Pagina 1/1249: (1) [2] [3] [4] [5] [6] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
NON TUTTO E' SALVARE
Messaggio 93656 del 17.01.2019, 10:35
ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE .



Leggo gli interventi di Italia nostra ne condivido molti ma alcuni mi sembrano delle forzature quindi domando:

Cari amici , perdonate la mia ignoranza ma faccio fatica a capire... nel rispetto delle opinioni di tutti mi chiedo dove sta il valore storico culturale in una rovina destinata a scomparire nel degrado e nell'indifferenza. Ci si ricorda del valore delle cose solo quando diventano proprietà di altri. Io questa sindrome di voler decidere quello che gli altri debbono fare o non fare non la capisco, riguardo al nuovo Eurospin e progetto lato porto mi sembra che un intervento del genere, oltre a riqualificare un pezzo di territorio, ridare decoro al porto, interventi che poi pagano tasse a gogo, imposte di registro sull'acquisto, oneri al comune per la ristrutturazione, IVA su forniture e servizi, IMU e quant'altro, oltre a dare occupazione per la costruzione e la futura manutenzione.
Questo è bene o è male? Per quanto riguarda il valore storico culturale degli immobili, o si mettono tutti e subito sotto tutela e si stabiliscono regole per la riqualificazione (ormai quasi impossibili da attuare con le norme antisismiche , il ventilato impatto ambientale e tante altre cose ), oppure si lasci libertà dove è possibile , all'iniziativa privata prima che sparisca definitivamente ogni forma di iniziativa di investimento su questi territori e con esse ogni forma di sostentamento economico.
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 93655 del 17.01.2019, 09:00
CASA SICURA
Messaggio 93654 del 17.01.2019, 08:45

PROMUOVI LA TUA AZIENDA
Messaggio 93653 del 17.01.2019, 08:00


LA TUA BANCA
Messaggio 93652 del 17.01.2019, 05:00


CEBA SERVIZI s.r.l
Messaggio 93651 del 17.01.2019, 04:00
Il piccolo nuovo Napoleone
Messaggio 93650 del 16.01.2019, 16:21
Per il piccolo Napoleone elbano, il boia non è chi molla, ma chi molla in mare poveri disperati e ci fa campagna elettorale. Sia ben chiaro che Portoferraio è come la Lega, puoi lisciare il pelo quanto ti pare, ma non ti vogliamo.
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 93649 del 16.01.2019, 16:07
IL SINDACO FERRARI REPLICA AGLI ARTICOLI DI STAMPA SULLA COSIMO DE MEDICI


“Ritengo gravi e fuorvianti le affermazioni apparse sulla stampa e riconducibili al Presidente della Cosimo de’ Medici Vittorio Campidoglio”. Così il Sindaco di Portoferraio Mario Ferrari interviene con una precisazione doverosa sull’argomento delle dimissioni del consiglio di amministrazione della società partecipata. “Quanto apparso oggi sulla stampa – dice Ferrari – è frutto di atteggiamenti pretestuosi e di cavillosi espedienti, in violazione dei doveri che il Codice Civile pone a carico degli amministratori di società partecipate, che confermano la volontà degli interessati di agire in contrapposizione dell’Amministrazione Comunale e del Sindaco stesso, che, in qualità di socio unico, ha il diritto – dovere di esercitare il controllo sulla società e di esercitare il proprio potere di nomina”. “E’ risultato palese - continua il Sindaco – non solo da quanto noto attraverso i giornali locali ma anche dalle affermazioni fatte dal Revisore Unico in assemblea, che i suddetti componenti del CdA erano ben a conoscenza della convocazione, al di là di pretestuosi riferimenti a possibili errori di battitura riguardanti la data della convocazione stessa. I membri del CdA si sono fatti scudo di questo per violare, ancora una volta, i criteri di responsabilità e di fiducia a cui sono sottoposti gli amministratori di una società partecipata di proprietà comunale che, ricordo, amministrano in qualità di mandatari del socio unico, in costante presenza di una comunione di intenti che, da tempo, come dimostra la corrispondenza agli atti, è venuta meno ”.
Pasquino
Messaggio 93648 del 16.01.2019, 15:46
Provenienza: rio marina
Gentilissimo amico. La parola fan mi fa un po’ schifo, comunque noto nel suo intervento una vena di ironia ma vede, Pasquino, che immagino Lei sappia chi era, non frequentava né papi né sacrestani come io non ho consiglieri e non do consigli. Pasquino è una voce nell’aria, ascolta, vede, e vola. Certo speravo, effettivamente, che nel caso specifico la mia voce sollecitasse qualche curiosità soprattutto da parte della signora Battaglia (interessata molto da vicino), ma ciò non è avvenuto. Ripeto comunque che la mia è solo una voce. Ma visto che è così attento potrebbe interessarsi, magari, anche dell’appalto per la gestione ed il controllo della rete Internet del comune, o del sistema di appalti per interventi di riparazione e manutenzione del territorio, sempre agli stessi, si potrà divertire. Io, più modestamente, continuerò a far volare la mia voce chissà, forse potrebbe interessare qualcuno. Sui poveracci di turno no comment. Un saluto alla redazione ed un grazie se vorrà pubblicare
marco
Messaggio 93647 del 16.01.2019, 15:44
affitto fondo di 15mt in centro a marina di campo affitto basso per contatti chiamare 3398265969
DARSENA MEDICEA
Messaggio 93646 del 16.01.2019, 15:20


LA COSIMO naviga a vista tra le alghe ...
GIULIANO LAVAGNINI RINUNCIA ALL'INCARICO
Lega o non lega
Messaggio 93645 del 16.01.2019, 12:13
Provenienza: Isola d'Elba
Poiché interessa il "mondo" politico elbano e non solo credo sia giusto che sappiate che c'è qualcuno che millanta credito oppure qualcun altro che sminuisce il lavoro dello pseudo rappresentante elbano.
o l'uno o l'altro, vi invito a fare una attenta riflessione cliccando su questo link che vi porterà a leggere un bell'intervento del luglio scorso supportato dall'allontanamento del soggetto da quel di Siena... nel successivo mese di ottobre

http://iltirreno.gelocal.it/regione/toscana/2018/07/14/news/lega-crepe-sinistre-in-toscana-infiltrati-da-renziani-e-verdiniani-1.17059281

credo sia giusto che le informazioni giungano corrette e non fuorviate da false denominazioni probabilmente mai autorizzate...
MESSAGGERI DEL MARE
Messaggio 93644 del 16.01.2019, 11:09
Provenienza: S.Bramanti
SABATO A "TG2 STORIE" I MESSAGGERI DEL MARE E GLI STUDENTI DEL CERBONI



Un servizio televisivo sui Messaggeri del Mare in onda sabato 19.1 a partire dalle 00,15, su Rai 2 nel programma "Tg2 Storie". Non solo, insieme ai Messaggeri Pierluigi Costa, Lionel Cardin, Elisa Negri e Eginio Galeazzi, saranno protagonisti anche gli studenti dell'Itcg Cerboni di Portoferraio, i ragazzi della quarta e quinta geometri e quelli della quarta agraria, con in testa la loro digerente scolastica Grazia Battaglini, nonché il docente Antonio Tucci e la responsabile dei servizi multimediali Chiara Esposito. “Il servizio è firmato dal giornalista del Tg2 Daniele Rotondo – informa Costa - che, insieme alla sua troupe, aveva assistito, settimane fa, alla nostra presentazione in quella scuola del nuovo progetto riguardante una maxi staffetta nazionale da Lampedusa al Monte Bianco. In aprile attueremo varie tappe via mare e via terra e sarà percorso lo Stivale da sud a nord, per portare alla ribalta il problema delle carenze di servizi negli ospedali periferici italiani, a partire da quello elbano. Molti sono colpiti da tagli di organici o reparti”. Il servizio quindi mostrerà anche gli studenti intenti a fare certe domande ai Messaggeri e sarà documentato pure il quotidiano tuffo in mare che i due nuotatori per missioni di solidarietà fanno ogni giorno nel mare elbano, spesso a Chiessi. “La staffetta infine- conclude Cardin- raggiungerà il ministero della salute a Roma, dove una delegazione porterà il messaggio pro piccoli ospedali,

messageridelmare.it
Michelangelo Zecchini
Messaggio 93643 del 16.01.2019, 11:03
È DELL’OTTOCENTO LA MATRICE ESPOSTA COME PREISTORICA NEL MUSEO DI RIO: ON LINE UNA RICERCA DI MICHELANGELO ZECCHINI



Nel museo del distretto minerario di Rio Alto è esposta una piccola matrice in arenaria macigno, multipla e frammentaria, per la produzione di strumenti di bronzo, di rame o di ferro. La trovò Raffaello Foresi nel 1865 a Colle Reciso/S. Lucia e ne inviò un modello a Igino Cocchi, professore di geologia all’Università di Firenze, affinché la esaminasse. Entrambi la ritennero autentica e la riferirono all’Età del Bronzo. In anni recenti studiosi di università e di soprintendenze hanno rianalizzato la matrice riferendola di volta in volta a tempi protostorici o al Medioevo, oppure etichettandola come probabile falsificazione.
Secondo Michelangelo Zecchini, che ha pubblicato i risultati della sua ricerca nel sito on line Academia.edu, aggiornando una precedente bozza, nessuna delle tre ipotesi è valida: la matrice non risale né all’Età del Bronzo né al Medioevo, e non è neppure una falsificazione. Si tratta, al contrario, di una forma da getto della prima metà dell’Ottocento adatta a produrre puntali e punte di lancia per cancelli o inferriate.
Per chi volesse leggere o scaricare lo studio di Zecchini questo è il link:

https://www.academia.edu/38161106/LA_MATRICE_LITICA_DI_COLLE_RECISO_NEL_MUSEO_DI_RIO_ELBA.pdf
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 93642 del 16.01.2019, 11:00
ITALIA NOSTRA
Messaggio 93641 del 16.01.2019, 09:19
A PORTOFERRAIO PIACCIONO I MARCIAPIEDINI




A Portoferraio, all’isola d’Elba, vanno di moda i “marciapiedini”, magari stretti e corti, dove poter camminare in fila indiana, come quelli disegnati dall’Autorità Portuale, o divisi per segmenti come preferisce l’Amministrazione comunale. Abbiamo anche avuto un marciapiede atipico, la pista ciclabile più corta al mondo che, dopo essere stata dipinta di blu, è poi sparita.
Adesso, sono stati costruiti nuovi marciapiedi davanti alla Porta a Terra, uno dei due ingressi alla città fortificata di Cosmopoli. Italia Nostra li considera un nuovo attacco al patrimonio culturale dell’isola, sottolineandone anche l’inadeguatezza e secondi, come importanza e in ordine di tempo, alla demolizione, ricostruzione e ampliamento della Gattaia - entrambi gli interventi realizzati con l’approvazione della Soprintendenza.
È questa la soluzione scelta dal Comune di Portoferraio e dall'Ufficio di ElbaSharing Civitas Destinations per agevolare meglio il flusso di quei visitatori che, dalla zona portuale di attracco dei traghetti e delle navi crociera, si apprestano a visitare le fortificazioni medicee e una delle due residenze dell’esilio napoleonico elbano. Si è però sottovalutato un elemento chiave del transito pedonale: non si tratta di accogliere qualche visitatore occasionale, ma si tratta di veicolare decine di migliaia di persone ogni anno.
Si continua a sottovalutare l’evidenza di una realtà importante per l’accoglienza del turismo nazionale e internazionale: il necessario dialogo tra la zona moderna, il porto e il centro storico. Finché non si costruirà un vero collegamento con infrastrutture armoniche per collegare le varie componenti della città, l’ingresso alla parte medicea resterà un calvario, perché il flusso turistico pedonale sarà sempre considerato un'appendice e un problema, non un valore aggiunto: i lavori da poco conclusi negano il valore e il significato di una progettualità qualificata e di ampio respiro. Mancano, in tutto questo, l'amore e il rispetto per il nostro patrimonio. Assente è l’attenzione degli altri Comuni elbani e della GAT Gestione Associata per il Turismo per un bene comune e da condividere.
CAPITANERIA DI PORTO GUARDIA COSTIERA
Messaggio 93640 del 16.01.2019, 09:13
RIMOZIONE DELLA CAPITANERIA DI UNA RETE DA PESCA DALLA SPIAGGIA DEL VITICCIO



Il 14 gennaio gli uomini della Capitaneria di Porto di Portoferraio, coadiuvati da personale dipendente del Comune di Portoferraio, hanno provveduto alla rimozione di una lunga rete da posta abbandonata sulla spiaggia del Viticcio.
L’intervento, che si inquadra nelle attività del Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera di prevenzione e protezione dell’ambiente marino e di repressione dei comportamenti illeciti a danno dell’ambiente stesso e delle risorse biologiche in tutti gli ambiti spaziali marittimi e costieri di competenza, è avvenuto a seguito di una segnalazione di un privato cittadino che aveva rilevato la presenza del voluminoso attrezzo da pesca abbandonato ed ammassato sulle rocce della costa del Viticcio nel comune di Portoferraio.
La rete, priva di elementi identificativi, era di considerevoli dimensioni e questo ha creato qualche difficoltà nelle operazioni di recupero. Dopo attente valutazioni, grazie anche all’intervento ed alla collaborazione della locale associazione degli “Amici dell’Enfola”, intervenuta con un proprio mezzo nautico, l’operazione di recupero si è svolta con successo. Tutte le fasi dell’attività sono state supervisionate e coordinate dagli uomini della Guardia Costiera che hanno seguito il trasporto della rete presso la vicina spiaggia dell’Enfola dove gli operatori del Comune di Portoferraio hanno provveduto al recupero e allo smaltimento della stessa.
Grazie al buon esito dell’operazione, finalizzato alla salvaguardia e protezione dell’ambiente marino-costiero, è stato possibile ristabilire l’integrità della spiaggia del Viticcio e, inoltre, preservarne la bellezza
POLIZIA DI STATO PORTOFERRAIO
Messaggio 93639 del 16.01.2019, 09:01
CONTROLLI ANTIDROGA DELLA POLIZIA DI STATO.



All’esito di una mattinata di controlli del personale del Commissariato di P.S. di Portoferraio, coadiuvato dall’unità cinofila della Guardia di Finanza, due i giovani denunciati mentre sono stati sequestrati 30 grammi di hashish, 5 grammi di marijuana ed 1 grammo di cocaina. I servizi sono iniziati in un Istituto Superiore ove sono state eseguite 2 perquisizioni e controllati circa 50 ragazzi, tutti con esito negativo. Successivamente il personale ed il cane antidroga della Guardia di Finanza si sono spostati su altri obiettivi, eseguendo altre 3 perquisizioni domiciliari che hanno consentito il recupero dello stupefacente debitamente sequestrato. Due i giovani segnalati, entrambi maggiorenni, il primo per uso personale e l’altro denunciato in Procura per detenzione finalizzata allo spaccio.
Forza Brodo
Messaggio 93638 del 16.01.2019, 08:07
Provenienza: Pf
E tornato in navigazione il super traghetto Bastia auguri e buon navigazione a tutti gli elbani e non.
ANSA
Messaggio 93637 del 16.01.2019, 05:50
Provenienza: Roma
ONU. IN AUMENTO LA "SALAMOIA TOSSICA", FRUTTO DEI DISSALATORI.
ANSA. 14 gennaio 2019. Gli impianti di dissalazione nel mondo hanno la capacità di produrre ANSA. 95 milioni di metri cubici di acqua dolce al giorno, pari al 40% del flusso delle cascate del Niagara. Ogni litro prodotto, tuttavia, genera un litro e mezzo di acqua ipersalata, che contiene sostanze chimiche tossiche. Questa "salamoia tossica" viene reimmessa negli oceani, mettendo a rischio gli ecosistemi marini. A lanciare l'allarme è l'Istituto per l'acqua, l'ambiente e la salute dell'università delle Nazioni Unite.

Nel mondo esistono ad oggi 16mila dissalatori, concentrati in Medio Oriente e Nord Africa, che rispondono alla crescente domanda d'acqua potabile a producono uno scarto considerevole: 142 milioni di metri cubici di salamoia al giorno, il 50% in più rispetto a quanto stimato in precedenza. Si tratta di 51,8 miliardi di metri cubici d'acqua iper-salata all'anno, abbastanza per mettere l'Italia intera sotto 17 centimetri di salamoia.Queste acque di scarto, spiegano gli esperti nello studio pubblicato sulla rivista Science of the Total Environment, vengono spesso rigettate negli oceani dove minacciano gli ecosistemi, sia perché aumentano la salinità, sia perché contengono sostanze chimiche tossiche provenienti dagli antivegetativi e dagli antincrostanti usati negli impianti di dissalazione.

Tuttavia "questo problema ambientale può essere trasformato in una risorsa economica", evidenziano i ricercatori. L'acqua di scarto può infatti essere usata in acquacoltura, per irrigare le specie tolleranti al sale, per generare elettricità e per recuperare il sale e i metalli contenuti nella salamoia, tra cui magnesio, cloruro di sodio, calcio, potassio, cloro, bromo e litio.ANSA.
ELBA SALUTE
Messaggio 93636 del 16.01.2019, 04:56
Provenienza: Francesco Semeraro
TRAGEDIA SFIORATA ALL'OSPEDALE DI PORTOFERRAIO....UNA BAMBINA DI 18 MESI HA RISCHIATO DI SOFFOCARE.


Queste sono le tragedie che possono capitare quando il personale medico è scarso e a volte mal gestito.
Questa volta le responsabilità non sarebbero da attribuire all'Azienda Sanitaria ma pare a una cattiva gestione delle risorse umane del reparto anestesiologico.
Abbiamo appurato che la bambina, ospite di un asilo nido, mercoledì 9 c.m. durante l'ora di pranzo ha cominciato ad accusare problemi di respirazione ed in quel momento è partita la corsa verso il pronto soccorso dell'ospedale di Portoferraio. Costatato il gravissimo rischio di soffocamento i medici del pronto soccorso chiedevano l'immediato intervento degli anestesisti che in quel momento ne risultava uno in servizio anziché due come da norma e quell'unico specialista era già impegnato in sala operatorio in un delicato intervento chirurgico.
La tensione saliva alle stelle anche perché era inspiegabile l'assenza del secondo anestesista ma per salvare la bambina, molto provata e quasi cianotica, si è pensato di trasferirla nella sala operatoria accanto a quella dove si svolgeva l'operazione chirurgica per poter intervenire anche su lei perché il trascorrere dei minuti potevano essere drammatici.
In ascensore, con il personale medico saliva anche l'Angelo Custode della piccola che resosi conto della tragedia che si stava consumando, ha fatto sì che un forte colpo di tosse la liberasse del corpo estraneo che la stava soffocando.
Ora, noi del Comitato Elba Salute chiediamo che si faccia un'inchiesta per appurare le ragioni per le quali in quel momento e con un delicato intervento chirurgico in corso, in servizio ci fosse solo un anestesista.
La vita di una persona e in particolar modo di una bambina non valgono le spendig rewiev aziendali e dipartimentali.


Comitato Elba Salute.
(Francesco Semeraro)
Spigolature
Messaggio 93635 del 15.01.2019, 21:23
Provenienza: Elba

L'esempio dell'ipocrisia

Il nostro personale? E' tutto italiano! Peccato che lavora su navi straniere!
(e i cantieri italiani ringraziano )

Moby Niki: Varata nel 74, costruita dal cantiere Werft Nobiskrug GmbH (Germania)

Moby Ale: Varata nel 68, costruita dal cantiere Ålborg, (Danimarca)

Moby Baby Two: Varata nel 74, costruita dal cantiere Bremerhaven (Germania)

___________Fonti Wikipedia
Francesco Semeraro
Messaggio 93634 del 15.01.2019, 19:01
NON TAPPATELE PER FAVORE....SONO PATRIMONIO DELL'UNESCO.




Francesco Semeraro
Avvocato Scrivi a Avvocato
Messaggio 93633 del 15.01.2019, 17:45
Provenienza: Portoferraio
CARTELLI LEGITTIMI O ILLEGITTIMI?

Essendo Avvocato di professione mi permetto di scrivere qualche breve considerazione.
Bisogna distinguere tra insegna, cartello e impianto di pubblicità finalizzato alla pubblicità o alla propaganda di prodotti o attività commerciale.
Ma nel caso del Rotary non è pubblicizzato alcun prodotto o attività commerciale, pertanto i cartelli sulla rotatoria NON RICADONO nell'art. 23 C.d.S. non essendovi alcun intento pubblicitario.
Basta poi uno sguardo veloce alle recenti circolari ministeriali che chiariscono definitivamente che l’apposizione di un pannello riportante esclusivamente il nome di chi ha provveduto alla sistemazione è a norma di legge.
Semplicemente è venuta meno una situazione di degrado a spese di un privato che come al solito è intervenuto laddove non provvede il pubblico.
L'autore prima compiere un atto vandalico grave e reiterare il reato avrebbe dovuto informarsi meglio (non serve una laurea!).
Le denunce penali faranno il suo corso e l'autore oltre le spese legali dovrà risarcire anche il danno! Se credi di aver fatto una furbata rovinando tutta la città, dormi sonni poco tranquilli perchè è solo questione di tempo.
Pennelli selvaggi
Messaggio 93632 del 15.01.2019, 17:01
Provenienza: ROTONDE CITTADINE
RITORNA PUNTUALE....IL BALLO DI SIMONE




Nemmeno tre giorni dal ripristino delle pubblicità Rotariane e il fustigatore dei cartelli è tornato a colpire.
La rotonda adottata dal Rotary club isola d’elba ha subito ancora le ire dell’imbrattatore che improvvisamente ma puntualmente è tornato a far sentire la sua voce di protesta incatramando e affiggendo sui cartelli un volantino che richiama l'art. 23 del codice della strada che praticamente avvisa chi li ha pozionati :

Cartello non conforme
Lungo le strade o in vista di esse è vietato collocare insegne, cartelli, manifesti, impianti di pubblicità o propaganda, segni orizzontali reclamistici.
La novella dello stento continua senza che nessuna delle parti prenda una netta e chiara posizione in proposito , solita sorte anche per tutti gli altri che da mesi spiccano per loro incatramatura .... frattanto nell’aeree cittadina risuona il consueto "Mantra “

DI QUI RIPASSÒ L’ATTENTO PIETRO CHE ANCORA UNA VOLTA VI LASCIA CON UNA MANO DAVANTI E L’ALTRA DIETRO !
Cosimo de Medici
Messaggio 93631 del 15.01.2019, 16:29
SARÀ IL DOTTOR GIULIANO LAVAGNINI L’AMMINISTRATORE UNICO DELLA PARTECIPATA COSIMO DE MEDICI



Si è svolta nell’ufficio del sindaco di Portoferraio alle 12 di martedì 15 gennaio l’annunciata riunione del Consiglio d’Amministrazione della società Cosimo de’ Medici. Presente il Revisore unico della società, il sindaco Mario Ferrari, nonostante l’assenza dei membri del Consiglio di Amministrazione, ha preso atto della regolarità della convocazione dell’assemblea e delle dimissioni irrevocabili presentate dal CdA, manifestando la volontà di procedere alla nomina di un amministratore unico, con le modalità e la procedura consentite dalle norme di Legge e dallo Statuto. Il Sindaco ha comunicato di aver individuato per tale ruolo la persona del dottor Giuliano Lavagnini, in possesso dei requisiti di Legge, che ha manifestato la propria disponibilità.
AMMINISTRAZIONE PORTOFERRAIO
Messaggio 93630 del 15.01.2019, 16:21
ATTESTATO DI BENEMERENZA PER DUE STUDENTI





Si svolgerà presso la sede GRIGOLO dell'ISIS Foresi , alle ore 13 di mercoledì 16 gennaio, la consegna di un attestato di benemerenza ai due studenti elbani, Alessandro Alfei e Andrea Fratantonio, entrambi residenti a Campo nell’Elba, protagonisti lo scorso 10 gennaio di un gesto encomiabile, salvando un cane che era caduto in acqua nella zona prospiciente la Banchina Alto Fondale di Portoferraio. L’iniziativa congiunta, voluta dal Sindaco di Portoferraio Mario Ferrari e dal Comandante del Porto di Portoferraio Capitano di Fregata Agostino Petrillo, ha trovato collaborazione nella istituzione scolastica, con il Dirigente dell’ISIS Foresi Enzo Giorgio Fazio che ha dato la disponibilità di effettuare la cerimonia all’interno della struttura scolastica stessa. “ Vista l’importanza del gesto compiuto e la sensibilità dimostrata da parte dei due studenti elbani – hanno commentato il Sindaco e il Comandante del Porto di Portoferraio – abbiamo deciso di mettere in atto una modesta ma significativa forma di ringraziamento pubblico, con l’intenzione di sottolineare la valenza del comportamento dei due giovani studenti, quale dimostrazione di senso civico e di collaborazione con le istituzioni, da additare ad esempio ai loro coetanei ed a tutta la cittadinanza”. Alla cerimonia è stato invitato a partecipare anche il sindaco di Campo nell’Elba, Davide Montauti, nel cui territorio sono residenti gli studenti premiati.
Dall'Ospedale
Messaggio 93629 del 15.01.2019, 16:10
Provenienza: Portoferraio
PARCHEGGI SUL PERCORSO PEDONALE

La Polizia Municipale non può intervenire!
Essendo il perimetro ospedaliero un'area privata, mancando una convenzione tra ASL e Polizia Municipale, è terra di nessuno.
Altro schifo è che nessuno intervenga facendo le multe a chi fuma nell'area ospedaliera. La legge vieta il fumo nelle aree di pertinenza ospedaliera e nelle pertinenze scolastiche.
CHE SCHIFO!
Per il Fan di Pasquino
Messaggio 93628 del 15.01.2019, 15:28
Provenienza: Rio
Intanto spero che il suo nicname voglia essere ironico almeno quanto i suoi interventi. Pensavi per davvero interessasse a qualcuno la caccia di frodo dentro le zone del Parco come se non lo sappiamo che i Parchi sono solo per dare qualche posto di lavoro e poi i furbi fanno quello che gli pare come sempre. Puoi aspettare fino alla fine dei tuoi giorni e nessun assessore ti risponde tanto meno i consiglieri di minoranza. Uno è cacciatore e antiparco. Gli altri tre non anno ancora capito cosa devono fare in Comune. Quello che nomini poi. E' stato segretario del PD poi è andato via in malomodo a scansato quelli del PD come nel 300 si scansavano gli appestati e poi alla fine del girotondo è tornato al PD a chiedere che deve fare. Fattene una ragione e fatti furbo se vuoi cacciare vai anche te o pure lascia stare.
osservatore elbano Scrivi a osservatore elbano
Messaggio 93627 del 15.01.2019, 12:50
Provenienza: Canale di Piombino
Vergognosa la situazione denunziata da Pasquale Scopece all' ospedale di Portoferraio. Una situazione da esposto alla Procura della Repubblica con denunzia per " omesso controllo "...
PASQUALE SCOPECE
Messaggio 93626 del 15.01.2019, 12:34
Vigili nemmeno l'ombra....controlli zero...educazione sotto zero ....anziani costretti a camminare per strada

Zona ospedaliera ANARCHIA COMPLETA


AMMINISTRAZIONE PORTOFERRAIO
Messaggio 93625 del 15.01.2019, 12:28
L’ufficio scuola del Comune di Portoferraio comunica alla cittadinanza interessata che i servizi di mensa e scuolabus per l’Anno Scolastico 2019/2020 devono essere richiesti entro giugno 2019. Per le scuole dell’infanzia e per la scuola primaria a tempo pieno la domanda di mensa si presenta solo il primo anno. Per informazioni ci si potrà rivolgere all’ Ufficio Scuola e Nidi, al numero telefonico 0565 - 937247 oppure 937229. I moduli necessari potranno essere reperiti al link https://www.comune.portoferraio.li.it/iscrizioni-mensa-e-scuolabus-as-2019-2020/ .
POLIZIA DI STATO PORTOFERRAIO
Messaggio 93624 del 15.01.2019, 09:48
UN GIORNO DA POLIZIOTTO PER GLI ALUNNI DI IV^ DELLA SCUOLA PRIMARIA BATTISTI



In questo inizio settimana sono stati i bimbi della IV della Scuola Primaria Battisti a trascorrere “Un Giorno da Poliziotto” nel Commissariato di P.S. di Portoferraio. Elevato l’interesse e la soddisfazione per l’iniziativa. Prosegue contemporaneamente l’iniziativa didattica concertata con i Dirigenti Scolastici presso le Scuole Medie. Al “Pascoli”, in particolare, si è svolto un incontro venerdì 11 ed un successivo si terrà venerdì 18 gennaio. Verranno approfondite non solo le tematiche delle “dipendenze” e della nuova emergenza costituita dall’immissione sul mercato clandestino della droga sintetica, ma anche del “Cyberbullismo” e di “internet”. Con i ragazzi delle classi I d e I E si discuterà, in particolare, del web, posto dove si possono apprendere tantissime cose, promuovere la propria creatività nonché rapportarsi e parlare con il mondo intero. Ma si parlerà anche dei pericoli più gravi, legati soprattutto agli adulti. Un malintenzionato può usare le informazioni che condividiamo sui social (ad esempio la geolocalizzazione) per sapere che siamo in vacanza e che quindi a casa nostra non c’è nessuno, o può imparare i tragitti e gli orari che abbiamo ogni giorno per i suoi scopi. Quando siamo nella piazza della nostra città non sventoliamo i soldi che abbiamo nel portafogli, e non gridiamo a gran voce il nostro indirizzo. Ecco, è una buona idea fare così anche quando siamo su internet… che è una piazza molto, molto grande. Non mancheranno accenni alla pedopornografia: l’aumento esponenziale del numero degli adolescenti presenti sul web ha determinato un’importante crescita del numero di minorenni vittime di reati contro la persona: sul territorio nazionale, dai 104 casi registrati nel 2016 si è passati a 177 nel 2017 e 202 casi trattati nel 2018; le vittime hanno tutte un’età compresa tra i 14 e i 17 anni. Nell’ambito della pedopornografia online, sono stati eseguiti 43 arresti e denunciate 532 persone, anche grazie alla fondamentale cooperazione di polizia a livello internazionale. Verrà, infine, fornito un semplice decalogo per “navigare sicuri”.
BOTTEGA DEGLI AUTORI
Messaggio 93623 del 15.01.2019, 05:44
BOTTEGA DEGLI AUTORI, NICCOLÒ BRANDI VINCE IL PREMIO SIAE CON LA CANZONE IL “RECORD DEL MONDO”





Bel riconoscimento per il cantautore elbano fondatore degli Ellen Way

Niccolò Brandi cantante e fondatore degli Ellen Way è un esempio di quanta passione e tenacia gli elbani mettano nel portare avanti i loro sogni.
Niccolò canta canzoni da lui composte ed in maniera costante è andato ad incrementare professionalità e formazione fuori Elba intraprendendo il cammino di completamento artistico iniziato già sull’isola. La maturità artistica si sa, passa attraverso molte strade, ma di sicuro lui ha imboccato quella giusta. Iscrivendosi e frequentando la scuola per autori di Brescia che in collaborazione con
Dna Communication, Siae, Warner Chappel, Steinberg e Comune di Ghedi da due anni organizza con l'associazione Festival di Ghedi, “la Bottega degli Autori” ed alla fine di questo percorso il direttore artistico Diego Calvetti insieme a tutti gli ospiti e collaboratori che hanno presenziato a questo lungo evento assegnano il Premio Siae, Premio Steinberg, Premio Warner Chappel e un premio speciale che prevedeva una collaborazione musicale con Il Maestro Calvetti per un anno. Ci sono voluti sacrifici e umiltà, Niccolò è partito alla volta di Brescia dove periodicamente ha partecipato alle lezioni individuali e di gruppo, teoriche e pratiche alle quali hanno presenziato molti artisti del calibro di Ermal Meta, Marco Masini e vari autori e produttori della scena musicale italiana come: Francesco Sighieri, Lodovico Pagani, Roberto Rossi, Valerio Carboni ed Emiliano Cecere
Gli iscritti provenivano tutti dal nord Italia ad eccezione di Niccolò, unico elbano ed un corregionale fiorentino. Il percorso lo ha portato fino alla finalissima nella quale i corsisti hanno presentato i loro progetti di gruppo. Un gruppo particolare visto che il metodo di questa seconda edizione della Bottega degli autori prevedeva la creazioni di tanti team in modalità estemporanea. Strategia che evidenzia le capacità di lavoro in gruppo, adattamento alle situazioni e l'attitudine alla leadership. Niccolò si è difeso benissimo, destreggiandosi fra l'impegno della vita elbana, (lavora nell’azienda di famiglia) e le trasferte in Lombardia. Nella finale ha presentato due brani, Il Record Del Mondo ed l mio premio Nobel.
Per la prima canzone, Niccolò è stato insignito del Premio Siae , tutto cio' grazie anche alla collaborazione in team con Karin Amadori e Andrea Valli. Gli è stata consegnata una targa ed un premio in denaro di 2.000,00 Euro da dividere con gli altri due autori con cui ha composto questo pezzo. L'esempio di Niccolò e di tutti coloro che affrontano percorsi di formazione fuori Elba giovano a tutta l'isola elevando il livello qualitativo dell'offerta, introducendo nuova conoscenza e aprendo la strada a tanti altri giovani che ne seguiranno gli esempi. Perché il segreto di ogni cosa sta nella condivisione con il diverso, con l'altro e nello scambio di conoscenze.
IL GORILLAIO ELETTORALE
Messaggio 93622 del 14.01.2019, 16:49
UFFICIALMENTE APERTA LA COSMO-MARATHON ELETTORALE 2019




Ma perchè così tanti pensano di essere adatti a guidare la cosa pubblica?
E' paradossale i candidati che stanno scendendo in campo per amministrare Portoferraio... Sorrido per non farmi prendere dalla tristezza. una moltitudine di personaggi che si propone non so con quali credenziali .
Mi appare davanti agli occhi l'immagine della partenza della Maratona di New York... o quella ancor più simpatica della massa di migliaia di spermatozoi lanciati nella loro folle corsa... alla faccia dell'unità di intenti e della lista unica e credibile .
Mi chiedo come possano tutte queste persone, ritenersi in grado di "gestire" e "guidare" una amministrazione comunale difficile quale è quella della vecchia Cosmopoli .
Ma scherziamo? Si, scherziamo, non c'è altra possibile risposta.
Siamo arrivati al punto che una persona, prima decide di candidarsi, poi comincia ad informarsi con quale Partito o Lista ha più probabilità di essere eletto... e lì fa di tutto per farsi candidare !!!
Ma scherziamo? Si, certamente scherziamo ……… ridere fa bene alla salute.
Ad amministrare persone, famiglie, aziende, territorio, ci dovrebbero stare individui preparati allo scopo, persone di specchiata onestà intellettuale innamorate del loro paese e non della propria immagine, persone che si dedichino a tempo pieno ad una specifica attività, Amministrare è cosa altamente difficile e professionale, di responsabilità. Si vanno a prendere decisioni che ricadono poi sul paese e sulla gente. Non si affida un trapianto di cuore a chi fa un altro mestiere come non si affida la gestione di una una macelleria ad un gatto nero .
Si dice che non c'è più moralità. E' vero, e ne vediamo i segni.
E allora ecco che facciamo le cose che non sappiamo fare, creiamo problemi su problemi, facciamo e disfacciamo e rifacciamo ancora che tanto metà della colpa alla fin fine sarà di chi è venuto prima e metà di chi farà opposizione. E' sparita la responsabilità e soprattutto l’amore per il proprio territorio, tutti possono e vogliono far tutto, che ci vuole diamine! Sono più scozzati che un mazzo di carte da Ramino.

Se mai andrò a votare, cercherò un nome di cui non mi ricordo d'aver visto o sentito di sotterfugi raccomandazioni autopromozioni o verso a chi in passato.... abbiamo già dato.
Fan di Pasquino
Messaggio 93621 del 14.01.2019, 15:44
Provenienza: Cavo di Rio
Eccellente Dottor Pasquino, in mancanza di sue notizie da ormai due mesi, sono a disturbarla nuovamente per aggiornamenti in merito all'intervento del suo pregiatissimo conoscente Consigliere Comunale. A Suo dire, nel primo intervento di risposta a mia sollecitazione, il Sig. Consigliere "Renzino" avrebbe preso a cuore la questione della caccia abusiva dentro alle aree Parco. Trascorsi due mesi, prendo atto del totale disinteresse delle forze politiche in campo nonché dell'Assessore all'Ambiente e delle varie Istituzioni ed Associazioni ambientaliste. Prendo atto della totale assenza dei Parchi e dei Carabinieri Forestali. Mi dica lei, Esimio frequentatore di questo Blog, se devo altresì prendere atto di un sopraggiunto impegno da parte del succitato Consigliere di minoranza. Passo nuovamente. Chiuderò in caso di Sua dichiarazione di resa.
Tunnel e grilli
Messaggio 93620 del 14.01.2019, 12:39
Provenienza: Portoferraio
Sono stupito che ancora non abbiamo un grillo-pensiero elbano su cui discutere riguardo al tunnel Piombino-Elba , cosa succede, i grilli sono in letargo? Solo un'anno fa, avremmo visto i fuochi di capodanno.
Renzo
ELBA TUNNEL
Messaggio 93619 del 14.01.2019, 11:59
Provenienza: Londra
Ringraziamo tutte le persone che hanno scritto commenti in merito alla realizzazione di un tunnel sotterraneo sotto il Canale di Piombino.
Prenderemo ciascun commento e lo inseriremo nella nostra pianificazione al fine di esaminare gli aspetti in esso contenuti.
Continuate a commentare, per noi e' molto utile ogni commento.
Grazie di nuovo,
ELBA TUNNEL
La Biscotteria non basta
Messaggio 93618 del 14.01.2019, 10:59
Provenienza: un lo volete capì
Ganza de' la campagna elettorale!
O meglio, le prime schermaglie della campagna elettorale...
nomi, cognomi, aspiranti sindaci, aspiranti assessori, gente che tira a indovina', gente che lancia depistaggi...
Comunque andrà a finire, però, toglietevi dal capo che venga Barbetti a Portoferraio: Ruggerino ha altre mire.... quindi...

CAMBIATE CANDIDATO CHE E' MEGLIO!!!
Grillo canterino
Messaggio 93617 del 14.01.2019, 10:19
Provenienza: Comunali Portoferraio
Tutto tace su possibili schieramenti e canditati a Sindaco anche se le prime indiscrezioni cominciano a trapelare. Le liste in campo saranno minimo 4 ma la sfida sarà tra la coalizione di centrodentra, lega compresa e quella di centrosinistra allargata a tutti i cespugli. Questo per quanto riguarda gli schieramenti. In quanto ai nomi l'ipotesi più accreditata sembra una sfida tra due non ferraiesi. Un candidato da Capoliveri e uno da Rio. La città di Cosimo si appresta ad essere colonizzata dalle periferie.
ROBERTO MARINI
Messaggio 93616 del 14.01.2019, 10:07
Provenienza: assessore al bilancio e alle partecipate
FACCIAMO CHIAREZZA SULLA COSIMO DE MEDICI

di Roberto Marini




Cerchiamo di fare chiarezza sulla situazione debitoria della partecipata Cosimo. In qualità di assessore al bilancio e alle partecipate ( solo dal maggio 2016) devo dire che la nostra amministrazione ha ereditato una partecipata ridotta ai minimi termini sia sotto il profilo operativo che sotto il profilo finanziario. Oggi i risultati ottenuti grazie all’operato del nuovo consiglio di amministrazione e, in egual merito, dei dipendenti della Cosimo, sono sotto gli occhi di tutti.
Resta una nota dolente sotto il profilo finanziario; nota dolente ereditata dal passato e in relazione alla quale si è detto troppo e male, ma, soprattutto, si tentano sterili speculazioni e vane strumentalizzazioni. Di poco chiaro non c’è niente; é tutto chiaro e palese, certificato nei bilanci della partecipata e del comune fino ad arrivare al verbale d’assemblea della Partecipata del 02/08/2018 dove il CDA e il Sindaco approvano con reciproca soddisfazione il conto consuntivo 2017 della partecipata stessa e la successiva approvazione ,il 29 ago 2018 , da parte del consiglio comunale di Portoferraio del rendiconto della Gestione dell'Esercizio 2017, il cosiddetto, Conto Consuntivo che riassume e contiene tutto ciò che è certificato dai revisori dei conti della partecipata Cosimo e del comune di Portoferraio fino all’ultima supervisione del Commissario di Governo.
Esiste il vecchio credito di circa 400.00,00 € (asseverato, tra l'altro, dal segretario comunale in servizio nel 2017) che la partecipata vanta nei confronti del comune. È una situazione ereditata che nessuno ha mai voluto affrontare né tanto meno definire , ma il suo protrarsi rischia di portare nel baratro la società . E’ una situazione che, anche se ben presente nei bilanci approvati di anno in anno dall’amministrazione, è stata da me nuovamente sottolineata a fine 2017 ; dopo con delibera di giunta N. 5 del 16/01/2018, integrata e parzialmente modificata con delibera del 46 del 30/03/2018 , con cui la giunta, tutti presenti, con voto unanime, esprime indirizzo favorevole alla ridefinizione del rapporto debiti/crediti per azzerare tutte le vecchie e ma anche le nuove partite debitorie -queste ultime ammontanti a circa un centomila € di interventi urgenti richiesti dai tecnici - e, così, ridurre l’esposizione tra Comune e Partecipata .
La Società ha fatto avere il parere legale richiesto allo studio Merusi - Toscano di Firenze, redatto dall’esimio Prof. Merusi, che conferma che “non possono essere sollevati certamente dubbi sull’esistenza del credito della società nei confronti del comune”, e fornisce molti altri chiarimenti sulla questione .
Così come un parere è stato richiesto sulla questioni delle dimissioni.
Oggettivamente, quindi, non esistono dubbi sull’operato del Cda; Sindaco e giunta hanno già espresso la propria posizione e le delibere di indirizzo ci sono; il CDA ha lavorato bene e questo è riconosciuto anche dal Sindaco in ogni suo intervento; i conti sono conti certificati dai sindaci revisori e dal Comune. Allora chi e perché vuole affondare la Cosimo????

Roberto Marini
Portoferraiese
Messaggio 93615 del 14.01.2019, 07:38
Provenienza: Dal carburo
Elezioni a Portoferraio :
Si vocifera che l'amato/odiato Sindaco di Capoliveri sia pronto a scendere in campo.....
Certo se fosse vero sarebbe una notizia straordinaria che i Portoferraiesi si facciano governare da un Capoliverese...
Siamo curiosi.
Buona bagarre...
Italia nostra
Messaggio 93614 del 13.01.2019, 17:59
Provenienza: portoferajo
Italia Nostra si scaglia contro lo scavo nell'Aplite nobile roccia che costituisce le scogliere di Capo Bianco , che si dovrebbe fare per il rinnovo della zona portuale : possiamo essere più o meno d'accordo ... ma mi chiedo : dov'era Italia Nostra quando un noto e facoltoso imprenditore con mega villa a picco sul mare del Forno demoli' di un bel trenta metri in verticale la scogliera per farci un mega ascensore che dalla strada lo portasse sino a livello mare ove sta il piano terra della mega-villa ????? anche questa è Italia...nostra
statevene zitti almeno !!!!
ELEZIONI CAPOLIVERI-
Messaggio 93613 del 13.01.2019, 14:27
Provenienza: VIALE INNISFAIL - QUEESLAND
A pochi mesi dalle elezioni amministrative, niente di nuovo sulle liste. Molti rumors su nuove alleanze, liste civiche all'orizzonte e incontri (pare) per un nuovo corso alla guida del paese. Di concreto ancora niente, mentre il tempo scorre veloce e la data delle elezioni si avvicina inesorabilmente.
LA NOSTRA STORIA
Messaggio 93612 del 13.01.2019, 09:42
SULLE TRACCE DELLA STORIA

Le Confraternite laiche a Portoferraio Incontro pubblico promosso dal Lions Club Isola d’Elba con il patrocinio del Comune di Portoferraio




La consistente affluenza di pubblico è stato il primo dato notato dagli stessi intervenuti all’appuntamento sul sagrato del Duomo di Portoferraio e soprattutto dagli esponenti del Lions Club Isola d’Elba che ha organizzato per il pomeriggio di sabato 12 gennaio, con il patrocinio del Comune di Portoferraio, con la cortese ospitalità del Parroco Don Sergio e con la partecipazione di S.E. Mons. Vescovo Carlo Ciattini, una visita guidata alle sedi delle due Confraternite laiche del capoluogo elbano, Misericordia e SS. Sacramento, istituite quasi cinque secoli orsono in occasione della fondazione di Cosmopoli dove, oltre all’incarico istituzionale di portare aiuto e conforto ai malati, ai bisognosi ed a occuparsi delle sepolture, avevano anche il compito di favorire l’insediamento di civili in una città fortificata, nata “nell’isola” di Portoferraio dal nulla e sottoposta al potere militare.
Il gruppo è stato accompagnato in un percorso che si snodava dal Duomo alle Chiese del SS. Sacramento e della Misericordia, passando fra i musei ed i locali delle due Confraternite.
L’attività svolta dai volontari, i pregiati dipinti, le decorazioni, gli affreschi, le statue, i lampadari, gli arredi, le lapidi commemorative, i reperti storici di Napoleone, fra cui la corona imperiale, la bandiera elbana, i calchi della mano e del volto, presenti nelle tre Chiese, nelle cappelle e nei musei di loro pertinenza, ma anche di vecchi strumenti ed attrezzature usati in passato e ben conservati, quali la carrozza funebre tuttora perfettamente funzionante ed ancora in uso, le barelle mobili trainate a piedi dagli addetti per il prelievo ed il ricovero dei malati di tutta l’Isola sono stati ampliamente illustrati dai responsabili delle due benemerite Associazioni con le esposizioni di Marina Sardi, Titto Vai e Adriano Bracali.
I convenuti si sono infine radunati nella sala convegni del Centro De Laugier dove la presidente del Lions Club Gabriella Solari ha introdotto una conferenza dibattito che ha visto alternarsi come relatori al tavolo presidenziale il sindaco Mario Ferrari, il governatore della SS. Sacramento Remo Corsi, quello della Misericordi Simone Meloni, della Prof.ssa Marina Sardi, del Prof. Giuseppe Battaglini, del giornalista Sergio Rossi, del consigliere della Misericordia Alessandro Pastorelli ed infine del Vescovo Mons. Carlo che, oltre ad unirsi all’apprezzamento unanime per quest’iniziativa promossa dai lions elbani nell’intenzione di arricchire la conoscenza della nostra storia e delle nostre radici, ha favorevolmente commentato la competitività fra le due Confraternite, che in passato ha conosciuto spunti di vivace rivalità, ma che oggi produce il positivo risultato di stimolo reciproco a migliorare continuamente la qualità delle proprie prestazioni ispirate alla solidarietà e alla fraternità.
serena
Messaggio 93611 del 12.01.2019, 16:07
A proposito delle vicende che lo scorso anno hanno interessato la nostra Parrocchia riguardo all'allontanamento delle Suore da Capoliveri e, alla luce dello scritto apparso di recente su un giornale elbano, ritengo doveroso ribadire che convivere con rancori mai sopiti sia da una parte che dall'altra, non faccia bene alla Comunità di Capoliveri e alla sua Parrocchia. Al di là di ciò che poteva essere se le cose fossero andate o fatte andare in maniera diversa e al di là di quello che ognuno di noi possa pensare a proposito di questa vicenda, meditando a fondo su quanto accaduto, penso che una sola cosa ci sia da dire e che è alla base della nostra fede. Se ci reputiamo cristiani, cristiani non solo a parole ma veri, convinti che ciò che Gesù ci insegna potrebbe cambiare la nostra vita e il nostro modo di vedere le cose così come Lui vorrebbe che noi le vedessimo, solo allora potremmo dire che davvero il nostro punto di riferimento è Gesù. E' Lui solo che conosce il perchè del nostro operato ed il solo che può giudicarlo non essendo noi in grado di capire il perché del verificarsi di certe situazioni e quindi le difficoltà, le vicessitudini e chissà cos'altro ancora da parte di coloro che ne sono stati coinvolti. Quindi è ora di finirla di continuare a puntare il dito su questo o quello ed a ergerci giudici. Ed è Gesù che ci indica un'unica strada da percorrere, non certo la più facile, anzi forse la più stretta e la più tortuosa ma sicuramente la strada che ci renderebbe davvero liberi : quella del perdono.
GRAZIE DON EMANUELE
Messaggio 93610 del 12.01.2019, 13:23
Provenienza: CAPOLIVERI


Premesso che non sono praticante e neppure troppo credente, mi sento ugualmente cattolico ed ho rispetto della chiesa.
Ogni anno Don Emanuele viene a benedire la nostra casa, arriva di fretta ma poi puntualmente rimane per almeno una ora a parlare con me e mia moglie.
Ci rimprovera di non vederci mai in chiesa, mentre io sostengo che non è il solo sinonimo di cristianità e che non obbligatoriamente coloro non frequentano sono "pecore nere", semmai il vero cristiano si esprime nel comportamento quotidiano nella vita, nei rapporti con i propri simili, nel mondo
Ma poi parliamo di tutto, e trovo una persona sensibile, rispettosa, estremamente generosa e altruista....... mi confida i piccoli aiuti che riesce ad offrire ed anche con sofferenza delle diatribe che spesso nascono in una piccola comunità, come i tentativi di voler gestire o comandare e giudicare ogni minima scelta sia fatta. (storie già vissute e rivissute, guarda caso.)
Comunque nella nostra casa, a parte la benedizione e qualche immagine sacra, Don Emanuele lascia sempre un grande messaggio di amore e di umiltà, quella che in definitiva dovrebbe essere la missione di un uomo di Dio.
Personalmente non credo sia corretto né giusto trascinare nell'arena questa persona ed imputarlo da migliaia di chilometri di distanza di situazioni magari riportate più che conosciute.
Nell'esprimere grande stima e solidarietà a Don Emanuele per questo poco elegante attacco, spero il vescovo venga effettivamente a Capoliveri, per potergli esprimere anche il mio pensiero, sicuramente libero e sereno.

Intanto grazie Don Emanuele.
basta coi talebani
Messaggio 93609 del 12.01.2019, 09:51
Provenienza: zona porto
So diferenti ma tutti uguali dentro. Accecati da quanto sono pieni di sè e del proprio presunto sapere. Ambientalisti, tutti uguali. Covavo qualche timida speranza per Italia Nostra ma sono rimasto peggio che deluso. Come si fa ad opporsi a quella che è una delle ultime superfetazioni troiaiose della vecchia Feraja? Per difendere la storia degli Argonauti bisogna lascià lo scogli e le pedice davanti al luogo dove sbarcano tre milioni di turisti l'anni? Ma vaiavaiavaiavaia.....
SOLIDARIETA' per DON EMANUELE
Messaggio 93608 del 12.01.2019, 09:38
Provenienza: CAPOLIVERI "Parrocchia"
E' apparsa giorni orsono, pubblicata su alcune testate locali, una lettera indirizzata a Sua Eminenza Mons. Carlo Ciattini. scritta dal nostro concittadino GUALBERTO GENNAI, residente in Australia, dal contenuto molto duro e critico nei confronti del "NOSTRO" parroco Don Emanuele Cavallo. Con questa mia voglio semplicemente esprimere tutta la mia solidarietà ad un uomo che stimo per la missione che sta conducendo all'interno della nostra parrocchia di Capoliveri, e allora "...vai, vai don Emanuele, non pensarci, non permettere che le parole ti trafiggano, sono solo parole, la gente ne dice milioni tutti i giorni e quasi sempre senza neanche pensare. Fai in modo che ti scivolino addosso, nessun giudizio è insindacabile e definitivo, l’unico che conta è il tuo".
Esprimiamo tutti la nostra solidarietà a questo sacerdote buono partecipando numerosi alla Santa messa domenicale delle 11,00.
F.to - un parrocchiano..... a metà.
Ancora Eternit ed altro ....lungo strada Parata
Messaggio 93607 del 12.01.2019, 09:37
Provenienza: rio
Ieri pomeriggio(11genn.) durante una passeggiata lungo la strada della Parata all'altezza del Km 3.1 lungo l'argine della strada ho visto diverse Onduline di eternit........
Ancora una volta dei ba@@@@@i hanno lasciato il loro segno.....
Segnalo ancora che sotto il ponte,quello a circa 1 km dalla Chiesetta di San Pietro, vi è stato buttato altro materiale compreso un grosso pneumatico.....
Per ora mi fermo quì,ma ci sarebbe bisogno di una maggiore presenza e controllo da parte dei "preposti" alla vigilanza del territorio ....non si può darla vinta q questi farabutti.....
- 4° C
Messaggio 93606 del 12.01.2019, 08:37
Provenienza: Gli Alzi Marina di Campo
Stamattina alle 08,00 meno quattro gradi celsius, - 4 ° C agli Alzi di Marina di Campo.
Io
Messaggio 93605 del 12.01.2019, 08:22
Provenienza: pf
Chi ha scritto l'articolo "La forza della mente e della ricerca scientifica" è un genio
emigrato per voi
Messaggio 93604 del 11.01.2019, 22:27
Provenienza: Comunità Europea
LA FORZA DELLA MENTE E DELLA RICERCA SCIENTIFICA – NON SOLO TUNNEL -DA ALTRO ELBANO ALL’ESTERO



E’ giusto non essere pessimisti con chi, come me ed altri, si spreme le meningi per iniziative che tendono al concreto sviluppo dell’Elba. Aprire nuove strade nei settori economicamente strategici è molto faticoso. Richiede conoscenza, preparazione e una grossa forza che consenta di resistere a critiche e pregiudizi.
Il clima di questi giorni mi spinge a togliere il velo sulle notizie riguardanti le iniziative che sotto indico e che insieme a soci capaci, responsabili e finanziariamente solidi, possono fare senza dubbio “decollare” l’Elba nel mondo turistico sia tradizionale che enogastronomico:
Risultano, infatti, in corso di progettazione presso università americane e presso studi tecnico scientifici del Texas, le seguenti iniziative:
1) “creazione di sonar satellitari” per l’invio di segnali di richiamo ai cetacei transitanti “nel Sentiero dei cetacei” affinchè gli stessi, settimanalmente, nei mesi da marzo a ottobre, si presentino nelle spiagge gradite al Sindaco o alla Gat (è uguale) per garantire l’esecuzione di selfies “cetaceo/ bagnante turista” e il traino dei bambini con gommoni storici scelti dai consulenti Gat. La Gat stessa ha garantito la collaborazione della Professoressa Ferragni per la pubblicità sui “social” e la consulenza operativa dell’Ente Parco per quanto riguarda gli aspetti ambientali. Giacobbo (freedom) è favorevole. L’unico dubbio sulla riuscita dell’iniziativa è rappresentato da quel pessimista ambientalista marcianese e dalla rompiscatole della bimba di Mario (sfruttamento cetacei) . Da non ignorare le eventuali considerazioni, critiche e proposte dell’attuale unico candidato sindaco di Portoferraio competente per tutto ciò che riguarda mare e demanio
2) “coltivazione di uva marina in prossimità dei banchi di poseidonia elbana”. Si tratta di un progetto già avviato nella citta di Astemi (Honduras) che, sempre sotto il Gradimento della Gat (o del Sindaco è uguale) consiste nell’impiantare almeno a cinque metri sotto il livello del mare, filari di viti geneticamente rafforzati. Le viti, formate da un composto a base di silicone idrorepellente e bicarbonato , dopo un paio di anni di prevista infertilità, vedranno nascere i primi acini e grappoli dal terzo anno. Si pensa, ai fini di ridurre i costi della raccolta, di arrivare a determinare un metodo che induca gli acini stessi ad automergere ed autoaggregarsi in elementi polinucleari da diecimila acini ciascuno. Lo studio dell’iniziativa vede spiccare i Professori Bellamerdachehai e Bevetimenoponci (Studio Associato Unnbeppiu srl) che hanno approfondito il problema della momentanea percezione della salinità. Saranno all’Elba la prossima settimana ricevuti dal vicesindaco protempore.
La Gat (ancora lei) garantisce la consulenza di noto enologo elbano culturo della storia etrusca. Il Rotary e il Lions locali, per dimostrare la bontà dell’iniziativa, hanno già prenotato per 150 giorni la Gran Guardia e organizzato 400 buffet. Sponsor dell’iniziativa Esa spa che ha garantito la raccolta differenziata marina da svolgersi tramite appositi mezzi anfibi per i quali è stato già predisposto Business plan (in collaborazione con Arpat e con lo studio legale associato “Gattoelavolpe”) con spese a carico, come sempre, dei contribuenti elbani.
Un simpatico Signore, sempre pronto a reclamare i propri e altrui diritti, ha chiesto se è prevista l’installazione di ascensore subacqueo consigliando di non ammettere a eventuale gara il costruttore degli ascensori presso l’ospedale elbano.
Se l’iniziativa andrà in porto la Proloco di Portoferraio si offre di avviare la procedura per il ricoscimento di “doc” o “dop” del vino proveniente dai filari di vite sottomarina. Per questo si è già offerta di avviare le fasi di degustazione attraverso le associazioni Storico culturali di settore quali “Gli amici di Libertaria”, e “Troncaceci Forever”.
L’unico dubbio sulla riuscita dell’iniziativa è rappresentato da quel pessimista ambientalista marcianese e dalla rompiscatole della bimba di Mario (sviluppo dei fenomeni di alcolismo tra i pesci). Da non ignorare le eventuali considerazioni, critiche e proposte dell’attuale unico candidato sindaco di Portoferraio competente per tutto quanto riguarda il mare ed il demanio marittimo.

3)“ Creazione del parcheggio Mediceo nel centro storico di Portoferraio”. E’ l’iniziativa più importante che ha attirato l’attenzione della stampa specializzata internazionale . Tra questi il secondo nuovo”Corriere Elbano” che ha pubblicato, naturalmente gratis e a colori, il rendering del progetto consistente principalmente in un mega parcheggio che, come Venere Botticelliana, nasce nello spazio compreso tra Punta del Gallo, Torre della Linguella, Calata Mazzini e Buccari.
Alcuni dei “venticinque lettori” del secondo nuovo Corriere Elbano (si badi bene 25 effettivi e non “manzoniani”), riuniti nell’associazione “BeimiLeonidaeAulo” coadiuvati dal guppo “perchèAlfonso lobutterestivia” hanno inondato la redazione di messaggi di protesta.
Ebbene la nostra iniziativa si basa sull’uso di un nuovo tipo di cemento a bassissimo impatto aziendale. si ricopre la rada di cemento, si abbandonano i moli medicei. Un bello strato di asfalto tipo “Acciarello” e si creano 900 posti auto. Le barche si spostano nel pennello del Grigolo che vedrà aumentate i potenziali fruitori dalle sole navi da anche ai possessori di natanti da diporto. Dimenticavo il “pennello” verrrà realizzato dal futuro sindaco con decorrenza aprile 2019
Problemi: il donante ha chiesto che fine farà l’Ancora del Molo Gallo; il simpatico signore vuole garanzie sui parcheggi riservati; Il Prof. ha chiesto di spostare il Sestante ed ha proposto di “regalare” al Comune una nuova opera denominata “Chefineavemofatto” formata da 300 mattonelle formato 60cm per 60cm , tutte firmate con dedica. Risulta che l’associazione “artististica” creata e gestita dal Prof. sia favorevole all’Iniziativa del Prof. Stesso come da comunicato in corso di gentil pubblicazione.
I problemi non finiscono qui. “Chicco e Bruno” protestano perché, dicono, che con quel nuovo parcheggio la cooperativa deve lasciare Piazza della Repubblica. La Cooperativa Abaco si è offerta di installare nuove colonnine digitali multilingue per il pagamento dei nuovi stalli di parcheggio. Le colonnine, appositamente studiate, provvederanno ad emettere scontrino parlante contenente l’oroscopo e news provenienti dalla Biscotteria riguardanti le nuove iniziative dell’Amministrazione. A chi evidenziava che il formato “scontrino” non pareva fornire spazio sufficiente, il Presidente di Abaco ha fatto notare che, visti gli anni precedenti, se si tolgono i ringraziamenti a forze dell’ordine, ai paracadutisti, ai bersaglieri, agli alpini, ai subacquei, ai pompieri, alla forestale, ai dipendenti della cosimo (escluso CDA) lo spazio dello scontrino pare sufficiente. Nel nuovo parcheggio, ha assicurato l’assessore al traffico, non ci saranno aiuole, così si risolverà il problema delle scritte dell’evangelico simil apostolo. La capitaneria di Porto, sempre sfavorita nell’attribuzione degli spazi riservati, ha chiesto che il 50% dei nuovi stalli sia destinato al personale della marina ed ai parenti e affini fino al quarto grado del personale della marina, anche se deceduto. Fratini, sempre concorde con la capitaneria ha esclamato “Sono favorevole portiamolo al 60%”. “Non Ostante” paresse ai più incazzato non ha però fatto sapere nulla
Subito è pervenuta una nota dei Lions locali. “Se gli altri hanno posato “la mega rota di Baroccio al porto ” allora noi ci offriamo di regalare un omerico “Mega Leone di Troia” a Portoferraio e agli ospiti. Sembra che Ferrari abbia detto dubbioso “Sento Parigi se si può fare, anzi no sento la Coltelli”.
La nostra iniziativa spera di recuperare gli spazi di Piazza della Repubblica e del Mercato Coperto.
Sono pervenute, ovviamente, le critiche da quel pessimista ambientalista marianese e dalla rompiscatole della bimba di Mario ( che fine faranno i ghiozzi della Rada ?) . Da non ignorare le eventuali considerazioni, critiche e proposte dell’attuale unico candidato sindaco di Portoferraio competente per tutto quanto riguarda il mare ed il demanio marittimo
Guardate, scettici pessimisti e invidiosi, quanto lavoro io e la mia società estera, supportati dai preziosi consulenti internazionali, facciamo per voi elbani indegni.
Ringraziateci e sosteneteci.

“onlovedetechecipiglianopelculo” LTD
Manchester
RIFLESSIONE....
Messaggio 93603 del 11.01.2019, 17:50
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Che dire, in una società civile anche gli animali hanno i loro diritti ed è giusto che sia così, lo diceva anche Leonardo da Vinci..., ma volevo solo dire che anche all'Elba, oltre che in tutto il territorio nazionale, ci sono situazioni drammatiche di famiglie che talvolta vivono in povertà ed in ambienti angusti e malsani, per cui, si al canile ma anche alla risoluzione di situazioni che per la loro drammaticità, complice anche il nostro silenzio, mi fanno pensare che il genere umano si trovi di fronte all'inizio di una grande involuzione civile oltre che di umanità.

Paolino l'arrotino-
osservatore perplesso
Messaggio 93602 del 11.01.2019, 17:09
Provenienza: molo Gallo
Con questi giornali on line non ci si capisce più niente. O quando mai si era visto che il sito più a sinistra di tutta l'Elba, arcipelago e coste comprese, si buttasse a difende la Cosimo dei Medici dal Comune, ovvero gente di destra che letica con altra gente di destra? Mi sa che verranno fori delle liste un pò mischiate, che per capirci qualcosa ci vorrà il metal detector. O questa poi, bel mi' teleelba...
ITALIA NOSTRA
Messaggio 93601 del 11.01.2019, 17:03
IL PORTO DI PORTOFERRAIO, UN PAESAGGIO PRONTO A UN ENNESIMO SACRIFICIO




Ignorate completamente sono le raccomandazioni di Italia Nostra ripetutamente rivolte alla amministrazione precedente e a quella attuale, in particolare all’assessore alla Cultura Roberto Marini e all’assessore Angelo Del Mastro, responsabile del progetto europeo ElbaSharing, sulla prossima sistemazione della zona portuale di Portoferraio nel punto più prezioso, la collina dell’ex Lazzeretto. Si tratta dell’unico punto ancora rimasto in una vasta zona dove l’intervento sconsiderato dell’uomo ha già cancellato e svilito molte tracce del suo passato: quelle rimaste sono davvero le ultime.
L’Autorità Portuale continua a ignorare richieste di Italia Nostra di invito alle riunioni con le associazioni di categoria per lo sviluppo dell’area portuale.
L’intervento di una società come Eurospin, appoggiato con entusiasmo dalle amministrazioni come panacea per l’economia locale, che aggiunge anche scale e scale mobili in un punto delicato e paesaggisticamente prezioso, travisa la tutela e valorizzazione del nostro patrimonio culturale irreparabilmente. Si costruisce e si scava nell’aplite, la pietra bianca delle Ghiaie. Le autorizzazioni e la condivisione di queste scelte sono arrivate. Allora a chi rivolgersi?
La scelta di ElbaSharing nel mettere una stazione dei taxi, costruire pensiline e un locale dove saranno collocati luce, telefono e prese dell’acqua proprio dove non dovrebbe esserci niente altro che un’area libera da strutture, valorizzata per quello che rappresenta, è difficile da comprendere: sappiamo tutti che la collina dell’ex Lazzeretto è un punto nevralgico della nostra storia, narrata dalle fonti antiche e documentata fino ai giorni nostri.
Ed ecco allora che, dopo la distruzione dell’ultimo muretto delle Antiche Saline, scomparso pochi anni fa nella più completa indifferenza della Soprintendenza e dei nostri amministratori, dopo la drastica trasformazione di un edificio della nostra archeologia industriale, adesso è il turno di uno dei Capi Bianchi di Portoferraio.
Per la poca attenzione che si è avuta per i contenuti storici di quest'area, dagli Argonauti a Napoleone, chiediamo che si trovino spazi non marginali per recuperare e comunicare questi contenuti e non in modo 'fai da te’. Il paesaggio è la risorsa fondamentale della nostra isola, quella che gli conferisce bellezza e che dà lavoro nel turismo, che valorizza l’immagine e favorisce l’attrattività. Invece le politiche dell’Autorità portuale e locali continuano a non essere adeguate, a ridurre le nostre risorse più peculiari in modo irreversibile. Quel 6% di turisti che ad oggi sbarcano dalle nostre navi rimarrà il solo ad avventurarsi verso Cosmopoli. Il 94% scapperà ancora verso altri paesi e lidi elbani.
GESTIONE ASSOCIATA TURISMO
Messaggio 93600 del 11.01.2019, 16:50
Provenienza: CAPOLIVERI
IL 14 GENNAIO A CAPOLIVERI LA PRIMA RIUNIONE DELLA GAT DEL 2019.


E’ stata convocata per lunedì 14 gennaio alle ore 15,00 la prossima seduta della Consulta dei Sindaci della Gestione Associata per il Turismo dell’Isola d’Elba, la prima del 2019.
Tornano sul tavolo della consulta dei primi cittadini elbani la proposta relativa alla convenzione per la gestione delle attività di accoglienza e degli Osservatori Turistici di Destinazione, nonché la richiesta di contributo presentata dal comune di Portoferraio per interventi strutturali a completamento dell’edificio destinato a frantoio di proprietà indivisa dei comuni dell’isola.
Al vaglio della consulta anche le attività di progettazione, ricerca contributi/finanziamenti e relativa rendicontazione inerente le opere e i servizi di interesse comprensoriale, i budget di attività promozionali per l’anno 2019 e il servizio di linea bus Pisa Aeroporto/Piombino e ritorno.
Saranno, inoltre, sottoposte alle valutazioni degli amministratori dell’isola, la richiesta pervenuta dall’Associazione Albergatori dell’Isola d’Elba per collaborazione all’organizzazione della Borsa del turismo Sportivo e il progetto WPApp Isola d’Elba.
ad MS ...canile (???!!)
Messaggio 93599 del 11.01.2019, 16:40
Provenienza: Elba
Dimenticati il canile a Lacona. Da oltre 10 anni ci dicono che siamo in partenza. Ma pare che i laconesi non lo vogliono. Immaginate voi se si partirà proprio ora alle soglie delle nuove elezioni. Solamente gli sprovveduti credono a questa favola. Devo dire però che il sindaco di Capoliveri è proprio bravo. Riesce sempre bene a vendere quello che vuole.
m.s.
Messaggio 93598 del 11.01.2019, 15:24
Provenienza: pf
Chiedo al Sig. Barbetti se per cortesia, invece di darci una notizia ogni sei mesi rispetto ai lenti passi in avanti del canile, riesce a darci una data di fine iter burocratico, realizzazione ed attivazione del servizio.
In poche parole: quando potremo dire di avere un canile all'Elba?
Grazie.
Italo Sapere Scrivi a Italo Sapere
Messaggio 93597 del 11.01.2019, 14:59
Provenienza: Mola - Porto Azzurro
All'Autorità Idrica Toscana, all'ASA spa, Al Comune di Livorno, Al Comune di San Vincenzo, Al Comune di Piombino , Al Comune di Rosignano ed atri, ecc, ecc.

Nell'incontro pubblico tenuto a Portoferraio nel dicembre 2017, organizzato dal consigliere regionale Gianni Anselmi, prendeste l'impegno di far effettuare da una Università toscana uno studio finalizzato alla conoscenza delle risorse idriche locali al fine di elaborare un bilancio idrico dell'isola d'Elba.
Il sottoscritto comitato per la difesa di Lido e Mola vorrebbe conoscere, visto il tempo trascorso, se questo studio, pagato con soldi pubblici, è stato realizzato e nel caso le conclusioni dello stesso, e in ultima analisi se le ingenti spese monetarie che dovrà sobbarcarsi l'intera popolazione del bacino A.S.A. di un dissalatore siano ancora giustificabili, alla luce delle risultanze.

Distinti saluti

il presidente del comitato
italo sapere
Tunnel Elba-Piombino
Messaggio 93596 del 11.01.2019, 12:40
Provenienza: Portoferraio
A lume di bazzica il tunnel uscirà all'aperto in zona Cavo, come la mettiamo col traffico, sopratutto con quello pesante visto che le attuali strade non sono idonee? Minimo va costruito un'altro tunnel che dal Cavo arriva al bivio Boni.
Giuliano
Rugggero Barbetti Sindaco
Messaggio 93595 del 11.01.2019, 11:53
IL PROGETTO DEL CANILE COMPRENSORIALE DELL’ISOLA D’ELBA PRESTO UNA REALTÀ. AFFIDATO ALLO STUDIO ASSOCIATO VIVOLI – DI FAZIO L’INCARICO PER LA REDAZIONE DEL DEFINITIVO ED ESECUTIVO. BARBETTI “PRESTO IL VIA AI LAVORI”.



Presto sarà pronto il progetto per la realizzazione del canile comprensoriale dell’Isola d’Elba.
Con determina n. 1548 del 31 dicembre scorso, il Comune di Capoliveri ha, infatti, affidato allo Studio Associato Vivoli – Di Fazio di Firenze l’incarico per la redazione della progettazione definitiva ed esecutiva della nuova struttura comprensoriale che dovrà sorgere nell’area, già individuata dalla ex Unione di Comuni, ovvero di Colle Reciso, all’interno dei confini del territorio capoliverese.
Allo studio di architettura Vivoli – Di Fazio il compito di procedere all’adeguamento alle esigenze attuali con relative modifiche degli elaborati di progetto definitivo ed esecutivo che dovrà essere consegnato nel termine perentorio di 60 giorni dall’affidamento dell’incarico.
I professionisti si erano già occupati della questione del canile comprensoriale dell’Isola d’Elba, avendo realizzato in precedenza la Variante relativa alla destinazione urbanistica delle aree necessarie per la realizzazione dell’intera struttura.
“Il canile - gattile così concepito – spiega il sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti - costituirà un servizio essenziale per tutti i comuni dell’Isola d’Elba, che presto vedremo realizzato. Una struttura in grado di affrontare in maniera seria e adeguata anche il problema del randagismo e del maltrattamento e abbandono di animali che da tempo va avanti sulla nostra isola senza una concreta soluzione.
Un problema a cui daremo una risposta grazie al supporto fondamentale dell’associazione tedesca Bastet Stiftung di Amburgo che ha messo a disposizione 600.000 euro per la nascita di una struttura di accoglienza per cani e gatti con la realizzazione di una clinica veterinaria di eccellenza e per la realizzazione di un servizio di pronto soccorso veterinario h24 all’interno della medesima”.
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 93594 del 11.01.2019, 11:00
Lotteria Croce Verde
Messaggio 93593 del 11.01.2019, 10:37
ECCO I VINCITORI DELLA LOTTERIA DI NATALE DELLA CROCE VERDE, L’AUTO VA A PORTO AZZURRO




Sono stati ritirati sette degli otto premi in palio estratti durante la festa della Lotteria della Croce Verde di Portoferraio che si è tenuta domenica 6 gennaio. E’ stato già ritirato il primo ambitissimo premio , la Dacia Sandero vinta con il biglietto 2083 venduto al bar La Posta di Portoferraio. Ritirati anche il secondo premio, l’orologio Locman legato al biglietto 0231 venduto a negozio Bambi, il terzo premio estratto, un set di Acqua dell’Elba, con il biglietto 3048 venduto al Conad di Carpani e il quarto, un tv vinto grazie al biglietto 2217 venduto da Bau Bau Micio Micio. Non è stato ancora reclamato invece, il quinto premio legato al biglietto 2317, un notebook Asus che rimane a disposizione del vincitore nei locali della Croce Verde. Anche i vincitori del sesto, settimo e ottavo premio in palio hanno ritirato le vincite della lotteria che è giunta alla sua 18esima edizione. I tre premi sono rispettivamente un tablet vinto con il biglietto 3907, venduto in piazza la sera dell’estrazione, un forno microonde aggiudicato con il biglietto 2710 comprato al Conad Superstore e uno smartphone vinto con il biglietto 1147 comprato al negozio Non solo fumo.
Soldi per piccoli Comuni
Messaggio 93592 del 11.01.2019, 09:44
Provenienza: rio
Parte un grande piano di investimenti per i piccoli comuni: 400 milioni di euro per le opere pubbliche.
Da oggi le risorse sono distribuite in maniera mirata ai Comuni in base al numero degli abitanti, ci saranno fino a 100mila euro per finanziare subito gli interventi. I lavori dovranno partire entro il 15 maggio, l’erogazione dei contributi sarà pari al 50% delle risorse dopo l’avvio dei cantieri mentre il restante 50% sarà erogato dopo la trasmissione del certificato di collaudo da parte del direttore dei lavori. È un meccanismo di controllo importante che abbiamo stabilito per garantire sicurezza e regolarità degli interventi di riqualificazione urbana. Allo stesso modo è prevista la revoca dei contributi per chi non rispetta le scadenze.
IL ns Comune di RIO ha qualche progetto pronto per far partire i lavori entro la data del 15 maggio p.v.?
Ma la Minoranza c'è o ci fà?
Ti pareva che Rio....
Messaggio 93591 del 11.01.2019, 09:29
Provenienza: rio
L’isola d’Elba si dota di colonnine per veicoli elettrici
Su tutto il territorio elbano saranno installate ben 82 colonnine

Su tutto il territorio elbano saranno installate ben 82 colonnine per la ricarica dei veicoli elettrici, 164 punti di ricarica , due per ciascuna colonnina.
Un esempio per l’Italia, infatti su una popolazione di quasi 30 mila abitanti in inverno saranno presenti 82 colonnine pari a un punto di rifornimento energetico ogni quasi 200 abitanti.
Un progetto presentato nei giorni scorsi alla quale hanno aderito sei comuni dell’Isola d’Elba, al momento manca solo l’adesione del Comune di Rio.

COME sempre noi : PRIMI nell'essere ULTIMI........
Tunnel: Forza Riccardo
Messaggio 93590 del 11.01.2019, 09:25
Provenienza: Elba
In ogni caso grazie e forza Riccardo, purtroppo è difficile cambiare le cose in Italia e anche all'Elba, finchè la barca va tu non remare, che te ne fai tanto li turisti vengono lo stesso.
Deh in Inghilterra non ci sarebbe mai stato un monopolio dei traghetti e nemmeno lo stato avrebbe regalato le navi a un armatore fallito, per non parlare di tutto il resto dall'acqua, alla sanità, ai rifiuti, ma agli italiani e agli elbani va tutto bene così comè, chissenefrega, finchè la barca va tu non remare, deh dal 1963 non sono riusciti nemmeno a fare l'autostrada da Pisa a Roma, deh nemmeno gli zar di tutte le toscane ce l'hanno fatta, finchè li turisti vengono a vedè Firenze e Pisa la barca va, papparapà, "o Franza o Spagna, purché se magna" attribuito a Guicciardini, che era stato prima come ambasciatore di Firenze in Spagna presso la corte di Ferdinando il Cattolico e poi, tornato in patria, aveva propugnato, con l'accordo di Cognac del 1526, un'alleanza con i francesi per fermare lo strapotere di Carlo V e salvaguardare un po' di indipendenza della penisola italiana.
Tanti secoli sono passati invano.
- 2 ° C
Messaggio 93589 del 11.01.2019, 09:07
Provenienza: Gli Alzi Marina di Campo
Ieri c'era solo una gelata con 1° C alle 07,45, oggi tre gradi in meno, gelata più forte, - 2 ° C alle 07,45, - 1 ° C alle 08,30 .
che bello il t(ù)nnel-
Messaggio 93588 del 11.01.2019, 08:37
Provenienza: CAPOLIVERI
...se non altro, in una ora e un quarto si arriva negli ospedali di Livorno o Pisa con rientro serale sull'isola dopo avere fatto visita ai propri parenti ricoverati negli ospedali di queste città con costi presumo molto contenuti.
Tunnel, sempre tunnel volli!
Messaggio 93587 del 11.01.2019, 05:27
Chi è quel deficiente che, riguardo lo studio Tunnel in 3 D, ha augurato "ai nostri partner buon lavoro"?
Ha ragione qui chi osserva, a ragione, che qualcuno è andato fuori di testa.
E perché nel tunnel sottomarino non costruiamo come in quello nel Canale della Manica anche una bella ferrovia che poi proseguirà per tutta l' Elba, arrampicandosi fino a Poggio, risolvendo così il problema dei trasporti nella nostra isola? Anch'io voglio proporre qualcosa, perché solo questi perdigiorno ingegneri inglesi, che chissà da chi sono finanziati e per interesse di chi.
Stai tranquillo Onorato, le tue navi continueranno a percorrere il nostro mare, i nostri concittadini del loro equipaggio non perderanno il loro lavoro e tu potrai continuare a gestire il monopolio dei traghetti, impedendo con il costo degli stessi che la nostra isola sia ulteriormente imbarbarita dall' orda di incivili che servono solo a far ingrassare i nostri tanti evasori fiscali. Tè...beccati questa!
Lions Club Isola d’Elba
Messaggio 93586 del 11.01.2019, 05:00
Provenienza: Portoferraio
DIABETE E GRUPPI DI CAMMINO

Iniziativa promossa dal Lions Club Isola d’Elba con il patrocinio del Comune di Portoferraio


Sono 14 le adesioni raccolte dalla D.ssa Maurizia Trevisani per la prima fase della formazione dei gruppi di cammino. Un ottimo risultato, anche se facilmente prevedibile vista la consistente affluenza di pubblico che affollava la Sala della Gran Guardia nel pomeriggio di giovedì 10 gennaio per assistere all’incontro organizzato dal Lions Club Isola d’Elba, con il patrocinio del Comune di Portoferraio, per trattare sul tema “DIABETE E GRUPPI DI CAMMINO”.
Dopo l’introduzione del lion Marino Sartori, in sostituzione del presidente Gabriella Solari assente per lavoro, che ha posto in evidenza la rilevanza che i lions riservano da sempre su scala mondiale attraverso le direttive della Lions Clubs International alla patologia del diabete, sono intervenuti il Dr. Riccardo Cecchetti che ha sottolineato l’importanza del camminare e del ballare per la prevenzione e la cura dell’osteoporosi ed il miglioramento della massa muscolare e la D.ssa Giovanna Villani che ha richiamato l’attenzione sulla prevenzione del diabete per il quale il camminare, salvo alcuni casi, può essere considerato come vera e propria terapia.
È stata quindi la volta della D.ssa Maurizia Trevisani, già radiologa dell’Ospedale Elbano, che in quest’occasione ha dato inizio all’organizzazione dei gruppi di cammino mettendo però subito in guardia i presenti sul fatto che l’attività fisica è un farmaco facile da prescrivere, ma difficile da assumere. L’attività, secondo la Trevisani, deve essere costante e frequente, ma non richiedendo nessuna attrezzatura né particolari abbigliamenti si può dire che sia a costo zero.
La partecipazione costante è nell’interesse dei componenti il gruppo per il quale non esiste un numero chiuso, ma chiunque può unirsi in qualsiasi momento.
Come inizio è previsto un incontro in ambulatorio per la preparazione di una scheda medica, dopo di che gli aderenti inizieranno per il primo mese con percorsi di circa mezz’ora a giorni alterni, per passare poi, dopo un secondo controllo medico, ad attività quotidiana sempre su percorsi pianeggianti con la guida di un medico. Il tutto senza alcuna spesa con la possibilità di scegliere fra mattina e pomeriggio.
A conclusione dell’evento Marino Sartori ha espresso la soddisfazione dei lions nel registrare tanto interesse e partecipazione di pubblico e, a ricordo della riunione, ha fatto omaggio ai relatori del libro del cinquantennale del Club, verificatosi nel 2018, e di una copia del Notiziario semestrale.
LA TUA BANCA
Messaggio 93585 del 11.01.2019, 05:00


fulmine
Messaggio 93584 del 11.01.2019, 00:06
Provenienza: portoferraio
x il tunnel dell'elba - piombino
chissa onorato come la piglia la notizia del tunnel ......
sara' contento anche lui?
Dino
Messaggio 93583 del 10.01.2019, 22:04
Provenienza: Portoferraio
Buonasera a tutti: leggevo per il tunnel ma mi sa che siete impazziti tutti ci vorrebbe più buon senso e più carattere per risolvere i problemi uniti tutti per fare abbassare i prezzi delle navi con concorrenza e senza monopolio.sapere come mai tutti i prezzi sono folli esempio: benzina e gasolio gas anche lì non diamo là corpa alle navi ci vorrebbero degli scioperi come i francesi loro ottengano tutto perché sono uniti noi paesani siamo dei conigli e stiamo zitti su tutto e poi ci lamentiamo aveva ragione sul sms Susanna che ci dobbiamo ribellare un saluto alla redazione
Moby Nicki
Messaggio 93582 del 10.01.2019, 21:21
Provenienza: Calata
Per chi si vuol tenere la Moby Niki:

La nave fu varata il 25 maggio 1974 (44 ANNI FA) con il nome di Europafärjan III e venne consegnata il 6 settembre dello stesso anno alla proprietaria Lion Ferries.
Entrò in servizio, due giorni più tardi, tra Varberg, in Svezia, e Grenaa, in Danimarca. Nell'agosto 1982 la proprietà della nave passò alla Varberg - Grenå Linjen Ab, controllata di Stena Line, ma la Europafärjan III mantenne momentaneamente inalterati nome e rotta.
Nel marzo 1983 (35 ANNI FA) la nave fu venduta alla Tourship dell'armatore Pascal Lota, venendo in seguito ribattezzata Corsica Serena II ed entrando in servizio per Corsica Ferries nei collegamenti per la Corsica.
Negli anni seguenti la nave continuò a essere impiegata nei collegamenti da e per Corsica e Sardegna.
Nel 1999 passò dalla bandiera panamense a quella italiana e il nome fu alterato lievemente in Corsica Serena Seconda.
Nel 2001 la nave fu dotata di controcarene; dieci anni più tardi, dopo 28 anni di servizio per Corsica e Sardinia Ferries, la Corsica Serena Seconda fu venduta, prendendo il nome di European Voyager e bandiera panamense.
La nave fu impiegata nei collegamenti tra Italia e Albania, facendo scalo nei porti di Brindisi e Valona.
Nel 2014 la nave, noleggiata alla Siremar per coprire i collegamenti per Linosa e Lampedusa, prese bandiera cipriota.
In seguito, trascorsi alcuni mesi in disarmo nel porto di Brindisi, nel 2016 la European Voyager passò alla Moby Lines, prendendo il nome di Moby Niki.
FONTE: WIKIPEDIA
[ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA