Page 1150/1186: [«] [] [1145] [1146] [1147] [1148] [1149] (1150) [1151] [1152] [1153] [1154] [1155] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
rhino
Messaggio 2758 del 07.01.2009, 10:47
X PASQUALINO

Per una volta devo confessare di essere d'accordo con te...non per la visione storica, anche se in questo posso condividere l'evaporazione quasi definitiva di entusiasmi egualitari dovuta però non al fallimento globale di un movimento ma all'incancrenirsi di sentimenti qualunquistici a livello individuale...va da sè che tutto quello che emerge in ogni livello, dagli incontri politici alle discussioni da bar, dalle trasmissioni televisive dove spadroneggiano De Filippi e Venture varie, non può essere in odor di comunismo, dove per comunismo si intende quello vero, quello che alcuni rinnegano esteriormente nel nome della concertazione e del riformismo, quello del quale, opinione chiaramente personale, forse ce ne sarebbe un gran bisogno...
ma gli interessi e le spinte interiori dei singoli individui si muovono verso orrizzonti costellati di cose futili (e fin qui niente di male, le cose inutili sono anche le più stimolanti) e, accidenti, banali...ed è nel tentativo di raccogliere consensi che la sinistra si piega su se stessa dando origine a nuovi partiti dalle connotazioni politiche poco chiare e prive di stimoli, propinando agli elettori minestre riscaldate limandone l'appetito.
Sono anche convinto, però, che sotto il tappeto dove è stata gettata la presunta polvere proprio quest'ultima continui a vivere, pronta a venir fuori ed inserirsi nella prima breccia che verrà a crearsi tra le continue anestesie mediatiche e consumistiche che ci vengono propinate, perchè condivido l'ottimistico pensiero per il quale l'illuminismo si ripropone a cicli, alternando nella storia anche i valori e le preoccupazioni che per il momento sono accantonati, nel nome dell'imprenditoria e delle pay tv...quindi non ti angosciare, pasqualino, ci siamo ancora...aldilà delle margherite e degli ulivi, dei garofani e dei crisantemi portati prematuramente...ci siamo ancora, pronti a partecipare e a modificare il corso della storia...
...chi si ricorda più del fuoco c'arse
impetuoso nelle vene del mondo,
in un riposo freddo le forme
opache sono sparse...
(Montale)
Grazia Scrivi a Grazia
Messaggio 2757 del 07.01.2009, 10:03
In ricordo della maestra d'asilo Medina Melani di San Rocco. Ho saputo che il giorno di Befana è mancata la maestra d'asilo dove andavo anch'io da piccola, Caterina Danesi; la sua lunga vita (avrebbe compiuto 97anni) è terminata proprio per l'Epifania, dopo che aveva visto molti dei suoi bambini scomparire prematuramente; adesso che non è più tra noi, desidero pubblicamente ricordarla per tutto quello che ci ha fatto, per i suoi 15 anni dedicati alla Melani, per la sua indefessa disponibilità all'Onmi del versante mineraio insieme con il dottor Foresi, come responsabile e poi dirigente dell'Azione Cattolica, come catechista. Ma io soprattutto desidero ricordarla come maestra d'asilo, e per questo le dico grazie di cuore...
LUCIA Scrivi a LUCIA
Messaggio 2756 del 07.01.2009, 09:57
IERI HO SMARRITO UNA CANINA MEZZA TAGLIA METICCIA, MARRONE CHIARO PELO CORTO HA DUE COLLARI UNO ROSSO E UNO BLU SI CHIAMA SYRIA
HA 3 ANNI è DOLCISSIMA E SI FA AVVICINARE DA TUTTI
SE QUALCUNO L'HA VISTA,E' SCAPPATA NELLA ZONA DEL FORNO, CHIAMATEMI AL NUMERO 3290133483
GRAZIE
THOR Scrivi a THOR
Messaggio 2755 del 07.01.2009, 03:28
Poveri ebrei ! Tutti contro d loro Ma vi siete accorti ? Combattono con qualsiasi arma contro i terroristi palestinesi che xo' tirano a confronto sassate I palestinesi sono li da prima d loro xo' sono invasori Gli ebrei sono odiati da sempre a destra e sinistra e in tutto il mondo Un motivo c sara' provate a pensarci Invece no ! Dobbiamo sempre ricordarci d quello che subirono e subiscono come se fossero morti solo loro e intanto sfruttano x questo stupido cieco perbenismo l' Europa e tutto il mondo Loro sono ebrei italiani ebrei tedeschi ecc ecc Non saranno mai neanche nei prossimi secoli solo italiani inglesi americani ecc ecc E' come dice quel detto che so' tutti finocchi col culo dell'altri Loro sono tutti ebrei ma se ne stanno tranquilli e sparsi x il mondo invece d andare a combattere a casa sua E intanto continueranno a sfruttare questa doppia situazione Noi continuiamo a proteggerli poverini facendoci nemici tutti gli arabi In fondo sono sul territorio palestinese solo con la benedizione nostra del dopo guerra e con un ' arsenale che a noi italiani fa arrossire Chissa' ! Magari DIO x una volta potrebbe aprire il mare al contrario come fece con gli egiziani e ripartiremmo da 1 a 1 Che i nostri politici pensino prima a gli Italiani e gli elbani all Elba UN grande saluto a tutti gli eroi che mi criticheranno
per elba nazione
Messaggio 2754 del 06.01.2009, 20:51
cara elba nazione,

ti sei dimenticata/o che chi è nato all'elba e abita per lavoro in continente (non piombino) ed è quindi residente li, quando deve venire per trovare i familiari, andare al cimitero a trovare i propri cari, paga andata e ritorno circa 140 euro.

Non mi sembra giusto e La Nera ed il Pdl di noi, se ne strafega.
E noi ce ne strafeghiamo di loro.

Saluti
Atletica Isola d'Elba
Messaggio 2753 del 06.01.2009, 20:47
Buon inizio d’anno per gli atleti elbani.



Si è svolta oggi a Borgo a Buggiano, la 1^ edizione della maratonina della Befana, gara competitiva organizzata dall’atletica Borgo a Buggiano e dalla onlus Gocce di vita, il cui ricavato sarà interamente versato ai bambini disagiati del Perù. Circa 500 gli iscritti tra competitivi e non, tra i quali anche alcuni ns atleti e amici elba.ni
E’ la prima gara del 2009 per la nostra squadra e meglio di così, non poteva iniziare l’anno: infatti Alessandro Galizzi, già noto alle cronache sportive elbane per essere arrivato 9^ assoluto al giro podistico dell’isola d’Elba del 2008, alla sua prima mezza maratona chiudeva in 1h 19’ arrivando 8^ assoluto, Fabio Borsi in una splendida forma fisica, arrivava 39^ assoluto, facendo il personale con il tempo di 1h 27’ 30” , il mitico Bobo che, non ha bisogno di presentazione, tagliava il traguardo in 1h 32’ arrivando 3^ di categoria, l’amico Giorgio Gamba, sempre al top, terminava la fatica in 1h 34’ .

Mi sembra sia il caso di dire: “pochi ma buoni”.
Complimenti a tutti!
Mauro Mitrano
P. GIANLUIGI
Messaggio 2752 del 06.01.2009, 20:37
Nel gennaio di 11 anni fa ci lasciava Ivan Graziani, cantautore straordinario, chitarrista incredibile. Mi piace ricordarlo con il testo di una tra le sue più famose canzoni, ancora attualissima, che calzerebbe a pennello a molti personaggi che guidano la politica locale...

Pigro


Tu sai citare i classici a memoria
ma non distingui
il ramo da una foglia il ramo da una foglia Pigro!

Una mente fertile dici è alla base
ma la tua scienza
ha creato l'ignoranza ha creato l'ignoranza Pigro!

E poi le parolacce che ti lasci scappare
che servono a condire il tuo discorso d'autore
come bava di lumache stanno lì a dimostrare ch'è vero
è vero non si può migliorare
col tuo schifo di educazione
col tuo schifo di educazione
Pigro!

La capra per il latte la donna per le voglie
ma non ti accorgi
della noia che ha tua moglie
della noia che ha tua moglie
Pigro!
Tu castighi i figli in maniera esemplare
poi dici siamo liberi
nessuno deve giudicare nessuno deve giudicare
Pigro!

E poi le parolacce che ti lasci scappare
che servono a condire il tuo discorso d'autore
come bava di lumache stanno lì a dimostrare ch'è vero
è vero non si può migliorare
col tuo schifo di educazione
col tuo schifo di educazione
Pigro!


PS. Sono certo che Yuri Tiberto, Ale Beneforti e Lorenzo Baldetti approveranno totalmente
ELBA NAZIONE
Messaggio 2751 del 06.01.2009, 19:44
Scusate ma non potevo esimermi dal dare una risposta al Signor La Nera, coordinatore Elbano di AN.
Il Signor La Nera si preoccupa dei "pendolari continentali impiegati nei servizi pubblici Elbani"?
Ma poverini, sono scoraggiati e demotivati......
Con i nostri soldi dovremmo creare una foresteria, - negli immobili della ex scuola della Guardia di Finanza - per tutti quei pendolari che vengono a lavorare all'Elba????
Mi scusi, ma non sarebbe meglio realizzare delle scuole per i nostri figli, dato che le attuali aule, cadono a pezzi????
Ma ci faccia il piacere......
Noi Elbani abbiamo sempre fatto sacrifici e purtroppo continuiamo a farli.
In continente non ci hanno mai considerato.
Lo chieda ai nostri pendolari, come siamo trattati noi Elbani.
Non esistono coincidenze treno - nave, vengono soppressi i servizi (vedi tratta Firenze - Piombino), le visite mediche anche le più banali devi farle a Piombino.....
Tutti questi pendolari vengono all'Elba a lavorare perchè sono stati impiegati grazie a qualche aiuto politico (che invece gli Elbani non hanno).....
Le compagnie di navigazione agevolano i cittadini della Val di Cornia con le tariffe per residenti...
(penso sia l'unico caso in Italia......)
La mattina all'arrivo della prima nave per l'Elba, sembra di assistere allo sbarco in Normandia....
Alla faccia della continuità territoriale......
Invece di pensare a queste assurdità si progetti di realizzare una foresteria per gli studenti universitari Elbani a Pisa e/o a Firenze, si pensi ad aiutare le famiglie Elbane che per gravi problemi di salute devono affrontare le spese di una degenza in un ospedale....
Ma i politici Elbani a queste cose non ci arrivano, loro ai figli sono in grado di acquistare un appartamento per gli studi Universitari e invece degli Ospedali si permettono una clinica privata.
La politica Elbana si preoccupa dello scoglio della Paolina, della foresteria per i pendolari non Elbani e della salvaguardia delle poltrone.........
MA MI FACCIA IL PIACERE...........
All' ELBA invece di politici come lei o come l'attuale presidente della Comunità Mondana (valletti al servizio della politica continentale) - servirebbe una figura di spessore con le capacità, il coraggio, la personalità e l' "Elbanità" del Signor Mantovani.
Epicuro
Messaggio 2750 del 06.01.2009, 19:40
Caro Marco,
al contrario di altri, io sono assolutamente convinto della tua buona fede.
Certo, mi piacerebbe che "il popolo di Assisi", qualche volta, scendesse in piazza anche per i massacri in Darfur, Somalia, Congo, Birmania, Cina, Tibet, Kashmir, Sri Lanka, eccetera eccetera eccetera. Poi, sarebbe bene manifestare con forza il nostro orrore ogni volta che qualche ragazzino, mussulmano, si fa esplodere in mezzo ad una folla inerme di altri mussulmani, come tutti i giorni avviene, nello stesso silenzio dei media che tu giustamente disapprovi, in Iraq, Afghanistan, Pakistan, India, Indonesia ecc. ecc. ecc.
Facci caso, caro Marco. Nel 90% dei casi di guerre e violenze tremende che insanguinano la terra, colpendo SEMPRE E SOPRATTUTTO bambini inermi, ci sono di mezzo uomini appartenenti all'Islam, una religione che, sostanzialmente, invoca la pace esattamente come tutte le altre. Ma che viene volutamente storpiata e interpretata per scopi puramente politici e di potere. Né più né meno di quello che è successo, fino a non molti anni or sono, a dire il vero, alla Chiesa Cattolica: dalle Crociate all'inquisizione ai conquistadores fino ai massacri compiuti in nome del Papa Re. Ora, parliamoci chiaro.
Tu puoi fare tutte le manifestazioni che vuoi. Israele, che comunque, almeno negli ultimi anni, ha almeno provato a trattare, se ne sbatterà come sempre i corbelli, di te, dei manifestanti e finanche dell'Onu, cosa che peraltro ha già fatto più volte. La pazienza, che già ha un limite quando sei "piccolo", tende a diminuire quando si è "grossi". E loro, come ben sai, lo sono. Mettiamola così: gli Israeliani "cattivi" possono essere facilmente tenuti a bada da una maggioranza di israeliani "buoni", all'unica condizione che i Palestinesi smettano di rappresentare una minaccia quotidiana. Ricorda che Israele è l'UNICO paese democratico di tutto il medio oriente. Perchè ciò accada, invece di manifestare contro Israele, rafforzando solo la coesione di un popolo che da millenni è abituato a difendersi dalle persecuzioni, l'unica strada percorribile è agire in aiuto dei Palestinesi "buoni". Solo rafforzando, con mirati aiuti economici e militari, gli schieramenti palestinesi moderati, i leader davvero "religiosi", la cultura della pace e della tolleranza, non solo in Palestina ma in tutto il mondo Islamico, si potrà davvero pensare ad una soluzione duratura.

Naturalmente, questa è semplice logica. Neanche impossibile da realizzare, volendo.
Nella realtà, continueranno a scannarsi all'infinito: la Pace nel Mondo, come ben sai, non c'è mai stata e mai ci sarà.
Resta un desiderio limitato a noi, favelesse senza potere... o a Katia e Valeria, candidate a Miss Italia.
Al hess andr'
Messaggio 2749 del 06.01.2009, 19:02
Vorrei fare un breve riassunto di storia mediorientale recente. Vado a memoria per cui se sbaglio, correggetemi. La Palestina è stata, ad inizio '900, un protettorato inglese.Quando gli Inglesi cominciarono a smobilitare si impegnarono ad aiutare il nascente movimento sionista ad insediarsi in quelle terre da loro rivendicate (dichiarazione di Balfour, 1917).Ed in effetti i primi insediamenti ebraici vi si stanziarono fino a culminare nella nascita (1948) dello Stato di Israele.Iniziò così lo sgombero forzato di interi villaggi di palestinesi che lì abitavano da secoli, con massacri e distruzioni. Ovviamente vi fu la loro legittima reazione supportata dalle limitrofe culture arabe: ne nacquero diversi conflitti fra i quali la guerra dei Sei Giorni, con l'occupazione illegale dei Territori, che dura tuttora, nonostante numerose condanne dell'ONU.Due riflessioni:
1- Se i sionisti avessero cercato di trasferirsi laggiù integrandosi con chi già c'era, forse non ci sarebbero stati tutti questi morti.Ma, si sa, Loro sono il popolo eletto da Dio, tutti gli altri (goym) no. Evidentemente il fondamentalismo non è solo islamico o cristiano.
2- Gli Israeliani spadroneggiano solo perché hanno militarmente alle spalle gli Stati Uniti, altrimenti sarebbero solo un misero vaso di coccio fra vasi di ferro.In Europa dovremmo capire che spalleggiare i nostri alleati israelo-americani quando bombardano la Palestina, l'Iraq o l'Afghanistan, non ci rende molto amati da quei popoli. E ne hanno anche ben donde........
Buon Anno a tutti
MOVIMENTO SOCIALE FIAMMA TRICOLORE
Messaggio 2748 del 06.01.2009, 19:00
Gaza, Romagnoli: per porre fine al conflitto il reciproco riconoscimento tra Israele e Palestina diventi un fatto sostanziale


“Ogni soluzione che veda il ricorso di guerre e occupazioni è da rigettare.
Israele da una parte e Palestina dall’altra hanno già sancito in passato un reciproco riconoscimento, che ora deve diventare un fatto sostanziale: Gerusalemme consenta alla Palestina di non vivere in continuo embargo, la Palestina sia invece capace di garantire sia la sicurezza interna sia il rispetto dello Stato confinante, prevenendo gli attacchi terroristici. Se queste due condizioni vengono rispettate, il conflitto viene risolto.
Auspichiamo perciò che ci sia al più presto una tregua tra i due Stati indipendenti, che conduca a trattative utili a stabilire un necessario equilibrio nel cuore del Medio Oriente”. Lo dichiara Luca Romagnoli, europarlamentare e segretario nazionale del Movimento Sociale Fiamma Tricolore, nel terzo giorno dell’attacco israeliano via terra nella Striscia di Gaza.
Quanto alle osservazioni indirizzate in questi giorni alla Farnesina dall’opposizione, per Romagnoli “Veltroni e i suoi accolit sono i campioni delle critiche non propositive. L’opposizione pensa forse di fare uno scudo umano nei Territori? Cerchiamo di essere seri: l’unica via d’uscita per questo conflitto che già conta troppe vittime innocenti è quella diplomatica. Per questo il ruolo dell’Italia e dell’Europa è identico e forte: contribuire al tavolo diplomatico, perché in questo scenario nessuna interposizione servirebbe alla causa della pace”.
Bruxelles, 5 gennaio 2009
ON. LUCA ROMAGNOLI
fiammastampa@libero.it
Parlamento Europeo, via IV Novembre, 149 - 00187 - Roma
x Gianmario
Messaggio 2747 del 06.01.2009, 18:06
Grazie per il filmato che mi hai dato sullo sbarco a Marina di Campo, sono riuscito ad aprire il file con altri programmi, un documento incredibile.
Ho riconosciuto, con un po' di angoscia, la casa con i muri sbrecciati dalle schegge dove è nata mia mamma al porto e le macerie in strada (via Garibaldi).
Grazie tante.
posso ricambiare con prestito di 2 libri su Teseo Tesei (uno è del 1971 di uno scrittore spagnolo, oggi introvabile)
Per Marco
Messaggio 2746 del 06.01.2009, 16:36
Caro Marco,
C'è un modo per non arrendersi alla legge del più forte e affermare il diritto internazionale, perchè non dici anche:
BASTA RAZZI SU ISRAELE
BASTA ALLA STRUMENTALIZZAZIONE DEI BAMBINI PER FARLI DIVENTARE SOLDATI DI HAMAS
BASTA PER HAMAS NASCONDERSI NEGLI EDIFICI CIVILI ED UTILIZZARE AUTOAMBULANZE COME MEZZI DI TRASPORTO TRUPPE
BASTA LA GUERRA SANTA CONTRO ISRAELE E TUTTO IL MONDO CRISTIANO

Un saluto da grigolandia
robbaccia
Messaggio 2745 del 06.01.2009, 16:29
E' RISAPUTO CHE QUALUNQUE GUERRA IN NOME DI DIO EQUIVALE AD UN BANALE PRETESTO TESO AD OCCULTARE ALTRE RAGIONI, SICURAMENTE MENO NOBILI. NON CHE IL FATTO DI INVOCARE DIO POSSA GIUSTIFICARE UNA GUERRA O AD ATTRIBUIRLE "NOBILI" PRINCÌPI. ASSOLUTAMENTE NO. LA QUESTIONE E' CHE DIO PROPRIO NON C'ENTRA. MAI. IN ISRAELE E IN PALESTINA, ANTICHE E ANCHE PIU' RECENTI VICENDE STORICHE, SONO RIUSCITE ORAMAI AD INNESCARE MECCANISMI TALMENTE COMPLESSI, A DAR VITA AD INTRICATISSIME DINAMICHE POLITICHE E SOCIALI TALI DA RENDERE PRESSOCHE' IMPOSSIBILE, OGGI, POTER RISALIRE CON AUTENTICO ED OBIETTIVO SENSO CRITICO ALLE RAGIONI CHE STANNO MARTIORANDO IL MEDIO ORIENTE. UNA GUERRA INFINITA ATTORNO ALLA QUALE, LA COMUNITA' INTERNAZIONALE, RESTA O VUOLE RESTARE IMPOTENTE. L'ONU, GLI U.S.A., LA STESSA UNIONE EUROPEA, NON SONO MAI STATI CAPACI DI MEDIARE O NON L'HANNO VOLUTO SERIAMENTE FARE. E QUELLA POVERA GENTE, LAGGIU', LONTANA DAL NOSTRO BENESSERE, CONTINUA E CONTINUERA' A MORIRE ... E PER CHISSA' QUANTO TEMPO ANCORA .
MARCO Scrivi a MARCO
Messaggio 2744 del 06.01.2009, 16:01
x l' amico senza nome che ha mandato questo messaggio


LA STUPIDITA' UMANA... NON HA LIMITI
Messaggio 2663 del 06.01.2009, 09:44


E' dieci giorni che scrivo sull' attacco dell' esercito ultratecnologico israeliano alla popolazione della striscia di Gaza, compresi vecchi, donne,bambini.
L' atrocita', la disumanita' di questo attacco e' tale ed evidente nonostante la propaganda di parte della Rai, mediaset , corriere ecc. che la mobilitazione si estendera' e potro' smettere di annoiarvi perche' probabilmente altri cominceranno ad occuparsene.
Ho scritto troppo e quindi ripetero' anche cose gia' dette,ma voglio rispondere alla domanda che mi e' stata posta. Cosa farei io?
La questione ebrea-palestinese e' piu' vecchia di me e la situazione attuale e' il risultato di azioni passate di ambo le parti che non condivido.
Ora comunque e' intricata, violenta, disumana non facile da risolvere, ma l' unica strada percorribile e' eliminare la violenza, per chi crede che la nonviolenza sia una cosa bizzarra, fuori dal mondo, almeno limitare la violenza, smettere le stragi, curare i feriti, seppellire i morti, non sparare sulle ambulanze.
Eliminare, ridurre la violenza e' l' unica strada possibile.
X Bugliolo
Messaggio 2743 del 06.01.2009, 15:52
Caro Bugliolo, il tuo post è bellissimo e fa veramente riflettere. Purtroppo nella natura umana l'odio è latente e nei casi in cui viene fuori, dobbiamo farci i conti.
Buona Befana.
marco Scrivi a marco
Messaggio 2742 del 06.01.2009, 15:39
NON SI PUO' RIMANERE A GUARDARE

C'è un modo per evitare il massacro di civili. C'è un modo per salvare il popolo palestinese. C'è un modo per garantire la sicurezza di Israele e del suo popolo. C'è un modo per dare una possibilità alla pace in Medio Oriente. C'è un modo per non arrendersi alla legge del più forte e affermare il diritto internazionale:

CESSATE IL FUOCO IN TUTTA L'AREA
RITIRO IMMEDIATO DELLE TRUPPE ISRAELIANE
FINE DELL'ASSEDIO DI GAZA
PROTEZIONE UMANITARIA INTERNAZIONALE

Facciamo appello a chi ha responsabilità politiche e a chi sente il dovere civile perché sia rotto il silenzio e si agisca. Le Nazioni Unite e l'Unione Europea escano dall'immobilismo e si attivino per imporre il pieno rispetto del diritto internazionale
L'Italia democratica faccia la sua parte.
Le nostre organizzazioni si impegnano, insieme a chi lo vorrà, per raccogliere e dare voce alla coscienza civile del nostro paese.

ACLI, ARCI, LEGAMBIENTE, CGIL, AUSER, LIBERA, RETE LILLIPUT, Associazione ONG Italiane - Piattaforma Medio Oriente, Fondazione Angelo Frammartino, Beati i Costruttori di Pace, FIOM, CGIL Funzione Pubblica, Un ponte per…, AIAB, CIES, GRUPPO ABELE, CIPAX - Centro Interconfessionale per la pace, Donne in Nero, A Sud, FAIR, Fairtrade Italia, Forum Ambientalista, UCODEP, Terres des Hommes International, Armadilla Onlus, SDL Intercategoriale, Tavola Sarda per la pace, Famiglia di Angelo Frammartino, Luigi Ciotti, Flavio Lotti, Luciana Castellina, Giuliana Sgrena, Enzo Mazzi - Isolotto Firenze, Luisa Morgantini, Vittorio Agnoletto, Giovanni Berlinguer, Sergio Staino, tanti gruppi locali, docenti, amministratori locali, pacifisti e pacifiste, cittadini e cittadine….
bugliolo
Messaggio 2741 del 06.01.2009, 14:39
Dio è morto proprio per questo, ha sacrificato la vita per un nobile scopo, per una causa degna, per far sì che finalmente regnasse nel mondo la pace, non solo nei cieli, ma anche qui sulla terra.
E' triste ed amaro , credo anche per un Dio, scoprire di essere nato e morto proprio per nulla.
Se dovessimo giudicare ora, in base ai risultati conseguiti, e paragonandoli alle sofferenze ed al sacrificio della sua vita , arriveremmo fatalmente all'inevitabile conclusione che mai uomo al mondo si sia sacrificato più inutilmente.
Non solo la pace non è ancora di questa terra, ma neppure si è sconfitta la sofferenza fisica e morale, la fame, il dolore, il male, l'odio tra le genti. Stranamente ed al contrario, questi si sono potenziati con il crescere della popolazione, e poi, modernamente, si sono globalizzati, al pari e meglio dell'economia hanno conquistato il mondo.
Quel "povero Cristo" davvero non ha avuto un minimo risultato a fronte del suo nobile sacrificio. Ha conseguito maggiori risultati la nostra umana ingratitudine.
Nascesse oggi in Palestina, a più di 2000 anni di distanza, sarebbe per necessità costretto a vedere la luce in un bunker, per proteggersi dalle bombe.
La sua nascita sarebbe illuminata non dal tenue chiarore di una stella cometa ma dall'accecante bagliore di un kalashnikof .
E sempre triste la morte, lo è quella di ogni uomo.. Ancor più triste è la morte di chi sa di morire per nulla, semplicemente per destino, o per la volontà di un Dio. Se un uomo fatica a riconoscere i propri insuccessi provate a pensare come possa sentirsi un Dio posando qui il suo sguardo 2000 anni dopo.
Che salva l'uomo dalle sue malvagità e redime spesso la sua coscienza non è la confessione o il rimorso, ma è l' esistenza stessa di un Dio da poter incolpare dei propri peccati o in nome del quale poter combattere, odiare o uccidere un nemico.
E in Palestina ancora ci si uccide , spesso non solo in nome degli uomini ma anche in nome di un Dio.
Pianosa... DELENDA EST
Messaggio 2740 del 06.01.2009, 14:04
I NUOVI BARBARI



In una recente cronaca sui danni causati dal maltempo a Pianosa, Fabrizio Prianti fa trasparire, pur nell’asciutta obiettività del giornalista, l’amore che lo lega all’isola piatta, il cui stato di abbandono – è facile intuirlo – non riesce a digerire. In effetti è difficile dargli torto : la condizione di degrado è a conoscenza di chiunque l’abbia esplorata ed è percepibile perfino da chi, come me, c’è stato una volta sola.
La mancata soluzione di molti problemi, che in un decennio si sono sedimentati uno sopra l’altro, appare quasi come una strategia per ingrossare le fila di coloro che vorrebbero il ritorno del carcere o di coloro che, demenzialmente, sognano di costruirci alberghi esclusivi per vip.



All’incuria imperante oggi si aggiungono le conseguenze rovinose di piogge e mareggiate che, come Prianti mostra nelle sue nitide immagini, hanno provocato guasti e crolli di importanti architetture antiche, villa romana compresa. A proposito di quest’ultima vorrei precisare che ad ‘accarezzarla’ sono stati non solo avversi elementi naturali, ma anche le mani degli uomini ( o delle donne, per par condicio ). Per essere meno sibillino cito due brani molto significativi, mutuandoli da lettere inviate tempo fa alla stampa da importanti organismi e associazioni nazionali e internazionali quali la Federazione Amici dei Musei, il Forum Unesco, Italia Nostra e Legambiente :
“Com’è noto, il complesso protoimperiale conosciuto come ‘I Bagni di Agrippa’ sorge a contatto con il mare sulla costa orientale dell’isola di Pianosa. Ritenuta da tutti un piccolo gioiello di eccezionale valore storico-archeologico, la villa era composta di un teatro e di ambienti residenziali e termali, in cui spiccavano il caratteristico opus reticulatum e pavimenti musivi. Nel 7 dopo Cristo vi fu esiliato Agrippa Postumo, nipote di Augusto. Negli anni successivi la villa conobbe sia la ‘relegatio’ di Agrippa Postumo, sia gli intrighi imperiali che portarono alla sua uccisione ( 14 d.C. ) e alla consacrazione di Tiberio”.



“Quella piccola perla a nostro avviso non c’è più. Essa è stata resa irriconoscibile da un ‘restauro’ eseguito con finanziamenti pubblici sotto la direzione ‘scientifica’ di funzionari pubblici. Il complesso archeologico ha subito una manifesta alterazione dell’aspetto originario, la cui conservazione è raccomandata peraltro da ogni Carta del Restauro, nazionale o internazionale. I deleteri effetti prodotti dall’intervento sono di un’evidenza lapalissiana e non occorre essere specialisti per comprenderne la portata : è stato usato ad abundantiam cemento industriale che ha prodotto esiti forse irreversibili; è stato creato un insieme di ruderi banali in cui spicca un opus indefinibile e in cui i mosaici sono incastonati in incredibili cornici plumbeo-cementizie”.
Quello della villa di Agrippa Postumo è uno dei tanti, grossi problemi che affliggono l’isola del diavolo e che potrebbero essere risolti mediante una più sentita concertazione fra Istituzioni e popolazione. Se così avverrà, diminuiranno automaticamente gli appetiti indebiti e, altrettanto simultaneamente, crescerà la convinzione che Pianosa è irrinunciabile per il Parco allo stesso modo in cui il Parco è irrinunciabile per Pianosa.

Michelangelo Zecchini
Befana
Messaggio 2739 del 06.01.2009, 13:03
Scusatemi, è la vecchiaia, fra quelli che hanno collaborato al mio arrivo c'è anche l'associazione "li bamboli" scusatemi per l'omissione, ma stamani un m'hanno dato le goccioline di fosforo.
A proposito, ho visto un post dalla Città del Vaticano, ma habemus papam .....bono o è una papessa? La papessa di prima tanto bona unn'era.
Capoliverese
Messaggio 2738 del 06.01.2009, 12:14
X BORIOSI
Lo dico sempre anch'io....la mi nonna invece diceva:Chi di gallina nasce in terra raspa. Ed a buon intenditore....
Certo alcuni giovinotti non sanno la loro vera stirpe e si danno arie da far riscontro !!! Mamma che corrente, chiudi l'uscio !!!
PER I BORIOSI
Messaggio 2737 del 06.01.2009, 11:58
Il mi nonno diceva sempre di persone che si davano grandi arie: E' dì, tanto è figliolo di GNOGNERO!
Non si offendano i genitori, tutte brave persone, ma i figli ci fanno sbellicà da ride.
Come vorrei che fose quì il mi nonno.
Befana
Messaggio 2736 del 06.01.2009, 11:31
Oggi alle ore 15 arriva a Capoliveri la Befana, organizzata dall'Amministrazione Comunale in collaborazione con l'Associazione Culturale Giuseppe Verdi, il Centro Giovani "L'Aquilone" e l'architetto Leonello Balestrini, per donare a tutti i bambini Capoliveresi la tradi zionale calza.

PER QUELLO CHE VUOLE AIUTARE IL NUOVO:
Invitiamo tutti coloro che oggi andranno a sistemare i cipressi, ad entrare nel cimitero, restaurato e reso a nuova dignità da questa Amministrazionw che non lavora. Vi siete ricoperti anche questa volta!
capolierese
Messaggio 2735 del 06.01.2009, 10:46
Non è obbligatorio leggere i messaggi dei capoliveresi, se non vi va saltateli e basta, come io salto quelli che scrivono da altri paesi. ci manca solo che un si possa nemmeno scrive, sta a vede che ci metteremo una patata in bocca per un davvi noia.
x Carlo
Messaggio 2734 del 06.01.2009, 10:41
Celebrazioni TESEO TESEI: Aiutiamo i Marinai d'Italia della locale sezione.
i 2 ragazzi dei Marinai d'Italia con cui parlai 2 mesi fa mi hanno detto dell'intenzione di festeggiare degnamente Tesei durante le consueta giornata dedicata alla Marina.
Quindi Tesei non è stato dimenticato.
In qualche modo è sempre stato "festeggiato" quel giorno, i marinai tutti gli anni invitano alla Messa o al concero bandistico o a pranzo come "madrina" una donna della Famiglia Tesei.
Da alcuni anni è Lucia Tesei, cugina di primo grado, un'arzilla 80enne molto simpatica che abita d'estate proprio nella casa dove nacque Teseo. Tutti i pomeriggi beve il thè alla Marconi e in quache occasione mi ha parlato di Tesei e del suo intimo amico Piccagli.
Forse invitare anche un parente di Italo Piccagli, anche lui classe 1909, sarebbe un omaggio incredibile per Tesei.
Per il 2009 è intenzione dei marinai campesi di fare di più... però mi dicevano che il problema è sempre il solito... nessuno effettua donazioni per i festeggiamenti.
La polemica chiudiamola adesso tra foresti e residenti.
Impegnamoci per fare una degna celebrazione nella data che i Marinai d'Italia fisseranno.
La sede dei Marinai d'Italia sappiamo tutti dov'è... in Piazza dei Granatieri... qualche euro o una proposta di aiuto possiamo sempre offrirla ai marinai campesi.
Paolo Franceschetti
Città del Vaticano
Messaggio 2733 del 06.01.2009, 10:27
Tranquilli Capoliveresi !!! Non sforzatevi più a giocare al totosindaco. Non bruciate e non azzardate più nomi a caso e a più non posso......nessuno di quelli citati sinora sarà il candidato anti Ballerini....Tranquilli..Tranquilli:
Habemus Papa.....e anche bono..........Amen.
BASTA RIBELLATEVI!
Messaggio 2732 del 06.01.2009, 10:20
Diciamo la verità: in questi ultimi anni molti di noi, in cuor nostro, abbiamo sperato che l'arroganza, la sicumera e la pretesa superiorità morale degli eredi del PCI prendessero una bella lezione dalla storia. Questo è avvenuto e siamo paghi. Ma ora basta, il troppo stroppia!
Così non c'è più gusto. Non è possibile che quello che fu il "glorioso partito di Gramsci, Togliatti e Berlinguer” si sia ridotto così: una compagnia d'avanspettacolo che tutti i giorni mette in scena una farsa in ogni piazza d'Italia.
Mandate a casa la Margherita e cercate di fare una sinistra vera, riformista e democratica!
L'Ombra
Messaggio 2731 del 06.01.2009, 10:02
LA STRAGE DI GAZA

germana Scrivi a germana
Messaggio 2730 del 06.01.2009, 09:45
frown
Ciao Andrea
LA STUPIDITA' UMANA... NON HA LIMITI
Messaggio 2729 del 06.01.2009, 09:44
L'amico MARCO ci fa notare, attraverso un articolo "dell'Unità (naturalmente)", che Israele fa uso di bombe "illegali", questo è il problema!!!
Ma la guerra allora a cosa serve? E' tutto chiaro, bisogna ammazzare la gente in modo legale, con bombe autorizzate e con... intelligenza per essere in regola con le convenzioni. I Palestinesi invece sono in regola, i missili che lanciano sulle città ebraiche, che colpiscono case, scuole, asili ecc..., sono legali e sopratutto benefici, smovuono l'aria e creano un bel diversivo per la gente... I cattivi sono gli Ebrei quando alla fine si Inc....no, i soliti cattivi che non fanno mai abbastanza per la pace no?
Nel 2005, usando la forza contro i loro stessi coloni, hanno liberato la striscia di Gaza dando fiducia ai Palestinesi e avviando un concreto passo verso la pace, all'improvviso, forti di nuovi missili iraniani e di più luga gittata, gli amici della pace e del quieto vivere, hanno ricominciato!!!
Perchè qualcuno, invece di criticare l'uso delle bombe illegali, non ci dice cosa farebbe lui?

P.S. la guerra ha un solo fine e per raggiungerlo tutto è lecito, visto che ESSA STESSA è illegale!
Mirella
Messaggio 2728 del 06.01.2009, 09:21
shocked
FETOVAIA - SPIAGGIA DISASTRATA E RAGGIUNGIBILE SOLO IN VOLO!!!

Durante queste feste sono venuta all'Isola d'Elba per passare qualche giorno di pace con mio marito.
Vengo abbastanza spesso nella vostra bellissima isola (non vivo molto lontana, solo poche ore di macchina) ma questa volta sono rimasta veramente impressionata dalla situazione del lungomare di Marina di Campo e della spiaggia di Fetovaia.
La situazione del lungomare è stata già trattata vedo e io vorrei fare presente la situazione di desolazione della bellissima baia di Fetovaia.
Sono scesa verso il mare e ho trovato tonnellate di alghe sulla spiaggia e immondizia arrivata dal mare in quantità impressionante.
Per raggiungere la spiaggia poi non esiste più il ponte (mi hanno detto che lo ha portato via il mare), questo vuol dire che con il torrente che corre ...... la spiaggia non si raggiunge se non in volo!!!
Non aggiungo altro, spero che il Comune faccia qualcosa presto, mi ha rattristito davvero l'immagine che ho visto.

Cordialmente.
Mirella (Pisa)
Carlo Dotto
Messaggio 2727 del 06.01.2009, 08:53
Caro il mio ADE, di sicuro ci si conosce anche, e peccato che tu non abbia messo il tuo vero nome, sennò te lo dicevo di persona. Certo, la politica non centra nulla in tutto ciò ed infatti io mi riferivo alla dimenticanza della commemorazione. E francamente mi importa una se@a se a dimenticarlo sia stata questa o quella giunta. Il problema vero è che gli unici due a rispondere siano stati due “foresti” come dici Tu, uno di Roma e uno di Milano. Mentre Tu, sicuramente elbano doc , te ne sei bellamente battuto gli zebedei fin quando, dopo aver letto su questo blog o su qualche giornale la notizia, ti sei svegliato ed hai cominciato a tuonare. Spero anche che Teseo Tesei non abbia avuto qualche parente non Elbano, altrimenti la Tua stima e il Tuo fervore nei suoi confronti potrebbero affievolirsi.
PS
Quando ero in Marina, un giorno visitai il museo di La Spezia dedicato alla marineria italiana. C’è un angolo dedicato a Teseo Tesei con i suoi effetti personali e alcune delle sue lettere. Fra queste spicca quella scritta alla madre da consegnarsi in caso di morte in battaglia. Questo vuol dire che i valori che accomunavano personaggi di estrazioni politiche diverse, cito per esempio Pertini che in questi giorni ho sentito contrapporre a Tesei in una gara di piazze e strade intitolate, non sono minimamente da mettere in correlazione con quelli finti e d’immagine dei giorni nostri. Tanto meno li si può relegare a portabandiera di colori per far scannare giovani d’oggi.
Teseo Tesei va ricordato perché ha dato la vita per garantirci un futuro tranquillo. Ma se avesse saputo qualcosa del futuro, specialmente del suo Paese, probabilmente avrebbe mandato un bel certificato medico come si usa oggi quel giorno, invece di spolettare “a zero”.
Diabolik
Messaggio 2726 del 06.01.2009, 08:32
Mi voglio soffermare sul botta e riposta che vede da un pò di tempo i simpaticissimi Capoliveresi, alcune volte le vs dichiarazioni sono anche simpatiche ma alcune volte andate a mettere il famoso dito nella piaga.
Ricordatevi che questo non è il modo per cercare di risolvere i provlemi del vs paese, ma probabilmente è il modo di riuscire a spaccare qualcosa di nuovo che vuole il nuovo, allora ha ragione chi ha scritto - meno scritti e più a lavorare per il paese. Scusate l'intromissione ma volevo dare una mano a chi vuol rinnovare. Grazie e di nuovo scusate
I CIPRESSI DELCIMITERO
Messaggio 2725 del 05.01.2009, 23:52
SI INVITANO TUTTI COLORO CHE VOGLIONO PARTECIPARE DOMENICA MATTINA A TROVARSI PRESSO IL PARCHEGGIO DEL CIMITERO PER PROVVEDERE ALLA SISTEMAZIONE DEI CIPRESSI LUNGO LA STRADA.
ABBIAMO DECISO DI FARLO NOI CITTADINI CON I NOSTRI MEZZI VISTO CHE IL COMUNE NON PROVVEDE, E' UNA VERGOGNA VEDERLI COSI' RIDOTTI, TUTTI PIEGATI. GRAZIE PARTECIPATE
Alessandro Dini
Messaggio 2724 del 05.01.2009, 22:24
Questo pomeriggio a Marina di Campo, nella via principale del Paese, ha avuto un malore ed è morto un caro amico, Andrea Nomellini.
Pensionato, sempre gentile ed amabile con tutti, non ha avuto la fortuna di essere soccorso, neanche da un medico qualsiasi, speriamo già impegnato con altri pazienti e nemmeno la possibilità di essere trasportato urgentemente in ospedale, perchè l'ambulanza era già impegnata.
E' morto sul marciapiede, con qualche amico che cercava di fare il possibile per salvarlo.
Forse il freddo è stato più forte di lui.
Magari con un'assistenza più appropriata sarebbe ancora con noi.

Ciao Maestro
soloxlelba
Messaggio 2723 del 05.01.2009, 22:05
Concordo...a Capoliveri avete rotto al resto dell'isola.
A tutto c'è un limite.

Ribadisco anche ..
Giobbe da Cosmopoli Sindaco del Comune Unico dell'Elba
Saluti
Nemmeno io
Messaggio 2722 del 05.01.2009, 20:03
Nemmeno io sono stato invitata. E, per dirla con Faletti, ne sono fiera. Ora ce l'hanno co' le pance e i maglioni rossi- I maglioni, per favvi contenti, ce li compramo tutti leopardati. Quanto a pance, puppe, culi e zampucci siamo messi tutti molto bene. La Bruni è andata in Francia, a Capoliveri bisogna piglià quel che passa il convento.
pogodibono
Messaggio 2721 del 05.01.2009, 19:50
..... Ma pensate un pò "che robbe" che ci sò a Capoliveri. S'attaccano a tutto!! Ogni cosa, a Capoliveri, dalla più insignificante a quella decisamente importante, è oggetto incontrastato di diatribe e continue strumentalizzazioni a sfondo politico con reciproci e feroci attacchi. Un patetico scenario che, IN OGNI MOMENTO, ma specialmente a ridosso delle elezioni, si ripropone puntualmente senza lasciare scampo. Avete proprio scassato i co......ni. Ma fatevi piuttosto un bello "sciacquo di malva".
La Befana di tutti
Messaggio 2720 del 05.01.2009, 19:28
Una Befana diversa

Da sempre Si è raccontato ai nostri figli più piccoli la favola della Befana …….
I Re Magi stavano andando a Betlemme per rendere omaggio al Bambino Gesù. Ma giunti in prossimità di una casetta decisero di fermarsi per chiedere indicazioni sulla direzione da prendere.
Bussarono alla porta e venne ad aprire una vecchina. I Re le chiesero se sapeva la strada per andare a Betlemme perchè là era nato il Salvatore. La donna che non capiva dove stessero andando i Re Magi, non seppe dare loro nessuna indicazione.
Ma dopo che i Magi se ne furono andati, la donna capì che aveva commesso un errore e decise di unirsi a loro, ma nonostante li cercasse per ore ed ore non riuscì a trovarli e allora fermò ogni bambino per dargli un regalo nella speranza che questo fosse Gesù Bambino
.

Questo anno vorremmo che si raccontasse loro che stanotte, sera dell'Epifania, la simpatica vecchietta a nome di tutti i bambini del mondo si recherà simbolicamente dove si combatte un’assurda guerra tra palestinesi ed israeliani, là ci sono migliaia di bambini impauriti che soffrono, con facce che parlano raccontando storie incredibili , storie tremende che traspaiono dentro quegli occhi spauriti , facce tanto più vere delle labili parole di noi adulti che, mentre loro scappano dalle bombe, noi culliamo amorevolmente i nostri figli circondandoli di mille attenzioni .
E proprio perché non sono storie incredibili, bensì vere, che l’Epifania a tutti quei bambini che si sono salvati con la loro forza di vita porterà in dono quello che noi offriremo...un pensiero di pace con tutta la forza di cui siamo capaci.
Anzi di più : con quella specie di fede che è l’unico combustibile capace di fare in modo che tutti questi bambini non abbiano a pentirsi, prima o poi, di avercela fatta, quel giorno maledetto.........
Domani è Befana….. ricordiamoci di loro!

Giobbe
x x non sono stato invitato
Messaggio 2719 del 05.01.2009, 18:59
Non voglio entrare in polemiche sterili, ma io per esempio non sono mai stata invitata, provami il contrario se ci riesci e smentiscimi pubblicamente firmandoti. I venti gatti sotto il tendone non avevano bisogno di inviti, ma se permetti non si va a bere senza essere stati chiamati. Chi, come me, non frequenta la piazza, anche se avesse voluto partecipare, come avrebbe fatto? L’omino col pancione rosso è qui a casa e l’ho salutato al posto tuo. Ma voi specchi ne avete a casa vostra? Se per amministrare bisogna essere anche belli e ben fatti, allora non saprei a che santo rivolgermi. Spero che la Befana ti porti pochi dolcetti... non perchè sei stato/a cattivo/a... ma per la linea!!! Attenzione alle calze mettetele belle grosse al camino che ci stia almeno un burattino. Mirella.
MARCO Scrivi a MARCO
Messaggio 2718 del 05.01.2009, 18:38
DAL FRONTE DELLA GUERRA SENZA PROFUGHI.... PERCHE' NESSUNO PUO' SCAPPARE DA GAZA, NE' VERSO L' EGITTO, NE' VERSO IL MARE...
DAL SITO DEL QUOTIDIANO L' UNITA
Bombe al fosforo, vietate, lanciate da Israele su Gaza

Sembrano un macabro fuoco d'artificio ma sono le bombe al fosforo di cui Israele sta facendo largo uso durante l'avanzata terrestre. Sono vietate dalla Convenzione di Ginevra, come le cluster bombs utilizzate da Tshal nel Sud del Libano. Anche questa volta Tel Aviv nega di aver usato munizioni illegali contro la popolazione. Per il Libano alla fine lo ha ammesso.
X ADE
Messaggio 2717 del 05.01.2009, 18:35
Caro Ade,
nessuna voglia di polemizzare ma solo di puntualizzare il pensiero di un foresto.
1) in Italia ci fu l'8 settembre che di fatto, nella nostra storiografia, ha diviso in 2 il paese.
2) questo ha comportato che si cercasse di dimenticare e rimuovere chi combattè la guerra "perduta" celebrando con eccesso il mito resistenziale l'Italia "vittoriosa".
3) questo oblio è valso non solo per Teseo Tesei ma per tutti i militari italiani ante '43 e persino per i partigiani monarchici o repubblicani non comunisti (vedi i partigiani trucidati della Osoppo da parte di partigiani comiunisti per esempio).
4) Per questo ho scritto di "divisa sbagliata", la stessa indossata da mio nonno, anche lui ufficiale di sala macchine, quindi non per me evidentemente, ma per la storiografia ufficiale che per troppi anni ha steso l'oblio persino sugli eroi italiani celebrati e rispettati in altri paesi ma non in Italia.
Tanto per chiarire meglio il mio pensiero ti ricordo che Durand De La Penne sarà cavallerescamente decorato dall'ammiraglio inglese Morgan, il comandante della nave Vallant che De La penne affondò ad Alessandria.
La sintesi di un blog può averti indotto a male interpretare le mie idee su Teseo Tesei.
E quando parlo di valori a cui attingere mi riferisco a qull'idealismo antimaterialista proprio di Tesei, quell'idealismo che in una località turistica ahimè è un po' difficile ritrovare ai giorni nostri.
Di questo ne converrai anche tu.
saluti
Paolo Franceschetti
gigi
Messaggio 2716 del 05.01.2009, 18:02
CARO FRANCESCO NON PENSO CHE TU SIA UN INGENUO
SICURAMENTE UNA PERSONA PERBENE E NON COME QUELLI CHE HANNO ROTTO I VASI LA NOTTE DI SABATO!
E VA BE' IN GIRO C'E' DI TUTTO !
CHIESAIOLA
Messaggio 2715 del 05.01.2009, 17:45
Io ero alla messa e sono passata di piazza. Ho brindato con tutta quella bella gente, la mi' gente, miei paesani, gente onesta perbene e simpatica, giovani, vecchi e di mezzaetà. E' stata una bella iniziativa, semplice e carina e anche raffinata. Rifatela che ci ritorno volentieri.
la pace sia con voi
Messaggio 2714 del 05.01.2009, 17:35
Dieci repliche per ogni commedia e i teatri sempre pieni, altro che parenti! E poi li hai contati bene l’attori. Uhh come ti rode….o goditi la vita!
X non sono stato invitato
Messaggio 2713 del 05.01.2009, 17:04
MI RISULTA CHE L'APERITIVO SIA STATO OFFERTO A TUTTI; TANTI INVITATI E TANTISSIMI PASSANTI;
PURTROPPO NON CREDO CHE POTESSERO CHIAMARE DIRETTAMENTE TUTTI E LA PIAZZA ERA IL POSTO PER CERCARE DI COINVOLGERE PIù PERSONE POSSIBILE.
SE A TE RISULTA CHE ERANO SOLO I FAMILIARI DEGLI ORGANIZZAZTORI, RICORDATI CHE ALLORA ERANO SEMPRE DI PIù DEI 20 GATTI CHE SONO ANDATI IN PIAZZA LA NOTTE DEL 31/12 SOTTO IL TENDONE.
Lì SI CHE AVEVANO CHIAMATO PROPRIO TUTTI.
SALUTI ALL'OMINO COL PANCIONE E IL MAGLIONE ROSSO.

CIAO
DAVANTI ALLA TV
Messaggio 2712 del 05.01.2009, 16:54
ORE 19,42 : CASSA NUMERO 3 SUPERMERCATO CONAD PORTOFERRAIO: UN ANZIANO FA LA SUA MISERA SPESA DI COSE ESSENZIALI , E UN PO'DI CIBO PER IL SUO GATTINO. LA SOCIAL CARD PER LA QUALE HA ATTESO CIRCA 2O GIORNI TRA VARI UFFICI E'SCARICA. LA CASSIERA, QUASI PIU'DISPIACIUTA DI LUI, GLIELO COMUNICA, E LUI MESTAMENTE RIMETTE LA ROBA IN UN CESTO VICINO ALLA CASSA. INTORNO UN SILENZIO GELIDO, PIU'DEL FREDDO ALL'ESTERNO.
ORE 19,42 RAI UNO: UN IMPOMATATO PRESENTATORE URLANTE CONSEGNA 100.000 EURO DI PREMIO DENTRO UN PACCO A UNA FORMOSA E PLATINATA BIONDA , CHE HA AVUTO IL GRANDE MERITO DI SCEGLIERE IL PACCO DELLA LOMBARDIA INVECE CHE QUELLO DELLA LIGURIA . OVAZIONE TRA IL PUBBLICO.
LA SIGNORA DICHIARA CHE CI FARA'CINQUE O SEI CROCIERE DI LUSSO, E IL RESTO IN PELLICCE E GIOIELLI.
W L'ITALIA ....IN ATTESA DEL PROSSIMO GRANDE FRATELLO.
CALENDARIO 2009
Messaggio 2711 del 05.01.2009, 16:50
IL CALENDARIO DELLA FESTA DELL'UVA

L'ASSOCIAZIONE 'GIUSEPPE VERDI' HA FESTEGGIATO IL DECENNALE DI UNA LUNGIMIRANTE ATTIVITA', CAPACE DI FARE DELLA STORIA UNA RICCHEZZA

Tradizioni e immagini, attraverso le quali sembra quasi di toccare e di percepire i colori e i sapori della Festa dell’Uva. Questo il modo – originale e azzeccato – che è stato scelto dall’associazione culturale Giuseppe Verdi per impaginare il calendario 2009 , su progetto di Lorenzo Greco e Filippo Boreali
Una storia iniziata il 24 gennaio del 1996. “I soci fondatori, e in particolare il primo presidente, Michelangelo Venturini avevano capito che il cambiamento del tessuto sociale di Capoliveri, da minerario –agricolo in turistico, rischiava di disperdere le tradizioni che da sempre avevano caratterizzato la vita del paese. Da qui sono nate le idee che hanno messo meglio in risalto, attraverso rievocazioni storiche e di costume, la vita e la storia dell’antico borgo elbano".
Una storia che culmina nella Festa dell’Uva, che si è celebrata anche quest’anno con un successo di pubblico davvero esaltante.
Quando tramonta il sol
Messaggio 2710 del 05.01.2009, 16:44
Non c'erano solo parenti, c'erano anche i colossi economici locali. Sono preoccupato perchè l'imprenditori sono quelle persone che hanno fiuto e sanno vedere meglio di tutti l'altri dove tira il vento.
Mirno
Messaggio 2709 del 05.01.2009, 15:29
Visto che nella lista degli indirizzi Ip dei pos, ce ne sono tanti che provengono da "piazza del cavatore, 1".
Omino col pancione e il maglione rosso,
non sarebbe meglio lasciar stare internet e lavorare un pò di più, ?!.
-152
rhino
Messaggio 2708 del 05.01.2009, 15:23
Il giusto e lo sbagliato, il male e il bene...tutto questo, lo sappiamo, varia con i nostri spostamenti geografici e morali, religiosi e culturali...
la coscienza, che troppo spesso consideriamo come un'entità a sè stante, è in gran parte costruita sui pilastri della cultura e dell'etnia alle quali appartiene l'essere umano...e viene da porsi alcune domande...
la prima che viene istantanea è quella sul significato della lotta, della sopraffazione e della guerra...cose lontane dal rispetto e dall'amore per il prossimo, ma aimè istntive...altrimenti non si spiegherebbe il perchè in millenni di storia non vi siano periodi, anche brevi, dove i massacri non siano esistiti...
probabilmente caino nel suo pellegrinare biblico di villaggio in villaggio ha prolificato più di quanto possiamo pensare, o forse proprio l'aggressività è una caratteristica che la natura ci ha fornito in maniera così spiccata per motivi legati alla sopravvivenza e all'evoluzione della razza umana...
..forse l'universo è realmente a noi indifferente e tutto il resto è nella nostra testa...
...non so, ma sicuramente tutti gli inviti alla bontà nel periodo natalizio sanno di logoro e di stantio, suonano moneta falsa alla più piccola riprova...
...o forse è solo una mia impressione, forse misuro gli altri con il mio stesso metro e ne traggo conclusioni generalizzando il tutto...
..ma è proprio il forse, il può darsi e tutto ciò che preclude il dubbio che mi piacerebbe trovare nelle opinioni altrui, mentre invece siamo sempre così convinti...

sempre...
non sono stato invitato
Messaggio 2707 del 05.01.2009, 15:00
Paese mio fa gli auguri di buon anno ai capoliveresi e nessuno ne sa nulla? Hanno fatto gli auguri a chi gli è parso e piaciuto, non alla cittadinanza, e per non fare un flop si sono portati dietro familiari, cani, gatti, befane, babbi natale e chi più n’ha più ne metta. A differenza del vostro comportamento (vedi festa dell’uva, dal primo mandato di Ballerini) io per esempio ci sarei venuto a fare l’aperitivo, ma non lo sapevo.

Riflettete, da queste piccole cose si capisce come vorrebbero amministrare, alla loro maniera, come sono avvezzi, NOI e solo NOI gli altri non contano nulla. Sarà il caso che vi contiate fra di voi allora per vedere se vi bastano i voti per amministrare, questa l’avete combinata grossa.

Capoliveri ringrazia per l’aperitivo.
Simone Meloni
Messaggio 2706 del 05.01.2009, 14:45
LA CONFERENZA STAMPA DI FINE ANNO

Abbiamo letto la conferenza stampa di fine anno del Sindaco Peria e di parte della sua Giunta.


Peria continua nella sua incoerenza politico-amministrativa che ormai da quattro anni e mezzo caratterizza la vita amministrativa di Portoferraio.
Il Sindaco parla di oltre duecento appartamenti di nuova costruzione per l’edilizia sociale e per le famiglie in difficoltà economiche. Dimentica di dire però che se sono passati ancora quattro anni per far avere ai cittadini di Portoferraio le prime case tanto sognate la colpa è solo ed esclusivamente sua. La Giunta Comunale attualmente in carica non può trascurare che nel 2004 era già vigente ed operativo un Regolamento Urbanistico che, per chissà quale motivo, visto che non vi sono stati accertati vizi di illegittimità, è stato annullato per farne fare uno nuovo dai propri nominati tecnici. Ormai dalla metà delle Sua legislatura, periodicamente il Sindaco e la Giunta ci comunicano che è arrivato il tempo delle prime abitazioni e dei cantieri a cielo aperto, oggi più che mai questo appare come un brutto inizio di campagna elettorale.
Nella conferenza stampa si annuncia la lotta all’evasione fiscale per gli affitti al nero, l’Assessore al Sociale manifesta la possibilità di portare a zero l’ICI sulle case che vengono date in locazione così da sollecitare i proprietari a denunciarne gli affitti, anche in questo caso si tratta di semplice, pura e demagogica campagna elettorale, durante il Consiglio Comunale con cui è stato approvato il bilancio di previsione 2009 nel mese di dicembre, l’Amministrazione non ha ritenuto di abbassare di neanche mezzo punto l’ICI per chi affitta regolarmente, addirittura, l’opposizione – così poco costruttiva secondo il Sindaco Peria – ha chiesto il motivo per cui tale decisione anche per quest’anno è stata rinviata trovando risposta in una presunta impossibilità per la copertura di bilancio da parte del vice-Sindaco Zini.
Il Sindaco non dimentica di citare il suo grande merito di un bilancio “risanato”. Anche in questo caso trascura di dire la verità su come ha ottenuto tale risultato. Sulle casse pubbliche la parte che faceva da padrone nella voce DEBITI era la TASSA SUI RIFIUTI, l’Amministrazione guidata da Peria ha effettivamente azzerato questa voce, infatti con il passaggio della TARSU (tassa sui rifiuti solidi urbani) a TIA (tariffa di igiene ambientale) il debito è stato COMPLETAMENTE spostato sui contribuenti, è facilmente verificabile dalle bollette precedenti l’entrata in vigore della TIA, l’Amministrazione Peria è costata ai cittadini di Portoferraio circa il 30/40 % in più di tasse.
Il Sindaco prova a bacchettare l’opposizione consiliare imputata di essere poco propositiva; durante questi anni abbiamo sempre lavorato con la massima collaborazione per il bene della città, abbiamo cercato di salvaguardare gli interessi di Portoferraio; almeno un anno prima segnalavamo all’Amministrazione la possibilità di chiusura degli uffici postali ed il Sindaco ha sonnecchiato fino alla fine, che cosa ha fatto quando suggerivamo di togliere servizi a Poste spa fintanto non avevamo garantiti i nostri uffici postali? Non ricorda il Sindaco le numerose volte che, grazie al nostro contributo, ha parlato di sanità in Consiglio Comunale? Si è dimenticato il Sindaco di quante volte abbiamo parlato della indecorosa situazione dei blocchi di fango dell’ESAOM tanto da arrivare, forse, ad una vicina soluzione?
Eh già, il Sindaco Peria così impegnato negli svariati piani del traffico del centro storico, costati alla città circa 25000 euro solo di consulenze – se ne aggiungono altre decine con le telecamere – dimentica di dire tanti, forse troppi fatti, un'unica colpa ha questa opposizione, quella di non avere portato in piazza le decine di cani che dal 1999 al 2004 hanno fatto da protagonisti nelle lotte amministrative della politica portoferraiese.
Buon anno Sindaco Peria, spero sia l’anno della vera svolta per Portoferraio, che torni veramente a governare la concretezza delle scelte amministrative, quelle che te e la tua Giunta avete dimostrato di non saper fare.


Simone Meloni
Consigliere Comunale di Portoferraio
Coordinatore Comunale Forza Italia verso Il Popolo delle Libertà
EROI DI CAMPO
Messaggio 2705 del 05.01.2009, 13:47
Non vogliami sentire puzzo di politica intorno a Teseo Tesei!
Il più grande elbano della storia non deve essere paragonato a nessuno, nè tantomeno deve essere giustificato chi non l'ha ricordato.
Nessuno - oltretutto foresto - deve permettersi di paragonarlo ad altri personaggi, e soprattutto DIRE CHE VESTIVA LA DIVISA SBAGLIATA!!!
Chi può dire una cosa del genere?
Teseo vestiva la divisa della REGIA MARINA MILITARE ITALIANA!!!
Che Dio vi perdoni, siete peggio dei capoliveresi che si sono dimenticati di festeggiare il loro cetenario!!!!!!!
Alla faccia della cattiveria
Messaggio 2704 del 05.01.2009, 13:37
Per l'autore o gli autori dei messaggi che predicano della cattiveria altrui. Se la tua si potesse pesare, non ti farebbero neanche salire sull'aereo. Affermi cose senza senso. Con 35 personaggi che recitano, più le autrici, la regista, gli scenografi, i tecnici, qualche familiare a testa e la sala è piena. Se la piazza è stata riempita allo stesso modo stai lustro! Non lo capisci che è fumo in faccia per affermare un successo che non c'è. E' vero che la pubblicità è l'anima del commercio, ma deve essere corretta. C'è anche il garante! Un lo fate venì a Capoliveri, per piacere!
teseo - errata corrige
Messaggio 2703 del 05.01.2009, 13:03
Ho fatto un po' di confusione con gli amici e i compagni di studio di Teseo Tesei. Un piccolo controllo tra i miei libri di storia e un po' di ricerca sul web e posso correggere il mio refuso.
Italo Piccagli era amico sin dall'adolescenza di Teseo ma divenne ufficiale di Aviazione e non di Marina come ho erronemamente scritto.
Elios Toschi era invece collega di Teseo e a lui e Tesei si deve la effettiva realizzazione dei "maiali".
Tesei con Piccagli, stessa classe 1909, aveva idealizzato il primitivo progetto di una innovativa arma subacquea, entrambi affascinati dallo storico precedente della "mignatta" di rossetti e Paolucci impiegata con successo nel porto di Pola nel novembre del 1918 che si concretizzò con l'affondamento della Viribus Unitis (anche in questo caso fu allertato l'equipaggio dell'imminente scoppio di una mina).
Italo Piccagli è l'intimo amico a cui Teseo Tesei inviò una celebre lettera sul senso dell'onore e del sacrificio... ironia della sorte anche Piccagli morirà in circostanze drammatiche, si presentò volontariamente ai tedeschi per il rilascio di alcuni partigiani che con lui collaboravano alle trasmissioni di una radio clandestina. Fu fucilato e insignito di medaglia d'oro al valor militare.
diana
Messaggio 2702 del 05.01.2009, 12:59
X il messaggio riferito al ritrovamento del povero cane,auguro che il vero/a BASTARDO,faccia la STESSA FINE,ed in seguito buttato dentro l'acido
BIMBI'NGIRO Scrivi a BIMBI'NGIRO
Messaggio 2701 del 05.01.2009, 12:23


Continua il divertimento per i Bimbi 'ngiro! Ci siamo incontrati nella piazza di Marciana e da li abbiamo cominciato a salire lungo la scalinata che ci ha portato verso la Madonna del Monte.... che fatica la salita! Ci siamo fermati davanti all'Angelo giusto il tempo di fare una bella foto tutti insieme. Scalino dopo scalino abbiamo raggiunto il Santuario dove ci siamo rinfrescati con la buonissima acqua della fonte. Ancora pochi minuti di strada per arrivare alla radura di Serra Ventosa. Che sorpresa.... C'era ancora un po' di neve! Non tanta ma sufficiente per fare una battaglia a pallate! Stanchi ma felici abbiamo pranzato e dopo abbiamo alzato in cielo i nostri aquiloni per segnalare alla Befana il posto migliore per atterrare. Abbiamo fatto proprio un bel lavoro visto che dopo pochi minuti la simpatica vecchietta ci ha raggiunti con il suo carico di bellissime calze piene di giocattoli e caramelle consegnando un dono a tutti e poi, sulla sua scopa, è scappata via. Ancora qualche gioco e il momento di rientrare è arrivato, ci siamo incamminati verso Marciana canticchiando allegramente. E' stata proprio una bella giornata...... alla prossima! Ci vedremo a Lacona in piazza del mercato, sabato 10 gennaio alle 14.30 per andare alla scoperta della "Stella dell'Elba". Per informazioni sulle escursioni tel 347 9735316 oppure bluverde.it - info@bluverde.it......... Grazie Andrea e Ale!!
X X SIETE SEMPRE GLI STESSI AL MESSAGGIO 2629
Messaggio 2700 del 05.01.2009, 12:14
Un proverbio dice: Dimmi con chi vai e ti dirò chi sei: Se quelli che ci dovrebbero governare stanno con te, mi dispiace ma non ci siamo.
Tanta rabbia la sfoghi tu. E quel che più di tutto mi ha dato fastidio è quando dici che loro non ci considerano.
Personalmente ad essere considerato da loro non me ne può fregar di meno.
Ma chi sono ? Cosa rappresentano? Scendano dal piedistallo o meglio, ai tacchi a spillo, perchè ancora, nonostante le commedie non ce le ha messe nessuno.
Un consiglio: La satira fatela fare ai comici,perchè di politici che fanno la satira verso altri politici non c'è nè in tutto il mondo, e vi assicuro per sentito dire da molti che le solite batture ripetute nelle commedie, alla festa dell'uva e sui giornalini sono venute a noia. Inventatevi qualche altra cosa.
ENPA
Messaggio 2699 del 05.01.2009, 12:14
Macabro ritrovamento a Portoferraio : un cane morto in un sacco .

Un raccapricciante ritrovamento martedì 30 dicembre nelle prime ore del pomeriggio, l’ Enpa riceve alcune telefonate con le quali alcuni abitanti della zona del Puntale , nel comune di Portoferraio , segnalano la presenza di un sacco contenente un cane di grossa taglia morto .
I volontari dell’associazione provedono ad informare immediatamente gli organi preposti per legge ad occuparsi dell’identificazione dell’animale, dell’accertamento delle cause della morte e della rimozione dell’animale.
L’ intervento della polizia locale si risolve nello scattare qualche foto e nell’impegno di un intervento nel giorno seguente per la rimozione del corpo dell’animale.
In realtà a distanza di tre giorni, oggi 2 gennaio il sacco contenente il corpo si trova ancora nello stesso posto.
Alla luce dei fatti conosciuti, appare doverosa una serie di riflessioni, in primo luogo ci si chiede chi può abbandonare il cadavere del proprio cane in questo ignobile modo !!!!!!!!
E fatto altrettanto grave , l’ inadempienza degli organi competenti che , in base alla Legge Regionale 43 sulla tutela degli animali , avrebbero dovuto intervenire ma purtroppo risultano ancora una volta assenti .

ENPA Sezione Isola d’ Elba
I Nuovi Amanuensi
Messaggio 2698 del 05.01.2009, 12:03
GLI E' TUTTO DA RIFARE
Gino Bartali il "Ginettaccio"


“ Chiunque può sbagliare, ma perseverare nell’errore è tipico di chi saggio non è”. Questa massima ciceroniana mi è riaffiorata, per associazione di idee, leggendo i resoconti della conferenza stampa tenuta dall’APT. A quanto pare tra i mezzi più efficaci per risolvere la crisi del turismo elbano c’è anche “ l’offensiva promozionale” costituita dalla diffusione dei volumetti ‘GEOSITI’, ‘GUSTO’, ‘BIODIVESITÀ’ e ‘STORIA’ in occasione delle prossime fiere internazionali.
Circa tre settimane fa ho tentato di illustrare in termini propositivi – in ogni modo senza calcare la mano – quali abbagli si annidano nel libretto ‘STORIA’. Evidentemente le mie annotazioni erano tanto ermetiche che nessuno le ha capite. Pertanto non mi rimane altra soluzione che ritornare sull’argomento, cercando di essere più chiaro.
Tralascio di proposito alcune corpose improprietà, che pure vanno corrette, e sorvolo sul fatto che il centro di gravità del volumetto è, in modo sproporzionato, Portoferraio. Mi soffermo, invece, su una sola ‘svista’, purtroppo macroscopica. L’ errore prescelto non è di storia locale ed elbana, ma di respiro ‘internazionale’, tale cioè da poter essere facilmente captato e valutato da italiani, francesi, tedeschi, inglesi, statunitensi, russi e così via. Eccolo, in trascrizione letterale :
“ Lo scavo archeologico … testimonia la distruzione subita alla metà del II secolo a. C. probabilmente durante il secondo conflitto di Roma con Cartagine”. Orbene : protagonisti, vicende e datazione della seconda guerra punica ( grosso modo ultimo ventennio del III secolo a. C. ) sono patrimonio conoscitivo di studenti di scuola media e quindi non mi dilungo. Ma non posso fare a meno di evidenziare che per una pubblicazione di storia, antica o moderna che sia, un errore di mezzo secolo rappresenta un vero e proprio sisma cronologico. Un errore che equivale, quanto a scala metrica di gravità, a confondere l’ablativo assoluto con lo shampoo all’ultima moda. In altre parole : non è accettabile.
Eppure, nello stesso àmbito amministrativo si contano ‘realizzazioni’ di valenza opposta, che non si possono non rimpiangere. Ho sotto gli occhi “ Elba : storia, archeologia, arte”, libro divulgativo destinato alla promozione turistica. Scritto dall’elbano Gianfranco Vanagolli, edito intorno al 1980 dall’Ente Valorizzazione Elba, è ancora un esempio da imitare per la puntualità, l’equilibrio iconografico, l’assenza di sbavature cronologiche, il giusto peso dato alle varie realtà storico-archeologiche e artistico-architettoniche dell’Elba intera.
Posso dare il mio modesto consiglio ? Si tenga conto di quell’esempio. E il volumetto ‘STORIA’, costola del progetto LaltraIsola, sia ripensato e ristampato. Perché, se verrà diffuso nella redazione attuale, non si tratterà di “offensiva promozionale”, ma di promozione offensiva. Sia per l’immagine dell’Elba, che troneggerebbe come l’Isola degli Ignoranti piuttosto che degli Argonauti; sia per gli Elbani, ai quali verrebbero indirizzati strali sarcastici e cachinni da ogni punto cardinale; sia per ospiti e turisti, che avrebbero tutto il diritto di sentirsi presi in giro.

Michelangelo Zecchini
DICO INFORMA
Messaggio 2697 del 05.01.2009, 11:54
siamo tornati....... ANNO NUOVO... OFFERTE SEMPRE PIU' VANTAGGIOSE!!


lavatrice WHIRPOOL AWO/D 4312 velocità centrifuga 1000 g/min,capacità 5 kg,classe eff.consumi A+,caricamento frontale,sistema sicurezza antiallagamento,filtro frontale autopulente ispezionabile

frigorifero IGNIS DPA 26/1 classe efficienza consumi A,doppia porta, capacità congelatore 48lt, capacità frigo 187 lt,compressore stelle per il congelatore : 4 stelle
x siete sempre gli stessi
Messaggio 2696 del 05.01.2009, 10:47
Ma quanta cattiveria signori miei e quanta invidia che non riuscite neanche a nascondere! A brindare con paese mio c’era tanta gente malgrado facesse freddo, e soprattutto capoliveresi non solo parenti o barbettiani o balleriniani o rossi o neri o bianchi o blu ma capoliveresi nell’animo. Non so se Patrizia abbia deciso di imbarcarsi in questa nuova lista elettorale, non so nemmeno se sia stata interpellata ma ho fiducia nel suo buonsenso, nei suoi principi e nel suo coraggio e sono sicuro che farà le cose per il meglio. Gli articoli nel giornalino sono firmati e sappiamo tutti chi scrive le commedie o il vernacolo, d’altronde i personaggi pubblici sono sempre bersagli della comicità, se poi non vi fa ridere o volete usarlo per il bagno siete LIBERI di farlo così come siete LIBERI di sfogare la vostra rabbia su post anonimi, rabbia che cresce sempre di più perché loro nemmeno vi considerano.
P.S. Alle commedie c’è sempre il pienone e la gente si sganascia dalle risate. Tiè! Ah tanto per chiarire non sono parente né di Patrizia né di Lorella. Auguri di buona befana a tutti
centenario Teseo Tesei
Messaggio 2695 del 05.01.2009, 10:34
Caro Giamluigi e caro Dotto,
in un mio post di dicembre o novembre citavo la dimenticanza dell'anniversario di Teseo, visse proprio di fronte al mio negozio, dei futuri festeggiamneti me ne avevano appena parlato 2 ragazzi del circolo Marinai d'Italia di Campo.
Mi avevano già anticipato che avevano intenzione di festeggiare il centenario alla consueta "Festa della Marina" in programma come di consueto per i primi di settembre o fine agosto.
La colpa del silenzio "stampa" di questi giorni è un po' di tutti, nessuno ha spinto per una qualsiasi cerimonia religiosa, militare o civile per una commemorazione.
Diciamo che complice il clima delle feste in pochi si sono prodigati per parlare del centenario della nascita di Teseo Tesei.
Onestamente devo dire che con mia enorme sorpresa il sindaco Galli ne parlò molto bene pubblicamente durante la scorsa Festa della Marina.
Teseo era un uomo d'onore e non un criminale di guerra, ingiusto dimenticarlo perchè morto con la divisa sbagliata.
Il suo compagno di studi di accademia, con il quale condivise inizialmente il sogno della nuova arma subacquea, morì fucilato dai tedeschi a Firenze nel 1944. Erano enrambi 2 ragazzi orfani di padre, idealisti e fieri di indossare la divisa della Marina italiana. Difficle pensare cosa avrebbe fatto Tesei dopo l'8 settembre, se fosse morto fucilato dai tedeschi come l'amico Piccagli avrebbe avuto più fortuna la sua memoria? Probabile. In ogni acso tutti gli incursori della Marina dimostrarono senso dell'onore, mostrarono coraggio e compirono azioni di generosa cavalleria, come nel caso di De La Penne che avvisò gli inglesi di evacuare la nave che aveva appena minato e condannata a sicuro affondamento, con quel suo gesto salvò la vita di migliaia di marinai inglesi. Purtroppo erano comandati da Julio Valerio Borghese e la storia italiana li ha voluti dimenticare
Forse a Campo spaventa un po' ricordare un uomo come Tesei, animato da tanto spirito e sinceramente vi dico che se a sinistra non lo hanno celebrato... vien quasi difficile pensare chi, nella destra campese odierna, ne possa degnamente ricordare l'eroismo, il senso del dovere e lo spirito disinteressato.
Francamente di un uomo così è difficile parlarne proprio per l'abissale differenza di spessore morale, che persino il Sindaco Galli gli ha riconosciuto.
L'augurio è che dal coraggio di quest'uomo, che ha prodotto tra i suoi concittadini un processo di rimozione storica e sociale, si impari qualcosa per il futuro e il bene di questo paese.
Paolo Franceschetti
Marcello Camici Scrivi a Marcello Camici
Messaggio 2694 del 05.01.2009, 10:26
OKRASA

Montecrsito,isola del tesoro di Alexandre Dumas,è un grosso blocco di granito che esce dal mare e va su in alto fino a 650 mt di altezza.Così l'isola ha il Monte della Fortezza che la pone subito dopo l'Elba per altezza di monti ma senza ombra di dubbio alla pari per quanto riguarda la bellezza.Vi sono resoconti di viaggiatori che nel secolo scorso hanno descritto panorami mozzafiato dalle cime montecristine. Da lontano assume aspetto piramidale: un vero e proprio monumento naturale.Isola misteriosa,lontana,dimenticata:forse perchè non facilmente raggiungibile? Non esiste attività  umana sull'isola del tesoroer questo forse non se ne sente quasi mai parlare,salvo per polemiche dovute a sbarchi eccellenti di very important popele(vip) durante il periodo estivo.Questo è il periodo in cui vengono eseguite escursioni naturalistiche permesse eguidate dal Corpo Forestale. Si parte da Cala Maestra,una bellissima spiaggia di sabbia di granito dove è proibito fare un tuffo in mare nonostante la calura estiva.Dall'alto vedi altre spiagge dove la natura è imperante e,fortunatamente, è proibita ogni pulizia di spiaggia.L'isola è stata abitata per secoli - circa mille anni - dai monaci successori di S. Mamiliano.La tradizione vuole che l'eremita sia vissuto in una grotta che porta il suo nome (Grotta del Santo) intorno al V° secolo d.C. Dopo di lui Mons Jovis(nome romano dell'isola) si mutò in Mons Christi. Ma il nome Okrasa ricorda che l'isola era già  conosciuta ai tempi degli antichi navigatori elleni: i Greci.
Un luogo disabitato(c'è solo il guardiano con un nucleo di guardie forestali),così lontano da ogni attività  umana è territorio dove la salvaguardia trova la sua migliore espressione di tutela nei vincoli ambientali che un parco impone. Così avvenne nel 1971. L'isola fu trasformata in parco,una riserva naturale integrale con vincoli e tutele ambientali.Trentasette anni di vita hanno consentito a Montecristo diventare "la madre" di tutte le riserve,parchi che poi sono sorti nell'arcipelago toscano.Prima di Montecristo nell'arcipelago non esistevano aree protette,dopo Montecristo sorse l'area protetta marina dello Scoglietto davanti alla spiaggia delle Ghiaie e poi tutto il resto che conosciamo.Nel 1988 l'isola ha avuto assegnato dal Consiglio d'Europa il Diploma Europeo,uno dei più prestigiosi che possa essere offerto ad un'area protetta ma anche impegnativo per chi amministra poichè ogni anno deve essere inviato al Consiglio Europeo un resoconto dell'attività  amministrativa svolta ed ogni cinque c'è un controllo da parte di una commissione scientifica europea per il rinnovo del Diploma che può essere anche negato: il rinnovo comporta raccomandazioni da parte della commssione scientifica europea,raccomandazioni su ciò che è utile fare per il miglioramento dell'area protetta .
CosÃìMontecristo, già  conosciuta in tutto il mondo come isola del vendicativo conte, è divenuta isola europea.L'area protetta è sempre stata gestita dal Corpo Forestale dello Stato che dobbiamo ringraziare per quello che ha fatto e sta compiendo per la slavaguardia.Questa salvaguardia leggendo sia i rapporti del Corpo Forestale che le raccomandazioni del Consiglio d'Europa per il rinnovo del Diploma Europeo,ha ancora punti deboli,critici.Eccoli in sintesi:i lecci,le capre,l'ailanto,i ratti,l'avifauna nidificante e migratoria,il coniglio selvatico,la flora vegetante.Queste le sfide che sono davanti come si può evincere dalla lettura dei rapporti del Corpo Forestale dello Stato ma anche dalle raccomandazioni da parte del Consiglio d'Europa.Se non saranno vinte la missione per cui è sorta la riserva naturale non può dirsi espletata.C'è dunque ancora molto da fare per la salvaguardia ambientale del territorio montecristino almeno da quanto si capisce leggendo le raccomandazioni contenute nelle varie risoluzioni europee per il rinnovo del Diploma.Dalla misura periodica del lievvlo dell'acqua nella Grotta del Santo,alla redazione di una mappa della vegetazione,all'esperimento di eradicazione con mezzi chimici dell'ailanto,dalla determinazione attraverso analisi genetiche del vero stato dei vertebrati dell'isola all'isolamento del fenotipo originale della capra con lo scopo di ricostituire una popolazione,la valutazione degli assetti marini,costieri,protezione recupero e impianto di nuovi lecci e via dicendo.
La legge prevede che si può sbarcare sull'isola per motivi di studio,amministrativi, di vigilanza e per escursioni naturalistiche.
Fa parte integrante del territorio del comune di Portoferraio,il sindaco di Portoferraio è anche sindaco di Montecristo,ma per decenni gli amministratori non se ne sono mai interessati.Non ho mai compreso perchè nei programmi ellettorali della provincia di Livorno o di Grosseto,del comune di Portoferraio non si è mai fatto neppure un cenno a Montecristo. Ma l'aspetto ancora più strano della vicenda è quello che "la madre" di tutte le aree protette dell'arcipelago toscanonon ha mai avuto divulgato quanto è stato compiuto per la sua salvaguardia nei trentasette anni di area protetta:non intendo riferirmi al Corpo Forestale che lo ha sempre fatto,quanto a tutti coloro che hanno fatto dell'ambiente bandiera per la sua salvaguardia.
La prima forma sia di tutela che di valorizzazione dell'ambiente non è il parco o la riserva ma la conoscenza.
Per darmi una spiegazione di tutto questo "oblio" non mi viene da pensare che sia stata la presenza dell'ente gestore (il Corpo Forestale) che non lascia spazio a terzi.Mi vien da pensare questo:essendo un territorio non abitato non può portare voti,avere assegnati risorse finanziarie e/o contributi finanziari cui attingere,gestire affari sul territorio e,cosa di non poco conto,non ci sono poltrone da spartire e ricoprire.
Qualche mese fa si è costituita l'Associaziome Amici di Montecristo,no profit,di cui faccio parte,che nel proprio statuto prevede la valorizzazione di Montecristo(vedi sito internet: amicidimontecristo.com).Sarà forse stato un caso ma in occasione della nascita di questa associazione il comune di Portoferraio si è interessato all'isola.In questi molti anni di riserva biogenetica,Montecristo è stata oggetto di studio e di publicazioni scientifiche su riviste di ricerca specifiche riguardanti l'ambiente.La ricerca: uno dei motiv per cui la legge prevede lo sbarco sull'isola.Gli autori di queste pubblicazioni scientifiche sono stati definiti"un manipolo di pochi cocciuti ricercatori che hanno dimostrato costanza ed impegno".In effetti le pubblicazioni non sono molte ma ciò che fa scienza e conoscenza non è tanto il numero quanto il contenuto. Per chi volesse saperne di più su questi studi scientifici è invitato ad andare sul sito sopra segnalato dell'Associazione Amici di Montecristo e mettersi in contatto con i membri del consiglio direttivo- è in costruzione una biblioteca multimediale- ma può anche rivolgersi al Corpo Forestale di Follonica il quale èsempre disponibile.
Non molte le interviste,relazioni,dibattiti,riprese televisive,convegni,lo sbarco di carta stampata,pubblicazioni divulgative,manifestazioni ambientaliste ecc.Meglio così perchì la legge parla chiaro: solo per motivi di studio.
Per le escursioni naturalistiche esiste la possibilità  di visite guidate sull'isola:due percorsi terrestri che potrebbero essere migliorati per quanto riguarda la didattica ed incrementati come numero,anche se molto E' stato fatto con la nascita di un piccolo museo.Il numero dei visitatori consentito per escursioni naturalistiche è fissato in 1000/anno. Lo ha voluto il Consiglio d'Europa quando assegnò nel 1988 il Diploma Europeo e raccomanda di non rivedere questo numero per tuttto il tempo che un sistema di vigilanza remota non è in luogo,il porto di difesa non è riparato,un adeguato numero di competente staff non è stato designato a vigilare sui visitatori e un preciso piano di zonizzazione è stato proposto(raccomandazione contenuta nella risoluzione del Consiglio d'Europa del 2003/13 per il rinnovo del Diploma).
Non esistono escursioni naturalistiche marine con percorsi didattici.I fondali di Montecristo non sono ignoti anche per quanto riguarda la presenza di relitti antichi.Le testimonianze delle millenaria vita religiosa che si è svolta sull'isola andrebbero salvaguardate con uno studio dello stato attuale e poi un programma di recupero.Sto parlando della Grotta del Santo e della chiesa col monastero del SS Salvatore.Quest'ultimo ho avuto modo di vederlo e mi pare che stia tutto crollando.Ho parlato con i pescatori che di Montecristo conoscono ogni scoglio e caletta,ho parlato con i guardiani che per anni hanno vissuto sull'isola: in tutti c'è ammirazione per quasto monumeto naturale e un nostalgico ricordo per un luogo definito come un paradiso terrestre.

Marcello Camici
deluso ( sembravate altro)
Messaggio 2693 del 05.01.2009, 09:51
Questo si legge sul sito del comune di Marciana Marina:
BIBLIOTECA COMUNALE CESIRA POCAR DE ROSA
Orari di apertura: Lunedì - Mercoledì - Venerdì dalle ore 15.00 alle 17.00
V.le Vadi, 7 - Tel. 0565/99002 - 0565/99368 - Marciana Marina
-----------------------------------------------------------------------
ma che razza di servizio fate al paese ... la biblioteca,in mezzo a mille polemiche, è un anno che è sopra la pubblica assistenza.
non avete trovato il modo di modificare la pagina del vostro sito web.....
andamo bene.
Capoliverese DOP
Messaggio 2692 del 05.01.2009, 08:25
X PRINCIPE DI SALINA che srive a Gatto Pardo (si scrive tutto attaccato, visto che fai appunti)
La frase esatta è :"Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi! ...
In quanto alla persona che cita Barbetti per il ponte levatoio a Mola e buttare la chiave, sono daccordo, almeno potremmo gli "stolti" non farli entrare.
AIGLONVIAGGI
Messaggio 2691 del 05.01.2009, 06:56
ocobic
Messaggio 2690 del 05.01.2009, 03:16
Indicazioni poco chiare e qualche mania di grandezza

Per segnalare una frana sulla strada dell'anello occidentale che impedisce il passaggio delle auto è stato posizionato a Procchio un catello stradale con scritto: "strada interrotta al km 20 e 700 metri", l'indicazione millimetrica del punto in cui si trova l'interruzione è tanto precisa quanto inutile perché vorrei sapere come sia possibile, da Procchio, sapere dove si trova il km. 20 + m. 700 (prima o dopo Patresi? prima o dopo Chiessi?...). Sarebbe meglio che gli addetti alla segnaletica stradale guardino meno telefilm polizieschi e forniscano agli automobilisti indicazioni utili per evitare che qualcuno arrivato al km. 20,700 provochi qualche altra frana a suon di bestemmie...
P.s. non sarà che sia stata colta l'occasione per giustificare la spesa per l'installazione di tutti gli indicatori di distanza posti recentemente lungo le strade elbane?...
befana
Messaggio 2689 del 05.01.2009, 01:15
Sono passato per caso stamani in piazza a capoliveri , non sapevo niente dell'aperitvo di paese mio, ho visto un po' di persone davanti ad un bar abitualmente deserto e la cosa ha attirato la mia attenzone...
Mi è stato detto:" paese mio fa gli auguri di buon anno a tutti i capoliveresi", felice mi sono avvicinato, ma dopo un attimo mi sono sentito fuori luogo... non ero parente di nessuno dei componenti di paese mio... sono stati scomodati veramente tutti, vecchi e bambini, per raggiungere un numero decente per non fare una figuracccia...
il consenso di un paese è un'altra cosa... forse è il caso di riflettere.....
Giusta alternativa
Messaggio 2688 del 05.01.2009, 00:32
Cari signori, fin che si scherza si scherza,ma oggi amministrare un comune non è uno scherzo. Sempre nuove competenze e responsabilità passano da organi centrali a quelli periferici. Ci vogliono conoscenze amministrative, un discreto bagaglio culturale, una buona esperienza di conduzione di gruppi lavorativi, una almeno sufficiente dose d'immagine della propria persona e che sia di esempio per moralità, comprensione, solidarietà ma sopratutto buon senso.
Cari signori, tutti possono fare tutto. Purtroppo poi, in giro i risultati di questi "tutti" e "Tutto" si notano come esempi emblematici di mala amministrazione. Vedi crollo palestra, vedi il disastro del parcheggio Zaccarì, vedi la mala costruzione di via Mellini e Via Gori. Non voglio elencare tutte le strade asfaltate in modo pressoché aleatorio.
Cari signori, una cosa è amministrare un condominio, un'altra cosa è amministrare un comune. Poi, se le persone indicate "servono" a gruppi manovratori, vecchi e stravecchi, la cosa mi preoccupa ancora di più. Queste persone non si rendono minimamente conto in quale marasma si andranno a cacciare. Signori, Ballerini, ha avuto la forza ed il coraggio di fare piazza pulita, ha tolto ai soliti manovratori la possibilità di danneggiare ulteriormente il nostro paese e tutti i cittadini capoliveresi. Cerchiamo, se vogliamo un'alternativa a Ballerini , una soluzione di amministrazione come quella attuale. Non perfetta, ma perfettibile. Inutile elencare tutte le opere fatte dall'attuale amministrazione ,basta andare sul sito del comune dove un elenco di "fatti e non discorsi" sono elencati e illustrati: Capoliveri.net.
Poi, cari signori, come ho già detto, tutto è possibile ed a Capoliveri ancora di più.
gatto pardo
Messaggio 2687 del 04.01.2009, 23:00
la frase va detta al contrario:
"Occorre che cambi tutto, perché non cambi niente".
Francesco Altini
Messaggio 2686 del 04.01.2009, 22:23
Caro Gigi noto che scrivi con cognizione di causa e quindi ne sai piu' di me!!
Personalmente quei vasi non mi hanno mai dato fastidio anzi, li ho ritenuti utili in quanto prima o poi qualche cliente uscendo da uno degli esercizi commerciali sarebbe stato falciato. Certo e' che se sapessi chi e' stato, non ci penserei due volte a denunciarlo ai Carabinieri!
Come abitante di via Ninci, mi sono sentito preso in causa e quindi ti ho risposto ma.......forse sono solo ingenuo!!!

Un saluto
illustre borioso
Messaggio 2685 del 04.01.2009, 21:35
Ma che illustri personaggi vuoi che abbiano, ma fatemi il piacere. Se li prendono dal continente, allora....ma se li ripescano nel loro allevamento gira e rigira so sempre quelli.
Ormai non se ne po’ più di illustri, che si sacrificano per il bene del paese, poveracci…..e poi non sono boriosi, no, camminano solo due dita sopra al terreno, con un collo alla Modigliani da fare invidia.
Se poi tirano Patrizia, come si mormora, allora tanto di cappello, ma avrà il coraggio di accettare? Con chi correrà? Da chi sarà contornata? Anche qui un bel problema. O andate a cercare gente di fori o quelli di qui ormai a forza di lustrassi si so consumati. C’è da dire che Paese mio ha buoni nomi, peccato che sappiano solo scrivere commedie e anche di poco spessore, piene di sfottò nei confronti del primo cittadino.. ma loro non fanno politica, quindi gli è tutto lecito no? Leggendo il loro giornalino, la prima volta, ci si ride, la seconda ci conferma quali siano i loro intenti, la terza te lo porti nel bagno ci mediti sopra ma anche lì essendo di carta tutt’altro che soffice, non se ne capisce lo scopo. Stavolta lo scozzo è arduo, come vi movete vi movete siete in un cerchio di fuoco, chi salterà fuori per primo? Salire tutti sulla stessa barca? Tutto è possibile, non mi meraviglierei più di nulla, ormai ne ho viste tante, una in più una in meno che vuoi che sia. L’importante è vincere, ad amministrare poi ci si penserà. Capoliveri ormai è stufa di chiacchiere, fatti non pu..ette, dice un noto comico e l’illustre fra gli illustri:” Lasciate le speranze o voi che entrate” e aggiungerei:” che anche se vincete un governate”.
Per il Gattopardo
Messaggio 2684 del 04.01.2009, 21:19
POVERO CAPOLIVERI!
Aveva ragione Barbetti: Facciamo un ponte levatoio a Mola, Chiudiamo bene le porte e buttiamo le chiavi. In questo modo ci potremo almeno riparare dalla vergogna!
[Pagina precedente] [ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA.....