Pagina 1/1280: (1) [2] [3] [4] [5] [6] [] [»] LASCIA UN MESSAGGIO
Autore Messaggio
Che fine ha fatto l'informazione
Messaggio 95975 del 22.05.2019, 20:43
Complimenti a camminando, elbareport e quinews che finalmente danno info e filmati in tempo reale sulla nostra isola.... bei tempi quelli della televisione che trattava i nostri problemi con opinionisti, interviste con persone competenti , oggi ciò che ne rimane è uno spettacolo pessimo e sarebbe dignitoso chiudesse i battenti prima che......
Luciano Geri
Messaggio 95974 del 22.05.2019, 19:21
Dalla Arigalardo …….alla Zaccarì

Apprendo con relativo stupore la notizia rilasciata dal comune di Capoliveri e da Barbetti sulla nuova area parcheggio per Capoliveri in loc. Arigalardo dal momento che siamo prossimi alle elezioni. Vorrei ricordare agli scriventi se si ricordano per caso e ripeto solo per caso il mega progetto avente la stessa funzione in quel di Zaccarì . Avrebbe dovuto essere una nuova area parcheggio, posta su più livelli, con centinaia di posti auto e box, abbellita per un coerente inserimento con il contesto ambientale….ecc. Sappiamo tutti come è andata a finire, nessun parcheggio, nessun box, un disastro ambientale.
Posso aggiungere il disastro della palestra con il crollo del tetto, ricordo che allora scrissi un articolo dicendo che le due maxi opere di Barbetti erano “barate”.
Vorrei che i capoliveresi si soffermassero anche pochi secondi e immortalassero con una foto lo stato attuale dell’opera di Zaccarì promessa a suo tempo da Barbetti per rendersi conto della realtà, per confrontare le promesse elettorali con la cruda realtà . Anche se il verde ha nascosto un po lo scempio, il risultato è sempre lì.
Tanti a Capoliveri mi conoscono e sanno che non sono stato io a ridurre così il mega posteggio di Zaccarì, lo posso dimostrare in tutti i tribunali. Vorrei che ne tenessero conto anche alcune redazioni elbane !

Viva la libertà di stampa Hasta la victoria siempre
Luciano Geri
Rugggero Barbetti Sindaco
Messaggio 95973 del 22.05.2019, 17:50
LA CANZONE DI FALETTI “DA CASA MIA SI VEDE IL MARE” IN VERSIONE STRUMENTALE SU YOU TUBE

“Da casa mia si vede il mare”, la canzone scritta e musicata da Giorgio Faletti e dedicata all’Isola d’Elba è da qualche giorno on-line nella sua versione strumentale.A comunicarlo è il gruppo musicale “Oltre Le Nuvole” che ha potuto registrare la versione strumentale del noto brano che racconta in musica l’Isola d’Elba, grazie alla consolidata collaborazione con il musicista Lucio Fabbri (che ha curato anche gli arrangiamenti del brano di Faletti).“Da casa mia si vede il mare” si può ascoltare su You Tube e ancora sulla pagina facebook “Da casa mia si vede il mare”.Le immagini che accompagnano il video sono realizzate dal regista Stefano Muti.


IL CORRIERE ELBANO
Messaggio 95972 del 22.05.2019, 17:46

Il corriere Elbano Replica alla rettifica/smentita della Cosimo


La Cosimo de’ Medici ed il suo presidente hanno ritenuto opportuno rivolgersi ad un avvocato per smentire questa notizia. Ma il legale, l’avvocato Roberto Piccolo di Arezzo, forse un po’ digiuno dei termini previsti dalla legge sulla stampa (e anche poco acculturato visto che per due volte scrive bliz e non blitz), ha scelto una curiosa forma di trasmissione della sua lamentela. Non ha indirizzato la rettifica - smentita al nostro giornale, ma a tutti gli altri organi di stampa elbani. E già questo la dice lunga sul risultato che si voleva conseguire.
Ma andiamo al nocciolo della questione. Che la Cosimo de’ Medici sia sotto verifica da parte della Guardia di Finanza di Livorno, è certo e non discutibile. Si tratta di un’indagine aperta ormai da mesi e che ha portato le Fiamme Gialle più volte all’Elba per esaminare e acquisire documenti amministrativi e contabili.
La Cosimo de’ Medici può smentire di aver applicato nelle proprie fatture l’iva al 10% anziché al 22? E già che ci siamo: è vero o non è vero che tra le questioni oggetto di indagine c’è anche quella del presunto pagamento in “nero” di un dipendente?
Per concludere: è vero o non è vero che, malgrado le ripetute sollecitazioni da parte del Comune, la partecipata non ha ancora inviato l’ultimo bilancio?
Diamo appuntamento all’avvocato Piccolo e al presidente della Cosimo de’ Medici alla prossima smentita. Con un impegno, per evitare di far fare loro figuracce eviteremo nel futuro di usare parole straniere per definire le visite della Guardia di Finanza alla Cosimo de’ Medici.
X Lanera
Messaggio 95971 del 22.05.2019, 17:41
Eccoci di fronte all'ennesima campagna elettorale fatta sulla pelle della gente e, puntualmente, all'ennesima sparata dell'onnipresente candidato Lanera.
Se si permette, la Costituzione riconosce particolari diritti a tutti gli individui in quanto tali (art. 3) e non in base all'origine, per giunta equiparandoli, senza stabilire quindi chi prima e chi poi. Un buon sindaco, in rappresentanza della collettività e non di se stesso, deve combattere e garantire i diritti fondamentali dell'uomo perchè questo è il valore fondante della nostra terra.
Io non voglio che uno Zini, Lanera, Ferrari, Di Tursi etc etc ospitino queste persone, io esigo, come cittadino italiano, che facciano in tutti i modi per evitare situazioni di disagio e ghettizzazioni.

Prima gli istruiti. Prima l'italiano.
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 95970 del 22.05.2019, 17:36


Con una semplice ma commovente cerimonia, l’Amministrazione Comunale di Portoferraio ha intitolato nel pomeriggio di martedì 21 maggio il palatenda degli impianti sportivi di San Giovanni alla memoria di Damiano Damiani. Alla cerimonia, oltre alle autorità civili e militari, ha presenziato anche la famiglia dello scomparso.
“Abbiamo ritenuto doveroso, alla fine del nostro percorso amministrativo – ha commentato il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari – rispettare un impegno preso e ricordare con questa intitolazione la figura di uno sportivo di razza quale Damiano Damiani, deceduto prematuramente nel 2015 all’età di 66 anni”.
“Insegnante ed appassionato di sport, Damiano dal 2006 mise in atto la sua vera vocazione, che era quella di insegnare lo sport ai ragazzi. Fu responsabile delle squadre elbane di basket ai Giochi delle isole del 2007 ad Ajaccio, poi del 2009 a Palma di Maiorca. Fu poi dirigente di Elba Basket e della Polisportiva Elba '97, di cui era stato fra i fondatori e di cui era ancora vicepresidente. Damiano era uomo da palestra, adorava stare con i suoi ragazzi, e proprio per questo, secondo noi – ha concluso Mario Ferrari - va ricordato in questo luogo nella maniera più appropriata”.
CROCE VERDE
Messaggio 95969 del 22.05.2019, 17:29
ITALIA NOSTRA
Messaggio 95968 del 22.05.2019, 17:22


Ritornerà a La Pila, Campo nell'Elba, “Madonna con il Bambino e Santi”, dipinto seicentesco donato un anno fa dai proprietari Deborah e Diego Colombo a Italia Nostra a condizione che fosse restaurato. Sarà collocato nella Chiesa di San Martino. Il restauro è stato curato dall'università americana SACI Studio Arts College International di Firenze e in particolare dalla docente Roberta Lapucci, insieme col restauratore ligneo per la cornice, l’elbano Riccardo Mibelli. Li ringraziamo, a nome di tutti i soci della Sezione di Italia Nostra Arcipelago Toscano e dell’intera comunità, per l’impegno che profondono a favore della nostra associazione e dell'Elba.
La cerimonia è frutto di una vivace collaborazione tra Italia Nostra, l'Associazione Amici della Pila e il Circolo Culturale Le Macinelle e si avvale del Patrocinio del Comune di Campo nell'Elba.
Interverranno il Sindaco Davide Montauti e l'assessore alla Cultura, Comunicazione, Sociale, Rapporti con Enti e Associazioni Chiara Paolini.
Il parroco Don Mauro, nell’accogliere il quadro nella chiesina di San Martino, ne darà la benedizione.
Roberta Lapucci, elbana, storica dell’arte e restauratrice di fama internazionale, esperta di opere caravaggesche, presenterà le varie fasi del restauro. La relazione accademica del lavoro intrapreso da lei e con i suoi studenti completa la donazione.
Gianfranco Vanagolli, Presidente onorario di Italia Nostra Arcipelago Toscano, offrirà una panoramica delle opere sei-settecentesche più significative conservate nei nostri luoghi di culto.

Al termine seguirà una merenda conviviale offerta dall'Associazione Amici La Pila.
Italo Sapere Scrivi a Italo Sapere
Messaggio 95967 del 22.05.2019, 16:57
Provenienza: Mola - Porto Azzurro
In risposta a “Elettore” Messaggio 95923 del 21.05.2019, 19:04

Caro Elettore, afferma il vero dicendo che i problemi di Capoliveri non sono solo il dissalatore, e quei pochi che lei elenca, suppongo siano solo una parte.
Ed è ANCHE per questo, che non conoscendoli, ho detto NO a Cardelli & C. quando mi hanno proposto di fare prima l’assessore, poi il vicesindaco e per ultimo il capolista della lista antagonista a quella di Gelsi (Montagna ancora non c’era).
Pensi caro Elettore, Capoliveri ha corso il rischio di avere un capolista longonese! Ancora più incredibile è che Lei probabilmente avrebbe potuto anche darmi il suo voto.

Italo Sapere
X dalla periferia
Messaggio 95966 del 22.05.2019, 16:35
Provenienza: Portoferraio
Caro amico rilegga ciò che ha scritto, perché non ha detto niente di ciò che i cittadini vogliono sentire. Così come Zini continua a girare intorno al problema senza dire con trasparenza e chiarezza se avrà o non avrà alcuni soggetti in squadra. Perchè dire che la Giunta e le Partecipate saranno composte da persone che hanno lavorato e collaborato, potrebbe significare che potremmo vedere Andreoli perché mi ha più volte inviato degli sms chiedendo il voto, oppure Fratini perché ogni volta che mi trova mi da un volantino. Senza parlare di ciò che va dicendo il resto del gruppo delle cariatidi politiche. Insomma qualche certezza ce la potete dare?
Leonello Balestrini Tondi Scrivi a Leonello  Balestrini Tondi
Messaggio 95965 del 22.05.2019, 16:18
Provenienza: PortoferraioCosimo
COSIMO 500 ANNI DOPO


Nell'ambito degli eventi organizzati dall'Assessorato alla cultura del Comune di Portoferraio in onore di Cosimo I Granduca di Toscana , domani 23 maggio alle ore 16,30 presso la Sala della Gran Guardia in Portoferraio sara' presentata la 'passeggiata virtuale'
"COSIMO E LA PORTOFERRAIO DEL 500" a cura di Elisabetta Coltelli Coltelli e Silvio Pucci.
Ingresso libero.
LO ROSELLO
Messaggio 95964 del 22.05.2019, 15:07
Provenienza: Capoliveri
Udite udite!!!
Progetto Arigalardo fuori dopo anni a 3 giorni dalle elezioni, progetto che visti i risultati precedenti, non verra mai portato a termine, progetto dell era Ballerini riscaldato oggi, progetto di Zaccari trasportato ad Arigalardo!!!
Non e' che gli tocca la stessa fine?
Certo e' che le elezioni ci vorrebbero ogni 3 mesi!
Ahhhh ahhhhh ahhhh
Avv. Laura Di Fazio
Messaggio 95963 del 22.05.2019, 14:52
Provenienza: Capoliveri
RISPOSTA A RUGGERO BARBETTI

Gentile dott. Barbetti, leggo con una punta di divertimento le frasi che lei ha ritenuto di rivolgere al mio intervento del 18 maggio u.s. all'Edicola Elbana Show.
Tuttavia, avendomi chiamata in campo su un tema che considero di estrema delicatezza, procedo doverosamente alle repliche del caso, sperando di essere ancora più chiara per lei, visto che le persone che hanno visionato il filmato ne hanno esattamente compreso spirito e contenuti.
L’intervento che non ha certo puntato a spiegare la complessità del progetto relativo al dissalatore, si è prefisso di esporre in maniera succinta e comprensibile ai non addetti ai lavori - quale lei si pregia invece di essere - il semplice, essenziale e veritiero percorso cronologico degli eventi, documentato da atti provenienti da pubbliche autorità.
A tutti è ben chiaro che l’atto emesso di recente dal Comune di Capoliveri a distanza di quasi due anni dall'approvazione del progetto, si palesa evidentemente come strumentale e connesso a fini elettorali, mentre la strada maestra da seguire avrebbe dovuto essere l’espressione di un motivato ed inequivoco dissenso al progetto del dissalatore a mente della legge 1990 n 241.
Di certo non posso essere ritenuta responsabile di non aver assunto atti politici rispetto ai quali non avevo alcuna legittimazione; mi sono invece pienamente riconosciuta nelle argomentazioni sviluppate dal Comitato No al dissalatore a difesa del nostro territorio e da lei a lungo ignorate o addirittura contrastate.
Da ultimo le rammento che la residenza anagrafica non mi ha mai impedito di presenziare ad ogni impegno professionale all'isola d’Elba, esistendo treni, autovetture e, per quanto molto cari, traghetti. Rispedisco perciò con garbo al mittente le osservazioni da lei svolte sul punto posto che - non me voglia – ritengo affette, queste sì, da una certa superficialità ed anche faziosità.

Come sempre cordialmente, avv. Laura Di Fazio
Incredibile
Messaggio 95962 del 22.05.2019, 14:20
Provenienza: Monte Capanne
Come e' possibile che la conduzione della GAT dell'Isola d'Elba si affidata ad una persona che scrive e dichiara ognidove: PRIMA CAPOLIVERI.
Qualcuno mi spieghi il perche', perche' non capisco.
Se ama Capoliveri e desidera Capoliveri prima degli altri, come puo' amare gli altri paesi dell'Elba e quindi gestire la Gat comprensoriale?
SI VIAGGIARE....
Messaggio 95961 del 22.05.2019, 14:08
Provenienza: Redazione
CHI, COME E QUANDO DOVRA’ PENSARE AI GIOVANI CENTAURI CHE VOGLIONO ACQUISIRE IL “PATENTINO” ………DOVRANNO ANDARE A GROSSETO?

Da un’intervista a Paola, titolare della scuola guida, sono emerse le preoccupazioni riguardo la sorte di coloro che vogliono conseguire la patente per i veicoli a due ruote: sul territorio mancano, al momento, spazi idonei da questo ne può conseguire la trasferta dei nostri ragazzi a Grosseto o a Lucca visto che né la Motorizzazione di Livorno, né quella di Pisa hanno circuiti rispondenti alla normativa.
L’autoscuola si è dotata di un terreno a ciò destinato, la Prefettura ha condiviso tale necessità, il Direttore della Motorizzazione ha ritenuto il progetto conforme alla normativa, la Sovrintendenza ha dato l’assenso.
Tale progetto giace in Comune senza poterlo rendere esecutivo.
I candidati sindaci, certamente informati sullo strumento urbanistico, che risposte pensano di dare in merito ad un argomento di interesse dell’intera collettività elbana?
camminando.org si è interessato pervoi....

AMMINISTRATIVE 2019
Messaggio 95960 del 22.05.2019, 14:00
CINEMA TEATRO FLAMINGO
Messaggio 95959 del 22.05.2019, 13:35
Provenienza: CAPOLIVERI
LISTA MELONI SINDACO
Messaggio 95958 del 22.05.2019, 13:33
L’isola d’Elba costituisce un modello sanitario complesso, con peculiarità che lo rendono unico su tutto il territorio regionale. La lontananza dalla terra ferma e l’enorme flusso turistico estivo rappresentano due elementi in grado di mettere in ginocchio il precario equilibrio del sistema. L’organizzazione e lo stanziamento delle risorse dipendono esclusivamente dell’Azienda Sanitaria – USL Toscana Nord-Ovest, che agisce in maniera del tutto autonoma dell’Amministrazione Comunale. Tuttavia è compito di quest’ultima cercare di indirizzare le poche risorse disponibili verso quelli che sono i maggiori fabbisogni dei cittadini elbani e facilitare, mediante infrastrutture adeguate, la sostenibilità della sanità dell’isola.
L’organo preposto alla comunicazione tra amministrazioni locali e Azienda Sanitaria è la “conferenza dei sindaci”; quest’ultima, vista la centralità del presidio ospedaliero di Portoferraio, riteniamo debba tornare ad essere capitanata dal futuro Sindaco di Portoferraio.
La sanità elbana viene spesso additata come inefficiente e di scarsa qualità, ma riteniamo ci siano le basi per poter contribuire a creare un modello sanitario che rappresenti un fiore all’occhiello per la Regione.
La presenza all’interno della Lista Meloni Sindaco di persone che vivono la realtà ospedaliera quotidianamente da anni rappresenta uno dei nostri punti di forza. Tra i nostri obiettivi ci sarà quello di intavolare un confronto continuo ed aperto tra Amministrazioni Locali e Azienda Sanitaria per provare a risolvere le principali problematiche e far riacquistare fiducia verso un sistema irrinunciabile come quello sanitario.
Il Comune potrebbe fare la sua parte garantendo un più facile accesso a foresterie da parte di personale sanitario non residente sull'isola; al contrario di come si crede, la gestione dei servizi offerta da medici e personale provenienti da centri di terzo livello aumenta la qualità dei servizi erogati, e questo dovrebbe essere un modello a cui tendere.
La conferenza dei Sindaci dovrà farsi portavoce dei cittadini esprimendo le difficoltà che ogni elbano ha nel rapportarsi con la sanità, proponendo progetti organizzativi atti alla risoluzione di tali problematiche, vedasi ad esempio il sostegno alle famiglie costrette in ospedali del continente o i viaggi per i cd servizi sociali. Dovrà essere istituita una Casa della Salute e dovremo immediatamente arrivarci per trovare soluzioni per aprire una Casa di Accoglienza per le vittime di violenza domestica per evitargli il trauma del trasferimento fuori Elba.
Conosciamo bene le necessità della popolazione perché siamo in primis cittadini tra i nostri concittadini e vorremmo semplificare i percorsi e i “viaggi” degli Elbani…
Un percorso complesso certamente, ma il nostro motto è “o porti una soluzione o anche tu sei parte del problema!” e noi di soluzioni ne abbiamo molte.
portoferraio.melonisindaco@gmail.com
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 95957 del 22.05.2019, 13:30
Provenienza: <laursa Berti ass. politiche giovanili
L’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Portoferraio ha aderito al Progetto “Centomila orti in Toscana”.

Il progetto prevede la realizzazione di orti urbani, ossia aree attrezzate finalizzate alla coltivazione orticola domestica attraverso modalità gestionali e di fruizione che favoriscano anche momenti di socializzazione, di incontro e scambio intergenerazionale. Con determinazione Area 1 n. 67 del 13/05/2019 sono stati pubblicati in questi giorni l’Avviso pubblico, il Regolamento ed il modulo per la domanda di affidamento. Le domande dovranno pervenire agli uffici comunali entro il 15 giugno 2019.
In particolare, il bando definirà una graduatoria per l’assegnazione di 26 spazi di circa 25 metri quadrati ciascuno, da coltivare esclusivamente per uso familiare.
Fra questi, ci saranno i cosiddetti “orti didattici”, da utilizzare per avvicinare i giovani alla conoscenza e al piacere di coltivare la terra, e gli “orti terapeutici”, dedicati alle coltivazioni ortofrutticole per l’integrazione di persone svantaggiate o anche quale supporto in processi terapeutici di riabilitazione fisica e psichica.
“Abbiamo stabilito nel criterio di assegnazione dei punteggi – fa sapere l’assessore alle politiche giovanili del comune di Portoferraio, Laura Berti – di assegnare un punteggio superiore ai cittadini fra i 18 e i 40 anni, per favorire proprio le persone più giovani, nello spirito del progetto regionale ‘Centomila orti in Toscana’. Oltretutto – ha concluso l’assessore – il 5% degli orti assegnati sarà destinato alle scuole, proprio per incentivare nei ragazzi la conoscenza delle attività agricole e l’importanza di riscoprire i valori della terra, con tutti i risvolti sociali legati a questa attività”.
Luigi Lanera FdI
Messaggio 95956 del 22.05.2019, 13:26
MIGRANTI AL CANTIERINO



A seguito del Bliz organizzato dal sindaco Ferrari questa mattina alle ore 06 per contrastare L immigrazione clandestina , voglio esprimergli un pubblico plauso e anche all'assessore De Santi che insieme al sindaco sono andati personalmente con la polizia urbana a bonificare le zone del Cantierino e di Palazzo Coppedè occupate abusivamente da persone senza fissa dimora. Mi chiedo a questo punto se i candidati che si sono dichiarati favorevoli all'accoglienza dei migranti nel pubblico dibattito ai Vigilanti vorranno mettere in pratica quello che hanno affermato. Si attivino per l'accoglienza di queste persone che non possono occupare abusivamente aree comunali chiuse e che vivono in condizioni igieniche inaccettabili. Tutti sanno tutto da sempre e nessuno è mai intervenuto! Ora questi candidati Di Tursi , Zini è Meloni favorevoli all accoglienza devono dimostrare con la realtà dei fatti quello che hanno dichiarato pubblicamente e ci facessero vedere come risolvono queste situazioni , ma attenzione: che si aiutino per primi gli italiani, questo è il mio pensiero.

Luigi Lanera candidato a sindaco di Portoferraio
Rugggero Barbetti Sindaco
Messaggio 95955 del 22.05.2019, 13:20
UNA NUOVA AREA PARCHEGGIO PER CAPOLIVERI. SORGERÀ IN LOCALITÀ ARIGALARDO ED OSPITERÀ ANCHE UN’AMPIA AREA VERDE, CON PARCO GIOCHI PER BAMBINI, AD UN PASSO DAL CENTRO STORICO.




Cinque livelli, trecentoventi posti auto e trenta box: è quanto prevede il progetto della nuova area parcheggio che sorgerà a Capoliveri, in località Arigalardo.
L’intervento, progettato dallo studio dell’Architetto Gino Vai di Portoferraio, costituisce un’importante opera di riqualificazione di un’area periurbana di Capoliveri e servirà non solo a dotare il paese di un’indispensabile superficie da destinare a posti auto, ma altresì a inserire nel contesto urbano una nuova area verde che sarà spazio aperto, a pochi passi dal centro storico, fruibile da tutta la comunità come parco giochi per bambini, in un più ampio progetto di valorizzazione di questa zona del paese dove recentemente è stato realizzato anche il progetto di riqualificazione della vecchia strada della Madonna delle Grazie.
“Il progetto – spiegano dall’ufficio tecnico del Comune di Capoliveri – prevede la realizzazione di tre piani coperti e due scoperti per una superficie utile di oltre 3.000 mq.
Ci saranno 320 posti auto, oltre ai 30 box chiusi che saranno assegnati ai proprietari di immobili del centro storico che ne faranno richiesta partecipando al relativo bando. All’interno sarà installato un ascensore e saranno realizzati servizi igienici a disposizione anche di chi fruisce dell’area verde destinata a parco giochi per bambini che si svilupperà all’esterno, in soluzione di continuità con l’area parking Arigalardo.
Tutta la struttura sarà abbellita da un rivestimento in pietra naturale e verde verticale per un più coerente inserimento con il contesto ambientale in cui andrà a realizzasi l’intervento”.
dalla periferia...x cetto
Messaggio 95954 del 22.05.2019, 12:48
Provenienza: ELBA
"Apprendo da diversi cittadini con cu parliamo in questa campagna elettorale che esponenti e candidati delle liste concorrenti vanno dicendo falsità e avanzando provocazioni sulla composizione della Giunta in caso di vittoria della lista Cosmopoli Rinasce.
Ribadisco in modo inequivocabile che Cosmopoli Rinasce è una lista civica, trasversale, non partitica, che accoglie al suo interno anime e idee culturali diverse e non risponde ad alcuna logica spartitoria. Se i cittadini ci premieranno, nella Giunta ci saranno persone che hanno condiviso e lavorato per costruire questo percorso e questa esperienza, ed è assolutamente falso e offensivo dire che sotto le apparenze ci siano intrallazzi o posti già assegnati a chicchessia. Chi utilizza queste bassezze non ha altri elementi da proporre ai cittadini.

POVERO cetto,cosa deve fare di piu Zini,venirtelo a dire in un orecchio....leggi tutto in questi giorni e non solo quello che fa comodo a te..
Florio Pacini Scrivi a Florio Pacini
Messaggio 95953 del 22.05.2019, 12:37
Provenienza: Isola D'Elba
Le comiche finali!
Ieri Il Corriere Elbano sembra abbia denigrato la Cosimo Dei Medici. Niente di nuovo da anni Il Corriere Elbano denigra l'Elba per favorire il proprio editore (alberghi, imprenditori, associazioni ecc tutte vittime dei suoi interessi). Quello che non è stato chiaro da subito: Che "minchia" di interesse. Ha l'editore del Corriere sulla Cosimo dei Medici? La Cosimo s occupa della darsena e non del porto commerciale. La notizia (rivelatasi falsa) diceva, la finanza, è nuovamente in azione nella sede della Cosimo per le malefatte della stessa. A togliere ogni dubbio sullo scopo ci ha pensato il candidato Luigi Lanera (che come si diceva da bimbi): Chi per primo la sentita dal suo ...... è uscita! Infatti la notizia, con grande clamore la riportata proprio il buon Luigi. Il candidato sindaco ha sicuramente interessi sulla darsena, a dare una mano ci ha pensato l'amico editore divulgando una fuck new. Tanto eventualmente il conto è pagato dal direttore. Dopo il titolo (non chiarito) di comandante di lungo corso e la notizia del Corriere... alla grazia della lista trasparente.
Caro Luigi fatti non pugnette. Florio Pacini
Mario Ferrari sindaco
Messaggio 95952 del 22.05.2019, 12:31
LIBERATI DAL DEGRADO E DA ABUSIVE OCCUPAZIONI COPPEDE' E CANTIERINO




Con un blitz effettuato alle prime luci dell’alba di mercoledì 22 maggio il comune di Portoferraio ha sgomberato alcune zone demaniali del Cantierino di Viale Tesei e di Palazzo Coppedè che erano state trasformate in dormitorio da parte di una decina di persone senza fissa dimora.
Le zone di proprietà comunale abusivamente occupate, in condizioni igieniche precarie, sono state sgomberate e – dopo un intervento di pulizia da parte di ESA - opportunamente chiuse e sigillate per impedirne ulteriormente l’accesso. Particolarmente rilevante il degrado all’interno di Palazzo Coppedè, dove gli occupanti abusivi hanno trasformato l’interno del vano scale in una vera e propria discarica di rifiuti, creando una situazione igienico sanitaria davvero preoccupante: purtroppo, le immagini fotografiche allegate a questo comunicato non rendono a sufficienza l’idea.
Non è la prima volta che l’amministrazione Ferrari effettua operazioni di questo tipo, a tutela dell’igiene e della sicurezza pubblica ma anche delle stesse persone che occupano abusivamente queste zone degradate e prive di servizi igienici e delle minime condizioni di decenza.
Alle operazione di sgombero e di chiusura delle aree hanno partecipato personalmente, insieme alla Polizia Municipale, il sindaco Mario Ferrari e l’assessore al demanio Claudio De Santi.
“Si tratta di una situazione intollerabile e colpevolmente ignorata da tutti – hanno commentato Ferrari e De Santi – in questa campagna elettorale dove tutti cercano di mettersi il ‘bollino’ del centrodestra nessuno ha mai affrontato questo problema, anzi proprio alcuni candidati di centrodestra in un dibattito pubblico si sono detti favorevoli all’accoglienza dei migranti. Altrettanto latitanti però – continuano sindaco e assessore - devono essere considerate anche quelle associazioni che predicano l’accoglienza e che poi lasciano che si verifichino situazioni di questo genere. Alla luce della impossibilità di tollerare violazioni di legge che rappresentino rischio per l’igiene e la conseguente sicurezza pubblica, è proprio alle associazioni che va il nostro appello – concludono Mario Ferrari e Claudio De Santi – affinchè facciano seguire i fatti alle parole e dimostrino subito e concretamente la propria sensibilità verso queste persone. Dando ovviamente la priorità agli italiani, prima si pensi a sistemare queste situazioni sotto gli occhi di tutti, e poi all’accoglienza, quando necessaria e dovuta a livello umanitario”.
Riccardo Nurra
Messaggio 95951 del 22.05.2019, 12:17
CHIACCHIERE E...FATTI


Caro architetto Ferrari, non intendo più continuare questa oramai inutile polemica, anche perchè le sue risposte sono troppo lunghe e la gente non capisce o non si vuole far capire.
Ma più che le chiacchiere sono i fatti quelli che contano e allora domando: è vero che Lei architetto Ferrari, ad ottobre 2013 è stato messo in mora dal Segretario Generale del Comune di Portoferraio, su incarico della Corte dei Conti per debiti dell'Unione dei Comuni ?
E' vero che nel febbraio 2014 si è candidato sindaco proprio nel Comune dal quale aveva ricevuto la messa in mora ?
E' vero che quando ha composto la squadra per le elezioni e poi dopo, ha tenuto nascosto ai suoi collaboratori di essere sottoposto ad una messa in mora ?
E' vero che nell'aprile 2018, se non veniva fuori con la lettera anonima la storia della messa in mora, questa andava in prescrizione perchè scaduti 5 anni e invece così è stata rinnovata ?
Questi particolari, a parte tutto il resto, sono stati per me, un indice di mancanza di lealtà e più che sufficienti per perdere la fiducia e uscire dalla maggioranza.,
Caro architetto, so che non sopporta critiche sul suo operato e per il suo comportamento, ma se un sindaco uscente dopo averlo annunciato, non si ricandida o non riesce a trovare una squadra che lo sostenga, non rende pubblico l'operato del suo mandato, e ...ciliegina sulla torta, convoca il Consiglio Comunale lo stesso giorno delle elezioni, deve riconoscere di aver fallito, senza scaricare colpe immaginarie sugli altri.

Nurra
Luciano Geri
Messaggio 95950 del 22.05.2019, 12:13
Sentite condoglianze a tutta la famiglia dell’amico Donatello, lo ricorderemo sempre con affetto.
Luciano Geri
Svergliamoci perDio
Messaggio 95949 del 22.05.2019, 12:06
Le giro il testo:
Qualcuno sa spiegarmi il contenuto dell’articolo “Zini: falsità su di me e sulla giunta”.
Lo Zini ci propina una potente supercazzola con la quale accusa gli altri di dire falsità e di avanzare provocazioni sulla composizione della sua futura Giunta. Peccato che non si prenda la briga di smentire quelle voci che vedrebbero i vari Peria, Lupi, Andreoli, Pellegrini, Giuzio e Fratini sedersi sulle poltrone della biscotteria e delle varie partecipate.
Certo, i nomi sono molti, ma i vincoli di partito lo sono altrettanto e...forse il nuovo carrozzone, una “fondazione culturale”, 100% partecipata dal Comune di Portoferraio, servirà proprio allo scopo di creare nuovi posti per i "vecchi" amici di lungo corso.
Se ció non fosse vero, Zini ben avrebbe potuto uscire con una smentita, secca e netta, e invece così non è stato, perché questi posti, evidentemente, sono davvero stati già assegnati.
Svegliamoci!
Cetto La Qualunque
AMMINISTRATIVE 2019
Messaggio 95948 del 22.05.2019, 12:00
Acqua all’Elba
Messaggio 95947 del 22.05.2019, 11:42
Provenienza: Portoferraio
Sono d’accordissimo con AccadueO, spendere camiate di soldi pubblici per trovare acqua che poi buttiamo via, come minimo è da imbecilli.
Prima si tappino i buchi e poi cerchiamo altra acqua.
Mauro
adriano Luperini Scrivi a adriano Luperini
Messaggio 95946 del 22.05.2019, 11:34
Provenienza: Capoliveri
CONSIDERAZIONI SULLE 2 LISTE: MONTAGNA
Mi pare una lista un po' rabberciata,fatta a seguito di tanti rifiuti.Alla fine il compagno di merende copre il fallimento.Quattro personaggi della lista:
Censi,Ridi,Di Fazio,Castellacci non saranno mai presenti a decidere le sorti del paese.Probabilmente non hanno redatto e non conoscono il loro stesso programma:se ne eleggerebbero 12 per averne 8 e forse 7.
Non ci si presenta al paese in questo stato.Non si ha credibilità,l'elettorato non è così pirlone. Se aggiungiamo la qualità e le capacità che potrebbe esprimere la giunta abbiamo scoperto l'acqua calda.Affari,Affari,Affari.
Lo stesso Montagna ha dichiarato:"per la mia ventennale esperienza nel campo delle costruzioni mi occupero' di edizia privata."L'altro,il vice, che presenta 100 cambi d'uso 100 allarmando una parte della popolazione facendo credere ad una imminente falsa scadenza:insomma si propone come il salvatore per una situazione inesistente,pur di carpire il voto a qualche sprovveduto.Questo si chiama voto di scambio ed è un atto punito dal codice penale.Devo constatare che questi signori hanno veramente uno scarso senso della legalità,tanto scarso da aver creato decine di cantieri abusivi,ville privateeultim0 abuso: la costruzione vicino la farmacia.IL MARCHIO DI PAESE ABUSIVO CAPOLIVERI NON LO VUOLE.
AMMINISTRATIVE 2019
Messaggio 95945 del 22.05.2019, 11:15
Marcello Meneghin Scrivi a Marcello Meneghin
Messaggio 95944 del 22.05.2019, 11:07
Provenienza: Mestre
ACQUEDOTTO - TANTI CONSIGLI UTILI

Riscontro messaggio x Meneghin n. 95928 del 22.05.2019, 00:14 
Provenienza: Portoferraio

La ringrazio per i suggerimenti, però devo segnalare alcune difficoltà seguendo gli argomenti da lei seganlati.

1) È possibile tappare i buchi della rete dell'acquedotto ma con costi iperbolici e risultati scadenti. In pratica bisognerebbe rifare tutto ex novo compresi gli allacciamenti privati che sono a carico degli utenti e sulla base di nouovi e differenti schemi idraulici. Ci sono molti acquedotti che essendo montani come i vostri, il problema lo hanno risolto facilmente turando solo le grosse falle e soprattutto avendo tanta acqua buona ed a costo vicino allo zero. Con queste premesse se ne infischiano delle perdite. L’acquedotto dell’ Elba cosí piccolo non giustifica spese enormi con risultati finali dubbi causati dai forti dislivelli del terreno. Anche qui bisognerebbe fare come in tutti i territori montani e cioè disporre di tanta acqua a costi bassi, limitare le riparazioni alle grosse perdite come si fa ora e tollerare le perdite anche se di entità piuttosto elevata. Il guaio è che si fa esattamente il contrario. Non si accumula l'acqua piovana che sarebbe di costo prossimo allo zero invece si disssala l'acqua del mare a costi elevatissimi per disperderne subito oltre la metà in quelle perdite che possono praticamente considerarsi impossibili da evitare o da ridurre drasticamente.
2) Lotta senza quartiere agli sprechi . Questa è un’azione opportuna da promuovere
3) Recupero delle acque reflue. Anche in questo settore all’Elba sussistono grosse difficoltà. Attualmente le condotte a mare di scarico fognario sono numerose. Per riusarle a scopo potabile occorrerebbe costruire un numero imprecisato di impianti di potabilizzazione. Invece per attuare razionalmente questa regola consigliatissima, bisognerebbe prima unificare il sistema fognario costruendo, come è stato fatto al lago di Garda, una condotta che circondi tutta l’Isola per intercettare tutti gli scarichi a mare ed unificare il sistema fognario in modo da avere solo uno o al massimo due impianti di depurazione dell’acque reflue. Allora sarebbe facile e produttivo potabilizzare tali acque a scopo potabile
4) Incentivi per far raccogliere ai privati l’acqua piovana.In questo campo si potrebbe comunque ottenere buoni risultati. Penso che questa iniziativa avrà successo soprattutto quando cominceranno ad arrivare le salatissime bollette dell’acqua desalinizzata e per di più dispersa per il 50% in mare
5) differenziazione dell'acqua potabile da quella per i servizi. Questo provvedimento è stato sperimentato più volte soprattutto in Francia da parte della “Compagnie generle des Eaux” presso la quale ho lavorato anch’io per più decenni nella sua sede di Veneziana. Tali esperimenti dopo poco tempo sono stati abbandonati per le difficoltà e soprattutto i costi non giustificati dai risultati.

Finisco con un mio parere. All’Elba non si risolvono i problemi importanti se non sbattendovi contro il naso. Pensi che si dovevano costruire 21 laghetti ovviamente con annessi altrettanti impianti di trattamento dell’acqua. Per fortuna se ne è costruito subito uno chiamato laghetto Condotto il cui risultato nullo ha fatto abbandonare il progetto e gli altri 20 non si costruiranno mai come non si costruiranno mai gli annessi impianti di trattamento dell'acqua. La stessa cosa potrebbe accadere con il dissalatore che sarà costruito con elementi affiancati ognuno di soli 20 l/sec di produzione. Ormai è cosa certa: partirà la costruzione del dissalatore. C’è da augurarsi che si costruisca il primo da soli 20 l/serc per accorgersi dell’errore ed abbandonare subito gli altri tre elementi necessari per raggiungere gli 80 l/sec previsti.
Io non conosco affatto i dissalatori perchè tutti gli acquedotti italiani compresi quelli dove ho lavorato io e fatta eccezione per qualche caso isolato hanno possibilità di essere alimentati con acqua che esclude la desalinizzazione dell'acqua di mare. Io però conosco bene le falde dove captano pozzi come quelli di Mola . Ebbene quando ho letto che, per la necessaria rimineralizzazione dell’acqua che esce dal desalinizzatore assolutamente priva di sali e quindi non potabile, si pensa di utilizzare, non già i norrmali prodotti chimici, ma invece l’acqua di detti pozzi perché di per sé ricca di sale, allora sono rabbrividito. Ancora adesso mi chiedo come potranno utilizzare, per un processo chimico così importante di riminerlizzazione, come potranno utilizzare l’acqua dei pozzi di Mola la quale cambia continuamente giorno per giorno, direi addirittura ora per lora il suo tenore di sale in funzione del tempo, in funzione della depressione di falda. Mi piacerebbe tanto che qualcuno mi spiegasse come potrà avvenire questo processo chimico! Chiaramente qualora si trattasse di un vero successo di rimineralizzazione ottenuta per sempèlice miscelazione con acqua salmastra di pozzo, allora avremmo già una bella prova di ottimo funzionamento del futuro desalinizzatore anche considerandolo nella sua fase definiitiva,
CERAMICHE PASTORELLI
Messaggio 95943 del 22.05.2019, 11:00
L.V. Condoglianze
Messaggio 95942 del 22.05.2019, 10:49
Provenienza: Portoazzurro
Ciao Fabrizio ho appena appreso della scomparsa di Donatello, compagno di tante battaglie sui campi di calcio.....non ci sono parole R.I.P. condoglianze alla fam. Martorella.
Deluso da Montagna 2
Messaggio 95941 del 22.05.2019, 10:33
Provenienza: Capoliveri
Mi è stato riferito che il Sindaco Barbetti ha pubblicato il mio intervento su FB; premetto che non frequento i social, comunque ritengo che se lo ha fatto vuol dire che lo ha letto e forse ha trovato le mie osservazioni quanto meno assennate.
D'altra parte saper ascoltare è la prima virtù di un politico.
Ne garantisce la durata nel tempo e lo sviluppo dell'empatia con il proprio elettorato e/o cittadinanza. Faccio questa precisazione perché, come ho già detto, sono stato (ed a questo punto sarò ancora) un suo elettore pur essendo una persona di sinistra; e noi capoliveresi di sinistra abbiamo in un certo senso rappresentato la sua fortuna politica. Ha spesso vinto con maggioranze bulgare (perdonatemi un riferimento forse un po' di parte) proprio grazie al nostro voto, Tanto che spesso molti dei "suoi" fedeli scudieri l'hanno accusato di dedicare fin troppo tempo alle problematiche di noi " sinistri". E qui purtroppo il discorso scivola verso la problematica del dissalatore.
Mi domando: perché una lista (Montagna) che contiene al suo interno, diciamolo senza timore, l'espressione della sinistra ufficiale di Capoliveri, non è riuscita a candidare Sapere, il presidente del comitato contro il dissalatore, pur avendoglielo chiesto ripetutamente in tutte le lingue a partire dallo scorso inverno? (E questo lo sanno tutti quelli che hanno partecipato alle riunioni del comitato!!!!!) Certo non c'era Montagna che a quel tempo era ancora intento a preparare con Barbetti e Gelsi la lista per queste amministrative (strana la vita...). In effetti c'erano Cardelli babbo e talvolta anche Ballerini che si mostravano molto interessati a questo nuovo personaggio, un politico di razza, proveniente da ... Porto Azzurro! Si avete sentito bene, Porto Azzurro! In barba alla storica rivalità! Infatti gli hanno proposto tutto quello che avrebbe potuto desiderare. Di certo il posto da vice sindaco e poi anche quello da Sindaco! Intanto Montagna continuava ad essere (forse) ignaro di tutto mentre amministrava tranquillamente con Barbetti e Cardelli figlio. Boh? (E poi ci domandiamo perché la sinistra se la passa male...! ).
Dicevamo, perché non sono riusciti a convincere il presidente di un comitato a presiedere una lista politica che porta il nome del comitato stesso? Perché ha deciso di fare una cosa (solo) apparentemente assurda candidandosi con Gelsi? Perché chi lo voleva sindaco, oggi lo definisce incompatibile, inadeguato o chissà cos'altro?
E qui purtroppo torniamo ai problemi della sinistra Toscana.
Il Sapere si è accorto che con quella lista appoggiata dalla (mia) sinistra il comitato sarebbe stato massacrato dai colpi provenienti da oltremare. Questo perché, diciamocelo, il nostro difetto principale è quello di chinare la testa con troppa facilità quando arrivano i grandi capi, spesso anche contro il nostro interesse (unico sindaco della storia elbana in grado di battersi contro i vertici del partito è stato Fratini, ma qui si parla di giganti, mentre noi abbiamo a che fare con dei nani).
Allora forse si capisce perché Sapere ha scelto la lista di Gelsi (per avere qualche speranza in più di poter almeno provare a combattere) e si capisce anche perché Geri voglia distruggere il comitato. E si capisce anche il perché di tanta cattiveria verso una persona, Sapere, che ha dedicato due anni della sua vita per una giusta causa.
Ma l'importante, come dicono Cardelli babbo e Cardelli figlio, è stare al potere e tutto il resto non conta. Le" cause" si sposano finché portano voti, poi si abbandonano come carta straccia.
Come hanno fatto con le persone con le quali si amministra per anni.
A proposito, è per questo che la mia sinistra se la passa male. Ed è per questo che continuerò a votare Barbetti, almeno fino al giorno in cui arriverà un vero leader alternativo! Lo aspettiamo dal '90. Prima o poi arriverà. In fondo si tratta solo di statistica.
AMMINISTRATIVE 2019
Messaggio 95940 del 22.05.2019, 10:15
GRUPPO NOCENTINI
Messaggio 95939 del 22.05.2019, 09:45
Fabio
Messaggio 95938 del 22.05.2019, 09:45
Provenienza: Isola d'Elba
Sabato sversamento fognario alle terme, e al campo sportivo di San Giovanni. Effettuata chiamata ai vigili urbani "assenti".. Al numero verde di ASA alle ore 7:35. Verso le 9:30 nessun operatore o tecnico si è presentato. Richiamato il num verde che in toni labronici molto scocciato mi ha fatto presente che la "pratica" è quindi eventuali ritardi o responsabilita' sono della Ditta appaltante. Ditta che alle 10 circa, è arrivata e con solerzia ha "aspirato" il possibile.. Resta il fatto che Asa non ha nessun addetto alla fognatura sull'isola d'Elba.. Nonostante i 500 esuberi dichiarati dall'azienda stessa.. Amministratoriii.. Ci penserà lo Zini a mettere al loro posto i compagnucci di Livorno.. AUUU!
LA BUONA CUCINA ISOLANA
Messaggio 95937 del 22.05.2019, 09:30
AUTOSPURGHI ELBANI
Messaggio 95936 del 22.05.2019, 09:00
CASA SICURA
Messaggio 95935 del 22.05.2019, 08:45

AMMINISTRATIVE 2019
Messaggio 95934 del 22.05.2019, 08:12
AMMINISTRATIVE 2019 PORTOFERRAIO."
10 MINUTI CON......." ANGELO DEL MASTRO " candidato per la lista "SIMONE MELONI SINDACO"

LISTA MELONI SINDACO
Messaggio 95933 del 22.05.2019, 08:06
La lista civica Simone Meloni Sindaco ha preso a cuore il grave problema espresso dall’Autoscuola Elba. Quando si tratta di una questione di interesse pubblico, dove a rimetterci sono i nostri figli che, dovendo conseguire il cosiddetto “patentino”, saranno costretti a spostarsi in continente con notevoli disagi sia per loro, che per le loro famiglie, la pubblica amministrazione e la burocrazia devono necessariamente intervenire.
Il nostro candidato Sindaco Simone Meloni aveva già espresso il suo parere nel dibattito organizzato dalla CNA, dove aveva evidenziato i disagi che i giovani portoferraiesi e le loro famiglie sarebbero state costretti a subire loro malgrado. Ragion per cui siamo assolutamente favorevoli affinché la pista per le esercitazioni e il conseguimento delle patenti di guida si realizzi nel più breve tempo possibile, questo sarà il nostro impegno.
PROMUOVI LA TUA AZIENDA
Messaggio 95932 del 22.05.2019, 08:00


BLU NAVY
Messaggio 95931 del 22.05.2019, 06:00


LA TUA BANCA
Messaggio 95930 del 22.05.2019, 05:00


CEBA SERVIZI s.r.l
Messaggio 95929 del 22.05.2019, 04:00
x Meneghin
Messaggio 95928 del 22.05.2019, 00:14
Provenienza: Portoferraio
Avessi il potere d'intervento sulla distribuzione idrica, prima di pensare ai dissalatori ed ai trafori farei:
1) tappare i buchi della rete
2) lotta senza quartiere agli sprechi
3) recupero delle acque reflue
4) incentivi per la raccolta dell'acqua piovana
5) differenziazione dell'acqua potabile da quella per i servizi

dopodiché, rifatto il punto della situazione, studiare delle soluzioni che assicurino portate sufficienti al fabbisogno e soprattutto la continuità del servizio tenendo a debita distanza cialtroni e mammane.
Che senso avrebbe altrimenti spendere quattrini per sprecare l'acqua se non quello di far fare affari d'oro ai trapananti di turno?
AccadueO
Luciano Geri
Messaggio 95927 del 21.05.2019, 21:04
REPLICA A RUGGERO BARBETTI

Non pensavo di crearti problemi in tal modo ( ti sentivano dal campo sportivo).
Pensavo che leggendo la mia risposta tu esprimessi nei miei confronti soddisfazione e solidarietà dal momento che mi sono limitato a rispondere ad una frase, da te a me rivolta, dal contenuto chiaramente offensivo (…l’unico che sembra non averlo capito è Luciano Geri, lui lo conosciamo tutti…) affermando che tutti quelli che mi conoscono sanno che non devo soldi a nessuno, che non ho pendenze penali per associazione a delinquere, che non ho mai minacciato nessuno specialmente in campagna elettorale.
Dal tenore della risposta comprendo che non hai capito quanto da me scritto. Addirittura mi accusi di aver detto delle falsità! Come puoi pensare che abbia detto delle falsità nei miei stessi confronti ? E mi minacci di doverne rispondere nelle sedi competenti! Ma di che cosa? Del fatto che dopo essere stato da te insultato pubblicamente in un tuo messaggio, sono stato costretto a difendermi; cosa che preciserò di fronte alla giustizia qualora sia costretto. Non contento hai continuato ad insultarmi definendomi “un vecchio pensionato rincoglionito”, anche di questa affermazione offensiva sentiremo cosa ne pensa il giudice.
Ora veniamo al punto: sai benissimo di perdere le elezioni ed io da bravo amico ti ho promesso che ti darò una mano; più di così non so cosa potrei fare per venire in tuo aiuto.
Ciao Dona-
Messaggio 95926 del 21.05.2019, 20:54
Provenienza: CAPOLIVERI
Chi non ha solcato i campi di calcio, non può capire l'amicizia che si instaura tra compagni di squadra.
Se poi l'amicizia è nata ancora prima in quanto capoliveresi, si può ben capire la mia tristezza di questo momento.

Colombi Nautilio (Dilio)-
Cosimo de' Medici
Messaggio 95925 del 21.05.2019, 20:29


Alla Attenzione del Direttore del Corriere Elbano
Alla Attenzione del Sindaco pro tempore del Comune di Portoferraio

RICHIESTA DI SMENTITA ARTICOLO DI STAMPA DEL 21.05.2019




“Nuovo bliz delle Fiamme Gialle alla Cosimo De’ Medici” di Guido Paglia e riserva di tutela Scrivo la presente su incarico del Presidente della Cosimo dei Medici Srl ed a seguito della pubblicazione in data odierna sul Corriere Elbano dell’articolo in oggetto. La notizia che viene riferita di un bliz della Guardia di Finanza per una verifica “….per l’ennesima volta….in quegli uffici…” non corrisponde a verità. In questi giorni infatti la Cosimo dei Medici non è stata affatto interessata da alcun controllo e/o verifica da parte della Guardia di Finanza, conseguentemente tutto il contenuto successivo dell’articolo in oggetto non ha alcun rilievo né fondamento. Certo però che quell’articolo è lesivo dell’immagine della Società che rappresento e di chi la Società stessa amministra e gestisce, ciò anche con riferimento al momento politico (leggi elezioni amministrative comunali) in cui l’articolo trova collocazione, momento politico che nulla ha a che vedere comunque con la Cosimo De’ Medici e la sua attività. 52100 Arezzo – Via Avv. Fulvio Croce, 14 – Tel. 0575.20867 – Fax 0575.300098 E-mail: info@eurojurisar.it La presente è inviata per conoscenza anche al Sindaco pro tempore del Comune di Portoferraio perché prenda posizione in merito alle circostanze evidenziate. Ferma ogni riserva di tutela giudiziale di chi assisto nelle opportune sedi, si chiede che venga effettuata immediatamente rettifica dei contenuti dell’articolo in questione.

Distinti saluti Avv . Roberto Piccolo
L'ELBA SPORTIVA IN LUTTO
Messaggio 95924 del 21.05.2019, 19:19





Ciao Donatello "Cavallo pazzo" R.I.P
elettore
Messaggio 95923 del 21.05.2019, 19:04
Provenienza: capoliveri
Caro, signor Italo Sapere, diciamoci la verita', l'unico interesse che hai contro il dissalatore , il fatto e' che te lo fanno davanti al tuo agriturismo , conoscendoti bene, a te non ti frega proprio niente , diciamo le cose come stanno fra l'altro sei residente nel comune di Porto Azzurro, quindi non vedo, il tuo modo o motivo di candidarti nel comune di Capoliveri , altra cosa, sembra che, almeno mi sembra di capire che l'unico problema principale a Capoliveri sia solo il dissalatore , sara' il caso di pensare ad altri problemi che che ci sono in comune se vuoi te li elenco tipo, individuare zone verdi per i bambini piu' piccoli, parcheggi, viabilita', ridimensionare suoli pubblici al contrario che da un po di anni nelle vie non ci si passa piu' etc etc vuoiche elenco ancora o vogliamo continuare ancora con il dissalatore che oramai i giochi sono fatti quindi il dissalatore lo faranno grazie a qualcuno che aveva espresso parere favotrevole nella tua lista e adesso fa finta di bloccare i lavori .vedremo dopo le votazioni!! MEDITIAMO CAPOLIVERESI MA........MEDITIAMO BENE!!!
Francesco Semeraro
Messaggio 95922 del 21.05.2019, 19:01
AMMINISTRATIVE 2019 PORTOFERRAIO.
" 10 MINUTI CON......." PAOLO DI TURSI" della lista civica "FORZA DEL FARE"



Un'ottima iniziativa di Fabrizio Prianti che rivolge alcune domande a un candidato Sindaco o un Consigliere di lista che decidono di far conoscere ai cittadini di Portoferraio il proprio impegno all'interno della lista che si appresta ad Amministrare la Città.
Lo avevamo già notato al teatro dei Vigilanti e a leggere dei suoi incontri con la comunità Portoferraiese ed ascoltarlo sia di persona, sia nell'intervista del Prianti ci viene da dire che il modo di comunicare di questo candidato Sindaco è una altra maniera di fare politica. Si esprime in maniera chiara, senza retorica, senza vuoti per pensare su cosa dire perchè ogni argomento toccato è meditato e ha la sua logica. Non fa tante promesse perchè non sa se può mantenerle se non prima che si sia studiato la fattibilità della promessa che lui accenna come "ci sarebbe la possibilità". Convinzione nell'esporre le idee per la città e la sua vivibilità di immagine, lavorativa ed economica. La sua politica è semplice e razionale non certo con progetti da "Montecarlo" dove tutto è bello e luminoso. Per il centro storico l'Avv. dice che prima bisogna ricercare le cause degli allagamenti che subisce con un forte temporale, poi si applicherà a casette colorate e nuove fioriere.
Sincero, determinato e convinto della squadra che ha messo in campo per amministrare Portoferraio sempre che venisse eletto, è forse un po' "acerba" - dice - ma senza specchietti retrovisori per guardare se si avvicina qualcuno a reclamare o incassare per la posizione acquisita.
Avrebbe potuto tenere nascosto la nomina di Roberto Marini per farlo rientrare dopo ma la trasparenza che predica comincia proprio da Marini il quale a suo dire l'ex vice Sindaco ha ancora tanto da esprimere per il bene della città.
E' il desiderio di Di Tursi e di tutta la sua squadra che le fa quadrato, che se andassero alla Biscotteria faranno di tutto anche lavorando giorno e notte chiedendo una attiva partecipazione alla cittadinanza per cancellare per sempre il nomignolo di "Mortoferraio" che non offende solo la Comunità che nulla può, ma anche la storia e la cultura della città. Per riuscirci Di Tursi chiederà collaborazione a tutti ad iniziare dalla macchina Amministrativa per finire ai cittadini passando da Enti e Associazioni perchè Portoferraio deve ripartire con forza, capacità e naturalezza e per farlo dobbiamo avere un simbolo che per noi sarà l'orologio della Porta a Mare - continua Di Tursi - che rimetteremo in funzione per dire a tutti che Portoferraio è ripartita per raggiungere il posto che le spetta.
Di Tursi tiene a precisare che non può promettere di fare infrastrutture e grossi lavori di sistemazione senza prima valutare vincoli esistenti e disponibilità per farle perché la sua Amministrazione, se diventasse Sindaco, sarà all'insegna della regolarità e dell'immediata realizzazione dopo aver acquisito la fattibilità dell'opera.
Non dobbiamo più avere palazzetti dello sport dove non si possono fare incontri ufficiali perchè non è regolare così come la lunghezza della piscina che non corrisponde a quanto richiesto per la disputa di gare di nuoto. Non possiamo dire all'atleta ospite che se vuole orinare deve farlo in una bottiglia perchè mancano i gabinetti e se non ci vede deve accendere la pila del cellulare perchè la baracca della società sportiva non ha la corrente elettrica. Non possiamo perdere delle società marinare che tanta storia hanno dato all'Elba perchè non hanno una sede o un container dove depositare gli attrezzi e i remi.
La Cosimo de' Medici per Di Tursi è un problema risolvibile l'importante, visto che è una partecipata, è sedersi a un tavolo e verificare i bilanci e il documento dei lavori perchè molte cose come lavori e interventi fatti anche se non doveva, la Cosimo lo ha sempre fatto poiché è la partecipata del Comune. E' intenzione del Di Tursi di rivedere lavori, sospesi, interventi e personale in particolar modo le cariche dei dirigenti perchè E' ASSURDO dare questa partecipata in mano a una Fondazione che da esperienze fatte può avere anche matrice non Elbane come se noi Isolani non avessimo le persone giuste per far funzionare una partecipata.
Stesso pensiero che tutto deve restare all'Elba perchè l'Isola ha persone capaci e di ingegno non solo per far funzionare un Ente o una Partecipata impiegando personale e responsabili Elbani, ma anche PER ESPRIMERE UN SINDACO A PORTOFERRAIO perchè nei mesi scorsi tanti volevano a Primo Cittadino personaggi di altri paesi Elbani o della terra ferma convinti che un Pisano o un Fiorentino possa amministrare meglio di un Elbano. Ed è per questo che mi sono candidato - dice Di Tursi - è offensivo aspettare qualcuno che ci amministri.


(da camminando.org; https://vimeo.com/337077447)

QUESTO è quello che mi è arrivato dall'intervista.
Francesco Semeraro
marco
Messaggio 95921 del 21.05.2019, 18:32
ma che paragone fai? il dissalatore lo paragoni al gruppo elettrogeno dell'ospedale? quindi se si interrompe la condotta e si fermano i pozzi il dissalatore secondo te sarebbe in grado di soddisfare il fabbisogno dell'isola? ,ce ne vorrebbero dieci dissalaroti mentre un bel doposito sotterraneo(gruppo di continuità quello si che sarebbe in grado ,in caso di emergenza di soddisfare il fabbisogno dell'isola
Marcello Meneghin
Messaggio 95920 del 21.05.2019, 18:09
LA RICARICA INVERNALE DEGLI ACQUIFERI DELL'ISOLA D'ELBA



Vorrei qui discutere del prelievo di falda che costituisce senza dubbio una delle principali risorse degli acquedotti italiani e che, secondo me, nell'acquedotto elbano viene messo in pratica con modalità errate e che danneggiano in continuazione a falda stessa
Inizio la spiegazione riportando testualmente una frase del documento "Bilancio idrico dell’isola d’Elba.” redattoda ll’AIT Autorità Idrica Toscana
“Il dissalatore consente anche di gestire le risorse locali rinnovabili con maggiore flessibilità potendo massimizzare la ricarica invernale negli acquiferi. “
In altre parole si afferma chiaramente che la riduzione dei prelievi invernali da pozzi elbani provoca la ricarica massima della falda. Il fenomeno viene confermato dalla consuetudine inveterata all'Elba di fermare il prelievo invernale dai pozzi allo scopo di “ consentire la ricarica della falda” e va inteso come convinzione (del tutto errata ) che il fatto di non prelevare dalla falda provochi un accumulo dell'acqua di falda. A mio avviso (e mi aspetto di essere contraddetto con esempi di risultati reali) è vero il contrario. A quanto risulta dalla mia lunga esperienza di gestione del prelievo da falde artesiane, il metodo per far durare il più a lungo possibile la falda ed assicurare la massima efficienza dei pozzi, consiste invece nello sfruttare per la maggior durata possibile la falda prelevando portate costanti ed ininterrotte. Infatti ogni volta che viene sospeso il prelievo si verificano due azioni importanti: in primo luogo la falda non si ferma affatto ma semplicemente devia il proprio flusso idrico sotterraneo, in secondo luogo il suo rimpinguamento ottenuto con l'arresto dei pozzi non può assolutamente avvenire. Bisogna tener presente che l’alimentazione continuativa della falda avviene grazie all’accumulo di acqua piovana che ha luogo nei grandi ammassi ghiaiosi che si trovano nelle zone montane ed a quote altimetriche elevate. Ora immaginare che l’interruzione di prelievo da pozzi per lo più situati in prossimità del mare e quindi a quote basse possa recapitare l’acqua economizzata fino alla quota elevata per reimmetterla negli stessi ghiaioni dai quali essa era partita costituisce semplicemente un non senso assurdo.
Io confermo , sulla base della mia esperienza, che la consuetudine elbana di chiudere i pozzi nel periodo invernale produce solo danno ai pozzi medesimi. Ogni turbamento sotterraneo nel flusso di falda mette in movimento i limi e le sabbie fini che finiscono per intasare i filtri dei pozzi ed alle volte provocano franamenti sotterranei..
A conferma di quanto sopra vorrei raccontare quanto constatato personalmente. Io ho lavorato a lungo nella progettazione, costruzione e soprattutto esercizio di acquedotti posti nel Friuli. Negli anni iniziali lin tali zone non esistevano acquedotti ma ogni casa aveva un pozzo a risalienza naturale dell’acqua e che funzionavano a getto continuo giorno e notte mantenendo sempre piena una vasca nella quale si lavavano i panni. e si conservavano le derrate alimentari al fresco. Il sistema provocava logicamente una enorme dispersione di acqua proprio a causa del flusso continuo. Quando veniva raccomandato di chiudere il flusso tutte le volte che non c’era bisogno di acqua, i proprietari dichiaravano che in quel modo i pozzi sarebbero tutti morti. Successivamente all’uscita la legge che vietava detta assurda dispersione ed ha obbligato i proprietari a montare un rubinetto nel proprio pozzo ed inoltre a misurare con contatori e denunciare i consumi reali,i proprietari hanno dovuto razionare il loro consumo idrico . Ebbene, quei pozzi, che erano durati per decenni e decenni, piano piano hanno diminuito la loro portata a gravità per finire a portata zero obbligando i proprietari ad allacciarsi all’acquedotto che nel frattempo era stato costruito. Q
Termino questa nota dichiarando che la chiusura invernale effettuata nell’acquedotto dell’Isola e citata nel "bilancio idrico dell'Isola d'Elba" redatto da AIT Autorità Idrica Toscana, invece di produrre il rimpinguiamento della falda provoca il sistematico intasamento dei filtri con necessità di continuare nella costruzione di pozzi nuovi il cui scopo è principalmente quello di sostituire quelli intasati.
Una buona regola di utilizzazione dei pozzi da falda è quella di prelevare in maniera conntinuativa ed ininterrotta una portata di valore inferiore a quella critica di ogni pozzo. Per maggiori particolari vedere
https://www.altratecnica.it/2018/05/30/la-captazione-dacqua-tramite-pozzi-profondi/
Ovviamente quelle citate sono soltanto affermazioni di chi scrive e che possono essere sempre contfutate..


Marcello Meneghin
Dino
Messaggio 95919 del 21.05.2019, 17:30
Provenienza: Portoferraio
Di tutti questi candidati non c’è nessuno che a parlato dei problemi.
1)le navi che sono carissime e non viene più turismo
2)per la salute di tutti gli isolani il cantierino (amianto ) chi deve togliere laminato dal tetto pericolante
3) alla rotatoria dalla parte del cantiere valorizzare le parti che da anni non vengono utilizzate è un decoro che passandoci non si può vedere
4) nei parchi giochi ( giochi anche per disabili)
5)tutti promettete spero chi si candida mantiene quello che dice
Vorrei una risposta dai candidati dato che su questo blog fate tanta Publicita
Un saluto al blog camminando
x Sapere & dintorni
Messaggio 95918 del 21.05.2019, 17:27
Provenienza: Torino/Lido
Certo che sono favorevole ad un impianto di dissalazione e le spiego anche perchè.
Un dissalatore che garantisca, a prescindere dagli umori di Giove Pluvio , almeno il fabbisogno idrico primario, sta all’isola come un gruppo di continuità elettrico sta all’ospedale, né più, né meno. Considerato il fabbisogno idrico crescente contro una disponibilità sempre più scarsa e incostante, non si tratta né di gusti né di opinioni, si tratta di operare misure strategiche coerenti con i rapporti e le riflessioni della comunità scientifica mondiale sull’argomento.
Gli amministratori della cosa pubblica, cosi come i cittadini, anziché beccarsi come i capponi di Renzo con argomentazioni propagandistiche e vuote di contenuto e di proposte costruttive, dovrebbero impegnarsi seriamente a ripensare il modo in cui gestiamo, distribuiamo, consumiamo e utilizziamo l’acqua disponibile. Questi dovrebbero essere anche e soprattutto gli obiettivi di un comitato che volesse fare gli interessi della collettività, mica ‘no al dissalatore’ perché……quello, ma perché….. quell’altro, perché la delibera…. , perché Barbetti…., perché allora, perché non lo si vuole e basta.
In questo preciso istante buttiamo via il 50% dell’acqua che pompiamo in una rete colabrodo ed una analoga percentuale di quella che utilizziamo per l’irrigazione di giardini privati, orti, e coltivazioni varie non essendo adottate tecniche e tecnologie adeguate. Questo è il vero problema da risolvere, prima di pensare di eviscerare il monte Capanne per immagazzinare acqua che forse non arriverà, proviamo a tappare un po’ di buchi della rete ed utilizzare l’acqua disponibile con un po’ di criterio. Contro la scelleratezza e l’incapacità d’intervento, non c’è Capanne né MonteRosa che tenga!

Adriano
Elbano
Messaggio 95917 del 21.05.2019, 17:06
Provenienza: Portoferraio
Ma come é possibile che l'unico manifesto che celebra i 500 anni di Cosimo dei Medici sia quello di una nota azienda alimentare che gli ha dedicato una torta.
Senza nulla togliere all'iniziativa ... che vergogna .
Peggio di cosi non si pole.
X Lanera
Messaggio 95916 del 21.05.2019, 17:05
Da cittadino Ferajese mi sono veramente rotto di questa campagna elettorale fatta di accuse, chiamate alla trasparenza, chiamate alla fede politica e mai, dico MAI, che si legge uno straccio di idea sulle cose da fare, sulle problematiche, sulle scelte di lungo periodo.
Premesso che i controlli della finanza sono sacrosanti e che l'operato della Cosimo è corretto fino a prova contraria, ci tengo a precisare all'onnipresente candidato che con la legge di stabilità 2016 è stata resa permanente l’equiparazione delle strutture organizzate per la sosta e il pernottamento di turisti all’interno delle proprie unità da diporto, ormeggiate nello specchio acqueo appositamente attrezzato (marina resort), alle strutture ricettive all’aria aperta (articolo 1, comma 365, legge 208/2015, che ha modificato in tal senso l’articolo 32, comma 1, Dl 133/2014). Dal punto di vista Iva, tale equiparazione comporta che alle prestazioni rese ai clienti alloggiati nei marina resort si applichi l’aliquota ridotta (10%) in luogo di quella ordinaria (circolare n. 20/E del 18 maggio 2016, capitolo III, paragrafo 2).

Lasciamo alla finanza l'onere di verificare i presupposti di legge, che spero siano stati rispettati e lasciamo ai politicanti il loro gioco di chiacchiere.
"Zio MAURO"
Messaggio 95915 del 21.05.2019, 15:15
Provenienza: Portoferraio
ELEZIONI EUROPEE E COMUNALI 2019..... la situazione del personale del Comune di Portoferraio interessa a qualcuno?.... e se interessa davvero: perché qualcuno non "batte un colpo" su quella disastrata realtà?

Questa è la domanda chiave che viene posta ai candidati, anche perché tutti i programmi presentati dovranno giocoforza fare veramente i conti con quella ereditata realtà alla quale chi poco o chi tanto ha contribuito. ....... I dipendenti chiedono chiarezza e prospettive reali........
Mancano solo cinque giorni all'ora fatale?

Luigi Lanera FdI
Messaggio 95914 del 21.05.2019, 14:53
Apprendiamo dalla stampa on Line del nuovo sopralluogo della Guardia di Finanza presso la sede della Cosimo de Medici , società partecipata dal comune di Portoferraio, per aver applicato un iva al 10 per cento sulle tariffe per la sosta delle imbarcazioni in Darsena invece del normale 22 per cento . Non entriamo nel merito della questione fiscale , ma ci preme sapere chi sia il responsabile di queste scelte amministrative che qualora fossero errate procurerà ulteriori danni alle casse comunali per svariate centinaia di migliaia di euro per evasione di iva e sanzioni varie . Al fine di offrire ai cittadini di Portoferraio la massima trasparenza nelle problematiche di questa città , chiediamo al candidato sig. Marini indicato come futuro vicesindaco ( in caso di vittoria della sua lista ) e già delegato alle partecipate nella giunta Ferrari ed anche alla signora Lottini ,già membro del cda Cosimo de Medici , entrambi componenti della lista Di Tursi sindaco , di spiegarci prima delle elezioni del 26 maggio la situazione.

Luigi Lanera candidato sindaco di Portoferraio
Gabriele Rotellini
Messaggio 95913 del 21.05.2019, 13:56
Provenienza: Lacona
INSIEME, PER IL NOSTRO FUTURO....


In questa semplice frase c'è il significato del mio impegno a favore dei miei concittadini.
Insieme...... Sarà la mia costante di riferimento negli anni a venire se sarò eletto. Insieme alla gente, partorire idee e svilupparle per dare vita a dei progetti condivisi.
Futuro...... Le scelte che facciamo adesso ricadranno sui nostri figli, cerchiamo di essere responsabili e soprattutto avere una politica sostenibile per un ambiente migliore.
Identificazione delle priorità ( territorio, spiagge, viabilità e benessere del cittadino ) per migliorare la situazione esistente con una programmazione definita e continuativa.
Da solo non ce la posso fare, chiedo e chiederò il vostro aiuto.
La mia speranza è che si riduca questa cortina d'indifferenza verso l'amministrazione comunale coinvolgendo e spiegando il perché e come si è arrivati a determinate decisioni.

CONDIVISIONE E PARTECIPAZIONE

n appello faccio agli elettori di Lacona, scegliete in tanti un candidato Laconese della nostra lista ( Capoliveri Bene Comune ) per dargli la forza necessaria a migliorare le cose.

VOTATE ROTELLINI GABRIELE
LUISA BRANDI
Messaggio 95912 del 21.05.2019, 12:24
LUISA BRANDI con LUIGI LANERA SINDACO



Il nostro candidato Sindaco ha già annunciato che, ove eletti, il mio incarico sarà quello di assessore alla Cultura e al Turismo. È un ruolo che, di certo, rivestirei con il massimo impegno.
Non sono brava a promuovermi con i “santini” elettorali (li ho tutti a casa...) però posso dirvi che, se eletta, mi darò molto da fare per scoprire l’Arte nascosta e/o poco fruibile (se non poco conosciuta)di questa città.
Tutti raccontano del “nostro potenziale” ma nessuno, tra coloro che -negli anni- si sono succeduti in ruoli di potere negli scranni comunali (...e sono molti...), ha cambiato il volto di questa nostra città, ormai sempre più fiacca, demotivata e chiusa in se stessa.
Vorrei avere questa opportunità.
Vorrei lavorare per valorizzare e gestire in modo nuovo, e più al passo con i tempi, il nostro patrimonio, le nostre risorse, a cominciare dalle opere d’arte che giacciono nei dimenticatoi pubblici e che, invece, dovrebbero essere fruibili con un biglietto d’ingresso. In questo nuovo programma di sviluppo Forte Falcone dovrà assumere un ruolo da protagonista attraverso un utilizzo diversificato delle varie aree nonché mirato ad offrire un immagine della nostra città assolutamente competitiva nel panorama dei patrimoni storici italiani.
Tra le mie proposte anche quella di gestire diversamente la programmazione teatrale lavorando, ove possibile, in sinergia con i Comuni elbani che dispongono di un teatro e, insieme, proporre anche una programmazione estiva all’aperto.
La mia idea di promozione turistica/culturale, inoltre, parte principalmente dal WEB e dalle città d’arte, con particolare attenzione alle città sedi di Università per stranieri. Io stessa, del resto, acquisto biglietti on line “saltafila” per l’accesso alle mostre/chiese e quant’altro di mio interesse e, certamente, non sono la sola. Eppure, ancora oggi, le bellezze della nostra isola navigano nel paleolitico: non vi è alcuna possibilità di acquistare biglietti on line per visitare (anche con un unico biglietto) i siti sparsi in questo fazzoletto di terra (dalle residenze Napoleoniche alla Pinacoteca Foresiana, ai Forti, alla Torre del Martello e a quant’altro già disponibile). Ecco, questa sarà la mia vera sfida: promuovere Portoferraio e l’Isola d’Elba su piattaforme in grado di generare un mercato d’interesse storico e artistico nei 12 mesi dell’anno.
Naturalmente questo percorso richiederà la formazione del personale impegnato nei vari siti, una gestione univoca dei medesimi nonché la costante collaborazione dei cittadini poiché l’accoglienza si fa anche con la nostra educazione al rispetto e al “bello” della città.
Ciascuno, dunque, sarà invitato a fare la propria parte per offrire agli ospiti servizi degni della nostra storia.
E in questo percorso vorrei anche istituire un premio per l’ attività commerciale e per ciascun cittadino che, in ogni quartiere della città, saprà distinguersi per la creazione di bellezza: dalla cura dei fiori alla pulizia e ordine delle aree esterne. Credo fermamente che la dedizione e l’amore che ciascuno investe nell’interesse della comunità debba avere un riconoscimento pubblico con un auspicabile effetto domino: dobbiamo imparare a vedere la bellezza intorno a noi e a preservarla.
Le mie idee sono molte e, di sicuro, molte altre arriveranno nel tempo dai vostri suggerimenti e dal confronto con chi è più bravo.
L’auspicio, dunque, è quello di abbandonare il torpore in cui la città versa e di scegliere i miei progetti attraverso la lista di cui faccio parte.
CERCHIAMO CASA
Messaggio 95911 del 21.05.2019, 12:02



MICETTI IN CERCA DI ADOZIONE




Animal Project Onlus, come ogni anno ormai, si trova ad affrontare l'inizio della stagione nelle peggior condizioni possibili, senza una struttura di appoggio, senza collaborazione delle amministrazioni. Nonostante il notevole periodo di crisi che stiamo vivendo per mancanza di volontari, cerchiamo di fare il possibile ed attualmente abbiamo circa 35 gattini randagi in cerca di adozione. Provengono da Marciana, Campo nell'Elba, Portoferraio, Capoliveri e Rio. Le richieste di aiuto sarebbero ulteriori, ma non possiamo gatantire sostegno finché non troviamo adozione almeno a questi piccoli, che al momento sono suddivisi tra le diverse abitazioni delle volontarie.
Questi in foto sono solamente alcuni di loro, se interessati all'adozione, oppure a conoscere anche gli altri chiamate pure ai numeri 3312707520 oppure 3292279296.
Salviamoli tutti❤!

Animal Project Onlus
Minch@@te elettorali
Messaggio 95910 del 21.05.2019, 12:01
Provenienza: Portoferraio
Minch@@te elettorali puntata numero 18

Zini si meraviglia per l'avanzo di amministrazione che cresce sempre. Alice nel paese delle meraviglie.
E' stato con Perla 10 anni e lo sa perché cresce. Perché un dirigente l'ha sempre fatto crescere. Ma è stato Zini con Peria a dire, di fronte ad un licenziamento ormai decretato che valeva di più la competenza che il comportamento grave tenuto.
E allora di che si meraviglia?
Intanto il giorno delle elezioni consiglio comunale per approvare il consuntivo.
Perché? Per nascondere qualcosa o preparare la strada meglio a chi verrà?
Viva la trasparenza politica!
LIONS CLUB ISOLA D'ELBA
Messaggio 95909 del 21.05.2019, 11:48
“LIONS WE FLY 2019”
PILOTI PER UN GIORNO GRAZIE AL LIONS CLUB


Ragazzi con disabilità potranno fare l’esperienza del volo
Una sedia a rotelle per aeromobili offerta in dotazione all’Aeroporto




Sì, volare si può. Che questo motto valga nella vita di ciascuno, è cosa forse scontata. Ma che ciò possa essere una felice verità nella vita di chi lotta ogni giorno con disabilità fisiche e malattie, è ben altra cosa.
I Lions Clubs di Pontedera Valdera e dell’Isola D’Elba organizzano insieme, per il giorno 02-06-2019, presso l’Aeroporto di Marina di Campo, Isola d’Elba,una giornata all’insegna del volo. E lo fanno con chi, per passione, supera ogni giorno i propri limiti: perché, si sa, vola solo chi osa farlo. Il Wefly! Team.
Si tratta dell'unica pattuglia aerea al mondo in cui due dei tre piloti sono "disabili" ed è un fiore all'occhiello dell'Aviazione civile italiana.
Alessandro Paleri, leader, con oltre duemila ore di volo all'attivo, tetraplegico dal 1987 e Marco Cherubini, gregario di sinistra, con circa 1.800 ore di volo, paraplegico dal 1995. Entrambi non hanno l'uso delle gambe e pilotano i loro aerei ultraleggeri solo con le mani, grazie a un comando speciale, progettato e realizzato dallo stesso Alessandro, che è un ingegnere aerospaziale.
Vola con loro, come gregario destro, Erich Kustatscher, istruttore con oltre 25mila ore di volo al suo attivo su aerei ed elicotteri.
Il WeFly! Team è nato nel 2007 e da allora, come portavoce della Federazione nazionale piloti disabili "Baroni Rotti", porta il tricolore italiano nei più importanti air show di tutto il mondo, riscuotendo ovunque consensi e successo.
"Lions We Fly" è una iniziativa volta a condividere l'emozione del volo con tutte le persone diversamente abili o affette da gravose malattie. Un modo per mostrare e dimostrare come la disabilità non debba essere vissuta come un limite, ma come una opportunità; una giornata per comprendere che, con passione, sacrificio e tanta determinazione, tutti i sogni, anche quelli all'apparenza più irraggiungibili, possono trasformarsi in realtà.
In particolare, sarà consentito a ragazzi con disabilità ed ai malati oncologici, afferenti alla Associazione Italiana Sclerosi Multipla – Isola d’Elba ed alla Associazione Diversamente sani – Isola d’Elba, di poter godere di un sorvolo gratuito di 15-20 minuti sopra la bellissima Isola. E per chi non volerà, vi è lo spettacolo di vedere all’opera il WeFly! Team da vicino, presso l’Aeroporto di Marina di Campo, dalle ore 9.30 alle ore 13.00 del prossimo 2 giugno, con ingresso completamente gratuito.
Nell’occasione sarà esposta una speciale sedia a rotelle per uso su aeromobili che resterà in dotazione
all’aeroporto di Marina di Campo.
Si ringraziano gli sponsor Nocentini Group, Coloplast S.p.A. e Sales S.p.A. per il prezioso contributo, nonché Alatoscana S.p.A. per il fondamentale apporto logistico ed operativo.
AMMINISTRATIVE 2019
Messaggio 95908 del 21.05.2019, 11:32
AMMINISTRATIVE 2019 PORTOFERRAIO."
10 MINUTI CON......." MARCELLO BARGELLINI " candidato per la lista "FORZA DEL FARE"


Adriano Luperini Scrivi a Adriano Luperini
Messaggio 95907 del 21.05.2019, 11:21
Provenienza: Capoliveri
CONSIDERAZIONI SULLE DUE LISTE: LA GELSI

Gelsi si qualifica per una prerogativa:è fuori da qualsiasi interesse sull'edilizia.Ha eliminato dalla lista la presenza di qualsiasi tecnico locale.
Dunque le sue scelte indicano un cambio profondo e un atto di grande serietà. Credo che, al di là dei pronostici,il sindaco sarà lui e nessunaltro. Sopratutto per la tenacia,la determinazione e la preparazione dimostrate.
Andrea in questi anni,non è stato uno scalda sedia,ma ha imparato,ha fatto tesoro,conosce bene la materia amministrativa.
Permettetemi anche di dire che l'argomento " basta Barbetti" non regge.
Barbetti per dare a Capoliveri ha anche perso,Barbetti non ci ha mai fatto
vergognare come popolo e come elettori.Non ha certo introdotto lui il mal costume che oggi si registra.Infine il Gelsi ha composto una lista ,chiara
omogenea e che ha voglia di fare. Ha un programma solido e concreto.
Vi saluto Adriano (continua)
P.S. avete notato che i miei interlocutori sono spariti dal blog?
hanno probabilmente le penne bagnate non piolano piu'
POLIZIA DI STATO PORTOFERRAIO
Messaggio 95906 del 21.05.2019, 10:55
PORTOFERRAIO – ARRESTATO CON OLTRE MEZZO CHILO DI COCAINA.





Ieri sera, la Volante del Commissariato, nell’ambito dei servizi di prevenzione rafforzati con l’inizio della stagione estiva e mirati alla zona portuale ed agli sbarchi, ha proceduto – unitamente alla squadra anticrimine in borghese, al controllo di iniziativa di un uomo italiano, 47enne, appena sbarcato e che viaggiava a bordo di una Fiat 500. L’uomo, residente a Roma, viaggiava solo e si dimostrava tranquillissimo all’atto del controllo. Ma i precedenti dell’uomo hanno indotto gli Agenti ad approfondire la perquisizione e con l’approfondimento aumentava il nervosismo del romano. Nella sua auto è stata trovata la cocaina, ben nascosta, circa mezzo Kg. Con il conseguente arresto per detenzione a fini di spaccio.
ESA Servizi ambientali
Messaggio 95905 del 21.05.2019, 10:52
L’IMPIANTO DI COMPOSTAGGIO DEL BURACCIO GESTITO DALLA SOCIETÀ ELBANA PER LA GESTIONE DEI RIFIUTI, RIAPRE LE PORTE AGLI STUDENTI E ORGANIZZA VISITE GUIDATE CON IL SUPPORTO DEGLI INSEGNANTI DELLE SCUOLE.

A seguito della campagna “Let’s clean up Europe” lanciata dalla Commissione europea dal 2018, per ripulire i territori comunali dai rifiuti, gli operatori di ESA spa, al fine di promuovere la diffusione delle buone pratiche ambientali, accolgono gli studenti direttamente sugli impianti di stoccaggio e riciclaggio dei rifiuti.
L’iniziativa “Impianti aperti” inizia mercoledì 22 maggio con gli studenti della scuola media superiore dell’ITCG Cerboni di Portoferraio.
Il 22 e il 30 maggio saranno protagoniste le classi della scuola media dell’Istituto Comprensivo di Portoferraio.
«È importante che i ragazzi vengano sensibilizzati il più possibile al valore della raccolta differenziata perché spesso sono proprio i più piccoli a comunicare in famiglia l’importanza del recupero dei rifiuti differenziati che vengono poi trasformati e nel caso del compost, che diventano ricchezza per l’agricoltura, come concime biologico».
Con questa iniziativa ESA e le Istituzioni scolastiche intendono dare alle nuove generazioni una prova reale e tangibile del valore e del significato della raccolta differenziata sfatando, una volta per sempre, la dannosissima leggenda metropolitana che vorrebbe il rifiuto separato a monte dai cittadini, finire nelle discariche in modo indiscriminato.
Impianti aperti prosegue nel mese di giugno anche con visite guidate a beneficio delle associazioni ambientaliste, ma ESA rimane a disposizione per l’adesione di altre associazioni, delegazioni comunali e semplici cittadini che volessero conoscere più a fondo le attività di riciclo dei rifiuti urbani gestite sul territorio.
Ai partecipanti sarà regalato un sacchetto di Compost, il prezioso concime biologico prodotto nell’impianto di compostaggio di Buraccio, da utilizzare per la concimazione di piante e fiori negli orti, aiuole e giardini.
Per informazioni sulle visite ed eventuali prenotazioni ci si può rivolgere al numero verde ESA 800 688 850 o inviare una mail a info@esaspa.it.
Deluso da Montagna
Messaggio 95904 del 21.05.2019, 10:24
Provenienza: Capoliveri
In passato ho sempre votato per Barbetti; questa volta avevo pensato di cambiare; primo perché c'era la questione del dissalatore (ho partecipato a varie riunioni del comitato) e poi mi era stato illustrato un progetto di rinnovamento, gente nuova, niente tecnici (geometri, architetti, ingegneri e quant'altro) in lista (o dietro le liste). Insomma una cosa che voleva apparire come nuova.
Perché non provare, mi dissi.
Le cose però con il passare delle settimane hanno preso una piega diversa, direi opposta a quello che avevo cercato in una lista che si professava del rinnovamento.
In primo luogo non ho capito (anzi ho capito benissimo) perché la lista del cosiddetto nuovo abbia abbandonato il comitato del dissalatore proprio nel momento più importante; questo perché il presidente è entrato in lista; ma non eravamo noi a volere che entrasse nella lista del cosiddetto "nuovo" come candidato a sindaco al posto di Montagna? Forse abbiamo sbagliato qualcosa...si è perso il senso di questa operazione.
Un'altra cosa, la Lista Montagna si è riempita di tecnici e parenti stretti di tecnici, contando i due tecnici in lista più i tre rappresentati da parenti stretti o affini sono ben 5! Mentre il Gelsi ha sempre dichiarato (e l'ha fatto) di non voler nessun tecnico in lista. Altro fallimento della lista del presunto "nuovo".
Ma la cosa che più mi ha disturbato, quasi fatto vergognare, è la lettera di ieri del candidato Geri. È inutilmente cattiva e mi ha aperto gli occhi su una cosa alla quale non avevo pensato finora: è un ritorno al passato di qualche anno fa, di quel periodo che tutti noi avevamo voluto dimenticare e che per lunghi 5 anni ci ha fatto stare in ansia per paura che ci potesse capitare qualche vendetta anche a noi.
Inutili ormai i tentativi di negare che la squadra del "nuovo" in realtà è la stessa squadra di quindici anni fa! I soggetti sono gli stessi, i modi pure. I burattinai infatti sono Cardelli babbo e Ballerini con quest'ultimo pronto ad entrare come assessore esterno subito dopo le elezioni come ho sentito con le mie orecchie.
Allora sai cosa ti dico caro Walter, hai perso un voto (anzi credo che tu ne abbia persi molti perchè la delusione è tanta).
Mi dispiace, ma a questo punto non lascio la vecchia strada per quella che diceva di voler rappresentare il "nuovo" che poi nuovo non è.
Troppo rischioso, io non cambio!
Giovanni Gasparini
Messaggio 95903 del 21.05.2019, 10:18
Provenienza: Portoferraio
Caro Fabrizio Prianti, ho apprezzato il messaggio di "Sasso in bocca", e' una difesa del valore fondamentale della libertà di critica ad ogni forma di potere: libertà base della democrazia. Approfitto dello spunto per ricordare che oggi scade la convenzione con Radio Radicale, radio che in questi anni ha consentito di poter ascoltare, senza mediazioni, dibattiti parlamentari, processi, congressi di partito ed ha posizionato i microfoni nei luoghi del confronto politico, giudiziario e sindacale approfondendo temi fondamentali legati ai diritti e alle libertà. Penso sia utile sottolineare nel tuo "libero blog" che corriamo il rischio di perdere un importante strumento di conoscenza e la conoscenza vivifica anche la libertà: caro "Sasso in bocca" purtroppo la storia c'insegna che anche i despoti usano la satira e l'umorismo per deridere gli avversari o per banalizzare il male, vedi ad esempio le vergognose caricature dei "perfidi giudei" a ridosso e dopo la promulgazione delle leggi razziali nel 1938.
Senza Conoscenza i fischi, che giustamente difendeva il compianto Sandro Pertini, da fondamentale strumento di dissenso diventano solamente inutile strepito.
generic viagra Scrivi a generic viagra
Messaggio 95902 del 21.05.2019, 10:06
Com apoio do MinistГ©rio da Cultura, da Secretaria de Cultura e Turismo, atravГ©s da FUNCEB, Petrobras e Eletrobras, Г© iniciada a expansГЈo do Teatro desenhada pelo arquiteto Carl Von Hauenschild. buy viagra There are always risks and issues that come with taking a benzodiazepine, but without a prescription, those risks increase exponentially.
[ Pagina successiva]

visita
MUCCHIO-SELVAGGIO.....
ISOLA D'ELBA