di Marina di Campo, dove il personale del Servizio Operativo della Capitaneria di Porto di Portoferraio ha poi proceduto a contestare l’illecito e ad elevare la sanzione amministrativa di 4.000 euro. Le reti oggetto di sequestro rappresentano un grave pericolo per la fauna marina a causa della scarsa selettività delle maglie che le costituiscono.
L’operazione condotta la scorsa mattina segue le intense attività che stanno impegnando le unità di polizia marittima della Capitaneria di Porto elbana in materia di vigilanza sulle attività di pesca. Il piano di operazioni prevede lo svolgimento di controlli mirati a terra ma soprattutto a mare, attraverso l’impiego di ispettori specializzati in materia di vigilanza pesca.
Le ultime attività operative si stanno inoltre svolgendo anche dopo l’effettuazione di una mirata attività informativa a favore dei locali pescatori, per illustrare le norme che vietano determinati attrezzi da pesca proprio per tutelare la risorsa ittica e l’ambiente marino.
La attività di presenza in mare da parte delle unità della Guardia Costiera, con specifici compiti di vigilanza sulla pesca, è parte della strategia del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera volta a prevenire e reprimere le eventuali catture illecite, alla salvaguardia dell’ecosistema marino e alla tutela delle aziende di pesca che operano nella legalità e nel pieno rispetto delle norme contro le gravi distorsioni del mercato che possono essere operate da coloro che invece utilizzano attrezzature e metodi illegali di pesca.
Le operazioni svolte dalla Capitaneria di Porto di Portoferraio si inseriscono infine all’interno del programma volto alla tutela del patrimonio ambientale e delle risorse ittiche e biologiche, finanziato dal Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca (FEAMP).
Dino
Messaggio 93931 del 08.02.2019, 16:28
Provenienza: Ex panariello
X X CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA

Caro.....
Spero anch’io che la legge sia uguale per tutti!!!!
Ma... considerato che dopo due mesi dall’esposto presentato, mi sembra da quella società Aethalia antagonista ad esaom per anni ...nulla sia cambiato, tetto in amianto pericolante vicinissimo alle scuole... tutto troppo vergognoso sono anni che tutto e abbandonato in attesa di qualche padrone!!!
Vorrei sapere cosa ne pensa Luigi Lanera di questo?
Cosa ne pensa Meloni?
Cosa ne pensa Ferrari?
Cosa ne pensa Buzzoni?
Cosa ne pensa Parigi?
Ah... dimenticavo cosa ne pensa la capitaneria di porto????

Un caro saluto
Dino
Italo Sapere Scrivi a Italo Sapere
Messaggio 93930 del 08.02.2019, 16:06
Provenienza: Porto Azzurro
Per fare un pò di chiarezza.
Il comitato per la difesa di Lido e Mola ha invitato con PEC sia il Presidente (o suo delegato) di ASA spa e Autorità Idrica Toscana.
Noi siamo abituati a dibattere e a rispettare chi non la pensa come noi.
Mentre in riunioni precedenti (sempre poco pubblicizzate, in verità) sono stati invitati SOLTANTO amici e amici degli amici.
Perciò il dibattito che si terrà LUNEDI 11 a Porto Azzurro in Comune alle ore 17 sarà aperto a TUTTI!
YURI TIBERTO
Messaggio 93929 del 08.02.2019, 15:52
DI MIGUEL E DELL'ENNESIMA OCCASIONE PERSA


Non è difficile capire quanto la drammatica scomparsa di Miguel Moutoy, per tutti "il Generale Bertrand", abbia sconvolto la nostra isola. Le centinaia di testimonianze sui social parlano da sole. Amato da tutti per la sua cordialità, educazione, gentilezza, disponibilità, Miguel univa la sua passione per l'Imperatore all'amore per l'Elba e gli Elbani.
Immancabile a qualsiasi celebrazione o rievocazione storica, instancabile nel suo perorare la causa di un Monumento da dedicare all'uomo che, piaccia o meno a qualcuno, è indiscutibilmente il più formidabile "promoter" del nostro scoglio nel mondo intero, se ne è andato senza riuscire a vedere il suo sogno realizzato. Non solo: da qualche anno si era reso disponibile a mettere a disposizione gratuitamente la sua formidabile collezione di reperti e cimeli per la realizzazione di un Museo, chiedendo solo le più banali garanzie assicurative e di "decoro" dell'esposizione.
Muri di gomma, aveva trovato solo muri di gomma.
Evidentemente, ai gestori della "cosa pubblica", quando non ballano cospicui finanziamenti, quando la posta in gioco non consente di gestire centinaia di migliaia di euro per costruire aberranti gattaie, fantomatici canili o dissennati dissalatori, passa qualsiasi fantasia.
E tutto mentre si blatera di "destagionalizzazione" senza minimamente pensare a come e quanto i tempi siano cambiati.
Il turismo scolastico è finito: i ragazzini sono numericamente sempre di meno, si scelgono da soli le "gite" - e le discoteche di Parigi o Barcellona sono certamente più attraenti delle orchidee del Perone - e gli stessi insegnanti hanno sempre meno voglia di assumersi gratis tutti i rischi che comporta accompagnare torme di scalmanati ispirati da Guru come Sfera Ebbasta.
I turismo delle gite parrocchiali o dei Cral, pure: gli "anziani" sono sempre più attivi e vitali, e se ne vanno in giro con Ryanair per conto loro.
Il famoso turismo sportivo, o più genericamente, outdoor, è già ben strutturato (quasi troppa grazia, per merito di Associazioni private e Cittadini, se si pensa alla pessima gestione pubblica dei boschi e dei sentieri, delle strade e degli stradelli) ma non possono bastare i w/e per arrivare a fine mese. E, normalmente, la gente lavora, durante la settimana. Per implementarlo davvero servirebbe abbinare al fascino della natura una serie di offerte culturali ed eventi che possano invogliare almeno le persone più colte o curiose a prendere qualche giorno di ferie anche in autunno o primavera. Ed ecco che il Museo di Miguel avrebbe potuto essere un importante tassello verso la creazione di quella base "strutturale" su cui poggiare le fondamenta da cui partire. Perché se poi capitano tre giorni di pioggia, o freddo, o vento, i panorami mozzafiato non bastano più.
Magari anche solo per dare una botta di vita alle Residenze Napoleoniche, sulla cui gestione non esprimo giudizi perché parlano i fatti: la Villa di San Martino su Tripadvisor si piazza "al 24°posto su 33 cose da fare a Portoferraio", seguita solo da attrazioni del calibro della "tabaccheria da Peppe" o "lavanderia a gettone Piùbianco!".
Ma così non è stato, e Miguel non c'è più. Sono certo che i suoi straordinari amici - della Petite Armée, ma non solo - sapranno proseguire nel suo nome la lotta per la Cultura e la Storia. Ci saranno altri 5 di maggio, e, almeno all'Elba, saremo in molti a pensare, più che a Napoleone, al vuoto che ci ha lasciato il Generale Bertrand.
Ps: nella foto, Miguel è con mio padre, all'inaugurazione della "prima statua di Napoleone all'Elba", di cui papà andava - e va tuttora - molto fiero. Pur essendo un omaggio privato, in una struttura privata, Miguel era stato entusiasta di concederci il piacere e l'onore della sua presenza. Senza chiedere in cambio nemmeno un caffé.
Non solo un Amico, ma un vero Signore.


Yuri Tiberto
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA