Pagina 1/1230: (1) [2] [3] [4] [5] [6] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 92187 del 19.09.2018, 09:00
CASA SICURA
Messaggio 92186 del 19.09.2018, 08:45


POLIZIA DI STATO Portoferraio
Messaggio 92185 del 19.09.2018, 08:12
CONTROLLATO DALLA VOLANTE UN CITTADINO RUMENO CON PRECEDENTI PER FURTO E RISSA: QUASI 6.000 EURO DI MULTA





Nell’ambito della consueta attività di controllo del territorio, nel pomeriggio di ieri a Rio Marina è stato controllato un cittadino rumeno di 40 anni a bordo di un motorino. All’esito del controllo, le varie contestazioni (patente mai conseguita, assenza targa, assicurazione, immatricolazione eccetera) hanno raggiunto quasi le sei mila euro che il cittadino rumeno dovrà pagare per aver circolato con un mezzo di fatto non rintracciabile in alcun modo e non assicurato. Il concetto di sicurezza, sovente descritto come l'ordinata e civile convivenza nelle città e nel territorio, è il risultato di un sistema integrato di sicurezza urbana di competenza degli enti locali e delle attività di contrasto alla criminalità e di affermazione della sicurezza pubblica, di competenza esclusiva dello Stato. Le pattuglie della Polizia di Stato, con il loro continuo monitoraggio del territorio, vogliono attuare un attento equilibrio fra attività preventive, basate sulla collaborazione delle forze di polizia con i cittadini che ci segnalano vari fenomeni e problematiche, ed il rafforzamento di un sistema che migliori la cultura generale e in particolare l'educazione alla legalità e una rigorosa applicazione della legge. In quest’ambito va inquadrata anche l’applicazione, a volte necessariamente rigida, delle sanzioni amministrative e penali concernenti le regole anche stradali.
PROMUOVI LA TUA AZIENDA
Messaggio 92184 del 19.09.2018, 08:00



METODO MONTESSORI-
Messaggio 92183 del 19.09.2018, 07:33
Provenienza: PIERINO TERZA A.
A qualcuno è sfuggito che il presidente è venuto all'Elba solo per inaugurare l'anno scolastico.
I nostri problemi devono risolverli i nostri politici nelle sedi opportune. Non ci riuscite? Andate a casa o al mare, visto la buona stagione che continua.
Marcello Camici
Messaggio 92182 del 19.09.2018, 05:14
Barbetti ci fa sapere che ha la sensazione come sindaco di non contare nulla e che alla cerimonia della visita di Mattarella si è sentito inutile e sopratutto impotente.
Non so se si può consolare ma credo che molti cittadini italiani,semplici cittadini,abbiano questo senitire.
Certo,deve esssere ancora peggio per chi ricopre qualche ruolo istituzionale.

Marcello Camici
LA TUA BANCA
Messaggio 92181 del 19.09.2018, 05:00
CEBA SERVIZI s.r.l
Messaggio 92180 del 19.09.2018, 04:00
Due vedute di uno stesso evento
Messaggio 92179 del 18.09.2018, 20:09
Provenienza: Portoferraio
Due vedute differenti per uno stesso evento. L'arrivo del Presidente della Repubblica, un evento eccezionale. Un politico di lungo corso come il sindaco di Capoliveri lamentoso della "sua poca visibilità " . Un " vecchio", si fa per dire, brontolone e criticone , "il più rosso dei rossi", che scrive un commento sul l'evento su una sua copertina: "la quieta forza dei giusti e delle loro idee.....contrapposta al nevrotico voler apparire.....sapienza istituzionale a confronto della ormai solito show dei pasticcioni supponenti e ignoranti... ecc""
Bravo Sergio. Per questa volta condivido con te questa "analisi". Troppi ignoranti e beceri ormai affollano " i nostri spazi" senza avere la possibilità di zittirli.
"L'impotenza" di un primo cittadino.
Messaggio 92178 del 18.09.2018, 19:11
Provenienza: Elba
qualche sindaco si lamenta per non essere stato considerato dal nostro Presidente in visita alla nostra scuola per l'apertura dell'anno scolastico.
Cerchiamo di fare una semplice analisi del fatto: quella di non "essere stato considerato". I temi da trattare, con ogni sindaco, sarebbero stati tutti per ognuno differenti e in una decina di minuti ( 10x 6 = 60 minuti) non penso che avrebbero potuto rappresentare delle situazioni serie ed approfondite in così poco tempo. Forse un solo sindaco avrebbe magari avuto più facilità ad illustrare le difficoltà di un'isola e non di un solo paese. Spero che il sindaco di Portoferraio sia riuscito in questa opportunità. La cosa comunque che fa più arrabbiare, non è "l'impotenza" dichiarata da qualcuno per non essere stato considerato dal cerimoniale del presidente, ma che "questo" si lamenti non ricordando che il comune cittadino spesso è "affetto" da questo sentimento. Quante volte cerchiamo di "parlare" con i nostri amministratori locali e veniamo ricevuti per alcuni secondi magari dopo 2 mesi dall'appuntamento?
Spero che il sentimento provato dal primo cittadino capoliverese sia considerato un insegnamento per tutti gli amministratori. Anche i "piccoli cittadini" soffrono, magari in silenzio, per le loro "impotenze" nei confronti dell'arroganza politica di oggi. Io rifletterei prima di esternare lamenti di questo genere. Un po di pudore non fa mai male.
Radio Coop
Messaggio 92177 del 18.09.2018, 14:45
Provenienza: Isola d'Elba
Dunque ci siamo. La trattativa messa in piedi da Unicoop basata su una linea “soft”, gradualmente è arrivata “all’osso” e ha definitivamente fatto scoppiare le relazioni sindacali. Dopo l’ultimo incontro del 5 settembre scorso, in cui da parte dell’Azienda sono stati paventati importanti tagli in busta paga e la chiusura di negozi nel Lazio, i sindacati ieri hanno proclamato uno sciopero nazionale per l’intera giornata del 26 Settembre. È palese che la dirigenza di Unicoop Tirreno intende intervenire duramente sia sul perimetro occupazionale - dicono i rappresentanti dei tre sindacati a livello nazionale - che contrattuale. La conseguenza è inaccettabile, sarebbero ancora una volta le lavoratrici e i lavoratori a pagare il prezzo della crisi della cooperativa di cui non hanno alcuna responsabilità. Il piano industriale ha come obiettivo primario di ridurre il salario, peggiorare le condizioni di lavoro e abbandonare parte dei lavoratori, una prospettiva inaccettabile».
Dispersione Acqua all'Elba
Messaggio 92176 del 18.09.2018, 14:31
Complimenti per l'informazione che ci dà il consigliere regionale di F.I. Marchetti sull'analisi,molto precisa e dettagliata sulla dispersione dell'acqua ,in generale sulla provincia ed in particolare su alcuni comuni elbani,con punte sopra il 60%.....
Però mi domandoerchè questo tipo di informazioni ed analisi non lo hanno fatto anche gli altri consiglieri regionali con relative interrogazioni e/o "denunce"?Mi meraviglio in particolare dei rappresentanti del M5S che hanno sempre sostenuto battaglie contro gli sprechi e le cattive e fallimentari gestioni di "beni pubblici" e per i quali hanno fatto battaglie referendarie come quella sull'acqua nel 2011....Mi auguro che questo problema delle perdite della rete idirica ,molto sentito all'Elba,venga affrontato nei modi più seri(non certamente con il Desalinizzatore)ma con programmi seri di monitoraggio ed investimenti nella rete fatti certamente da altri gestori diversi da ASA.
www.edicolaelbanashow.it Scrivi a www.edicolaelbanashow.it
Messaggio 92175 del 18.09.2018, 13:32
Provenienza: Porto Azzurro
Edicola Elbana Show del 18 Settembre 2018
Appena si entra in modalità Autunno/Inverno , i giornali non arrivano mai in tempo.
Notizie poche ma quello che ci fà discutere nasce da Facebook dove tanti Elbani lamentano l assenza di indigeni ieri sul palco con Mattarella.
Dite la vostra e seguiteci sul sito edicolaelbanashow.it  dove a breve ci saranno succulenti editoriali di grandi penne Elbane...

Mario Ferrari sindaco
Messaggio 92174 del 18.09.2018, 13:18
FERRARI: UN EVENTO STORICO PER LA NOSTRA ISOLA


Il giorno dopo la storica visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’Isola d’Elba in occasione della inaugurazione dell’Anno Scolastico 2018/2019, il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari ci tiene a ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a presentare nel migliore dei modi l’immagine dell’isola d’Elba a tutta l’Italia. “La trasmissione ‘Tutti a scuola’ – fa sapere il sindaco di Portoferraio - lo speciale dedicato all’inaugurazione dell’anno scolastico trasmesso dalla RAI per due ore in diretta dall’Isola d’Elba, è stata vista da 1 milione e 40mila spettatori, con l’11% di share. Anche se qualcuno ha lamentato una scarsa visibilità dell’isola durante la trasmissione, si deve considerare il grande ritorno mediatico che l’evento ha avuto con passaggi ed interviste in tutti i TG della tv generalista e con infiniti articoli sulla stampa nazionale, senza che alcuno abbia rimarcato negatività nella gestione dell’evento, che ha dovuto oltretutto affrontare una soluzione di ripiego a causa del maltempo”.
“Proprio per questo vorrei esprimere – aggiunge Mario Ferrari – un sentito ringraziamento ai cittadini elbani e portoferraiesi in particolare per i disagi che hanno dovuto sopportare, a tutte le Forze dell’Ordine mobilitate per giorni e giorni, alle nostre società partecipate Cosimo de’ Medici ed Esa per la perfetta organizzazione della logistica, alle associazioni di volontariato sanitario e di protezione civile per la preziosa presenza ed ai miei colleghi amministratori comunali ed a tutto il personale del Comune di Portoferraio per l’instancabile lavoro. Grazie a tutti per aver contribuito, ognuno per la sua parte, alla perfetta riuscita di un evento storico per la nostra isola”.
SCUOLE all'Elba
Messaggio 92173 del 18.09.2018, 13:17
Non voglio dare colpe all'ultimo Sindaco di Portoferraio ma, leggendo la lettera del Sindaco Ferrari, c'è da fare una considerazione amara riguardo le scuole di Portoferraio e l'occasione mancata per un'intera isola di avere un unico polo scolastico nell'ex caserma dei finanzieri.
Diciotto anni trascorsi hanno fatto sì che l'ex caserma se ne ne stia cadendo letteralmente a pezzi, come cadono a pezzi l'attuale liceo classico/scientifico del Grigolo e altri plessi scolastici del capoluogo elbano.
Gli egoismi e i particolarismi di otto sindaci (tanti erano nell'anno della dismissione della scuola allievi della GDF) hanno lasciato ai nostri figli in eredità delle scuole vetuste e inadeguate ai tempi attuali.
Oggi realizzare il polo scolastico è pressoché impossibile per la cronica mancanza di risorse ma si sa, l'Elba è un'isola meravigliosa che regge la sua economia sul turismo e di conseguenza tutto viene fatto in funzione del turismo. Gli abitanti sono dei fantasmi, le loro esigenze non esistono. Per avere dei plessi scolastici moderni all'Isola d'Elba dobbiamo forse sperare che i turisti invece di un ombrellone e due sdraio chiedano piuttosto un diploma e due licenze medie?

Bruno Vespasiano
D'accordo con Bruno....ed allora perchè non "utilizzare" una parte della Tassa di sbarco per ristrutturare l'ex caserma GdF?
VOLERE è POTERE...Ciao
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 92172 del 18.09.2018, 12:10
Romano Bartoloni
Messaggio 92171 del 18.09.2018, 12:09
LA VISITA TROPPO LAMPO DI MATTARELLA



Evento memorabile e senza precedenti lo sbarco di un Capo dello Stato all’Elba. Scelta significativa ed emblematica che l’anno scolastico 2018/19 abbia spiegato le vele da uno storico Scoglio del mare Tirreno. Una visita lampo, forse troppo lampo, che lascia un po' di amaro in bocca a cittadini italiani che, pur facendo parte integrante della Patria comune, pagano un prezzo troppo alto, e poco riconosciuto, alla loro incolpevole insularità. Ciononostante il presidente Mattarella è stato ancora una volta sensibile, come nel discorso di fine anno, nel rivolgere un caloroso pensiero alla “bellissima Elba” e alle isole minori, ricordando che “le istituzioni hanno l’onere di assicurare a tutti, ovunque, le stesse opportunità”.
Il rigido protocollo ministeriale ha parlato con un unico linguaggio, con oltre mille studenti convenuti da ogni parte del Paese, con esibizioni spettacolari di 8 scuole continentali, e una di apertura locale. Non una parola in più per la straordinaria circostanza di festa nazionale in mezzo al mare, non uno spazietto in più agli studenti elbani che avrebbero potuto raccontare la favola della loro antica terra di ferro e di fuoco, di natura ineguagliabile, di un passato di economia depressa e di emigrazioni di massa, e oggi di lontananza, disuguaglianze, e diversità con i loro coetanei della terra ferma. È stata persa una occasione di valore educativo per allargare ai giovani, vogliosi di conoscere meglio il loro Paese, gli orizzonti culturali su una delle diverse realtà nazionali. Sarebbe giusto e utile che il mondo della scuola sapesse che all’Elba non sono tutte rose e fiori, che vivere in un’isola significa anche isolamento e disagi specie nella cattiva stagione, che è sbagliato mitizzare oltre misura le immagini/cartoline di maniera su una terra che non è baciata tutto l’anno da sole caldo, da mari tranquilli, e da spiagge dorate affollate da turisti.
Nonostante il tallone di Achille del braccio di mare, l’Elba è cresciuta in questi anni grazie alla laboriosità e allo spirito di iniziativa della sua gente, ma rivendica il diritto alle pari opportunità con i connazionali come ha sostenuto il presidente della Repubblica. Non si pretende la luna o il ponte con il Continente come quello cinese che unisce Hong Kong di 55 km, ma servizi sanitari, assistenziali, pubblici e trasporti marittimi decenti tutto l’anno.
Rugggero Barbetti Sindaco
Messaggio 92170 del 18.09.2018, 12:01
DISCRIMINATE LE PERIFERIE DELL'ISOLA
(dividi et impera)






Sicuramente ieri c'è stato qualcosa di sbagliato perchè non posso comprendere come sia stato possibile stilare un cerimoniale che abbia impedito a sei sindaci di porgere sia i saluti dei loro compaesani che di esporre le problematiche dei loro territori al Sig. Presidente della Repubblica.
Evidentemente i suoi collaboratori non hanno compreso che il resto dell'isola rappresenta ancora di più le difficoltà che vivono quotidianamente gli elbani e i nostri alunni.
Peccato, un'altra occasione persa.
Non contiamo nulla, nonostante i nostri sforzi e le nostre battaglie per far valere i nostri diritti. Ieri alla cerimonia mi sono sentito inutile e soprattutto impotente.
F.I Consiglio regionale
Messaggio 92169 del 18.09.2018, 11:51
LIVORNO PERDE ACQUA, MARCHETTI (FI): «DISPERSIONE PROVINCIALE AL 38,94%
ED EX COMUNE DI RIO ELBA MAGLIA NERA. DAL GESTORE INVESTIMENTI SCARSI»




Livorno perde acqua: «Nel territorio provinciale livornese si verifica una dispersione idrica del 38,94% per cento, con maglia nera per la rete che corre sotto a quello che era il comune di Rio nell’Elba, le cui tubazioni perdono per la via ben il 77,97% dell’acqua emunta, mentre il podio del meno peggiore spetta al comune di Collesalvetti con il 19,62% di patrimonio idrico perduto dall’immissione ai rubinetti. Dinanzi a questi dati il gestore, Asa Spa, investe in una misura che non soddisfa l’Autorità idrica toscana (Ait) al punto da spingerla ad avanzare “qualche dubbio sulla possibilità di assicurare livelli di servizio accettabili”». I dati li espone il Capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Maurizio Marchetti che su questo ha condotto in proprio uno studio che elabora – aggregandoli per aree e per gestore per poi acquisire le valutazioni Ait sugli investimenti programmati sulle reti – i dati Istat dell’ultimo censimento acque per uso potabile, quello diffuso a fine dicembre 2017 su rilevazioni condotte nel 2015.
«Sono gli ultimi dati ufficiali disponibili – spiega Marchetti – e sono dati nazionali. Noi però abbiamo scorporato quelli della Toscana, comune per comune, e poi li abbiamo riaggregati in data set provinciali e per gestore. Da qui alle pianificazioni degli investimenti che condurranno in molti casi alla scadenza dell’affidamento, abbiamo incrociato con i piani di gestione e le valutazioni espresse dall’Autorità idrica. Perché mi sono messo a far di conto in questa maniera? Ma perché appunto l’affidamento del servizio idrico integrato corre verso le scadenze ed è doveroso aprire un ragionamento efficace sulla materia».
Fin qui metodo e motivo, e il risultato generale è quello di cui sopra. Poi c’è il dettaglio che per l’area provinciale livornese vede nel capoluogo, Livorno appunto, livelli di dispersione di acqua del 23,92%, mentre all’Elba si registrano picchi come il 61,6% di Porto Azzurro, 58,76% nell’ex comune di Rio Marina e addirittura del 68,75% a Marciana Marina. Altra area colabrodo è quella nel territorio comunale diSassetta, le cui tubazioni lasciano andar via il 72,95%.
«Dati che fanno impressione», commenta Marchetti. Che prosegue: «A sinistra sento parlare di ripubblicizzazione. Anche io mi colloco su questa posizione, non foss’altro che nel rispetto dell’esito del referendum con cui i cittadini hanno espresso questo tipo di volontà. Ma acqua pubblica può voler dire tante cose. Il modello di holding regionale prospettato dal presidente della Regione Toscana Enrico Rossi non ci convince: un nuovo carrozzone poco funzionale e che magari diventi parcheggio per qualche politicante dismesso noi non lo vogliamo. L’acqua – riflette il Capogruppo di Forza Italia – è un bene delicato, una risorsa non infinita, e le reti hanno bisogno di interventi d’urto veloci per contrastare livelli di dispersione tanto elevati. Bisogna soppesare tutti i modelli di gestione che le normative mettono a disposizione per individuare tutti insieme quello migliore per la Toscana. Io ad esempio ho studiato un po’ il tipo di gestione che a Parigi si è rivelato efficace in termini di abbattimento tariffario e investimenti sulle reti. A livello comparativo, è un sistema che per le nostre normative potrebbe dirsi affine a quello dell’Agenzia speciale prevista dall’articolo 114 del Testo unico degli enti locali. Non sposo una tesi: fornisco uno spunto. Su materie come queste nessuno deve innamorarsi ideologicamente delle vie facili. Pensiamoci con serietà, informiamoci e poi la maggioranza ci dia una proposta su cui lavorare e riflettere. Noi qualcosa da dire l’avremo, ma la responsabilità è prima di chi governa».
POLIZIA DI STATO Portoferraio
Messaggio 92168 del 18.09.2018, 11:44



NUOVI ORARI PER L'UFFICIO IMMIGRAZIONE DEL COMMISSARIATO DI PUBBLICA SICUREZZA DI PORTOFERRAIO



Si comunica che dal 19 settembre 2018 lo sportello dell'ufficio immigrazione sarà aperto al pubblico tutte le mattine dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00 al fine di rendere il servizio all’utenza più fluido e continuativo.
Sempre Prima Repubblica
Messaggio 92167 del 18.09.2018, 08:48
Provenienza: Elbano Tonto
Cari isolani, siamo sempre nella prima repubblica, si spendono e spandono tanti dei vostri soldi che pagate per le esibizioni della casta, arriva la Rai con la claque per gli applausi e le ovazioni, ma chi paga tutto cio', sempre voi cari isolani e cari italiani, attori che parlano in televisione, bla bla, ma sapete che cosa cambierà per l'Elba e l'Italia dopo la visita presidenziale?
Ve lo dico io cosa cambierà, come dice un attore comico, che ha pure parlato ieri in televisione:
UNA BEATA MINCHIA, non cambierà niente per l'Elba e l'Italia con il nuovo governo Mattarella e il suo ministro del Tesoro, non si diminuiranno certo le spese del Quirinale che costa sei volte di più di Buckingham Palace e la Regina Elisabetta, i corrotti non andranno in galera e non restituiranno il maltolto, le tasse aumenteranno sempre, la mafia continuerà a governare indisturbata, d'altronde è il " nonno di Renzi " che viene dalla DC-Margherita-PD, niente di nuovo sotto il sole, solo le solite chiacchiere, bla bla.
Viva la Rai, Evviva le televisioni che ci danno i milioni, di debiti da pagare ...
Il sogno della ricchezza a debito, dollaro, euro, Argentina, Grecia, Italia, America, Cina.
Per tanti italiani il risveglio sarà traumatico, si ritornerà presto a lavorare belli e se non lo avete mai fatto, vi divertirete ...
Ilva - Di Maio
Messaggio 92166 del 18.09.2018, 06:59
Ma come è possibile che Di Maio in pochi mesi sia riuscito a risolvere il problema dell' Ilva, quando per anni la Sinistra vi ha girato intorno senza riuscire a risolverlo? Ma allora è proprio vero che questi del PD sono dei buoni a nulla! Ma nemmeno una cena in comune - vedi Calenda - sono buoni ad organizzare. Ma che vuole stu Martina che cerca di fare le pulci ad ogni passo del governo: se ne torni a badare ai suoi campi, da ex ministro dell' Agricoltura qual era. Che pena! Qui all' Elba non ne parliamo! Nascono nuove formazioni politiche. State a sentire "Potere al popolo" : ma che credono di essere tornati al tempo della mitica Grecia con l' Ecclesia?
Elbani uniti per la ns Elba
Messaggio 92165 del 17.09.2018, 19:46
1) SBLOCCARE FONDI PER PERIFERIE
2) DIMINUIRE I COSTI DEI COLLEGAMENTI
3) VIABILITA' CRITICA
4) DIFENDERE LA SANITA'
5) SALVARE TRIBUNALE E POSTE
6) AEROPORTO
7) TUTELARE I LAVORATORI PENDOLARI
8) RINFORZARE I SERVIZI PUBBLICI
9) LAVORATORI PENALIZZATI DALLA NASPI
Perchè tutti insieme,Sindaci e cittadini elbani, non portiamo avanti con grande convinzione ed energia i 9 punti (se ne potranno aggiungere) evindenziati molto bene dalla CGIL e cominciamo davvero a farne una BATTAGLIA COMUNE al fine di ottenere concreti risultati.
Le parole se le porta il vento.....CONCRETEZZA....UNITI possiamo farcela
FORZA ELBA
GLI AUGURI DEL PRESIDENTE
Messaggio 92164 del 17.09.2018, 19:00
Provenienza: Rai1
DAL PALAZZETTO DELLO SPORT IL SALUTO AGLI STUDENTI DEL PRESIDENTE SERGIO MATTARELLA




Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stato accolto dall'ovazione di oltre mille studenti e dei loro docenti, provenienti da 122 scuole di tutta Italia, all'ingresso nel Palazzetto Monica Cecchini di Portoferraio, all'Elba, per la cerimonia ufficiale di inizio dell'anno scolastico. Mattarella è entrato accompagnato dal ministro dell'Istruzione Marco Bussetti.
Un lungo applauso in piedi dedicato ai bambini morti nel crollo del Ponte di Genova, chiesto dal presentatore Flavio Insinna, è stato tributato dagli studenti. All'evento era presente anche una delegazione di studenti di scuole della zona rossa di Genova.
"Non possiamo ignorare che qualcosa si è inceppato - ha detto il presidente Sergio Mattarella all'inaugurazione dell'anno scolastico -, che qualche tessuto è stato lacerato nella società. Alcuni gravi episodi di violenza - genitori che hanno aggredito gli insegnanti dei propri figli - rappresentano un segnale d'allarme che non va sottovalutato. Il genitore-bullo non è meno distruttivo dello studente-bullo, il cui rifiuto cresce sempre di più nell'animo degli studenti, a scuola e nel web".
"La sicurezza della scuola - lo ripete spesso il ministro Bussetti - presuppone anche la sicurezza dei suoi edifici. E' un tema di primaria importanza, che impone fermezza e responsabilità a tutte le autorità pubbliche. Le famiglie hanno diritto alla sicurezza e alla tranquillità dei ragazzi", ha detto ancora Mattarella. "Il ministro intende avvalersi del supporto di tecnologia satellitare per realizzare gli interventi di manutenzione, di monitoraggio e di messa in sicurezza: desidero incoraggiarlo - ha aggiunto -. Occorre far presto perché questo non è tema che possa scivolare tra le varie ed eventuali dell'agenda nazionale. La sicurezza a scuola è un bene indisponibile. A partire, ovviamente, dalla tutela della salute dei bambini e dei ragazzi. Che va assicurata anche attraverso la certezza e la stabilità delle regole".
Francesco Semeraro Scrivi a Francesco Semeraro
Messaggio 92163 del 17.09.2018, 18:56
Provenienza: Portoferraio


FORSE MI SONO PERSO QUALCOSA, eravamo all'Elba? Perché se si esclude la presenza sul palco del nostro grande Francesco Costa campione di bob non ho visto nessuna ballerina o cantante Elbano. Anche la nostra massima carica Istituzionale, il Sindaco di Portoferraio e il Governatore Rossi non hanno occupato il posto che spettava loro.
Grande prestigio per l'Elba avere il Presidente della Repubblica che inaugura il nuovo anno scolastico ma ci si aspettava molto di più visibilità come luogo ospitante e sarebbe stato gradito prima o dopo l'inizio della manifestazione dei scorci panoramici della nostra stupenda isola che non è solo il faro o le fortezze viste per pochi secondi.
Anche l'Elba può esprimere grandi talenti sia nel canto e della musica sia nella danza.
Per molti lì dentro siamo visti solo loro bagnini o camerieri estivi.
Sono mie considerazioni.

Francesco Semeraro
E questa sarebbe GIUSTIZIA!!!!
Messaggio 92162 del 17.09.2018, 14:40
IL PONTE DELL’OMERTÀ – GLI INQUIRENTI PENSANO DI SOSPENDERE GLI INTERROGATORI SUL CROLLO DEL VIADOTTO MORANDI: NONOSTANTE SIANO MORTE 43 PERSONE GLI INDAGATI NON PARLANO – TRA SILENZI E OMISSIONI, NESSUNO HA VOGLIA DI COLLABORARE. NEGLI ULTIMI 2 ANNI CI SONO STATE DECINE DI CROLLI, MA AUTOSTRADE NON HA RITENUTO OPPORTUNO INFORMARE NESSUNO.
Speriamo che questo Governo metta fine a queste VERGOGNEEEEEEEEE
RALLYE ELBA STORICO
Messaggio 92161 del 17.09.2018, 14:38
Provenienza: CAPOLIVERI
– TROFEO LOCMAN, LE NUOVE DISPOSIZIONI PER LA REGOLAMENTAZIONE DEL TRAFFICO VEICOLARE A CAPOLIVERI



Nuove disposizioni per la regolamentazione del traffico veicolare a Capoliveri in occasione del Rallye Elba storico – Trofeo Locman che si terrà all’Isola d’Elba dal 20 al 22 settembre con quartier generale, come nelle precedenti edizioni, Capoliveri.
A comunicarlo è il Comando di Polizia Municipale del Comune di Capoliveri con l’ordinanza n. 78 del 17 settembre.
Il 18 settembre invertito il senso unico di via Caduti dalle 13,00 fino alle 8,30 del 24 settembre, senso unico invertito anche in via Sestini a partire dalle ore 13,00 fino alle 8,30 di venerdì 21 settembre.
Il 19 settembre divieto assoluto di sosta in piazza Matteotti dalle ore 9,00, fino alle 8,00 di domenica 23 settembre e divieto di sosta negli stessi giorni e orari in via Oberdan. Divieto di sosta inoltre in viale Italia, parcheggio Boa e parcheggi in zona campo sportivo (dalle 7,30 alle 24,00) ed inoltre in via Appiani, via Caduti, Circonvallazione, Mellini, via XXV Luglio, via Veneto (dalle ore 14,00).
Il giorno giovedì 20 settembre stabilito il divieto di sosta lungo tutto il percorso della manifestazione motoristica. Prevista inoltre la possibilità di revoca o modifica temporanea delle occupazioni di suolo pubblico a seconda delle disposizioni dettate dal Comitato promotore del Rallye elba storico.
Assoluto divieto di sosta dalle ore 7.00 fino alle ore 20.00 nel parcheggio Le Fontanelle e divieto di sosta e circolazione anche in tutto il percorso della Prova Speciale PS 1 – Capoliveri.
Senso unico invece dalle ore 8,00 del 20 settembre alle ore 01.00 del 21 settembre da Capoliveri – Aia di Chelino in direzione Mola, e dalle ore 17,00 alle ore 20,00 sempre di giovedì da via XXV Luglio in direzione piazza Garibaldi – Matteotti. Senso Unico anche da loc. Chioppi – Naregno residence International – Loc. Gualdo in direzione centro urbano. Inoltre prevista la chiusura del parcheggio in via Carlo del Prete fino alla conclusione della prova speciale dalle ore 18,00 e dalle 18,30 dell’area di sosta in via Arigalardo.
Interdetto inoltre a tutte le auto dalle ore 19,00 alle ore 01.00 del 21 settembre l’accesso al bivio s. Rocco – Circonvallazione.
Il 22 settembre previste ulteriori modifiche: assoluto divieto di sosta e circolazione dalle 8,00 alle 24,00 in viale Italia e divieto di accesso al bivio Ciriconvallazione - via dei Caduti in direzione piazza Matteotti; mentre dalle 14,00 del 22 settembre fino a termine della premiazione per le auto in uscita da via Giotto – Soprana previsto cambio di direzione verso piazza del Cavatore.
Dante Leonardi
Messaggio 92160 del 17.09.2018, 13:41
Provenienza: Portoferraio
Dopo le dimissioni dell’Assessore alla Pubblica Istruzione, Dott. Adonella Anselmi, il Sindaco ha assegnato la delega al pluriassessore Bertucci e in virtù di questo nuovo incarico, sarà proprio Bertucci con l’Arch. Ferrari a rappresentare Portoferraio al cospetto del Presidente Mattarella.
Rimane comunque la curiosità di conoscere il nome della nuova Assessora al comune di Portoferraio, si Assessora, perché la Legge è molto chiara:
“Nelle giunte dei comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40 per cento, con arrotondamento aritmetico” contenuta nell’art. 1, co. 137, della L. 56/2014
Gianni il Pugliese orecchietteria
Messaggio 92159 del 17.09.2018, 11:24



Pasta fresca anche senza Glutine, pesce fresco, profumi e sapori genuini e salutare, impegno e amore per la ristorazione, questi sono i segreti che ci fanno apprezzare. Da più di quarantanni siamo punto di riferimento e di arrivo per una cucina tosco/pugliese all'Elba, la nostra qualità è testimoniata dalla soddisfazione dei nostri affezionati cliente.
Ex Associato
Messaggio 92158 del 17.09.2018, 10:40
Provenienza: Interland portoferraio
CARTELLONI DANNEGGIATI, L'ASSOCIAZIONE ALBERGATORI CERCA I RESPONSABILI?

L’Associazione albergatori invita i cittadini alla delazione : se qualcuno sa, se qualcuno ha visto ci telefoni….
Quel presidente che non si degna di un saluto, un cenno , una parola verso chi (untermensch) non appartiene al suo rango oggi chiede aiuto?
Vada Lei in prima linea , ci metta la faccia, domandi, indaghi e poi firmi personalmente la denuncia senza la scusante della delazione, non si limiti come è suo costume a“ armiamoci e partite” ma si renda protagonista della vita cittadina, impari una volta per tutte che all’isola non ci sono vassalli il nostro I° comandamento e’:” Chi vuole il pane se lo affetti e chi vuole dio se lo preghi”….
Davide Serra torna in Italia: sfrutterà il regime fiscale voluto dal Pd e pagherà solo 100mila euro all’anno di tasse
Messaggio 92157 del 17.09.2018, 10:00
Provenienza: RIO Sù
PACE Fiscale del PD

Nel gruppo dei circa 150 Paperoni che hanno deciso di tornare in Italia attratti dalle agevolazioni fiscali, tra cui mister 100 milioni Cristiano Ronaldo, c’è anche Davide Serra, il finanziere vicino a Matteo Renzi per più di vent’anni residente a Londra. Il fondatore di Algebris, società di gestione del risparmio con un attivo da oltre 12 miliardi di euro, ha deciso di oltrepassare le Alpi sia per le difficoltà conseguenti all’imminente uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea, ma anche per usufruire dei vantaggi fiscali garantiti ai super ricchi che si trasferiscono nel nostro Paese, come riporta Il Sole 24 Ore.

Lo permette la cosiddetta flat-tax per i Paperoni introdotta nella legge di Bilancio 2017, un provvedimento fortemente voluto proprio da Renzi (che più volte ha invitato Serra a tenere dei discorsi alla Leopolda e che oggi conduce dei panel come consulente (pagato a prestazione) per il think tank della stessa Algebris), e concretizzatosi, poi, durante il mandato di governo di Paolo Gentiloni. Questo regime opzionale per i neo residenti è un’imposta sostitutiva forfettaria da 100mila euro all’anno sui redditi prodotti all’estero, indipendentemente da quanto questi siano ingenti, con un’aggiunta di 25mila euro per ogni familiare con proventi fuori dall’Italia. Per poter usufruire del regime agevolato è necessario essere stato residente all’estero per almeno nove anni. Serra, con più di venti anni fuori dall’Italia, rientra a pieno nei paletti imposti dai governi Renzi e Gentiloni.
pier
Messaggio 92156 del 17.09.2018, 08:49
Provenienza: pf
Per la redazione. grazie per la precisazione, ma io non sono ancora uscito da casa ed è una settimana che manco dall'Elba, quando sono in giro per altri scopi tutto faccio fuor che leggere giornali.
Forse bastava in testata della notizia di camminando aggiungere : come pubblicato dalla stampa, anche camminando ecc. ecc.
Pier.
pier
Messaggio 92155 del 17.09.2018, 08:20
Provenienza: pf
Per Lettera aperta al Presidente-
Caro M, ho letto con attenzione quel che hai scritto in una lettera aperta al Presidente, ma mi son chiesto, siamo sicuri che Il Sig. Presidente si prenderà la briga di leggere Camminando?
Mi auguro che assieme a quella aperta, gli sia stata consegnata un'altra magari chiusa, così da renderla più ufficiale.
Hai parlato di elicottero e di disagi per le famiglie, sai personalmente ho messo in vendita casa mia e sono appena rientrato da una settimana di perlustrazione nella provincia di Pisa proprio perchè vista la nostra non più giovane età , abbiamo cercato di comprare una casa dove in caso di bisogno non debba essere portato via in elicottero e mia moglie, prendere auto e prima nave e venirmi a cercare, è una cosa che mi da un fastidio enorme . La vedo dura per l'ospedale di Portoferraio che come tutte le cose pubbliche stanno anni prima di trovare una soluzione.
Grazie per l'attenzione-

Caro amico Pier, bastava documentarsi..... la "lettera" è su tutti i quotidiani cartacei ed on line e su camminando l'amministrazione
ne chiede cortesemente la pubblicazione a beneficio dei lettori del blog.
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 92154 del 17.09.2018, 07:47
LETTERA APERTA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Illustrissimo Signor Presidente, nell’esprimere l’orgoglio dei cittadini che rappresento, oltre a quello dell’intera isola d’Elba, per la Sua presenza sul nostro territorio in questa giornata così importante, mi permetto di rivolgerLe poche parole di saluto e di ringraziamento per la Sua attenzione e per la conseguente attenzione mediatica che ci consente di avere.
Nel Suo discorso di un anno fa, in occasione dell’apertura dell’anno scolastico, sottolineò che questo giorno “ogni anno è una svolta nel ritmo della vita del paese”.
Ogni anno Lei ha scelto per questa iniziativa località simbolo del nostro paese: al di là di quello che sarà il suo messaggio rivolto ai ragazzi ed alle loro famiglie, i cui contenuti sono propri della Sua figura istituzionale, credo che la sua visita all’Isola d’Elba sia motivata dall’identificare in questa località un simbolo della condizione di insularità a cui gli abitanti delle isole minori sono sottoposti. Per questo le sottopongo alcune brevissime considerazioni, ritenendo di poter parlare a nome di tutti gli abitanti di quest’isola.
Nel vivere il loro percorso scolastico, innanzitutto, i nostri ragazzi sono costretti a diventare adulti prima del tempo, per intraprendere quegli studi che possano avviarli ad una professione qualificata ed a una vita dignitosa. Vivere lontano dalla famiglia a 18 anni – ed a volte anche prima – è una assunzione di responsabilità formativa ma anche rischiosa per molti aspetti. E i sacrifici , veri e propri, che le famiglie fanno per assecondare i propri figli, per chi vive su un’isola sono enormi.
Questo per una serie di difficoltà superiori a quelle che affronta chi vive sulla terra ferma.
I trasporti, innanzi tutto, sono al primo posto nella scala dei disagi che affronta chi vive su un’isola. Ogni famiglia che si sposta per qualsiasi motivo, per lasciare la propria casa e ritornarci ha una tassa fissa di circa 50 euro ogni volta che lo fa. Pagare per uscire di casa e per ritornarci è un ulteriore tributo alla insularità per ognuno di noi, senza aggiungere il peso ancor superiore che questo stato di fatto ha sul nostro principale mezzo di sostentamento, ovvero il turismo. E se la continuità territoriale via mare ci costa come una tassa fissa, la continuità territoriale aerea che ci consentirebbe di stare al passo con i tempi moderni continua ad essere una chimera, irraggiungibile.
Che dire, poi, del nostro diritto alla salute? Signor Presidente, potrebbe accadere da un momento all’altro che Lei senta il rumore di un elicottero. Per noi isolani è un rumore rassicurante, perché da questo dipende la vita degli abitanti dell’Elba e dei loro ospiti. Ma il rovescio della medaglia è un presidio ospedaliero che è poco più di un pronto soccorso per trentamila residenti che d’estate diventano trecentomila, costretti fuori dall’isola per qualsiasi necessità specialistica con gli immaginabili disagi per le famiglie.
Pensi, signor Presidente, che è a rischio anche il nostro diritto alla giustizia, visto che non è ancora stata stabilizzata definitivamente la sede distaccata del Tribunale di Livorno: se questo non avverrà, ogni cittadino elbano dovrà compiere oltre 200 km fra terra e mare per esercitare questo diritto ogni volta che ne avrà bisogno.
Qualcuno, spesso, dice che vivere su un’isola sia un privilegio: certamente lo è dal punto di vista ambientale, perché abbiamo la fortuna di vivere nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, probabilmente il più bello d’Italia, il parco marino più grande d’Europa. Purtroppo vivere su un’isola è soprattutto un disagio, che va dai ritmi forsennati e dai sovraccarichi antropici della stagione estiva alle difficoltà e alle carenze di servizi del periodo invernale, dove non è infrequente restare isolati a causa del maltempo , oltre ai costi superiori e ai disagi subìti nei diritti fondamentali già rappresentati.
In una giornata importante come questa dell’inaugurazione dell’anno scolastico non è opportuno aggiungere altro. Vorremmo che da quanto rappresentato scaturisse un messaggio rivolto soprattutto al nostro Governo, affinchè venissero concretizzate iniziative di supporto alla nostra condizione di insularità, per poter offrire ai nostri giovani la possibilità di non essere costretti a lasciare la loro terra e poter decidere autonomamente se vivere su quest’isola, con la quale, come tutti gli isolani, hanno un legame indissolubile.
Voglia, Signor Presidente, raccogliere il nostro rispettoso ma irrinunciabile messaggio, e fare in modo che anche questa terra senta, come sente oggi in maniera emozionante ed orgogliosa nello stesso tempo, la vicinanza delle istituzioni.

Mario FERRARI
Sindaco di PORTOFERRAIO
CIAO ESTATE
Messaggio 92153 del 17.09.2018, 05:51
Provenienza: Comitato Carpani
LA FESTA DI....CIAO ESTATE



GUARDANDO QUESTE FOTO (delle tante scattate) CREDO CHE CI SIA NULLA DA DIRE PER DESCRIVERE LA MERAVIGLIOSA FESTA DI "CIAO ESTATE" DI VENERDI 14 E SABATO 15 CHE SI E' TENUTA AI GIARDINI DI CARPANI.
LE GIOVANI ATLETE E ATLETI DELLE DUE SOCIETA' SPORTIVE CHE HANNO COLLABORATO CON IL COMITATO, HANNO IMPOSTO A TUTTI DI SORRIDERE, MANGIARE LE SPECIALITA' CHE SAPIENTI CUOCHI STAVANO CUCINANDO ED ESSERE SERENI.
GRAZIE A CHI HA RESO POSSIBILE TUTTO QUESTO IN PARTICOLAR MODO AI VOLONTARI DEL COMITATO E DELLE SOCIETA' SPORTIVE E AI RAGAZZI E RAGAZZE CHE CON LA LORO SPENSIERATEZZA HANNO FATTO SORRIDERE ANCHE CHI AVEVA FORSE DIMENTICATO COME SI FACEVA.


Comitato Carpani
Polisportiva Elba 97
Pallavolo Elba
Marcello Camici
Messaggio 92152 del 17.09.2018, 05:41


Su Elbareport ho letto un articolo scritto da Maria Gisella Catuogno, docente di scuola pubblica, dal titolo “Per chi suona la campanella”.
In esso afferma che il buon esito di un anno scolastico dipende da tante variabili e fra queste pone la collaborazione tra scuola e famiglia,presso la quale gli insegnanti dovrebbero essere considerati preziosi alleati nell’educazione dei figli e non antagonisti.
Sono stato presidente del consiglio d’istituto della scuola dove Catuogno è docente quando mia figlia era discente in quella scuola.
Come presidente del consiglio d’istituto e come genitore ho riscontrato che nella collaborazione tra scuola e famiglia erano gli insegnanti antagonisti alla famiglia nell’educazione dei figli.

Marcello Camici
news da Pianosa
Messaggio 92151 del 16.09.2018, 18:14
Provenienza: Dubbia...
I MISTERI GAUDIOSI PIANOSINI



Buona serata:
Gira voce, ma forse è una leggenda isolana, che sulla bellissima isola di Pianosa un noto personaggio usa dei locali a sua disposizione per fare un “Bed & Breakfast” molto meditativo e da svariato tempo.
Dubito che sia vero, ma , se invece risultasse , e ripeto mi pare assurdo, è mai possibile che nessuno si sia accorto del fatto ?
Riflettendo che accade in un posto cosi piccolo dove tutti, di solito, sanno di tutti e chi scende sull’isola è catalogato segnato ecc. ecc. .
Potrebbe accadere ,però, che non venga fatta confusione con l’albergo o le foresterie che sono autorizzate e controllate.
Comunque resta il fatto che ,forse, fa parte di quei misteri di cui Pianosa è ammantata.
Parcheggi per visita Presidente
Messaggio 92150 del 16.09.2018, 17:41
Provenienza: Portoferraio
Per una giornata cosi problematica sarebbe stato logico annullare il pagamento dei parcheggi in tutta la zona portuale via Manganaro e via Carducci . questo sarebbe stato un buon modo di venire incontro ai cittadini.
MUSEO DEL MARE
Messaggio 92149 del 16.09.2018, 13:14
Circolo Pertini
Messaggio 92148 del 16.09.2018, 09:01
Provenienza: Stefano Bramanti
OMAGGIO AI DUE PRESIDENTI "ELBANI"



Un presidente della Repubblica onora l'Elba con la sua presenza e inaugura l'anno scolastico italiano al Cerboni di Portoferraio. Mai successo che la più alta carica dello Stato si appresti a sbarcare ( in questo caso ad atterrare ) sul suolo elbano, estrema periferia italiana. Un bel segnale. Prima, a proposito di alte cariche, un re aveva bazzicato ogni tanto l'isola ma a quella di Montecristo, che qualcuno gli aveva regalato. Ma la nostra associazione, diretta dalla professoressa Annamaria Contestabile, ha speso anni di ricerche volontarie dietro un'altra figura di elevato valore, anche lui legato all'Arcipelago Toscano e siamo di certo onorati di questa presenza nuova, con un Sergio Mattarella presidente esemplare, a partire dalla sua professione di giurista, una persona che crede ed esalta i valori democratici, impegnata a dedicare la sua vita alla giustizia e al bene dello Stato italiano. Si fa elbano per un giorno. E un suo collega, ormai scomparso, ha vissuto qua anni bui, come detenuto politico antifascista a Pianosa, "senza il miraggio di un domani per me radioso" come disse scrivendo dalla sua cella all'anziana madre. E subì anche un processo per oltraggio a Portoferraio, nel 1933, perché si era opposto ai maltrattamenti, che gli allungò la pena di altri 9 mesi e 24 giorni. Sergio Mattarella lo conosce molto bene questo personaggio, che ha fatto oltre 16 anni di carcere e confino e caduto Mussolini animò la Resistenza, per poi costruire la Costituzione repubblicana italiana, insieme ad oltre 500 persone della Costituente. Divenne deputato e infine nel 1978 fu nominato Presidente della Repubblica.
Certamente è chiaro che parlo di Sandro Pertini, il quale dal cielo si godrà questo momento storico per l'Elba di domani, quando il suo collega siciliano parlerà agli studenti del Cerboni. L'isola dei liguri, dei greci e degli etruschi, dei Medici e delle varie dominazioni, dell'illustre esiliato Napoleone, di Pietro Gori anarchico gentile, oggi riceve il personaggio più importante, perché è un uomo libero, preparato, simbolo della democrazia, conquistata dai nostri padri a caro prezzo e tra quei padri c'è anche Sandro Pertini, insieme a tanti antifascisti anonimi. Omaggio al presidente Mattarella e che lo Stato metta al primo posto e al centro della vita italiana la scuola, insieme ai servizi sociali, per eliminare, prima possibile, i nei del nostro sistema che ancora non riesce ad applicare pienamente la Costituzione, che vuole tutti uguali.

Stefano Bramanti, Circolo culturale Sandro Pertini dell'Elba . (circolopertinielba.org)
La flat tax di Renzi & Gentiloni
Messaggio 92147 del 16.09.2018, 08:38
Provenienza: Cari pecoroni italiani pagate le tasse al posto dei ricconi, poveracci, non sanno come spendere i milioni ...
Davide Serra torna in Italia. Pagherà solo 100mila euro di tasse grazie ai governi Pd
Davide Serra torna in Italia: sfrutterà il regime fiscale voluto dal Pd e pagherà solo 100mila euro all’anno di tasse
Il finanziere vicino all'ex premier ha deciso di oltrepassare le Alpi per usufruire dei vantaggi fiscali garantiti ai super ricchi che si traferiscono nel nostro Paese: un'imposta sostitutiva forfettaria da 100mila euro all'anno sui redditi prodotti all'estero
Nel gruppo dei circa 150 Paperoni che hanno deciso di tornare in Italia attratti dalle agevolazioni fiscali, tra cui mister 100 milioni Cristiano Ronaldo, c’è anche Davide Serra, il finanziere vicino a Matteo Renzi per più di vent’anni residente a Londra. Il fondatore di Algebris, società di gestione del risparmio con un attivo da oltre 12 miliardi di euro, ha deciso di oltrepassare le Alpi sia per le difficoltà conseguenti all’imminente uscita della Gran Bretagna dall’Unione europea, ma anche per usufruire dei vantaggi fiscali garantiti ai super ricchi che si trasferiscono nel nostro Paese, come riporta Il Sole 24 Ore.
Lo permette la cosiddetta flat-tax per i Paperoni introdotta nella legge di Bilancio 2017, un provvedimento fortemente voluto proprio da Renzi e concretizzatosi, poi, durante il mandato di governo di Paolo Gentiloni. Questo regime opzionale per i neo residenti è un’imposta sostitutiva forfettaria da 100mila euro all’anno sui redditi prodotti all’estero, indipendentemente da quanto questi siano ingenti, con un’aggiunta di 25mila euro per ogni familiare con proventi fuori dall’Italia. Per poter usufruire del regime agevolato è necessario essere stato residente all’estero per almeno nove anni. Serra, con più di venti anni fuori dall’Italia, rientra a pieno nei paletti imposti dai governi Renzi e Gentiloni.
GianCarlo Amore
Messaggio 92146 del 16.09.2018, 06:28
CHIARE FRESCHE DOLCI ACQUE




A Portoferraio, sono decenni che vengono riversate a mare grosse quantità di sostanze tossiche. Sbocchi di antiche fognature e fossi di acqua piovana, trasformati per ricevere e disperdere nel mare per 24 ore al giorno queste sostanze nocive. Fermare questo scempio e bonificare l’alveo dei fossi e il fondale marino intorno agli scarichi, è un azione prevista dalla Legge. Ma di azioni analoghe da effettuare per scongiurare pericoli per la salute Pubblica, ce ne sono parecchie qui all’Elba. Quindi questi pericoli di vario genere, reali e già stimati per la loro pericolosità, vengono totalmente trascurati. L’analogia di tutto questo è che i “ responsabili “ di queste varie forme di pericolo esistenti, sono definiti dalla Cittadinanza in maniera appropriata “ Potenti. “ Cioè quelli che nessuno per evidenti ragioni contesterà mai nella configurazione opportuna.
Per quello che posso fare, questa rimane una “ testimonianza “ e con tanto di foto e filmati. Non si sa mai, magari un domani qualcuno vuol vederci chiaro. Noi siamo qui… speranzosi.


Giancarlo Amore
BENVENUTO PRESIDENTE
Messaggio 92145 del 15.09.2018, 12:20
IL BENVENUTO DEL GRUPPO AETHALIA AL PRESIDENTE MATTARELLA

Lettera aperta al Presidente Sergio Mattarella e volantini che con " l'Apino Rosso" simbolo della protesta del monopolio marittimo verranno veicolati in città - Speriamo che il Presidente ci ascolti - ha detto il gruppo Aethalia ,in fondo chiediamo solo il rispetto dei nostri diritti....

La figura di Mer.@ rimane bella grossa
Messaggio 92144 del 15.09.2018, 11:37
Provenienza: x l'arrotino
Vedi caro arrotino, purtroppo è inutile rimestarla, sempre mer.@ rimane, che figura dare la colpa agli altri di quello che hai fatto te, quello che farà il nuovo governo lo vedremo, per i miracoli si stanno attrezzando, anche io ho due invalidi in casa e non ringrazio certo il presidente della toscana per lo smantellamento della sanità e dell'ospedale elbano, bisognerà in un futuro prossimo recente avere un'assicurazione sanitaria come in America se vorrai curarti e se non hai soldi puoi pure crepare, è il Business sulla pelle della gente.
P.S.
sembra che anche il presidente della toscana verrà all'inaugurazione dell'anno scolastico con il presidente della repubblica forse per fargli vedere i suoi successi all'Elba, ospedale all'avanguardia, traghetti nuovi veloci economici, dissalatori, depuratori, turismo a cinque stelle con ricchi russi cinesi arabi, fino a che non riceveranno un'accoglienza con lancio di pomodori marci e uova , vuol dire che va tutto bene, un bel buffet e vai ... tutti al mare ... il sogno di ricchezza a debito ... Lehmann Brothers
Amministrazione comunale
Messaggio 92143 del 15.09.2018, 11:22
PARCHEGGI IN OCCASIONE DELLA VISITA PRESIDENZIALE




Sarà aperto da lunedì mattina e a disposizione dei residenti delle zone interessate dalle limitazioni al traffico e alla sosta previsti in occasione della visita del Presidente della Repubblica il parcheggio auto adiacente agli impianti sportivi delle Ghiaie.
Il provvedimento è stato adottato dal Comune di Portoferraio per alleviare i disagi dei cittadini dovuti alla logistica della cerimonia di inaugurazione dell’anno scolastico, prevista nel pomeriggio di lunedì 17 settembre 2018 dalle 15,30 alle 18,30.
“Ringraziando gli utenti della collaborazione – ricorda il comandante della Polizia Municipale Stefano Canuto – invito a servirsi anche dei parcheggi della zona adiacente ai Cimiteri comunali. Un ulteriore invito, ancora più importante, è quello di evitare gli spostamenti in auto, se non dovuti ad effettive condizioni di necessità, negli orari di svolgimento della manifestazione, per non congestionare ulteriormente il traffico veicolare e per evitare lunghi ed inevitabili periodi di attesa”.
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 92142 del 15.09.2018, 11:00
marco
Messaggio 92141 del 15.09.2018, 10:57
E' vero che quando parla Renzi fa aumentare i consensi ai giallo verdi,ma quando parla Martina ti viene sonno....
Luigi Lanera FDI
Messaggio 92140 del 15.09.2018, 10:42
Bolkestein: Fdi, bene approvazione odg, ora passare ai fatti (ANSA) - ROMA, 14 SET -

"Fratelli d'Italia esprime soddisfazione per l'approvazione degli odg relativi all'annoso problema delle concessioni balneari e dell'errata applicazione della direttiva Bolkestein che coinvolge ben 30mila imprese e 100mila addetti. Ora pero', ci auguriamo che dalle parole si passi ai fatti e il governo tenga fede a questi impegni varando al piu' presto quei provvedimenti che da anni le categorie interessate aspettano". Lo affermano i deputati di Fratelli d'Italia Carlo Fidanza, Fabio Rampelli e Walter Rizzetto e Riccardo Zucconi. "Da parte sua FdI, che contro la direttiva Bolkestein si e' sempre battuta, rimarra' al fianco delle migliaia di piccoli imprenditori e delle loro famiglie, vigilando - concludono i deputati - sul rispetto di questi impegni".(ANSA).
X FIGURA DI MERDA....
Messaggio 92139 del 15.09.2018, 10:35
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
A quanto si apprende, il taglio dei fondi ai disabili era una normativa del passato governo, ma a quanto sembra l'attuale (governo) non ha fatto niente per abrogare questa norma, e poteva farlo.
A mio parere le responsabilità sono di entrambi, o quantomeno questo governo è complice di questi tagli ignobili fatti ad una categoria di persone che devono lottare tutti i giorni a causa del loro stato di disabilità più o meno grave. VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-VERGOGNA-

Paolino l'arrotino-
COMITATO CARPANI
Messaggio 92138 del 15.09.2018, 10:18


STASERA SAREMO ANCORA A CARPANI A DELIZIARVI.

I PIATTI CHE STASERA SI AGGIUNGERANNO ALLA CORDATA PER AGGIUDICARSI IL TITOLO DELLA MIGLIORE PORTATA DELLA FESTA DI "CIAO ESTATE" SARANNO RISO NERO DI SEPPIA, PASTA AL POLPO, STOCCAFISSO CON PATATE DELLO STORICO RIESE E DOLCI CASARECCI VANTO DELLA TRADIZIONE DEI PASTICCERI ELBANI.

CONTINUERA' A FRIGGERE PESCE IL MEGA PADELLONE IN CONCORRENZA CON L'ENORME BRACIERE CHE NEL SUO CREPITIO RILASCIA NELL'ARIA I PROFUMI DELLA STUZZICANTE CARNE ALLA GRIGLIA.

STASERA ALLE ORE 19,00 AI GIARDINI DI CARPANI.

VI ASPETTIAMO
Per 92123 OFFRESI LAVORO
Messaggio 92137 del 15.09.2018, 10:12
Una nota e avviata azienda elbana cerca un apprendista, senza mettere il nome dell'azienda né la mansione, utilizzando un account di posta generico gmail 'offertalavoroportoferraio'?!?!

Attenzione ad inviare dati personali, sono facilmente rivendibili a terzi.

..Aspettando una legge che imponga per gli annunci di lavoro: nome dell'azienda, mansione, tipologia contrattuale.
Marcello Camici
Messaggio 92136 del 15.09.2018, 09:03
LETTERA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA


Signor Presidente, colgo l’occasione della sua venuta alla scuola” Cerboni” in Portoferraio ,paese dove abito,per scrivere poche righe su un fatto accaduto al sottoscritto. Nell’anno scolastico 2010/2011 feci un ricorso straordinario al presidente della repubblica avverso la valutazione emessa nei confronti di mia figlia che aveva sostenuto gli esami di stato. La valutazione era stata emessa dall’istituto paritario liceo artistico “Gemelli “ di Cecina. L’iter del ricorso è durato sei anni. E’ infatti nel 2017 che arriva lettera del ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca , a firma del dirigente Ufficio III (protocollo di uscita n. 0010275 del 28.08.2017) con queste tre righe “facendo seguito all’intercorsa corrispondenza relativa all’oggetto si trasmette, per la notifica ai diretti interessati ,il DPR 20 giugno 2017 con il quale il ricorso straordinario al presidente della repubblica proposto dal sig Camici Marcello è rigettato” Volendo conoscere la motivazione del rigetto ,non essendo allegato alla lettera il DPR 20 giugno 2017 sono andato alla ricerca ma invano. E ancora oggi non conosco la motivazione del rigetto al ricorso. Può aiutarmi? Con ossequio.

Marcello Camici
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 92135 del 15.09.2018, 09:00
Moby: la balena rischia di annegare
Messaggio 92134 del 15.09.2018, 08:52
Provenienza: Il caro traghetti e le banche creditrici: all'Elba ci sarà ancora la Moby o resterà solo la Toremar, soprattutto d'inverno ? Riduzione delle corse sicura.
Moby, la Balena di Onorato rischia di annegare nella tempesta dei conti
Da allarme la situazione del primo semestre del 2018: perdita netta (60,2 milioni di euro) in forte aumento rispetto a quella registrata nello stesso periodo del 2017
Tutt’altro che rosea la situazione della compagnia di navigazione Moby, piuttosto in rosso, se andiamo a guardare i conti. Nel primo semestre del 2018 il gruppo guidato dal patron Vincenzo Onorato, ha fatto registrare una perdita netta di 60,2 milioni di euro, in crescita rispetto al primo semestre del 2017 quando è stata di 24,6 milioni.
SI SONO REGISTRATI RICAVI IN CALO DELL’1,6% A 233,4 MILIONI, RISPETTO AI 237 DEI PRIMI SEI MESI DELL’ANNO SCORSO
L’ebitda (indicatore di profittabilità molto importante nella valutazione delle azioni) è negativo per 8,8 milioni, come l’ebit (l’utile ottenuto dall’impresa prima di avere sostenuto gli oneri finanziari) che segna un -39,3. I costi sono cresciuti del 13,2 per cento, pari a 273,7 milioni. In attesa della fusione con Tirrenia, prevista per il prossimo novembre, la compagnia armatoriale, dunque archivia il primo semestre con una situazione che non si può definire proprio tranquilla. Rapportandoci proprio al precedente periodo considerato, il gruppo di Vincenzo Onorato non ha beneficiato di una plusvalenza che va oltre i dieci milioni, prodotta dalla vendita di un traghetto.
L’esposizione finanziaria netta è negativa per 483 milioni,
mentre l’indebitamento è pari a 692 (milioni)
Due i fattori che hanno influito – secondo i risultati delle analisi effettuate – sul ridimensionamento dei ricavi: il business dei traghetti e la divisione del rimorchio portuale in Sardegna. Per quanto riguarda la prima voce, si registra un -3,8 milioni, in particolare proprio per i collegamenti merci con l’isola sarda. Il traffico di navi, risultato minore nel porto di Cagliari, fa registrare un -1,9 milioni di euro. Bisogna considerare, naturalmente, anche il peso dei costi in aumento per il carburante (9,6 milioni); il noleggio delle unità navali (7,8); il personale a bordo (3,2). Nell’ultimo caso i costi vanno rapportati pure all’apertura delle nuove linee su Catania. Proprio la Sicilia e la Sardegna sono le aree nevralgiche, in questo momento storico, per la flotta della Balena. Non si deve inoltre dimenticare che per i conti pesa anche la cosiddetta guerra sulle tariffe; guerra al ribasso che si combatte contro il concorrente Grimaldi.
Dai documenti presentati da Moby alla borsa del Lussemburgo (dove è quotato il bond da 300 milioni di euro con scadenza 2023 e rendimento 7,75%) si apprende inoltre che le nuove navi ro-ro che il cantiere tedesco Flensburg sta completando per il gruppo italiano faranno capo alla nuova società F.lli Onorato Armatori Srl, che a sua volta le girerà in subnoleggio a Tirrenia.
Che figura di Mer.@
Messaggio 92133 del 15.09.2018, 08:29
Provenienza: Oh come, fate cose di cui vi vergognate, qualcosa mi sfugge, o cosa vi ci vole, forse una camicia che si chiude solo da dietro ? Per cominicare basta megastipendi e cominciare a lavorare belli .
Martina: “Tagliati fondi ai disabili. Vergogna”
Ma la decisione era del governo Gentiloni
Il segretario Pd attacca Lega e M5s denunciando la sforbiciata da 10 milioni in 2 anni. Poi il ministro Fontana gli ricorda che la decisione era dell’esecutivo di cui faceva parte. E lui cancella il post da Facebook
Romano Bartoloni
Messaggio 92132 del 15.09.2018, 08:14
Provenienza: F.B
LA SARDEGNA CONTRO IL CARO TRAGHETTI DI ONORATO

di Romano Bartoloni




Come all' Elba anche in Sardegna i trasporti marittimi passeggeri sono di fatto monopolizzati dagli armatori Onorato con “servizi inadeguati e a costi alle stelle”, così scriveva ai primi di settembre l’autorevole quotidiano economico “Il Sole24ore”, riprendendo una petizione popolare con la denuncia “Basta con la Tirrenia”. Punto sul vivo, Vincenzo Onorato, presidente del Gruppo omonimo Moby, Tirrenia, Cin e Toremar, ha avuto una rabbiosa reazione sfogata tramite il suo house organ, il giornale aziendale Corriere Elbano, svillaneggiando il promotore della “improvvisata e maldestra petizione” come “il masaniello sardo più volte trombato e a caccia di poltrone”. Il quale “masaniello”, al secolo Mauro Pili, ex deputato ed ex presidente della Regione Sardegna, è stato capace di raccogliere in pochi giorni oltre 40 mila firme per l’appello contro i disservizi e il caro traghetti della Tirrenia.
La protesta ha coinvolto diversi settori economici e imprenditoriali sardi con in testa gli operatori turistici che hanno documentato un calo di arrivi di oltre il 30% e chiesto la revoca della convenzione agli Onorato che dal 2012 ricevono un contributo pubblico di 73 milioni annui, 560 milioni fino ad oggi. Sono state lanciate una serie di grida di allarme: “La Sardegna è oggi più isolata che mai”, “La Sardegna sta morendo perché i costi dei traghetti sono diventati inaccessibili”, “Le promozioni sono state azzerate e si viaggia male su navi vecchie e mai ammodernate”. Un caso emblematico delle “tariffe alle stelle” sulla Tirrenia? Per un’auto con cabina per 3 persone sono state sborsate oltre mille euro.
Nel marzo scorso, l’Autorita’ Antitrust ha multato Onorato di 29 milioni di euro per abuso di posizione dominante nel trasporto marittimo di merci tra la Sardegna l’Italia continentale.
Marcello Camici
Messaggio 92131 del 15.09.2018, 08:04
FINE DEL GRANDUCATO DI TOSCANA ASBURGO LORENA L’ALBA DELL’UNITA D’ITALIA ALL’ELBA (1859-1860) LETTERA DI BETTINO RICASOLI AI GONFALONIERI DELLA TOSCANA

(SECONDA PARTE)


Nella prima parte della lettera del 28 dicembre 1859 scritta ad ogni gonfaloniere della Toscana, Ricasoli afferma che i gonfalonieri con il suffragio popolare e la nomina governativa hanno acquisito una duplice forza trovandosi “nella felice condizione di avere insieme la confidenza dei cittadini e quella del governo”. Con il suffragio popolare e la nomina governativa il gonfaloniere ha ora “quella autorità che indirizza al bene pubblico le volontà dei singoli” autorità “che è tanto più rispettata quanto è più indipendente”. Dopo aver indicato quale debba essere l’azione politica di “tutti coloro che hanno mano nella cosa pubblica” e cioè “redimere l’Italia dalla servitù straniera ,costituire la nazione in modo da bastare a se stessa sotto il reggimento di un Re guerriero e mantenitore di fede” così continua la sua lettera indicando quale debba essere l’azione politica di ogni gonfaloniere,azione politica la cui applicazione darà al gonfaloniere “la coscienza di aver meritato della patria”: “… Alla S. V. che ha dato prove non dubbie del suo affetto per la causa nazionale(1)non è necessario che io dica per quanti modi l’Autorità municipale può adoperarsi utilmente al suo completo trionfo. Mantenere la concordia negli animi e la perseveranza nei propositi;distruggere gli errori popolari e gli artifizi dei nostri nemici ; mantenere il savio entusiasmo nelle moltitudini ;promuovere i nobili sacrifizi per la patria, sono altrettante maniere nelle quali i Gonfalonieri possono giovare all’impresa nazionale .Tra breve ad essi verrà pure affidata la nuova legge sul reclutamento militare,e sarà questa bella occasione per mostrare quanto essi sappiano intendere le supreme necessità della patria. L’Italia deve essere salvata dal senno e dalle armi dei suoi figli,e la Toscana ha il dovere di mostrarsi pari alle altre province sorelle.E come altrove si videro i giovani coscritti di un Comune rifiutare la designazione della sorte ,e tutti correre volenterosi a farsi soldati nell’esercito nazionale,così tra noi si veda la gioventù delle città e delle campagne venire spontanea a crescere i battaglioni che daranno valore ai nostri voti.L’Europa più che alle nostre parole guarda ai nostri atti,e come ammira la nostra concordia animata da una grande idea ,così vuole essere convinta della nostra forza. Da queste brevi considerazioni apprenderà la S,V, quale cooperazione io mi auguri dalle nuove Rappresentanze comunali e più ancora dai Gonfalonieri. Dando una larga applicazione ai miei concetti .la S.V. più che soddisfare al desiderio del Ministro ,avrà la coscienza di aver meritato della patria. Accolga le proteste del mio profondo ossequio Lì 28 Dicembre 1859 Il Presidente del Consiglio dei Ministri e Ministro dell’Interno B. RICASOLI “ 1) La causa nazionale è l’indipendenza dell’Italia (Affari generali del governo dell’isola d’Elba anno 1859.Doc 15-100.Archivio storico comune Portoferraio)

Marcello Camici mcamici@tiscali.it
il Salvimaio ha consensi del 63-64%
Messaggio 92130 del 14.09.2018, 21:45
Provenienza: Qualcuno se ne faccia una ragione
“Io spero per il centrosinistra, e lo dico proprio per interesse personale, che qualcuno dica a Renzi che è un politico con qualche problema, per usare un eufemismo. Io lo trovo ormai privo di qualsiasi lucidità. E’ arrivato al punto di salire su un palco, a Milano, prendendo in giro per aspetti fisici i rivali politici. Attacca chiunque” – continua – “Bisogna che qualcuno glielo dica: ogni volta che Renzi apre bocca, regala consenso a Salvini e a Di Maio. Sembra che il suo sogno segreto sia radere definitivamente al suolo il Pd, dopo averlo messo in ginocchio, peraltro. Il Pd volti pagina. Più parla Renzi, più cresce il Salvimaio e viene disintegrato quel poco che è rimasto della sinistra italiana”. “Forse qualcuno dovrebbe dire a Renzi che è un politico finito”
Valdano & Maradona Mano de Dios Ex-Campioni del mondo
x x visita del Presidente
Messaggio 92129 del 14.09.2018, 21:07
Provenienza: fatevi sentire
Signori ELBANi, vedo che giustamente state colpevolizzando le vostre dirigenze politiche per la messa in ordine di molte cose che non vanno SOLO per l'arrivo del PRESIDENTE della REPUBBLICA, BENE esistono gli organi di stampa-televisine-web per far pervenire a chi di dovere queste Vostre giuste osservazioni. fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire fatevi sentire ,
non buttate il sasso e poi nascondete la mano, un pò di orgoglio e tutto si fà.
CAPOLIVERI COLORE
Messaggio 92128 del 14.09.2018, 19:28
Provenienza: CAPOLIVERI
IL COLORE NEL RESTAURO DEL PAESAGGIO ELBANO – IL PIANO DEL COLORE DI CAPOLIVERI, IL 20 E 21 SETTEMBRE IL COMUNE DI CAPOLIVERI PRESENTA IL PROPRIO PIANO DEL COLORE




Il colore nel restauro del paesaggio elbano – il Piano del colore di Capoliveri, è questo il titolo della due giorni che si terrà nella sala conferenze del Cinema Teatro Flamingo il 20 e 21 settembre prossimi a Capoliveri. Il convegno, che si svilupperà su due giornate di studio alla presenza del Sindaco di Capoliveri Ruggero Barbetti, dei rappresentanti del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, della Regione Toscana, dell’Ordine degli Architetti di Livorno e dell’Università degli Studi di Firenze - Dipartimento di Architettura, servirà ad affrontare in modo puntuale i contenuti del nuovo Piano del colore di Capoliveri, uno strumento di gestione paesaggistica realizzato nel rispetto degli indirizzi generali della Regione Toscana, quale strumento di valorizzazione delle valenze ambientali del territorio.Il piano interessa tutto l’edificato esistente all’interno del centro storico del borgo di Capoliveri fornendo altresì le indicazioni paesaggistiche per i correttivi cromatici relativi alle aree esterne periurbane. “L’obiettivo del piano – spiegano dal Comune di Capoliveri – mira a conferire a tutto il centro storico quale paesaggio culturale primario, le qualità materiche e le colorazioni della tradizione locale o che ad essa si confermano preservando e valorizzando quegli aspetti peculiari che costituiscono l’identità storica, culturale e ambientale dalle quali dipende il valore stesso del paesaggio”.L’incontro pubblico che sarà aperto a tutta la popolazione, avrà inizio giovedì 20 settembre alle ore 10,30. Insieme alle autorità che interverranno nel corso del convegno, ci sarà la partecipazione del prof. Arch. Giuseppe Alberto Centauro, dell’Arch. Alessandro Pastorelli, della dott.ssa Irene Centauro e del dott. Davide Fastelli.Nella seconda giornata di lavori, venerdì 21 settembre, appuntamento dedicato soprattutto alle imprese elbane con il workshop dedicato a “Esperienze progettuali, metodologie operative, tecniche e materiali per il restauro del colore”.Interverranno il prof. Arch. Giuseppe Alberto Centauro, il Per. Ind. Marco Magagnin, Responsabile Servizio di Assistenza Tecnica Akzo Nobel Deco Italia, l’Arch. Domenico Di Odoardo Customer Specifier Consultant Akzo Nobel Deco Lazio & Toscana.
La due giorni che si terrà a Capoliveri il 20 e 21 settembre prossimi, per i soli iscritti all’Albo degli Architetti, costituirà Corso di Formazione Professionale, con il riconoscimento di 7 crediti formativi nella prima giornata di studi e di 4 crediti formativi nella seconda giornata di studi.
Genitore98-Elba97
Messaggio 92127 del 14.09.2018, 18:44
Provenienza: Portoazzurro
Buona sera Fabrizio, desidero informare gli sportivi Elbani che domani pomeriggio 15/9 alle ore 15 al tendone pressostatico di San Giovanni a Portoferraio si svolgerà l'incontro di Futsal, calcio a 5, tra l'Elba97 e la Mattagnanese valido per la Coppa di Divisione.
L'Elba97 per il II^ anno consecutivo disputerà il campionato Nazione di Futsal di serie B girone C, che inizierà il 6 ottobre p.v..
In bocca al lupo.
Luigi Lanera FDI
Messaggio 92126 del 14.09.2018, 17:53
Grazie all'interessamento del segr prov Fdi Luigi Lanera è stata ripresentata la proposta di legge per far diventare L Elba e le isole minori zone franche al fine di tutelare economicamente gli abitanti di questi territori svantaggiati leggi:

DISEGNO DI LEGGE
iniziativa del Senatore LA PIETRA
Istituzione di una zona franca produttiva nei comuni delle isole minori



ONOREVOLI COLLEGHI! — Le isole minori sono una specificità del nostro Paese e ne caratterizzano l'identità storica, culturale, sociale e amministrativa; tuttavia sussistono ancora forti elementi di discriminazione, sul piano sostanziale, nei confronti della condizione delle comunità delle isole minori rispetto a quella delle isole maggiori e del continente che, se non rimossi, mortificano le enormi potenzialità di tali realtà.
Le criticità che si propongono con maggiore frequenza sono ben note e attengono, in particolare a: trasporti, approvvigionamento idrico, assistenza sanitaria, istruzione, condizioni abitative e smaltimento dei rifiuti.
Se, dunque, si vuole arrestare un processo di progressiva erosione delle comunità isolane, e la trasformazione delle isole in artificiali borghi turistici abitati solo nei mesi estivi, se si vuole impedire la dispersione di quanto resta di antiche tradizioni attraverso un processo migratorio strisciante, ma non per questo meno forzoso e ingiusto, occorre intervenire tempestivamente con misure efficaci anche di natura fiscale.
E' noto che le isole minori da sempre vivono una situazione di grave svantaggio competitivo rispetto alle altre località italiane.
In particolare, il costo della vita, gravato dai prezzi maggiorati dei beni e da servizi lontani e spesso difficilmente inaccessibili, sta diventando sempre più insostenibile sia per gli abitanti che per le attività produttive che operano in quei territori.
Da ultimo, la crisi economica globale ha avuto pesanti ripercussioni, andando ad aggravare una condizione di criticità intrinseca come quella derivante dall'insularità e a colpire la principale fonte di reddito del territorio, rappresentata dal settore turistico, con evidenti ricadute negative sia a livello socio-economico che occupazionale.
Appare, dunque, quanto mai necessario un intervento normativo per l'istituzione, in tali territori, di una zona franca produttiva, giustificata dall'insularità dei comuni interessati, che necessitano di specifiche strategie mirate allo sviluppo e all'occupazione.
L'espressione «zona franca» indica un istituto di diritto doganale consistente nell'applicazione di un particolare regime di esenzione doganale in un territorio delimitato, in modo che tale porzione di territorio, pur situato all'interno del territorio doganale dello Stato italiano, agli effetti dell'imposizione tributaria sia sottratto al regime doganale ordinario.
Tale riconoscimento consentirebbe, fra l'altro, di usufruire di agevolazioni fiscali come l'esenzione dall'applicazione dell'imposta sul valore aggiunto (IVA), anche sui servizi turistici, aumentando la competitività delle attività economiche dell'Isola, allungando la stagione turistica e favorendo l'attrazione di importanti investimenti nel territorio.
Nell'ordinamento italiano, la disciplina delle zone franche urbane è contenuta nell'articolo 1, commi da 340 a 343, della legge 27 dicembre 2006, n. 296 (legge finanziaria 2007), modificata da una serie di successivi interventi normativi.
Tali aree sono caratterizzate da una serie di benefìci fiscali, applicabili per una durata determinata in favore delle piccole e micro imprese produttive e commerciali, in ogni caso con esclusione delle imprese operanti nei settori della costruzione di automobili, della costruzione navale, della fabbricazione di fibre tessili artificiali o sintetiche, della siderurgia e del trasporto su strada.
In particolare, sono previsti:
   1) l'esenzione dalle imposte sui redditi, totale per i primi cinque periodi di imposta, parziale per i successivi periodi fino al nono;
   2) l'esenzione dall'imposta regionale sulle attività produttive per i primi cinque periodi di imposta, fino all'imponibile di euro 300.000 per ciascun periodo di imposta;
   3) l'esonero dal versamento dei contributi sulle retribuzioni da lavoro dipendente, entro determinati limiti e condizioni, totale per i primi cinque anni di attività, parziale per i successivi periodi fino al nono.
In ragione delle caratteristiche naturali e di popolazione delle isole, l'applicazione delle agevolazioni previste per le zone franche urbane appare l'unica strada percorribile per rilanciare l'economia del territorio e promuoverne un equilibrato sviluppo.
L'istituzione di una zona franca produttiva nelle isole minori, infatti, non deve considerarsi un privilegio ma l'unico rimedio per compensare le difficoltà di un'isola dove i costi di produzione sono molto più alti che nel resto d'Italia a causa dell'assenza di infrastrutture e dell'alto costo dei trasporti e dell'energia.
Gli interventi proposti sono quindi finalizzati alla riqualificazione di queste aree, attraverso l'incentivazione, il rafforzamento e la regolarizzazione delle attività imprenditoriali localizzate al loro interno.
BORGO DEGLI ARTISTI
Messaggio 92125 del 14.09.2018, 17:36
Provenienza: CAPOLIVERI




IL 15 SETTEMBRE SI INAUGURA LA MOSTRA DI PITTURA DI CHIARA RAMPINI E DEI SUOI ALLIEVI NEL BORGO DEGLI ARTISTI DI CAPOLIVERI.





Sarà inaugurata all’interno dello Spazio d’Arte, nel Borgo degli Artisti di Capoliveri, il 15 settembre, la mostra pittorica dell’artista capoliverese Chiara Rampini e dei suoi allievi.
“Il mio mondo pittorico – ha detto in una recente intervista l’artista - è fatto di colore, molto colore, e di immagini che catturo dalla natura e dai paesaggi che quest’isola ci regala ogni giorno. Mi lascio incantare dal nostro mare, dalle nuvole che sovrastano il cielo, dagli scorci e panorami che scorgo nelle mie lunghe e mai uguali passeggiate nei nostri sentieri”.
Con Chiara Rampini esporranno anche Andreea Simionov, Sara Cerina, Sofia Alquà, Giulia Deledda
La mostra sarà visitabile tutti i giorni fino al 28 settembre dalle 10,00 alle 12,00 e dalle 18,00 alle 23,30 all’interno dello Spazio d’Arte di via Palestro e nelle vie del Borgo, a pochi passi dalla storica piazza di Capoliveri.
Il vernissage avrà luogo sabato 15 settembre a partire dalle 18,00 alla presenza delle autorità locali e del curatore del Borgo degli Artisti di Capoliveri Michelangelo Venturini.
TANTI AUGURI SILVANO
Messaggio 92124 del 14.09.2018, 16:07
SILVANO NOCENTINI (TOTTERO ) FESTEGGIA 90 ANNI




Il giorno 13 settembre 2018 Silvano Nocentini (Tottero per gli amici) ha compiuto 90 anni. E’ stato festeggiato circondato dall'effetto della moglie Nisia, dei figli Tiziano e Tiziana, dal genero Marco, delle nuore Giuliana e Carla, dei nove nipoti e quindici pronipoti. Nella foto allegata un momento della festa in famiglia.
EURONICS
Messaggio 92123 del 14.09.2018, 16:01
Provenienza: Portoferraio

“FACCIAMO A METÀ”, ECCO LE PROPOSTE DI SETTEMBRE DI EURONICS IL NUOVO VOLANTINO E LE NOVITÀ DEL NEGOZIO DI PORTOFERRAIO


Euronics, la catena di negozi specializzata nella vendita di articoli di elettronica presente anche a Portoferraio in località Antiche Saline di Portoferraio, presenta il nuovo volantino con imperdibili offerte valide fino al 28 settembre. L’interessante promozione si chiama “Facciamo a metà” che consente, acquistando due prodotti di risparmiare il 50% sul meno costoso. Nel dettaglio, la promozione “Facciamo a metà” del nuovo volantino Euronics, sfogliabile comodamente online sul sito trovavolantini.it, offre, a fronte di un doppio acquisto uno sconto del 50% sul prodotto meno caro. L’offerta è valida per grandi e piccoli elettrodomestici, televisori, sistemi hi-fi, climatizzatori, deumidificatori, casalinghi e tanto altro. Per poter usufruire dello sconto del 50% sul prodotto meno costoso è necessario che uno dei due prodotti abbia un prezzo di almeno 499 euro. Sono oltre 4.000 i prodotti in promozione . Il negozio Euronics di Portoferraio, ha anche ampliato il reparto forniture elettriche ed è punto vendita Tim, Vodafone e offre servizi di ricarica Wind.
OFFRESI LAVORO
Messaggio 92122 del 14.09.2018, 15:56
Azienda Elbana offre lavoro ad un apprendista

Una nota e avviata azienda che opera sull'isola d'Elba, assume un apprendista nei termini di legge. Tutti coloro che sono interessati a questo annuncio, possono inviare il curriculum vitae a offertalavoroportoferraio@gmail.com
Ancora successi per l'Elba
Messaggio 92121 del 14.09.2018, 15:29
Provenienza: Elba International Airport
Certo che con solo 60 persone arrivate recentemente all'aeroporto, per 3 giorni una sola struttura ci campa parecchio, e tutte le altre che fanno, stanno a guardare?
Ora arriverà nientepopodimenoche il Presidente di tutte le Italie con un aereo militare da 9 posti, tutta gente che è lontana dai problemi della gente comune, gente che non ha mai lavorato e gente che prendono stipendi favolosi, solo in Italia.
Viva il Papa, Viva il Re, Viva il Presidente !
Evviva le televisioni che ci danno i milioni !
P.S.
Quell'auto abbandonata da prima di Natale sul capannone-colle pecorino verrà tolta per il passaggio del Presidente ?
VALDANA
Messaggio 92120 del 14.09.2018, 14:38
Provenienza: ELBA
Ma si!!!
Abbiamo scherzato!
Intanto il figlio è vaccinato.
Poi dopo aver dato degli immorali, sanguisughe, e tutto il peggio del peggio agli immunologhi, alle case farmaceutiche e al "precedente governo" accusato di non si sa bene cosa ( è sempre colpa del PD )
Adesso nel calduccio del suo nuovo ufficio di vicepresidente della camera.
Comodamente seduta ( inchiodata ) a quella poltrona, cosa fa?
"Sapete che c'è gente? Con i vaccini, io ho scherzato ! Mi serviva qualcosa per ascendere al potere"
Ma On. Taverna!
E cosa ne facciamo di tutte quelle famiglie che a suo seguito e su suo suggerimento non hanno vaccinato i figli perché credevano il lei?
"Bhe sa, adesso ho cose più importanti da fare, e comunque, io mio figlio.... l'ho vaccinato! Sa.... non si sa mai"
SCAPPATI DI CASA
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 92119 del 14.09.2018, 12:22
Provenienza: CAPOLIVERI
Florio Pacini Scrivi a Florio Pacini
Messaggio 92118 del 14.09.2018, 12:04
Provenienza: Isola D'Elba
Gli albergatori nelle fauci della “Balena”



Oggi sul Corriere Elbano ho letto il seguito della telenovela dell’albergatore innamorato del servizio trasporti dei traghetti messo in atto dall’armatore Moby Toremar.
Dall’articolo, si comprende che il direttore della testata ha avuto per vie traverse, una lettera inviata da un Albergatore (Dottor Stefano Casarelli del Resort Le Picchiaie) alla sua associazione di categoria, senza pudore e senza chiedere il permesso il direttore ha pubblicato la lettera. Complimenti alla professionalità.
Detto questo mi viene un suggerimento per il dottor Stefano Casarelli, perché non chiede ai suoi colleghi quali fatti hanno spinto gli albergatori elbani a fare certe scelte (appoggio a Blu Navy). Lei è all’Elba da poco e non ha vissuto gli eventi del passato, anni fa Onorato era il punto di riferimento degli albergatori, poi le cose sono cambiate. Ora o gli albergatori sono tutti impazziti o più semplicemente è un armatore forse lunatico che è diventato arrogante, prepotente con cui non si può ragionare.
Il proverbio che si applica alla perfezione è: “Il diavolo quando accarezza vuole l’anima”. Ci rifletta prima di trovarsi come i suoi colleghi qualche hanno fa.
x visita del Presidente
Messaggio 92117 del 14.09.2018, 11:48
Provenienza: dalla riserva
Arriva il Presidente ... e vi sembra normale che alcune zone vengano ripulite soltanto perché viene il presidente della Repubblica?
Assurdo! fate vedere un' Isola che non è così, fate vedere un falso!
dovevate mostrare l'Elba com'è VERAMENTE, i disagi degli Elbani e dei turisti! la mancata pulizia delle strade, le buche, l'ospedale ridotto a meno di un pronto soccorso, un aeroporto da quarto mondo, i trasporti, i giovani elbani diplomati e laureati disoccupati costretti ad emigrare, gli extra-comunitari di giorno sulle spiagge e di notte spacciatori, i detenuti a decine sparsi per l'isola dalle 6 del mattino, a notte inoltrata, grazie alle loro leggi di "integrazione" (tanto non vanno in casa loro)
Questa che volete mostrargli è un falso!
Quando va nelle aule, i ragazzi dovrebbero far presente che per loro nell'Elba di oggi non c'è futuro e per quelli che vorrebbero restare non sono certo i spaccitoriaiutati dagli enti, ma trovano 1000 ostacoli che li scoraggiano e sono costretti anche loro, prima o poi a lasciare la loro Isola.
Ma i nostri Sindaci saranno felici perché questo presidente andrà via felice e contento di aver visto finalmente l' "isola paradiso".
ELBA VELA
Messaggio 92116 del 14.09.2018, 11:15
Provenienza: Marciana marina
EQUIPAGGIO CVMM TERZO AI CAMPIONATI ITALIANI GIOVANILI


Eccellente terzo posto per l’equipaggio portacolori del Circolo della Vela Marciana Marina: nella classe L’Equipe-categoria Evolution Alessio Caldarera e Matteo Peria hanno conquistato la medaglia di bronzo ai Campionati Italiani Giovanili in doppio diputatosi a Loano.
Non è stata una manifestazione fortunata dal punto di vista meteorologico, infatti nei quattro giorni previsti dal programma solo due hanno regalato il vento ideale per la nutrita flotta di 300 imbarcazioni impegnate su diversi campi di regata. La giornata di apertura e quella finale si sono concluse con un nulla di fatto con tutti i giovani velisti a terra in attesa del vento. Gli altri due giorni sono stati caratterizzate da venti medio leggeri che hanno potuto disputare 5 prove che hanno permesso di stilare la classifica con lo scarto del risultato peggiore.
E’ comunque da considerarsi positiva la trasferta degli equipaggi marinesi (ed elbani) che hanno preso parte alla manifestazione.
Il miglior risultato è stato dunque ottenuto Caldarera/Peria nella classe L’Equipe Evo (per la cronaca i vincitori della classifica sono stati i loanesi Cucco/gandolfo): dopo le prime tre prove il team marinese si trovava in prima posizione, ma nel secondo giorno scivolava al terzo posto, complice un errore di valutazione della posizione della boa (risultati parziali 2-1-3-(DSQ)-5). Gli altri due equipaggi impegnati in questa classe hanno concluso al 9° Alice Palmieri/Eva Paolini (8-8-8-(11)-8), al 10°Giulia Costanzo/Federico Arnaldi (9-7-(18)-12-11), al 12° posto Lorenzo Paolini/Andrea De Pasquale (12-(13)-9-9-13).
Nella classe L’Equipe categoria Under 12- classifica vinta dai castiglionesi Coluzzi/Beligni - team marinesi hanno concluso al 9° Costanzo/Allori ((10)-8-8-9-10), al 12° Riccardo Coppo/Federico De Pasquale ((16)-12-11-13-7-11), al 15° posto Zion Mazzei/Giacomo Matta (14-14-(DNC)-16-13-13).
Nella più numerosa e impegnativa classe 420 grandi miglioramenti sono stati fatti dall’Equipaggio formato dai fratelli Giulia e Paolo Arnaldi che migliorano sempre ogni regata cui prendono parte: quest’anno hanno concluso al 41° posto della classifica (vinta dai giuliani Pouchè/Coslovich) rientrando nella fltta Gold (regata poi non disputata per mancanza di vento.
Più arretrate in classifica (83°) posto le ragazze riesi del Centro Velico Elbano che pagano ancora lo scotto dell’inesperienza in questa classe: 86° posto per equipaggio Edoardo Gargano-Eva Gipponi (quest’ultima portacolori della LNI Portoferraio) da poco formatosi e che era alla seconda partecipazione nella classe.
Infine si sono dichiarati soddisfatti della stagione i ragazzi Antonio Salvatorelli/Dennis Peria che regatano nella acrobatica classe 29er: “La nostra stagione – ha commentato Antonio al rientro della trasferta ligure – è stata piuttosto soddisfacente. Abbiamo continuato a migliorare e a essere competitivi soprattutto in condizioni di vento forte. A Loano il vento però è sempre stato piuttosto leggero e questo è il nostro punto debole in cui dovremo migliorare le nostre prestazioni”. Hanno concluso al 23° posto della classifica vinta dai gardesani Boletti/Torchio.
Conclusi i Campionati Italiani Giovanili in doppio 2018 i ragazzi della squadra agonistica del Circolo della Vela Marciana Marina riprenderanno gli impegni scolastici e prenderanno parte agli ultimi appuntamenti nazionali della stagione: la Nazionale L’Equipe Azzurra a Capodimonte sul lago di Bolsena il 20/21 ottobre; il Campionato Italiano Femminile 420 ad Antignano dal 2 al 4 novembre; l’Euro Cup 29er a Riva del Garda dal 26 al 29 ottobre.

Nella foto la premiazione della classe L’Equipe U12: alle spalle dell’equipaggio Alessio Caldarera/Matteo Peria l’allenatore Fabrizio Marzocchini
PUBBLICA ASSISTENZA CAPOLIVERI
Messaggio 92115 del 14.09.2018, 10:34
Provenienza: CAPOLIVERI
manutenzioni straordinarie....
Messaggio 92114 del 14.09.2018, 10:03
Provenienza: CAPOLIVERI (PAOLINO L'ARROTINO)
Mi pare giusto che per la visita del presidente si facciano tutte quelle manutenzioni per fare una bella figura.
NON mi pare giusto che un'isola che vive totalmente di turismo non debba fare questo tipo di manutenzioni e pulizie tutto l'anno, anche perché la visita del capo dello stato dura poche ore, i turisti invece ci sono per molti mesi all'anno e i residenti per il totale dei giorni dell'anno.
Sono anche convinto che, come spesso accade su questa isola, tra pochi giorni queste polemiche saranno solo un ricordo e cito " tutto va bene signora madama".

Paolino l'arrotino-
cittadina
Messaggio 92113 del 14.09.2018, 08:54
Provenienza: Portoferraio
Finalmente per la prima volta un presidente della repubblica viene all'Elba.questo evento mi fa sentire meno isolata dal resto d'Italia.non andrò perché non faccio parte dei VIP.I soliti guastafeste,qui in questo blog,cercano di rovinare anche questo.chissenefrega se sono state fatte manutenzioni straordinarie,chissenefrega se chiudono le strade.almeno per quel giorno lasciamo da parte inutili polemiche.
[ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA