Pagina 1/1263: (1) [2] [3] [4] [5] [6] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
Florio Pacini
Messaggio 94714 del 26.03.2019, 18:47
Provenienza: Rio Marina
Ciao Fabrizio, ci conosciamo da tanti anni e ti ho sempre stimato e rispettato, per quello che sei. Un uomo con la schiena dritta. Purtroppo oggi in pochi possono dire la stessa cosa. Fanno politica come si tifa per il calcio, e spesso dimenticano di aver fatto il tifo, ad esempio per Berlusconi e Renzi. Oggi negano e ha bischero sciolto, salgono sulcarro del vincente di turno senza dignità. Mi fanno pena! Tu sei come tanti di noi un cane sciolto. Per intelligenza e cultura, non sei mai stato servo di nessuno. Continua a essere questo faro di libertà, noi abbiamo tanto bisogno di te e della tua presenza. Un grande abbraccio amico mio. Florio
Dissalatore
Messaggio 94713 del 26.03.2019, 18:40
Provenienza: Portoferraio
Ho letto il post di G.R. di Caporiveri a Meneghin dove credo che sia stato messo a fuoco ìl nocciolo del problema in modo semplice ma inoppugnabile.
In sostanza noi dovremmo discutere se è vero che il clima è cambiato e che pioverà sempre meno oppure ci raccontano delle boiate che mezzo mondo beve.
Se è vero, i dissalatori ci vogliono e noi dovremmo darci da fare perchè vengano costruiti il meglio possibile con scarso inquinamento invece di stare a discutere del nulla con gente che vede solo l'interesse turistico stagionale, oppure non è vero niente e i dissalatori sono sperpero di soldi e basta.
Forse è il caso di informarsi un po meglio da soli andando sui siti o sui giornali scientifici seri senza dare retta a squallidi personaggi improvvisati esperti o peggio acora ambientalisti dell'ulima ora
Eleonora F.
Sarcastico
Messaggio 94712 del 26.03.2019, 18:31
Provenienza: Elba
Caro Prianti,
leggo l'ennesima esternazione giornalistica di Barbetti dove conferma la sua insofferenza per la democrazia e l'alternanza e ne rivela la 'faccia migliore' quando entra in campagna elettorale.
Ipotizzare che gli avversari sarebbero “contro la legalità” ergendosi a paladino (sic) e riportare colloqui privati, adattandoli alla sua 'dottrina', e grave e scorretto. Meriterebbe una sonora replica.
E' l'uomo e certifica, in modo inequivocabile, che la sua non è politica, è squadrismo.
Minacce, la linea è questa perchè, rammentate care amiche e amici capoliveresi, lui deve esserci e deve vincere ad ogni costo. E' vitale.
Quello che doveva essere l'enfant prodige della politica elbana, alla resa dei conti, non ha retto e lo hanno scaricato tutti.
Credo sia terrorizzato dall'idea di raggiungere suoi illustri predecessori in quella landa sterminata chiamata oblio e questo lo induce a perdere qualsiasi freno inibitorio dimenticandosi del ruolo istituzionale che ricopre.
Tra non molto, e non stupirà, griderà al complotto e se perderà, la colpa ricadrà interamente su Gelsi; nel frattempo investe gli “organi deputati” affinchè vigilino sul “regolare svolgimento” della competizione e questa è veramente grossa, aggrappiamoci ai corrimano.
A tutto campo, “come site site” e sulla coerenza - che dire - cavalca i temi che possono avvantaggiarlo, come il dissalatore; è stato un promotore dell'opera e oggi non più.
A Ferrari e De Santi gli ha tolto brandelli di pelle, oggi sono i migliori e precisa che questo stupirà. Se ne accorge pure lui, tutto è, ma non fesso.
Bosi l'ha querelato per diffamazione a mezzo stampa poi, vistosi perso, è andato in ginocchioni a chiedere scusa ed è stato perdonato.
Se mai dovessero prevalere, Barbetti non starà al proprio posto, è più forte di lui e invaderà; ecco il motivo per cui credo che non potranno serenamente e lungamente amministrare.
Ad maiora, a chi lo contrasterà
Grazie alla Redazione se vorrà pubblicare
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 94711 del 26.03.2019, 17:19
Provenienza: CAPOLIVERI
Grazie Faber
Messaggio 94710 del 26.03.2019, 17:16
Provenienza: Portoferajo
Daje Faber ti direbbero a Roma !!! quasi tutti noi scriviamo dietro un nome che, a volte , non è il nostro. Scriviamo ci incazziamo , ci sfoghiamo un pò , ma la cosa importante e che qui nel Tuo blog , CI INCONTRIAMO non ti scriviamo in privato , anzi ne parliamo qui
salute , trasporti , ora il dissalatore ... e tanti mille altri problemi dell'isola e del nostro sporco mondo, questa è una grande piazza nella quale tutti possiamo dire la nostra... grazie a TE...
Non ti curar di loro , ma guarda e passa.... ha scritto il Sommo poeta...
avanti Faber !!! DAJE !!!!
ciao
LOTTERIA
Messaggio 94709 del 26.03.2019, 17:16
Come richiesto dall'associazione Cure Palliative pubblichiamo l'elenco dei biglietti vincenti della lotteria che sono stati estratti domenica scorsa nella sala della Gran Guardia a Portoferraio . Il ricavato della lotteria andrà all'associazione.

PALIO UMORISTICO DEI SOMARI
Messaggio 94708 del 26.03.2019, 17:01
SODDISFAZIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAMPO NELL’ELBA PER IL SUCCESSO OTTENUTO DAL PALIO UMORISTICO DEI SOMARI.




Ecco il commento di Chiara Paolini, assessore campese alla cultura: "Un'edizione densa di emozioni e storie di vita che si intrecciano: da una parte la passione e l'orgoglio di tutti i rioni, dall'altra la raccolta fondi per realizzare il sogno di Valentina, una guerriera che ogni giorno lotta contro una terribile malattia.
Professionalità e volontariato sono il binomio vincente, che ha permesso di arrivare all'ottava edizione, facendo crescere l'iniziativa, sia dal punto di vista artistico-culturale che turistico, nonché collocandola tra gli eventi più importanti ed attesi di tutto il territorio elbano.
Congratulazioni, quindi, a tutte le persone che hanno operato e continueranno ad impegnarsi per la riuscita di questa prestigiosa manifestazione. Un ringraziamento particolare alla Pro Loco di Marina di Campo che, in collaborazione con il nostro Comune, ha organizzato il Palio."
SCUOLA DELL’INFANZIA VINCENZO E TOMMASINA BATTAGLINI.
Messaggio 94707 del 26.03.2019, 16:46
“GRAZIE DI CUORE DALLA SCUOLA DELL’INFANZIA VINCENZO E TOMMASINA BATTAGLINI.


La nostra scuola esiste perché da noi non mancano amore e collaborazione: l’amore e la dedizione di Don Gianni Mariani e di tutto lo Staff della nostra Scuola dell’Infanzia verso i bambini, insieme a quell’ insostituibile collaborazione che ogni anno le famiglie, tutta la comunità campese e tanti elbani offrono per far sì che questa splendida realtà esista e continui ad esistere.
Siamo una piccola comunità e l’asilo Battaglini è un po’ di tutti: di coloro che ci sono passati e ne custodiscono un felice ricordo, di quelli che continuano generazione dopo generazione a iscrivere i piccoli nella nostra scuola, di tutti quei bambini che ci sono stati, ci sono e ci saranno.
Anche quest’anno vogliamo esprimere gratitudine verso tutte quelle persone di cuore che ci hanno sostenuto, donando anche materiale prezioso per aiutarci a migliorare quel luogo che a noi e ai nostri bambini piace chiamare “casa”.
Grazie ai genitori per il materiale donato, per i giochi offerti, per il tempo prezioso messo a disposizione.
Grazie inoltre alla Ferramenta “Barbadori”, alla Ferramenta “Da Martino”, a “Colora”, per le vernici e pitture, all’MVD per il materiale per il giardino.
Grazie a tutti per quanto avete fatto, un aiuto concreto e un modo per vivere bene e uniti, nonché un ottimo insegnamento di condivisione.
Progetti come questo ci insegnano una cosa, una soltanto: l’unione fa la forza. Grazie”.
X Meneghin e il Dissalatore
Messaggio 94706 del 26.03.2019, 16:46
Provenienza: Capoliveri
Sig. Meneghin,
chiunque, non titolato o non formalmente autorizzato, redigesse una ‘sintesi’ di un documento ufficialmente pubblicato, commetterebbe il reato di manipolazione per il quale non vedo proprio niente di meritorio.
Questo per allineare i termini della questione.
Se invece lei per opera meritevole intendeva riferirsi ad una ‘opinione’ anziché ad una ‘sintesi’ sullo studio di fattibilità (Studio di Fattibilità) che ho analizzato attentamente, come sono abituato a fare, le dico che la mia opinione è favorevole alla soluzione individuata e le spiego in sintesi perché.
Intanto non dimentichiamo che l’obiettivo strategico dello studio è l’individuazione di sistemi di approvvigionamento in grado di garantire l’autosufficienza idrica dell’isola in considerazione dei sempre più probabili periodi di siccità dovuti al cambiamento climatico mondiale. Una piccola chiosa: intanto che sto scrivendo sento al TG che dalle sue parti (lombardo-veneto) siamo in emergenza idrica per la siccità con probabile compromissione della semina del riso e di altre colture. In molti tratti del Po, del Mincio nel mantovano, drammaticamente in secca, si trasferiscono i pesci agonizzanti dalle pozzanghere a zone con acque piu profonde.
Lei insiste col ritenere parziale lo studio perché non è stata formalizzata una proposta alternativa che preveda l’imbrigliamento e lo stoccaggio dell’acqua piovana, nella fattispecie del Capanne, senza rendersi conto che sta ribaltando il paradigma dell’impianto logico-strategico della questione il cui obiettivo è quello di trovare fonti idriche alternative a quelle meteoriche sempre più critiche e sempre meno affidabili. Non le pare un paradosso, in questo mondo perlomeno, che la causa di un problema possa diventare contemporaneamente anche la soluzione dello stesso problema?
Con questi presupposti la soluzione ci sarebbe solo se assumessimo che il problema non esista ed affermassimo che le comunità scientifiche mondiali con le loro indicazioni sulla base delle analisi dei dati rilevati, siano una manica di peracottari per di più faziose ed intellettualmente disoneste.
Comunque, sig. Meneghin, apprezzo sinceramente le sue competenze e capacità tecniche, sono perfettamente d’accordo con lei, sui suggerimenti per l’ottimizzazione del trasposto e dello stoccaggio con un invaso appropriato. Sono anche d’accordo con lei sulla necessità di battagliare per avere le migliori garanzie per la salvaguardia dell’ambiente che dipende solo dalla sensibilità, dalla volontà politica e dalle capacità individuali visto che di tecnologie ce ne sono quante ne vogliamo. Mi dispiace molto che i nostri approcci metodologici al problema siano troppo divergenti.
G.R.
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 94705 del 26.03.2019, 11:00
Francesca
Messaggio 94704 del 26.03.2019, 10:51
Provenienza: Portoferraio
In questi ultimi mesi la polizia sta facendo un ottimo lavoro sanzionando quei guidatori positivi all'alcool test,ma secondo me dovrebbero intervenire anche per tutti quegli idioti che non si fermano più alle strisce pedonali e agli altri imbecilli che guidano caxxeggiando con gli i-phone
Per Fondazione ELBA
Messaggio 94703 del 26.03.2019, 10:30
Provenienza: rio sù
....Perchè la FONDAZIONE non si fà sostenitore e patrocinatore di tutti gli " elbani" che si distinguono in vari settori della vita sociale,sportiva,musicale,artistica in Italia e/o all'Estero ...cominciando ad istituire fondi per finanziarne gli studi a qualsiasi livello.
SAREBBE un'iniziativa lodevole e significativa per riappropriarsi dei valori lasciati dai ns padri e madri...
W l'Elba e gli Elbani
LA MAIL ANONIMA
Messaggio 94702 del 26.03.2019, 09:17
Provenienza: F.Prianti
IL RIMPROVERO DI UN ANONIMO LETTORE

F.Prianti



Caro e sconosciuto lettore, questa mattina come buongiorno ho ricevuto nella mia casella di posta elettronica un tuo scritto anonimo tramite un anonymous remailer, dove mi chiedi il perché scrivo di tutto e su tutti, reputandolo tempo perso e se non farei meglio a farmi i cazzi miei.
Hai ragione e vengo quindi a spiegarti il perché scrivo :
Mi piace da sempre ricordare, studiare, parlare, e soprattutto scrivere , lo faccio purtroppo con rassegnazione perché sono consapevole di essere una minoranza, un vero esempio di resistenza umana. Una resistenza che scrivendo di fatti e misfatti dell’isola talvolta mi porta a prendermi delle incazzature micidiali e credimi alle volte vorrei mandare tutti in culo ed essere un egoista cretino senza cervello che si gode la sua modesta pensione senza creare ne crearsi problemi , ma l’affezione per la mia isola matrigna prevale, così ogni volta riparto, è vero però, parlo e scrivo tanto, forse troppo, forse scrivo tante cazzate non lo nego, cazzate di cui molte volte mi pento ma che non rinnego, cercando nella mia ignoranza qualcuno che mi legga e mi segua. Ma purtroppo essendo un cane sciolto che non ha, e non vuole, ne padroni ne appartenenze, spesso mi ritrovo solo forse è giusto che sia così, dire la verità o fare satira oggi quando tutti affermano di riflettere profondamente, rimane il solo mezzo per provare la propria libertà e indipendenza di pensiero. A te caro anonimo amico potranno sembrare cazzate, fregole, pinzillacchere, utopie da megalomani, divagazioni oniriche….bene sono d’accordo, ognuno è padrone di scegliersi lo stallone che preferisce per farsi ingroppare… io no!
Come ben sai in calce al sito di camminando.org c’è il mio indirizzo di posta elettronica scrivimi pure quando vuoi .. anche se ti consiglio di mettere in rete le tue esternazioni ….magari anonime!…vedremo se sarò solo io a risponderti.“

Faber per gli amici
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 94701 del 26.03.2019, 09:00
autocandidatura
Messaggio 94700 del 26.03.2019, 08:46
Provenienza: Portoferraio
Barbetti parla di autocandidature a Portoferraio. A capoliveri invece non succede. A capoliveri addirittura si autocandidano a presidente della regione. Capoliveri sempre capoliveri
CASA SICURA
Messaggio 94699 del 26.03.2019, 08:45

Marcello Meneghin Scrivi a Marcello Meneghin
Messaggio 94698 del 26.03.2019, 08:28
Provenienza: Mestre
DISSALATORE - ASSOLUTAMENTE SI - LE MOTIVAZIONI VERE

Riscontro Messaggio 94668 del 24.03.2019, 16:52 
Provenienza: Capoliveri

Preg.mp Sig. G. R. Penso farebbe un’opera veramente meritevole se volesse sinteticamente riportare in questo blogh il contenuto dello “studio di fattibilità condotto da ASA secondo i sacri crismi” di cui lei dichiara di essere a perfetta conoscenza. In dettaglio saremmo in molti ad avere necessità di conoscere quali sono le soluzioni alternative esaminate sia tecnicamente che economicamente al momento di prendere in quella sede la decisione di adottare all’Isola dìElba la dissalazione dell’acqua del mare. Personalmete gradirei conoscere i giudizi espressi sulla alternatuvea riguardanti la mancata utilizzazione delle acque di pioggia che cadono abbondanti sull’Isola.
La ringrazio anticipatamente per il grande contributo che spero non mancherà di darci mettendoci finalmengte in grado di riconoscere i grandi meriti di chi ha aperto all’Elba la nuova strada della dissalazione dell'acqua di mare
PROMUOVI LA TUA AZIENDA
Messaggio 94697 del 26.03.2019, 08:00


LA TUA BANCA
Messaggio 94696 del 26.03.2019, 05:00


ELBA SALUTE
Messaggio 94695 del 26.03.2019, 04:49
Provenienza: Francesco Semeraro
SANITÀ & SICUREZZA QUESTA SCONOSCIUTA





PER LA NOSTRA AMMINISTRAZIONE LA MESSA IN SICUREZZA CHE ABBIAMO RICHIESTO è solo un cartello di lavori in corso, una transenna per non finire nel buco e un po' di polvere di terra per tappare le profonde voragini del parcheggio asilo "La Gabbianella"
Noi vogliamo una Amministrazione che dia sicurezza cercando di prevenire gli infortuni specialmente sulle strade già teatro di molti incidenti. Mettere un cartello stradale lì dove ci si può ribaltare con l'auto senza predisposizione notturna e senza tappi sui ferri sporgenti è da incosciente così è da irresponsabile lasciare da molti mesi quella voragine all'imbocco della via Roster dove i genitori girano per portare i bambini all'Asilo "La Gabbianella". Anche quelle transenne non sono segnalate da lampade luminose notturne. Poi quelle buche gigantesche del parcheggio asilo "La Gabbianella avevano bisogno solo un po' di asfalto (bitume) e non polvere di terra.
Aggiustare forse non porta titoloni sui giornali come la pista ciclabile o la rotonda di S. Giovanni ma evita incidenti e infortuni gravi.
Prima di "aggregarvi" fra di voi fatelo con la gente se ne siete ancora capaci.

Francesco Semeraro
CEBA SERVIZI s.r.l
Messaggio 94694 del 26.03.2019, 04:00
De Santi Sindaco di Portoferraio
Messaggio 94693 del 25.03.2019, 19:26
Provenienza: Rio
Qualora decidesse di correre, credo proprio che non si lascerebbe coinvolgere dalle squallide contrattazioni dei partiti locali o peggio ancora di movimenti più o meno sovranisti al sevizio di amene figure.

Credo proprio che selezionerebbe personalmente una squadra di persone valide sia moralmente che professionalmente, culturalmente preparate e intellettualmente corrette.

Credo che De Santis sia perfettamente consapevole del fatto che gli elettori, di fronte ad un programma di qualità ed ad una squadra all'altezza dei compiti che le verrebbero assegnati per la gestione della cosa pubblica, sosterrebbero la nuova offerta e non seguirebbero le indicazioni dei pifferi portoferraiesi.

Chioccio
Rugggero Barbetti Sindaco
Messaggio 94692 del 25.03.2019, 18:39


PORTOFERRAIO VERSO IL 2019



Purtroppo devo ripetermi, prima che sia troppo tardi: ho l’impressione che anche stavolta all’Elba ci faranno rimpiangere la vecchia, sana politica dei partiti. A Portoferraio continua e si rafforza il proliferare di fughe in avanti e di autocandidature. Le voci che si rincorrono parlano di candidati senza la minima esperienza amministrativa, che basano i propri consensi più sui ‘like’ di facebook che sulla reale conoscenza delle dinamiche della pubblica amministrazione. Non capisco davvero come i responsabili della politica regionale possano preparare questa tornata amministrativa che sarà fortemente caratterizzata da un voto politico che inevitabilmente accompagnerà nell’election day del 26 maggio prossimo il voto europeo, senza tenere conto di questa componente. E poi, chi è il vecchio e chi è il nuovo oggi in politica? Solo per fare un esempio, è molto più ‘nuovo’ De Santi per il suo concetto imprenditoriale e lungimirante di operare in politica, rispetto a un Meloni per come si è dimostrato ‘vecchio’ nel suo modo di intendere la sua proposizione di candidatura. E - vi stupirò - onore a Mario Ferrari che sta mantenendo una dignitosa distanza da certi teatrini.
Chi non conosce la pubblica amministrazione e i suoi meccanismi oggi non governa. Lo sa bene la sinistra che si prepara a candidare un altro ex (Zini) alla faccia del rinnovamento che tutti invocano. Ultimo avviso per i naviganti. A meno che non vogliate regalargli Portoferraio agendo così in controtendenza a quanto accade oggi in tutta Italia?
ARTISTI ELBANI CRESCONO
Messaggio 94691 del 25.03.2019, 18:29
DUE ARTISTI ELBANI AL DIFFRAZIONI FESTIVAL


Per i due giovani artisti elbani Angela Iannì e Jacopo Paolini si avvicina un appuntamento importante: dal 26 al 31 marzo, infatti, saranno a Firenze per partecipare al prestigioso “Diffrazioni Festival”, un evento di rilevanza internazionale di arti multimediali giunto alla sua terza edizione, che vede la collaborazione della New York University.
Dopo aver superato una dura selezione, gli artisti elbani si presenteranno insieme con una performance in cui Jacopo Paolini - studente del biennio di musica e nuove tecnologie al Conservatorio di Firenze, dove già si è laureato a pieni voti nel triennio di musica elettronica - è Video-maker. Angela Iannì, che si è formata presso Elba Danza e poi all’estero, fra Germania e Spagna, interpreta invece un monologo fisico e ironico sull’amore, portando in scena parole, e danza nella performance “I miei 4 fidanzati”, in programma il 31 marzo. Una contaminazione coinvolgente che saprà sicuramente incantare il pubblico e che rappresenterà per loro una grande occasione di crescita personale e professionale. Jacopo Paolini sarà anche tecnico, fonico e compositore e presenterà, sempre il 31 marzo, la sua nuova opera “Il pesce fuor d’acqua”, un brano che trae spunto dai radiodrammi della seconda metà del 900.
Ricordiamo che il Festival Internazionale Diffrazioni è organizzato dal Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze e patrocinato dal Comune di Firenze. L’atteso evento si svolgerà presso il complesso monumentale fiorentino “Le Murate.Progetti Arte Contemporanea”. Qui troveranno spazio numerose opere e forme espressive che rappresentano la nuova frontiera del pensiero artistico e tecnologico attuale: acustica musicale, arte e nanotecnologie, robotica, realtà virtuale, interazione e improvvisazione, linguaggi per la computer musica, ecc.
Un grande in bocca al lupo ai nostri artisti per questa emozionante esperienza!

Per ulteriori informazioni, Angela Iannì 349 7747372
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 94690 del 25.03.2019, 16:47
ALLERTA METEO IL SINDACO CHIUDE LE SCUOLE DI PORTOFERRAIO


Scuole di ogni ordine e grado chiuse a Portoferraio nella giornata di martedì 26 marzo in conseguenza dell’allerta meteo “arancione” per rischio vento forte emesso dalla Sala della Protezione Civile della Regione Toscana. Lo ha disposto il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari con un proprio provvedimento di ordinanza, tenendo conto che l’allerta meteo durerà dalle ore 21 di lunedì 25 marzo alle 23,59 di martedì 26 marzo. Fra le motivazioni del provvedimento si legge che “tale situazione può rendere estremamente problematica la circolazione stradale ed il mantenimento di idonee condizioni di sicurezza per il raggiungimento dei plessi scolastici da parte dei mezzi di servizio pubblico e dei mezzi privati”. Il testo dell’ordinanza, inoltre, si chiude prevedendo la riserva di valutare, in relazione all’evolversi della situazione metereologica, l’opportunità di prorogare la sospensione dell’attività scolastica con un successivo provvedimento.
LIONS CLUB ISOLA D'ELBA
Messaggio 94689 del 25.03.2019, 16:38
ALL’HOTEL AIRONE VENERDI’ 29 MARZO SI PARLERA’ DI ALIMENTAZIONE E SALUTE



Cibo e alimentazione condizionano la nostra vita e la nostra salute.
Non c’è dubbio che il modo di mangiare influisce sul nostro benessere, ma per ognuno di noi è sempre più difficile capire cosa faccia bene e cosa faccia male, interpretando la gran quantità di notizie – spesso contraddittorie – che giungono alla nostra attenzione, le opinioni di dietologi, gli inventori di nuove diete e i convincimenti individuali e cultura¬li.
Gli interessi di tipo commerciale che si sono concentrati intorno a questi temi, in modo più o meno occulto controllano la ricerca, le nostre scelte e i comportamenti della gente.
In considerazione dell’importanza dell’argomento, il Lions Club Isola D’Elba, ha ritenuto utile proporre qualche riflessione sui benefici di una corretta alimentazione, aderendo al tema nazionale Lions “I disturbi comportamentali dell’Alimentazione”.
Ci aiuteranno in questo approfondimento, il Dottor Riccardo Cecchetti, il Dottor Riccardo Augusto Paoli e la D.ssa Tania Bacci del Distretto della USL Nordovest Toscana, il Dottor Pierluigi Rossi, specialista in Scienze dell’Alimentazione.
Siamo consapevoli che il tema non si presta a ingenue semplificazioni, che le nostre conoscenze sono in continuo divenire, che i risultati della ricerca possono essere presentati in modo seducente e che qualche volta dogmi e sicurezze sono dettati da fatti contingenti, ma ci auguriamo che il nostro lavoro, possa essere utile ad un ritorno al gusto di mangiare, al valore delle tradizioni e al rispetto della biodiversità e dell’ambiente.
cipollino
Messaggio 94688 del 25.03.2019, 16:16
Provenienza: campo
X TURISTA
Carissimo,io non sono un omertoso,ma poichè le foto di notte non vengono bene e non ha un orario come i treni(quelli puntuali) ammetto che non ce la faccio.Comunque quello che ho scritto,lo sanno a memoria coloro che dovrebbero intervenire,non hanno bisogno di suggerimenti e prima o poi........................tanto va la gatta al lardo !!!!
Capoliveri .......cronaca
Messaggio 94687 del 25.03.2019, 16:11
Provenienza: Portoferraio
Per la verità ed una giusta descrizione del caso, conoscendo molto bene la persona di cui viene fatto riferimento nello scritto apparso questa mattina su Camminando , vorrei riferire un colloquio che questa mattina ho avuto con lui.
Ho riferito che c'era uno scritto firmato dal sindaco di Capoliveri che denigrava la sua persona. Gli ho letto quanto pubblicato su questo blog:
Riferendosi al candidato sindaco di Capoliveri, in opposizione dice che "........la sua decisione era necessaria per evitare che il candidato a sindaco fosse la stessa persona cattiva di 15 anni fa che tante denunce, tanti processi e tanto odio disseminò nel paese...". A questo punto gli ho chiesto cosa avrebbe fatto e se gli avesse risposto: Lui ( il sindaco di 15 anni fa), per niente arrabbiato dell'argomento, mi ha risposto: " niente". .
Poi ha iniziato ha raccontarmi una sua storia che gli era appena capitata. Dice:" quasi tutti i giorni nel tratto di strada tra casa mia e lo studio di Valenza, incontro sempre un noto barbone spesso ubriaco, al quale regalo quasi sempre qualche euro. Un giorno non avendo spiccioli, non gli ho dato quello che lui ormai sempre si aspettava. A questo punto mi imprecò dietro dicendomi -stronzo figlio di....- Io guardandolo un po sbigottito e un po di compassione sono andato via".
A questo punto ho chiesto al mio amico cosa aveva detto al barbone ( che mi aveva riferito essere stato, d'altra parte, un noto orefice molto ricco che si era sputtanato tutto con investimenti strampalati) prima di andarsene .
Lui, sempre con un sorriso, mi ha risposto: " niente". .
Ho voluto raccontarvi questa storia, che mi ha fatto molto riflettere, perchè a volte una non considerazione fa peggio di una risposta.
Giorgio Migheli Scrivi a Giorgio Migheli
Messaggio 94686 del 25.03.2019, 15:53
Provenienza: Capoliveri
sarebbe opportuno da parte di LEGA AMBIENE due righe di solidarietà a favore ad Angela Provenzali che i ha proposto alla nostra attenzione
il superbo nuovo PARTENONE di Procchio .vedi ELBAREPORT di oggi .

l
galli marco
Messaggio 94685 del 25.03.2019, 15:22
anch'io recupero l'acqua piovana in una cisterna da 7000 lt ,ho il pozzo e quindi non me ne servo quasi mai ,oltretutto l'acqua la tiro su dal pozzo con l'energia fornita dai pannelli solari e la riscaldo con il sole
Famiglia Nocentini
Messaggio 94684 del 25.03.2019, 14:57
LA SCOMPARSA DI NISIA, I RINGRAZIAMENTI DELLA FAMIGLIA




La famiglia Nocentini, Tiziano, Tiziana, Giuliana e tutti i nipoti, sentitamente ringrazia per la partecipazione all’evento doloroso che li ha colpiti. Con la scomparsa di Nisia, è andato via un pezzo importante di storia di Portoferraio e dell’Elba. Una PICCOLA GRANDE DONNA, che ha dedicato la propria vita interamente alla famiglia e al lavoro. Nisia era persona squisita e stimata da tutti quelli che la conoscevano, stima che veniva dalla propria educazione e dalle proprie virtù. Queste le parole dei figli, nipoti e pronipoti:
“Abbiamo sentito la vostra vicinanza e ve ne siamo grati. E’ grazie a persone come voi, che le ferite possono iniziare a rimarginarsi. Con affetto, Famiglia Nocentini “
AMMINISTRAZIONE PORTOFERRAIO
Messaggio 94683 del 25.03.2019, 13:27
UN PREMIO IN MEMORIA DI SALVATORE DI MERCURIO



Nella prossima edizione dei Giochi delle Isole, che si terranno all’Isola d’Elba dal 21 al 25 maggio 2019, verrà assegnato un premio in memoria del giornalista elbano Salvatore Di Mercurio, prematuramente scomparso nell’aprile del 2017. Il premio, che è stato ideato dal vice sindaco di Portoferraio Adalberto Bertucci, verrà assegnato all’atleta elbano (o alla squadra elbana) che avrà conseguito il miglior risultato sportivo durante la rassegna dello sport giovanile che vedrà impegnati un migliaio di atleti dai 14 ai 16 anni. “Salvatore sarebbe stato il primo ad essere entusiasta di sapere che finalmente i Giochi si svolgeranno all’Elba – ha commentato Bertucci – ha seguito per anni le trasferte degli atleti elbani in giro per il mondo, e merita di essere ricordato in questo modo per la passione, la disponibilità e la competenza sempre dimostrate nei confronti dello sport elbano e dei suoi protagonisti”. “Ho accolto con estremo favore la proposta del comune di Portoferraio – ha commentato il delegato CONI per l’Elba e la Val di Cornia, Claudio Bianchi – del resto proprio lo scorso anno, col patrocinio del CONI regionale, realizzammo a Portoferraio un memorial sportivo a suo nome. Salvatore dal 2006 ha fatto parte della Delegazione dell'Elba ai Giochi delle Isole in qualità di giornalista, a titolo gratuito; ricordo il suo entusiasmo in occasione di ogni bel risultato conseguito dai nostri ragazzi, e questo mi sembra il modomigliore per ricordarlo a tuti quelli che lo hanno conosciuto”.
Acqua piovana all'elba
Messaggio 94682 del 25.03.2019, 13:23
Provenienza: copiato da elbareport
Quella infinita risorsa sprecata chiamata acqua piovana
Scritto da Laura Valleri e Pino Fabbri Domenica, 24 Marzo 2019 09:53

Recuperiamo l' acqua. In un momento come questo in cui il dibattito sul dissalatore è vivace, non vogliamo addentrarci in questioni tecniche o politiche su tale argomento,ma vogliamo proporre una esperienza di vita concreta che speriamo possa essere di riflessione per tutti coloro che sono sensibili a problemi ecologici ed ambientali-
A questo proposito vogliamo condividere l'esperienza della nostra famiglia che vive nel comune di Portoferraio facendo uso esclusivamente dell'acqua piovana senza essere allacciata all'acquedotto ne ad un pozzo .
A Portoferraio le precipitazioni in un anno sono di circa 800 mm e se prendiamo ad esempio il tetto di una casa di 100mq con un semplice calcolo vediamo che possiamo recuperare 80000 litri di acqua !!. estremizzando possiamo dire anche che la cuccia di un cane di 1 mq raccoglierebbe 800 litri, può far sorridere , ma è cosi.
In alcuni paesi hanno studiato ed applicato sistemi persino per raccogliere acqua prelevandola dall'umidità dell'aria.
La superficie del tetto è di 120 mq ed il volume totale delle cisterne è pari a 20000 litri. La qualità dell' acqua, il risparmio monetario,la certezza di vivere un pochino più in sintonia con l' ambiente ci fa essere certi della giustezza di tale scelta.
La rete pubblica arriva a 400 m da casa nostra ma non ci siamo mai voluti allacciare. L'acqua piovana è un' acqua piu dolce di quella fornita dall'acquedotto quindi permette un minor uso di detersivi e saponi, nessun uso di decalcificanti, vita piu lunga di elettrodomestici e tubazioni. Tutto questo è possibile proprio raccogliendo in cisterne l ' acqua che altrimenti andrebbe persa.
Solo alcuni anni in cui le precipitazioni sono particolarmente scarse facciamo ricorso ad un camion con cisterna per rifornici, ma ed esempio il 2018 è stato un anno in cui non abbiamo avuto bisogno.
L'impianto è semplice e non dispendioso, le cisterne possono essere interrate o fuori terra , la pompa per alimentare l'impianto di casa non è molto costosa, la manutenzione dei serbatoi non è complessa, La spesa è ampiamente ripagata dal costo che si sosterrebbe usando l' acqua dell' acquedotto che non è poi così economica.
Se il recupero dell' acqua piovana fosse praticato da tutte quelle case ed alberghi che in campagna o non hanno spazio sufficiente per collocare dei serbatoi, quale potrebbe essere il risparmio totale sull 'isola di acqua che in questo momento viene erogata dall acquedotto pubblico e quanto minore il prelievo dalla falda che è in progressivo abbassamento ?
Se qualcuno volesse maggiori informazioni tecniche può chiamare al 3393458915 e saremo contenti di trasmettere tutta l eperienza fatta in 8 anni di utilizzo dell 'acqua piovana.
Concludendo : farsi la doccia con l' acqua piovana scaldata dai pannelli solari è motivo di grande soddisfazione.

Laura Valleri e Pino Fabbri
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 94681 del 25.03.2019, 13:21
Provenienza: CAPOLIVERI
ALLERTA METEO
Messaggio 94680 del 25.03.2019, 13:18
AVVISO ALLA POPOLAZIONE “ALLERTA METEO ARANCIONE”


VISTO L’allerta meteo arancione - pervenuto dalla sede operativa della Protezione Civile della Provincia di Livorno emesso 25 Marzo 2019, ore 11.32 che prevede situazioni di rischio per l’Isola d’Elba per VENTO FORTE Valido dalle ore 21.00 di Lunedì, 25 Marzo 2019 alle ore 23.59 di Martedì, 26 Marzo 2019 VISTO che si prevede Dalla tarda serata di oggi l'ingresso di aria fredda da nord accompagnata da un marcato gradiente barico e da forti venti di Grecale (intorno alle ore 21-22) con Raffiche di 80-100 km/h . CONSIDERATO che è necessario mettere in atto le misure e le azioni volte al contrasto degli effetti di tale situazione di maltempo, al contenimento di eventuali danni e alla gestione di ipotizzabili interventi; RILEVATO che personale tecnico dell'Intercomunale di Protezione Civile Elba Occidentale svolge attività costante di monitoraggio dell’evoluzione dei fenomeni atmosferici; RILEVATO altresì che sia opportuno avvisare la cittadinanza circa possibili rischi o pericoli derivanti dalla suddetta condizione di avversità metereologica; INVITANO tutta la popolazione del versante Occidentale dell’Isola d’Elba residenti nei Comuni di Campo nell’Elba, Marciana e Marciana Marina, per tutto il periodo della presente allerta e al verificarsi di vento di elevata intensità e a prestare attenzione ai seguenti scenari di eventi previsti, adottando tutte le possibili misure di auto-protezione: 1) VENTO - Blackout elettrici e telefonici, caduta di alberi, cornicioni e tegole, danneggiamenti alle strutture provvisorie. Problemi alla circolazione stradale, ai collegamenti marittimi e alle attività marittime; Particolare attenzione ai cantieri edili con presenza di ponteggi. PER SEGNALAZIONI O EMERGENZE CONTATTARE IL NUMERO VERDE 800 432130 Dalla Sede dell’intercomunale di Protezione Civile, lì 25/03/2019
f.to Anna Bulgaresi Sindaco f.to Davide Montauti Sindaco
Circolino di Carpani
Messaggio 94679 del 25.03.2019, 10:20



DOMENICA 31 MARZO SI BALLA AL CIRCOLINO DI CARPANI

Un pomeriggio con stage di Kizomba e Bachata, a seguire serata latina

Domenica 31 marzo la scuola di ballo “Vivir la Vida” in collaborazione con il Circolino di Carpani, organizza un pomeriggio/ sera di musica e balli per gli amici soci.
Il programma prevede alle ore 17.30 uno stage di Kizomba e a seguire alle 18.30,uno stage di Bachata con i maestri Maurizio e Claudia provenienti da Firenze.
Infine a chiusura dell’evento, la serata latina in compagnia di D.J. Walid
Per maggiori informazioni 345 2113692 – 3478242472 - 33557010931
x cipollino
Messaggio 94678 del 25.03.2019, 09:23
Provenienza: turista
Leggo che sei ben informato su come funzione e agisce a Campo la vendita non regolare del pesce.....perchè non lo fai presente a chi di dovere?
Oramai tutti i cellulari hanno la possibilità di filmare e fotografare, puoi farlo e far pervenire le immagini alle istituzioni.
Se hai paura di metterci la faccia, e di fare il tuo dovere, non buttare il sasso e poi nascondere la mano.....così agiscono gli omertosi !
VERSO PRIMAVERA 2019
Messaggio 94677 del 25.03.2019, 09:04
L’ARMATA DI “FRANCESCHIELLO”


Proprio stamani al bar qualcuno ha paragonato la scesa in campo di tanti personaggi in corsa per le prossime amministrative, a "l'esercito di Franceschiello»: interpretando un modo di dire napoletano per indicare una compagine che non sa che pesci prendere, insomma un esercito composto da nuovi e vecchi combattenti arruolati come , figliuol prodighi, barbari fuoriusciti, ognuno con il proprio bagaglio di personali verità, , sfiducie, sondaggi, sponsorizzazioni e calci in culo.
Ma l’hai visti – prosegue l’amico - tutti in fila con gli occhi rivolti all’ambito traguardo biscottiero , cercando consensi come nuovi condottieri della città di Cosimo : condottieri tanto carismatici quanto cialtroni e vanitosi, con il loro comico barcamenarsi tra lamentazioni , autodifese che risultano se non comiche almeno pateticamente simpatiche.
Al loro seguito si prefigura un orda di militanti che peggio assortiti e selvaggi non si potrebbe immaginare. Ognuno cerca di fregare l'altro, ( stò con te finchè sei in sella al “ronzinante” destriero, io invece mi candido per rompere i coglioni a l’altra lista ) oggiù basta ascoltarli, tutti parlano una lingua irresistibile, insieme aulica e bassa, fatta di sottintesi, che ricordano alcune parlate che si sentono nelle tresche del «Grande Fratello».
Insomma: è la rappresentazione a tinte fosche e parodistiche di una certa e consolidata realtà cosmopolitana tradizionalmente fatta di : manie di protagonismo esasperati egoismi primordiali, schieramenti accidentali, culture politiche dissolte, grandi fughe e possibili ritorni.
Una truppa di militanti con le solite vecchie glorie ancora intente ad esternare il solito rosario ,mentre i cittadini si domandano perplessi: ma questi, se vengono eletti , o se perdono, come faranno poi a governare, o a fare l'opposizione?
E mentre la risposta soffia nel vento di instabili equilibri politici, tra intrallazzi, riunioni e cene segrete, tra zelanti trombettieri di corte e improvvisate crocerossine , cercano di piazzare cerotti in ogni dove , mentre nell’aere ferrajese par di sentire la voce di un improvvisato Pasquino che recita:



Ciò l’impressione che da st’avventura
ciariva n’antra grossa fregatura
perché si cambi solo er generale
la truppa invece resta tale e quale:
n’esercito ch’è spiccicato a quello
che fu der re Borbone Franceschiello.
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 94676 del 25.03.2019, 09:00
cipollino
Messaggio 94675 del 24.03.2019, 19:29
Provenienza: Campo
X PSCATORE DI FRODO
Giusto quanto fatto dalla Capitaneria a Rio Marina,ma mi domando:
a Campo ce ne sono tanti che vendono totani da privato a privato,ma in particolare uno parte ogni sera,tempo permettendo,e la mattina dopo parte con il motorino pieno di sacchetti preparati e pesati in casa e fa il giro del Comune.Si vanta anche di avere pescato 30/40 Kg.in una notte !!Questo oramai da annni,tutti sanno e nessuno si muove.....protetto da qualcuno ???
Dimenticavo il prezzo: € 28 al Kg,più della Conad.......complimenti.
LIONS CLUB ISOLA D'ELBA
Messaggio 94674 del 24.03.2019, 19:23
ALL’HOTEL AIRONE VENERDI’ 29 MARZO SI PARLERA’ DI ALIMENTAZIONE E SALUTE




IL Lions Club Isola d’Elba organizza un convegno dal titolo “Alimentazione e salute- l’importanza di una corretta alimentazione per prevenire le malattie e i disordini nutrizionali”, uno degli argomenti su cui si sta incentrando l’interesse, e che porta l’attenzione verso nuovi e più corretti approcci verso le abitudini alimentari. L’evento è all’Hotel Airone il 29 marzo prossimo alle ore 17. Moderatori dell’evento sono i medici Bruno Maria Graziano e Lucio Rizzo. Dopo i saluti delle Autorità presenti e del presidente del Lions Club, Gabriella Solari, alle 17.20 il dottor Riccardo Cecchetti direttore dell’unità operativa complessa di medicina interna dell’ospedale di Portoferraio parlerà de “l’importanza dell’alimentazione nella prevenzione e nella co-terapia delle malattie reumatiche”. Alle 17. 40 sarà la volta del medico R.A.Paoli che illustrerà come “riconoscere, prevenire e trattare i disturbi alimentari”. Alle 18.05 la dottoressa Tania Bacci parlerà de “i disturbi alimentari nell’epoca dei social network”. Alle 18.20 sarà la volta del dottor P.L.Rossi che tratterà de “L’intestino , il sesto senso del nostro corpo. Alimentazione consapevole. Biochimica della gioia”. Alle 19 la discussione e alle 19.30 chiusura dei lavori. Alle 20.30 cena di gala. L’ingresso all’incontro organizzato al Lions è libero. L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza.
Giusto
Messaggio 94673 del 24.03.2019, 16:53
Provenienza: Piaggia
Bene ha fatto la Capitaneria a denunciare il soggetto intento a vendere il suo pescato. Non si può!
Il soggetto è specializzato nella pesca di polpetti, più piccoli sono e più sono apprezzati da taluni che pagano profumatamente questi giovanissimi cefalopodi.
Questa pratica criminale consente al soggetto di mettersi in tasca migliaia di euro e questo dura da una vita.
Gli è andata bene finora, ma ora gli presentano il conto, giustamente salato.
SI Dissalatore
Messaggio 94672 del 24.03.2019, 16:52
Provenienza: Capoliveri
Caro sig. Meneghin, dovendo confrontare uno studio di fattibilità condotto da ASA secondo i sacri crismi delle metodologie e delle professionalità accredidate con delle ipotesi diciamo pure basate sul buon senso, l'etica e tutte le sue 'ragion vedute', non se ne abbia a male, ma non fosse altro per la non paragonabilità, la scelta non può altro che ricadere sulla soluzione dell' ASA.
G.R.
Istituto comprensivo
Messaggio 94671 del 24.03.2019, 16:39
Provenienza: Portoferraio
L'istituto comprensivo di Portoferraio partecipa sentitamente al dolore della famiglia Bressan - Caprai per la scomparsa della Maestra Tina Caprai, una delle docenti "storiche" della scuola elementare "Battisti" al Grigolo
Alla famiglia le condoglianze della Dirigente, dei Docenti e del personale ATA.
Rugggero Barbetti Sindaco
Messaggio 94670 del 24.03.2019, 16:30
Provenienza: CAPOLIVERI
Walter Montagna candidato contro la legalità?



Venerdì in tarda serata, dopo 24 ore che cercavo di parlare al telefono con Walter Montagna, un mio consigliere comunale, ho finalmente ricevuto la sua telefonata.
Era molto agitato e con ragionamenti, che ho trovato anche un pò strampalati, mi comunicava che si sarebbe candidato a Sindaco nella lista avversa a quella di Andrea Gelsi. Alla mia prima contestazione di come avrebbe fatto a non lavorare per 5 anni, dato che la carica di Sindaco è incompatibile con l'esercizio della professione di architetto (vedi il Sindaco di Campo nell'Elba....), mi ha risposto che lui avrebbe perso le elezioni e che quindi il problema non si sarebbe posto. La sua decisione era necessaria per evitare che il candidato a sindaco fosse la stessa persona cattiva di 15 anni fa che tante denunce, tanti processi e tanto odio disseminò nel paese...
Sono rimasto basito sia nel metodo che soprattutto nel merito.
Ci eravamo sentiti qualche settimana fa: aveva confermato che si sarebbe candidato con la nostra lista e che aspirava alla carica di vice sindaco. Io gli ho detto che, per l'unità della nostra lista, non avevo alcun problema a cedergli quella carica.
Dopo di chè c'è stata una seconda telefonata in cui comunicava di essere stato minacciato a non candidarsi con Andrea. Ancora dopo c'è stato un suo tentativo di trovare una soluzione di accordo tra la nostra lista e "The Family" subito naufragato a causa degli argomenti sul piatto (sempre i soliti dall'inizio della spaccatura) che, come possono testimoniare decine di persone, giravano e girano esclusivamente sul desiderio di avere il controllo totale sull'Ufficio tecnico del Comune di Capoliveri di cui qualcuno immotivamente si sente vittima. Poverino......
A tal proposito, siccome a differenza di altri non ho nulla da nascondere, di questo e di tanto altro (comprese le falsità che vengono raccontate casa per casa sul mio conto) parlerò con gli organi deputati al corretto andamento delle elezioni per evitare che siano compiuti atti che turbino il loro regolare svolgimento: evidentemente c'è ancora chi non ha capito che il mondo è cambiato.....
Giovedì mattina ho ricevuto un'altra telefonata in cui mi diceva che non ce la faceva più a sopportare la situazione, che non dormiva e non mangiava da una settimana e peggio di tutto che mattina, pomeriggio e sera si trovava almeno un rappresentante di "The Family" in casa a fargli pressioni più o meno ai limiti della liceità.
Venerdì sera l'ultima telefonata.
Credo che Walter Montagna abbia fatto una scelta legittima ma sbagliata.

Ruggero Barbetti
Marcello Meneghin Scrivi a Marcello Meneghin
Messaggio 94669 del 24.03.2019, 14:31
Provenienza: Mestre
Lamp
DISSALATORE - IL NO MOTIVATO DA TRE SEMPLICI RAGIONI

Si continua a discutere sulla costruzione del dissalatore di Mola ed io vorrei aggiungere le seguenti tre considerazioni molto semplici
1) IL BUON SENSO
2) L’ETICA PROFESSIONALE
3) LE DISPOSIZIONI DI LEGGE SULLA COSTRUZIONE DELE OPERE PUBBLICHE
Per rendere più facile la comprensione dei due primi punti partirei dall’esempio di un cittadino che intraprendesse la costruzione di un edificio a più piani fuori terra senza aver deciso cosa verrà ricavato ai piani superiori e quindi presentando per il rilascio della concessione edilizia soltanto il progetto del piano terra. Anche lo stesso progettista si rifiuterebbe di redigere un elaborato senza senso e che non sarebbe sicuramente approvato trattandosi di un progetto assolutamente incompleto . La stessa cosa sta accadendo per il dissalatore di Mola dove si inizierà tra breve la costruzione el primo lotto di dissalazione dell’acqua del mare per immetterla nell'acquedotto e distribuirla ai cittadini elbani. Sostengo a ragion veduta che si tratta di un primo lotto per la costruzione di apparecchiature per produzione di acqua potabile pcon una portata di soli 40 l/sec essendo con chiarezza stabilito e pubblicato più e più volte nella stampa che ne farà seguito un secondo lotto e forse anche anche un terzo lotto di dissalatori ognuno dei quali dovrebbe avere una identica portata di 40 l/sec. Così come il cittadino prima indicato non sapeva nulla dei piani superiori della sua casa, analogamente si sa ben poco dei due ulteriori lotti e soprattutto dell’insieme dei tre lotti per una portata totale presunta di 120 l/sec. Infatti non si sà dove quest'acqua potabile verrà prodotta, dove essa sarà immessa se in rete o se in serbatoi di cui nulla è stato detto. In dettaglio. Quello che, almeno chi scrive, non riesce ad immaginare è quello che accadrà dell’acqua che sarà prodotta per 120 l/sec nelle ore o nelle giornate di bassi consumi visto e considerato che non esistono all'Elba serbatoi in grado di accumularla. Sembra si sia deciso che si proceda allo stop di uno,, di due oppure oppure di tutti e tre i dissalatori tutte le volte che l’acqua prodotta non sarà accettata dalla rete ma anche in questo caso nulla è stato precisato riguardo il funzionamento di macchinari molto complessi che dovranno essere stoppati e e rimessi in funzione a ripetizione. In poche parole la similitudine tra l’edificio di cui si è parlato prima ed il dissalatore di Mola è abbastanza stretta. E’ anche doveroso segnalare che, con il primo dissalatore si inizia una modalità di esercizio degli acquedotti elbani molto innovativa, molto complessa e molto costosa per cui non è ammissibile che essa trovi il suo debutto nella incertezza o addirittura nella totale mancata conoscenza di dettagli fondamentali.
La cosa viene in maniera definitiva chiarita dalle disposizioni di legge ed in particolare dal seguente paragrafo di cui si riportano estremi e contenuto letterale

Decreto del Presidente della Repubblica 5 ottobre 2010. n. 207
Regolamento di esecuzione ed attuazione…………..recante “Codice dei contratti pubblici relativi a lavori,servizi e forniture in attuazione delle direttive 2004/17/CE e 2004/18 CE
(pubblicato nella G.U n. 288 del 10/12(2010 – suppl. ord. n. 3270n in vigpore dal 09.06.201119
Art. 10
funzioni e compiti del responsabile del procedimento
(ART. 8 D.P.R. N 554. 1999)
[1] Il responsabile del procedimento fra l’altro:
a) promuove e sovrintende agli accertamenti ed alle indagini preliminari idonei a consentire la verifica della fattibilità tecnica, economica ed amministrativa degli interventi
b)……………..
p) nel caso di lavori eseguibili per lotti, accerta e attesta:
1. l'avvenuta redazione, ai fini dell'inserimento nell'elenco annuale della progettazione preliminare , dell'intero lavoro e della sua articolazione per lotti;
2. la quantificazione , nell’ambito del programma e dei relativi aggiornamenti, dei mezzi finanziari necessari per appaltare l’intero lavoro;
3. l’idoneità dei singoli lotti a costituire parte funzionale , fattibile e dell'intero intervento .
Risulta chiaramente che il regolamento sulla costruzione delle opere pubbliche in Italia prescrive che non si possano costruire opere per lotti successivi senza che sia stata preliminarmente redatta ed approvata la progettazione preliminare relativa all’intera opera fatta salva la possibilità di suddividerla, ad approvazione avvenuta, in lotti successivi. Si può quindi affermare che nel caso di Mola non si è mai avuta notizia della approvazione preliminare dello studio della dissalazione completa e definitiva che comprenda l’intera produzione dei 120 l/sec. dichiarati necessari affinché l’Elba possa passare all’uso intensivo di acqua dissalata dal mare.
Fermo restando che sarebbero le previsioni di legge a prevalere sulle motivazioni, visto che i progettisti del dissalatore di Mola avranno senza dubbio ottenuto tutte le approvazioni necessarie per iniziare tra poco la costruzione di Mola, a giudizio di chi scrive è sufficiente la prima delle tre considerazioni scritte nella parte iniziale di questa nota per poter asserire che, sulla sola base del buon senso, un dissalatore come quello di Mola non può assolutamente essere costruito senza aver in dettaglio verificato dal punto di vista tecnico ed economico la futura gestione del servizio idropotabile elbano nell’ipotesi che la sua alimentazione sia per 120 l/sec attuata con acqua marina desalinizzata .
marco galli
Messaggio 94668 del 24.03.2019, 13:46
scusa,ma si parlava del venditore abusivo ,che non è il solo,e siamo finiti alla fame nel mondo ecc ecc.............parliamo di tutto per non parlare di niente,e poi il nome non l'hanno messo,sei proprio ridicolo
RAZZISMO FAUNISTICO
Messaggio 94667 del 24.03.2019, 11:41
Provenienza: Michele Rampini & Elba 2000
"L’ERADICAZIONE DEL FAGIANO E DELLA PERNICE DALL’ISOLA DI PIANOSA, SEMBRA CHE RASENTI UNA SPECIE DI RAZZISMO FAUNISTICO".
di Michele Rampini




In relazione al provvedimento del Direttivo del Parco che prevede l’eradicazione del Fagiano e della Pernice dall’Isola di Pianosa, mi domando se questa sia la decisione più giusta e appropriata. Si afferma che questi volatili, poiché introdotti dall’uomo nel 1800, non rappresentino una popolazione faunistica autoctona e quindi vadano eliminati dall’ ambiente in cui in realtà sono nati da generazioni. Non si spiega né si afferma che siano pericolosi per altre specie né tanto meno per l’uomo. Allora mi domando perché tale furia contro degli animali che se inseriti in altri ambienti potrebbero non essere capaci né di sfamarsi o peggio facile preda dei cacciatori perché del tutto spaesati. Detto questo ovviamente non sono contro una caccia regolamentata, ma contro un facile sterminio. Essere cacciatori vuol dire anche competere con chi è cacciato.
La pervicacia nel perseguire la teoria per cui in un territorio deve essere salvaguardata ad ogni costo e senza ragionevolezza la purezza di una fauna autoctona, mi sembra che rasenti una specie di razzismo faunistico.

Elba 2000
Questo intervento di Michele Rampini e quello di Tatiana Paolini ci ricordano che Pianosa , ogni tanto, esce fuori come un fiume carsico e s’impone sempre all’attenzione degli elbani.
Con l’istituzione del Parco anche Pianosa è diventata un luogo sacro per gli ambientalisti per loro doveva essere trasformata in una specie di paradiso terrestre. Ma quali esseri viventi e quali piante possono vivere in un paradiso terrestre. Certamente niente mele e serpenti per evitare altri peccati originali . Ma cosa fare di tutte le altre spece? I lavoro si presentava impegnativo. A Pianosa era piena asinelli. Dove metterli? Pianosa brulicava si zecche. C’era poi il gabbiano reale che tentava di fare fuori quello corso. E questo non andava bene perché quello corso, per gli ambientalisti, è una razza superiore ( ariana potremmo dire) Quindi dagli al gabbiano reale.
Poi appare la foca monaca e un brivido percorre l’ambientalismo nazionale. Con la foca monaca nelle acque dell’isola tutto doveva essere rivisto. E poi i gatti. L’isola era invasa dai gatti. Con loro nessuna pietà. Si passa alle maniere forti e il problema viene risolto: con l’aiuto di volontari, si tagliano le palle ai maschi e si danno in pasto ai Gabbiani..
L’ultima bestiolina che ha rischiato grosso è la lepre Europea che, nonostante il nome, e che l’Italia faccia pare della comunità , per il Parco è una razza sbagliata. Per Pianosa ci vuole , patriotticamente , la lepre di razza ITALICA . E’ sorprendete come il sentimento patriottico, possa portare addirittura allo sterminio di una povera lepre solo perché non è di razza giusta .
Comunque alla lepre e europea gli è andata bene perché mentre la stavano sterminando hanno notato che stranamente aveva il culo azzurro. Fatte immediatamente le analisi genetiche hanno scoperto che, in raltà, si trattava di una perla di biodiversità, di una razza di valore e che, quindi, non poteva essere uccisa. . Potremmo di dire che la lepre avuto culo avendolo azzurro gli ha salvato la vita.
Stessa cosa non successe ai Topi neri di Monte Cristo che essendo neri davanti e di dietro furono sterminati senza pietà
POLIZIA DI STATO PORTOFERRAIO
Messaggio 94666 del 24.03.2019, 11:00
Provenienza: Portoferraio
DROGA E GUIDA IN STATO DI EBBREZZA





Week-end di controlli della Polizia di Stato. 3 patenti ritirate in 2 giorni e raffica di denunce. Richiamare l'attenzione dei giovani verso una guida consapevole, specie nei fine settimana, significa salvare vite umane ed evitare incidenti dalle gravi conseguenze a carico proprio e altrui. Il risultato operativo di quasi 48 ore di lavoro sulla strada, controllando il territorio per prevenire i reati, è stato appunto 3 patenti ritirate (una per droga e due per ebbrezza), 6 contravvenzioni al codice della strada, 1 sequestro e tre comunicazioni di reato all’Autorità Giudiziaria: a seconda degli orari i posti di controlli sono stati eseguiti a Rio, a Portoferraio ed a Capoliveri. In un caso il neo patentato aveva un tasso alcolemico di 2,09 g/l: Per lui sono scattate la denuncia per guida in stato di ebbrezza e il ritiro della patente. Cambiare la mentalità della “seratona”, privilegiare la sicurezza alla guida, salvare vite umane: non è facile ma tutti dovrebbero essere a fianco alle pattuglie delle Forze dell’Ordine che lottano per questo obiettivo.
Giochi delle Isole Elba 2019
Messaggio 94665 del 24.03.2019, 10:53
GIOCHI DELLE ISOLE ELBA 2019: “ELBINA, l'APE D'ORO”



L'organizzazione della 23^ edizione dei Giochi delle Isole procede secondo il densissimo programma necessario per ospitare tra il 21 de il 26 maggio oltre 800 tra giovani atleti, tecnici e familiari.
La collaborazione ricevuta da Associazione Albergatori, agenzie private ed enti pubblici ci darà l'occasione per realizzare il sogno al quale abbiamo dovuto più volte rinunciare in passato: portare all'Elba la più importante manifestazione sportiva di livello internazionale a cui possano accedere i nostri giovani.
Le 15 discipline che vedranno gli atleti confrontarsi saranno distribuite tra tutti i Comuni dell'isola che hanno aderito al progetto. Il nuoto e la pallamano saranno purtroppo gli unici sport a dover essere ospitati a Piombino, che ringraziamo per aver messo a disposizione impianti ed organizzazione, per la mancanza di strutture
idonee sul nostro territorio.
Grazie al contributo dei Comuni aderenti stiamo cercando di azzerare i costi di partecipazione a carico della nostra rappresentativa, ch potrebbe raggiungere le 100 presenze, ma abbiamo bisogno della collaborazione di tutti. Per questo lanciamo l'operazione “Elbina,l'APE D'ORO”: un'iniziativa di raccolta di fondi basata su piccoli
contributi privati che siano testimonianza dell'amore di tutti gli elbani per lo sport ed, in particolare, per dare ai nostri ragazzi la possibilità di partecipare senza oneri alla grande manifestazione che si terrà a fine maggio.
Abbiamo realizzato un logo stampato su adesivi; ognuno potrà acquistare uno o più adesivi per l'equivalente di 50 euro cadauno ed esporre la sua “Elbina, l'APE D'ORO” sulla vertina della propria attività commerciale (ma anche sulla propria auto…) per dimostrare l'impegno verso i nostri ragazzi.
L'elenco dei contributori verrà regolarmente aggiornato e pubblicato sulla pagina dei Giochi delle Isole Elba 2019. Le aziende con maggior disponibilità potranno aggiudicarsi “Elbina l'APE D'ORO”, stampata su adesivo di grandi dimensioni perl'equivalente di 500 euro, che potranno essere erogati anche in beni o servizi utili al supporto degli atleti ed alla riuscita della manifestazione.
Gli adesivi saranno distribuiti tramite le società sportive che partecipano ai giochi; ad ogni donazione sarà corrisposta una regolare ricevuta emessa dal Comitato Organizzatore Locale.
A breve comunicheremo i numeri di telefono dei referenti per la distribuzione.Napoleone non a caso scelse di usare l'ape come simbolo da mettere sulla bandiera elbana: attraverso collaborazione, operosità e tanti piccoli contributi porteremo a casa il risultato!

Andrea Tozzi
COL Giochi delle Isole Elba 2019
Osservatore elbano
Messaggio 94664 del 24.03.2019, 09:32
Provenienza: colline limitrofe
Cari ferajesi, forse ci siamo. Finalmente comincia a circolare un nome nuovo che vi mette tutti d'accordo nel centrodestra. Fate i bravi e basta con gli autocandidati, che a sinistra non sanno che pesci prendere. Ci sarà bisogno di tutti, ma la partita va vinta.
x Dissalatore e propaganda
Messaggio 94663 del 24.03.2019, 09:26
Provenienza: Capoliveri
Con la legge 5 gennaio 1994, n. 36, recante “Disposizioni in materia di risorse idriche”, viene superato l’annoso problema circa la qualificazione delle acque come pubbliche, in quanto atte a soddisfare un pubblico interesse. All’art. 1 essa dispone: “Tutte le acque superficiali sotterranee, ancorché non estratte dal sottosuolo, sono pubbliche e costituiscono una risorsa che è salvaguardata e utilizzata secondo criteri di solidarietà”.
Vincenzo Fornino Scrivi a Vincenzo Fornino
Messaggio 94662 del 24.03.2019, 08:23
Provenienza: Portoferraio
Un piccolo pensiero a una maestra veramente grande.

R.i.p. TINA
Sono rimasto veramente male per la tua scomparsa. Sei stata la mia prima maestra delle elementari Cesare Battisti "Grigolo" ne abbiano parlato per ore ore l'ultima volta che siamo stati insiene ricordando quel bellissimo percorso intrapreso insieme dove tu mi hai insegnato il vero senso della vita e l'educazione verso il prossimo, valori costuditi dentro di me che oggi giorno non vengono più rispettati verso le proprie maestre.
Vere lezioni di educazione civica e buon senso.
Ti abbraccio ovunque tu sia ringraziandoti sempre per le bellissime cose che mi hai insegnato e che io ricordo e costudisco dentro di me a distanza di moltissi anni! Ciao Maestra TINA.
Dino
Messaggio 94661 del 24.03.2019, 06:53
Provenienza: Portoferraio
Per pacini florio ( manifestazioni)

Caro pacini organizziamo questa manifestazione contro il sistema traghetti io sono in prima fila basta monopolio
Dissalatore e propaganda
Messaggio 94660 del 23.03.2019, 20:13
Provenienza: Capoliveri
X A. Roberto mess. 94651 del 23.03.2019
E' vero che pioverà sempre meno ma è anche vero che sull'isola ci sono due ditte che fanno pozzi artesiani ogni giorno e trovano tanta acqua.
Si parla che sull'isola di pozzi ne esistono a centinaia e tutti gli imprenditori bisognosi d'acqua così come gli alberghi e le residenze turistiche hanno tutti un pozzo e alcuni più di uno. La mancanza d'acqua potrebbe essere un problema per quei pochi che non hanno un fazzoletto di terra. L'ASA sa questo e lo nota anche comparando i consumi che si fanno all'Elba con quelli dello stesso numero di persone in luoghi cittadini. Il consumo d'acqua da noi è decisamente meno perché i pozzi funzionano alla grande.
Alla riunione di Capoliveri ha preso la parola un imprenditore conosciuto che ha dichiarato che ha un pozzo con una gittata tale da garantire per metà l'approvvigionamento dell'intera isola e che se richiesto la mette a disposizione. Vedi che l'acqua c'è?
Il dissalatore è più un problema politico che altro.
Quelli del Comitato No Dissalatore inconsciamente (o forse no) stanno tirando la volata a Barbetti anzi, a Gelsi che poi sarà sempre Barbetti perchè se non fosse politica della rielezione Barbetti avrebbe già fatto un atto di diniego o di blocco con la scusa di una ulteriore analisi e costi e fattibilità del complesso come decibel e come zona alluvionale con l'aggiunta di un serio danno agli imprenditori delle zone vicino al dissalatore. Intanto prendeva tempo e metteva in difficoltà ASA e enti collegati per il dissalatore. Invece no, ha fatto, ora sta negando, sta mettendo in contatto tizio e caio, non si sblocca un atto secretato e non si capisce il perchè. Insomma ora al Comune di Capoliveri sono tutti paladini del NO al Dissalatore e i voti pioveranno ma l'iter del Dissalatore zitto zitto quatto quatto va avanti.
se non è propaganda gratis questa???
Non è la mancanza d'acqua che fa discutere ma il ravvedimento verbale e amichevole da propaganda elettorale solo che qualcuno plaude ma non vede delibere di blocco, esposti e ricorsi documentati.
Florio Pacini Scrivi a Florio Pacini
Messaggio 94659 del 23.03.2019, 19:15
Provenienza: Isola D'Elba
Sono molto dispiaciuto per la disavventura del personale della Igiene Service di Franca Rosso. Spero che Toremar rimborsi il danno al personale e alla sua titolare dell'Igiene Service. E' incredibile che degli operai siano stati abbandonati a Pianosa. Toremar targata Onorato ha ancora una volta mostrato il suo volto. Non è più possibile tollerare, l'arroganza del padrone del vapore. Nonostante il ricco finanziamento (coi nostri soldi) che riceve per fornici un servizio. Lui fa come gli pare e piace. Un po di anni fa (grazie anche questo blog) abbiamo organizzato una grande manifestazione per il diritto alla salute degli elbani. Oggi chiedo a chi vuole aiutarmi, sostegno per una grande manifestazione per il diritto di essere italiani. L'Elba è una importante voce del P.I.L Toscano e Nazionale e ora che ci vengano riconosciuti anche i diritto, dopo aver assolto ai doveri. Chi ne vuole parlare mi scriva a: paciof@gmail.com


P.S.
Cara Franca, sono veramente dispiaciuto per quanto sta accadendo a te e ai tuoi dipendenti. Vorrei però ricordarti che quando dicevo che dare Toremar ad Onorato, senza delle regole certe, era pericoloso e che ci saremmo trovati con questi chiari di luna. Tu e la tua associazione (Confcommercio) e tutte le altre associazioni e i sindaci, mi avete fatto passare per matto. Io so bene che il padrone del vapore non ama l'Elba e gli Elbani. Farà sempre tutto quanto è in suoi potere per saccheggiare l'isola e arrecargli danno. Spero che nel futuro tu abbia memoria di quanto ti sta succedendo e tu valuti attentamente chi ha a cuore gli interessi dell'Isola e chi ha a cuore i propri interessi.

Pacini
Per Marco Galli
Messaggio 94658 del 23.03.2019, 19:01
Provenienza: Rio
Le forze dell'ordine fanno il loro lavoro e siamo tutti grati lo facciano. Non penso fosse una vicenda da mettere sui giornali. Vogliamo parlare di tasse non pagate? Guardiamo le false residenze, gli affitti al nero, il lavoro nero e le ricevute non rilasciate. O pensiamo di risolvere il problema con 20 o 30 euro di pesce? Allora fermiamo anche chi vende le uova fresche o la frutta di stagione. Sui giornali vorrei leggere di spacciatori ed evasori reali. Io penso così.
Gelsi Sindaco
Messaggio 94657 del 23.03.2019, 17:06
Provenienza: CapoliVERI
Vorrei saper dal candidato Gelsi che, lamentandosi con Cardelli per il fatto che fa il salto della quaglia, se 5 anni fa con Colombi e adesso con i due assunti dalla Minoranza,ha espresso loro lo stesso concetto !!!!
WALTER COLOMBO Scrivi a WALTER COLOMBO
Messaggio 94656 del 23.03.2019, 15:40
Provenienza: Portoferraio
Ciao Tina, mi piace ricordare di te la tua dolcezza ed il tuo sorriso sempre disponibile.
SPI CGIL ELBA
Messaggio 94655 del 23.03.2019, 12:07
Provenienza: S.Bramanti
SPI CGIL: ATTIVO SINDACALE A MARINA DI CAMPO PER LA CASA DELLA SALUTE


Nuovo appuntamento per il sindacato dei pensionati dell'isola d'Elba, Spi Cgil, alle ore 10 del 25 marzo, nella sede di Marina di Campo in viale Pietri 55. Si terrà un attivo sindacale riguardante tutto il versante occidentale e servirà a discutere dei servizi socio sanitari di quella parte di isola, che ancora non vede realizzata la Casa della salute in quell'area. Franco Dari, il segretario dello Spi Cigl elbano, Fabrizio Antonini e altri della segreteria, unitamente agli iscritti, si riuniranno per mettere a fuoco tale questione e al termine sarà nominata una delegazione che dovrà incontrare il sindaco di Campo nell'Elba, l'architetto Davide Montauti, nella prossima settimana, presso il municipio locale. Un impegno improrogabile, in quanto "E' tempo- sottolinea Dari- di passare dalle parole ai fatti e garantire a tutti i cittadini una Casa della salute, organizzata ed efficiente. Faccio appello a tutti gli iscritti per una loro larga partecipazione al nostro attivo sindacale campese di lunedì 25 marzo".La Casa della Salute, come descritto nel sito internet della regione Toscana, funziona come un grande ambulatorio. Al suo interno è possibile trovare i seguenti servizi sociosanitari: medicina e pediatria di famiglia, guardia medica (continuità assistenziale), attività infermieristica, prelievi ematici, vaccinazioni, un cup (centro unico di prenotazione), attività amministrativa un segretariato sociale e del volontariato.
ANIMAL PROJECT
Messaggio 94654 del 23.03.2019, 12:03
UNA DIFFIDA DAL SAPORE AMARO


Il 22 febbraio scorso, una volontaria della nostra Associazione, dopo alcune segnalazioni sulla nostra pagina Facebook, è intervenuta in tarda sera per recuperare con una gabbia trappola un gattino nero che si aggirava nel retro delle scuole a Porto Azzurro e che sembrava in difficoltà. Il giorno successivo infatti è stato necessario portare il gatto dal veterinario per una visita urgente all’esito della quale è stata riscontrata una grave forma respiratoria con prescrizione di terapia antibiotica e raccomandazione che se le condizioni non fossero migliorate e il gatto non avesse ricominciato a mangiare, sarebbero stati necessari ulteriori esami. Contestualmente, sono stati contattati gli Uffici della Polizia Municipale per comunicare quanto effettuato. Il gatto è stato tenuto in stallo e curato dalla nostra volontaria.
Il successivo 24 febbraio abbiamo provveduto ad inviare PEC al Comune di Porto Azzurro comunicando formalmente quanto già anticipato per le vie brevi e chiedendo il pagamento delle spese veterinarie e dei farmaci, in virtù degli obblighi stabiliti dalla normativa regionale sulla tutela degli animali di affezione (art. 34 Legge regionale toscana n.59/2009).
Il 28 febbraio arriva alla nostra PEC la risposta del Comune della quale abbiamo preso visione solo qualche giorno dopo. Superata l’iniziale soddisfazione per la prima risposta ottenuta dopo anni e anni di PEC in sola uscita dalla nostra casella, leggiamo la nota, passando dallo stupore alla vera e propria incredulità.
Ebbene, il Sindaco e la Responsabile Area Vigilanza, richiamando l’articolo 34 della Legge Regionale Toscana 59/2009, ci notificano quanto segue:
1. la comunicazione telefonica agli uffici della Polizia Municipale è stata effettuata solo dopo che l'Associazione aveva già prelevato il gatto dal territorio del Comune;
2. la nostra Associazione, per poter prelevare un gatto dal territorio del Comune doveva ricevere specifica richiesta da parte del Sindaco;
3. la nostra Associazione non può autonomamente procedere al prelievo e alla cura del gatto per poi richiedere al Comune il rimborso dei costi sostenuti (che nel caso specifico non verranno rimborsati).
Il Comune chiude la comunicazione come segue: “si invita/diffida codesta Associazione dall'assumere iniziative unilaterali al di fuori di qualsiasi preventivo atto autorizzatorio di questo Ente”.
Premesso che riteniamo assolutamente legittime e conformi alla normativa le indicazioni dell’Amministrazione Comunale, alle quali d’ora in avanti ci atterremo scrupolosamente, così come suggeriremo di fare anche ai cittadini che si rivolgono a noi per avere aiuto concreto per il soccorso agli animali in difficoltà, ci preme però fare presente che la legge che vincola così rigorosamente la nostra Associazione, obbliga anche l’Amministrazione comunale ad adottare certi comportamenti:
Ai sensi dell’art. 34 LRT 59/2009, infatti, i Comuni DEVONO mappare le colonie feline presenti sul territorio e segnalare le zone abitualmente frequentate da colonie feline ed individuare, nelle aree pubbliche o aperte al pubblico, i punti idonei per lo svolgimento delle attività necessarie alla tutela delle colonie, oltre che provvedere al controllo della crescita della popolazione felina con interventi chirurgici di sterilizzazione effettuati dalle aziende USL, con oneri a carico delle aziende stesse. Inoltre, POSSONO affidare la tutela e la cura delle colonie posso essere affidate ad associazioni o a “gattare” sulla base di accordi che individuino il territorio abitualmente frequentato dalla colonia, le modalità per la tutela delle condizioni igieniche del territorio, le modalità per la cura e il sostentamento dei gatti, con riferimento anche all’eventuale utilizzazione dei residui e delle eccedenze derivanti dal consumo dei pasti nelle mense presenti sul territorio.
Ebbene, da anni la nostra Associazione lotta perché le Amministrazioni comunali elbane attuino la normativa sulla tutela degli animali d’affezione, perché si adoperino per garantire un servizio pubblico di sterilizzazione adeguato ed efficace, perché venga finalmente costruito il canile comprensoriale, avendo ottenuto finora un nulla di fatto su tutta la linea.
E’ facile trincerarsi dietro la normativa ed imporne e pretenderne il rispetto: gli obblighi valgono per i cittadini e le associazioni, ma ancora di più per un soggetto pubblico.
La risposta del Comune di Porto Azzurro crea un precedente i cui risvolti sono tutti da verificare nel prosieguo. Quel che è certo è che non smetteremo di svolgere la nostra funzione e non sarà il conto di 36 euro per una visita veterinaria o il costo di un antibiotico a farci desistere o perdere la faccia.

Animal Project Onlus
AMMINISTRATIVE CAPOLIVERI Scrivi a AMMINISTRATIVE CAPOLIVERI
Messaggio 94653 del 23.03.2019, 11:58
Provenienza: Capoliveri
Buongiorno, il buon senso ha prevalso ad unire la seconda e terza lista per arrivare al principale obiettivo: LA SVOLTA DI CAPOLIVERI. Non ci resta che fare un grosso "in bocca al lupo" !!!
Dino
Messaggio 94652 del 23.03.2019, 11:20
Provenienza: Portoferraio
Per cardelli Capoliveri

Per le elezioni fai una bella lista che vincete ...ti aspettavano si la paura fa 90 ..basta sempre i soliti. come ho letto su camminando per il dissalatore Barbetti ha dato Delle prescrizioni doveva dare un bel diniego con tanto di manifestazioni (non solo quelli di Capoliveri) con tutti gli isolani con un scempio così rovinano il mare un saluto questa è la mia opinione ma con chi parlo mi danno ragione
Un saluto Dino
galli marco
Messaggio 94651 del 23.03.2019, 10:12
e bravo RIO giustifichi la vendita di due pesci freschi?bravo davvero chissà quanti ne ha venduti senza pagare tasse e tutto il rsto e facendoli pagare come in pescheria ,poi certo che ci sono altre schifezze,ma mi sembra che le forze dell'ordine stiano facendo un bel lavoro
NO Dissalatore, un dubbio
Messaggio 94650 del 23.03.2019, 10:07
Provenienza: Lido quell'altro
Chiedo aiuto al Comitato per la difesa di Lido e Mola, ma mi sapetete dire, visto che dal cielo di acqua ne arriverà sempre meno e quindi anche dalla val di Cornia, dove penserà di prendere le migliaia di mc di acqua necessaria l'azienda Sapere e come questa tutte le altre che all'Elba vivono di acqua?

A.Renato
Rugggero Barbetti Sindaco
Messaggio 94649 del 23.03.2019, 05:28
Il ringraziamento del Sindaco Ruggero Barbetti a Silvia Foresi



"Grazie Silvia per tutto quello che hai fatto in questi cinque anni per Capoliveri e i Capoliveresi. Sono stati cinque anni fantastici pieni di entusiasmo durante i quali abbiamo raggiunto obiettivi che ci fanno e ti fanno onore.
Abbiamo lavorato insieme per il Bene Comune del nostro paese e i risultati sono sotto gli occhi di tutti.
Capoliveri è ancora la Regina dell'Elba e invidiata da tutti, sia amministratori che cittadini degli altri comuni.
Oggi la tua sfida è quella di crescere non un figlio ma due splendide gemelle che sono nate il 1° marzo. Io che ho quattro figli capisco benissimo le difficoltà di questo periodo in cui le bimbe dipendono esclusivamente dalle tue dolci attenzioni.
E' sicuramente un bellissimo momento questo in cui da donna sei anche diventata mamma e goditelo fino in fondo. Vedrai che le gioie che queste piccole già ti danno e quelle che ti daranno saranno ben ripagate dalla fatica di queste prime settimane.
Se tu lo vorrai, un posto nella nostra lista ci sarà sempre.
Ora goditi questo momento speciale.
Sono onorato di aver lavorato con te e ti ringrazio del tuo contributo e del tuo aiuto.
Ad maiora
Ruggero"
Rio
Messaggio 94648 del 22.03.2019, 21:24
Provenienza: Rio
Un pescatore che vende due pesci freschi a familiari e amici viene fermato e messo in prima pagina. Quelli che vendono fumo e schifezze varie nessuno li ferma. E pure si dice il pesce fa bene. Strano paese l'Italia.
Pensionato
Messaggio 94647 del 22.03.2019, 18:46
Provenienza: Elba
Grazie signori del governo .... avete detto che non avreste messo le mani nelle tasche degli Italiani ma , guarda un pò , lo avete fatto alla fascia più debole cioè i pensionati.
Che Dio ve ne renda merito .
DISSALATORE
Messaggio 94646 del 22.03.2019, 17:52
Provenienza: CAPOLIVERI
Grazie per la risposta, ma a me pare di capire che il tutto, seppur giusto, è solo sulla carta.
Io sono pronto ad essere in cima al corteo se si dovesse decidere di andare a Firenze per dire NO al dissalatore con una valida alternativa, dopo avere fatto una grande manifestazione sull'isola con la presenza dei media locali e nazionali.
Distributore Carburante Scrivi a Distributore Carburante
Messaggio 94645 del 22.03.2019, 17:04
Provenienza: Isola d'Elba
Important!
Società ricerca distributore di carburante presso Isola d'Elba, in gestione o acquisto.

Per ulteriori info, scrivere mail all'indirizzo 20pippo18@gmail.com
RIFORMA DEL 118
Messaggio 94644 del 22.03.2019, 16:45
Riforma del 118: la voce del volontariato





Anpas, CRI e Misericordie, che sono parte integrante del sistema, hanno detto la loro in una conferenza stampa stamani a Firenze, per sgombrare il campo dalle affermazioni infondate ed inesatte circolate nelle ultime settimane
Il volontariato in Toscana ha sempre avuto un ruolo anticipatore nell’offrire risposte ai bisogni delle comunità. In campo sanitario fu la Misericordia di Firenze, nel 1977, insieme alle Pubbliche Assistenze e alla Croce Rossa, a mettere in strada le prime ambulanze con medico a bordo, quando ancora il 118 non era stato pensato. E tanto si era visto avanti che già da quegli anni erano state allestite ambulanze specifiche per le emergenze cardiache, le unità coronariche mobili.
Con l’avvento del 118 si è stabilita una collaborazione strettissima tra pubblico e volontariato e se nella nostra regione il livello del servizio è così alto lo si deve proprio alla presenza diffusa e capillare del volontariato sul territorio.
Oggi, di fronte alle nuove sfide, rappresentate dall’evoluzione della scienza medica, ma anche dalla situazione contingente di carenza dei medici, noi ci siamo rimessi in gioco, per il bene delle nostre comunità. Lo abbiamo fatto rispondendo prontamente alle richieste della Regione e dei direttori delle centrali operative, fornendo i dati sulla nostra presenza territoriale capillare, città per città, borgo per borgo. Il tutto finalizzato esclusivamente a consentire ai tecnici della Regione di ridisegnare il sistema di emergenza/urgenza territoriale, così da rispondere in maniera più efficiente ed efficace alle esigenze del cittadino.
Il senso era quello di contribuire alla predisposizione di uno studio preliminare, da condividere con tutti i soggetti attori del sistema, come i territori (i sindaci, ma anche le nostre associazioni) e come gli Ordini professionali dei medici e degli infermieri, che nessuno ha inteso escludere.
Abbiamo letto però una serie di prese di posizione, in alcuni casi anche scomposte, che ci hanno lasciato perplessi ed amareggiati.
Non ha senso parlare di privatizzazione o esternalizzazione del servizio per il fatto che si preveda un impegno del volontariato con modalità diverse rispetto al passato, perché altrimenti dovremmo dire che da sempre il servizio è privato e esternalizzato, visto che il sistema in Toscana è largamente basato sul volontariato, che è sinergico con il servizio sanitario regionale di cui, come sancito anche da una legge regionale, è parte integrante.
Non possiamo non notare che questa serie di attacchi è nata, pretestuosamente, quando ha preso il via la discussione per la revisione della legge regionale 25 che, risalendo all’ormai lontano 2001, necessita comprensibilmente di una profonda rivisitazione.

Bettini, Presidente Anpas Toscana
Alberto Corsinovi, Presidente Misericordie della Toscana
Pasquale Morano, Direttore CRI Toscana
[ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA