Pagina 1254/1270: [«] [] [1249] [1250] [1251] [1252] [1253] (1254) [1255] [1256] [1257] [1258] [1259] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
gianpaol
Messaggio 1253 del 04.11.2008, 19:05
ore 16.40 tra un·acquazzone e l·altro ho fatto queste foto

E ricomincia a piovere
ANCORA FOSSI
Messaggio 1252 del 04.11.2008, 18:49
FOSSO IN LOC. VILLA CRISTINA




E non è ancora finita!
PIOGGIA E BONIFICHE
Messaggio 1251 del 04.11.2008, 18:28
Gli amici di camminando.com di Campo nell·Elba documentano i fossi. LOC. LA PILA ORE 17





I commenti ai lettori!
Marcella Amadio
Messaggio 1250 del 04.11.2008, 17:54
AN e FI incontrano il mondo produttivo livornese

Amadio (AN-PdL): “Confermata una fotografia che già ben conoscevamo” Provenzali (FI-PdL): “La Regione sostenga le piccole e medie imprese”

I consiglieri regionali di Alleanza Nazionale e Forza Italia Marcella Amadio e Leopoldo Provenzali, unitamente ai colleghi Alberto Magnolfi, capogruppo di Forza Italia e Marco Cellai vice-capogruppo di Alleanza Nazionale, hanno incontrato i rappresentanti delle categorie economiche e sociali di Livorno nell’ambito di un tour di ascolto che sta toccando tutte le province toscane in vista del Consiglio Regionale straordinario dell’11 p.v. sulla crisi dell’economia.
“Un percorso studiato per recepire dal territorio indicazioni precise e sostanziali” hanno sottolineato i consiglieri “in grado di indirizzare al meglio proposte ed interventi allo scopo di limitare i contraccolpi della recessione finanziaria mondiale, che si va assommando ad una realtà locale di per sé già preoccupante, con una crescita troppo lenta per consentire una significativa ripresa dell’occupazione che resta il problema più rilevante dell’area”.
“La fortissima crisi della componentistica, alla quale si è aggiunta di recente quella della raffineria Eni di Stagno” ha detto Provenzali “ha provocato la messa in cassa integrazione di centinaia di lavoratori ed altrettanti hanno perso il posto in quanto interinali. A fronte della mancanza di fondi per la cassa integrazione straordinaria in deroga, il Governo nazionale ha già manifestato la propria disponibilità a sostenere la Regione con nuove, importanti risorse ed ha fatto partire un fondo di garanzia per le imprese da 600 milioni di euro, oltre a studiare altre ipotesi di detassazione e di sostegno al sistema economico”.
“Senza dimenticare” ha aggiunto Provenzali “le difficoltà per il porto soprattutto se non si migliorano i collegamenti ferroviari con l’entroterra e le infrastrutture viarie, quali il completamento della autostrada per Civitavecchia. Lo stesso.
“In Toscana, e soprattutto a Livorno,” ha rincarato la dose Amadio “c’è una carenza di infrastrutture. In particolare, mi riferisco all’Interporto di Guasticce, che è una cattedrale nel deserto, appare scollegato da tutto, senza alcuna sinergia con l’altro Interporto toscano di Prato”. Secondo Amadio, ancora, la Regione non ha sufficientemente valorizzato la portualità: “Da tempo – ricorda – insisto sulla necessità di costituire un Consorzio dei Porti toscani sul modello del Lazio con Livorno capofila includendo anche gli approdi dell’Isola ‘Elba”.
E invece: “Le locali amministrazioni di sinistra” ha proseguito Amadio “fanno scelte incomprensibili: prendiamo ad esempio il Cantiere, da sempre una delle prime voci dell’economia livornese, é stato progressivamente smantellato per una ‘presunta’ Porta a Mare di cui ancora non si vede la luce. Adesso l’Autorità Portuale ci viene a dire che vuole ripristinare il bacino di carenaggio. Bella coerenza”!
“La Regione non può continuare nella annosa strategia del Firenze-centrismo e dei poco efficaci finanziamenti a pioggia creati per il mantenimento del consenso” ha proseguito Amadio. “Occorre, invece, ottimizzare e razionalizzare le risorse attraverso interventi mirati per individuare le priorità da seguire. Ed occorre, altresì, fornire servizi di qualità alle aziende, prevedendo al contempo una sensibile diminuzione della pressione fiscale”.
“Al Consiglio straordinario sull’economia” avvertono i consiglieri regionali “non faremo sconti al Governo regionale che dovrà prendere finalmente posizione adottando una nuova strategia di insieme, una visione diversa, più omogenea, più seria ed efficace rispetto ai problemi. Occorre subito un intervento di emergenza che sostenga davvero le imprese e non il ‘sistema’. Non possono bastare le risorse messe a disposizione dall’Europa e per larga parte vincolate né sono più tollerabili i ripetuti annunci sulla convocazione di tavoli con gli istituti di credito. Bisogna lavorare tutti insieme, in maniera responsabile, per evitare che dall’attuale situazione di stagnazione si passi ad una fase pericolosa di recessione”.
gianpaol
Messaggio 1249 del 04.11.2008, 17:19
Important!
I fossi di Marciana Marina

Dopo aver pagato la famosa tassa sui fossi,
ho messo alcune immagini per documentare le condizioni in cui versano i 2 fossi di Marciana Marina. sono fatte alcune da via dell·orzaio e le altre dal ponte della finiccia. Se vi interessa andate a vederle.

Dall·Ansa
Messaggio 1248 del 04.11.2008, 17:16
2008-11-04 14:35
Il testo delle telefonate: "Verremo sotto casa"
ROMA - Sono quattro le telefonate di minacce arrivate nella redazione di ·Chi l·ha vistò dopo la puntata di ieri in cui sono stati mostrati i volti di alcuni appartenenti a Blocco Studentesco coinvolti negli scontri di piazza Navona: a parlare è una voce maschile, sembrerebbe sempre la stessa, che parla a nome di Forza Nuova. Almeno due telefonate inoltre, secondo quanto si apprende, arrivano da un·utenza telefonica intestata a Roberto Fiore, parlamentare e segretario del movimento di estrema destra.

Ecco il testo delle telefonate.

- prima telefonata: "questa è la segreteria nazionale di Forza Nuova, abbiamo visto il vostro numero del 3 novembre in cui pubblicate foto di persone in cui chiedete a ·Chi l·ha vistò dove abita e il nome e cognome. Noi facciamo lo stesso su di voi, su tutti voi. Chi ha visto voi, chi lavora con voi, dove abitate, nome e cognome. E poi verremo sotto le vostre case".

- seconda telefonata: "Non solo i parenti fino al secondo e al terzo grado, ma anche cani, gatti, pesci rossi e canarini. stateci attenti"

- terza telefonata: "·Chi l·ha vistò noi vi abbiamo visto, vi guardiamo. Sotto casa, quando uscite, quando andate a portare a passeggio il cane, vi guardiamo sempre. Vi abbiamo visto, vediamo, vedremo, stiamo sempre con gli occhi bene aperti. Voi invece no".

- quarta telefonata: "Qualcuno di voi si è perso un cane? Noi lo abbiamo visto, che dobbiamo fare lo dobbiamo prendere? lo laviamo? gli dobbiamo levare le pulci? poi lo dobbiamo ridare? E· valida anche per i cani questa trasmissione? Qualcuno di voi ha perso cani o gatti? Noi ne abbiamo trovati svariati. Diteci che dobbiamo fare, se dobbiamo lavarli o togliergli le pulci prima di restituirli. Li portiamo direttamente a casa. Eventualmente prendiamo anche i bambini davanti all·asilo, ci andiamo direttamente noi se volete, ditecelo, fatecelo sapere". rieccoli
Roberto Spinetti
Messaggio 1247 del 04.11.2008, 16:41
BOLLETTINO METEO IN DIRETTA

Seconda esondamento del fosso adiacente la vecchia
fabbrica del pesce nella zona artigianale della PILA, tutto
il piazzale della ex fabbrica invaso dall· acqua e la strada sul retro dei nuovi capannoni è un torrente in piena.
Che dio ce la mandi buona, ma non l· acqua, quella ci basta già.


R.S.



Roberto mandami le foto
pf
Messaggio 1246 del 04.11.2008, 16:07
caro Faber mi è piaciuta la risposta nonostante tutto hai conservato la tua indole fiorentina un carissimo saluto
CARO ELBANO, NON SONO ZINGONI NA PROVO A RISPONDERTI UGUALMENTE
Messaggio 1245 del 04.11.2008, 15:12
Caro Elbano, anch·io come te, sono d’accordo con Zingoni, e con la totalità dei cittadini elbani. Però non punterei tanto l’indice contro i consorzi in sé e per sé, quanto contro i lavori che hanno fatto e soprattutto contro l’assurda e illegittima pretesa di finanziarli con altre tasse. Una pretesa che contrasta con i principi costituzionali che escludono che un ente non elettivo possa applicare dei tributi, ma anche con il Codice Civile che restringe il pagamento dei contributi di miglioria ai soli fondi limitrofi che ne traggono un vantaggio reale e quantificabile.

Tu chiedi :”se non ci sarà più la Comunità montana, chi svolgerà il lavoro e con quali soldi”? E’ ovvio la Provincia, con i soldi dell’Iva e l’Irpef che già paghiamo profumatamente! Scusa, perché nessuno si domanda con quali soldi si costruiscono strade, ospedali, ferrovie e tribunali? Perché sono lavori di pubblica utilità e tutti sanno che in quanto tali, riguardano la fiscalità generale. Non si capisce, quindi, per quale motivo per il rischio idrogeologico non debba valere lo stesso principio!
x fabrizio camminando
Messaggio 1244 del 04.11.2008, 14:42
caro fabrizo ti faccio le mie più sincere SCUSE e ti faccio i complimenti per il lavoro che fai per tutti noi.non sapevo come funzionava questo sito. scusami di cuore..

Non c· è bisogno di scusarsi, sali pure in barca con noi..... c·è sempre posto per chi ha voglia di vogare in questo mare
Yuri
Messaggio 1243 del 04.11.2008, 13:58
Finalmente ho trovato il tempo per dare una sistematina all·Altroparco... niente di che: un po· d·archivio... ho aperto un topic sull·acqua, e mi auguro che il Dott. Meneghin voglia iscriversi e postare le sue, sicuramente interessanti, proposte. Sui giornali passano, sull·Altroparco restano....

naturalmente, un breve commento sulla pulizia dei fondali a Giannutri, notizia fresca fresca....

.... e come premio per i visitatori, un paio di vignettine inedite leggere leggere...

http://laltroparco.forumattivo.com/le-altre-sorelle-gorgona-capraia-giglio-e-giannutri-f8/giannutri-pulizia-dei-fondali-t153.htm#312

buona giornata a tutti...... diluvio permettendo....
federico
Messaggio 1242 del 04.11.2008, 13:36
PERCHE i messaggi ci mettono cosi tano andare in pagina? è FABRIZIO

Caro impaziente Federico

Ci mettono il tempo che ci vuole secondo le mie disponibilità o più semplicemente perchè non sono a tua disposizione, e visto la gratuità che offro, mi sembra molto fuori luogo un appunto di questo genere, ma ....il mare del web è immenso ti consiglio altri approdi più veloci e più condiscendenti ad accogliere la barca delle tue esternazioni.
Grazie di essere stato con noi.
.
GIULIO
Messaggio 1241 del 04.11.2008, 13:31
SEMPRE SUL BORO

D.P.R. 24 maggio 1988, n. 236
Attuazione della direttiva CEE numero 80/778 concernente la qualità delle acque destinate al consumo umano, ai sensi dell·art. 15 della L. 16 aprile 1987, n. 183

art. 21. Sanzioni.

[1. Salvo che il fatto costituisca più grave reato, chiunque in violazione delle disposizioni del presente decreto fornisce al consumo umano acque che non presentano i requisiti di qualità previsti dall·allegato I è punito con l·ammenda da lire duecentocinquantamila a lire duemilioni o con l·arresto fino a tre anni

2. La stessa pena si applica a chi utilizza acque che non presentano i requisiti di qualità previsti dall·allegato I in imprese alimentari, mediante incorporazione o contatto per la fabbricazione, il trattamento, la conservazione, l·immissione sul mercato di prodotti e sostanze destinate al consumo umano, se le acque hanno conseguenze per la salubrità del prodotto alimentare finale.

3. L·inosservanza delle disposizioni dei piani di intervento di cui all·articolo 18 è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da lire un milione a lire dieci milioni

4. I contravventori alle disposizioni di cui all·articolo 15 sono puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria da lire un milione a lire sei milioni
**********
Ma ·sto decreto è sempre valido??
Se sì, visto che, fra i tanti articoli, hanno scritto anche l·art. 21, sarebbe bene che venisse applicato...
sen·acqua
Messaggio 1240 del 04.11.2008, 13:22
L·acqua all·elba che poveracci che siamo, ne buttiamo tanta in mare!!!!!!!! e bona !! basterebbe fare dei bacini o dighe di contenimento cè ne sarebbe da vende no da compra dalla val di cornia
ELBANO
Messaggio 1239 del 04.11.2008, 12:56
Una domanda per il sig. Zingoni.
Premesso che io sono d·accordo con lui per la petizione contro il consorzio di bonifica, mi domandavo: Ma i fossi, chi li pulirà dopo che il suddetto consorzio cesserà di esistere, perchè se vi è una certezza, questa è che comunque i fossi vanno puliti.
non è che dobbiamo affidarci al destino
E chi li pulira·, chiunque esso sia, privato o ente pubblico, vorrà essere pagato.
vorrei avere delle risposte, perche solo a dire di no è troppo facile.
p.s. se questa domanda era già stata fatta, mi scuso ma io me la sono persa.
distinti saluti.
elbano.
Guzzanti e i meriti
Messaggio 1238 del 04.11.2008, 12:45
il senatore Guzzanti di forza italia si scaglia contro berlusconi chiedendo lumi per quali meriti la Carfagna occupi quel posto,insinuando anche meriti personali verso berlusconi!!!!!e meno male che se lo dicono fra di loro!!io invece da ingnorante vorrei sapere i meriti della Gelmini alla pubblica istruzione,una che da Brescia(Profondo NORD) va a prendersi la laurea a REGGIO CALABRIA (profondo SUD)!!!! proprio nel momento che c·era lo scandalo delle lauree semplici che venivano prese nelle università del sud...
magari a pensare male si fa peccato,ma si sfiora la verità( diceva mio nonno)
elba 2000 Scrivi a elba 2000
Messaggio 1237 del 04.11.2008, 12:09
 ACQUA TRA BORO E BARI
 

Volevamo rispondere  all’incredibile  comunicato  dell’ASA, ma avremmo dovuto ripetere  cose  che abbiamo  già scritto. Per coloro che non le avessero lette,  ecco le accuse  che noi  facciano   a chi gestisce i servizi idrici   in una sintesi  pubblicata da  La Nazione  di lunedì  26 gennaio 2004, accuse che abbiano ripetuto, più volte,  negli anni successivi.
 
DEROGA PER L·ACQUA AL BORO PROTESTA DEL COMITATO AUTONOMISTA
 
"Gli amministratori regionali non tengono conto  dei diritti degli elbani   e per di più ignorano norme importanti  che  mettono in pericolo la loro salute. Elba 2000 denuncia  che la Regione Toscana ·non sta rispettando  una norma fondamentale" del decreto legislativo 31/2001 in materia  di acque  in vigore dal dicembre  20003·. La Regione - afferma  il movimento  autonomista - non ha
avvertito la popolazione, come espressamente  impone la legge (pena la nullità della deroga) del fatto che l·acqua che arriva nelle case  non è potabile  e che essa viene inviata solo in virtù  di una deroga ministeriale. L·accusa è chiarissima: Asa ci manda l·acqua  senza avere  avvertito la popolazione, non solo, sostiene pure che l’acqua   è potabile,  assumendosi la gravissima responsabilità  di  mettere  in  pericolo  la salute  dei cittadini”.
  Ecco  cosa impone la legge: Art. 13  del DL 2 feb2001,n.31
 "La regione  che si avvale  delle deroghe di cui al presente articolo  provvede affinché  la popolazione  interessata sia  tempestivamente informata  delle deroghe applicate e delle condizioni che le disciplinano. Ove occorra, la regione  provvede   a fornire  raccomandazioni a gruppi specifici di
popolazioni per i  quali la deroga  possa costituire un rischio particolare. Le  informazioni  e le raccomandazioni  fornite  alla popolazioni fanno parte integrante  del provvedimento di deroga."
Ma c·è di più:  il provvedimento di   deroga  impone anche  alla regione  di redigere un piano concreto per fare  rientrare  l·acqua nella norma. La regione  ignora anche questo. Noi ci siamo battuti  perché  si realizzasse, anche parzialmente,  il progetto  Marcello Meneghin  che avrebbe fornito  acqua  in abbondanza di ottima qualità, ma  il Piano d·Ambito    prevede per l·Elba il mantenimento del cordone ombelicale con la Val di Cornia, dove il problema del boro non potrà essere eliminato  perché di natura geologica. L’acqua   continuerà ad arrivare   dalla condotta   sottomarina  che potrebbe, secondo  una perizia della Comunità Montana, cedere  in qualsiasi momento.
Questo problema, però, non sembra interessare granché la classe politica locale, da sempre in tutt·altre faccende affaccendata. Nonostante all·Elba ci sia uno dei più alti tassi di partecipazione di medici all·attività amministrativa (in certi periodi, ben tre sindaci su otto erano medici) l·attenzione degli amministratori per la salute pubblica non pare certo essere mai stata tra le più elevate (vedi anche la vicenda dei blocchi Esaom).

Elba 2000
AIGLONVIAGGI
Messaggio 1236 del 04.11.2008, 11:19
m.m.
Messaggio 1235 del 04.11.2008, 11:17
x facciamodel male
Sei grande.
Sono daccordissimo con te, quello era il cotone che anch·io conoscevo.......bei tempi e pure bella santa chiara. Adesso però perfino l·illustre studioso Zecchini se ne accorge, ma la cosa che mi lascia perplesso è che il grande studioso non sappia come fare a venire a conoscenza del mandante di tale cementificazione..... aiutiamolo.................SD, lista civica, amministrazione..............svegliatevi............e il PD che fa dorme?
m.m.
lanera luigi AN -PDL
Messaggio 1234 del 04.11.2008, 10:30
Dopo due anni di segnalazioni , da parte dei cittadini residenti in localita· la biodola, e dalla televisione locale che ne ha documentato lo stato nella sua rubrica "Vivere l·ambiente" il comune di portoferraio decide di posizionare delle transenne di segnalazione di pericolo in prossimita· di una curva del tratto stradale che conduce al mare poiche· rischia di franare .
Perche· si decide solo ora di far qualche cosa ? Se un autobus o una autovettura, a causa della stretta strada della Biodola fosse scivolata giu· nella scarpata a chi avremmo dovuto ringraziare? Come al solito questa amministrazione "vola alto " tanto alto che non si accorge delle cose urgenti di cui il paese necessita.
MICHELANGELO ZECCHINI
Messaggio 1233 del 04.11.2008, 10:12
I LUMINI DI S.CHIARA ATTOII°

MARCIANA MARINA : IL COTONE DI CEMENTO E DI CERA

Erano anni che desideravo documentare quanto è stato deturpato quello che da molti - a buon diritto - viene definito un angolo di paradiso, cioè il borgo del Cotone a Marciana Marina. Ci sono riuscito nello scorso mese di ottobre, quando ho fatto una scappata all’Elba durante una breve pausa del mio lavoro sottoterra. Per inciso, faccio i debiti scongiuri per prevenire chi non sarebbe dispiaciuto ( le anime pie non mancano mai ) se nel mondo ctonio rimanessi molto più a lungo.
Ho scattato centinaia di fotografie, ho eseguito rilievi, ho raccolto ogni informazione utile per elaborare uno studio da pubblicare su una rivista scientifica. L’assunto, neanche troppo ostico, era quello di dimostrare quanto sia facile, per insensibilità o per i motivi più disparati, arrecare gravi danni a un tessuto paesaggistico di grande valenza.
Anche se non era mia intenzione diffondere i dati a livello locale, devo tuttavia riconoscere che Fabrizio Prianti mi ha preceduto, con le telecamere di ‘Vivere l·ambiente’ , mediante un ‘pezzo’ di notevole professionalità, sia per quanto attiene alle immagini sia per il commento, che è limpido, penetrante e incisivo.
L’intervento di Prianti è un pungolo a non tacere, anzi a levare alto un grido di protesta contro coloro - committenti e artefici - che hanno accumulato degrado in quel golfetto da eden. Uno dei principali elementi costitutivi dell’irripetibile scenario del Cotone è lo sperone granodioritico rosato, che l’azione erosiva millenaria di mare e vento ha di volta in volta modellato a mo’ di creste e di funghi vacuolati. Altre tipiche foggiature di madre natura sono verso sud – o piuttosto erano - gli affioramenti di scoglietti neri, in continuità cromatica con lo scalo/spiaggetta color marrone. La mano dell’uomo, a partire dalla seconda metà del XVI secolo, ha impreziosito quegli elementi naturali con edifici dalla struttura armonica, per niente in antitesi con l’ambiente circostante. Si tratta, insomma, di un autentico tesoro che tutti – amministratori in primis – dovrebbero rispettare, ammirare, proteggere.
Prianti ha dimostrato che così non è stato. L’intera formazione granodioritica è lordata da decine e decine di multiformi chiazze nere, composte di cera e di sporco stratificato, che ne rompono gradazione cromatica e fascino. Migliaia dei caratteristici vacuoli sono otturati da colate di cera, tanto coprente che alcuni pinnacoli a nido d’ape, una volta spettacolari, oggi si presentano come una massa amorfa, untuosa e liscia. E non è da trascurare il danno, irreversibile, causato dai falò ripetutamente accesi sia sulla ‘punta’ sia in prossimità della ‘pianata’ : per effetto termoclastico, infatti, gli storici ‘rochers de la Santé’ in alcune zone sono letteralmente ‘scoppiati’ e, con il distacco di scheggioni di varie dimensioni, si è modificato il profilo d’insieme.
E che dire del piccolo scalo, parzialmente scavato nella roccia dai nostri avi, in cui venivano tirati in secca gozzetti e ‘sciapichelli’ lignei ? Esso è stato completamente ‘modernizzato’, con efficienza degna di miglior causa: pavimento e pareti naturali sono stati sostituiti con una sconcertante, quanto inutile, platea di cemento industriale, che ingloba anche parte degli scogli neri e che, soprattutto sui margini meridionale e occidentale, è sottolineata da ripiani a forma di sarcofagi cementizi, forse costruiti inconsciamente per intonare il “De profundis” alla bellezza del sito.
La storia dei lumini di cera, per così dire ‘a perdere’, ha attraversato - com’ è noto - parecchi mandati amministrativi fino al provvidenziale stop imposto nel 2008, sua sponte, dal sindaco Ciumei. Non si sa, al contrario, a chi debba essere attribuita la cementificazione dello scalo del Cotone. Per curiosità, probabilmente non solo mia, sarebbe possibile venirne a conoscenza ? Lo chiedo - sperando che mi rispondano - all’Amministrazione attuale, a Legambiente, alla Lista Civica e a Sinistra Democratica, attente da sempre al destino dei beni culturali e paesaggistici del territorio.

Michelangelo Zecchini
umberto Scrivi a umberto
Messaggio 1232 del 04.11.2008, 06:26
Tantissimi auguri a Barbara e Gabriele per l·arrivo di Michelangelo,ma tanti auguri anche ai nonni materni e paterni da me e da Luciano dal luogo del suo concepimento.Ciao Bella Italian Restaurant e Baia Baia resort in Phi phi island Thailandia.azzurro
A Scuola 33466
Messaggio 1231 del 04.11.2008, 02:05
Molto bene!
Era ora.
Non è sopportabile che quattro fannulloni, fuori di testa, impediscano alla maggioranza dei ragazzi di frequentare regolarmente le lezioni!
Non vadano a scuola,vadano a manifestare fuori, per le strade, nelle piazze. Innalzino manifesti, vessilli e bandiere, quello che vogliono, esprimano pure liberamente e democraticamente il loro dissenso, ma non impongano agli altri le loro idee e le loro scelte!
"Questa è la nostra lotta!" E· la risposta di uno di questi ad un genitore, che voleva suo figlia frequentasse la scuola!
Mi auguro che il Preside domattina, al primo accenno di tentativo di occupazione, chiami le Forze dell· ordine e sporga denuncia: se non lo fa,per difendere il diritto allo studio dei nostri figli, denunceremo lui per omissione di atti di ufficio!
riccardo
Messaggio 1230 del 04.11.2008, 01:51
dice ASA:
"Del resto, l’Isola, è interessata come la Val di Cornia dalla deroga sul boro, che fissa il limite a 3 mg/lt: è, quindi, inesatto affermare che è stato superato di tre volte il limite di potabilità. E vale anche la pena segnalare che il limite del boro nelle acque minerali che comperiamo al supermercato, ad un costo decisamente superiore, è pari addirittura a 5 mg/lt"........
ci pigliano anche in giro!
ma in un supermercato SONO IO che scelgo cosa comprare!
E poi mi/vi chiedo: ma è possibile che si possa VENDERE UN ACQUA CHE NON E· POTABILE??
E ancora:analisi del 23 settembre comunicazione pubblica del 31 ottobre? HAI VOGLIA A MORI·!!
Sportivo
Messaggio 1229 del 04.11.2008, 01:44
Ho letto meravigliato quello che ha scritto il Sig. Pugi, prima attaccando la Cosimo dè Medici e successivamente si scusa con il Presidente della Cosimo e sbarca la colpa al Comune. Vorrei ricordare al vaporino Pugi che la sua Società a differenza di tante altre nel territorio è nata circa da pochi anni, e non può far altro che ringraziare il suo Presidente se può avere quello che ha (ripeto) a differenza di società che hanno il quadruplo dei suoi iscritti e non sono considerate tali
FIOCCO AZZURRO
Messaggio 1228 del 03.11.2008, 21:25
E· nato Michelangelo...auguri a Barbara e Gabriele Messina.
facciamodel male Scrivi a facciamodel male
Messaggio 1227 del 03.11.2008, 20:51
Lasciamo in pace i Santi e scherziamo pure con i fanti.
Grazie Fabrizio per il bel servizio.
mi sembra, pero·, che il dito indichi la luna, e noi tutti, scioccamente guardiamo il dito.
Gli scogli del Cotone:
Il Crino Alto e il Crino Basso, La Pianata e La Buca, La Pozza e la Punta.
Lo Scalo e casa di Fagiolo, il razzaglio e li sciapichelli, Irio e i fochi di SanGiovanni. Antonio che salava l·acciughe e tritava il sale con la bottiglia. Ennio che "costruiva" totanaie meravigliose, fondendo il piombo nel tegamino.
La 10remi, rossa , con la striscia bianca e il numero 4!!!!!
e poi e poi.... questo era il Cotone.
Gli scogli so duri parecchio, come i Cotonesi.
Forse preferirebbero, gli scogli e i cotonesi , piu· sudicio da lumini, che il troiaio attuale.
sbigottito
Messaggio 1226 del 03.11.2008, 20:45
questione docce: o che sarà mai ogni tanto fa bene fassi docce fredde, serve per stemperare animi e aiuta a riflettere (un si dice sempre pensare a mente fredda!!!!!)
Questione elisoccorso: è anni che se ne parla, li un va bene perchè l·elicottero un pole atterrà, di la va mele perchè c·è sempre vento a nord un si pole perchè a freddo a sud nemmeno perchè fa caldo.
Le passate amministrazioni hanno più volte affronato il problema ma unl·hanno mai risolto.
ORA qualcuno ha trovato la soluzione , facciamo l·elisoccorso nel posto più normale e logico: sopra l·ospedale! e dove si doveva fà sul Monte Perone? Li si che si deturpava l·ambiete mica dove lo vogliano fare ora!Così per sapere ma nella stragrande maggioranza delle città dell·universo, l·elisoccorso dove lo fanno?
GIULIO
Messaggio 1225 del 03.11.2008, 20:34
ACQUA AL BORO.
Leggo su Tew News che ASA tranquillizza tutti.
Io invece non sono per niente tranquillo...
**********
Da Wikipedia:
Il boro è tossico se ingerito, il valore limite per l·acqua potabile è fissato dal DPR 236/88 a 1 mg/l, mentre l·OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) consiglia un valore di 0.5 mg/l
***********
C·è qualcosa che ·un torna...
Scuola
Messaggio 1224 del 03.11.2008, 20:34
Comunicato ANSA:
PICCHETTO A MILANO, 4 STUDENTI DENUNCIATI
Quattro studenti, di cui due minorenni e due di 19 anni, sono stati identificati e denunciati per interruzione di pubblico servizio per aver cercato di occupare l·Istituto Statale Magistrale Agnesi in via Tabacchi a Milano. Lo hanno reso noto i carabinieri, precisando che dei quattro studenti denunciati, tre ragazze e un ragazzo, due hanno 17 anni e due 19. Il tentativo di occupazione è avvenuto stamattina, verso le 8.30: gruppi di studenti hanno organizzato un picchetto davanti all·ingresso principale della scuola e affisso due striscioni con su scritto "Occupato, occupiamo, ma studiamo". Questi studenti hanno poi cercato di impedire l·accesso a chi voleva entrare. Ma, con il quasi tempestivo intervento delle forze dell· ordine, gli studenti si sono dispersi e solo quattro sono stati identificati e denunciati.

NOI GENITORI DOMANI MATTINA SAREMO PRESENTI ALL·APERTURA DELLA SCUOLA (SE NECESSARIO CON LE FORZE DELL·ORDINE) PER PERMETTERE AGLI ALUNNI DI POETR ENTRARE E SVOLGERE REGOLARMENTE LE LEZIONI PERCHE· NON E· POSSIBILE CHE PER QUATTRO FANNULLONI DEBBA SUCCEDERE TUTTO QUESTO.
Genitori
Messaggio 1223 del 03.11.2008, 20:28
Con quale sicurezza si dice che domani ci saranno le lezioni al Foresi se adesso mio figlio ha ricevuto la telefonata che la scuola è occupata e domani mattina non faranno entrare nessuno??????????
GENITORE.....
Messaggio 1222 del 03.11.2008, 19:42
Dal post che ho appena letto, domani allora le lezioni dovrebbero essere regolari. GIUSTO ???????
ELICOTTERO
Messaggio 1221 del 03.11.2008, 18:56
Sono d·accordo sul fatto che il punto per l·atteraggio dell·elicottero sia un problema da risolvere,ma purtroppo penso che anche l·ospedale dovrebbe avere le attrezzature necessarie per le emergenze,(i medici qualificati a mio avviso li abbiamo)in quanto l·elicottero ,come successo appunto la settimana scorsa
quando e· deceduta la signora di 48 anni,causa maltempo non poteva volare, e gia· per arrivare sulla terra ferma abbiamo un ora di traghetto.Probabilmente sarebbe andata cosi tragicamente comunque,ma si eviterebbe che rimanessero dubbi.
La nostra isola e· meravigliosa e dobbiamo fare il possibile per viverci piu· tranquilli.
m.s.
Messaggio 1220 del 03.11.2008, 18:32
ASA
la notizia è di 5 anni fa: http://www.elbaoggi.it/news-1975.htm
Dalla richiesta di deroga ad oggi, evidentemente, non è stato fatto nulla.
A me sembra di capire che la deroga fu concessa per consentire l·adeguamento in termini più "elastici" alla norma che prevede per il boro un tetto massimo di 1 mg/L (ma l·OMS ne consiglia la metà...)
E mentre l·ASA ci racconta storielle, noi ce le "beviamo"
Punta66
Messaggio 1219 del 03.11.2008, 18:30
NO PROBLEM!!....Era solo un nick name doppione!!!
COMITATO GENITORI
Messaggio 1218 del 03.11.2008, 18:23
COMITATO DEI GENITORI
ISIS “R. Foresi” di Portoferraio

Si segnala a tutti i genitori degli alunni iscritti al liceo “R. Foresi” che abbiamo appreso dalla Dirigenza Scolastica dell’Istituto la conferma della continuità dell’attività didattica e contestualmente sarà garantito il regolare svolgimento delle lezioni.
Si raccomanda la partecipazione degli alunni alle lezioni al fine di renderle regolari, vista la presenza degli insegnanti nelle rispettive classi, per garantire il diritto allo studio e rispettare il lavoro dei docenti, di cui molti pendolari; fermo restando il proseguimento della protesta in orari e siti extra scolastici.

Il comitato dei genitori.
ASA INFORMA
Messaggio 1217 del 03.11.2008, 17:52
SUPERAMENTO LIVELLI DI BORO, PRECISAZIONE DI ASA

Nessun superamento di oltre 3 volte del limite: fiducia nelle nuove analisi

In relazione alla notizia del superamento del limite di boro consentito nell’acqua potabile all’Isola d’Elba, ASA Spa precisa quanto segue.
L’acqua potabile che esce dai rubinetti dell’Elba arriva in buona parte dalla Val di Cornia ed è cosa nota che tale acqua presenta un valore sensibile di boro.
Del resto, l’Isola, è interessata come la Val di Cornia dalla deroga sul boro, che fissa il limite a 3 mg/lt: è, quindi, inesatto affermare che è stato superato di tre volte il limite di potabilità. E vale anche la pena segnalare che il limite del boro nelle acque minerali che comperiamo al supermercato, ad un costo decisamente superiore, è pari addirittura a 5 mg/lt.
Nei quasi quattro anni di gestione ASA, grazie alla capacità di diluizione delle acque autoctone, e dei vari miglioramenti impiantistici, come la realizzazione di quattro pozzi, il valore in rete del boro, nonostante le difficoltà è stato mantenuto costantemente su valori inferiori al limite.
ASA sottolinea, inoltre, che niente è accaduto nel sistema acquedottistico elbano nelle ultime settimane che possa spiegare il superamento di tale limite, ma che anzi, i valori riscontrati negli auto-campionamenti che ASA stessa effettua sono tutti nella norma. Si attendono, dunque, con fiducia le ulteriori analisi da parte degli organi competenti, in parallelo con ASA, che dovrebbero confermare il rispetto delle condizioni di qualità dell’acquedotto.
CANADIAN
Messaggio 1216 del 03.11.2008, 17:48
OFFERTA DELLA SETTIMANA:
GILET CANADIAN

uomo- donna - bambino

100% PIUMA D·OCA,
ESTERNO NYLON.
REVERSIBILI.
COLORI: ROSSO/MILITARE; GRIGIO/BLU; MILITARE/GRIGIO
Uomo: 79 euro
Donna: 69 euro
Bambino: 49 euro (da 2 a 12 anni)





Curiosità - la pallina da tennis è inclusa e serve per tenere ben distribuite le piume durante il lavaggio in lavatrice!
Il prodotto è compattabile in una tasca per non occupare spazio nel bagaglio o nello zaino.

MARINA DI CAMPO - ELBA, 57034, Via Marconi 9
m.m.
Messaggio 1215 del 03.11.2008, 16:52
x punta 66

X m.m. :
Caro/a m.m. evidentemente hai la memoria corta o qualcuno ti ha fregato il nik!
Vai a rileggere il mex n° 33409 del 1/11/2008 delle ore 18:17 a firma m.m. ed indirizzato ad Elbana.....
che qui copio ed incollo:
contestabilissima.... il 1 Novembre è un super festivo e se vedi nei calendari è segnato di rosso!!!! Vai subito dai vigili e vedrai che te la tolgono...! Mbe· che mi dici ora......



Dico che hai ragione, la firma è m.m., ma nel senso di marciana marina, credimi quello/a non sono io.
Inoltre volevo scusarmi con te xchè probabilmente hai mal interpretato il mio messaggio (la battuta era riferita solo a diabolik e non a te), mi sono scordato rileggendo di indicare che quel msg era riferito a lui.
m.m.
VIVERE L·AMBIENTE
Messaggio 1214 del 03.11.2008, 16:50
I LUMINI DI S.CHIARA

VIVERE L’AMBIENTE HA DOCUMENTATO UNO SCEMPIO AMBIENTALE CHE COINVOLGE TUTTO IL LUNGOMARE DI MARCIANA MARINA, UN DANNO FORSE IRREPARABILE…..CHI RINGRAZIARE ?



Forse S.Chiara avrebbe preferito…. una semplice preghiera.
non sono Giulio
Messaggio 1213 del 03.11.2008, 16:21
Per "x Giulio".
Scusate l·intromissione, ma il messaggio di Giulio attaccava Peria e basta, senza sfruttare le disgrazie altrui. Se l·avesse fatto, di sicuro l·avrei attaccato anch·io.
X m.m.
Messaggio 1212 del 03.11.2008, 15:30
Guarda che sei duro forte, leggi bene prima di scrivere delle cavolate. Ho fatto un copia incolla proprio x evidenziare che la sospenzione del pagamento era solo x l·ALTO FONDALE E X CALATA DEPOSITI.
E si che l·avevi detto a me di accendere il cervello prima di scrivere! ahu
Giovanni Postelegrafonico
Messaggio 1211 del 03.11.2008, 15:20
Incredibile: il 27 ottobre scorso la Gazzetta Ufficiale ha pubblicato il decreto 7 ottobre 2008 del Ministero dello sviluppo economico che fissa gli standard minimi per i servizi postali di sportello e di consegna della corrispondenza.
Al ministero sono stati precisi: nelle metropoli (500 mila abitanti) una cassetta ogni 1.639 persone. Nelle città con popolazione fra 100.000 e 200.00 abitanti una buca delle lettere ogni 1.199 persone. Nei centri fra 10.000 e 20.000 abitanti una cassetta ogni 1002 abitanti. Fino ad arrivare ad una cassetta ogni 243 abitanti, nei paesi con meno di 1000 anime.
Ecco perché -come minimo- ESIGO che le ineffabili Poste di Portoferraio (che Dio le conservi) rimettano LA BUCA DELE LETTERE AL MOLO MASSIMO, sotto i portici, come era stato per decine di anni e da qualche tempo non più.
m.m.2bis
Messaggio 1210 del 03.11.2008, 15:02
scusate non mi ero accorto ma ho erroneamente preso il nick di un·altra persona.... scusate! ma non vedo il problema di tutta questo accanimento per il messaggio scritto.... cambierò nick se scriverò ancora...
dal cotone
Messaggio 1209 del 03.11.2008, 15:00
vista la gravità della situazione, come si può vedere da Vivere l·Ambiente, quest·anno 2008 NON SONO STATI USATI i lumini per illuminare il cotone, il porto e tutto il resto del paese.....


Il danno rimane a futura memoria ......Praticamente nel 2008 si è chiuso la stalla quando ormai i buoi erano scappati!
x giulio
Messaggio 1208 del 03.11.2008, 14:35
infatti ho letto e capito,che nemmeno il dolore delle persone ti fa smettere di fare campagna politica contro Peria.
Questo è sciacallaggio vero e proprio,mettila come ti pare.
Speriamo di non essere censurato,sei quasi un intoccabile!
Punta66
Messaggio 1207 del 03.11.2008, 13:36
X m.m. :

Caro/a m.m. evidentemente hai la memoria corta o qualcuno ti ha fregato il nik!
Vai a rileggere il mex n° 33409 del 1/11/2008 delle ore 18:17 a firma m.m. ed indirizzato ad Elbana.....
che qui copio ed incollo:

contestabilissima.... il 1 Novembre è un super festivo e se vedi nei calendari è segnato di rosso!!!! Vai subito dai vigili e vedrai che te la tolgono...!

Mbe· che mi dici ora......
Interpellanza
Messaggio 1206 del 03.11.2008, 12:52
Allagamenti all’Isola d’Elba


“Con le precipitazioni atmosferiche dei giorni scorsi all’isola d’Elba hanno nuovamente dimostrato la fragilità di questo territorio sotto il profilo idrogeologico, e l’assoluta inutilità del Consorzio di Bonifica elbano” commenta così il Coordinatore Provinciale di Forza Italia-PDL, i recenti allagamenti che si sono verificato nei giorni scorsi all’Isola d’Elba.
“Ci sono pervenute numerose segnalazioni, anche dalla nostre strutture locali, degli allagamenti e degli smottamenti che si sono verificati in quesi giorni e che, stante le condizioni atmosferiche attuali, potrebbero verificarsi nei prossimi giorni –prosegue Maurizio Zingoni – che non ci tranquillizzano affatto”
“I Consorzi di Bonifica, che saranno soppressi all’entrata in vigore del nuovo Codice delle Autonomie, che il Ministro Maroni stà predisponendo, sono enti inutili e soprattutto finalizzati esclusivamente all’introduzione di tasse, auspico che la regione si inventi un altro carrozzone, magari sotto un altro nome, per continuare a tartassare i cittadini con questi odiosi balzelli”
“Proprio nei giorni scorsi ho sollecitato i nostri dirigenti elbani di Forza Italia, ad avviare una petizione da inviare a Martini, saremo nuovamente nelle piazze elbane con i gazebo, per raccogliere le firme; i cittadini non ne possono più di questi cimiteri per “rottamati della politica”.
Inviamo il testo di un ‘interpellanza inviata Presidente della Provincia, per conoscere l’operato del consorzio elbano, e soprattutto per consocere quali interventi straordinari intende adottare per evitare nuovamente questo tipo di calamità.

Livorno, lì 20/05/08

Al Presidente della Provincia
Al Presidente del Consiglio della Provincia
Agli organi di stampa ed informazione

Oggetto: allagamenti nel comune di Campo nell’Elba .

Premesso Che in data 24 ottobre nelle località La Pila(zona peep) ; La Foce ; I Capannili(zona artigianale); Loc.Calcinaia di sotto;San Mamiliano; Loc.Renaio(zona peep); Loc.Alzi(fosso del Lecceto); Loc.Alzi(via della costa ,zona peep); Fosso degli Alzi (via delle Pavane), si sono verificati allagamenti a smottamenti dovuti alla forti precipitazioni atmosferiche.
Che in tali zone la manutenzione dei corsi d’acqua doveva essere fatta dal Consorzio di bonifica;
Considerato
Che tale Consorzio, proprio in questi giorni ha inviato le notifiche per la riscossione del tributo consortile;
che a nostro giudizio, tale tributo appare, oltre che ingiustificato, anche spropositato, anche alla luce degli scarsi interventi realizzati;
I sottoscritti Consiglieri Provinciali
Preso atto
Che in alcune Regioni (es. Emilia Romagna) si è proceduto, in virtù della norma contenuta nella Finanziaria 2007, all’abolizione di questi inutili “carrozzoni”, cosa che poteva attuata anche dalla regione Toscana, la quale invece ha preferito tenerli ancora in piedi.
Si interpella
Il Presidente della Provincia per conoscere: quali lavori sono stati effettuati dal Consorzio di Bonifica elbano;
se, con una corretta e appropriata manutenzione dei suddetti corsi d’acqua, potevano essere evitati questi disagi alle popolazioni elbane;
quali interventi straordinari, intende intraprendere, stante le competenze dalla Provincia in materia, per evitare tali disagi.

Coordinamento Provinciale Forza Italia – PDL
IlVicinato Scrivi a IlVicinato
Messaggio 1205 del 03.11.2008, 11:24
IL PD RIPARTE DALLA CONFERENZA DEI SINDACI. Una struttura a costo zero - Le amministrazioni di centrodestra hanno preso la strada della chiusura municipalista - Leggi il post su http://ilvicinato.blogspot.com
m.m.
Messaggio 1204 del 03.11.2008, 11:10
x Punta 66
mai scritto niente per i parcheggi ai quali tu ti riferisci.

X DIABOLIK e m.m. :
I parcheggi in questione sono quelli del Molo Gallo e non beneficiano della esclusione del pagamento prevista invece per Calata depositi e Molo Alto Fondale.
Sul cartello sono ben visibili i due simboli del "feriale" e del "festivo" quindi mi spiace ma la multa e· purtroppo legittima.
Dico purtroppo perche· non la reputo una soluzione valida per il periodo attuale...e mi fermo qua.

Mi spiace carissimo Punta 66 ma io questa volta nn centro niente.
Cio che hai letto e solamente farina (abilità sartoriale) del grande Diabolik.
Se nel fumetto diabolik fosse stato "astuto" come lo sei tu x Ginco sarebbe stato festa tutti i giorni.
Conta fino a 10.
m.m.
GIULIO
Messaggio 1203 del 03.11.2008, 08:57
Nello scorrere velocemente i messaggi, mi era sfuggito il n. 33423 del 2.1.08 ore 11.49
A ·sto/a gentile signore/a rispondo che non è sufficiente leggere...bisogna anche capire...
In questo caso, poi, non era nemmeno tanto difficile...
GIULIO
Messaggio 1202 del 03.11.2008, 00:42
Ognuno dice la propria.
Bene così...ci mancherebbe altro...
Ma non ditemi che ce l·ho col Peria.
Io, dal bene che gli voglio e se potessi, lo farei stare a casa e gli passerei pure la paghetta senza fagli move· un dito...gli manderei anche, scaglionati e sempre che accettino, gli anziani di Casa del Duca pe· tenegli compagnia in lunghe, lunghissime chiacchierate...
Semmai è lui che ce l·ha coi cittadini (non tutti, per la verità...).
Fatevi un ripassino di questi 4 anni e mezzo e vediamo cosa ha fatto (e cosa farà) per la gente meno forte e cosa per quella che ha potere.
PRC, in questo, ha ragione da vendere e bene ha fatto ad abbandonarlo...anche se, di contro, rimanendo accanto a lui avrebbe avuto modo di controllarlo...
Ognuno, alle prossime elezioni, farà quello che vorrà (e vorrei vedere...), ma io un sindaco che si fa forte coi deboli (vedi, per esempio, come ha prontamente sbattuto fuori una famiglia da una casa comunale, forse anche giustamente...) e balbetta con i forti (vedi tutti gli occupanti le case comunali in modo illegittimo da anni...) non lo voterei nemmeno se fosse l·unica candidatura...
tre morti in quattro anni
Messaggio 1201 del 03.11.2008, 00:12
Grazie a Giovanni Muti per la sua contabilità di morti causa elicottero non arrivato o arrivato tardi, che non conoscevo.
""Nel 2004 una giovane donna muore in attesa dell’elicottero che non arriva; due anni prima un giovane sta morendo in attesa dell’elicottero che dovrebbe salvarlo. Arriverà, ma troppo tardi (incidente alle 19, arrivo all’ospedale di Livorno alle 22.00 ) Aveva solo i18 anni. Sono passati 7 anni da questi drammi e non siamo riusciti a fare un solo passo avanti. ""

Dunque due, più uno di ora, fanno fanno tre morti in quattro anni.
Ma di fare la base dell·elicottero all·Elba invece che a Grosseto non l·ha mai chiesto nessuno in questi anni? occhio e croce quelli che ne hanno più bisogno siamo noi sull·Elba. Tra l·altro si risparmierebbe anche parecchio kerosene. Gli elicotteri bevono come spugne e la trattta Grosseto Elba è tutto tempo e combustibile perso. O no?
x riccardo nurra
Messaggio 1200 del 02.11.2008, 22:36
X RICCARDO NURRA visto che sei consigliere comunale proponi di farla nel giardino sotto l·ospedale. un bel sbancamento al pari della strada di sotto il giardino, una bella struttura a due piani utilizandoli come parcheggio visto che parcheggi mancano.sopra una bella piazzola elisoccorso con collegamento allo stesso pino del prontosoccorso con un bel ponte se vuoi anche coperto per precipitazioni atmosferiche.l·estetica la curiamo con sassi a facciavista oppure con materiale che non stona con l·ospedale. costerebbe un Pò meno che dici heee del disco volante con il resto dei soldi ci faresti un pò di manutenzione a l·ospedale che ne avrebbe proprio bisogno heee mhsss heee mssss capisci
Dotto
Messaggio 1199 del 02.11.2008, 21:38
PERPLESSITA·...

DA TOSCANA NOTIZIE...

http://www.regione.toscana.it/regione/export/RT/sito-RT/Contenuti/sezioni/turismo/accoglienza/visualizza_asset.html_677005877.html

L’assessore Bertolucci a Grosseto al convegno “L’albergo non è una casa”
«Rta, garantire l’uso turistico e sanzionare le speculazioni»
La Regione è già intervenuta nell’aprile scorso con una circolare ai Comuni

«Le residenze turistico alberghiere (rta) sulla carta dovrebbero contribuire a garantire adeguati livelli di ricettività, con tutti i positivi effetti derivanti da una diversificazione dell’offerta e dal funzionamento di un’efficiente filiera dell’industria turistica. Spesso ci si trova invece di fronte ad una forma di speculazione immobiliare che consiste nella realizzazione di seconde case utilizzando la forma delle “rta”, la cui
realizzazione è consentita in quanto strutture turistiche in zone precluse alla costruzione di civili abitazioni. Le rta sono state viste da alcuni operatori come mezzo per realizzare o recuperare volumi edilizi per finalità non sempre coincidenti con quelle previste dalle norme di riferimento. .... Si sono create anche serie difficoltà per i privati nella gestione di un bene, acquistato a volte senza una piena consapevolezza del particolare regime normativo che ne regola l’utilizzazione. È utile peraltro richiamare l’attenzione sulle possibili conseguenze penali a cui può andare incontro chi realizza (e a volte chi compra) un immobile con destinazione turistica utilizzato e commerciato poi come civile abitazione. La Corte di Cassazione ha riconosciuto infatti il reato di lottizzazione abusiva nella realizzazione di una struttura alberghiera per cui era stata avviata la vendita separata come civile abitazione delle singole villette che avrebbero dovuto costituire l’unitaria struttura turistica. Altrettanto gravi possono essere le conseguenze di carattere amministrativo per aver realizzato un immobile abusivo»......


ED ALLORA QUESTO????

http://www.casainsiemetoscana.it/it/progetto/la-ginestra-rio-elba

In località La Ginestra (altezza slm mt. 200 - distanza dal mare km 2,5 per strada, Km 1 in linea d·aria), a 200 metri dal centro storico di Rio nell’Elba è in costruzione l’Rta Le Ginestre cche è così composta: immersi in un bellissimo parco con piscina, in posizione tranquilla e panoramica, a due passi dal paese di Rio Elba e quindi nelle vicinanze di market, ristoranti, pizzerie, farmacia, edicola, tabacchi e banca, aperti tutto l’anno, mono, bilocali e trilocali con giardino o terrazzo, con riscaldamento e aria condizionata individuale, posto auto o garage in questa bellissima piccola struttura turistico/alberghiera. Splendida vista mare, ad € 2.750,00 al metro quadro.

FORSE MI SFUGGE QUALCOSA....
Elezioni PF
Messaggio 1198 del 02.11.2008, 21:32
Peria rivincerà ...perchè la destra non ha un candidato e, quando lo avrà trovato, la lista sarà piena di persone del passato fulgido dell·amministrazione precedente. Peria vincerà perchè ha accontento tutti i poteri forti
FIAMMA TRICOLORE
Messaggio 1197 del 02.11.2008, 21:29
Romagnoli a Epifani: la priorità è tutelare i lavoratori italiani


“Siamo in un momento di emergenza nazionale per il nostro lavoro e le nostre imprese e invece di proporre indicazioni utili, Epifani si esercita in voli pindarici chiedendo la sospensione della Bossi-Fini e la tutela del lavoro per gli immigrati. Vorremmo aiutare tutti, ma la priorità è difendere il lavoro degli italiani’’. Lo dichiara l’eurodeputato Luca Romagnoli, segretario nazioanle del Msi-Fiamma Tricolore, commentando l’intervista al Corriere della sera del leader della Cgil Guglielmo Epifani.
“L’unica proposta seria – spiega l’eurodeputato di Ft - che un sindacato serio dovrebbe fare e invece non avanza, è quella della Fiamma Tricolore: chiedere con forza al governo il Reddito minimo di cittadinanza. Insieme all’aumento delle pensioni, questo strumento potrebbe assicurare ai nostri connazionali un aiuto concreto per fronteggiare il costo della vita”. “Se la Cgil non vuol rimanere nel terreno della facile demagogia – taglia corto Romagnoli - faccia una scelta coraggiosa e appoggi la nostra soluzione. Tutto il resto sono favole da Paese dei sogni”.
Roma, 2 novembre 2008
ON. LUCA ROMAGNOLI
fiammastampa@libero.it
alessio
Messaggio 1196 del 02.11.2008, 21:19
Caro democristiano sei sicuro che essere antifascisti sia un pregio? e poi da come ti firmi hai poco da andare fiero!
X Candidatura
Messaggio 1195 del 02.11.2008, 21:08
Hai ragione tutti lo criticano e poi a Maggio lo rivoteranno, si si è prorpio vero.
Lo sai come ci chiamano gli altri abitanti elbani a noi portoferraiesi? Bottinai o zerai, e te ti meraviglieresti se lo rivotassero? Io no!!!!!
Babbo
Messaggio 1194 del 02.11.2008, 20:20
Certo con i tempi che corrono, con la miseria che è già arrivata alle anche...mi viene da pensare dopo una giornata di vento: ma quanti soldi perdiamo per produrre l·energia elettrica?Se avessimo avuto i generatori eolici quanta energia avrebbero prodotto? e quanti soldi avremmo risparmiato nella bolletta?
Mah! Cosa devo dire a mia figlia ogni volta che mi pone queste domande?....è colpa degli ecologisti?SI! Ma se parliamo di ecologia, nel produrre energia non si inquina?SI! Ma allora Babbo a che gioco si gioca?Figlia alla legge del Benga..........tenga!
Povera ITALIA!!!!
CANDIDATURA
Messaggio 1193 del 02.11.2008, 19:07
ma siete cosi sicuri che Peria non rivinca?guardate Giulio e compagni che poi ci rimanete male di nuovo e questo sta a significare che il sindaco non ha fatto male...in fondo è sempre la gente che giudica e vota e preparatevi ad un altra batosta di peria e compagni.
Forza sindaco
scuola
Messaggio 1192 del 02.11.2008, 19:02
Va bene tagliare, fino a che i tagli riguardano le tasche degli altri. E· la regola aurea del dibattito pubblico italiano. Stupisce che sia applicata anche dalla Chiesa italiana nel caso della scuola. Perché se il problema dei risparmi esiste, e per risolverlo servono proposte concrete, una delle opzioni potrebbe essere la riduzione di spesa ottenibile dall·abolizione dell·obbligo dell·insegnamento della religione cattolica negli istituti statali. Anche perché sono diverse le peculiarità che contraddistinguono gli insegnanti di religione in Italia.



Nel mezzo delle manifestazioni di piazza e delle tensioni sollevate dall’approvazione del cosiddetto decreto Gelmini, la Chiesa italiana ha deciso di dire la sua. Con l’autorevolezza della sua carica, sul Corriere della Sera del 28 ottobre monsignor Diego Coletti, vescovo di Como e responsabile scuola della Conferenza episcopale italiana, ha riconosciuto con tono grave che “Il problema dei risparmi è certamente sul tavolo ed è ineccepibile”. L’alto prelato ha poi continuato dicendo che è “inutile se non addirittura dannoso intervenire agitando le piazze”.

IL BUON ESEMPIO CHE MANCA

Anziché predicare, però, la Chiesa italiana potrebbe in questo caso dare il buon esempio. È vero: il problema dei risparmi, o almeno della riduzione degli sprechi, nella scuola esiste e non basta certo scendere in piazza per risolverlo. Ci vogliono proposte concrete. E, parlando in concreto, una delle opzioni che si potrebbe valutare è quella della riduzione di spesa ottenibile dall’abolizione dell’obbligo dell’insegnamento della religione cattolica nelle scuole statali.
Il problema è aggrovigliato. Il primo punto da chiarire è se l’insegnamento della religione generi davvero un onere per le casse dello Stato. La risposta è sì. Le famiglie possono già ora decidere di non avvalersi di tale insegnamento. Ma le famiglie, anche quelle di atei e miscredenti, non possono avvalersi del diritto di non pagare le tasse per finanziare gli insegnanti di religione.
Dato che c’è un onere, il secondo problema è quello di capire quale sia l’entità di questo onere per le casse dello Stato. E qui le cifre sono incerte. Secondo Wikipedia, dunque una fonte da prendere con le pinze, gli insegnanti di religione nel 2001 erano circa 25mila e, dice la stessa fonte, il loro costo a carico dello Stato italiano ammontava a 620 milioni di euro, pari a circa l’1,8 per cento della spesa complessiva statale per il personale scolastico. Nel libro “La Questua”, pubblicato da Feltrinelli nel 2008, Curzio Maltese stima il costo dei 25.679 insegnanti di religione attuali in un miliardo di euro. Ecco dunque una misura dell’onere per le casse dello Stato.
Terzo, piccolo o grande che sia, e probabilmente è una goccia nel mare delle spese della scuola italiana, è pur sempre un onere molto particolare. Perché, ad esempio, quando si parla di insegnanti di religione, non si applicano le regole in materia di accorpamento che ora il ministro Gelmini vuole imporre nelle scuole di ogni ordine e grado. Se solo pochi studenti scelgono l’insegnamento della religione, la possibilità di accorpamento delle classi è molto limitata. Molto spesso, tre studenti che lo chiedono sono sufficienti per tenere in piedi una cattedra di religione. Per mantenere quelle delle altre materie, i presidi devono invece fare i salti mortali.

LA REGOLA AUREA DEI TAGLI

Le peculiarità non finiscono qui. Fino al 2004, la totalità dei docenti di religione veniva nominata su segnalazione della curia diocesana al dirigente scolastico che confermava la nomina. L’affidamento dell’insegnamento doveva essere confermato anno per anno. Ma la legge 186 del 2003 ha posto rimedio a questa situazione prevedendo l’immissione in ruolo di circa 15mila (dei 25mila) insegnanti di religione previo concorso, il primo dei quali è stato riservato a coloro che avevano prestato continuativamente servizio su quell’insegnamento per almeno quattro anni negli ultimi dieci. Oggi, sempre secondo la voce di Wikipedia, il 70 per cento delle cattedre di religione viene coperto dall’Ufficio regionale Scolastico, d’intesa con l’ordinario diocesano, tra coloro che hanno superato il concorso. Il restante 30 per cento è ancora nominato direttamente dalla curia diocesana, la quale conserva il potere di revoca degli insegnanti anche per ragioni quali la “condotta morale pubblica in contrasto con gli insegnamenti della Chiesa”. Insomma, la curia ha il potere di licenziare un insegnante sulla base della sua vita privata. Ma questa, come direbbe Carlo Lucarelli a “Blu Notte”, è un’altra storia.
Si potrebbe obiettare che l’insegnamento della religione nella scuola pubblica esiste in quasi tutti i paesi europei, anche se non in Francia ad esempio. Ma il potere che l’Italia delega alle diocesi è una caratteristica tutta nostrana. E indubbiamente peculiare è, in barba alle sbandierate esigenze di meritocrazia, la possibilità concessa agli insegnanti di religione, una volta assunti in ruolo con un concorso un po’ speciale, di cambiare settore e diventare magari insegnanti di storia e filosofia. Ma forse, in definitiva, il tutto finisce per essere un’altra applicazione della regola aurea del dibattito pubblico italiano: i tagli vanno bene fino a che riguardano le tasche degli altri. Stupisce che questa regola sia applicata anche dalla Chiesa italiana nel caso della scuola
IL RISPETTO
Messaggio 1191 del 02.11.2008, 18:56
Più che le parole convincono gli esempi...


Mentre l’attenzione dell’amministrazione comunale è volta a illustrare e difendere grandi progetti vedi, water front, Gattaia, e non ultimo l’Elisoccorso sul tetto dell’ospedale civile Elbano , ci meraviglia come nessuno di lorsignori , nonostante le reiterate segnalazioni dei cittadini, ancora abbia pensato a fare rimettere in piedi il cartello stradale della strada d’ingresso alla zona ospedaliera di Portoferraio , e magari restituire il ricordo e la dignità all’Elbano G.Giardini ufficiale delle frecce tricolori a cui era stata intestato questo breve tratto di strada.
Ci domandiamo che credibilità possono avere i nostri amministratori quando parlano di grandi progetti e di rilanci del paese quando non sono capaci di far risollevare un cartello stradale?
Eppure l’intervento non prevede un esborso od un progetto, ma solo dieci minuti di buona volontà, ma probabilmente questo non fa notizia perchè sono mesi che il cartello giace in una aiuola abbandonato e ormai ridotto a rifiuto urbano…

Un buon inizio di campagna elettorale non c’è che dire…
Giobbe
m.s.
Messaggio 1190 del 02.11.2008, 17:58
Scuola - Foresi
Purtroppo mi risulta che anche lunedì (domani) sia prevista l·occupazione da parte dei ragazzi. Ed io sono sempre più scocciata. Non per i ragazzi, beneinteso, se vado indietro con la memoria mi rivedo nel loro spensierato desiderio di saltare le lezioni ma, come giustamente dice il genitore del mess. 33423, qua c·e· un Preside fantasma, un lassismo impressionante, un·approfittarsi del casino generale per malcelare le proprie gravi mancanze.
Vogliamo parlarne per cercare una soluzione? Io ci sono!
La solita Zuppa
Messaggio 1189 del 02.11.2008, 17:32
I POLITICI SOGNANO IL FUTURO, MA IL PRESENTE UCCIDE
Così titola Giovanni Muti nel suo post, in relazione ad un problema serio, tanto serio al punto di aver a che fare talvolta con la vita o la morte, come preferite. Il problema naturalmente è tutto politico, mentre sarebbe logico che in un·isola ci fosse tutto il necessario per far fronte ad ogni problema di emergenza sanitaria.
Io più volte mi sono chiesto, ma se è vero che in una democrazia quello che comanda è il popolo, come e perchè il popolo poi non ha nessun potere tranne quello di mandare e poi rimandare i soliti a giocare a solo a "guerre stellari?" E se nessuno andasse più a votare, cosa succederebbe? Non si porrebbe un grosso serio quesito da risolvere?
Pensa e ripensa sono arrivato ad una conlusione, che la maggioranza ragioni in questo modo: Quante probabilità ci sono che io venga a trovarmi nella necessità di aver bisogno dell·elicottero in un giorno di forte vento e sia anche in pericolo di vita? E allora... ma chi se ne fraga...!!! io voto per fa i miei porci interessi!!!!!
CONCORDE
Messaggio 1188 del 02.11.2008, 17:21
GLI INTERVENTI DI "GIULIO"

gli interventi di "Giulio" potranno sembrare troppo diretti ma personalmente li condivido.
Dice in maniera colorita cio che tutta la gente pensa. La stessa gente che è rimasta "basita" quando si e parlato di "ricandidatura".
Ma poi. Non è stato stigmatizzato per anni chi ha contribuito a che quella tragedia si realizzasse.
Andatevi a rileggere i verbali di consiglio comunale degli anni 2002- 2004. Offese personali, ai familiari, calunnie a iosa.
Ricordiamoci lo spumante stappato il giorno triste degli arresti da tutti quei bei signori.
Ora volete tirare le orecchie a "Giulio" solo perchè ricorda un episodio.

Vai così Giulio che vai bene.
ocobic
Messaggio 1187 del 02.11.2008, 16:21
Gentile sig. Prianti.
Mi rivolgo a lei per farle i complimenti per la sua rubrica "vivere l·ambiente" e allo stesso tempo le chiedo di dedicare una puntata della sua trasmissione per segnalare lo stato di degrado in cui si trovano molte strade sterrate elbane e in modo particolare la strada di San Martino specialmente nel tratto "Buca di Bomba" - Literno, faccio presente che questa non è un sentiero ma una vecchia strada militare con tanto di paracarri in granito, muri di contenimento, pontini, ecc. da questa strada una volta passava addirittura il rally, adesso è appena percorribile con un fuoristrada.
Maestro unico
Messaggio 1186 del 02.11.2008, 15:11
A Sciambere delle uova (elbareport.com )

con risposta scritta di Yuri
Sono disteso sul divano in un dopocena un po· sonnacchioso quando sento dei rumori strani qualche strillo ed un crash. Trattasi di uovo di gallina che si infrange sul terrazzo di casa. E· andata peggio a Gabriella che sta al piano di sotto, a lei di uova dalla strada ne hanno tirate qualcuna di più ed avendo ella lasciato la porta del terrazzo aperta, pure in casa.
I simpatici pargoli importatori dell·usanza americana di Halloween non si sono preoccupati minimamente di applicare il rituale del "dolcetto o scherzetto" hanno saltato la questua, la parte, a essere buoni, più simpatica di questa festa di plastica, sono passati direttamente allo scherzetto, che nel caso si è rivelato uno scherzo del cazzo, spinto fino all·atto di teppismo.
A silenzio ricomposto e risultati del lancio d·uova nettati via passa per un attimo sullo schermo un·immagine di Papa Giovanni. Ci viene in mente di fare un appello:
"Quando tornerete a casa stasera controllate la vostra dispensa, e se mancano delle uova, date un calcio nel culo ai vostri bambini, e dite loro: questo te lo manda un condominio di Val di Denari"
Punta66
Messaggio 1185 del 02.11.2008, 14:10
X DIABOLIK e m.m. :

I parcheggi in questione sono quelli del Molo Gallo e non beneficiano della esclusione del pagamento prevista invece per Calata depositi e Molo Alto Fondale.
Sul cartello sono ben visibili i due simboli del "feriale" e del "festivo" quindi mi spiace ma la multa e· purtroppo legittima.
Dico purtroppo perche· non la reputo una soluzione valida per il periodo attuale...e mi fermo qua.
cittadino
Messaggio 1184 del 02.11.2008, 12:55
PARCHEGGI X MOTO E BICI
Marciana Marina domenica 02-11-2008
Scendi sul lungomare alle 11 pretendi di parcheggiare lo scooter, sui parcheggi per moto, non puoi ci sono le macchine, dei soliti noti, guardi al parcheggio delle bici, c·è una macchina che impedisce il parcheggio a una bici,allora Signor Sindaco Ciumei mi chiedo: che l·hai fatti a fa i posti per moto e bici se poi nessuno li fa rispettà.
x giulio
Messaggio 1183 del 02.11.2008, 12:39
attaccchi il sindaco Peria come hai sempre fatto,sfruttando la tragedia di una persona morta.
Non ti vergogni?
nemmeno davanti a questi casi riesci a non fare attività politica?
se cè l·hai con peria non ti sfruttare il dolore degli altri!
elbana
Messaggio 1182 del 02.11.2008, 12:26
Grazie a tutti per i vostri preziosi consigli...sapevo che rivolgendomi qua avrei avuto delle risposte !!!!!
grazie anche al Sig. Prianti per l·ospitalita·......Buona Domenica.....
Da Lunedì occupazione al Foresi?
Messaggio 1181 del 02.11.2008, 12:26
Qualcuno su questo Blog, ad es la mamma che lamentava lo stesso problema per la figlia, mi saprebbe dire se mio figlio potrà frequentare regolarmente le lezioni lunedì oppure se dovremo ancora subire le prepotenze di questo piccolo gruppo di facinorosi, che si arrogano il diritto di occupare la scuola, imponendo le loro scelte alla stragante maggioranza dei loro compagni e delle rispettive famiglie?
Che ci sta a fare il Preside al Foresi?
Ha sentito cosa ha detto il Ministro degli Interni?
Lo sa che ha il dovere di assicurere il regolare funzionamento della scuola?
E· consapevole che è passibile di accusa di omissione di atti d· ufficio?

Lo sa che se non ha il coraggio di far rispettare le leggi è meglio che cambi mestiere e torni a fare l· insegnante, ammesso che quello sapesse farlo meglio?
C· è un detto "Chi non sa fare, insegna e chi non sa insegnare dirige!"
Sarà mica vero?
AIGLONVIAGGI
Messaggio 1180 del 02.11.2008, 10:52
Diabolik
Messaggio 1179 del 02.11.2008, 09:45
Scusate se mi ripropongo di fare un copia e incolla sicuramente alla barba di m.m,, ma non posso farne a meno a proposito di parcheggi a pagamento, un comunicato dell·Amministrazione a fine settembre recitava:
LIBERI I PARCHEGGI DI ALTO FONDALE E CALATA
NON SONO PIU· A PAGAMENTO DA DOMANI AL PROSSIMO APRILE

Secondo la programmazione della sosta e dei parcheggi, il Comune ricorda che i parcheggi dell’Alto Fondale e di Calata Depositi tornano liberi (cioè non a pagamento) dal prossimo 1 ottobre e fino al 30 aprile 2009.
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA