Pagina 1229/1255: [«] [] [1224] [1225] [1226] [1227] [1228] (1229) [1230] [1231] [1232] [1233] [1234] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
PO
Messaggio 1978 del 10.12.2008, 14:30
Oh...Rhino!
Te a fa· ·sta tiritera c·hai messo minimo ·na settimana.
Pierangelo ·un ti vede nemmeno.
Te ne snocciola due o tre nel tempo di béssi du· o tre topini.
L·Elbano è tutta ·n·altra ·osa...
TRATTO DALLA DESTRA INFO
Messaggio 1977 del 10.12.2008, 13:40
Carrara Musetti propone l·anagrafe pubblica degli eletti Segnala

Il Consigliere Comunale de La Destra Gianni Musetti si è impegnato a presentare nel prossimo Consiglio Comunale di Carrara un Ordine del Giorno per la costituzione dell’APE, Anagrafe Pubblica degli Eletti. Lo stesso Musetti e Carlo Del Nero esponente di Radicali Italiani, il partito che in tutta Italia ha lanciato questa iniziativa, lo annunciano in un comunicato congiunto.
Spesso sentiamo i cittadini presi dallo sconforto dire “tanto sono tutti uguali”. Si tratta di una risposta determinata dallo delusione per il comportamento degli eletti, ma è una reazione che, mettendo tutti sullo stesso piano, finisce col danneggiare soprattutto chi così uguale non è.
Per questo da fronti opposti, da posizioni spesso inconciliabili, rilanciamo questa comune proposta per la trasparenza delle Istituzioni. Perché i cittadini possano “conoscere per deliberare”, possano quindi condannare la brutta politica, ma abbiano anche gli strumenti per riconoscere l’impegno e le capacità di coloro che lottano per i propri ideali. La crisi che stiamo attraversando e le difficoltà che si annunciano richiedono uno sforzo eccezionale per affermare il rispetto delle regole come unico baluardo contro possibili pericolose scorciatoie; per garantire il controllo da parte dei cittadini attraverso strumenti di partecipazione e verifica; per stimolare il concorso di tutti per l’elaborazione di nuove strategie capaci di affrontare i problemi sempre più gravi in un mondo in rapida trasformazione.
In un periodo come questo in cui in molti tentano di cavalcare l’antipolitica per poter allontanare dal potere gli sguardi troppo curiosi dei cittadini, questa iniziativa mira invece a portare l’occhio dell’elettore proprio dentro le istituzioni, proprio dove l’eletto non vuole che sia fatta luce.
Se anche qui a Carrara ed in provincia, in una situazione in continuo peggioramento, le facce della politica rimangono sempre le stesse, significa che troppo si è aspettato per fornire ai cittadini gli strumenti di conoscenza per una scelta consapevole.
Che cos’è l’APE:
L’Ape è uno strumento di trasparenza politica e amministrativa, una sorta di “identikit” del politico eletto nelle istituzioni, che spieghi per filo e per segno l’attività pubblica svolta (le presenze, le espressioni di voto, le proposte) e la propria posizione reddituale e patrimoniale, al fine di avere una chiara visione di chi chiede il voto o di chi amministra. Conquistare la grande riforma che faccia della persona candidata ed eletta il soggetto costitutivo di ogni forma di aggregazione e rappresentanza politica. Una riforma istituzionale che renda tutti gli eletti conoscibili e valutabili, sulla base dei loro comportamenti e senza il filtro delle burocrazie dei partiti, assicurando trasparenza ed effettiva possibilità di partecipazione.
Insomma l’Anagrafe pubblica degli eletti è la messa in rete dell’operato di circa un centocinquanta eletti fra Consiglieri Comunali, Consiglieri Provinciali eletti in questo Comune e Consiglieri d’amministrazione, con la disponibilità di tutte le informazioni indispensabili a garantire al cittadino un voto utile e responsabile, cosciente e informato.
Una riforma fondamentale per restituire legalità e reale democrazia al Paese e alle sue Istituzioni. Questa campagna, per sua natura trasversale, vuole accrescere anche il piacere della partecipazione alla politica, quella con la “P” maiuscola, restituirle la sua nobiltà, in alternativa alla sterile demagogia, senza speranza, dell’antipolitica e, come detto in apertura, del “tanto sono tutti uguali”. I politici sembra sempre che vogliano stare in vetrina, ma quando prendono le decisioni più significative per la vita dei cittadini tendono invece a farlo in riunioni a porte chiuse, sigillate. Noi chiediamo trasparenza; chi ne ha paura?

Il Consigliere Comunale: Gianni Musetti
GLI ELBANI SIAMO DACCORDO?
x architetto pardi
Messaggio 1976 del 10.12.2008, 13:32
volevo sapere quali sbocchi professionali puo·dare il corso e se è obbligatorio o meno essere diplomati.grazie
elba 2000 Scrivi a elba 2000
Messaggio 1975 del 10.12.2008, 12:38
Ultime sull·Apt (e sulla colonizzazione)

Da anni scriviamo che esiste un piano che mira a ridimensionare l·industria turistica elbana, contenendone progressivamente le presenze, e, contestualmente, a riciclare l·economia della Val di Cornia, trasformandola da economia fondata sulla siderurgia a economia turistica e di servizi.
A ulteriore conferma di questo oltreché della considerazione che i centri decisionali del continente hanno dei nostri problemi economici e degli elbani in generale, riteniamo opportuno portare all·attenzione dell·opinione pubblica una vicenda di questi giorni.
Da qualche tempo la locale Azienda di Promozione Turistica (Apt dell·Arcipelago Toscano) è stata trasferita nei locali di via Carducci, a Portoferraio, dove, fino a qualche anno fa, si trovavano gli uffici del vecchio consorzio acquedotti.
Difficilmente un turista sprovvisto di radar o di navigatore satellitare riuscirà a scovare la nuova sede dell·Apt che, oltretutto, ci risulta non sia molto dignitosa, considerato che si tratta dell·ufficio di rappresentanza di un·industria turistico-balneare tra le più affermate d·Europa.
Quindi, riassumendo, in un momento di grave crisi economica in cui sarebbe necessario più che mai ideare iniziative che possano rilanciare il nostro turismo, migliorandone l·immagine, cosa fa la nostra Provincia? Esattamente il contrario: caccia il personale dipendente dell·Apt dalla sede storica (ex EVE) di Calata Italia e lo manda in locali nascosti e poco dignitosi.
Perché lo fa? Molto semplicemente, per vendersi i locali.
Qualcuno dirà: sì, ma in realtà la Provincia (che agisce su delega della Regione, la quale, dunque, è altrettanto responsabile) ha deciso di realizzare la nuova sede dell·Apt alla Gattaia. Sennonché ci risulta che i lavori alla Gattaia, nell·ipotesi più favorevole, avranno inizio a primavera 2010. Conoscendo come vanno le cose nel nostro paese, siamo sicuri che questa scadenza slitterà (e anche di parecchio).
Così, ancora una volta, una delle più importanti stazioni turistiche-balneari d·Europa, per anni, dovrà subire un danno d·immagine considerevole per decisioni prese sul continente.
Delle due l·una: o la decisione è stata presa coscientemente e rientra nel piano “ridurre il turismo elbano e lanciare quello della Val di Cornia” (il turismo elbano è un frutto maturo; gli elbani sono tutti, più o meno, ricchi e per diventarlo hanno bruciato gran parte delle loro risorse ambientali; invece, è necessario trasformare gli operai siderurgici della Val di Cornia in operatori turistici); oppure, si tratta di una decisione presa con estrema leggerezza, che evidentemente non tiene affatto conto degli interessi veri della nostra comunità. Che dovrebbero essere espressi, in primis, dai sindaci. Già, i sindaci, e loro cosa dicono? Nulla, come sempre. Calma piatta. Loro non sono attratti dai problemi reali. Loro si preoccupano solo di “traguardare”, “costruire percorsi che possano essere standardizzati” e “quant·altro”, individuare “contenitori”, convocare tavoli di concertazione ed eseguire, obbedienti, gli ordini che vengono dai palazzi del potere continentali.
E· evidente che hanno perso il contatto con i cittadini. E non ci stancheremo mai di ripetere che l·inadeguatezza e l·inettitudine di molti di loro pongono sempre di più, e in modo drammatico, il problema della selezione della classe dirigente.

Elba 2000
Ally Byto
Messaggio 1974 del 10.12.2008, 12:33
Ma se invece di “cacciatore di farfalle” Ciumei avesse parlato di cacciatori d’api, Napoleone Bonaparte e Paolina si sarebbero rigirati nella tomba?
Se invece avesse parlato di cacciatori di acciughe si sarebbe mossa l’associazione italiana contro l’anoressia? Se avesse detto che l’ambientalista doveva andare a caccia di funghi, avrebbe scatenato le ire dei Puffi? E chissà se avesse detto “vada al diavolo”… Forse l’esercito dei milanisti avrebbe messo a fiamme e fuoco l’Elba!!?? E se avesse detto cacciatore di bambole? Sicuramente avremmo qui i parenti di Marilyn Monroe a chiedere il risarcimento danni per vilipendio alla memoria della diva… Il fatto è che Ciumei ha semplicemente detto una verità scomoda per certe cricche di nullafacenti. E contro di lui si è scatenata la valanga (sì, purtroppo di questa razza ce n’è tanti) di quelli che “vedono il male anche dove non ce n’è”, che cavalcano tutto e tutti, strumentalizzando avidamente e con cattiveria anche la memoria e il rispetto di chi non c’entra nulla, pur di difendere il proprio gonfio e traboccante ego. Gente infima e meschina, che cavalcherebbe anche le cacche… Chiaro, senza offesa per le mosche!!!! Caro sindaco di Marciana Marina, se fossi in te non avrei manco alzato la penna per rispondere a certi millantatori e a quelle che sono solo provocazioni di cattivo ma proprio cattivo gusto. Segno che certa gente non è in grado di rispondere in altro modo … Sindaco non preoccuparti. non sei solo!!!!!!
FABIO pOLI Scrivi a FABIO pOLI
Messaggio 1973 del 10.12.2008, 12:10
Una volta tanto vorrei spezzare una lancia a favore della Moby (di cui anche io in passato mi sono spesso lamentato per i prezzi esosi)

Ho prenotato via internet due passaggi, andata piombino portoferraio venerdi 5 ore 21,00 , ritorno lunedì 8 ore 16,30. Il prezzo totale, per due persone e una autovettura è stato di euro 80,00 tutto sommato onesto (ho fatto anche un preventivo con la Toremar, veniva euro 120,00).
Se posso dare un suggerimento, usiamo internet per prenotare !
Ps. qualche settimana fa avevo suggerito un blog per avere segnalate le offerte più convenienti all·Elba, dopo qualche risposta non ho saputo più niente.
Con l·occasione i migliori auguri a tutti
rhino
Messaggio 1972 del 10.12.2008, 12:09
disse un giorno girando un capodoglio
attorno all·elba guardandola dal mare
agli animali che abitavano lo scoglio:
poi fate un po· come c...zo vi pare
ma a vedervi dal largo, disuniti
così attaccati ognuno al su· paese
a le su· piazze, spiaggiucole e partiti
a le combriccole e le sbandate prese
sembrate come formicole impazzite
quand·hanno sfuricato il formicaio...
perchè ·un ci pensate un po· e v·unite?
il cane bubi da portoferraio
rispose "voi vede· che c·hai ragione?
fino a ora che fave siamo stati
a non pensacci!" e nella direzione
di portazzuro mandò li su ululati...
e da longone il gatto e il barbagianni
a Rio inviarono il loro verso roco;
un granchio risalito sugli spiazzi
udendoli esclamò "mirali un poco
che dicheno ·sti due, di questi c..zi"
disse a un gabbiano"·un·hanno miga torto!
dillo a quell·altri!" poi prese la rincorsa
e a capalonge si rituffò dal porto...
a campo uno riccio co la borsa
che passeggiava davanti ai giardinetti
udita la notizia andò a perone
e la diffuse pe· chiessi all·uccelletti
e pe· marciana la confidò a un muflone.

pe le vallate e pe le spiagge elbane
ci fu accordo nel giro di du· giorni
nel fitto della macchia, nelle tane...
fin quando fu il muflone che alzò i corni
e disse "aora che simo tutti insieme
bisogna anco pensa· a chi comanda,
chi lo dirige il popolo che freme
che se abbisogna subito domanda?
si potrebbero anco fa· quell·elezioni
che tanto piacciono al genere umano...
ma li più adatti, si sa, so li mufloni,
chi è d·accordo con me alzi una mano"
"mmhhh..." fece un cignale di pomonte
e si schiarì la voce co· uno sgracchio
"allora io che so· perfino conte?"
disse di scatto un ramarro del lavacchio...
"c·è il porto da rifà" disse andrea il gatto
venuto su da marciana marina
"i parcheggi so· pochi, questo è il fatto"
"e allora a campo? c·è da fa· la banchina
da pagà i danni della mareggiata
e da fà il ponte novo sulla foce..."
disse una martora alzatasi infuriata
"deh, ·un c·è bisogno che tu alzi la voce"
esplose un serpo bottaccio di san piero
"unnè che la ragione è di chi grida"
e a un polpo che s·era fatto scappà il nero
guardandolo con solerte aria di sfida
"e te, che c·hai da di· di sant·andrea?"
sotto la scuffia le granfie raccogliendo
"è da stamani che c·ho la diarrea..."
poi s·interruppe co· un peto tremendo
"·mporta ·na sega dei vostri discorsi"
da quel momento botte, sgraffi, offese
si rovinareno co· l·ugne e co· li morsi
poi lemmi lemmi ognuno al su· paese
andarono a di· male di quell·altri
parlandone con sentimento ostile
ne approfittarono come sempre i più scaltri
per conquistare il loro campanile...

"di queste vedenne più unne voglio
vado di corsa a casa e poi m·impello"
disse immergendosi il saggio capodoglio
e si diresse verso castiglioncello...


in risposta a trilussa, ai pensatori destrogiri che vogliono stacca· l·elba dalla rossa provincia di livorno e a chi ha voglia di leggesela...
Politica a Capoliveri
Messaggio 1971 del 10.12.2008, 11:25
Mi sembra che nessuno abbia capito nulla di quello che è successo e succederà a Capoliveri dopo le dichiarazioni di Tortolini.
Forse, a leggere i messaggi sconclusionati che si leggono su camminando, non lo hanno capito neanche i diretti interessati!!!
Bene invece ha scritto Elbareport dove si mettono in dubbio le parole di Tortolini per quello che riguarda Capoliveri.
La situzione irrespirabile che c·è in Comune è sotto gli occhi di tutti. Solo uno poco accorto avrebbe appoggiato una candidatura sicuramente perdente.
E Tortolini non è uno sprovveduto.
Allora espongo la mia teoria:
- all·Elba Rifondazione è all·opposizione
- poteva o potrebbe il PD perdere anche l·appoggio della Sinistra Democratica di Mussi, ancora molto influente da queste parti?? Certo che no.
- allora per ora si fa un bell·accordo su Rio Elba dove ci si manda Alessi e poi si tranquillizza Capoliveri dicendo che si conferma un candidato zoppo.
- intanto si fa bella figura con l·elettorato PD e non si fanno divisioni poi difficilmente ricomponibili
- poi si tratta su una allenza a Capoliveri con SD e si vedrà che non ci sono le condizioni per un accordo a causa della canditatura dell·attuale Sindaco
- al momento opportuno si vedrà che l·attuale sindaco non avrà neanche la possibilità di formare una lista e Tortolini chiederà un passo indietro al sindaco
- il sindaco dirà che ha impegni di lavoro inderogabili e così sarà fatto fuori senza colpo ferire
- la SD appoggerà il nuovo candidato e tutti uniti, ma oramai non credibili, andranno a perdere le elezioni ma avranno messo fuori gioco quello che ha fatto tanto del male ad un paese.
Capoliveri avrà comunque vinto.


E tutti vissero felici e contenti
Michelangelo Zecchini
Messaggio 1970 del 10.12.2008, 11:07
Stile e buon senso. A dispetto dei deretani di pietra


Finalmente ho potuto leggere un intervento sereno e sensato, scevro da particolarismi e davvero ispirato dalla nobile preoccupazione per il futuro della comunità. Non è cosa da poco, specie se rapportata al clima di pesante ostilità e di revanche che a Marciana Marina si respira da quando al governo del paese gli elettori hanno democraticamente mandato un gruppo di ‘ragazzi’.
Non c’è dubbio : altri ‘ragazzi’, quelli della Sinistra Marinese, hanno dato un’ autentica lezione di metodologia politica a molti, ma soprattutto a quei gerontocrati dai fondelli ipergravitazionali – più popolarmente detti deretani di pietra – la cui filosofia di vita è segnata da una sorta di attrazione fatale per la poltrona.
Per esporre il problema del destino dell’area portuale, molto sentito dall’intera popolazione e quindi prioritario, la Sinistra Marinese ha adottato, a mio avviso, un esemplare comportamento politico d’opposizione. Senza fare sconti all’amministrazione, che viene richiamata con decisione a una migliore trasparenza e a una maggiore sensibilità verso le richieste di partecipazione, la Sinistra esamina difetti e pecche della situazione attuale, antieconomica per la collettività; dichiara di non avere soluzioni miracolistiche a portata di mano, anche perché non conosce i termini esatti del problema; sprona la giunta a non dormire e mette il proprio contributo a disposizione per il raggiungimento del bene comune; conclude che è necessario cambiare, senza indugi, con occhio attento alla normativa vigente.
Insomma : capacità di analisi e di sintesi, con semplicità, con stile. E con la giusta dose di buon senso. Che, a dispetto di quel che pensano i deretani di pietra, alberga anche nella verde età.

Michelangelo Zecchini
Arch. Massimiliano Pardi Scrivi a Arch. Massimiliano Pardi
Messaggio 1969 del 10.12.2008, 10:37
Corso Nazionale di Bioarchitettura - PORTOFERRAIO anno 2009

La Sezione di Bioarchitettura di Livorno dell’Istituto Nazionale di BioARchitettura® organizza il Corso Nazionale di Bioarchitettura.
Si tratta di un corso base di 100 ore che permette di intraprendere un percorso formativo sui temi fondanti la bioarchitettura, disciplina di forte valenza sociale, culturale ed economico ambientale.
Il Corso è aperto a tutti professionisti e non.
Il corso base si dovrebbe attivare nel mese di Marzo/Giugno 2009, mentre entro il 20 dicembre 2008 si richiede una Pre-Adesione al Corso (senza alcun impegno economico), solo per permettere alla Sezione di verificare se ci possa essere interesse per tale iniziativa. (per adesioni mandare via e-mail a livorno@bioarchitettura.it)
Durata del corso:
100 ore di lezione ed sopralluoghi in cantieri
Calendario:
- le lezioni si terranno il venerdì pomeriggio (orario indicativo 14 – 19) ed il sabato mattina (orario indicativo 8 – 13).
- numero partecipanti: min. 30;
- quota di frequenza: euro 900 (+ iva);
- esame finale euro 83,3 + iva (facoltativo).
Per ulteriori informazioni e per scaricare il Modulo di Iscrizione si può andare sul il Sito bioarchitettura.it
AIGLONVIAGGI
Messaggio 1968 del 10.12.2008, 09:46
X INFO
Messaggio 1967 del 10.12.2008, 07:20
Ma mirate che so dieci anni che funge cosi a capoliveri.
I furbi dietro le quinte e i predicatori a consuma le corde vocali. Ma un ci so ancora arrivati a capi ??
Ballerini ha rotto i filoni!!!!
Un c·è piu trippa pe gatti.
E poi dovemo crede in partito? I partiti li fanno l·omini e le donne??
A bon intenditor poche chiacchiere......
x Ovvius
Messaggio 1966 del 10.12.2008, 07:15
Questo è successo ad agosto e ne è stato parlato a sufficienza ma te dove eri?

Bengasi - Il premier Silvio Berlusconi e il leader libico Muammar Gheddafi hanno firmato a Bengasi, in Libia, l·Accordo di cooperazione e amicizia tra Roma e Tripoli. Lo hanno riferito fonti di Palazzo Chigi. La cerimonia di firma dell·accordo si è svolta simbolicamente nell·edificio che ospitava a Bengasi il quartier generale del governo italiano durante l·occupazione coloniale dal 1911 al 1943 ed è stata accolta da un lungo applauso da parte dei presenti delle due delegazioni.
"La firma di questo trattato di amicizia, parternariato e cooperazione ha una portata storica e chiude definitivamente la pagina del passato". Così il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi dopo aver firmato. Contemporaneamente il premier ha restituito nelle mani di Gheddafi la Venere di Cirene, scultura trafugata da archeologi italiani nel 1913, subito dopo l·occupazione coloniale.
Gheddafi: porte aperte alla cooperazione "Questo storico accordo apre le porte per una futura cooperazione e partnership tra l·Italia e la Libia". Così il leader libico Muammar Gheddafi ha salutato la firma con il premier Silvio Berlusconi.
Ferite profonde Il premier Silvio Berlusconi ha rinnovato le scuse dell·Italia al popolo libico per l·occupazione coloniale della Cirenaica e della Tripolitania, riconoscendo "le ferite profonde inferte al popolo libico dalla colonizzazione italiana". Lo ha affermato in un discorso a Bengasi seguito alla firma dell·Accordo.
Risarcimento L·Italia verserà alla Libia cinque miliardi di dollari nei prossimi 25 anni a titolo di risarcimento per il passato coloniale. Lo ha detto il premier Silvio Berlusconi arrivando a Bengasi prima della firma del trattato di amicizia e cooperazione tra Roma e Tripoli. "L·accordo si baserà su una somma di 200 milioni di dollari all·anno per i prossimi 25 anni sotto forma di investimenti in progetti infrastrutturali in Libia", ha aggiunto il presidente del Consiglio.
I danni del passato coloniale L·accordo "deve mettere fine a 40 anni di malintesi: c·é un riconoscimento completo e morale dei danni inflitti alla Libia da parte dell·Italia durante il periodo coloniale", ha detto il premier.
Autostrada costiera I risarcimenti per cinque miliardi di dollari che l·Italia verserà alla Libia nei prossimi 25 anni prevedono investimenti anche per un· autostrada costiera che attraversi tutta la Libia, dall·Egitto alla Tunisia. L·intesa, ha spiegato ancora il presidente del Consiglio, prevede inoltre la costruzione di 200 alloggi nel Paese nordafricano, borse di studio per studenti libici e pensioni di invalidità per quei mutilati vittime delle mine anti-uomo poste dall·Italia su territorio libico durante il periodo coloniale.
Insieme contro i commercianti di schiavi Italia e Libia combatteranno insieme "contro i commercianti di schiavi" nel contrasto all·immigrazione clandestina, ha detto il Cavaliere. A fronte degli indennizzi, Roma si attende infatti la piena collaborazione da parte della Libia nel contrasto all·immigrazione clandestina e l·attuazione dell·accordo già firmato nel dicembre 2007 per il pattugliamento congiunto delle coste libiche dalle quali salpano fiumi di migranti verso Lampedusa.
Ai Portoazzurrini
Messaggio 1965 del 10.12.2008, 07:05
All· Elba a volte sembra di essere nel paese dell· assurdo!
A Porto Azzurro, costruite piazze per milioni di euro e poi siete costretti a vendervi la biblioteca per far fronte alla valanga di debiti da cui siete sommersi?
Che razza di amministratori avete?
Attenti che questi vi portano alla bancarotta e
la dissennata amministyrazione del denaro pubblico, la pagherete voi coll· aumento vertiginoso delle tasse nei prossimi anni, quando questi che vi governano se ne saranno tornati a casa!
MIGRAZIONI
Messaggio 1964 del 10.12.2008, 06:38
OVVIUS
Messaggio 1963 del 10.12.2008, 01:41
Scusate se insisto ma qualcuno ha avuto altre notizie della marea di soldi che il nostro governo ( e quindi noi) ha versato alla Libia di Gheddafi? Ammettiamo che ci sia stata una ragione valida, e·normale che non ne parli nessun media ? Ma siamo tutti scemi ? Bisogna picchiassi per decidere se vadano bene 40 euro di tessera per il pane e 4 di Sky e si sta tutti zitti su milioni e milioni buttati per costruire chissa cosa il Libia? Almeno ci costruissero qualcosa, questa è stata solo una maxitangente a scapito di chi? Possibile che ci sia in Italia un giornalista ogni tre persone e nessuno ci dice nulla ? w le pecore e i pecoroni, e beato chi ci crede............
ROMANA DA SETTE GENERAZIONI
Messaggio 1962 del 09.12.2008, 23:42
Consiglio a "Paese mio" di valutare con la massima prudenza l·unico "contro-invito" ricevuto, anche alla luce delle ottime definizioni segnalate da Paradosso e considerazioni di Pasqualino (cui va il mio plauso).
Al "contro-invito" penso sia adattabile una famosa poesia di Trilussa, che, spero, susciti il solito sorriso arguto dei Capoliveresi.

L·agnello infurbito

"Un lupo che beveva in un ruscello
vidde, dall· antra parte de la riva,
l· immancabbile Agnello.
-Perché nun venghi qui? - je chiese er Lupo -
L· acqua , in quer punto, é torbida e cattiva
e un porco ce fa spesso er semicupo.
Da me, che nun ce bazzica er bestiame,
er ruscelletto é limpido e pulito... -
L· Agnello disse: - Accetterò l· invito
quanno avrò sete e tu nun avrai fame."
ROMANA DA SETTE GENERAZIONI
Messaggio 1961 del 09.12.2008, 23:21
CaraMichela,
mi piace la foga con cui difendi le tue opinioni.
Sarà….perchè sei intelligente, giovane, donna (in campana, l’ultimo attributo potrebbe rivelarsi un
Boomerang !)
Sarà….perchè, ringraziando Dio, ho raggiunto una …certa età
Sarà…perché, anche a me, hanno dato della quarantenne, pur avendo 20 anni ed ero orgogliosa di apparire, forse senza esserlo, persona matura, sinonimo di orgoglio e non offesa anche perché, a 40
anni non mi sentivo, in maniera assoluta vecchia.
Sarà… perché, ho frequentato l’Avviamento. Per chiarire, in quegli anni per accedere alle Medie, era necessario sostenere un Esame di Stato o ammissione e poche famiglie erano in grado di sostenere i costi dei corsi e delle tasse scolastiche; al massimo era un sacrificio familiare da affrontare per il figlio maschio.
Sarà….per questo , che mi sono diplomata, a mie spese, con i figli già grandi e laureati.
Oggi, grazie a te mi scopro meno indulgente nei confronti dei miei coetanei.
Certo, W i vecchi! Ci mancherebbe!
Ma lo siamo mentalmente diventati così presto da aver già dimenticato quanto noi (spero anche Voi) abbiamo rotto i zi…bidei a tutti?
Ci sembrava un nostro diritto, dovere, ed era giusto, buono e sacrosanto farlo.
Mi sembra riduttivo ed inconcepibile nel 2008, non dimostrare comprensione o tolleranza, per l’inesperienza dovuta alla giovane età, che sotto alcuni aspetti risulta più difficile, se paragonata alla nostra, forse più “fortunata” perché non hanno provato le nostre privazioni? Quale uomo o donna non ha lavorato perché al proprio figlio fossero risparmiate? Ammiriamo i pochi giovani, purtroppo, che, esattamente come noi, hanno ancora il coraggio e la voglia di parlare, infischiandosene del rischio di sbagliare. Anche ai nostri tempi…(bene, ho avuto il coraggio di scrivere la frase che odio di più) qualcuno criticava, non capiva, ma c’era anche chi , come mio padre, intelligentemente, per dimostrarci che anche un vecchio poteva capire i giovani per un periodo si fece crescere i basettoni (io, ancora troppo giovane,non riuscivo a cogliere la bonaria ironia e provocazione).
Per concludere, alla elbana, vogliamo sentirci dire: “Ditemi quel che sono, non quello che ero…”
Non posso sapere quel che sarà, l’unica cosa di cui sono certa, cari amici coetanei, che, senza i giovani, non esiste futuro, neanche per noi.
Un caro saluto.
Giulietto
Messaggio 1960 del 09.12.2008, 22:49
Rispondendo al grande Giulio aggiungerei qualcosina al riguardo.
E· scandaloso il modo in cui, sindaco, e compagni di merende, hanno mentito spudoratamente, sapendo di mentire. Piu· responsabile era dire," la piazza rimane chiusa perche· altrimenti due consiglieri se ne andranno e io dopo cosa faro·?
Ma,....... se viviamo il centro e abbiamo gli occhi, vediamo che la piazza di fatto non e· MAI stata chiusa,e· veramente una grande presa per il c--o per tutti, cittadini e commercianti,esclusi quei due bar che grazie alla COERENZA, di sera hanno a disposizione un grande parcheggio tutto per loro.
Sindaco, ci vorrebbe solo un po· di buon senso...............
rogky
Messaggio 1959 del 09.12.2008, 21:40
Ciao Fabrizio e un saluto a tutti i lettori, volevo portare a conoscenza che x coloro che si sono recati a marina di campo in località la foce negli ultimi tempi può darsi che abbiano notato alcuni tubi in gomma di colore nero accatastati nei pressi del ponte, pare che servano per creare un ponte provvisorio poiché UDITE UDITE il ponte attuale dovrebbe essere demolito per farne un·altro nuovo con un·arcata maggiore, cioè farne un·altro più alto per avere in pratica una maggiore luce tra il ponte e il torrente sottostante, nella mia ignoranza e visto i tempi che corrono forse non sarebbe stato meglio dragare il fosso? cioè abbassare il letto del torrente? pare che negli anni 60/70 gente del posto trasportava la rena/sabbia che si fermava sotto il ponte in altri luoghi, in quegli anni è mai tracimato il fosso? la domanda sorge spontanea ci avrà pensato chi di dovere qual·era la soluzione migliore? di sicuro dormiremo sonni tranquilli sapendo che il denaro delle nostre tasse è gestito bene. Vorrei spendere una parola sulla questione Provincia o Comune secondo me metterei a referendum anche anche la possibilità di scegliere se restare con la provincia di Livorno andare con quella di Grosseto o istituire il porto franco es. campione d·Italia.
Per Info
Messaggio 1958 del 09.12.2008, 21:16
Un ci poi crede?
Ci si tu e Rossi che un ci crede.
Ma sai quant·è che il burattinaio tira i fili,la foresta si fa li c.......zi sui, e il predictore un ha più voce a forza di sbraità per la Piazza?
Chi un ha capito è perchè un vole capì......
FACILMENTE
Messaggio 1957 del 09.12.2008, 19:44
Scusate, ma Tenews potrebbe inserire qualche altra notizia?
Ogni volta che apro la pagina, do scossa.
robbaccia
Messaggio 1956 del 09.12.2008, 19:43
LASCIATE PERDERE LE PROVINCE ...

... Lasciatele perdere, le province. Servono unicamente amministratori locali veramente capaci, di quelli che picchiano i cazzotti sulle scrivanie piene di scartoffie e si fanno valere. Ma se dicono che la provincia rossa ostacolerebbe i cosiddetti Comuni di altri colori o viceversa, vi pare che il problema si possa risolvere con l·istituzione di un·altra provincia? Dovremmo riempire l·Italia intera di una miriade di micro province che, oltretutto, sono fra gli enti più inutili che ci possano essere. Risparmiamoci ·sti soldi, piuttosto, che è meglio ........!!!
monitor
Messaggio 1955 del 09.12.2008, 18:15
Concordo con martinenghi, il nemico dell·elba
è la provincia di livorno che qui all·elba mette solo vincoli mentre nella costa tirrenica si vede affiorare stanziamenti per il turismo vedi porto turistico di rosignano ,castiglioncello e piombino.
qui invece solo vincoli è ora di dire basta...
è ora che noi elbani dobbiamo farci sentire , soprattutto a firenze nei palazzi della regione, basta con livorno rossa e le loro politiche bulgare e di comodo
per i loro compagni
info
Messaggio 1954 del 09.12.2008, 16:44
un ci posso crede!!!! La SD che appoggia la destra! o lui un era quello che a 10 anni andava già con l·Unità sotto il braccio? Ci so voluti un po di anni ma finalmente ha gettato la maschera. Ora tocca a chi sta con lui (soltanto di nome e non di fatto, comunque) a prende le dovute distanze e a porgli degli interrogativi a cui chissà come risponderà...e quell·altra finalmente in modo palese darà una mano al marito, sono anni che le cose staveno così ma si voleva fa finta di non vedè.Comunque credo il gioco non finisca qui ce ne saranno ancora delle belle!!!!!
Stefano Martinenghi
Messaggio 1953 del 09.12.2008, 16:34
SI’A REFERENDUM COMUNALI PER NUOVA PROVINCIA O COMUNE UNICO

Grazie ad un quotidiano nazionale che raccoglie firme per l’abolizione delle Province, è tornata d’attualità la questione: servono e vanno conservate, o sono inutili e vanno abolite? Chi conosce la Storia e l’amministrazione dello Stato sa che sono ineliminabili, come ha ammesso a Porta a Porta la scorsa settimana anche il Ministro del Tesoro Tremonti.
Perchè affondano le radici nei liberi Comuni del Rinascimento, poi divenuti Repubbliche, Principati e Regni regionali, fino all’unità d’Italia del 1860. I Comuni dominanti di allora sono le Province di oggi, come i Regni dell’800 spesso coincidono con Regioni odierne come la Toscana. Allora questi Comuni riscuotevano tributi per la difesa di strade, fiumi e mari del territorio dal nemico o calamità naturali; secoli dopo gli stessi Comuni, ora Province, assistono il territorio nella difesa dalle calamità naturali, nella realizzazione delle infrastrutture e dello sviluppo economico.
Tale struttura amministrativa su tre livelli territoriali – con la Provincia in mezzo a far da “mediatrice”- si è dimostrata funzionale, in un’Italia che ha negli oltre 8.101 “liberi” Comuni e 104 province le vere fondamenta della Nazione, la più “giovane”d’Europa. Sorta, all’opposto degli altri Paesi “centralizzati” da secoli, riunendo a forza i diversi Regni regionali sparsi per lo stivale e con essi le diverse“congreghe”, lobby e mafie che lo condizionano ad ogni livello. Così il cauto legislatore del dopoguerra ha preferito tre corpi di polizia e servizi segreti in concorrenza fra loro per evitare “golpe”, ed ha mantenuto sotto l’Amministrazione centralizzata dello Stato i tre livelli preesistenti di amministrazione territoriale; con competenze spesso sovrapposte e poteri di veto incrociati, per minimizzare la malamministrazione. Un sistema di “contrappesi”, che solo l’imbarbarimento dell’etica politica attuale ha paralizzato, che deve essere rinnovato non estinto.
Perché se oggi se una regione “azzurra” o “rossa” ha una Provincia di colore opposto, questa ostacolerà ogni sua iniziativa, forte del proprio potere; se dello stesso colore ostacolati saranno invece i Comuni “dissidenti” di diverso colore. Così questa politica ha ridotto l’Italia. L’Elba Arcipelago appartiene alla “rossa” Provincia di Livorno della “rossa” Regione Toscana e vanta Storia, tradizioni, territorio, economia, ed orientamento politico distinti da essa. Non deve dunque stupire né una politica livornese a sfavore dell’Elba e favore della costa; né il progressivo storno delle tasse elbane investite altrove in Provincia; né il trasferimento in atto delle nostre infrastrutture amministrative: Catasto, ASL, Tribunale, Conservatoria, 115, Ospedale; né, di conseguenza, che sempre più elbani avvertano la necessità di divenire nuova Provincia.
Sarebbe pertanto opportuno, come ormai si sente da più parti, dare modo ai cittadini di esprimere democraticamente la propria preferenza tra Comune unico e nuova Provincia, appresi pro e contro di entrambe le soluzioni istituzionali, che nessuno deve imporre. Il mezzo previsto da Costituzione e Legge 267/2000 sugli enti locali è il referendum comunale. Basta poco per realizzarlo e sarebbe interesse di tutti.

Civiltà Elbana
Stefano Martinenghi
LA LOCANDIERA
Messaggio 1952 del 09.12.2008, 14:38
X Bruno Paternò
Mi fa piacere vederLa ogni tanto sul blog.
Più in là, Le invierò gli Auguri Natalizi. Per adesso La saluto cordialmente.....gentile Fornareto.
luna
Messaggio 1951 del 09.12.2008, 14:35
scusate ma le luci a portoferraio, l asl ha sospeso i lavori perche· non sicuri, ma verra· sbloccata questa sospensione o Natale 2008 lo facciamo al buio???????
CAPOLIVERI ROSSO
Messaggio 1950 del 09.12.2008, 11:50
PCI= PARTITO COMUNISTA ITALIANO
PDS= PARTITO DEMOCRATICO DELLA SINISTRA
DS=DEMOCRATICI DI SINISTRA
RC=RIFONDAZIONE COMUNISTA
PD=PARTITO DEMOCRATICI
A CAPOLIVERI
SD=SOLO A DESTRA
CASO CAPOLIVERI
Messaggio 1949 del 09.12.2008, 10:31
Ma perche le due forze sono sempre state insieme a capoliveri???????????
non mi sembra, anzi credo che qualche esponente sd sin dall·inizio non era con il sindaco, anzi..................................
le cose a capoliveri si sanno e non servono articoli sui giornali, non bisogna dire sd, ma alcune (due) persone di sd.
ARSENIO LUPIN
Messaggio 1948 del 09.12.2008, 09:48
X MICHEA CARDENTI
"Non parlo del Medioevo.Ho l·età di tuo padre, quindi giudica tu se siamo "vecchi" o no..
L·asino me lo ricordo eccome...poverino quanto sgropponava per la vendemmia.Ritornando ad allora,anni 60/70, si andava ancora a debito alle botteghe, a segnare la spesa sul LIBRETTO, e la scuola dell·obbligo a quei tempi era fino alla 5° elementare. Negli anni 60 in pochi finivano i 3 anni di Avviamento, così chiamato prima che mettessero le Medie ".
COPIA INCOLLA. questa volta l·ho fatto io. Non ho scritto che ho fatto l·avviamento...leggi bene.Se ho l·età di tuo padre, c·erano già le scuole medie.
Comunque, come ti ha scritto qualcuno in un post, davvero sembri una quarantenne quando scrivi. Alle volte un pò prolissa (senza offesa).Ma una "quarantenne " senza esperienza....Non mi devi pregare su come devo risponderti, semplicemente non ti rispondo. Con un altro nick è da 1 anno che scri vo su questo simpatico blog, e nessuno mi ha mai detto che i mei post non son costruttivi; per cui se non ti piacciono, sorvola e non leggerli, non è un problema. Quì ci si scambiano opinioni amichevoli e i giudizi sia tecnici che morali, li lasciamo ad altri. Buona giornata.
bruno paternò
Messaggio 1947 del 09.12.2008, 09:02
Grande. Solo grande.
b.p.
grognard
Messaggio 1946 del 09.12.2008, 08:43
X GIOBBE

Fare i regali a Natale, quelli costosi o, tanto per intenderci, quelli che contribuiscono a lapidare le già magre tredicesime, non è mica un obbligo. Anzi! Sono dell·opinione che sarebbe sicuramente meglio approfittare di questa crisi per dedicarsi piuttosto a profonde riflessioni. Per anni ci siamo crogiolati nel consumismo più sfrenato ponendoci in risalto agli occhi dei nostri figli, come un pessimo esempio di vita. E i consumi, in senso generale ovviamente, sono andati anche oltre le reali possibilità finanziarie delle famiglie che troppo spesso hanno voluto ricorrere al credito per acquistare prodotti che, alla fin fine dubito siano così necessari. Vedi i vari tv al plasma, LCD, computer di nuova generazione, i suv, auto a iosa, internet, sky, cellulari, elettrodomestici di tutte le specie. Eppoi, tutti quelli che non vogliono rinunciare al ristorante, al "uicchend". I figli che chiedono troppo spesso articoli firmati o griffati ... insomma, non ci si può troppo lamentare se arriviamo a fine mese con l·acqua alla gola perchè costretti a rimborasare una marea di mini rate a presunti interessi zero! Nessuno invece che consigli politiche volte al risparmio o almeno ad una più attenta gestione delle proprie risorse. Oggi vogliamo possibilmente TUTTO e, sempre possibilmente, SUBITO. Il fatto di non poterci permettere questa o quella cosa sembra ci deprima terribilmente e ci faccia sentire inadeguati rispetto "agli altri" che invece, quella cosa magari ce l·hanno o se la possono permettere (?). Ritornando ai regali di Natale, basterà sapersi accontentare. Rispolveriamo il vecchio detto "a caval donato non si guarda in bocca" e ... Buone feste a tutti!!
ivorycronos
Messaggio 1945 del 09.12.2008, 03:09
gift
Messaggio 1944 del 09.12.2008, 02:41
A Michy.

Che letteroni che scrive! Pensavo avessi almeno quarant·anni...
Ti sei mai posta il problema sopravvivenza? Mi sà di no. Sei una delle tante gioveni che ben nutrita ha fatto le scuole con mamma e papà alle spalle, e non e· mai stata sfiorata dal pensiero(FORTUNATA!).
Si da· il caso che c·è gente che questa situazione l·ha vissuta! e grazie a loro adesso siamo qui a fare grandi discorsi..
Viva i vecchi! ...
Marco
Messaggio 1943 del 08.12.2008, 23:46
PORTI TURISTICI: LA CONCESSIONE DEMANIALE SPETTA AI COMUNI LA CORTE COSTITUZIONALE ACCOGLIE IL RICORSO DELLA REGIONE TOSCANA SI CHIUDE COSÌ IL LUNGO CONTENZIOSO CON IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE
Firenze, 23 ottobre 2007 - La Corte costituzionale ha accolto il ricorso della Regione Toscana e ha sentenziato che, come su Viareggio, anche su tutti gli altri porti turistici e commerciali di rilevanza economica regionale e interregionale il rilascio delle concessioni demaniali non spetta allo Stato. Si chiude così il lungo contenzioso tra Regione e Ministero delle infrastrutture aperto sulle competenze amministrative sui porti turistici e commerciali. Se sul porto di Viareggio la questione era stata definita con una sentenza della Corte Costituzionale emessa l’anno scorso, che aveva già escluso la competenza statale, il fronte era rimasto aperto su porti come quello di Marciana Marina, Campo nell’Elba, Porto Azzurro, Rosignano, Cecina, San Vincenzo, Scarlino, Castiglione della Pescaia, Monte Argentario, isola del Giglio. Il Ministero infatti aveva ritenuto che la sentenza sul porto di Viareggio potesse non riguardare gli altri porti. E lo dichiarava in una nota inviata alla Direzione marittima di Livorno e alla Capitaneria di Porto di Viareggio e impugnata subito dalla Regione Toscana. La quale ricordava che già dal 1998 aveva attribuito le funzioni amministrative sui porti turistici e commerciali ai Comuni, in attuazione del principio di sussidiarietà, a ulteriore conferma della ripartizione di competenze sancite dal Titolo V. La sentenza della Corte costituzionale emessa oggi lo conferma.


Hai capito? Studia un altro po·...
PARADOSSO
Messaggio 1942 del 08.12.2008, 22:12
Legge fisica e paradosso politico:

in fisica, nel mondo dei mortali, per passare da uno stato ad un altro si deve applicare una forza, compiere uno spostamento e quindi produrre del lavoro;
in politica invece, anche se sempre nel mondo dei mortali, per passare dallo stato di Partito Politico allo stato di Partitocrazia non deve essere compiuto alcun lavoro, alcuno spostamento, applicata nessuna forza, si deve star semplicemente fermi!

Ergo, per non passare allo stato di Partitocrazia è necessario, condicio sine qua non, che si compia del lavoro e cioè che le chiappe degli unti dalle elezioni, dopo un po’ di anni, devono essere fatte spostare dalle sedie alle biciclette dove per restare in piedi è necessario pedalare.

Tradotto in soldoni vuol dire che se noi non partecipiamo alla vita politica con attenzione ed in modo costruttivo, siamo direttamente responsabili della naturale deriva verso la Partitocrazia. Il politico/amministratore è per definizione partitocraticheggiante, non fosse altro perché col tempo vive l’esperienza come fosse il suo mestiere, in molti casi il solo e non ha ne la forza ne tantomeno la voglia di alzare le chiappe ed andare a fare un “giro in bici”. Spesso accade anche che non sia più in età per farlo.

Dalle definizioni che seguono, in buona parte prese a prestito sulla rete, non è difficile dedurre che solo noi bloggisti più o meno accalorati, inscritti ai partiti, simpatizzanti o semplicemente cittadini interessati alle vicende politiche, abbiamo il potere di gestire il flusso Partito-Partitocrazia. La direzione del flusso dipende esclusivamente dalla nostra capacità di far passare i vecchi culi dalle sedie alle biciclette.


Le definizioni:

PARTITO POLITICO

Il partito politico può definirsi come una formazione sociale, dotata di un’organizzazione, avente come obiettivo fondamentale la “trasposizione sul piano giuridico della realtà politica, avvalendosi di mezzi predisposti dall’ordinamento”.
Il fine che il partito politico si propone è quello di far sì che il programma da esso predisposto ed accettato dalla comunità venga fatto proprio dallo Stato-soggetto ed utilizzato come base dell’indirizzo politico statale.
Per fare questo è necessario che vi sia una buona dose di democratizzazione delle strutture partitiche in cui i leader stessi siano disposti a mettersi o rimettersi periodicamente in gioco attraverso appunto il confronto democratico e civile delle idee ma anche delle critiche a quello che non va o non va più.
Viceversa, se i partiti si arroccheranno sempre di più nelle loro eburnee torri del potere, tagliando quel vitale cordone ombelicale che li lega alla società, alla gente comune, ai problemi della società, perderanno del tutto la loro vitalità e il loro consenso: unica risorsa che li legittima e li rende attori protagonisti della volontà collettiva.
Per il diritto italiano i partiti sono soggetti privati che rientrano nella categoria delle associazioni non riconosciute.
Trattandosi di associazioni non riconosciute, non vincolano nessuno, né gli iscritti e tanto meno i non iscritti.
La loro forza non dipende quindi da una particolare posizione giuridica, ma dal fatto che gli
atti politici che propongono, sono fatti propri dal parlamento, e quindi dal governo, e acquistano
perciò una forza giuridica vincolante. In questo modo i partiti fungono da filtro tra la società e lo stato apparato.
L’art. 67 Cost. sancisce che “Ogni membro del Parlamento rappresenta la Nazione ed esercita le sue funzioni senza vincolo di mandato” mentre l’art. 82 Cost. riconosce l’esistenza all’interno del Parlamento, di gruppi parlamentari che ovviamente sono filiazioni dei partiti.
La lettura congiunta di queste norme dà la visione complessiva del sistema italiano, in cui i partiti dovrebbero teoricamente fungere da intermediari tra la volontà dei cittadini e la determinazione della politica nazionale in Parlamento.
I cittadini sono l’organo propulsore di un circuito che determina la politica nazionale.
Essi hanno la responsabilità di selezionare i candidati che, una volta eletti, dovranno determinare la politica nazionale, traducendola in scelte operative.


PARTITOCRAZIA
Degenerazione del sistema democratico per il troppo potere assunto da uno o più partiti. Il sistema democratico prevede, infatti, che le scelte importanti per tutta la collettività (costruire ospedali o autostrade, spendere per la scuola o per armare l·esercito, aumentare i tributi che i cittadini devono pagare) siano decise, in Parlamento e nei vari consigli, dalla maggioranza dei rappresentanti dei cittadini. Per arrivare a determinare questa maggioranza, i cittadini si organizzano in partiti, che elaborano programmi e cercano di far eleggere persone di loro fiducia. È probabile che la democrazia funzioni meglio quando chi oggi è maggioranza può domani diventare minoranza e viceversa. Quindi, un partito, o un gruppo di partiti, detengono il potere, ma sempre incalzati da altri che vogliono decidere in modo diverso. Se però un partito, o più partiti, per varie ragioni, tengono il potere per molto tempo senza che avvenga un ricambio, c·è il pericolo che lo Stato "venga occupato". Ai posti dirigenti verranno messe persone, talvolta non capaci, ma fedeli e obbedienti agli ordini. L·efficienza dell·amministrazione pubblica viene meno e può succedere che soldi pubblici vengano dirottati nelle casse dei partiti. Si passa così dal sistema democratico dei partiti alla partitocrazia
robbaccia
Messaggio 1941 del 08.12.2008, 21:39
x michela cardenti

Grazie per le scuse, ma non erano assolutamente necessarie. Non ne ravvedo il motivo. Ho piuttosto voluto solo sottolineare quelle che erano le mie prese di posizione. Se le hai comprese, la cosa mi fa piacere. Quando non si offende persona alcuna, non sono richieste scuse di alcun tipo. Mai!! Saluti ...
petit armèe
Messaggio 1940 del 08.12.2008, 21:38
Vorrei invitare a tutti i lettori di camminando di guardare il sito elba1814.it e sbirciare nella galleria fotografica.Ci sono le foto del maggio Napoleonico 2007 2008 grazie
GIULIO
Messaggio 1939 del 08.12.2008, 21:24
Qualche giorno fa scrivevo...

PIAZZA CAVOUR: RIAPRIRE...NON RIAPRIRE...QUESTO E· IL PROBLEMA...(che tradotto sarebbe: quanti voti perdo se riapro? quanti ne perdo se non riapro??? dobbiamo fa· du· conti...))
I nostri amministratori so· sempre stati forti (l·abbiamo costatato in questi 4 e passa anni...), ma quando s·avvicinano l·elezioni, diventano anche più forti...si superano...
Su piazza Cavour prima volevano fa· ·na cosa, poi, invece, ·n·altra cosa...ora, siccome so· subentrate novità (quali??), stanno valutando...sentiranno le parti sociali, incontreranno le associazioni di categoria (ma come...fino a ieri hanno fatto come ca..o gl·è parso, senza senti· nessuno...mah!!), e poi...prenderanno una decisione e quella sarà definitiva...
Mammòviti!!!!!
E se il Lungo assicura che sarà definitiva...sarà D E F I N I T I V A.
Del resto fino ad ora quello che ha detto ha sempre mantenuto...uhm...uhm...
Perché non credergli??
*****************************************
Oggi scrivo...

PERIA HA RISOLTO IL PROBLEMA PIAZZA CAVOUR.
Bene! Direte voi...
Sì, l·ha risolto, ma a modo suo...nella speranza di accontenta· tutti e di ·un perde· nemmeno un voto... (aùùbaùle!!!)
Ora, infatti, possiamo parla· di piazza Far West...ognuno si fa i ca@@i suoi...i vigili so· spariti...e tutto questo andazzo, state tranquilli, durerà fino a nuove elezioni.
Che bellezza...che goduria...e che amministratori abbiamo...una meraviglia...
Ci vorrebbero l·elezioni ogni 6 mesi...
Praticamente, pe· risolve· il problema, il Lungo ·un·ha fatto ·na se@a nulla...nessuna decisione presa...come sempre, del resto...
Qualcuno (forse lui stesso coll·aiuto di Marino??) ha soltanto spostato un vaso.
Le macchine entrano in piazza dal pertugio, parcheggiano dove, quando e quanto vogliono, e poi escono tranquillamente dalla porta a mare.
Qualcuno, addirittura, mezzo caricòtto, esce colla macchina anche dalla porta dove c·è solo passaggio pedonale...
GRANDI! GRANDISSIMI!!!
Ma perché non confermare questi amministratori in blocco per altri 5 anni?
Del resto hanno idee, soluzioni, dinamicità e materia grigia in eccedenza...cosa vogliamo di più da chi ci dovrà tira· fòri dalla ca@@a nel nostro incerto e nebuloso futuro prossimo???
général BERTRAND Scrivi a général BERTRAND
Messaggio 1938 del 08.12.2008, 20:38
BANDIERA! BANDIERA! BANDIERA!
Luigi_Rispoli
Messaggio 1937 del 08.12.2008, 20:16
Altre immagini sui danni del maltempo:

http://www.muzemal.org/forum/viewtopic.php?f=4&t=980&p=35838#p35838
Michela Cardenti
Messaggio 1936 del 08.12.2008, 20:03
Carissimo arsy, ti assicuro che la mia risposta circa i “diplomini” non è stata determinata né da un risentimento né perché mi sono sentita tirata in causa. Piuttosto ancora una volta mi da fastidio la superiorità che hai nei confronti dei giovani, e questa assurda, ingiustificata e a parer mio del tutto illogica nostalgia degli anni e della “miseria” della tua infanzia. Perché a tutti fa piacere sentire le storielline divertenti che rendono affascinante il passato del nostro paese, ma con tutta onestà, il mio povero nonno anche se sorrideva nel raccontarmele, mi diceva anche: ”So contento che ora un si più così!!”.
Hai posto l’accento sul fatto d’avere l’età di mio babbo e mi hai chiesto quindi di giudicare se siete vecchi oppure no.
Ti assicuro che con tutto il bene che gli voglio e il rispetto che ho per lui non passa giorno che non gli dia il colpo del vecchio, e sai perché?
Perché a volte ha una visione talmente arcaica di questo paese e dei suoi abitanti che a me fa rabbia, per assurdo per qualche aspetto vi assomigliate anche, ma quanto meno quando ci parlo non mi considera come una 23enne, con poca esperienza, ma come una giovane con buone idee certo da ritoccare qua e là, ma ripeto buone!!.
E ti preciso anche che non è cuore di babbo.
Altra cosa, “il mio vecchio” ha 56 anni, ha studiato, ha un diploma, ai suoi tempi non era difficile studiare come dici te e soprattutto non c’era più l’avviamento, per cui credo che tu sia più grande.
Ora a me dispiace che da ragazzo tu non hai avuto la possibilità di studiare, e sono contenta che invece hai provveduto da solo come autodidatta, la cosa ti fa onore ma allora nemmeno te puoi improvvisarti ed ergerti professore del sapere… altrimenti simpaticamente sai come ti dico? Predichi bene e razzoli male!! comunque non capisco cosa c’entrino due discorsi, per altro polemici e assolutamente non riguardanti il nostro scambio di vedute.
il primo è quello dell’ Art.4 della costituzione, credo sia un paragone che non tiene, il secondo è la frase finale sulla scuola dell’obbligo e le medie… ti prego di essere ancora una volta più costruttivo e di attenerti alle risposte che ti do, altrimenti non perdere nemmeno tempo con me. Con affetto michy...
per il contribuente arrabbiato, sono pienamente d’accordo sul fatto che camminando camminando sia diventato come porta a porta, ma infondo è anche simpatico vedere quello che riescono a dirsi.
È vero che forse questo blog andrebbe usato in maniera migliore… ma che ci vuoi fare!?!?
Magari se vuoi dire qualcosa di diverso o hai delle idee scrivile, ti assicuro che ci sono anche persone come me che ti daranno importanza…
Per oggi saluto tutti e a domani credo…
P.S. : ancora vi attaccate con sta storia della palestra? Almeno aspettate sto benedetto regolamento, e poi è mai possibile che a capoliveri si sia solo in grado di lamentarsi invece di apprezzare quello che si ha? Possibile, se la cosa non si ha si bubula, se la cosa si ha e si ribubula…
Qui riprendo un discorso di arsenio (se pur solo in parte): prima tante cose non c’erano e non ci si lamentava, anzi si campava, oggi si hanno e…
MEDITATE GENTE MEDITATE… Cardenti Michela
i riesi
Messaggio 1935 del 08.12.2008, 19:14
Sarà per il pessimo risultato che le primarie stanno riscuotendo a Firenze, ma il pd sembra sempre meno allettato da questo strumento di selezione dei candidati, e si appresta alla scadenza delle elezioni amministrative con una linea di difesa dei sindaci uscenti e degli attuali assetti di alleanze. Sembra questo almeno, il quadro che il segretario della federazione Matteo Tortolini traccia in un’intervista al Tirreno per Capoliveri e Rio Elba. ma chi E·questo Tortolini che si arroga il diritto di scegliere un candidato a Sindaco di un paese che sa di esistere solo da una cartina geografica, che tipo di spartizione avete fatto ( dirigenti del p.d e S.D alivello Regionale ) e ci obbligate ad avvallare.
A Portoferraio lo hanno defenestrato, dopo an lungo
tentativo alla carica a primo cittadino , Alessi ha scelto Rio Elba e questo cementa l’alleanza con il Pd, evitando in due Comuni primarie di coalizione con effetti potenzialmente divisivi. Tutto bene, dunque? No, perché l’ex sindaco Pino Coluccia era apertamente sceso in campo, e a questo punto lì potrebbe restare, magari con una formazione civica, una sorta di "Rinascita riese bis", ma senza la destra/sinistra di Fabrizio Vai e compagni(scusate l·offesa compagni veri) .

I CITTADINI DEMOCRATICI DI RIO VOGLIONO LE PRIMARIE

PROVACI PINO

BUROCRATI DI PARTITO STATE ZITTI, I SINDACI DEL NOSTRO PAESE LI SCEGLIAMO NOI RIESI.
AVIS
Messaggio 1934 del 08.12.2008, 16:52
delucidazioni
Messaggio 1933 del 08.12.2008, 16:14
anch·io aspetto di conoscere il futuro di sd a capoliveri!
con chi va?
con chi sta?
i suoi esponenti di spicco che campagna faranno? con chi saranno?
ne vedremo delle belle.....quanti sono due, tre, quattro, ............andranno da soli per fare disturbo o andranno a destra?
ma qualcuno è già a destra?
sono anni che hanno la maglia del milan (rossonera).
ma qualcuno non capisce ancora.-.......
E· NATALE
Messaggio 1932 del 08.12.2008, 15:12
Oggi pomeriggio con mia moglie e i miei figli andremo a Marciana Marina a vedere l·accenzione dell·albero nella piazza·, ora la domanda mi nasce spontanea,· ma alla marina la asl non ci arriva?Come mai hanno l·albero con le luci? Sindaco Peria come ci spieghi la tristezza del Natale Portoferraiese?
Non potevi anche Tu con il tuo contorno, RIUSCIRE a far si, che le cose funzionassero con tutto il rispetto delle NORME DI SICUREZZA?
Almeno du· palle le potevi far mettere ---
O forse non avete neanche QUELLE--------
Obama
Messaggio 1931 del 08.12.2008, 14:40
SOGNI E BISOGNI PAESANI

Oddio ho scatenato un putiferio..., quanti avvocati d·ufficio intogati!!!!!! Addirittura da profondi economisti si richiama a senso di ponderatezza per la"crisi economica" in atto, come se in Piazza Matteotti fossero tuttii impegnati fra colloqui con Gheddafi per l·entrata in Eni e con la BCE per abbattere di un altro quarto di punto il costo del denaro!
Ma dove vivete?????? E poi volare alto significa evitare comunicati pubblicizzati dall·alto di chissà quale indissolubile eminenza!!!
Era na· battuta!!!!! Durrrri!!!!! Però poi cadete sempre nel parlare Voi di politica, nel denigrare, nel rimpiccolire, per sembrare alti si deve abbassare l·antagonista, lavorando ai fianchi senza entrare nel merito.
Se veramente Capoliveri ha bisogno (come dite) di confronto, sarà meglio togliere Maometti e montagne dai giochi, troppo comodo e facile licenziare con giudizi affrettati possibili alternative, bollarle di vecchio, di paravento ed allo stesso tempo autocelebrarsi paladini di democrazia.
Ne abbiamo viste già troppe negli anni passati, quando gli amici divenivano nemici, per poi ridivenire amici se portatori di voti.... e per citare la solita frase (mi scuso per l·ignoranza su Platone e Plutone) "venite avanti come site site" per condimeno aggiungerei ... "basta che portate voti"!!!!
La bagarre elettorale, nè più nè meno come in campo provinciale, regionale e nazionale purtroppo è fatta di queste "mosse", di giochi più o meno puliti o nascosti, di possibili alleanze oggi, diverse domani, perchè l·imperativo non è mai stato l·interesse comune bensì quello personale o politico, squisitamente SETE DI POTERE!!!!
La storia non si liquida nè si nasconde, come le capacità o limitazioni intrinseche nelle persone, e forse proprio grazie al nostro attuale Sindaco oltre ai portatori di propri interessi sono stati "sgonfiati" anche i portatori di fumo e di valori terorici ed astratti, diciamo Paolo ha azzerato gli handicap e le roialty, si riparte tutti dalla stessa linea....., il medico è Lui, certo x me da semplice portantino ospedaliero direi la cura, funziona!!!!!
Capoliverese DOP
Messaggio 1930 del 08.12.2008, 14:38
X SOLOXLELBA
Ma quali sono i prodotti tipici ???
Arrivano CAMIONATE di roba congelata per i ristoranti dalla carne al pesce, dolci e via dicendo...è una vergogna, perchè LI PAGHI come tipici e non sono nemmeno freschi. Sono pochi i ristoranti che danno il prodotto fresco e del posto, ma quando li trovi è SALATISSIMO il conto.
Luca Bellosi Scrivi a Luca Bellosi
Messaggio 1929 del 08.12.2008, 13:48
Ciao Fabrizio grazie a Te e camminando,che ancora una volta siamo riusciti ad alzare un ·altro piccolo polverone in questo caso per la bandiera Napoleonica.Chissà se per il bicentenario il Forte Stella esibirà una bandiera per accompagnare questa storica manifestazione ?
DI PORTO..IN PORTO
Messaggio 1928 del 08.12.2008, 12:23
soloxlelba
Messaggio 1927 del 08.12.2008, 11:55
Appoggio con forza il post di GASTRONOMO.
Andate a guardare il link che vi ha indicato e quello di "terra madre".
Vediamo se la voglia di condurre il vostro albergo o il vostro ristorante secondo la tradizione del territorio potesse aumentare i prodotti tipici o doc ,facendo lievitare anche un turismo alla ricerca di cultura diversa dal solo mare.
Anche in periodi diversi dal solo agosto!
Saluti
DISCORSI
Messaggio 1926 del 08.12.2008, 11:22
polisportiva
Messaggio 1925 del 08.12.2008, 10:27
Sta per iniziare il tesseramento 2009 della Polisportiva con in regalo il calendario 2009 contenente tutte le foto sportive di atleti riesi e personaggi capitati a rio per vari motivi dal 1954 al 2001 alcuni purtroppo ci hanno lasciati altri si sono trasferiti in continente, un evento culturale e sportivo unico e inedito custodito per anni nella sede dell’Unione Sportiva grazie al grande Vitaliano Foresi. Verranno distribuite un numero molto ristretto di copie, pertanto tutti i riesi che stanno in continente o nel resto dell’Elba desiderano tesserarsi e avere una copia del calendario, sono invitati a prenotarsi scrivendo una mail a info@polisportivarioelba.com o al 320/1821842.
Tutti i tesserati parteciperanno anche ad una estrazione che porterà al vincitore un bellissimo premio.

Un grazie va a tutti gli sponsor che hanno partecipato alla realizzazione del calendario, grazie di cuore dalla Polisportiva di Rio Elba.
Per nemmeno Obama.
Messaggio 1924 del 08.12.2008, 10:22
Hai ragione. Ma lo sbaglio lo facciamo noi che ne parliamo, la cosa migliore sarebbe fare come ( mi sembra Don Abbondio):
" Paese mio o che d·è? A chi appartiene? La risposta è chiara a tutti i capoliveresi: è la lista di opposizione alla lista Ballerini, che, per presentarsi alle nuove elezioni, si è cambiata le mutande. E la sinistra arcobaleno con chi andrà? This is the question, ma non c·è da perderci il sonno
gastronomo
Messaggio 1923 del 08.12.2008, 10:04
E· questo un periodo di grande fermento culinario per l·Isola d·Elba ovvero di tentativo di recupero delle antiche ed originali tradizioni gastronomiche elbane. Vengono organizzate fiere sagre e feste, sempre piu· spesso sotto l·"egida" della Condotta Slow Food dell·Arcipelago Toscano... Un marchio importante, un·occasione per raggiungere un vasto pubblico di appassionati di eno-gastronomia ed una sorta di certificazione di qualita· per i nostri prodotti e le nostre tradizioni.
Gia·, peccato che ancora una volta di tutto questo ne siamo a conoscenza solo noi...

provate a visitare questi due siti (sob!):
http://www.slowfoodtoscana.it/condotta_isola_elba.htm
http://associazione.slowfood.it/associazione_ita/ita/condotta.lasso?cod=000380

Ancora una volta un·occasione mancata, o almeno non pienamente centrata...
Isolotti e Bandiere imperiali
Messaggio 1922 del 08.12.2008, 10:01



Certo se non ci fosse questo discusso e pettegolo fogliaccio di camminando.com , molte notizie che appaiono a caratteri cubitali sulla stampa, non potrebbero essere scritte, così successe per la vendita dello scoglio della Paolina nel comune di Marciana e così è oggi per la vendita di una storica bandiera Napoleonica battuta alla famosa casa d’aste Sotheby’s in New Bond Street, a Londra .
Ma tornando alla Paolina di cui nessuno parla più dopo lo scatenarsi dei proclami che ne invocavano l’acquisto da parte di Parco, ambientalisti, Comune, e altri , in questo silenzio il venditore su E-Bay dopo la prima offerta di vendita ha raddoppiato stavolta specificando bene che …. L’isolotto detto storicamente della Paolina è a tutela paesaggistica, storica e ambientale, non edificabile, non agricolo, e d’importanza turistica fondamentale .
Bene adesso attendiamo una nuova bagarre nuovi allarmi e nuovi appelli per l’acquisto dello storico cimelio Napoleonico - comprarla è impossibile ha detto subito la direttrice dei musei Elbani, ci vorrebbe un privato
Giovedì 11/12/08 scade il tempo utile ma sicuramente già da venerdì prossimo il silenzio tornerà... imperatore all’Elba.
Da parte nostra andiamo avanti camminando..camminando.
L·EMPEREUR DE BOULEVARD MANZONI
Messaggio 1921 del 08.12.2008, 07:31
POLITICO
Messaggio 1920 del 08.12.2008, 00:19
L·ho letto solo ora.
Peccato che ho dato STOP, perché mi sarebbe piaciuto davvero sapere se quel sIGNORE che risponde al nome di gIAN lUIGI abita in località Dappertutto.
Ma ormai è tardi, non è più possibile chiederlo.
Come dice il grande Nino Frassica, è stato dato STOP AL TELEVOTO.
Peccato davvero, la curiosità era forte.
Comunque mi sbaglierò, ma secondo me, abita proprio lì.
trave non visto, peluzzo si
Messaggio 1919 del 07.12.2008, 23:07
i partiti non sono istituzioni, ma spesso si dice.....partiti istituzionali....compiti istituzionale dei partiti....eccc.
La Benini certamente intedeva questo signiifcato. A parte questa cazz...a mi sembra giusto che un movimento appena nato, microscopico, non diffusamente conosciuto e riconosciuto, che chiede un incontro, deve alzare il culo e salire le scale. Altrimenti....
info
Messaggio 1918 del 07.12.2008, 22:56
Allora, stasera il quadro mi appare più chiaro. la sinistra (PD) candiderà Ballerini, la destra (o lista civica?)se le due cordate troveranno un accordo proporranno la Sig.ra Arduini .....ma qualcosa non mi torna.....la sinistra democratica con chi sta? si appoggerà ad una delle due liste ( strano e improbabile visto che tra segretario del partito e sindaco non corre buon sangue!!!) o proverà a presentare una terza lista? Attendo delucidazioni
Direttivo Circolo ricreativo Lacona
Messaggio 1917 del 07.12.2008, 22:01
AFFITTASI BAR CIRCOLO RICREATIVO LACONA Per contatti siamo quasi tutte le sere dalle 17,30 alle 18,30 alla sede del circolo. Si cede in locazione il bar con contratto annuale di € 5.500 e fideussione bancaria a garanzia locale di € 3.000 Nella struttura sono a disposizione 2 campi da bocce in erba sintetica e due biliardi e un tavolo ping pong. Locale di mq 150 circa e tettoia, area giardino e lastricati mq 1000 circa, posti a sedere 100 circa, 15 tavoli ecc.
PER DE· NEMMENO OBAMA
Messaggio 1916 del 07.12.2008, 20:52
Capoliveri è sempre Capoliveri, non c·è nulla da fare, si distingue sempre.
Ma vi pare che in un momento di crisi come questa la gente non abbia altro da pensare se Paese Mio si incontrerà o no con il PD?
Ma non viviamo mica a New York.
Sappiamo tutti cosa vuole Paese Mio, cioè una lista di destra anche se mascherata da lista civica.
Sappiamo anche tutti cosa vuole il PD.
Perciò non stiamo tutto il giorno su camminando camminando a pettinare le bambole, non ci prendiamo per i fondelli.
Comiciamo a parlare di cose serie e non tutti i giorni se la palestra sarà data in mano a questa o a quella associazione sportiva.
I Capoliveresi interessa che funzioni, e funzioni bene e soprattutto non crolli in testa a qualcuno. Siate seri di quì a Giugno vi troverete con tutte le cartucce spuntate.
Luigi_Rispoli
Messaggio 1915 del 07.12.2008, 19:34
Parcheggi e piste di pattinaggio al Bocchetto:
http://www.muzemal.org/forum/viewtopic.php?f=14&t=320&p=35822#p35822
OVVIUS
Messaggio 1914 del 07.12.2008, 19:28
PER L·AMICO DOTTO: MA NON HAI VISTO CHE E·SUCCESSO LA VOLTA CHE SEMBRAVA CHE LA MOBY DOVESSE LASCIARE L·ELBA? MANIFESTAZIONI FASULLE COME IL PANETTONE DI PIZZA , CON MARINAI INGAGGIATI PER FAR NUMERO, FINTI SCANDALI,TITOLONI SUI GIORNALI E SULLE TV (ACCUSE A SERGIO ROSSI CHE AVEVA ANTICIPATO IL BLUFF), E POI..SORPRESA SORPRESA TUTTI TORNATI AMICI E MAGARI CON QUALCHE CONCESSIONE IN PIU·, TUTTI A FARE DA TAPPETINO DOVE CI SONO I SOLDI E NOI A FARE DA DISCARICA !
comunita·
Messaggio 1913 del 07.12.2008, 19:17
Legge sbagliata o no, votazione rifatta? non mi interessa l·importante e fondamentale è l·unione dei Comuni.
e speriamo che l·Alessi non demorda!!!
Dè nemmeno Obama.
Messaggio 1912 del 07.12.2008, 19:04
Caro Paese mio, dovevate chiedere un incontro con Obama!!!!!!! Certamente più facile, che dall·alto della loro "putenza istituzionale" chiederlo al PD di Capoliveri.
Pensare che sono rimasti in quattro gatti e non hanno nessun potere nè tanto meno referenza politica, sono più di altri in contrasto con gli amministratori e qualche esponente primeggia sulla piazza per le critiche.
Caro Paese mio, grave errore aver chiesto un incontro, aver dato importanza e visibilità dove non vi era.
Tant·è il Sindaco corre libero da sponsor ed opercoli, conscio delle importanza o della limitazione delle forze politiche.
Per le prossime elezioni tutti brancolano nel buio, senza un capolista di riferimento, senza una squadra senza un programma fondato.
Molti dicono Ballerini abbia fatto piazza pulita, credo in cuor suo intraveda ancora molto lavoro da fare, perchè questa volta non ci saranno compromessi ed ognuno avrà il valore reale e non teorico.
Capito Patrì, esistono condomini abitativi e condomini politici, alcuni ben amministrati, altri..........., inoltre Capoliveri ha esigenza di unire idee condivise, per cui ove Paese Mio riesca ad esprimere una visione futura amministrativa senza cadere nella trappola delle critiche, non una forza politica ,bensì una comunità si farebbe una idea più chiara, non credi???
Questo desiderio di cambiare è voluttuario o ha consistenza e radici?
Disinneschiamo sul pensare comune, vero o strumentale, di un movimento testa d·ariete per i "soliti" nelle retrovie???? Gli incontri, le consuetudini ed usanze della politica "vecchia" fatta di accordi gestionali dei voti sono superati e spesso spazzati da ottime "liste civiche" se portatrici di idee, contenuti e persone valide.
Ciao Patrì, ti saluta Obama, lui ha detto un c·è problema a incontrassi....
Isoladelba.ca
Messaggio 1911 del 07.12.2008, 19:04


Iniziativa pro Bandiera Isola d·Elba:





Lo staff di Isoladelba.ca ha deciso di effettuare una raccolta fondi per l·acquisto della bandiera dell·Isola d·Elba apparsa su un sito di aste inglese.

Dalla pagina isoladelba.ca/bandiera è possibile effettuare una donazione.

Qualora l·importo non venga raggiunto il ricavato sarà devoluto in beneficienza.

Partecipate numerosi.

bandiera@isoladelba.ca
IDEE SOTTO L·ALBERO
Messaggio 1910 del 07.12.2008, 18:28
DOLCI TRADIZIONI.
GRANDE SUCCESSO DI PUBBLICO A MARINA DI CAMPO.
DOMANI LUNEDI· 8 DICEMBRE SI REPLICA.


Gli stand gastronomici di dolci tradizionali di varie parti d·Italia e del mondo han fatto centro.
Complice l·aria mite e la bella giornata gli stand sono stati presi d·assalto.
Domani, lunedì 8 dicembre, si replica con stand di degustazione di prodotti tipici elbani: miele, bruschette all·olio, vini e marmellate artigianali.
Stand in via Roma e via Marconi.
Vin Brulè presso i bar El Pinpa e Drillo in via Roma.

Grazie a tutti per il bel pomeriggio di festa!

Centro Commerciale Naturale
Carlo Dotto
Messaggio 1909 del 07.12.2008, 17:55
Anziana signora soccorsa con enormi difficoltà a bordo del Giraglia.

Dobbiamo subire l·umiliazione di vedere il Gabibbo che fa il solito servizio su un isola che appare come il famoso "terzo mondo" prima che qualcuno si accorga che quella nave è un pezzo da museo?
Se avete un amico che fa l·albergatore o il ristoratore provate a chiedergli quante e quali norme e regole devono rispettare, molte delle quali veramente insensate. Poi cercate di applicarle alla prima nave che vi capita e fate i dovuti paragoni. E c·è da vergognarsi quando si pensa poi al costo del biglietto.
L·istallazione di un ascensore inciderebbe così tanto su un rottame che si è ripagato a suon di super biglietti qualche decina di anni fa?
Ma tanto si sa, a lamentarci siamo buoni tutti, ma fatti pochi. Il giorno che qualcuno comincerà a riunirsi sotto i moli con striscioni di protesta e scritte tipo “banda di ladri” forse si smuoverà qualcosa, i prezzi potrebbero scendere e la gente smetterebbe di andare in Mar Rosso che gli costa meno.
Lumi e luminare
Messaggio 1908 del 07.12.2008, 17:53
Il pericolo a portata...di mano


Riconosciamo che è vero, che le luminare con l’allaccio alla rete elettrica a portata di mano, si potrebbero rilevare pericolose per chi vi si avvicinasse a toccarle , in particolare qualche bambino.
Ma se l’Asl ha ritenuto opportuno renderci orfani delle luminare dimostrando la sua presenza a garantire la sicurezza sul territorio senza se e senza ma, ci dovrebbe dire cosa ne pensa di questo palo dell’illuminazione pubblica , in località Enfola, di fronte al campeggio omonimo che già da qualche settimana versa in queste condizioni consapevole che l’Enfola è meta di passeggiata di bambini ed adulti.
Capiamo perfettamente che nelle piccole zone balneari si preferisce andarci in piena stagione quando è più facile che qualcuno commetta qualche infrazione…..ma i controlli dovrebbero estesi e accurati quando si parla di garantire la salute pubblica, eppure qualcuno ha avvisato ma ……
Quindi invitiamo i vigili e intransigenti tecnici Asl a farsi interpreti presso gli organi competenti e responsabili affinché ci affranchino da questo pericolo molto più serio di una luminara.
PER IL SIG.MODAFFERI
Messaggio 1907 del 07.12.2008, 17:33
Ho l·impressione che Lei sputi tanto veleno nello scrivere ma non sappia leggere.
Anch·io ho letto il comunicato del PD di Capoliveri, ma non dice con arroganza,come lo interpreta Lei, che non vuol parlare con Paese Mio, ma al contrario inviata questi signori nella sua sede, in qualunque momento essi lo vogliono.
Cosa poi centri il Sindaco non lo capisco.
Forse la lingua batte dove il dente duole?
Cosa è successo? Le riservette non diventeranno una villa? Sa che Le dico: ai Capoliveresi non glie ne può fregar di meno.
Paolo Scrivi a Paolo
Messaggio 1906 del 07.12.2008, 17:14
crazy
Un altro pezzo dell·ELba che se ne va in giro per il mondo . . .
http://www.sothebys.com/app/live/lot/LotDetail.jsp?lot_id=159501732


Possibile che nessuno si preoccupi di recuperare il proprio patrimonio storico?
Con tutti i soldi che entrano dai biglietti delle residenze napoleoniche elbane . . .
50 anni...si festeggia
Messaggio 1905 del 07.12.2008, 15:55
Per tutti i nati e nate nel 1958
Si ricorda che questa sera alle ore 20,30 presso il Ristorante del Tennis presso gli Impianti Sportivi di San Giovanni si svolgerà la cena per festeggiare i 50 anni, visto che ci sono state delle defezioni, se qualche ritardatario volesse partecipare può farlo telefonando ai numeri: 3333882766 Adalberto, 3483141000 Claudio.
Per che vuol leggere e sapere
Messaggio 1904 del 07.12.2008, 15:45
-Per Modafferi: oi oi un se ne po’ più.
-Per “non informato” ecco bravo, hai capito alla prima.
E’ tanto che qualcuno dice che Paese Mio non salirà in sezione. Allora aveva visto giusto? Cari mii ognuno conosce li su polli. Che sia colpa delle scale del PD? naah
che sia colpa del freddo? naah. Che sia colpa del Sindaco? (Tanto è sempre colpa sua anche se piove) boh! ho letto un aforisma del Principe de Curtis, tratto dal fim Totò d·Arabia che dice:"Ognuno ha la faccia che ha, ma qualche volta si esagera."
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA