Page 1/1145: (1) [2] [3] [4] [5] [6] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
RADAR .. Telecamere e occhi di Falco
Messaggio 85847 del 22.07.2017, 22:24
Provenienza: Isola del diavolo



ORE 20,17 DI OGGI SABATO 22 lUGLIO

Tranquilla cullata dalle onde la barca si appisola a cala Giovanna con la buonanotte e probabile beneplacito di ambientalisti, parco e sorveglianti..a meno che ..
V.Falanca
Messaggio 85846 del 22.07.2017, 19:45
Visto che la spugna sintetica è spiaggiata anche sulle coste francesi della Manica, è lecito pensare che non si tratti di scarichi industriali, ma piuttosto di slop pompato a mare da qualche nave cisterna petrolchimica dopo il lavaggio di cisterne con acqua ad alta temperatura o vapore e specifici detergenti/solventi. Potrebbe trattarsi di un prodotto che, pompato a mare misto ad acqua molto calda, venendo a contatto con l’acqua fredda del mare solidifica.
Bisognerebbe sentire un chimico.
Gian Carlo Diversi
Messaggio 85845 del 22.07.2017, 18:22
"ElbabookFestval finisce con il botto" ...(di Report)



Queste le parole di Luciano Minerva, giornalista, scrittore e moderatore dell'evento finale, a conclusione di una serata che sigilla con una ulteriore proposta di alta qualità la 3a edizione del Festival dell'editoria indipendente tenutosi nell'antico paese di Rio nell'Elba.
E in Piazza Matteotti, davanti la suggestiva facciata della chiesa dei Santi Giacomo Apostolo e Quirico, la presenza del giornalista Rai Sigfrido Ranucci, dal 2017 conduttore della trasmissione televisiva "Report", ha ben incorniciato una 4 giorni che ha fatto di Rio la piccola capitale della cultura dell''Arcipelago Toscano, rafforzando significativamente la proposta in Toscana dei Festival Culturali Estivi.
La serata è stata ben gestita nella sua apparente semplicità.
Quando pochi accorgimenti tecnici e scenografici riescono ad esaltare i contenuti dei relatori e dei contesti architettonici, donando all'utente tensione creativa e curiosità appagata, si è davanti all'armonia sociale e alla promessa di volersi rivedere, di voler tornare.
La "terzaniana" calma di di Luciano Minerva nel proporre domande ritmicamente puntuali e lo spessore dei contenuti e dei retroscena drammatici di un giornalista che da sempre ha seguito il suo istinto e il suo destino, hanno regalato alla piccola piazza gremita una grande occasione di conoscenza e di umanità.
Ranucci ha raccontato la sua esperienza professionale nell'affrontare temi drammatici e terribili della nostra storia recente, come la denuncia dell'uso di fosforo bianco in Iraq da parte dei militari U.S.A., l'ultima intervista a Paolo Borsellino dove emergono connessioni tra cosa nostra e politica,il periodo in cui era sotto protezione per evidenti minacce camorriste a lui e alla sua famiglia
Il racconto si arricchisce con una serie incalzante di eventi vissuti in prima persona correlate a inchieste e scandali che gli hanno procurato non poche notti insonni, decine di querele, diversi atti intimidatori, minacce continue di licenziamento.
"Per questo,dice Sigfrido Ranucci, chi fa questo mestiere e in particolare nel campo del giornalismo d'inchiesta come Report, si sente alla fine come un disadattato sociale andandosi a scontrare continuamente con ciò che di negativo la nostra società propone: è come guardare la vita dal tombino di una fogna."
Tra i motivi principali del cambio di testimone con l'esplosiva e dinamica Milena Gabbanelli alla conduzione di Report proprio la stanchezza e lo stress di ore, giorni, anni passati in uno stato di tensione continua, molte volte a difendersi ingiustamente nelle aule di tribunali, talvolta in solitudine, Eppure Ranucci infonde tranquillità e umanità in chi lo ascolta, non traspaiono rancore o amarezza dalle sue pesanti parole; si sente invece "la professione", la passione, la responsabilità.
Aspettiamo la 4a edizione di questo ElbabookFestival.

Gian Carlo Diversi
(fotografo del territorio e sue trasformazioni)
Dissalatore ad OSMOSI? di Mola-
Messaggio 85844 del 22.07.2017, 17:02
Provenienza: CAPOLIVERI
Funzionamento dissalatore solare.
-------------------------------------------

I pannelli solari ricaricano le batterie che alimentano una macchina per l’elettrodialisi che funziona facendo passare l’acqua tra due elettrodi con carica opposta e poiché il sale disciolto in acqua consiste in ioni positivi e negativi, gli elettrodi tirano fuori gli ioni dall’acqua, lasciando quella dolce al centro del flusso. Una serie di membrane poi separano l’acqua dolce da quella salata, raggi ultravioletti la disinfettano. In questo modo si riesce a recuperare il 90% dell’acqua, mentre il 5-10% di scarto viene essiccato in uno stagno solare che non è ritenuto pericoloso per l’ambiente. Con questo processo viene rimosso il sale, ma anche il calcare, varie sostanze chimiche, pesticidi, fertilizzanti e microrganismi. Rispetto all’osmosi inversa questo sistema richiede la metà dell’energia e non ha effetti negativi sull'ambiente marino a causa dello scarico a mare del concentrato marino (salamoia)-

Chalchiuhtlicue - dea dell'acqua, dei laghi, dei fiumi, dei mari e delle acque orizzontali-
ELBA SALUTE
Messaggio 85843 del 22.07.2017, 16:42
Provenienza: Francesco Semeraro
AL PRONTO SOCCORSO C'E' CHI VEGLIA SU DI NOI.



Mentre sdraiati al sole godiamo attimi di relax, al Pronto Soccorso ci sono medici e infermieri che pur sudati e stanchi lavorano senza sosta a differenza di alcuni specialisti benché di turno, rimandano le visite e le cure al giorno dopo senza curarsi della sofferenza del paziente. Questi specialisti sono da sanzionare.
PRONTO SOCCORSO ELBA ore 16,01:
Pazienti in visita:
Codice giallo 1
Codice verde 7
Pazienti in attesa di visita:
Codice verde 3
Codice azzurro 3
Codice bianco 1


-----------------------------------------------------------
PRONTO SOCCORSO PIOMBINO ore 16,01:
Pazienti in visita:
Codice giallo 1
Codice verde 2
Pazienti in attesa di visita:
Nessuno
Queste differenze tra i due ospedali sono la normalità ma NON E' normale il numero di medici e infermieri che lavorano da noi e quelli che lavorano a Piombino.

Francesco Semeraro
Gabriella Allorin Sindaco
Messaggio 85842 del 22.07.2017, 16:30
Provenienza: Marciana marina
In riferimento all’episodio denunciato dalla Sig.ra Laura Lucchini a mezzo della testata online “Elbareport”, il Sindaco immediatamente dopo aver preso conoscenza dell’accaduto si è rivolto direttamente alla produzione della Palomar S.p.a. chiedendo chiarimenti in merito. La Produzione, con lettera che alleghiamo, si è scusata ufficialmente con la cittadinanza tutta ed in particolare con la Sig.ra Lucchini, alla quale va la solidarietà dell’Amministrazione Comunale che auspica che tali episodi non si verifichino più in futuro.

Il Sindaco Gabriella Allori. [/B]


Alla cortese attenzione del Sindaco Gabriella Allori
Gentile Sindaco , Facciamo seguito alla sua comunicazione su quanto riportato dal sito elbareport.it questa mattina riguardo una segnalazione di una vostra concittadina per dirle che siamo rimasti sorpresi e profondamente dispiaciuti per quanto accaduto . Il coinvolgimento di due dei nostri dipendenti al di fuori dell’orario di lavoro in un alterco a seguito di un occupazione di un parcheggio privato è un episodio che ci rammarica e che ci spinge a prendere seri provvedimenti nei loro confronti. La produzione , pur non potendo controllare direttamente tutte le azioni di tutti degli elementi della troupe al di fuori delle disposizioni riguardanti le riprese e al di fuori dell’orario lavorativo, sentitamente porge le sue più sincere scuse alla signora Laura Lucchini che ha denunciato il fatto sul sito indicato. La stima e l’affetto che nutriamo nei confronti della cittadina di Marciana Marina e dei marinesi ci spinge ad essere severi in segno di rispetto della cittadinanza e degli altri ospiti di questo luogo a noi tutti molto caro . La preghiamo di voler informare la signora Lucchini e chi ritenga necessario di questa lettera e delle nostre scuse ufficiali.

Cordiali Saluti
La Produzione
Paolomar s.p.a
AVIS ISOLA D'ELBA
Messaggio 85841 del 22.07.2017, 16:21
Emergenza sangue “Abbiamo bisogno di tutti”



Purtroppo la situazione delle scorte al Centro Toscano del Sangue è di nuovo grave, è EMERGENZA per i Gruppi 0 e A positivo e negativo come pure per il Gruppo B + mentre per il B – la situazione è fragile. Manca sangue e l’AVIS di Portoferraio, lancia un appello a tutte le donatrici e donatori dei Comuni Elbani a recarsi nelle prossime settimane al Centro trasfusionale, per una donazione, affinché vengano ristabilite le scorte e nei centri ospedalieri e possa continuare l’attività rispondendo a tutte le necessità dei malati. Ci sono buone ragioni per donare sangue, è un'esperienza di vera solidarietà, di notevole valore civico ed etico, un gesto di grande generosità, che permette di salvare tante vite umane.
L’AVIS ne è un esempio vivente. Quale gesto migliore quindi di una donazione di sangue? Manca sangue, serve il vostro aiuto. La scienza progredisce ma il sangue di laboratorio artificiale, sintetico, usate la parola che volete, non esiste. Per ora il sangue umano è insostituibile.
Eppure per tante ragioni a noi sconosciute la carenza di sangue è ormai cronica. Le AVIS dell’Elba (Portoferraio, Porto Azzurro e Marciana Marina) al 30 giugno scorso hanno raccolto 21 donazioni in meno rispetto allo stesso periodo del 2016. Sarebbe bene che i giovani, gli sportivi, gli studenti, si facessero carico di questo gesto di solidarietà. Facciamo e facciamoci un regalo veramente speciale: portiamo i nostri giovani a donare. Li aiuterà ad essere cittadini responsabili, uomini e donne del futuro. E prima di un tuffo al mare, fate un salto all’AVIS. Il Centro Trasfusionale dell’Elba, che si trova all’interno dell’Ospedale è aperto tutti i giorni dal lunedì al sabato mattina e dalle 7.30 alle 9,30, viene effettuata la raccolta, dopodiché le sacche vengono inviate al C.R.S. Toscano.

Il Presidente Sez. AVIS Portoferraio
Dante Leonardi
Ristorante da Gianni il Pugliese Scrivi a Ristorante da Gianni il Pugliese
Messaggio 85840 del 22.07.2017, 15:44
Provenienza: Ristorante da Gianni il Pugliese
Cercasi personale per la sala contattatemi al 339 1104054 Ristorante da Gianni
pier
Messaggio 85839 del 22.07.2017, 13:17
Provenienza: Pf
Per Paola da Portoferraio-
Cara Paola mi sembra di vederti come lo dici, (mi immagino chi sei, la prossima volta che ti incontro mi faccio riconoscere)
Sono pienamente con Te, per una brava persona e i suoi aiutanti,
E' che ormai cominciamo a chiedergli troppo, fra un pò gli daranno anche la famosa scopa da adoperare quando ha le mani occupate.
Voglio raccontarne una vissuta di persona, molti anni fa c'era uno che spazzava la strada, dal mio negozio lo stavamo a guardare , lo faceva come nessun altro, raccattando anche tutta la terra ai bordi strada .
Un bel giorno non lo vedevamo più , al suo posto uno che lo faceva solo superficialmente, come tutti . Chiedemmo come mai , ci fu risposto che qualcuno si era lamentato perchè si sentivano sminuiti.
Così è la vita, quindi occhio Vincenzo...
grazie Faber
Messaggio 85838 del 22.07.2017, 11:58
lei per me , che mi consente di esprimere le mie idee e il mio disappunto per qualche milione di cose che non funzionano e che ovviamente disapprovo è l'equivalente di gocce di EN o di Ansiolin prese a livello industriale senza però pericoli di intossicazione . Grazie ancora
la prevenzione.....materia sconosciuta
Messaggio 85837 del 22.07.2017, 11:25
L'italia reagisce sempre bene alle emergenze , beh non sempre col terremoto siamo in braghe di tela e i terremotati aspettano le case che magari vengono date ai rom o ai migranti. In genere però l'italia reagisce , vedi alluvione di firenze, albergo sotto la neve etc però siamo veramente carenti nella prevenzione . L'italia è sismica e niente viene fatto per non fsr morire le persone sotto le proprie case , i ripristini sarebbero un bel business certo con l'aiuto del governo ora impegnato a mantenere migliaia di falsi immigrati e quindi disattento. Gli incendi non si combattono poi coi vigili del fuoco che sono 4 gatti ma tenendo puliti i boschi , levando sistematicamente le erbacce , multando i privati che non obbediscono e non curano le looro proprietà , beh i vigili sono impegnati a fare le multe per divieto di sosta , gli ospedali sono al collasso ma ci sono gli elicotteri come in vietnam . La prevenzione è cultura, conoscenza e preparazione , non si improvvisa , i pericoli li intuisce chi ha una preparazione specifica tutti gli altri aspettanno che accada , poveri di idee e poveri di spirito . I comuni hanno personale come assessori e consiglieri completamente analfabeti sotto questo punto di vista , tutti esperti in tasse, gabelle e trucchetti per fare cassa e nelle mani magari di geometri maniglioni che da sempre fanno il bello e il cattivo tempo. Siamo un popolo ignorante , tutti col cellulare in mano e tutti pronti solo a criticare gli altri , nessuno che propone niente , che paese vergognoso.
Paola da Portoferraio
Messaggio 85836 del 22.07.2017, 11:22
PER VINCENZO FORNINO

da cittadina e portavoce dei portoferraiesi gradirei da parte dell'autorita' comunale un attestato di riconoscimeto per tutto quello che fa per la nostra citta' il BRAVO BRAVISSIMO, VINCENZO FORNINO. ovviamente ci farebbe piacere sapere anche i nomi dei suoi sempre presenti volontari. bravi anche loro!!!!

Paola da Portoferraio
un cittadino
Messaggio 85835 del 22.07.2017, 11:21
Provenienza: rio marinaN
Non se ne può più!!! Cani senza guinzaglio, cani definiti molto pericolosi senza museruola, bisogni di detti cani ovunque, disturbi continui, il tutto nella più completa indifferenza dei proprietari e delle autorità.
Al prossimo sindaco, sperando che non sia più l'attuale porterò un pacchetto di 200 voti se dichiarerà Rio Marina "paese decanizzato". Grazie.
OCCHIO NON VEDE...CUORE NON DUOLE
Messaggio 85834 del 22.07.2017, 11:06
RADAR ...TELECAMERE E...OCCHI DI FALCO

Con i potenti mezzi dei signori del Parco e altri organi di controllo ....5 minuti fa (10.55) la barca denunciata questa mattina, stazionava ancora tranquilla nelle acque protette di Pianosa......


VOCI DAL PORTO
Messaggio 85833 del 22.07.2017, 10:15
GABBIE, SIEPI E GIORNALIERO ABBANDONO



Qualcuno con toni aspri che non mascherano la molta superbia ma soprattutto senza illuminarci sulle proprie verità , ci ha invitato prima di scrivere sullo stato di degrado del porto d’informarci sugli avvenimenti , i fatti, le cose e i vari attori istituzionali citati …Il nostro anonimo fustigatore non immagina la difficoltà ad accedere a notizie di prima mano che cozzano sempre davanti al muro di gomma delle appartenenze, purtroppo dunque con le dovute cautele per rispondere alle sue domande , ricorriamo a voci di compiacenti addetti ai lavori :

Il degradato gabbiottino dell’ex biglietteria Toremar risulta sempre di competenza dell’autorità portuale, e voci di corridoio ancora da verificare dicono che non sarà rinnovata la concessione per il 2018 , quindi il prossimo anno dovrà essere smontato.
Poi caro amico , chissà visto i silenzi e i potenti mezzi di “Caronte del canale” tutto può succedere…
Il problema però non è tanto questo, il vero e sottaciuto problema è che il porto è allo sbando: siepi non tagliate, piante che stanno morendo, aiuole sporche, mancata manutenzione agli arredi, transenne e catene che segnano il territori delle varie compagnie marittime .
Questo chiaramente era già esistente quando c’era l’autorità portuale a Piombino e ben sappiamo come all’Elba sia sempre toccato poco e nulla, adesso che la port autority si è trasferita a Livorno, Portoferraio è diventata periferia della periferia.
La colpa non vogliamo certamente addossarla ne ai sindaci benchè incapaci di battere i pugni sul tavolo e far valere i nostri diritti , ne al nuovo presidente labronico che si è insediato da poco, ma ci sia permesso di criticare soprattutto la mancanza di un rappresentante elbano all’interno della nuova Port Autority, un rappresentante che veramente faccia gli interessi degli Elbani .

Insomma caro amico è proprio il caso di dire tra un pettegolezzo e l'altro ……che se son rose fioriranno …speriamo!
GASOLINE-
Messaggio 85832 del 22.07.2017, 10:08
Provenienza: CAPOLIVERI
Quanti interventi a Portoferraio per un distributore visto che ce ne sono altri 4, e pensare che noi a CAPOLIVERI ce lo avevamo e oggi, comune con il maggior numero di presenze turistiche, ne siamo sprovvisti. E NESSUNO dice niente.
E' vero, hanno ragione i nostri vicini
Messaggio 85831 del 22.07.2017, 09:47
Provenienza: amico degli italiani
L' Italia è effettivamente un paese totalmente inaffidabile, pretendiamo di fare parte dell' Unione Europea e poi facciamo entrare migranti a più non posso, che poi si spargono-magari con difficoltà- per l' Europa. Il comportamento dell' Italia, come giustamente dicono l' Austria e i paesi ex- comunisti, è veramente CIALTRONESCO. Pensate, se destinassimo, ad esempio, 2 miliardi di Euro a detrazioni fiscali per famiglie che hanno figli e che guadagnano meno di un tot da decidere, togliendo due miliardi dai cinque che spendiamo con i migranti, le cose non andrebbero meglio?
Sono convinto che il motivo principale per cui la Gran Bretagna ha deciso di chiudere con l' Europa,è stata la politica, nei confronti dei migranti( e altre cose) di Renzi, bravo nella chiacchera, pessimo nel fare.
Mario Ferrari Sindaco
Messaggio 85830 del 22.07.2017, 09:30
DISTRIBUTORE CARBURANTI MOLO GALLO..FACCIAMO CHIAREZZA




La nota dell'ufficio stampa e comunicazione dell'Autorità di sistema portuale del mar tirreno settentrionale in merito agli impianti distribuzione carburanti di Molo Gallo a Portoferraio richiede qualche precisazione.
Probabilmente l'integrazione delle autorità portuali di Livorno e di Piombino-Elba non è ancora intervenuta e a Livorno sono stati male informati.
Anzi, la nota conferma, se ce ne fosse ancora bisogno, quanto da me affermato alla stampa.
Nessuno ha detto che non sussistono le autorizzazioni affinché gli impianti possano essere aperti e possano garantire i rifornimenti. Il problema è altro.
Il problema è che uno dei due impianti, quello affidato ad EdraOil spesso risulta chiuso e l'utenza si scaglia contro il gestore dell'altro impianto.
In questo caso il comune di Portoferraio assiste impotente agli esiti di una gestione errata del nel rilascio delle concessioni demaniali da parte dell'Autorità Portuale di Piombino e dell'Elba.
E c'è di più, se chi ha una concessione demaniale, rilasciata per il proficuo utilizzo del bene demaniale (articolo 37 del codice della navigazione) non ottempera, deve vedersi revocata la concessione.
Altre misure, quelle prese appunto dall'Autorità Portuale di Piombino e dell'Elba, non ve ne sono.
Il Comune di Portoferraio non intende gestire il demanio affidato all'Autorità Portuale, chiede che i rifornimenti siano garantiti, quantomeno con lo stesso orario di servizio degli impianti di distribuzione carburanti stradali, anche se mancando un automatico dovrebbe essere garantito un orario più lungo. Chiede che vi sia il rispetto delle norme vigenti.
Se poi qualcuno pensa che dovrebbe essere il comune a revocare la SCIA commerciale di EdraOil, bisogna dire con chiarezza che questi sarebbe su scherzi a parte. Perchè tale revoca, ancorchè esposta a contenzioso, di fatto sancirebbe la chiusura dell'impianto permanendo la concessione demaniale in capo a EdraOil. Quindi è evidente che l'onere d'intervento e la garanzia del servizio non può che ricadere sull'Autorità Portuale.

Mario Ferrari
Sindaco di Portoferraio
VELEGGIANDO A PIANOSA
Messaggio 85829 del 22.07.2017, 08:55
Provenienza: veleggiando a pianosa


CONTINUANO COME SE NIENTE FOSSE LE VIOLAZIONI DELL'AREA PROTETTA DI PIANOSA

Stamani sabato 22 Luglio , intorno alle 8.30 una barca a vela è stata fotografata davanti alla spiaggia di Cala Giovanna è solo la tempestività del fotoamatore che ha reso possibile avvisare immediatamente la CP …da questo risulta chiaro che, queste ripetute violazioni delle leggi e dei regolamenti riguardo le acque protette intorno all'isola piatta , sono assai carenti quindi qualcosa va rivisto per una sorveglianza a mare continua e puntuale". ( nonostante la posa di costose telecamere)
Insomma o le telecamere non sono attive, oppure nessuno degli addetti ai lavori controlla i monitor ed interviene nell'immediato , insomma gli editti e le norme attuali dettate dal Parco non bastano per evitare le violazioni.
Marcello Camici
Messaggio 85828 del 22.07.2017, 08:23
FINE DEL GRANDUCATO DI TOSCANA ASBURGO LORENA ASSEMBLEA NAZIONALE TOSCANA. DEPUTATI ELBANI ELETTI



Nell’agosto del 1859 si riunisce a Firenze l’assemblea nazionale toscana voluta dal governo della Toscana. E’ un momento importante per la storia della Toscana nel secolo XIX,una pagina ignorata. Il 16 agosto approvò la seguente disposizione proposta dal marchese Lorenzo Ginori Lisci il 13 agosto e modificata da una commissione:”L’assemblea dichiara che la Dinastìa Austro-Lorenese la quale nel 27 aprile 1859 abbandonava la Toscana ,senza ivi lasciar forma di Governo ,e riparava nel campo nemico, si è resa assolutamente incompatibile con l’ordine e la felicità della Toscana.Dichiara che non vi è modo alcuno per cui tale Dinastìa possa ristabilirsi e conservarsi senza oltraggio alla dignità del Paese e senza offesa ai sentimenti delle popolazioni ,senza costante e inevitabile pericolo di vedere turbata incessantemente la pace pubblica e senza danno d’Italia.Dichiara conseguentemente non potersi né richiamare né ricevere la Dinastìa Austro-Lorenese a regnare di nuovo sulla Toscana” Il successivo 20 agosto l’Assemblea sancì con 163 voti favorevoli “corentemente alle considerazioni e dichiarazioni espresse nella risoluzione del dì 16 agosto corrente…esser fermo voto della Toscana di far parte di un forte Regno Costituzionale sotto lo scettro del re Vittorio Emanuele” A queste date si era ancora in quadro generale politico molto fluido dove le posizioni erano molto diverse .Il quadro si sarebbe poi chiarito l’anno successivo col plebiscito dell’11-12 marzo 1860 col quale la Toscana avrebbe definitivamente scelto l’unione alla monarchia costituzionale di Re Vittorio Emanuele II. A questi eventi rilevanti dell’Assemblea Toscana partecipò anche l’Elba tramite i suoi rappresentanti eletti il 7 agosto 1859 e deputati a rappresentarla. Così infatti il gonfaloniere di Portoferraio il giorno 8 agosto 1859 scrive: “Signori Dr. Giorgio Manganaro Dr. GioBatta Gemelli Deputati all’Assemblea Nazionale Toscana Portoferraio 8 Agosto Deputati eletti all’Assemblea Nazionale Toscana Mi reco a piacere parteciparla essere VS Ill.ma stato eletti Deputato dell’Elba nelle elezioni di ieri con N° = suffragi. La prego a volersi trasferire al più presto possibile in Firenze,ove munito della presente si farà ricevere nella detta sua qualità alla Segreteria Generale di Governo,onde prender parte ai lavori urgenti che tanto interessano le sorti della Toscana nell’assemblea di cui Ella è chiamato a far parte. Cone le mie sincere congratulazioni riceva intanto l’attestato delle mie più distinte considerazioni.
Squarci = Manganaro N° 333 suffragi =Gemelli N° 304 idem “ (Copialettere del gonfaloniere di Portoferraio dal dì 22 maggio 1859 al dì 5 dicembre 1860.Anno 1859.N° 163-164.
Archivio storico comune Portoferraio)

Marcello Camici mcamici@tiscali.it
INCENDIO A S.ILARIO
Messaggio 85827 del 22.07.2017, 05:37

Incendio SANT'ILARIO


21.07.2017
Intorno alle ore 23.20 di oggi e' stata avvistato un incendio a SANT'ILARIO, nella zona "del casotto", dove si sono già verificati incendi negli anni passati. Tempestivo l'intervento di due squadre di volontari della Racchetta sez. Elba che stavano chiudendo i servizi di presidio del territorio. Sul luogo si sono diretti anche una squadra dei vigili del fuoco e una pattuglia della polizia municipale.L'incendio ha interessato circa 30 mq di superficie; già iniziate le operazioni di bonifica.

Ufficio Stampa
CVT (ER84 La Racchetta sez. Elba)
incendi e incuria a marciana , altro
Messaggio 85826 del 21.07.2017, 18:13
Provenienza: locale
Aggiungo , avendo lettto di altre lamentele e di commenti "prendi un decespugliatore e taglia tu le erbacce " , suggerimento di qualcuno ad altro che lamentava erbacce alte, che nello specifico questa operazione è impossibile. Molti anni fa cascò un albero dello sporcaccione nello stradello di via santa assunta , albero che impediva completamente il passaggio. Un locale, cortese e collaborativo prese la motosega e tagliò l'albero di traverso nello stradello ma quando se ne accorse lo sporcaccione finì quasi a cazzotti perchè nessuno deve toccare la sua roba, monnezza inclusa e quindi nell'immondezzaio suo deve intervenire il comune facendo seguire alle minacce i fatti .
Paola da Portoferraio
Messaggio 85825 del 21.07.2017, 18:11
da cittadina e portavoce dei portoferraiesi gradirei da parte dell'autorità' comunale un attestato di riconoscimento per tutto quello che fa per la nostra citta' il GRANDE BRAVO BRAVISSIMO, VINCENZO FORNINO. ovviamente ci farebbe piacere sapere anche i nomi dei suoi sempre presenti volontari. bravi anche loro!!!!
da paola pf
ICH BIN EIN BERLINER...
Messaggio 85824 del 21.07.2017, 17:09
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
A proposito della crisi diplomatica tra la Turchia (dove pare si voglia smantellare i fondamenti dello stato di diritto e la democrazia) e la Germania, Paolino l'arrotino senza se e senza ma si schiera apertamente con i tedeschi, unica nazione della comunità europea che in questo caso dimostra di avere le PA..E, per cui ripeto la frase di John Kennedy che in occasione di una sua visita a Berlino nel giugno del 1963, davanti a migliaia di persone presenti nella piazza e al mondo intero disse; ICH BIN EIN BERLINER.

Paolino l'arrotino-
incendi e incuria a Marciana
Messaggio 85823 del 21.07.2017, 16:29
Ho già avuto occasione di leggero lo stato di degrado e di pericolosità di via santa assunta a sant'andrea nel tratto che va dal'hotel sant'andrea sino alla sottostante via san gaetano. E' uno stradello di un centinsio o poco più di metri di cui una sessantina ben tenuti e curati e gli ultimi quaranta circa invece in uno stato di degrado disgustoso. Gli alberi di pino sono cresciuti in modo incontrollato e la stessa cosa altri alberi di mimosa e di mandorlo che hanno creato un sottobosco zeppo di aghi di pino, di rovi, di foglie e di erbacce dove tutti quelli che passano buttano le immondizie essendo un richiamo per la spazzatura. In mezzo a questo schifo mucchi di legname e altre porcherie . Se scoppia un incendio , i vigili del fuoco , la racchetta e altri sono lontani , brucia tutto e quando bruciano i pini sono peggio della benzina e in prossimità ci sono case , residenze abitate e depositi di gas interrati . Il comune dovrebbe intervenire prima che accada un incidente con risvolti molto pericolosi ed essendo aree private, con ordinanze da far rispettare al proprietario che di ordinanze ne fa collezione e se ne frega mentre il comune ci fa solo una figura meschina e ridicola .
Vaporino
Messaggio 85822 del 21.07.2017, 16:18
Provenienza: Porto Azzurro
LA CAPITANERIA DI PORTO DOVE E' ?
Ma è possibile che la capitaneria non veda nulla.
Alla rossa ci sono tutto il giorno persone che fanno il bagno in area portuale in mezzo a motoscafi in moto che fanno avanti e indietro.
Quelli del rent ogni sera mettono una decina di motoscafi sulla spiaggia per lavaggi e manutenzioni.
Le distanze in relazioni alle normative non esistono.
Le corsie per i mezzi a motore non esistono.
I locali sono ormai uno sopra all'altro.
Le varie pedane non sono omologate, non sono certificate, non hanno nessuna sicurezza per quanto riguarda gli impianti elettrici.
Sulla spiaggia alla sera ci posteggiano anche le moto ed i motorini.
Sugli scivoli ci posteggia chiunque per ore.
Oltre alle pedane un ristoratore in particolare occupa tutta la spiaggia circostante ed il marciapiede difronte con frigo, sedie, tavoli, lampade, insegne e quant'altro.
Camerieri che vanno avanti ed indietro per tutta la strada ed in mezzo alle macchine, senza strisce pedonali, per portare piatti ai vari tavoli senza nessuna protezione igienico-sanitaria per le pietanze.
La maggior parte delle volte i rifornimenti alimentari, ad un ristorante in particolare, vengono fatti con un furgoni o macchine non predisposti al trasporto alimentare; uno addirittura è usato per lavori edili e quant'altro.
Penso sia meglio fermarci qui.
Ma la Capitaneria di Porto, i vigili urbani ed i carabinieri di Porto Azzurro DOVE SONO ??????????
Tutti questi controlli sarebbero sicuramente più utili di quelli che si vedono ogni tanto sui giornali per rinverdire l'importanza della presenza di tutte queste autorità ???
Io penso di si.
La sicurezza, la salute e la legalità vengono prima di tutto.
Campese
Messaggio 85821 del 21.07.2017, 15:55
Provenienza: Campo
Caro Marco Galli, a Campo non c'è limite al peggio.
E visto che ci vive da sempre, dovrebbe essere abituato.
La Vispa Teresa
Messaggio 85820 del 21.07.2017, 15:31
Provenienza: Marciana Marina
Sono ancora più Vispa! Sono andata sul sito del Comune di Marciana Marina ed ho trovato una determinazione di impegno di spesa di 8000 (ottomila) euro per garantire apertura info Point per 2 mesi (15 luglio-15 settembre). Allora premesso che davvero 8000 euro per due mesi di apertura, a meno che il personale qualificato che aprirà non sia composto da dirigenti d'azienda,mi pare una cifra spropositata, soprattutto in considerazione del fatto che si tratta di soldi pubblici, mi chiedo come mai a distanza di 6 giorni il chiosco sia sempre chiuso . Avrebbe dovuto aprire il 15 luglio. Qualcuno sa rispondere?
sergio spinetti Scrivi a sergio spinetti
Messaggio 85819 del 21.07.2017, 15:24
Provenienza: marina di campo
per emergenza idrica 85801 del21.07.2017

Lei ha perfettamente ragione il dissalatore,non necessario,e' solo un'operazione per mettere le mani su alcuni milioni di Euro.E' un'opera
assurda di altissimo costo sia di realizzazione sia di manutenzione.Da gennaio ad oggi non ho osservato nessuna crisi di afflusso d'acqua ai rubinetti.Non facciamoci fregare un'altra volta da Regione e Sindaci vedi:
Parco,Buraccio,Ospedale,Traghetti ecc.
marco galli
Messaggio 85818 del 21.07.2017, 15:01
ma perchè quando si fanno le cose non si pensa un'attimo,in piazza milano è stata messa la rastrelliera delle bici in corrispondenza dello scivolo per carrozzine ,ma un sarà mica lo stesso che mise due rastrelliere in piazza coop ad elle con le bici che andavano all'interno?
lo scoglio della marina
Messaggio 85817 del 21.07.2017, 14:00
Provenienza: marciana marina
x vispa teresa
visto che si ritiene molto vispa si rechi presso la sede comunale riformuli la domanda e le verrà risposto con atti e motivazioni, almeno credo che in italia usi così
Sarà il caldo...?
Messaggio 85816 del 21.07.2017, 13:19
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Ancora oggi si parla di partiti, coalizioni vecchie e nuove, dimissioni di ministri e pronti (forse) a salire su un cavallo diverso, nuove discese in campo magari come supervisori e così via, mentre a leggere i sondaggi, gli stessi partiti sia a sx che a dx, potrebbero risultare vincitori alle prossime elezioni politiche, Che dire, forse io come altri milioni di italiani, ci siamo sbagliati, in quanto tutto funziona alla perfezione, dalla sanità ai trasporti, passando per la scuola e le pensioni, mentre per la disoccupazione i numeri potrebbero essere errati. A tal proposito, chiedo scusa se talvolta intervengo su questo blog per evidenziare alcune problematiche, ma che "forse" le vedo solo io, e indubbiamente questo sarebbe positivo.

Paolino l'arrotino-
LIBRO ESTATE
Messaggio 85815 del 21.07.2017, 12:49
Provenienza: Capoliveri
Rhino
Messaggio 85814 del 21.07.2017, 12:46


La politica del dispetto

La diatriba tra anonimi camminatori, sostenitori delle due fazioni politiche (?) scontratesi nelle ultime elezioni a Marciana Marina ha assunto sin dal suo innesco toni a dir poco infantili...un susseguirsi di botta e risposta dalle tonalità che ricordano quelli di una coppia dopo la separazione o le esternazioni mosse da invidie piccole e assolutamente provinciali...è la politica del dispetto, della ripicca, dell'"adesso gli faccio vedere io"...una politica che mai potrebbe ottenere risultati e migliorie effettive in un paese che il presunto Dio ha dotato di tanta naturale bellezza ma, per inevitabile compensazione divina, ha anche riempito di marinesi (lo sono anch'io e quindi penso di poterlo affermare).
Sarebbe il caso a mio avviso di deragliare volontariamente da questo modus operandi da comari indispettite, dove le parti si accusano reciprocamente di inadempienze dandosi degli incompetenti, dei qualunquisti...c'è la siepe lunga sul viale e allora tagliala te, manca un servizio si ma già mancava con la precedente amministrazione, fallo te che hai tempo da perdere e così via...
Leggendo i post delle due fazioni mi torna alla mente due coppie di giocatori di tressette impegnate in una partita al bar Roma una ventina di anni fa, alle quali comunicai, dopo una decina di minuti che si accusavano a vicenda di scarsa capacità nel gioco, come a mio avviso avessero entrambe ragione...
Intanto il paese viaggia su un fuso orario di trenta anni fa...
La Vispa Teresa
Messaggio 85813 del 21.07.2017, 11:44
Provenienza: Marciana Marina
Io sono così Vispa che le domande sono solita farle a chi governa ed ha gli strumenti per rispondere . A chi devo chiedere? Al panettiere? All'ortolano? al pescatore? Chiedo al comune. Quindi riformulo la domanda: quando aprirà il punto informazioni? Quando aprirà il bike sharing? " È colpa del Governo precedente" è una scusa che viene abusata in Italia e sarebbe pure ora di smettere.
V
Messaggio 85812 del 21.07.2017, 10:54
Provenienza: MM
X la vispa Teresa: se tu fossi stata davvero vispa ti saresti resa conto che il punto info di solito apriva a Maggio e quindi non è stata questa amministrazione che non ha provveduto , che si è insediata il 20 giugno, ma quella di Ciumei.
G. Muti Scrivi a G. Muti
Messaggio 85811 del 21.07.2017, 10:27
LA SINISTRA ALLO SBANDO TRA MONELLI, GABBIANI E LOTTA DI CLASSE di G.Muti


Le persone che mi hanno chiesto perché non rispondo agli insulti di un gruppo di riesi, leggendo queste righe, penseranno di avermi convinto. Li devo deludere, perché io non risponderò agli insulti. Credo che le persone che hanno scritto non mi conoscano. Coloro che a sinistra, in questi ultimi decenni mi hanno sistematicamente attaccato, non si sono mai sognati di definirmi fascistoide o di essere uno che, per interesse, si prostra al potere. Perché sanno che da oltre 20 anni prima con la TV e la Radio, poi con il Movimento “Elba2000” e Elbanotizie non ho risparmiato critiche a tutti i centri di potere esistenti all’Elba e ai vari personaggi locali, regionali e nazionali che vi erano collegati. Naturalmente, siccome questi centri, anche se hanno passato il canale, erano e sono in mano alla Sinistra, ho ricevuto tutte le punizioni che mi meritavo e che un giorno racconterò.
La crisi dell’ideologia
No, non voglio rispondere, ma prendo spunto da questo episodio per fare qualche riflessione sui problemi della Sinistra. O meglio, su qualche sintomo che affligge coloro che sono ancora contaminati dalla vecchia ideologia marxsta leninista.
E non è una cosa di poco conto perché è vero che sotto il crollo dei muri sono rimasti i sogni di palingenesi totale, i sogni giovanili e ingenui di un mondo migliore e, soprattutto, l’ideologia con tutte le sue certezze, ma è altrettanto vero che non è scomparso il sistema operativo che la traduceva in azioni concrete e coerenti. In molti reduci, infatti, sono rimasti residui di schemi ideologici attraverso i quali continuano a leggere la realtà. Un ex comunista sa che se nella società ci sono enormi ingiustizie è solo perché il capitalismo, che sta dominando il mondo, l’ha organizzata secondo i propri interessi. E fin qui potremmo essere d’accordo
Lotta di classe e i mali del mondo
Però secondo questa visione del mondo ( Waltenschaunuuug) , la cultura, la morale, le leggi, l’arte e la religione , quindi l’intera società altro non sarebbe che una sovrastruttura appoggiata, potremmo dire, sulla struttura produttiva quindi ,direttamente collegata agli interessi dei proprietari dei mezzi di produzione. I responsabili del male nel mondo.
Ne deriva che qualsiasi fenomeno sociale ritenuto negativo, grande o piccolo che sia, per un ex comunista contaminato, dovrà essere combattuto in termini di lotta di classe. Che si tratti dello sfruttamento degli immigrati che raccattano pomodori nei campi del sud, di un articolo del Monello che parla di Rio, o dei gabbiani che cacano sui gerani sul terrazzo di Danilo Alessi. E non è una battuta. Lui ex dirigente del PCI è una persona colta e scrive libri. Ha reagito con un articolo contro i gabbiani in cui l’espressione “ li odio “ compare ogni due righe per ben 8 volte.
Questo si spiega con il fatto che, nella lotta di classe, non si fanno distinzioni. L’ avversario che hai di fronte, che si tratti di uno sfruttatore criminale, di un monello rompicoglioni o di un gabbiano cacatore , si tratta di nemici. E un nemico, che potrebbe essere anche della stessa area politica, come nel il mio caso, deve essere colpito. Non potendogli sparare dovrà essere insultato senza, però, farsi riconoscere. Senza farsi vedere come fanno i cecchini in guerra.
Le responsabilità storiche della Sinistra.
L’attuale difficoltà della Sinistra arrivano da lontano. Io ho denunciato più vote quello che avvertivo come l’inizio di un degrado che avrebbe avuto effetti gravi sull’intera area politica. La sinistra che organizzava fiaccolate per il Canile e si dimenticava della Sanità che veniva smantellata; che costruiva la sede del APT nella vecchia Gattaia, attaccata alle Fortezze Medicee, quando da oltre 15 anni era chiaro che l’APT avrebbe passato il Canale. Quindi una sinistra lontana dai problemi reali, in piena trasformazione dove dirigenti non si formavano più nelle sedi del Partito, ma all’interno del Lions Club e del Rotary Club. Una sinistra che si annidava nelle nicchie del Parassitario Avanzato. Un fenomeno che appesantisce e blocca, ancora oggi, le macchine amministrative. Una sinistra che , di fatto, si è fatta strumento attivo nel processo di colonizzazione organizzato dai centri di potere livornesi e fiorentini. Questi dirigenti locali, alla briglia dei loro capi d’oltre canale , si sono trasformati in ascari aiutando, lo spostamento in continenti di tutti i centri direzionali compresa la Sanità che adesso è quasi completamente smantellata. Hanno sulla coscienza il fatto che le fasce più povere della popolazione elbana non riescono più a curarsi.
Questa critica non la faccio oggi, era già molto chiara in una copertina del Mensile “Elba 2000” del 1997 (Vedi Foto) dove l’On. Fabio Mussi dirige le operazioni.
La previsione della” Rottamazione”
Qualche anno dopo, nel 2001 in una polemica con Elbareport scrivevo:
“ Non ho mai avuto tessere in tasca, ma ho sempre militato a sinistra, che continua ad essere ancora la mia area di riferimento. Adesso, però, ho un problema con la sinistra locale. Mi sbaglierò, ma la trovo (fatte le dovute eccezioni) arrogante e settaria, culturalmente provinciale e inadeguata, superficiale e confusa, astratta e velleitaria e sciatta e sgualcita, congiuntivitica e cinofila, opportunistica, cinica, vendicativa..
Più di recentemente nel 2007 scrivevo su tenews che i capi della Sinistra dovevano essere politicamente rottamati
“La sinistra ha un problema grave che la fa arrancare dietro la storia che avanza: il peso dei suoi dogmi, vecchi e nuovi, che si appoggia su una classe dirigente in gran parte mediocre. Questi dirigenti non sono più compatibili con la realtà, perché non sono in grado di interpretarne i problemi. Sono come dei computers che non riconoscono i nuovi programmi. Sono inutili e dannosi e andrebbero politicamente rottamati.”
http://www.tenews.it/giornale/2007/11/06/lettere-sogni-astratti-slogan-e-rivoluzionismi-16107/

L’idea che i dirigenti del Partito Democratico dovessero essere rottamati probabilmente sembrò un po’ troppo. Non sapevano gli intellettuali organici locali , ne’ lo sapevo nemmeno io, che di lì a 6 anni sarebbe diventata la linea politica del partito. Ma anche in quel caso per me ci furono solo battute e qualche insulto.
Vorrei solamente aggiungere che spero che la vicenda di Rio si concluda facendo meno feriti possibile. Lo spero anche per il _sindaco Desanti che, senza averne colpa è venuto a trovarsi in una situazione così difficile. E’ un imprenditore di grande esperienza abituato a risolvere problemi e farà anche l’impossibile per fare uscire il paese dal quella situazione , anche se serviranno grandi sacrifici. Lo farà per tutte le persone che hanno avuto e continuano ad avere fiducia in lui
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 85810 del 21.07.2017, 09:47
Provenienza: Capoliveri
lo scoglio marinese
Messaggio 85809 del 21.07.2017, 09:27
Provenienza: marciana marina
x la vispa teresa
pregherei di fare la stessa domanda alla vecchia amministrazione per sentire la loro risposta in merito al noleggio bike.
Per sindaco De Santi
Messaggio 85808 del 21.07.2017, 08:59


Rio nell'Elba:La Fonte di Coppi è rimasta senz'acqua

Sono le conseguenze della siccità dell'estate elbana. Delusi i ciclisti, per loro è tradizione fermarsi a bere nel luogo reso noto dal Campionissimo.

..perchè non installare una fontanella con allaccio alla rete pubblica da usare eventualmente quando c'è siccità?
Un ciclista
PREEGO SI ACCOMODI....
Messaggio 85807 del 21.07.2017, 08:54
PLEASE HAVE A SEAT






Orbene il catalogo dei lavori nell'area portuale è sempre in aggiornamento , vuoi per i lavori di abbellimento che la Port Autority stà realizzando, vuoi per le critiche sulle disattenzioni della stessa nell’area “Banchina alto fondale”…a cui da più di una settimana si si è aggiunta una comoda e accogliente panchina che sembra invitare il turista ad una sosta ristoratrice sotto le ombrose palme, in attesa d’imbarco.
Un a immagine che unita alle altre in questo lato del porto ci fa domandare quali e di chi le competenze di vigilare su arredi , strutture, pulizia e altro .
Credetemi in tutto questo c’è qualcosa che travalica la nostra comprensione e le nostre conoscenze delle competenze riguardo a fatiscenti baracche dismesse evabbandonate , chiusure abusive dei piazzali di chi prima si alza per primo recinta pro domo (compagnia) sua , fumosi approdi inquinanti, …..insomma come canta Leporello nel Don Giovanni…” Madamina il catalogo è questo”.
Marcello Camici
Messaggio 85806 del 21.07.2017, 08:11
È in libreria il saggio storico: Storia di Portoferraio e dell’Elba dal 1815 al 1818 attraverso documenti d’archivio .



Il saggio, scritto dal prof. Marcello Camici ed edito da Marchetti Editore (Pisa) col contributo economico del prof. Gabriele Del Sette, ha ricevuto il patrocinio gratuito del Comune di Portoferraio. L’opera è nata dalla ricerca condotta per vari anni su documenti conservati nell’Archivio storico del Comune di Portoferraio e trae origine dall’affetto che l’Autore nutre verso la terra dove è nato. È un libro per non dimenticare il passato e da non dimenticare di leggere. È dedicato a tutti coloro che vogliono bene all’Elba ma, in particolare, ai giovani perché la conoscenza del passato possa servir loro essendo essi i costruttori del futuro. Come afferma il prof. Michelangelo Zecchini nella prefazione, è un testo dove «comune denominatore è l’assunto di scrivere, come si diceva una volta, “per servire la storia”, creando una valida piattaforma e molti sentieri d’indagine ai quali gli studiosi possono attingere per dare un ulteriore contributo alla ricostruzione di vicende». La ricerca storica ha la sua fonte nei documenti d’archivio e ricopre il periodo che va dal settembre 1815 al dicembre 1818, conosciuto sotto il nome di “Restaurazione”, subito dopo la caduta di Napoleone Bonaparte: un tratto di storia che per quanto riguarda l’Elba è stato poco studiato. Un tratto di storia che riguarda anche tutta la regione Toscana quale cultura della memoria in quanto alcuni argomenti, come la riforma sanitaria del 1817 e del catasto, interessano tutto il territorio toscano. In trentanove capitoli, la ricerca storica indaga a tutto campo sulle vicende accadute in quel periodo a Portoferraio e in tutta l’isola d’Elba relativamente a: sistema amministrativo comunale, governo civile e militare, lavori pubblici, sanità, istruzione, giustizia, fisco, viabilità, scavi archeologici, amministrazione del porto, guerra di corsa e pirateria, rapporti stato-chiesa, tonnare, saline, guardie urbane, amministrazione registro e bollo, regolamento per forestieri, servizio postale, servizio di guardiacoste, matrimoni, palazzina de’ mulini, pensione granducale, lutto nazionale, custode di boschi, prenditorìa di lotto, carceri, truppe all’Elba, Accademia dei fortunati, pubblica libreria, ampliamento di casa, Vincenzo Foresi e Cristino Lapi, illuminazione in tempo di notte, corruzione nella pubblica amministrazione, pubbliche cisterne d’acqua, pubblico orologio, individui da arrestare, ufficio principale delle regie rendite. Un periodo ricco di eventi come scrive il prof. Gabriele Del Sette nella presentazione: «anni intensi e durissimi per l’Elba, quelli tra il 1815 e il 1818, perché le guerre napoleoniche avevano sconvolto il tessuto sociale, economico, le antiche tradizioni e consuetudini isolane, pertanto possiamo affermare che l’azione illuminata del granduca Ferdinando III contribuì in maniera decisiva a far ripristinare le normali attività economiche e produttive elbane, rasserenando gli animi e placando le opposte fazioni ancora scosse dai terremoti rivoluzionari e dalle guerre napoleoniche». Il libro è donato alle biblioteche comunali elbane e alle scuole presenti all’Elba. Una copia è in omaggio per ogni sindaco dell’Isola, per la Viceprefettura elbana, la Capitaneria di porto e comando Carabinieri dell’Elba, l’Archivio storico del Comune di Portoferraio e la Soprintendenza archivistica toscana, per il presidente della Provincia di Livorno e per quello della Regione Toscana. Il ricavato della vendita sarà destinato a costituire tre fondi: il primo per aiutare studenti universitari dell’Elba meritevoli che si trovano in condizioni economiche disagiate, il secondo per la difesa e la valorizzazione dei beni culturali presenti sul territorio dell’Elba e il terzo per una borsa di studio sulla storia dell’emigrazione elbana nel mondo. Il libro è presente all’Elba in vendita a Portoferraio nella libreria “La Stregata” e nella cartolibreria “Punto e Virgola”; a Campo nell’Elba nella “Libreria del Porto”;a Marciana Marina nella “Libreria Rigola”;a Porto Azzurro nella libreria “Zeus”. Può inoltre essere ordinato e acquistato on line sul sito dell’editore marchettieditore.it e in tutte le librerie on line. È inoltre presente alla libreria Feltrinelli di Pisa e può essere ordinato in tutte le librerie fisiche d’Italia. NOTA SULL’AUTORE: Marcello Camici è medico. Docente universitario (già professore associato in semeiotica medica, Università di Pisa) è autore di numerose pubblicazioni scientifiche mediche. Sulla storia dell’Elba ha pubblicato L’Elba tra il medioevo e il rinascimento .Viaggio alla scoperta di un’isola (Ginevra Bentivoglio editore, Roma 2009). L’opera ricostruisce un’importante parte della vicenda storica e sociale dell’Elba con un’analisi che si concentra sul periodo che va dal VI secolo alla fine del XVI, attingendo da fonti archeologiche, documenti d’archivio e letterari. Sempre sulla storia dell’Elba ha pubblicato i romanzi Napoleone e Letizia all’isola d’Elba (Ginevra Bentivoglio editore, Roma 2012) e Il mistero della maschera egizia. Il sosia di Napoleone (Persephone editore, Capoliveri 2015).
DATI RIASSUNTIVI DEL LIBRO: Titolo: Storia di Portoferraio e dell’Elba dal 1815 al 1818 attraverso documenti d’archivio ISBN: 978-88-99014-27-8 Autore: Marcello Camici Editore: Marchetti Editore, Pisa Formato: 15,5 x 22,5 cm (con bandelle) Pagine: 570 Prezzo: € 21,00
emergenza idrica
Messaggio 85805 del 21.07.2017, 08:08
Mi sbaglierò ma per me quest' emergenza idrica è stata creata solo per fare il dissalatore...
E' da quest' inverno che lo sostengo e nessuno mi può far cambiare idea..l emergenza da carta bianca per fare tutto quello che su vuole...
Con i soldi nostri pagheremo il dissalatore...
Con i soldi nostri pagheremo la nostra acqua di mare...
Associazione Marciana Aurea
Messaggio 85804 del 21.07.2017, 04:58
domenica 23 luglio c. a. , alle ore 21,15 presso la suggestiva piazza del Cantone a Marciana , si terrà la conferenza sul tema :

“ MARINERIE DELL’ ISOLA D’ELBA DALL’ETA’ NAPOLEONICA ALLA FINE DELLA TOSCANA DEI LORENA”


La tematica che sarà trattata dal prof. Gianfranco Vanagolli potrà essere particolarmente partecipata in quanto è il prodotto di una attenta ricerca dello stesso professore codificata in un libro di prossima pubblicazione.
In pratica si tratta di una preziosa anteprima offerta a tutti coloro che vorranno scoprire uno spaccato di storia locale con particolare rilievo dato alle attività marinare dell’Isola d’Elba e comprendere come questo settore abbia coinvolto le comunità di Rio e di Marciana.
Il prof. Vanagolli è ormai riconosciuto da tempo tra i principali scrittori di storia locale ,in considerazione delle sue pubblicazioni e del suo ampio curricolo ricco di riconoscimenti pervenuti da più parti.
Con la partecipazione come conferenziere a tale evento offre, ancora una volta, il proprio prezioso contributo ad approfondire e divulgare la storia dell’Isola ,con lo scopo di valorizzare la cultura locale, talvolta non sufficientemente conosciuta.
E’ l’impegno che sempre ha animato e continuerà a animare le associazioni che promuovono questa iniziativa.
Infatti , assieme al patrocinio del Comune di Marciana l’evento è stato reso possibile dalla collaborazione tra la nostra Associazione e Italia Nostra Arcipelago Toscano, di cui il prof. Vanagolli è Presidente Onorario.
Il conferenziere sarà coadiuvato nella sua esposizione da Lupi Patrizia, anch’essa facente parte della suddetta Associazione.



Associazione Marciana Aurea
desalinizzatore di Mola
Messaggio 85803 del 20.07.2017, 22:05
Provenienza: piana di Mola
Un megamostro a Mola e tutti tacciono
E bravo Ruggero, ci sei riuscito, passerai alla storia dei sindaci di Capoliveri come il sindaco che ha fatto i primati, ma quello per cui sarai più ricordato e resterà visibile anche ai tuoi nipoti, come quel sindaco che ha fatto realizzare l’ecomostro nel piano di Mola.
Una struttura futuristica di 60 metri di lunghezza, 30 metri di larghezza e quasi 10 metri di altezza, vorrei capire come farà la Soprintendenza di Pisa a permettere questo scempio, è lo stesso che avrà bocciato un ampliamento di 15 mq.( magari seminterrato) per la camerina ad un disgraziato che ha avuto un altro figlio!
Guardate dalla provinciale a confine dell’area del megamostro, la struttura esistente a due piani di circa 12 m.x 12 m. alta 6 metri! già quella, nel piano di Mola una delle poche piane all’Elba, prettamente agricola, non è che ci stia così bene, forse se autorizzavano 20 m. x 15 m. ad un piano, era meglio per il proprietario e per il paesaggio. Figuriamoci quando verrà realizzata questa mega struttura futuristica nel piano di mola:60x30x e 10 metri di altezza sopra l’attuale piano del terreno!
Sarà l’impianto di desalinizzazione più grosso d'Europa (un altro record, vero Ruggero?) ma che diranno i Capoliveresi, gli Elbani tutti, i tuoi nipoti?
Perché non lo realizzano per metà completamente interrata? Forse perché qualcuno deve mettere bene in mostra a tutti i passanti su quel rettilineo che è stata realizzata questa grande bellezza ? Non mi vengano a dire, come già qualcuno ha detto, non si può interrare, è una zona alluvionale, è area a elevato rischio idraulico( ma ci si può costruire ) scendere di 4 metri significa ancora più rischio? Ma se già quel terreno è circa un metro più alto del terreno a destra, si tratta di scavare altri 3,4 metri, anche i rumori verrebbero attuiti o sbaglio? ci sono, a pochi metri da quella megastruttura, cantine e piani completamente interrati, realizzati 30,40, 50 anni fa con materiali e tecnologie di quei periodi, oggi puoi costruire quella megastruttura, allo stesso costo, anche il mezzo al mare e addirittura sotto il livello del mare!
Ruggero e l’ASA ci diranno: ma viene risolto il problema dell’acqua all’Elba! A che prezzo? Sempre che sia risolto il problema. Quanto verrà a costare agli elbani un mc. di quell’acqua dopo tutte le correzioni che dovrà subire? Si, perché l’acqua prodotta per osmosi inversa dal mare, sarà acqua distillata, ne più ne meno!
E tutti gli studi fatti dai geologi in questi ultimi anni, anche tutt’oggi! chi li ha pagati? Eppure anche secondo i loro studi, sembrerebbe che all’Elba di acqua ce ne sia anche tantissima! Ma i privati con il vecchio sistema del rabdomante fanno i pozzi anche in cima al monte e trovano l’acqua (anche intorno ai 1000 litri/minuto e i proprietari, giustamente, se ne guardano bene dal dirlo, verrebbe subito espropriato!)
Io credo che se ogni comune ritornasse a gestirsi l’acqua come 50 anni fa, oggi il problema lo avevano già risolto, ma qui si tratta di 15 (forse 20) milioni per quest’impianto, ma come? non si trovano 7,8 milioni per allungare l’aereoporto! qualcosa c’è che non va, dell’aereoporto se ne parla da decenni e non c’è ancora niente, del desalinizzatore se ne parla da meno di un anno e già è tutto pronto per la realizzazione… qualcosa non mi torna!
Forse è troppo bravo Ruggero, quando si mette in testa una cosa ci riesce (quasi sempre) mentre gli altri sindaci che fanno? (magari pensasse così anche per la sanità elbana!)
La Vispa Teresa
Messaggio 85802 del 20.07.2017, 21:19
Provenienza: Marciana Marina
A proposito dell'efficienza della nuova amministrazione marinese è interessante notare come ad oggi 20 LUGLIO il bike sharing ancora non funzioni ed il punto informazioni sia chiuso. Bel servizio ai turisti! Cosa facciamo li apriamo a Novembre per promuovere la settimana bianca sul Capanne? Mah!
marinese doc
Messaggio 85801 del 20.07.2017, 20:14
Provenienza: marciana marina
Comprati o fatti prestare un taglia siepi e provvedi, almeno impegni un po di tempo libero caro zecca visto che ne hai molto
Misteri a Rio Elba
Messaggio 85800 del 20.07.2017, 17:30
Provenienza: Rio
Cercasi sindaco disperatamente !!!
Non si trova più da giorni il sindaco di Rio . Non era presente neanche alla inaugurazione di Elba book . Insieme a lui spariti vicesindaco e assessore . Il capogruppo si è dimesso da qualche settimana .
Forse c'è qualche problema in comune o sono tutti in ferie .....forzate ???
Fateci sapere qualcosa : il paese non è preoccupato....
COMUNE INFORMA
Messaggio 85799 del 20.07.2017, 14:45
Provenienza: PORTOFERRAIO
zecca
Messaggio 85798 del 20.07.2017, 13:51
Provenienza: la marina
Ci sarebbe da tagliare qualche siepe che invadono i marciapiedi via Vada via Bonanno e cosi via .
Ristorante da Gianni il Pugliese Scrivi a Ristorante da Gianni il Pugliese
Messaggio 85797 del 20.07.2017, 12:52
Provenienza: Ristorante Gianni il Pugliese
Buon giorno, cerchiamo cameriere/a ristorante da Gianni il Pugliese contattatemi al 339 1104054 grazie
Cose strane a Pianosa
Messaggio 85796 del 20.07.2017, 12:02
Provenienza: Elba
Salve
Ieri sono stato a Pianosa,come ogni anno, giornata meravigliosa con un mare stupendo tutto è andato a meraviglia. Uniche note stonate in un ambiente così bello un signore che circolava su un motorino ,senza casco, una vecchia renoult indecente e smarmittata con emanazione di gas di scarico,entrambi,poco gradevoli.
Ora non capisco come mai venga permesso ciò che sicuramente non sono un bel biglietto da visita per i visitatori.
CONCERTI NEL CHIOSCO
Messaggio 85795 del 20.07.2017, 11:57
Provenienza: PORTOFERRAIO
EMERGENZA IDRICA
Messaggio 85794 del 20.07.2017, 11:50
Almeno una volta a settimana si legge sui giornali dell'emergenza idrica dell'isola, accompagnata da conseguenti ordinanze che vietano l'uso improprio dell'acqua.
Allora perché le rotture delle tubazioni vengono riparate con tutta la calma possibile? Io, privato cittadino che paga le tasse e le bollette (peraltro salatissime) devo prestare la massima attenzione, giustamente, ma la società fornitrice del servizio idrico impiega settimane prima di intervenire... A Patresi, rottura segnalata subito, riparata dopo 10 giorni.
In un'altra frazione, rottura segnalata prontamente da diversi cittadini, riparata dopo 3 settimane!
C'è qualcosa che non torna...
MARCIANA MARINA
Messaggio 85793 del 20.07.2017, 11:27



Grazie al progetto “Vele Spiegate” anche quest’anno alcuni volontari hanno svolto la loro apprezzata opera di pulizia di alcune spiagge dell’Elba. Guidati da Umberto Mazzantini di Legambiente e membro del Direttivo del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, alcuni giovani imbarcati sul Gwaihir, l’imbarcazione dell’Associazione “Diversamente Marinai”, da Portoferraio - dopo una sosta a Fetovaia dove è stata ripulita la spiaggia delle Tombe - sono sbarcati a Marciana Marina, ospitati dal Circolo della Vela e accolti calorosamente dai cittadini e dai turisti. Alla Marina si sono dedicati alla pulizia del caratteristico borgo del Cotone, sostenuti e incoraggiati dagli abitanti, e della splendida spiaggetta delle Anime.
Il Progetto Vele Spiegate incentrato sulla pulizia delle coste e sulla citizen science è organizzato da Legambiente e Diversamente Marinai e realizzata con il cofinanziamento del Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano, il patrocinio di Enea, Regione Toscana e Università di Siena.
“Quello di Legambiente e dei giovani volontari del Progetto Vele Spiegate è un esempio da seguire – spiega la neoeletta vicesindaco con delega all’Ambiente, Donatella Martorella. Intendiamo sostenere queste iniziative ed incentivarle, coinvolgendo i nostri giovani e tutte le persone che amano l’Isola d’Elba e intendono prendersi cura del suo fragile sistema ecomarino.”
L’Amministrazione comunale di Marciana Marina ritiene che un’esperienza del genere sia importante e proficuamente formativa non solo per l’aspetto ambientale.
La pulizia di una spiaggia o la scoperta di un sentiero, come ad esempio il Sentiero dei Profumi di Val di Cappone, è un’opportunità per i ragazzi che imparano a conoscere e rispettare la natura, il mare, il paesaggio e il territorio, alla riscoperta di valori, mestieri, abitudini, percorsi che rischiano altrimenti di essere dimenticati. Stare insieme condividendo un obiettivo positivo è anche occasione di scambio, di trasmissione di conoscenze, di ascolto e di narrazione.
“Vogliamo ringraziare Umberto Mazzantini e Legambiente, l’Associazione “Diversamente Marinai”, l’equipaggio della Gwaihir, tutti i partecipanti all’iniziativa, formulando loro i più calorosi auguri di successo per le loro iniziative – conclude Donatella Martorella. Il rispetto del territorio elbano è anche rispetto per la cultura di chi ha vissuto su quest’isola prima di noi, modellandone il paesaggio per trarne sostentamento attraverso un lavoro tenace e silenzioso, senza mai perdere di vista la natura, dedicando cura e fatica a questa terra. E’ nostro dovere preservarla”.

L’amministrazione comunale
IO...
Messaggio 85792 del 20.07.2017, 10:39
Provenienza: dal traghetto per l'ELBA
Dobbiamo convenire del fatto che avevano ragione i fautori dell'aumento della tassa di sbarco, e visto che è di buon auspicio (la tassa) forse per il prossimo anno potrebbe essere aumentata ulteriormente per la gioia di tutti, compresi i turisti stessi che anche il prossimo anno, visti i risultati del 2017, saranno in aumento.
Fornino e i dipendenti comunali
Messaggio 85791 del 20.07.2017, 09:36
Provenienza: portoferajo
Un grande applauso all'amico Fornino, superfluo dirgli bravo , ormai è cosa accertata che è divenuto esempio per tutti noi : ma in relazione all'ultimo suo e dei volontari , intervento di pulizia mi sovviene un pensiero : ormai 56 enne , ricordo che una volta quand'ero bimbo esistevano i " dipendenti comunali " ossia : c'erano i giardinieri , i fontanieri , muratori , operatori ecologici , elettricisti e via discorrendo provvedevano loro sotto direzione dell'uff. tecnico alla manutenzione del loro comune , rispondendo del lavoro fatto o non fatto direttamente al loro datore di lavoro , cioè al primo cittadino ... Ora con questi appalti a ditte esterne non funziona più una beata mazza di nulla, gli appalti vengono dati chissà come , sempre al ribasso e con i lavori fatti male e con poca durata ... ma se tornassimo indietro ? forse i costi sarebbero nell'immediato più alti , ma ci sarebbero comuni puliti e illuminati con lavori ben fatti e alla fine arriverebbero anche i risparmi di cassa .... comunque bravo Fornino.... e volontari...
Siamo del Gat-to?
Messaggio 85790 del 20.07.2017, 09:34
Provenienza: Happy Days Austraglia Gabuliveri
Se mi consente Sig. Prianti, vedo che il nostrano Renzi da Capoliveri, con le sue chiacchiere, mi pare stia dando i numeri, biglietti venduti a chi?, quante presenze, quanto spendono i turisti italiani che non vanno in Egitto e altrove per paura di rimetterci la pelle, e come al solito si vogliono giustificare degli enti inutili succhiasoldi, pontificando sul successo, è tutto merito mio, sono il più bravo, bla, bla, chi vivrà vedrà, finchè la barca va si spenna i turisti, la stagione è sempre più lunga o più corta, e meno male che il tempo meteorologico aiuta, merito di nessuno, poi si emigrerà in Cina ... a lavorà come somari ...
REAL PLAZA DE LONGON
Messaggio 85789 del 20.07.2017, 09:09
Provenienza: Porto azzurro

LA REAL PLAZA DE LONGON torna in scena per la seconda edizione, sotto il segno di Sant-Yago, proprio nel cuore della Porto Azzurro spagnola, ovvero all’interno di Forte San Giacomo, un tempo il fiore all’occhiello di quel famoso Stato dei Presidi tanto celebrato dai libri di storia.
Il 25 luglio, giorno della ricorrenza di San Giacomo - in lingua catalana Sant- Yago - intorno alle ore 21,30, le mura e il baluardo d’ingresso (Porta Medina) torneranno indietro nei secoli e rievocheranno scene di vita secentesca: dal mercato rionale che sovente s’apprestava sotto le mura, alle ronde sul muro di cinta, fino a giungere all’arrivo dalla Spagna d’un distaccamento di soldati e di un gruppo di notabili i quali rappresenteranno la consegna d’una reliquia con cui, nel 1656, fu solennemente benedetta la chiesa di San Giacomo Maggiore. Un personaggio del tempo coinvolgerà i presenti nell’atmosfera secentesca dall’ingresso nel fortilizio fino alla deposizione, in chiave teatrale, della preziosa reliquia.
Seguirà un breve excursus storico al quale interverranno: Fabrizio Grazioso per l’Amministrazione Comunale, la dott.ssa Gloria Peria per la Gestione Associata degli Archivi Storici e la dott.ssa Luisa Piga, giovane storica dell’arte.
Al termine saranno offerti ai presenti dolci tipici della tradizione longonese.

L’evento è organizzato dall’Assessorato per la Cultura del Comune di Porto Azzurro, dalla Gestione Associata degli Archivi Storici dei Comuni elbani con la preziosa partecipazione dell’ Ass. Culturale Il Tercio de Longon, dell’Ass. culturale Historiae. La regia è dell’Arch. Leonello Balestrini.
Francesco Semeraro Scrivi a Francesco Semeraro
Messaggio 85788 del 20.07.2017, 08:53
Provenienza: Portoferraio
C'E' CHI ANCORA SI STUPISCE.
(da Tenews)
"DOPO L'INCIDENTE CON FRATTURA MANDATA A CASA SENZA CURE"

NON STUPISCE! NON C'E' PIÙ IL DR. GENTINI SEMPRE PRONTO SIA DI GIORNO CHE DI NOTTE ANCHE SE NON DI SERVIZIO.

Ora capire come funziona quel reparto é difficile così come capire turni, servizi, orari di inizio visite, guardie e reperibilità anche se esistono programmi di turni di servizio a copertura H24. COS'E' SEMPRE CHIARO IN MANIERA MACROSCOPICA LA DISPONIBILITÀ A VISITE ORTOPEDICHE A PAGAMENTO IN LIBERA PROFESSIONE SEMPRE IN OSPEDALE.
QUALCHE LUMINARE PERO' HA DECISO CHE POSSIAMO PRIVARCI UN PO' DI ASSISTENZA ORTOPEDICA PER POTER LAVORARE A SCAVALCO CON PIOMBINO.

Insomma vogliamo pensare alla salute degli Elbani e degli ospiti che sono la nostra ricchezza rispettando orari e protocolli con umiltà' e senso di responsabilità'?

Spero che questa volta la CONFERENZA DEI SINDACI dia un segnale forte e immediato.
Francesco Semeraro
Rio Rio Rio Elba
Messaggio 85787 del 19.07.2017, 21:22
Provenienza: Rio
Cari Alessi e Fratini non passa giorno che scrivete qualcosa sul giornale : onde, uccelli, strade , romanzi . Ma come si dice a Rio parlate di tutto ma no di focatico . Possibile che vi siete scordati di esse stati in comune 5 anni e di aver lasciato qualche casino visto come si so dati da fare quelli dopo ?
Dopo tutto Danilo eri riuscito finalmente a fa il primo cittadino , che era tanto che ci provava .
E Fratini avevila ribalta per scrive e parla di tante cose .
Ora è vero che avete fatto poco e che avete lasciato che il paese e il comune andasse per conto suo , ma ogni tanto vi potreste ricordá anche di noi . Senza la terza lista l'architetto sarebbe rimasto a fare l' imprenditore e noi ci saremmo risparmiati i consulenti , la laconese che comanda , il comune allo sbaraglio e il paese al l'abbandono . La scuola é sempre chiusa e al cimitero tra poco non c'è più posti liberi .
Allora potreste dì alla bagnaiese se almeno lei si fa viva ? Perché quando viene al consiglio le cose gliele sa dire mentre l'altri due si contentano di quello che raccontano .
Fatevi sentì almeno voi.
Perché qui andiamo alla rovina senza neanche una spinta
Prudolo
Messaggio 85786 del 19.07.2017, 20:20
Provenienza: La marina san giovanni
big grin
con grandissimo ritardo vedo che zecca 17 viene a conoscenza della puntata di sereno variabile girata alla Marina che andrà in onda a fine agosto. Si, puntata girata il 12 luglio nel nostro bellissimo paese, bisognoso di pubblicità poiché impoverito negli ultimi anni, purtroppo.
Riguardo il polpo lesso, in effetti mancava solo quello. Credo che sia stato un gesto simbolico e anche altruista (o semplicemente una retromarcia della produzione?) : siccome l'octopus vulgaris lessato richiede una masticazione importante, ed essendo numerose le mandibole marinesi infiacchite e debilitate dal post elezioni, ecco che forse, sotto sotto, è stato meglio così.
GIANNUTRI
Messaggio 85785 del 19.07.2017, 18:12
Provenienza: Giancarlo Diversi
Paradisi perduti, paradisi ritrovati


"Spett.Le Sindaco Sergio Ortelli , ho visitato l'Isola Giannutri nelle prime settimane di questo luglio e l'occhio allenato grazie alla passione per la fotografia naturalistica e paesaggistica mi ha fatto vedere, adiacente l'Eliporto, quell'edificio diroccato con aeternit sfilacciato sia sul tetto che a terra.
Mi chiedo se in una isola dominata dai venti si possa esporre chiunque, compresi ospiti turisti con prole al seguito, ad un rischio simile.
L'edificio tra l'altro, quando sono andato sull'isola questo mese , è accessibile a chiunque dati i diversi squarci nella rete posta come presunta ma inutile barriera.
Grazie per l'attenzione"
Gian Carlo Diversi - Fotografo del territorio e sue trasformazioni.

Ho scritto queste poche righe lunedi scorso in un messaggio privato al Sindaco gigliese non sperando certo avere risposte.
Infatti la segnalazione l'ho fatta anche al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, sperando in una sua risposta.
Oggi apro come mio solito Elbareport.it e con positivo stupore leggo un intervento del Gruppo Consiliare Progetto Giglio.
Forse qualcosa si muove nonostante la calura stordente, avanti così.
Alessio
Messaggio 85784 del 19.07.2017, 17:53
Provenienza: Portoferraio
Ma cosa succede al distributore del molo Gallo?
Il modo migliore per fare una cosa è farla.
Messaggio 85783 del 19.07.2017, 17:51
DETTO FATTO...BASTAVA SOLO LA VOLONTA' D'INTERVENIRE



Tutto è bene ciò che finisce bene - ci ha detto Vincenzo Fornino che per l'occasione si è sostituito alla Port Autority a cui spettava il ripristino della pericolosa buca di Viale Italia, e con un semplice sacchetto di asfalto e la sua attenzione ai problemi del paese ha tolto un pericolo dalla strada ...anzi ci ha detto Vincenzo - visto che c'ero ed avevo ancora del materiale, ho pensato anche a tappare le buche che erano state segnalate in Viale Elba e nelle vicinanze.
Certo rimaniamo amareggiati della mancanza di attenzione da parte della'Port Autority che attendiamo alla prova per l'ex distributore di piazza Citi e della baracchina ex biglietteria Toremar che versa in condizioni pietose. .
Un grazie dunque al sempre presente Vincenzo a cui piace più
"fare che apparire" e una tirata d'orecchie agli organi portuali preposti che sembrano fregarsene delle nostre segnalazioni.
CAPOLIVERI zona campo sportivo-
Messaggio 85782 del 19.07.2017, 16:48
Provenienza: CAPOLIVERI
I parcheggi intorno al cimitero più quello della boa VUOTI. La strada che costeggia il campo sportivo con tanto di linea continua occupata da auto che oltrepassano la striscia bianca, e chi percorre la stessa in entrata, COSTRETTO AD INVADERE LA CORSIA OPPOSTA RECANDO PERICOLO PER SE' E PER GLI ALTRI, ma non vedo mai multe, invece a MORCONE, PARETI, INNAMORATA, LIDO, NAREGNO, LACONA MADONNA DELLE GRAZIE, STRACCOLIGNO e altre zone a ridosso del centro di CAPOLIVERI ecc, se il turista (OBBLIGATO A TALE COMPORTAMENTO visto la carenza di parcheggi pubblici nelle citate località) lascia l'auto lungo la strada, ecco che allora scatta la sanzione. Esiste forse un motivo logico a tutto questo???
POLPI , POLPESSE E POLPETTONI
Messaggio 85781 del 19.07.2017, 15:05
Provenienza: Zecca 17
Dati GAT
Messaggio 85780 del 19.07.2017, 14:57
Provenienza: Capoliveri
Oltre il 24% di biglietti venduti in più nei primi 6 mesi del 2017.
Barbetti “Numeri in costante aumento sull’isola. Con la Gat invertita fortemente la tendenza degli anni precedenti”.


Continuano a crescere i numeri all’Isola d’Elba: solo nei primi sei mesi dell’anno (gennaio – giugno 2017) la vendita dei biglietti dei traghetti per raggiungere l’isola hanno subito un incremento del 24,18% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente (2016) con una differenza di 73.794 passaggi nave acquistati in più nel 2017 rispetto al 2016.
E’ quanto emerso dell’analisi dei dati raccolti dall’Ufficio Gestione Associata Turismo Isola d’Elba sulla base delle rendicontazioni effettuate dai vettori - compagnie di navigazione – sui passaggi nave venduti nei primi sei mesi dell’anno in corso e confrontate con i dati dell’anno precedente.
“Il monitoraggio sull’andamento dei flussi turistici sul territorio elbano” commenta Ruggero Barbetti, sindaco di Capoliveri, capofila della Gestione Associata per il Turismo “ci da conferma della bontà del lavoro condotto dalla GAT in questi anni. Le verifiche continue sui dati forniti dalla compagnie di navigazione sulla vendita dei biglietti per l’Elba confermano incrementi costanti per l’isola raggiungendo oltre il 24% nei primi sei mesi dell’anno in corso. Ci auguriamo che questo trend continui fino ai mesi di bassa stagione, settembre e ottobre, quando l’anno scorso raggiungemmo un più 20% rispetto al 2015”.
Dal 1 gennaio al 30 giugno 2017, dunque, sono stati acquistati 378.955 passaggi soggetti a contributo di sbarco contro i 305.161 del 2016 pari al 24,18% in più ed i 351.302 pari al 7,87% in più dell’anno 2015 che era già stata una stagione eccellente.
“Attendiamo con ansia adesso il prossimo rendiconto del mese di luglio – conclude Barbetti - che sarà significativo per l’andamento generale dell’intera stagione turistica 2017 a cui guardiamo con fiducia sicuri che i dati confermeranno la crescita. E’ comunque certo con la Gestione Associata del Turismo siamo riusciti a invertire la tendenza e ridare la giusta rotta ma soprattutto la giusta visibilità al turismo sull’isola. E non ci fermeremo certo a questi risultati, seppur lusinghieri”.
Capoliveri Informa
Messaggio 85779 del 19.07.2017, 14:52
NUOVI ORARI PER IL PORTA E PORTA E PER I CENTRI DI RACCOLTA DEL COMUNE DI CAPOLIVERI: SI COMINCIA DA DOMENICA 23 LUGLIO



Un nuovo calendario e nuovi orari per la raccolta differenziata Porta a Porta a Capoliveri.
Dopo le molte segnalazioni pervenute dagli utenti del servizio e per venire incontro alle esigenze di cittadini e ospiti del comune di Capoliveri, Esa spa gestore della raccolta e smaltimento di Rsu e l’amministrazione comunale hanno predisposto un nuovo calendario per le utenze domestiche e un nuovo orario di apertura del Centro di Raccolta sito in località Spernaino, nonché dell’isola ecologica di Lacona, ove è possibile conferire gli ingombranti e ritirare i kit per una corretta raccolta differenziata.
Per le utenze domestiche arriva, dunque, un nuovo orario per l’esposizione dei RSU che dovrà avvenire tra le ore 22,00 della sera e le ore 3,00 del mattino.
Previsto inoltre lo spostamento della raccolta del rifiuto indifferenziato dal sabato pomeriggio alla domenica mattina (con esposizione tra le ore 22,00 del sabato sera e le ore 3,00 del mattino) ciò per consentire anche agli ospiti in partenza nel week end di conferire in maniera corretta il rifiuto.
Durante il periodo estivo fino al 30 settembre la raccolta differenziata porta a porta dei rifiuti domestici avverrà dal 23 luglio secondo le seguenti modalità:
Lunedì: organico/plastica e metallo
Martedì: vetro/carta e cartone
Mercoledì: Indifferenziato
Giovedì: organico
Venerdì: plastica e metallo
Sabato: organico
Domenica: indifferenziato

Nuovi orari anche per il centro di raccolta sito in Loc. Spernaino (vicino al capannone del comune) che fino al 30 settembre sarà aperto tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 12.00 e nel pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 19.00. L’isola ecologica di Lacona fino al 30 settembre sarà invece aperta tutti i giorni dalle ore 8.00 alle ore 11.00 e nel pomeriggio dalle ore 16.00 alle ore 18.00.
Esa spa, gestore del servizio, provvederà a distribuire i nuovi calendari sul territorio con tutto il personale impiegato sulla raccolta (l’operatore lascerà un calendario su ogni bidoncino esposto).
In allegato i calendari completi che potranno anche essere scaricati sul sito internet istituzionale e sulla pagina Facebook @ComuneCapoliveri.
Si ricorda che per qualsiasi esigenza è possibile contattare il numero verde di Esa spa 800688850 dal lunedì al sabato dalle 8,00 alle 13,00, oppure collegarsi al sito raccoltadifferenziataisoladelba.it.
[ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA.....